BRAND STRATEGY

Facebook a Perugia con il roadshow “Boost Your Business”, a sostegno delle PMI

- # # # # #

Facebook PMI

Sono oltre 700 le PMI e i giovani imprenditori coinvolti oggi all’Ex Lanificio di Ponte Felcino nella tappa perugina del roadshow “Boost Your Business”, progetto formativo promosso e organizzato da Facebook in diversi Paesi europei per educare le PMI all’uso dei social media e supportarle nell’uso efficace delle risorse messe a disposizione da Facebook a sostegno del business. L’incontro di Perugia, organizzato in collaborazione con i Giovani Imprenditori Confcommercio Umbria e che ha visto il giornalista e conduttore Andrea Vianello nel ruolo di moderatore, è stato introdotto dalla Presidente della Regione Umbria, Catiuscia Marini. A seguire si è tenuto un confronto tra Michele Fioroni, assessore al marketing territoriale e allo sviluppo economico del Comune di Perugia, Chiara Pucciarini, Presidente dei Giovani Imprenditori Confcommercio Umbria e Laura Bononcini, Responsabile Relazioni Istituzionali Facebook Italia su come il digitale e Facebook possono aiutare le imprese locali a ripartire dopo situazioni difficili e di crisi.

“Grazie all’utilizzo di Facebook ed Instagram le imprese hanno la possibilità di incrementare la loro crescita e il loro sviluppo internazionale. L’evento Boost Your Business ha proprio lo scopo di educare soprattutto le PMI a sfruttare al massimo le potenzialità di questi strumenti, consentendo loro di raggiungere un’audience molto più ampia anche al di fuori dei nostri confini. In Italia, infatti, le Piccole e Medie Imprese costituiscono circa il 90% del totale delle aziende e producono un fatturato pari al 67,3% del PIL. Al fine di riuscire a mantenere elevata la loro competitività, è necessario che le PMI siano in grado di trarre vantaggio dalle opportunità offerte dal digitale” ha commentato Marco Grossi, SMB Manager Facebook. “Nello specifico, questa tappa di Perugia si focalizza su come Facebook può favorire la ripresa economica di un territorio, l’Umbria, che ha subìto le conseguenze di una comunicazione errata che ha minato l’operatività di molte realtà imprenditoriali a seguito del terremoto del Centro Italia del 2016”.

“Il futuro è già presente ed impone un cambiamento di mentalità per non restare indietro. Ora è il momento dell’economia della condivisione che permette di espandere informazioni e opportunità per tutti e anche le piccole e medie imprese dovranno cogliere questa grande opportunità. La miscela composta da sharing economy, tecnologia low cost, e-commerce e gestione di grandi community di utenti è assolutamente esplosiva e in grado di sovvertire ogni settore” ha dichiarato Catiuscia Marini, Presidente della Regione Umbria. “È meglio immaginare oggi con quali metodi i giovani millennials useranno i servizi delle grandi piattaforme tecnologiche visto che già da ora, ad esempio nel settore del turismo, circa il 95% dei giovani intorno ai 30 anni usa le piattaforme digitali per organizzare i loro viaggi. In questo percorso di cambiamento è importante il ruolo delle istituzioni che, con opportuni investimenti, come sta facendo la regione Umbria grazie anche alle risorse nazionali, devono garantire lo sviluppo delle infrastrutture immateriali.

“L’evento di oggi”, aggiunge Giorgio Mencaroni, presidente Confcommercio Umbria, “è un momento centrale nella nostra strategia di affiancamento delle imprese umbre del terziario nel loro cammino verso l’innovazione e l’economia digitale. La tecnologia è uno strumento per l’innovazione. Si fa innovazione attraverso tutte le componenti immateriali – conoscenza, relazioni, servizi – proprie delle nostre attività del terziario”. “Il percorso che abbiamo attivato negli ultimi anni”, sottolinea la presidente dei Giovani Imprenditori Confcommercio Umbria Chiara Pucciarini, “è finalizzato a diffondere tra le nostre imprese, e sul nostro territorio, le competenze necessarie perché le nuove opportunità offerte dal digitale si trasformino in altrettante occasioni di business. Noi vogliamo creare un ponte tra l’economia reale, che rischia di restare ai margini dei nuovi processi, e l’innovazione digitale. Abbiamo le competenze e gli strumenti per essere un vero e proprio punto di riferimento per le imprese umbre che vogliono crescere. I risultati della giornata di oggi, l’interesse che cogliamo verso le nostre proposte, ci stanno dando ragione”.

