BRAND STRATEGY

Rebranding per Pittarello Rosso: nasce PittaRosso, testimonial Simona Ventura

- # # # #

“Pittarosso, Pittarosso, ve lo dice la Simona in rosso, Pittarello Rosso diventa Pittarosso”. Rebranding per Pittarello Rosso che manda in pensione il vecchio nome, senza però mutare la filosofia di sempre: scarpe per tutta la famiglia e per tutte le esigenze. Nuovo il nome e nuovo anche il pay-off, “scarpe a più non posso” che va a sostituire “scarpe di famiglia”, per puntare sulla specializzazione e l’ampiezza di assortimento presente nei punti vendita PittaRosso. Per comunicare il cambio di nome, il brand torna in comunicazione scegliendo come testimonial Simona Ventura per i prossimi due anni.

Lo spot è girato all’interno di una magnifica e tipica piazza italiana, dove la protagonista accompagnata da un ritmo irresistibile e da passanti improvvisatisi ballerini, in una sorta di allegro e contagioso flash mob, scandisce il nuovo nome: Pit-ta-rosso. Ogni volta che Simona, al ritmo dei tamburi, batte sul terreno il piede, dallo stesso si propaga un’onda rossa che dapprima colora tutta la piazza, sale sui palazzi, corre lungo i vicoli, per poi propagarsi in tutta la città, simboleggiando la diffusione del nuovo nome su tutto il territorio. Tutte le persone coinvolte cantano in coro “Perché Pittarello Rosso diventa Pittarosso, te lo dice la Simona in Rosso”, per poi concludere con il lancio del nuovo pay-off “PittaRosso, scarpe a più non posso”.

“Ho scelto PittaRosso perché è un’azienda che rappresenta l’Italia nel mondo e si sta sviluppando in grande controtendenza al mercato: è un segnale importante per il nostro Paese. La nostra media impresa funziona e PittaRosso ne è un esempio” dichiara Simona Ventura.
Il concept creativo della nuova campagna è targato Casiraghi Greco&, con la direzione creativa di Cesare Casiraghi, mentre la regia è a cura di Alessandro D’Alatri, già regista di film come La Febbre e Casomai con Fabio Volo, e che ha curato la regia di numerosi spot pubblicitari e video clip musicali (Laura Pausini, Elisa, Renato Zero). La produzione è affidata a Enormous Film di Luchino Visconti.

“Un cambio di marchio è sempre un terremoto per chi lo attua e invece solo un battito d’ali di farfalla per il consumatore finale. Noi vogliamo che sia un terremoto per tutti. Abbiamo scelto un testimonial super popolare proprio per mettere un turbo alla comunicazione e alla comprensione, con un filmato che ricalca le dinamiche del coro da stadio, “chi non salta è…”. Vogliamo creare un tormentone che porti la notorietà di PittaRosso a livelli altissimi da subito” afferma Cesare Casiraghi.
Il primo flight di spot, sarà on air sulle reti Mediaset, Rai e Discovery, dal 6 al 19 aprile 2014, per un totale di circa 1300 grp’s nelle due settimane. Il secondo e il terzo flight, dal 4 al 17 maggio e dall’8 al 21 giugno 2014, saranno trasmessi in esclusiva sulle reti Mediaset. Gli spot hanno quattro formati, da 30” e 15” per i primi flight. In seguito saranno utilizzati anche i formati brevi di 10” e 7”.
La programmazione televisiva rientra nel totale degli investimenti marketing del gruppo, che passano dai 4.5 milioni del 2013 ai 7.5 dell’anno in corso.

“Considero il passaggio da Pittarello Rosso a PittaRosso un momento molto importante nella strategia messa in atto con 21 Investimenti fin dal momento dell’acquisizione” dichiara Andrea Cipolloni. “Simona Ventura è la testimonial ideale per far conoscere questa grande novità a tutti i nostri clienti, ci permetterà di comunicare al meglio i progressi che abbiamo fatto negli ultimi tre anni e di conquistare un numero ancora maggiore di famiglie. Con la sua simpatia, ironia e voglia di mettersi in gioco, Simona ci ha permesso di fare uno spot che consideriamo bellissimo e che speriamo piaccia molto anche ai consumatori” conclude l’AD di PittaRosso.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

“PITTARELLO ROSSO” IN TELEVISIONE: la famiglia Cappi Sempre al centro della scena

- # # # #

Papà Francesco, mamma Laura, sei figlie femmine e quattro figli maschi: è la famiglia Cappi, romana, scelta da Pittarello Rosso, come simbolo dei bisogni delle famiglie italiane. I Cappi sono numerosi come le loro esigenze di tutti i giorni; sono, inoltre, vivaci e allegri, devono organizzare la loro giornata con ritmi e scadenze precise.  E anche in fatto di scarpe ognuno di loro ha gusti e bisogni diversi. Eccoli allora protagonisti della campagna autunnale di comunicazione di Pittarello Rosso, on air sui canali Mediaset dal 13 ottobre 2013 raccontando il grande patrimonio di valori che l’azienda padovana da sempre porta con sé: sincerità, simpatia e condivisione d’affetti.

