AZIENDE

Clear Channel International: Aris de Juan Presidente del gruppo per l’America Latina

- # # # #

Aris de Juan, attuale Presidente del gruppo per l’America Latina

Clear Channel International (CCI)  ha nominato Aristóbulo de Juan in qualità di Presidente della nuova area che la società ha creato e che comprenderà l’America Latina e i Paesi dell’Europa meridionale.

Aristóbulo de Juan ha una lunga e brillante esperienza professionale nel Gruppo, dove ha rivestito incarichi di massima responsabilità. È entrato a far parte di Clear Channel España nell’anno 2004 e nel 2012 gli è stato affidato il ruolo di Regional President dell’America Latina, una sfida nella quale ha ottenuto ottimi risultati, oltre ad aver trasformato in maniera eccellente lo stesso business.

“Con il nuovo incarico, Aris potrà continuare a trasformare con successo le nostre attività in Cile, Perù, Messico e Brasile, oltre ad apportare la sua eccezionale energia e conoscenza per rafforzare la straordinaria crescita delle nostre unità operative in Spagna e Italia”, ha affermato William Eccleshare, CEO di Clear Channel International.

Questa nuova organizzazione riflette un processo di evoluzione naturale di una società che sta crescendo ed è leader nel settore della Pubblicità Esterna a livello mondiale. E questa grande struttura regionale che unisce l’Europa meridionale e l’America Latina porterà l’internazionalità e le risorse necessarie per rispondere meglio alle esigenze di un’industria pubblicitaria sempre più globale, tecnologica, innovativa e sofisticata in tutti i settori.

“Credo che questa nuova struttura darà molte opportunità a Clear Channel, come gruppo a livello mondiale. L’industria pubblicitaria, la tecnologia, le smart city, la creatività, il trading, la digitalizzazione, la programmazione degli acquisti e molti altri fattori che ruotano attorno al nostro settore, ci mettono davanti a mezzi sempre più globali e più complessi e questa organizzazione ci darà la forza per rispondere meglio, più rapidamente e con maggiore determinazione ai nostro competitor. Sono sicuro che si svilupperanno infinite sinergie e soluzioni di comunicazione per i nostri advertiser e clienti istituzionali”, ha dichiarato Aris de Juan.

“Conosco Aris da molto tempo e ne apprezzo la passione e la professionalità. Sono molto felice di poter collaborare con lui in un momento così pieno di novità nel nostro settore in quanto la sua profonda conoscenza del business può diventare un fattore di accelerazione della trasformazione del nostro modello di business”, ha commentato Paolo Dosi, CEO di Clear Channel Italia..

articoli correlati

AZIENDE

Acqua Rocchetta sceglie il circuito BikeMi di Clear Channel per lanciare la nuova promozione e la campagna ADV

- # # # # # #

campagna Rocchetta

CO.GE.DI, in collaborazione con BikeMi di Clear Channel ha lanciato il concorso a premi per la nuova promozione di Acqua Rocchetta, uno dei sei brand del Gruppo.

A partire dal 1 giugno fino al 31 luglio 2017, i consumatori che acquisteranno una confezione di Acqua Rocchetta da 6 bottiglie x 1,5L potranno partecipare al concorso e vincere 500 abbonamenti giornalieri al servizio BikeMi – Bike sharing Milano assegnati attraverso la meccanica “Instant Win”, oltre a un super premio di 2 biglietti per assistere alla finale di Miss Italia 2017.

Per partecipare al concorso “Hai voluto la bicicletta? Pedala con Rocchetta!”, sarà richiesto ai consumatori di acquistare una confezione di Acqua Rocchetta da 6 bottiglie da 1,5L e conservare lo scontrino, che dovrà necessariamente riportare la scritta “Rocchetta”, con il quale registrarsi sul sito dedicato.

In contemporanea al concorso, ispirata dal famoso claim del gruppo “Puliti dentro, Belli fuori” di Rocchetta, è partita la campagna adv che il gruppo CO.GE.DI (Compagnia Generale di Distribuzione), specializzato nel mercato delle acque minerali naturali, effervescenti e addizionate e nel settore delle bevande alla frutta e dei thé pronti da bere ha scelto di pianificare in ambito OOH utilizzando, per la prima volta, il circuito “BikeMi” di Clear Channel, con l’obiettivo di promuovere Acqua Rocchetta attraverso un mezzo dinamico ed eco-friendly in grado di coniugare visibilità, presenza e interazione con il pubblico e di spronare ad adottare uno stile di vita sano. La scelta di pianificare su questo asset è stata determinata dal fatto che, oltre a intercettare un target qualificato e in continuo movimento all’interno di Milano in modo alternativo, è anche un eccellente ed efficace tool di engagement.

