MEDIA 4 GOOD

Al via #TIRIGUARDA, la campagna di affissioni ideata da Anlaids e scritta da Paolo Iabichino

- # # # # # #

Anlaids

In occasione del 1 dicembre 2018, Giornata mondiale contro l’AIDS,
 parte la campagna di affissioni ideata da Anlaids

 #TIRIGUARDA
.

A I D S: quattro lettere che conosciamo da quasi 40 anni e che ancora ci spaventano. Oggi per fortuna non si muore più di AIDS, grazie alla ricerca sono stati fatti progressi incredibili, ma l’infezione è molto lontana dall’essere stata sconfitta. I numeri restano preoccupanti, soprattutto a causa della disinformazione diffusa non solo tra le categorie ritenute più esposte, ma anche nella popolazione generale, spesso inconsapevole di avere avuto comportamenti a rischio.

La Giornata mondiale contro l’AIDS del 1 dicembre è nata per risvegliare la coscienza sull’epidemia planetaria dovuta alla diffusione del virus HIV e Anlaids scende ancora in campo per informare e sensibilizzare il maggior numero di persone: è necessario contrastare l’atteggiamento – fin troppo diffuso – di credere che le malattie sessualmente trasmissibili rappresentino un rischio lontano da ognuno di noi.

Il claim di questa campagna – firmato da Paolo Iabichino, che ha ricevuto il Premio Pirella Comunicatore dell’anno 2018 – è molto forte e decisamente diretto: “TI RIGUARDA”, un chiaro invito rivolto a tutti, nessuno escluso.

Infatti in Italia circa il 40% dei casi di HIV è diagnosticato in modo tardivo, mantenendo alta la circolazione del virus nella popolazione generale, e a questo va aggiunto un 30% stimato di persone – un dato altissimo – che inconsapevolmente continuano a favorire la trasmissione del virus. E sono in aumento esponenziale di rischio di contagio proprio le categorie ritenute meno esposte: omosessuali e tossicodipendenti risultano essere i più informati.

La campagna di sensibilizzazione

Oggi è essenziale più che mai continuare a sensibilizzare l’opinione pubblica, perché tutti siano consapevoli del proprio stato di salute, perché non si smetta mai di parlare di prevenzione.

Anlaids ha dunque ideato una campagna nazionale – patrocinata dal Comune di Milano, che prevede affissioni in 14 città italiane a partire dal 27 novembre – interpretata da personaggi che rappresentano l’eccellenza del mondo della musica, della televisione, del cinema e dell’universo digitale: Tiziano Ferro (cantautore), Fabio Volo (scrittore, conduttore, attore), Giorgio Panariello (attore), Maria Pia Calzone (attrice), Rudy Zerbi (papà e conduttore), The Jackal (video maker, collettivo artistico), Giulia Valentina (influencer e conduttrice) e Paola Turani (modella e influencer).

Il fotografo ufficiale è Daniele Barraco, che ha realizzato anche un video con un montaggio degli intensi ritratti dei testimonial catturati dal suo obiettivo per il progetto.

“Grazie alla partecipazione sentita di tutti i personaggi che hanno aderito prestando il proprio volto a favore di una testimonianza coinvolgente e consapevole” – racconta Bruno Marchini, Presidente nazionale Anlaids Onlus – “la campagna parlerà dai muri di Ancona, Bari, Bologna, Cagliari, Genova, Mantova, Milano, Napoli, Palermo, Perugia, Pescara, Roma, Torino e Treviso”.

“Questa è una campagna da leggere. Il mio scrivere è come uno specchio per chi avrà voglia di attraversare le parole, riconoscendosi nell’eventualità. Che può essere remota fino a che non ci tocca. E invece il diffondersi del virus HIV è qualcosa che ci riguarda tutti. Come uomini e donne, come genitori e figli, come mariti, mogli, amanti e individui a cui la campagna chiede una maggiore consapevolezza rispetto ai temi che impegnano Anlaids ogni giorno. Non solo il primo dicembre”, commenta il Direttore Creativo Paolo Iabichino.

