BRAND STRATEGY

Perrier e Andy Warhol insieme per la mostra ‘Ladies and Gentlemen 1975/2016 Andy Warhol’

- # # #

Oggi alle ore 18.30, Perrier brinda all’inaugurazione della mostra “Ladies and Gentlemen 1975/2016 Andy Warhol” (Bologna, Galleria Cavour, fino al 2 febbraio). La mostra rientra nell’ambito delle iniziative che accompagnano i 40 anni di ArteFiera.

L’esposizione ripropone un allestimento realizzato da Warhol nel 1975 per il Palazzo dei Diamanti di Ferrara, dove l’artista fu invitato a presentare una serie di scatti, dal titolo appunto di “Ladies and Gentlemen”, che ritraevano 10 drag queen frequentatrici di un noto club newyorchese. Oltre alla sezione che recupera il setting del Palazzo dei Diamanti, la mostra ha altre quattro aree:
Una dedicata all’essenza del lavoro di Warhol;
Una riservata ai ritratti (su commissione e per amici);
Una per le varie copertine discografiche realizzate dall’artista;
Una infine di laboratori didattici.

Perrier è distribuita capillarmente in tutti i continenti, vende ogni anno circa 1,2 miliardi di bottiglie in oltre 140 Paesi. La sua elegante e originale bottiglia verde è ormai un’icona internazionale, riconosciuta da tutti a colpo d’occhio. Da sempre il nome di Perrier è legato ai luoghi più glamour ed esclusivi: protagonista di uno stile di vita chic e anticonvenzionale, è una bevanda unica, conosciuta e apprezzata nei locali di tutto il mondo. Moderna ed edonista, Perrier è il premium drink frizzante e naturale per tutti coloro che ricercano il massimo della freschezza; rappresenta inoltre un’alternativa all’alcool elegante e salutare, poiché non contiene zucchero, caffeina e calorie. Consumata nei bar, nei locali, all’aperto d’estate, in viaggio, alle feste, con gli amici, come aperitivo o a tavola, Perrier valorizza i cibi con la sua intensa effervescenza, da sola o come ingrediente di mille cocktail e long drink.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Perrier lancia la campagna internazionale “Extraordinaire Perrier”

- # #

Un’invasione di mongolfiere multicolore che nascono dalle acque e che convergono nel collo della bottiglia di Perrier.È questo il visual della nuova campagna internazionale “Extraordinaire Perrier”, declinata su tutti i media (stampa, televisione, web, ecc.) sostituisce la precedente campagna “Perrier Melting”, che aveva firmato tutte le presenze pubblicitarie dell’iconico brand transalpino negli anni scorsi.

Perrier è la marca leader mondiale nel mercato delle acque minerali frizzanti. Distribuita capillarmente in tutti i continenti, vende ogni anno circa un miliardo di bottiglie in oltre 140 Paesi. La sua elegante e originale bottiglia verde è ormai un’icona internazionale, riconosciuta da tutti a colpo d’occhio.

articoli correlati

ENTERTAINMENT

Perrier brinda all’immagine femminile nel mondo della comunicazione

- # # # #

Dalle assicurazioni ai vini tipici, dalle località più alla moda alle lotterie, dalla promozione della salute a quella del risparmio, la comunicazione di inizio 900 spaziava dai più diversi argomenti, attirando l’attenzione attraverso l’immagine di donne raffigurate con il linguaggio del colore. Questo mondo di garbata persuasione, che è arte e bellezza, si rivelerà nella mostra “L’immagine femminile nel mondo della comunicazione”, nella quale si riproduce la collezione di cartoline d’epoca di Attilio Montorsi.

L’esposizione, voluta da Amalia Schiavo partner Azimut, in una sorprendente location degli anni ’50, l’atelier Cavallo Spose (terzo piano -Via Rizzoli 7, Bologna) sarà aperta gratuitamente al pubblico per tre giorni. Sabato 25 aprile si potrà visitare dalle 10 alle 17, orario dopo il quale l’atelier accoglierà solo gli invitati di Amalia Schiavo, per un brindisi all’inaugurazione con spumante della Tenuta Santa Croce, accompagnato da fragole e Perrier. La mostra proseguirà con apertura al pubblico anche domenica 26 e lunedì 27 aprile, con apertura dalle 10 alle 19.

