AGENZIE

È affidata a Emporio ADV la campagna elettorale di Luca Zaia

- # # # # #

E’ affidata al team di Emporio ADV, agenzia di comunicazione integrata con sedi a Udine e a Milano, l’intera strategia che comporrà il vasto quadro della campagna elettorale per la presidenza della Regione Veneto di Luca Zaia.

Lo staff guidato dal presidente Enrico Accettola, quaranta professionisti della comunicazione, in coordinamento con il pr dell’agenzia Mirco Mastrorosa, è al lavoro da più di un mese per dare forma al messaggio di Luca Zaia e declinarlo su tutti gli strumenti a disposizione, classici e digitali. Emporio ADV si occuperà dunque dell’intera regia della campagna elettorale e della creazione di tutti contenuti, affiancando al presidente lo staff di Community per l’ufficio stampa, e la location di H Farm per il lancio.

“E’ stata una sfida che abbiamo accettato con entusiasmo” raccontano il presidente di Emporio ADV, Enrico Accettola, e il pr dell’agenzia, Mirco Mastrorosa. “Il governatore ha scelto la nostra agenzia: da oggi il nostro obiettivo è spiegare chiaramente e con semplicità il suo messaggio, ma soprattutto ciò che ha realizzato in questi cinque anni e quale sarà la sua idea per il Veneto del futuro. Siamo sicuri di poter contribuire a dare un apporto creativo nuovo, a sostegno di una persona che in questi anni si è contraddistinta per la buona amministrazione e sempre in testa nella classifica di gradimento e popolarità”.

articoli correlati

AGENZIE

I 15 candidati al Consiglio Direttivo di AssoCom. Corsa a tre per la presidenza?

- # # # # # # # #

Alessandro Barbieri, presidente di Reloy; Giorgio Bonifazi Razzanti, presidente di Pan Comunicazione; Vittorio Bonori, CEO di Zenith Optimedia; Marzia Curone, amministratore delegato di Relata; Enrico Gasperini, fondatore e consigliere delegato di Livextension; Marco Girelli, CEO di OMD, Sandra Grifoni, amministratore unico di InMediato; Marco Gualdi, amministratore delegato di Inventa CPM; Isabelle Harvie Watt, CEO & country manager di Havas Media Group Italia; Alessandra Lanza, responsabile business innovation di Filmaster Events; Mauro Miglioranzi, amministratore unico di Cooee Italia; Emanuele Nenna, managing director di Now Available; Layla Pavone, managing director di Isobar; Rossella Sobrero, presidente di Koinetica; Marco Testa, presidente del Gruppo Armando Testa e già presidente dell’allora Assocomunicazione tra il 2006 e il 2008.
Questi i nomi dei candidati al Consiglio Direttivo di Assocom resi noti ufficialmente stamattina. L’elezione, che si terrà il 18 dicembre all’Hotel Cavalieri di Milano, sarà la prima a svolgersi secondo le nuove regole dello statuto modificato a giugno di quest’anno, che prevede nove membri del consiglio direttivo, ai quali spetterà la nomina del Presidente. Al riguardo, i primi rumors indicano tra i papabili con maggiori probabilità di successo Marco Testa e Vittorio Bonori, con Marco Girelli quale outsider dalle buone possibilità.
“Questo è un momento cruciale per la vita di AssoCom, a conclusione di un anno di profondo rinnovamento”, è il commento di Stefano del Frate, direttore generale dell’Associazione, “Le candidature sono molte e autorevoli e numerose sono le persone che per la prima volta si propongono per il ruolo di consiglieri. Questa importante partecipazione è sicuramente un segnale positivo: siamo in molti a credere che AssoCom debba andare avanti per diventare ancora più forte e rappresentativa. Molte le riconferme di consiglieri che hanno giudicato positivamente l’esperienza di lavoro nell’ultimo Consiglio e molti i nuovi candidati, con nutrita presenza del settore media, che hanno positivamente interpretato il ruolo che possono ricoprire in associazione in un momento particolarmente difficile del mercato”.

articoli correlati

AGENZIE

Massimo Costa lascia la presidenza di Assocom

- # # # # #

Ufficializzati i rumors che circolavano ormai da qualche giorno: Massimo Costa, Country Manager WPP Italia, ha inviato al Consiglio Direttivo di Assocom le proprie dimissioni da Presidente dell’Associazione.

“Avendo constatato l’impossibilità di dare attuazione in tempi brevi al piano di interventi che ritengo indispensabile per cambiare Assocom e ridarle quella rilevanza che il nostro comparto merita, ho preferito rimettere il mio mandato al Consiglio – ha dichiarato Massimo Costa – In tempi drammatici come quelli che il settore sta vivendo, velocità, efficienza e determinazione sono elementi indispensabili di un piano di rilancio dell’Associazione. Considerato il protrarsi di una situazione in cui, a mio avviso, questi elementi mancano, ho ritenuto corretto nei confronti degli Associati lasciare l’incarico”, scrivo Costa.
Le dimissioni hanno effetto immediato.

articoli correlati