Nel dettaglio, la campagna milanese per Rocchetta, on air per due mesi a partire dal 1 giugno, è così articolata:

  1.  personalizzazione di n. 600 biciclette tradizionali BikeMi con logo “Rocchetta”. Le superfici interessate all’adesivazione sono state: cover wheel, cestino e copriruota posteriore.
  2. n.250 digital display. Sono schermi digitali attivi 24 su 24 e utilizzati quotidianamente in fase di prelievo della bicicletta, passaggio obbligato per utilizzare il servizio. Lo schermo (10,4” pollici verticale) del digital display ha un’elevata qualità dell’immagine e si trova ad altezza d’uomo, questo per consentire una più facile visualizzazione del messaggio e della creatività.
  3.  n.50 flag station. Sono impianti 50×70 back-lit, posizionati sulle colonnine delle stazioni più esclusive del Bike sharing in termini di copertura delle aree nevralgiche e di aggregazione dello spostamento in città, dai luoghi di lavoro allo shopping.

Per Clear Channel, il Bike sharing non è solo un efficiente servizio di condivisione di biciclette pubbliche destinato alla collettività, ma è anche un efficace mezzo di comunicazione al quale ha dedicato, soprattutto nell’ultimo anno, molti sforzi per costruire un prodotto che davvero potesse avere sul mercato un suo valore, non solo dal punto di vista economico ma soprattutto mediatico, e che potesse accedere, sempre con discrezione ed eleganza, in tutti i luoghi della città di Milano portando contemporaneamente visibilità ed interazione.

Parte della campagna è stata immortalata anche in un video che, grazie a Rocchetta top sponsor di Miss Italia e Miren società organizzatrice del concorso di bellezza, ha avuto come protagoniste d’eccezione la vincitrice dell’edizione 2016 Rachele Risaliti (Miss Italia 2016) e altre 4 Miss (Martina Villanova – Miss Tricologica 2016, Martina Motta – Miss Lombardia 2016, Maria Grazia Portesani – Miss Tricologica 2016 e Alessia Prete – Miss Sorriso Blanx 2016) che, con la loro genuina bellezza italiana hanno arricchito e impreziosito le riprese del video, dando un tocco fresco e leggero al risultato finale della campagna Rocchetta, declinata sul circuito BikeMi di Clear Channel (vedi video).

”È con soddisfazione che abbiamo collaborato con CO.GE.DI. alla realizzazione di questa straordinaria e innovativa opportunità di comunicazione dell’OOH. Siamo certi che il circuito BikeMi, oltre a rappresentare una decisione coerente con i valori salutistici e distintivi del marchio Rocchetta, risulterà per CO.GE.DI. una scelta premiante ai fini dell’efficacia e dell’impatto della campagna. Le numerose biciclette, personalizzate con logo Rocchetta, che circoleranno per Milano nei prossimi mesi, consentiranno al Brand di condividere con la gente la vita di tutti i giorni in modo singolare ed estremamente eco-sostenibile”, ha commentato Paolo Dosi, CEO di Clear Channel Italia.

“Il Bike sharing è una delle tante “evoluzioni” della nuova economia eco-sostenibile e in Italia la bicicletta sta prendendo sempre più piede. La ragione di questo successo è ascrivibile essenzialmente all’aspetto ecologico che essa rappresenta, insieme a quello del movimento fisico, non solo come mezzo di trasporto “pulito” alternativo, ma anche come nuovo modo per vivere la città. Sono tutti aspetti che si sposano perfettamente con i valori del nostro Gruppo, motivo per cui abbiamo voluto declinare la nuova promozione di Acqua Rocchetta su questo mezzo di comunicazione alternativo che è diventato un “cult” per la città di Milano. Il circuito BikeMi di Clear Channel, oltre al fatto di essere innovativo ed eco-sostenibile, ci consente di comunicare con la gente in modo singolare e impattante dandoci la possibilità, nel contempo, di promuovere uno stile di vita dinamico che si completa con il bere frequentemente la nostra Acqua Rocchetta. Questo è il messaggio che desideriamo giunga ai Milanesi e non”, ha spiegato Patrizio Catalano Gonzaga, Direttore Marketing e Media di CO.GE.DI International Spa.