“Le abbiamo provate tutte” – dice Carmine Falanga, Responsabile progetti e iniziative speciali di Anlaids, artefice della campagna – “dallo spot dell’alone viola che fece tanto discutere negli anni 90, alle campagne dedicate alle categorie considerate maggiormente a rischio, fino a quelle più recenti, con messaggi più soft. Si è resa evidente la necessità di un nuovo messaggio che sensibilizzi l’opinione pubblica senza creare inutili allarmismi: mi piace definire questa campagna “all inclusive”, per sottolineare che nessuno è escluso da questa lotta o può sentirsi immune. L’AIDS ancora oggi deve interessare l’intera società”.

“I numeri oggi, anche in Italia, sono ancora allarmanti: all’anno sono 4.000 le nuove diagnosi di infezione da HIV – dato stabile negli ultimi 5 anni – con un incremento registrato negli ultimi due anni di nuove infezioni nella fascia d’età tra i 25 e i 29 anni. In particolare la Lombardia, con circa 20.000 persone affette da HIV e AIDS (e Milano che ne registra 400 all’anno) è tra le regioni con la maggior concentrazione di pazienti, insieme a Lazio, Emilia Romagna e Liguria. Il numero delle nuove diagnosi si è mantenuto costante, con un aumento delle persone affette da HIV che convivono con la malattia mantenendo una buona qualità di vita grazie allo sviluppo di nuove cure”, dichiara il Prof. Andrea Gori, (Direttore Unità Operativa Malattie Infettive, Fondazione IRCCS Ca’ Granda Ospedale Maggiore Policlinico, Università degli Studi di Milano) e membro del direttivo di Anlaids Lombardia.

Il sostegno di M·A·C Cosmetics

La campagna è stata realizzata grazie al sostegno di M·A·C Cosmetics, che dal 2005 collabora con Anlaids per realizzare eventi di sensibilizzazione sul territorio e per raccogliere fondi per la ricerca, come racconta Paolo Deponti, Brand Manager Italy di M·A·C Cosmetics: “Il 1° dicembre rappresenta per M·A·C il momento per celebrare le collaborazioni con Associazioni e Organizzazioni impegnate nella lotta all’AIDS. In 24 anni di attività, il M·A·C AIDS Fund ha devoluto 490 milioni di dollari raccolti grazie alla passione e alla dedizione dei make-up artists che ogni giorno, in ogni punto vendita del mondo, promuovono la vendita dei rossetti e gloss della linea Viva Glam, il cui ricavato viene donato interamente a favore di donne, uomini, bambini affetti da HIV/AIDS. Oggi siamo particolarmente orgogliosi di celebrare il sodalizio con Anlaids, Associazione con cui da oltre 10 anni collaboriamo in Italia e con la quale abbiamo 

implementato numerose iniziative volte a diffondere informazione e fornire sostegno alle persone affette da HIV/AIDS. Siamo estremamente felici di dare seguito a questa storia di sensibilizzazione e prevenzione, devolvendo € 132.000 per continuare il progetto di diffusione del Test Orale ai fini di prevenzione, sul quale stiamo lavorando da anni”.

La campagna

La campagna TI RIGUARDA durerà oltre due settimane: sono state valutate con attenzione le zone di affissione, bilanciando l’esposizione tra centri e periferie e con formati diversi, dai 140 x 200 fino ai 6 x 3.

Questa campagna vuole favorire la costruzione di una società organizzata in grado di guardare la malattia con uno spirito positivo e informato: sarà un’occasione preziosa per comunicare i passi avanti compiuti dalla ricerca medica e scientifica e le nuove opportunità di protezione e di cura.

Anlaids, che ha tra i suoi associati i migliori scienziati italiani nel campo dell’infettivologia, è da sempre impegnata a finanziare gli sforzi di chi indaga gli aspetti ancora insoluti dell’infezione da HIV e dell’AIDS, attraverso l’erogazione di Borse di studio e premi, l’organizzazione e il patrocinio di congressi, corsi di formazione e l’aggiornamento del personale socio sanitario.

Sono notevoli le scoperte in campo scientifico dei ricercatori sostenuti da Anlaids, pubblicate su numerose e importanti testate internazionali: prevenzione e informazione restano sempre tra gli obiettivi chiave per il controllo dell’AIDS.