L’iniziativa, ideata da Maria Grazia Palmieri, ha voluto porre al centro la figura della donna, espressa in varie delicate declinazioni nelle pubblicità dell’altro secolo, esaltate dal fascinoso atelier per abiti da cerimonia, che si affaccia sulle due torri. Tra piccole lampade originali degli anni 50, vetrate, camerini di prova che sembrano usciti da una rivista di quegli anni e pannellature bellissime, l’atelier si mostra intatto nei suoi particolari, ancor più dopo la ristrutturazione appena terminata.

articoli correlati

AZIENDE

Perrier, su Facebook sono un milione di fans globali

- # # # #

Dopo aver raggiunto nel 2013 il miliardo annuo di bottiglie vendute in tutto il mondo, quest’anno Perrier coglie un altro traguardo importante: sono infatti appena arrivati a un milione, su Facebook,  i fans globali dell’iconico brand francese.
Un impulso determinante per il raggiungimento di questo straordinario traguardo è stato dato dal lancio delle bellissime edizioni limitate degli ultimi due anni, vale a dire quella dedicata a Andy Warhol in occasione dei 150 anni di Perrier (nel 2013), e quella di quest’anno, riservata ad alcuni dei maggiori artisti mondiali della Street Art.
Perrier è la marca leader mondiale nel mercato delle acque minerali frizzanti. Distribuita capillarmente in tutti i continenti, vende ogni anno circa un miliardo di bottiglie in oltre 140 Paesi. La sua elegante e originale bottiglia verde è ormai un’icona internazionale, riconosciuta da tutti a colpo d’occhio. Frizzante come nessun’altra, Perrier è un’acqua minerale naturale: purissima, contiene solo sali minerali (460 mg/L) e gas della sorgente (7 gr/L). Povera di sodio, è estremamente dissetante e indicata per favorire la digestione. Da sempre il nome di Perrier è legato ai luoghi più glamour ed esclusivi: protagonista di uno stile di vita chic e anticonvenzionale, è una bevanda unica, conosciuta e apprezzata nei locali di tutto il mondo. Moderna ed edonista, Perrier è il premium drink frizzante e naturale per tutti coloro che ricercano il massimo della freschezza; rappresenta inoltre un’alternativa all’alcool elegante e salutare, poiché non contiene zucchero, caffeina e calorie. Consumata nei bar, nei locali, all’aperto d’estate, in viaggio, alle feste, con gli amici, come aperitivo o a tavola, Perrier valorizza i cibi con la sua intensa effervescenza, da sola o come ingrediente di mille cocktail e long drink.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Perrier dedica alla Street Art la sua limited edition 2014. Cancun firma la comunicazione

- # # # #

Dopo la limited edition 2013, riservata alle opere di Andy Warhol, Perrier rimane nel mondo dell’arte anche quest’anno e dedica la sua limited edition 2014 ad alcuni dei maggiori protagonisti internazionali della Street Art.

La Street Art (arte di strada, o arte urbana) identifica tutte le forme di arte che si manifestano in luoghi pubblici, facendo ricorso alle tecniche più disparate: spray, sticker art, stencil, proiezioni video, sculture, ecc. Ogni artista che vi si dedica ha le proprie motivazioni personali, che possono essere molto varie: dalla critica sociale o artistica alla semplice ricerca di una audience allargata. La Street Art offre infatti la possibilità di avere un pubblico vastissimo, spesso molto maggiore di quello delle tradizionali gallerie d’arte.

Quest’anno Perrier ha selezionato 3 grandi artisti di strada, provenienti da 3 diversi continenti:
– Il brasiliano di San Paolo Kobra, per decorare le lattine;
– Lo statunitense JonOne, di New York, per decorare le bottiglie in vetro;
– La giovane giapponese Sasu, di Tokyo, per decorare le bottiglie in pet.

Anche gli imballi esterni delle confezioni e i materiali di comunicazione per i punti vendita sono stati realizzati con le forme e i colori della Street Art, a cura dell’agenzia pubblicitaria Cancun.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Perrier lancia sul mercato la nuova Slim Can

- # # # #

Perrier presenta al mercato italiano la sua nuovissima Slim Can, la lattina metallica da 25 cl. dal look moderno e dal design contemporaneo e accattivante. Nel 1983, Perrier era stata la prima acqua minerale frizzante a essere confezionata in lattina da 33 cl. Oggi è la prima a presentarsi nella lattina nuovo formato da 25 cl.