articoli correlati

AZIENDE

Clear Channel Italia rafforza la sua struttura. Carlo Giacobbe nuovo Direttore Commerciale

- # # # #

Clear Channel potenzia la struttura

“Cambiare per continuare a guidare la trasformazione del nostro asset e attrarre nuovi talenti per poter sempre rispondere in modo efficace alle nuove sfide del mercato. Dopo un 2016 dove abbiamo continuato a rafforzare la nostra leadership, abbiamo sentito l’esigenza di una riorganizzazione aziendale che possa consentirci di essere più efficaci verso i clienti e per meglio attivare nuovi canali di vendita”, ha commentato Paolo Dosi, AD del Gruppo Clear Channel Italy.

Per la prima volta viene inserito un Direttore Commerciale: proveniente dal Gruppo Mars, Carlo Giacobbe (precedenti esperienze anche in Carrefour, Sara Lee H&BC, Star e Reckitt Benckiser in tutte le funzioni commerciali Buying, Marketing, Sales e Trade Marketing) ha l’obiettivo di mettere al centro il cliente, consentendo a Paolo Dosi un maggior focus sulla trasformazione digitale. A Carlo Giacobbe risponderanno un Product Director, Marco Cavazzana, un Digital and Innovation Manager e un Media Sales Director, Andrea Belli, che a sua volta avrà tre riporti: Head of Airports, Jonathan Goldsmid, Head of Sales–North, Enrico Milani, e Head of Sales-Central-South, Hervè Dohin.

Il Leadership team è costituito oltre che da Paolo Dosi (AD) da Carlo Giacobbe (CD), da Maurizio Pafundi (COO), da Eszter Sallai (CFO), da Alessia Luciani (HR&Communication Director) e da Erika Salvatore (Legal Counsel).

“II nuovo Leadership team, oltre ad avere come valore aggiunto una forte componente femminile”, ha commentato Dosi, “è anche composto da affermati nuovi talenti provenienti da settori diversi, per cui sono certo che questo nuovo assetto sarà di grande stimolo per le nostre risorse, ma nel contempo anche molto efficace a rispondere alle esigenze dei nostri clienti”.

”Sono entusiasta di entrare a far parte del Team e di poter così aiutare Clear Channel Italia nel suo progetto di trasformazione ed evoluzione. Passione e Responsabilità sono i due elementi chiave che hanno caratterizzato il mio percorso professionale, elementi che ho trovato nel Team di Clear Channel e che rappresentano una base solida su cui costruire i futuri successi”, ha spiegato Giacobbe, “Mettere al centro gli obiettivi di business e comunicazione dei nostri cClienti sarà la priorità su cui il Team lavorerà attraverso l’esplorazione comune delle diverse soluzioni offerte dai nostri asset. Metteremo la nostra flessibilità, velocità e credibilità sui tavoli di lavoro comuni così da costruire insieme ai nostri clienti le migliori soluzioni possibili”.

articoli correlati

MEDIA

Clear Channel lancia in UK la piattaforma AD, il primo sistema di acquisto automatizzato dell’Out-of-Home

- # # # # #

Piattaforma Ad di Clear Channel

Clear Channel UK è la prima concessionaria media a lanciare un sistema di acquisto automatizzato dell’Out of Home nel Regno Unito, attraverso la Piattaforma Ad di Clear Channel, che sarà attiva a breve a Londra, sarà possibile prenotare le campagne.

Il lancio segue l’anteprima del sistema di acquisto di Clear Channel International (CCI) in Belgio all’inizio di quest’anno, che ha riscosso un grande successo; tale sistema permette la vendita del patrimonio di Clear Channel UK su base automatizzata garantita, a partire dal loro network super premium Storm. Gli advertiser possono quindi accedere e acquistare volumi definiti di patrimonio premium ad un prezzo fisso e prestabilito.

Da quando la Piattaforma Ad inglese è attiva, i media buyers hanno acquistato campagne di Storm in modo automatizzato per i maggiori inserzionisti, tra cui: Advertiser (Santander, O2), Media buyer (Posterscope), Agency (Carat, Forward Media). La piattaforma è usata anche da altri media buyer come Rapport e Kinetic.