Il testo completo

DROGATI, CHECCHE, FROCI, PROSTITUTE, TRANSESSUALI, LESBICHE, OMOSESSUALI, BISESSUALI, POLISESSUALI, ETEROSESSUALI. MAMME E PAPÀ. E POI ZII, OVVIAMENTE ZIE, NIPOTI E ANCHE “NIPOTINE”, FA NIENTE CHE ORMAI HANNO 25 ANNI. I CUGINI E LE CUGINE DI OGNI GRADO, MA ANCHE I COGNATI, LE COGNATE, GENERI E NUORE, I SUOCERI E LE SUOCERE, SE NO POI CHI LE SENTE. I CONSUOCERI, I NONNI E LE NONNE, SI ANCHE LORO. COMPAGNI, COMPAGNE, AMICI E AMICHE, IL FIDANZATO, LA FIDANZATA, I MARITI, LE MOGLI. TU.

#TIRIGUARDA 
Ci riguarda tutti: l’HIV contagia ogni anno 4.000 nuove persone e sono ancora troppi coloro che inconsapevolmente trasmettono l’infezione. PROTEGGITI E FAI IL TEST.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Prosegue la campagna dei nuovi vasetti di Nutella: on air anche in radio e sui social

- # #

Nutella

Nutella accende i riflettori sulle infinite sfumature di ognuno di noi e torna con una special edition ancora più “Unica” e personalizzata, dedicata a come siamo: milioni di vasetti, ciascuno con una lettera dell’alfabeto, che permettono di creare infinite combinazioni di parole, per esprimere passioni, attitudini, progetti, per comporre una storia che racconta chi siamo.

La campagna è completata da un soggetto radio che invita i consumatori a cercare il vasetto nei punti vendita, oltre a una pianificazione social dedicata.
“Dalle grandi sfide nascono le idee più belle. Creare la seconda puntata di una iniziativa così amata non era facile, ma siamo riusciti nel nostro intento: avvicinare ancora di più la marca ai suoi consumatori, dando vita non solo a uno storytelling efficace, ma dando libertà ad ognuno dei Nutella Lover di creare il proprio”, ha commentato Paolo Iabichino, Chief Creative Officer del gruppo Ogilvy.

CREDITS:
Chief Creative Officers: Paolo Iabichino, Giuseppe Mastromatteo Group Head of Digital & Business Development: Michael Berger
Client Creative Director: Lavinia Francia
Senior Art Director: Andrea Sghedoni, Valentina Faravelli
Junior Copywriter: Carlotta Schoen
Junior Art Director: Massimiliano Corradini
Digital Strategist: Nicola Pavan
Social Media Manager: Beatrice Lopez
Account Director: Simone Zanelli
Account Executive: Gianpaolo Volpe Pasini
Casa di Produzione: Collateral
Regia: Elia Castangia

articoli correlati

MEDIA

Paramount Channel, on air dal 27 febbraio il nuovo canale di Viacom International Media Networks Italia

- # # # # # # #

Spazio al grande cinema e alle serie tv per “alzare l’asticella del digitale terrestre in Italia” , presenta così Andrea Castellari, Amministratore Delegato  Viacom International Media Networks per Italia, Medio Oriente e Turchia, il nuovo canale free Paramount Channel. Castellari durante la presentazione alla stampa che si è svolta stamattina a Milano ha sottolineato che il nuovo canale punta agli italiani che si connotano come veri story-lover, divoratori di belle storie a cui però mancava una casa. Questa nuova casa sarà proprio Paramount Channel che inizierà le trasmissioni il 27 febbraio alle 15.30 sul canale 27 – dopo il trasloco definitivo di Sky Tg24 al canale 50.

“Siamo in una industry che sta cambiando rapidamente e dobbiamo adattarci per le sfide del futuro. Con questo nuovo canale saremo il sesto editore in italia grazie alla nostra offerta che ci permette di essere uno dei partner principali di Sky anche nelle attività non lineari della pay-tv”.

Paramount Channel sin dagli esordi non sarà solo un canale TV ma un prodotto editoriale nuovo, caratterizzato da un’impronta fresca e inedita. La mission di Paramount Channel è, infatti, quella di diventare il punto di riferimento per tutti coloro che sono alla ricerca di storie di qualità, affiancando alla visione lineare anche la possibilità di vivere esperienze di fruizione multipiattaforma tramite gli account social Facebook e Twitter, l’applicazione Paramountchannel, in arrivo dalla prossima estate, e il sito ufficiale  www.paramountchannel.it, una sorta di hub creativo dove saranno disponibili lo streaming del canale, una sezione arricchita da contenuti creati da blogger e firme note, le aree Quiz e Test, con alcuni contenuti legati a personaggi, film e serie TV di culto e molte altre sezioni.