Pensata in primo luogo per un pubblico giovane e attento all’evoluzione delle mode e del costume, la Slim Can di Perrier è attraente, elegante e moderna, adatta con le sue mille e mille bollicine a “rinfrescare” ogni momento della giornata, in casa o all’aperto.

Alta e stretta, di colore verde metallizzato brillante, la Slim Can di Perrier contiene una speciale pellicola protettiva al suo interno che evita ogni contatto fra l’acqua e il metallo, impedendo così che il liquido acquisti al gusto la benché minima nota metallica. È inoltre studiata per mantenere perfettamente integra l’effervescenza che da sempre ha reso celebre la Perrier in tutto il mondo.

Ogni cartone contiene 30 Slim Can, confezionate in 3 pratici “fridge pack” da 10. Tutti i materiali dell’imballo sono riciclabili.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Perrier dedica ad Andy Warhol la sua Limited Edition 2013

- # # # # # # #

Nel 1983, esattamente 30 anni fa, Andy Warhol incontrò Perrier: un rendez-vous folgorante per il genio della Pop Art, che dedicò alla regina delle acque minerali ben 38 sue opere originali. A un trentennio di distanza, “The Andy Warhol Foundation” ha accettato di ricordare oggi quell’incontro memorabile, per celebrare i 150 anni dell’iconico brand francese. Per questo Perrier riveste la sua edizione celebrativa di quest’anno in puro stile Pop Art. Le bottiglie di Perrier indossano quindi, anche in Italia, gli sfolgoranti colori delle opere di Warhol. Inoltre, un tour di eventi dedicati è in partenza per le principali città italiane, per portare sul territorio l’elettrizzante binomio che unisce l’incomparabile freschezza di Perrier con l’avvincente seduzione senza tempo del maestro riconosciuto della Pop Art.

Perrier è distribuita in esclusiva per l’Italia dalla Fratelli Rinaldi Importatori di Bologna.

articoli correlati

AZIENDE

L’acqua Perrier compie 150 anni. Omaggio a una storica icona

- # # # # # # #

Perrier è oggi l’acqua minerale frizzante leader di mercato a livello globale. Un primato che deriva dal suo gusto esclusivo e dalla sua iconica bottiglia, simbolo di 150 anni di successi.  Famosa in tutto il mondo per le sue bollicine, l’acqua Perrier sgorga da oltre 120 milioni di anni dalla Source des Bouillens, una fonte naturale della pianura della Linguadoca nel sud della Francia. A generare le bollicine tipiche della Perrier, un processo 100% naturale: l’acqua piovana, infiltrandosi nel sottosuolo, incontra i gas vulcanici per poi sgorgare dalle fessure del terreno come se bollisse. Una caratteristica che, oltre a donare un gusto inconfondibile all’acqua, dà il nome alla fonte: “Les Bouillens” – “acque bollenti”, in francese. Un’oasi  di 8649 ettari, che si mantiene interamente incontaminata negli anni grazie a un’attenzione maniacale nel processo di raccolta dell’acqua e di mantenimento dell’ambiente circostante. Basti pensare che nei 2.471 ettari di terreno agricolo vicino alla sorgente, gli agricoltori locali coltivano prodotti biologici senza l’utilizzo di fertilizzanti artificiali o pesticidi.

 

La storia
La Perrier si è più volte intrecciata con episodi storici: dalla decisione di Annibale – 218 a.C. – di accamparsi in un posto che in seguito sarebbe stato chiamato “Les Bouillens”, dopo aver attraversato la Spagna con il suo esercito alla conquista di Roma, all’idea di Giulio Cesare – nel 58 a.C. – di costruire una vasca di pietra con degli edifici intorno alla sorgente, per realizzare il primo “centro termale” della storia. Sarà però, Napoleone III, nel 1863, a conferire alla Perrier il “titolo” di acqua minerale naturale, con un decreto che ne riconosce e certifica qualità e caratteristiche. È solo nel 1898 che l’acqua di “Les Bouillens” prende il nome di acqua Perrier, da Louis-Eugène Perrier, in quegli anni unico proprietario della fonte. Dottore, politico ed esperto delle proprietà termali dell’acqua, è stato lui a dedicarsi per la prima volta allo sviluppo di una bottiglia di vetro igienicamente sigillata e pensata per contenere e trasportare l’acqua.