Ad di Clear Channel continuerà a svilupparsi mediante l’integrazione di funzionalità aggiuntive man mano che verrà implementata nel patrimonio digitale su scala nazionale. Al momento, gli inserzionisti possono avere accesso e comprare pacchetti su Storm, il network digitale super premium di Clear Channel, tramite la Piattaforma Ad di proprietà della società.

Inoltre, Clear Channel sta elaborando ulteriori connessioni automatizzate per gli strumenti di pianificazione/ acquisto dei nostri clienti e, allo stesso tempo, Piattaforme Demand Side (DSP).

“Siamo lieti di aver introdotto l’Out of Home nell’era dell’automazione con il lancio nel Regno Unito del primo strumento di acquisto automatizzato dell’Out-of-Home sviluppato da una concessionaria media. Abbiamo investito moltissimo nel costruire un patrimonio OOH di nuova generazione per raggiungere il nostro obiettivo: creare il Futuro dei Media, l’Out of Home. Adesso è ora di iniziare a usare i giusti sistemi automatizzati, processo che renderà il nostro mezzo più facile da pianificare, acquistare e fruire, massimizzando i vantaggi degli inserzionisti. È fantastico vedere i brand che utilizzano la nostra Piattaforma Ad. Sono curioso di vedere il prossimo livello di creatività che l’automazione ci permetterà di raggiungere, continuando a rendere l’Out of Home più smart, semplice ed efficace”, ha spiegato Justin Cochrane, AD di Clear Channel UK.

“Ritengo che questa piattaforma AD rappresenti una straordinaria opportunità trasformazionale per l’Out of Home e, per Clear Channel, anche un nuovo approccio che tiene conto delle esigenze dei propri clienti in quanto la sua flessibilità semplifica enormemente l’acquisto dell’Out of Home, dà ai clienti una soluzione tailor-made costruita ad hoc sulle proprie audience di riferimento e consente un’attendibile e accurata misurazione della campagna adv nelle sue tre fasi: prima, durante e dopo. Sono convinto che questo porterà i brand a includere maggiormente l’Out of Home nelle pianificazioni media”, ha dichiarato Paolo Dosi, CEO di Clear Channel Italia.

articoli correlati

MEDIA

Clear Channel Italia celebra a Verona la crescita a doppia cifra nel 2015

- # # # # # #

clear channel italia

A chiudere simbolicamente un 2015 che l’ha vista crescere a doppia cifra (non è possibile fornire un dato preciso in quanto la Casa Madre non ha ancora ufficializzato i dati consolidati, ndr), Clear Channel Italia ha organizzato, il 28 e 29 gennaio a Verona, l’annuale General Conference, in cui è stato stato spazio sia ai tanti progetti innovativi realizzati nel corso del 2015. Basti ricordarne tre per tutti; l’asset digitale di ADR- diventato un benchmark mondiale; il primo sistema di bike sharing integrato al mondo a implementato Milano durante Expo; e, sempre a Milano, il primo circuito di LCD 72 pollici HD in “outdoor”.
I piani per il 2016 non sono meno ambiziosi, per cui Clear Channel Italia, guidata dal Presidente e Amministratore Delegato Paolo Dosi, si è voluta far trovare pronta attraverso una nuova riorganizzazione interna volta a rispondere più efficacemente alle esigenze del mercato, ma nel contempo la crescente complessità dell’organizzazione e la forte spinta all’innovazione, hanno individuato nella “collaborazione” un fattore critico di successo su cui puntare.
Sharing 2.0 è stato infatti il tema che ha dominato l’intera Conference di Clear Channel. Condividere per meglio collaborare, questa è il salto di qualità richiesto nelle organizzazioni “complesse” sia a livello di individuo che a livello di team. Clear Channel mira a sviluppare una vera e propria cultura della collaborazione che non si limita all’organizzazione stessa, ma che mira ad allargarsi sia verso partner strategici che alle altre Business Unit, attraverso gli “Expert Networks”
La Conference, ricca di momenti intensi, si è articolata in diverse sessioni: dalla celebrazione delle storie di successo del 2015 alla condivisione degli obiettivi e delle principali sfide per il 2016, fino allo svolgimento di interessanti incontri formativi che hanno occupato la maggior parte della giornata in cui hanno avuto luogo coinvolgenti attività di team building, coadiuvate dal team di Impact Italia, società specializzata in interventi esperienziali per sviluppare leadership e rafforzare team aziendali.