Sergio Del Prete, VP Editorial Content di  Viacom International Media Networks Italia ha commentato la costruzione del palinsesto: “Paramount channel potrà diventare riferimento per i contenuti scripted. Stiamo facendo un investimento sullo schermo piu amato dagli italiani in cui c’è un’offerta varia ma confusa. Vogliamo costruire una casa per le storie scripted grazie al patrimonio dell’universo Paramount: partiamo proprio dalla storia della montagna con le stelline e i suoi 104 anni di storie. Un forziere che contiene storie che vanno dal classico “Colazione da Tiffany” sino a Zoolander. Un brand che è quindi capace anche di parlare una lingua giovane e fresca. La nostra offerta sarà frutto di un bilanciamento tra film e serie tv ma non ci limiteremo solo a contenuti Paramount, anche se l’offerta cinema rappresenta comunque la spina dorsale del canale. Inoltre lavoreremo anche a produzioni originali brevi che saranno declinate su tutti i media. Oltre a storie scripted in cui abbiamo già coinvolti nomi che però non possiamo ancora svelare, il titolo di lavorazione che pensiamo di mantenere è ‘Lost in Paramount’. Tutti i contenuti verranno trasmessi anche in versione originale e sottotitolati”.

 

Il primo weekend di programmazione prevede Sabato 27 febbraio, subito dopo A Beautiful Mind in onda alle 21:10, la première del primo episodio di Fear the Walking Dead, la serie di grande successo che verrà trasmessa per la prima volta sul FTA e che sarà ufficialmente in programmazione su Paramount Channel a partire dal 17 marzo. Domenica 28 Febbraio, per celebrare il weekend degli Oscar, è invece prevista una maratona di film premiati dall’Academy Award: in particolare, alle 21:10 American Beauty, seguito da Will Hunting – Genio Ribelle.

Il palinsesto di Paramount Channel prevede, in prima serata, film cult del panorama cinematografico, mentre una sera alla settimana è dedicata alla Top Of the Week, durante la quale verrà lanciato il film di maggior successo della settimana. Un altro appuntamento fisso sarà la Comedy Night del venerdì sera.

“A differenza degli altri Paesi in cui è già presente, in Italia Paramount Channel sarà caratterizzato da una proposta unica in grado di unire il grande cinema alle serie TV più amate dal pubblico” aggiunge Castellari, Amministratore Delegato Viacom . “Il lancio di Paramount Channel sul Free to Air è un ulteriore sviluppo della strategia di Viacom nella ridefinizione del proprio business in Italia. Viacom si pone, infatti, nuovi obiettivi in termini di espansione dei propri brand e di raccolta pubblicitaria, con l’ambizione di avere un ruolo sempre più rilevante nel mercato italiano”.

 

Paramount Channel è il quarto brand del portfolio di Viacom International Media Networks Italia.  Il nuovo progetto editoriale si aggiunge, infatti, a MTV, Comedy Central e Nickelodeon, andando così a rinforzare l’impegno dell’azienda nel proporre contenuti di intrattenimento per ogni tipologia di audience in Italia, sia sul segmento pay che sul segmento free to air. Come per tutti gli altri brand di Viacom in Italia, la concessionaria del canale sarà Viacom Pubblicità & Brand Solutions, guidata da Paolo Romano.

Con il nuovo canale Viacom Pubblicità potrà presidiare il DTT che già interessa il 16% degli investimenti complessivi. Durante la prima serata non ci sarà pausa tra primo e secondo tempo, solo due finestre da 120 secondi con conto alla rovescia. Nelle ultime settimane – aggiunge Romano – abbiamo presentato il canale, ottenendo ottimi riscontri. Il target è rappresentato da adulti della fascia 25-54 anni equamente bilanciata tra uomini e Donne. Puntiamo allo 0,8%. Per arrivare gradualmente a raggiungere l’1,5%. Oltre agli spazi tabellari abbiamo dato ai brand la possibilità di far parte del grande lancio del canale. Una possibilità che ha coinvolto Perfetti, Fonti di Vinadio, Citröen e L’Oréal. A firmare la campagna multisoggetto è Ogilvy & Mather. Pianifica MEC.