Pochi anni dopo, Louis-Eugène Perrier crea una joint venture con St John Harmsworth, che nel 1903 ne diventa a sua volta unico proprietario. Sarà l’inglese a progettare la forma iconica della bottiglia Perrier, trovando l’ispirazione mentre praticava degli esercizi indiani, che eseguiva per mantenersi in forma. Anche con Harmsworth, la Perrier entra ancora una volta in fatti storici: nel 1905 diventa l’acqua bevuta dai coloni inglesi in India e dalla nobiltà britannica a Buckingham Palace. Un scelta della nobiltà inglese che fa guadagnare a Harmsworth il titolo di “Purveyor by Appointment to his Majesty the King of England”. Nel 1908, in occasione della mostra franco-britannico a Londra, l’acqua Perrier vince il Grand Prix des EauxMinéralesVente de l’Année, un premio assegnato come acqua più venduta dell’anno. L’escalation della Perrier non si ferma quì. Dal 1948 al 1973 la produzione passa da 30 a 150 milioni di bottiglie. La fabbrica, ora conosciuta col nome di “cattedrale”, inizialmente di 6.000 metri quadri, supera 26.000 metri quadri. Nel 1954, lo stabilimento Vergèze diventa un luogo completamente integrato, tanto che tutto viene fabbricato in loco.

 

L’acquisizione da parte di Nestlé
Ma a rappresentare una data storica è il 1992 anno in cui Perrier viene rilevata da Nestlé, formando la Nestlé Waters SA gruppo, ora leader mondiale nella bottiglia d’acqua con circa 70 marchi, tra cui non solo Perrier, Vittel, Contrex, S. Pellegrino, ma anche Nestlé Pure Life, Nestlé Aquarel. Perrier utilizza uno strumento appositamente progettato per il gruppo Nestlé, che analizza l’intero ciclo di vita del prodotto finale e fornisce un criterio multiplo di valutazione ambientale: il Global Footprint ambiente (GEF ISO 14044 strumento accreditato). Come risultato, l’analisi viene sempre eseguita prima dello sviluppo di ogni nuovo prodotto o cambiamenti di imballaggio al fine di garantire il loro eco-equilibrio. Non un caso isolato. Sul versante ambientale infatti, Perrier ha sviluppato iniziative per sensibilizzare l’opinione pubblica circa l’uso ecologico delle acque. In particolare, Perrier supporta Progetto WET, un programma internazionale di formazione per gli insegnanti, che ha riunito 400.000 educatori e diversi milioni di bambini negli ultimi 20 anni per educare le nuove generazioni sulla necessità vitale di preservare le risorse idriche.

 

La pubblicità
Sono innumerevoli le immagini di spot Perrier entrate nell’immaginario comune. Buona parte del merito spetta a Gustave Leven e Jean Davray, quest’ultimo responsabile della pubblicità del marchio Perrier. Un tandem che ha dato luogo ad alcune delle saghe pubblicitarie più interessanti di questo secolo: da quelle mitiche realizzate tra la fine degli anni ’70 e i primi ’80 dall’artista francese Bernard Villemot, a quelle concepite dall’estro creativo di Andy Warhol, figura predominante del movimento della Pop Art.

Nel  2009 Perrier fa il giro del mondo grazie a una saga pubblicitaria, capace di enfatizzare le caratteristiche uniche del brand tramite l’ideazione di una vera e propria fiction, dove la Perrier è l’ultima soluzione di ristoro estremo su un pianeta surriscaldato a tal punto da far sciogliere ogni cosa tutto intorno. Un’altra iniziativa che eleva ancora una volta la gamma di prodotti Perrier a status di opere d’arte da gustare, la Dita Von Tees Limited Edition, modella statunitense ed emblema del burlesque riconosciuta in tutto il mondo.

 

“Mixology by Perrier”
Perrier sa come far parlar di sé nel mondo dei bar e dei ristoranti. Il suo gusto unico, le inconfondibili bolle e la sensazione di freschezza, fanno di Perrier l’ingrediente essenziale nel mondo della creazione dei sapori. Oggi Perrier rappresenta un drink analcolico da bere al naturale o come parte di ingegnosi cocktail, da gustare nei locali più alla moda, nei migliori ristoranti e nei club più esclusivi al mondo. Basti citare l’elegante Bar di Murano di Parigi, l’esotico e trendy Mahiki di Londra, il Goldbar di New York, frequentato da molte celebrità, lo Sky Bar di San Paolo e il Lound bar di Seoul, per citarne solo alcuni.