A rendere ancor più speciale questo meeting aziendale è stata la presenza del President Europe di Clear Channel Outdoor Matthew Dearden, venuto appositamente da Londra, che ha così dichiarato: “Clear Channel Italia è una delle nostre Business Unit più innovative.  Il team ha già iniziato l’anno portando a casa un altro successo grazie all’acquisizione di nuovi aeroporti. Inoltre, la rapida espansione dell’offerta Premium Mall continua a offrire spazi grazie a un circuito, composto da 26+ digital malls, previsto per l’estate. Clear Channel è un fantastico esempio di crescita aziendale anche se tutto ciò avviene in un momento economico difficile. Una strategia intelligente, focalizzata sul cliente e una leadership determinata hanno trasformato il business negli ultimi anni. Sono lieto di essere venuto qui per sostenere il team italiano nel costruire il successo e trarre vantaggio dalle nuove opportunità che i loro network digitali danno agli advertiser per connettersi con i consumatori.”
Il giorno seguente a Verona, Clear Channel ha incontrato, in occasione della Sales Conference, tutta la forza vendite per condividere quanto realizzato nel 2015, gli aspetti positivi e le aree di possibile miglioramento ponendosi come obiettivo l’affrontare i successivi quarter del 2016 con un atteggiamento estremamente collaborativo, commercialmente propositivo e di forte coesione del Sales Team mantenendo alto il focus sul “cliente”. Tutto questo in ottica di alzare l’asticella e di continuare a guidare il cambiamento.
“Il 2015 per la nostra Business Unit è stato un anno speciale”, conclude Paolo Dosi (nella foto con Matthew Dearden), “in cui abbiamo stupito non solo il mercato ma anche Clear Channel Outdoor, grazie soprattutto alla realizzazione di una serie di progetti estremamente innovativi che ci hanno permesso di rafforzare ancora di più la nostra leadership sia di mercato sia come “game changer”. Questa General Conference ha rappresentato un momento fondamentale di condivisione e ha contribuito a rifocalizzare il team su alcuni concetti chiave, indispensabili per attuare le nostre strategie. La nostra azienda è l’esempio di come la differenza la facciano le persone e di come avendo un approccio dinamico e innovativo si possono cogliere interessanti opportunità di business anche in un mercato complesso come quello italiano”.

articoli correlati

MEDIA

A Clear Channel la gestione degli impianti pubblicitari dell’Aeroporto Marconi di Bologna

- # # #

Clear Channel si appresta a rivoluzionare la pubblicità all’interno dell’Aeroporto di Bologna, puntando sull’ottimizzazione degli spazi e sull’uso di impianti digitali di ultima generazione, con immagini in movimento e pannelli retroilluminati.

L’accordo tra Clear Channel Italia (divisone italiana di Clear Channel International) e l’Aeroporto di Bologna avrà una durata di quattro anni e porterà per la prima volta al Marconi il gruppo che gestisce alcuni degli impianti pubblicitari più prestigiosi al mondo, tra cui quelli di Times Square a New York e della Strip di Las Vegas.

Clear Channel Italia amplia la propria offerta digitale negli aeroporti italiani, che con Bologna diventano cinque (gli altri sono: Venezia, Treviso, Roma Fiumicino e Ciampino), andando così a rafforzare la propria leadership nel settore, con 60 milioni di passeggeri annui negli aeroporti partner, in un contesto premium e in grado di soddisfare i più esigenti advertiser in termini di comunicazione, copertura e standard di qualità.

Nell’accostarsi al progetto dell’Aeroporto di Bologna, Clear Channel Italia ha adottato il seguente approccio:

• riposizionare la sua pubblicità aeroportuale nel vasto panorama della Comunicazione esterna;
• creare un valore aggiunto per l’Audience trasformando la pubblicità aeroportuale di AdB in un momento di autentica esperienza suggestiva e seduttiva;
• fare di questa pubblicità un volano capace di creare ed aumentare valore di tutte le aree di business dei partner aeroportuali.

I risultati che Clear Channel Italia punta a ottenere sono:

• la capacità di soddisfare le esigenze di natura strategica degli advertiser
• una grande attenzione a prodotti pubblicitari di elevata qualità
• la creazione di un ambiente pubblicitario esclusivo
• l’introduzione di tecnologie e di soluzioni creative e innovative all’avanguardia.