L’incontro ha inoltre visto la partecipazione di tre casi di successo: Prosac Alwaysmile, fashion brand nato nel 2013 che realizza prodotti artigianali 100% made in Italy utilizzando materiali sperimentali e di recupero. Alla Posta Dbei Donini, una splendida residenza d’epoca del 1579 situata ai piedi della città di Perugia che disponedi 48 camere, arredate con eleganza, curate nel dettaglio attraverso l’utilizzo di materiali pregiati e perfettamente inseriti nel contesto architettonico. I Love Norcia, marchio creato da un gruppo di cittadini e imprenditori locali che sostiene, promuove e valorizza il territorio di Norcia, colpito dal terremoto, al fine di favorirne la ricostruzione e la rinascita della comunità. Anche Paolo Campana, grafico e food blogger, ha partecipato all’evento per raccontare il suo progetto #AMAtriciana, la raccolta fondi nata il 24 agosto per aiutare le popolazioni e i luoghi colpiti dal sisma e che nel giro di poche ore è diventata virale a livello mondiale. Nel corso dell’evento di oggi, hanno trovato spazio anche alcuni momenti di formazione: un team di esperti Facebook ha infatti tenuto due laboratori volti ad insegnare alle imprese come utilizzare efficacemente Facebook e Instagram per il turismo e per l’export, aspetti che ben rispecchiano i valori e le competenze dell’economia locale e nazionale. Erano inoltre a disposizione del pubblico diverse “learningzones” e alcune postazioni dove potersi consultare con esperti di Facebook.

articoli correlati

MEDIA 4 GOOD

Armando Testa e Perugina insieme per la rinascita di Castelluccio di Norcia

- # # # # # #

Armando Testa

Nella piana di Castelluccio di Norcia, uno dei borghi più antichi e belli d’Italia, il terremoto ha aperto una cicatrice che corre nella strada, negli edifici, nelle attività lavorative. Perugina, così legata a questo territorio, non poteva restare a guardare. È nato così il progetto #RinascitaCastelluccio che ha trovato subito l’appoggio istituzionale della Regione Umbria e del Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali.

L’agenzia Armando Testa ha studiato e approntato rapidamente una piattaforma di crowdfunding (www.rinascitacastelluccio.it sul portale WithYouWeDo di TIM) per la costruzione di un Villaggio per le Attività Produttive ed Economiche, per la ripresa sociale, culturale, ambientale, turistica ed economica di Castelluccio.

Perugina si è impegnata a dare la massima visibilità attraverso una campagna di comunicazione multicanale il cui concept, anche questo studiato da Armando Testa, ha come immagine una cicatrice, che ricorda i solchi naturali del terreno, ma anche lo sfregio che ha subito il territorio. Un solco, una ferita che si rimargina proprio grazie alla famosa fioritura della piana di Castelluccio.

“La cicatrice del terremoto non è solo nella terra e negli edifici di Castelluccio di Norcia, ma anche nel nostro cuore e nel cuore di tutti gli Italiani – dice Nicola Belli, consigliere Armando Testa – per questo ci è sembrato non solo naturale, ma anzi, doveroso, offrire a Perugina, nostro cliente storico, tutto l’appoggio e il know how maturato, per fare qualcosa di concreto, come la costituzione di una piattaforma online, oltre alla normale comunicazione del progetto”.

 

CREDITS

Agenzia: Armando Testa
Team creativo: Vincenzo Celli (copy), Cristina Macchi (art)
Account director: Loredana Ambrogi
Supporto tecnologico: WithYouWeDo powered by TIM e Starteed

 

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Derby Blue celebra la bellezza storica di Perugia con una limited edition

- # # # # #

È un omaggio all’arte, alla sua origine etrusca che ne caratterizza la storia e ne pervade ogni angolo e al suo grande valore culturale quello che Derby Blue – brand di punta del Gruppo Conserve Italia – dedica alla città di Perugia. Crocevia geograficamente strategico del nostro paese, Perugia è un’importante meta turistica e una sede universitaria internazionale che catalizza l’attenzione di molti giovani, animandone la vita sociale con eventi di grande richiamo.

A questa città posta la centro dell’Italia, in una delle regioni più fiorenti, vitali e famose per un contesto ambientale di grande suggestione, Derby Blue ha voluto legare il proprio storico marchio di succhi di frutta naturali, buoni da bere e prodotti sempre con frutta di qualità. Una città dove il brand di Conserve Italia, e non è un caso, registra un costante interesse da parte dei consumatori, con un trend di vendite decisamente positivo.

Dopo le due precedenti esperienze incentrate su Milano, ora il progetto “City Collection” di Derby Blue si concentra su Perugia, una città molto famosa anche per le sue eccellenze gastronomiche e per una grande tradizione nell’artigianato dolciario.

Nella seconda metà del mese di ottobre, nei bar di Perugia e del suo hinterland verrà quindi distribuita un’edizione speciale a tiratura limitata della famosa bottiglietta di vetro blu, contenente succo alla pera. Le preziose bottiglie da 200 ml, eleganti e glamour da essere mostrate e collezionate, sono serigrafate con un richiamo esplicito e stilizzato ai simboli tipici e storici della città: Piazza IV Novembre con la Fontana Maggiore, Palazzo dei Priori, la Basilica di San Domenico e la Rocca Paolina.

Anche con questa iniziativa, Derby Blue rafforza quindi il proprio radicamento nel mercato dei succhi di frutta per il canale horeca con un posizionamento ancor più strategico del marchio, in linea con le attività di marketing territoriale già sviluppate.

articoli correlati