Una cultura del bere di qualità, dalla quale nasce “Mixology by Perrier”: dei mixati analcolici o leggermente alcolici che seducono e conquistano i locali più cool ed esclusivi del mondo. Creatore è Laurent Greco, Patron della “Liquid Chef” di Parigi, guru della mixologia d’avanguardia e conosciuto per il suo ingegno e la sua professionalità, messi a servizio di Perrier, la più celebre ed esclusiva fra le acque minerali internazionali.

 

Perrier e il tennis
A partire dal 1928, la Perrier ha legato la propria immagine a quella del mondo del tennis, diventandone un vero e proprio emblema. Sono numerose le sue apparizione al Roland Garros, noto anche come l’Open di Francia: dalla sedia dell’arbitro (1989), alla panchina dei giocatori (1994), per arrivare alla sala stampa  in occasione della prima Promo-Presse Perrier, il concorso attraverso il quale si decidono i vincitori dei singoli match e dell’intera manifestazione. Nel 2011, Perrier diventa partner ufficiale del The Legends Trophy, il torneo che riunisce alcune delle più grandi figure della storia del tennis mondiale. A guidare la manifestazione alcuni messaggi chiave, che Perrier condivide in toto: eccitazione, piacere, generosità e creatività.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Perrier lancia “Perrier Secret Place”, il kolossal-game che rende l’utente attore e regista

- # # # # # # #

Guardare attraverso gli occhi di un uomo che sbircia attraverso il buco della serratura o essere invitato da una ragazza a tagliarle l’abito con delle forbici, o ancora, trovarsi catapultato su un ring per una “Pillow Fight” (lotta di cuscini) contro un’affascinante donna. Queste sono solo alcune delle esperienze che è possibile provare su www.perriersecretplace.com: progetto innovativo a metà strada tra gioco di ruolo e film, creato in occasione dei 150 anni di Perrier, dove 60 attori in carne e ossa vivono delle esperienze sui generis in un lussuosissimo appartamento parigino. La novità? A guidare la storia è l’utente, che entra dentro un film vero e proprio per diventarne contemporaneamente regista e player. Come? Con un click, il giocatore entra nei panni degli attori e, passando da un personaggio all’altro, vive le loro esperienze “trasgressive”. Ma non solo. Mentre crea la trama del “suo” film, grazie agli attori l’utente ha la possibilità di muoversi all’interno dell’appartamento per andare alla ricerca della bottiglia segreta nascosta in una delle stanze e aggiudicarsi il premio finale.

Perrier Secret Place è un film interattivo ed esperienziale della durata di un’ora e venti minuti, durante i quali vengono reinterpretati in chiave digital l’esperienza e l’atmosfera degli Speakeasy (letteralmente “parlar piano”): un fenomeno in auge a New York che consiste nella partecipazione a delle feste esclusive all’insegna della trasgressione, avvolte dal mistero e dalla segretezza. Basti pensare che si accede a questi incontri tramite degli ingressi apparentemente comunissimi, come quello di un ristorantino di hot dog o la sala di un barbiere, superati i quali ci si trova in un mondo invisibile dall’esterno.

La produzione del film, durata 18 mesi e affidata alla Fighting Fish di Parigi, è stata possibile grazie a un team di lavoro pensato per realizzare un vero ibrido-interattivo: il regista Lawrence King (che attualmente sta anche lavorando a un suo film), lo scenografo Arnaud XXX, il responsabile del suono Franck Marchal e i Cinema Bizarre, gruppo berlinese formatosi nel 2005, dal quale è tratta la colonna sonora.

Perrier Secret Place prevede 2 premi alla settimana, assegnati a chi sarà capace di trovare, sfruttando i cinque indizi messi a disposizione, una speciale bottiglia Perrier nascosta in una delle sale dell’appartamento. I vincitori delle varie settimane parteciperanno a uno tra gli appuntamenti più trasgressivi al mondo: dai party tipici di Saint Tropez al Capodanno di Sydney, dall’Art Basel di Miami al Carnevale di Rio o alla serata di chiusura della stagione di Ibiza.

Perrier Secret Place è supportato da una strategia digital integrata. Diventando fan sulla pagina Facebook di Perrier (Facebook.com/perrier) si ottengono regolarmente suggerimenti per trovare indizi che conducono alla bottiglia segreta. In parallelo, è possibile partecipare tramite un’applicazione creata ad hoc per iPhone/Android/iPad, che permette di entrare nelle stanze dell’appartamento Perrier per trovare la bottiglia nascosta e aggiudicarsi il premio.

articoli correlati