“Sono contento che Aeroporto di Bologna abbia scelto Clear Channel per l’attuazione di un nuovo progetto che sono certo sarà fonte di grandi soddisfazioni per entrambi. Da parte nostra, onorati di questo coinvolgimento, dimostreremo la massima disponibilità mettendo a disposizione tutto il know-how sinora acquisito in campo internazionale nel settore aeroportuale. Forti di questa esperienza, noi di Clear Channel Italia, abbiamo maturato la certezza che possiamo davvero aggiungere un valore significativo all’attività pubblicitaria dell’Aeroporto di Bologna e che questo potrà avvenire attraverso la condivisione di un’identica visione di business. Siamo certi che l’implementazione della nostra strategia che passa attraverso lo sviluppo di un nuovo progetto dell’impiantistica pubblicitaria e il conseguente rinnovamento dei prodotti offerti agli inserzionisti, che peraltro si sta rivelando vincente negli aeroporti di Roma e Venezia, insieme a un approccio, unico e di grande expertise di Clear Channel al marketing e alle vendite, non solo contribuiranno a rendere l’aeroporto un benchmark della qualità e del design pubblicitario nell’asset aeroportuale, ma consentirà di rafforzare la nostra leadership negli aeroporti”, questo il commento di Paolo Dosi, CEO di Clear Channel Italia.

articoli correlati

MEDIA

Clear Channel presenta l’e-bike sharing a Milano e cresce a due cifre nei primi tre mesi

- # # # # # # #

È stato presentato stamattina a Palazzo Marino il primo esempio di Bike sharing al mondo che integra biciclette tradizionali ed elettriche, “un sistema unico per grandezza, complessità ed innovazione”, come ha sottolineato il sindaco di Milano Giuliano Pisapia, presenta all’incontro con la stampa insieme a Silvia Velo, Sottosegretario al Ministero dell’Ambiente, Pierfrancesco Maran, Assessore alla Mobilità del Comune di Milano e Paolo Dosi, CEO di Clear Channel Italia.

Fortemente voluto dall’Amministrazione Comunale e da ATM, il sistema sarà lanciato in occasione di EXPO 2015, grazie al finanziamento stanziato dal Ministero dell’Ambiente, ed è un progetto ideato e gestito in esclusiva da Clear Channel.
Settanta nuove stazioni e 1.000 nuove biciclette a pedalata assistita collegheranno il centro di Milano con i padiglioni del polo fieristico per tutta la durata dell’Esposizione Universale: un’integrazione che si aggiunge al sistema tradizionale attualmente in essere di 215 stazioni e 3.650 bici.

Chiunque si abboni a BikeMi avrà la possibilità di utilizzare sia la bici tradizionale che quella elettrica presso tutte le stazioni, attuali e nuove, dislocate nel territorio milanese.

“Il Bike sharing rappresenta un esempio virtuoso e significativo di come Pubblico e Privato possono collaborare in piena sintonia e unità d’intenti”, ha commentato Paolo Dosi, “con obiettivi condivisi e in una logica di partnership. Clear Channel, in quanto Media Company, considera il Bike sharing un efficacissimo mezzo di comunicazione in termini di visibilità perché è in grado di offrire, a qualsiasi brand, delle opportunità incredibili volte a promuovere e affermare il proprio prodotto in modo innovativo e attraverso una comunicazione veramente impattante”.
A latere della conferenza stampa, Dosi ha rilasciato una sintetica analisi del primo trimestre 2015 di Clear Channel: “Come confermano i dati Nielsen, l’OOH è un comparto che mostra un rilevante segno più; Clear Channel sta facendo meglio del mercato. Non posso ancora dare cifre precise, ma posso già affermare che nei primi tra mesi dell’anno stiamo crescendo in doppia cifra, con una first digit più vicino al due che all’uno”.
“Tra le altre novità figura, dopo la nostra acquisizione degli asset digitali di 10 centri commerciali da Exterion Media, la prossima espansione in tale ambito, per arrivare a costruire un network di 35 centri, nell’ottica di garantire agli inserzionisti opzioni e aree di copertura”, ha concluso il CEO. “Inoltre segnalo con piacere l’accordo per gli spazi sugli orologi pubblici di Milano, un mezzo locale per eccellenza ma con una “storia” di rilievo alle spalle. Altre iniziative, di cui al momento non posso divulgare dettagli, vedranno a breve una nostra espansione nel settore degli aeroporti, uno sviluppo che ribadisce la focalizzazione sul nostro core, i media digitali”.