Protagonista della campagna è proprio la storica montagna Paramount che si trasforma e ci accompagna in un viaggio attraverso i generi, un elogio all’arte di raccontare storie uniche, diretto e prodotto magistralmente da Taxfree.

“Questo tipo di brand ha lo storytelling nel proprio DNA, chi meglio di Paramount Channel può capire e condividere la nostra voglia di raccontare storie?” commenta Giuseppe Mastromatteo, Chief Creative Officer. Il concetto inoltre sarà al centro di affissioni statiche e dinamiche, con una multisoggetto in cui ogni keyvisual racconterà tutta la bellezza di un genere specifico.

“Volevamo raccontare tutta un’altra storia partendo proprio dall’icona Paramount, portandola nel 2016 senza snaturarla” spiega Paolo Iabichino, Chief Creative Officer. La campagna avrà una pianificazione multimediale in oltre 100 città italiane, coprendo praticamente tutti i mezzi: TV, Cinema, Stampa, Radio, Affissioni, Video-comunicazione, Web e Social Media.

 CREDITS

Chief Creative Officer: Paolo Iabichino, Giuseppe Mastromatteo

General Manager Ogilvy & Mather Advertising: Alessandro Pierobon

Senior Copywriter: Serena Pulga

Senior Art Director: Letizia Bozzolini

Senior Digital Art Director: Andrea Guzzetti

Senior Digital Copywriter: Lavinia Francia

Junior Art Director: Nadia Charif

Senior Social Media Manager: Gaia Ottaviano

Head of Planning: Alessia Vitali

Planner: Luca Tapognani

Account Manager: Valentina Noé

Tv/Stampa Producer: Francesca D’Agostino

articoli correlati

AGENZIE

Purina affida a Social@Ogilvy la gestione della pagina Facebook italiana

- # # # # #

Purina - Social@Ogilvy

Social@Ogilvy si è aggiudicata la gara per la gestione della pagina Facebook italiana di Purina grazie a una strategia che integrerà in un unico touchpoint la voce del mother brand e quella dei diversi product brand che compongono il portfolio dell’azienda.

L’ambizione è quella di conquistare il cuore dei pet lover di tutta Italia e intraprendere con loro una conversazione rilevante, volta a nutrire giorno dopo giorno il racconto del brand e dimostrare che il legame tra le persone e i pet arricchisce davvero la vita di entrambe le parti.

La gestione della nuova pagina Facebook, è un ulteriore e importante passo nella ormai storica collaborazione tra Purina e Ogilvy.

Grazie a un mix di creatività, scelte editoriali e strumenti di targeting, l’attività in pagina porterà infatti in vita il brand belief che guida il lavoro dell’azienda: quando gli animali da compagnia e le persone stanno insieme, la vita si arricchisce!

Credits
Executive Creative Director: Paolo Iabichino
Art director: Valentina Faravelli
Copywriter: Alberto Crignola, Pietro Veneroni
Senior Social Media Manager: Gaia Ottaviano
Junior Community Manager: Beatrice Lopez

articoli correlati

BRAND STRATEGY

OgilvyOne lancia l’operazione Pocket Playlist per Pocket Coffee su Spotify

- # # # #

Musica e caffè danno entrambi la carica per affrontare ogni giornata. Proprio in virtù di quest’affinità e con l’obiettivo di coinvolgere un target sempre più giovane e dinamico Pocket Coffee sbarca su Spotify.

In collaborazione con OgilvyOne, il brand Ferrero ha infatti stretto una partnership con Spotify, da cui è nato Pocket Playlist, il generatore automatico che, a partire dalla musica preferita dell’utente Spotify, gli restituisce una serie di brani, personalizzati sui suoi gusti musicali, ma soprattutto in base al mood e alle attività che lo attendono durante la giornata, il tutto a partire da una serie di semplicissimi filtri.

È stato inoltre creato un canale branded di Pocket Coffee su Spotify, che offre a tutti gli utenti 8 playlist in linea con il posizionamento di marca e le occasioni di consumo del prodotto, per enfatizzare l’affinità tra la pralina al cioccolato e caffè e la musica.