 
Il claim che farà da fil rouge è sempre: “Pittarello Rosso, scarpe di famiglia, presenta la famiglia Cappi”. Gli spot, girati da Carlo Arturo Sigon on air dal 13 al 26 ottobre 2013, saranno tre in diversi formati: “presentazione famiglia” (versione 15”), “al fuoco al fuoco” e “letti” (questi ultimi nella versione 30” ), per un totale di 600 passaggi (Grp’s pari a 700 – di cui il 50% in prime time).Rispetto ai precedenti flight è stato inserito il nuovo soggetto “letti” che ruoterà insieme agli altri già apparsi nella seguente proporzione: spot da 30’’ per il 60% con il soggetto “letti” e per il 40% “al fuoco al fuoco”, spot da 15’’ per il 50% con il soggetto “presentazione famiglia” e per 50% “letti”.

 
Proseguirà anche la campagna sui siti e sui social network: in particolare sul sito  www.pittarellorosso.com, sulla pagina Facebook dedicata e su YouTube. Sul sito sono già presenti i filmati di making of e back stage degli spot tv. Gli investimenti pubblicitari di Pittarello Rosso nel 2013 ammontano a circa 5 milioni di euro e sono stati concentrati in particolare sul media televisivo. “La Famiglia Cappi non è un semplice testimonial, ma un compagno di viaggio che ci aiuterà a rafforzare l’idea di Pittarello Rosso come azienda punto di riferimento per le scarpe di tutta la famiglia.” afferma Andrea Cipolloni, AD Pittarello “Il nostro rapporto con la famiglia di Laura e Francesco evidenzia come Pittarello Rosso possa soddisfare le necessità di almeno tre generazioni, in tutti i momenti della vita, dalle ore di svago alle occasioni speciali”.

articoli correlati

AZIENDE

Pink is Good: anche Pittarello Rosso sostiene la Fondazione Veronesi

- # # # # #

Pittarello Rosso ha deciso, insieme ad altre importanti aziende italiane, di aderire al progetto “Pink is Good” della Fondazione Umberto Veronesi per combattere il tumore al seno.

 

Pink is good è un’iniziativa che permetterà di finanziare dieci ricercatori specializzati, già inseriti nei migliori centri italiani; ma soprattutto, consentirà di sensibilizzare la popolazione (non solo quella femminile, come ricordano i principali “testimonial d’eccezione” Prof. Umberto Veronesi–fondatore e Prof. Paolo Veronesi-Presidente), a parlare di prevenzione per favorire una diagnosi tempestiva permettendo quindi, una cura più efficace.

 

 

Grazie ad una comunicazione che si appoggia ad un sito dedicato www.pinkisgood.it, alle televisioni, ai principali periodici della carta stampata, ad un uso importante dei social network (presenza su Facebook, Twitter, Pinterest e Instagram), Pink is good si prepara a diventare un potente strumento di sensibilizzazione. Per Pittarello Rosso il tema è di quelli davvero importanti. In azienda infatti, quattro collaboratori su cinque sono donne. Anche per questo l’impegno nel progetto è intenso e molto esteso: per tutto il mese di ottobre, gli shoppers rosa, i leaflet dedicati e l’esposizione di un cartello in vetrina ricorderanno ai clienti la partecipazione al progetto. Il personale in negozio indosserà una spilla speciale, mentre su www.pittarellorosso.com e sulla pagina Facebook della società non mancheranno tutti gli aggiornamenti sugli obiettivi e sulle conquiste di Pink is good.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Pittarello Rosso torna on air sulle reti Mediaset con 200 nuovi spot firmati da Casiraghi e Greco

- # # # #

Pittarello Rosso, il brand di calzature per la famiglia, continua la sua campagna televisiva con la famiglia Cappi con i suoi 10 figli sulle reti Mediaset e dal 12 al 18 maggio sarà on air con 200 spot, di cui l’85% in versione 30” e il 15% nella versione 15’’. Il tutto per un totale di 250 Grp’s e un 50% di quota prima time.

 

 

Il claim che farà da fil rouge è “Pittarello Rosso, scarpe di famiglia, presenta la famiglia Cappi”. La regia è stata affidata a Carlo Arturo Sigon, autore di cortometraggi e video musicali di successo. L’agenzia è la Casiraghi e Greco. “Dopo il primo flight di aprile possiamo affermare che la nuova campagna ha avuto un grande successo e una straordinaria visibilità. I messaggi arrivati da più parti, clienti e personale dei punti vendita, ci hanno fatto capire che il nuovo concept di comunicazione ha colpito nella maniera corretta il target di riferimento, ma l’aspetto più interessante è senza dubbio lo stupore, la curiosità e la simpatia che si è creata attorno alla Famiglia Cappi e a questa modalità insolita di comunicare nel mondo del retail di calzature – commenta Fulvia Caliceti, Marketing Manager – I risultati sono stati, fin da subito, molto positivi e ci hanno spinto a continuare su questa strada”.

 

 

Gli investimenti previsti in campagna pubblicitaria per l’anno 2013 ammontano a circa 5 milioni di euro, di cui gran parte destinati alla televisione.

articoli correlati