articoli correlati

AZIENDE

Clear Channel chiude il 2014 a +37% di ricavi e riparte con un nuovo assetto organizzativo

- # #

Clear Channel Italia archivia un ottimo 2014 frutto principalmente del contratto di ADR e del nuovo modello di business portato a regime da Paolo Dosi (nella foto), alla guida del Gruppo da aprile del 2013, che al riguardo dichiara “Sono molto soddisfatto del risultato del 2014 in particolare del +10% di fatturato a perimetro costante però questo processo di cambiamento è solo all’inizio. Tuttavia, parafrasando Schultz (il CEO di Starbucks) “l’organizzazione che abbraccia lo status quo ha iniziato la sua marcia verso il declino”: questa è la ragione per cui, nonostante il successo del 2014, ho ritenuto indispensabile attuare un nuovo assetto organizzativo che ci consentirà da un lato di essere più efficaci nel rispondere alle esigenze del mercato e dall’altro di sviluppare all’interno dell’azienda sia un maggior focus sulle diverse linee di business sia una mentalità più aperta al cambiamento”.

Con il nuovo assetto si renderà operativa una struttura a matrice in base alla quale 5 Funzioni Aziendali supporteranno 6 Business Division. Queste nuove Business Division avranno la responsabilità di fissare le strategie commerciali e di sviluppo in coerenza con le strategie generali aziendali, avranno una responsabilità di risultato e gestiranno un loro budget di spesa e/o un team dedicato nell’ambito delle leve gestionali a disposizione.

Dopo aver segnalato che, da questo mese, Maurizio Sajeva non collabora più col Gruppo, Dosi spiega: “Per rispondere alle complessità del nostro business e per sviluppare al meglio le interessanti opportunità di business che abbiamo di fronte, quello che serve sono dei leader misurati sui risultati, con una forte competenza specifica e in grado di gestire delle linee di business. Questo approccio ha molteplici vantaggi, tra questi una maggiore reattività di tutta la struttura e la possibilità di poter intervenire in modo più mirato nel caso di criticità. È una struttura in cui verrà alzata ulteriormente l’asticella delle performance richieste e della capacità di collaborare in modo aperto e propositivo. L’obiettivo è di avere team snelli, molto focalizzati e con risorse che, per competenze e responsabilità, possano dare un effettivo valore aggiunto”.

Nella nuova struttura organizzativa, Andrea Belli guiderà due divisioni, la Specialists&Media Buyers Division e la Malls&Milano Digital Division. Quest’ultima si tratta del primo asset totalmente digitale di Clear Channel, mentre la prima divisione avrà come obiettivo la copertura della catena del valore dei clienti nazionali intermediati e un allargamento della base di quei clienti che attualmente non investono in OOH.
Enrico Milani sarà invece a capo della Direct Clients Division che con il suo team avrà il compito di sviluppare la base quali-quantitativa della clientela diretta, nella consapevolezza di dover adottare approcci, strumenti e materiali diversi in base alle diverse tipologie di clienti. Questa divisione includerà anche le agenzie medio/piccole.

 

 

Jonathan Goldsmid continuerà a guidare l’Airports Division, asset che ormai ha acquisito una sua centralità nell’ambito del nostro “asset portfolio”.

Mentre, come linee di business correlate al core business, Sergio Verrecchia guiderà la Bike sharing Division e Massimo Da Ros quella più propriamente Tecnico-Produttiva.

Le due divisioni, Specialist&Media Buyers e Direct Clients, che venderanno tutti i prodotti di Clear Channel Italia, sono state costituite per offrire le migliori soluzioni ai clienti, dopo ovviamente aver compreso i loro effettivi obiettivi di comunicazione, ed è per questo che viste le specificità di alcuni asset quali i “Malls” e gli Aeroporti sono stati costituiti dei team specializzati a supporto delle due suddette Divisioni.