L’operazione è stata comunicata sulle pagine social del brand gestite da Social@Ogilvy e attraverso il restyling del sito, la cui veste grafica è stata ripensata in base ai gusti degli utenti più giovani – i millennials – e le cui nuove sezioni sono state implementate proprio per ospitare l’operazione Pocket Playlist.

CREDITS

Executive Creative Director: Paolo Iabichino
Senior Copywriter: Lavinia Francia
Senior Art Director: Andrea Guzzetti
Copywriter: Margherita Maestro
Art Director: Valentina Faravelli
Senior UX Designer: Marco Pelà
Account Director: Federica De Paoli
Junior Account: Gianpaolo Volpe Pasini
Head of Social@Ogilvy: Alessandro Fontana
Digital Strategist: Paola Guarneri
Community Manager: Nicola Pavan
Project Manager: Stella Stasi
Senior Software Developer: Daniele Bandirali
Senior Front end Developer: Paolo Drovetti
Senior Front end Developer: Kushan Gunasinghe

articoli correlati

MOBILE

APPiness: proposte di felicità in concetti di applicazioni mobile. Con OgilvyOne e SPD

- # # # #

Si è svolta presso la Scuola Politecnica di Design la presentazione finale del progetto APPiness, nato dalla collaborazione tra OgilvyOne e SPD Scuola Politecnica di Design. In una settimana è stato chiesto a sei gruppi di lavoro di progettare un’applicazione mobile per migliorare la vita delle persone. I giovani creativi di SPD – guidati dal Direttore Creativo Esecutivo Paolo Iabichino e affiancati durante il workshop dai creativi senior dell’agenzia Luca Comino, Andrea Guzzetti, e Tommaso Minnetti – hanno concepito applicazioni in grado di costituire uno spazio virtuale di comunicazione e interazione tra sei importanti brand e i loro consumatori.

Durante l’evento finale di ieri gli studenti hanno avuto l’opportunità di presentare la proposta di brand APP a referenti senior dell’agenzia e dei diversi brand coinvolti, oltre che alla giuria, la quale ha deciso il progetto vincente tra i sei messi a punto. Giuria composta da Guerino Delfino (CEO e Chairman di Ogilvy & Mather Italy), Paolo Iabichino (Executive Creative Director OgilvyOne e OgilvyAction Italia) e Federico Ferrazza, Responsabile di Wired.it – partner dell’iniziativa. Wired ha infatti deciso di dare il supporto a APPiness per la vicinanza del concept del progetto alla missione della rivista “cambiare in meglio il mondo”.

Le APP proposte sono promesse di felicità che comprendono maggiori utilità, usabilità, divertimento, accesso allargato, abbracciando tutti gli stili di vita e le categorie di consumo: viaggi, denaro, cibo, mobilità, moda e comunicazione. APPiness ha infatti permesso ai 25 studenti del Master in Visual Design di esplorare questo nuovo spazio di dialogo tra consumatore e brand.

Da anni il corso di advertising – tenuto da Paolo Iabichino e parte del Master Visual della Scuola Politecnica di Design – è orientato a individuare nella relazione tra le persone e i brand le nuove opportunità di scambio, oltre l’esperienza del prodotto. E sempre più spesso i brand sono chiamati a occuparsi di un benessere a tutto tondo, in modo che la semplice funzione d’uso di prodotti e servizi venga accompagnata da un reale miglioramento della vita delle persone e del loro quotidiano. Gli autori del progetto vincitore avranno l’opportunità di svolgere uno stage presso una delle realtà coinvolte.

Get Lost è l’applicazione concepita dalle studentesse Alexandra Balisova, Livia Galeazzi, Viktoria Shopolova e Olga Mikhailova volta a far riscoprire alle persone la voglia di “esplorare” e “perdersi per scoprire”, in linea con la filosofia di Timberland. Il tema centrale dell’applicazione è il “verde” in città. Scoprire parchi, mappare luoghi verdi sconosciuti e inesplorati, identificare piante incontrate per strada muovendosi per la città con l’aiuto di una bussola, uno strumento analogico inserito in un device digitale. Queste e altre funzionalità coinvolgono l’utente e lo invitano a condividere le proprie scoperte. Le studentesse hanno inoltre studiato possibili strumenti di advertising volti a lanciare l’applicazione.

articoli correlati