Completano la squadra, Maurizio Pafundi, CFO; Alessia Luciani, HR Director e Pierpaolo Nave, Marketing & Strategy Director.

articoli correlati

AZIENDE

2 milioni di prelievi nel 2014 per BikeMi, il servizio di bike sharing di Clear Channel

- # # # # # #

La bicicletta “gialla” è diventata un nuovo simbolo della città di Milano, perché BikeMi è il servizio di Bike sharing più grande d’Italia ed è anche un esempio di efficienza che pone Clear Channel, la media company specializzata in comunicazione esterna e titolare di un sistema internazionale di Bike sharing di cui detiene il brevetto, che ne gestisce il servizio dal 2008, ai primissimi posti al mondo come parametri di qualità, di rendimento, di gradimento e di popolarità.

BikeMi continua infatti a mietere successi e a far segnare numeri da record: a oggi, solo nell’ultimo anno, le bici gialle sono state prelevate oltre 2 milioni di volte: un vero record.

Il Bike sharing, oltre a svolgere una funzione di pubblica utilità, sta raccogliendo sempre più consensi tra gli advertisers, soprattutto quelli che attraverso questo servizio desiderano veicolare messaggi cosiddetti “green” e/o connessi al movimento perché si presta ad essere utilizzato come mezzo pubblicitario in alternativa ai mezzi classici della comunicazione, senza essere invasivo, rispettando l’ambiente, con un impatto strutturale assai ridotto, ma di grande effetto comunicativo. Il Bike sharing offre infatti l’opportunità, attraverso le sponsorizzazioni, di brandizzare il cestino e il copriruota di parte o di tutte le bici in servizio nella città di Milano, oltre alla possibilità di decorare, con il sistema «floor graphic», la pavimentazione di una o più stazioni.

Un esempio recente è l’accordo che Clear Channel ha stipulato, ai primi di ottobre, con Radio DEEJAY per la personalizzazione di un centinaio di biciclette BikeMi che sono state utilizzate dai ragazzi della DEEJAY Ten durante la decima edizione milanese della popolare corsa ideata da Linus, svoltasi il 5 ottobre a Milano. Un’idea vincente è stata quella di dotare di casse acustiche i ciclisti dello staff DEEJAY Ten che avevano in uso le biciclette di BikeMi. In questo modo, è stato creato un vero e proprio circuito sonoro accompagnando i podisti per tutta la durata della gara a suon di musica  e di spot dell’emittente radiofonica.

“Nonostante ci sia nota la duttilità di questo servizio a fini pubblicitari e promozionali, continuano a sorprenderci le innumerevoli opportunità che il Bike sharing offre per promuovere ogni tipo di iniziativa. Siamo entusiasti di aver contribuito con le nostre biciclette a rendere più esclusiva questa gara e, ancor più, di aver collaborato con Radio DEEJAY con la quale condividiamo la volontà di premiare le idee innovative per un’Italia di domani migliore”, questo il commento di Paolo Dosi, CEO di Clear Channel Italia

articoli correlati

MEDIA

Clear Channel Italia si riunisce a Milano per la General Conference del Gruppo

- # # # #

La Business Unit Italiana della multinazionale Clear Channel, si è riunita a Milano il 25 marzo per partecipare alla General Conference del Gruppo allo scopo di celebrare i risultati conseguiti nel 2013 e di condividere i progetti futuri del 2014. A rendere ancor più speciale questo meeting aziendale è stata la presenza del CEO di Clear Channel Outdoor William Eccleshare, venuto appositamente da New York, come pure quella di David Boyd, che in Clear Channel Outdoor ricopre il ruolo di Digital Director.

Durante la mattinata, coordinata dal CEO di Clear Channel Italia, Paolo Dosi, sono stati ascoltati gli interventi di P. Dosi, W. Eccleshare e D. Boyd. Nella sessione del pomeriggio, invece, si sono svolte coinvolgenti attività di team working, coadiuvate dal team di Impact Italia, società specializzata in interventi esperienziali per sviluppare leadership e rafforzare team aziendali, che hanno tenuto impegnati i circa 200 partecipanti alla Conference per circa tre ore.

Paolo Dosi così commenta: “Stiamo lavorando molto perché l’OOH si affermi in Italia con la stessa forza che si riscontra negli altri Paesi più avanzati. Questa General Conference ha rappresentato un momento fondamentale per rifocalizzare tutto il team verso alcuni concetti chiave, indispensabili per compiere questo salto di qualità. Professionalità, Creatività e Innovazione saranno, quindi,  fattori determinanti per la nostra crescita, ma ponendo sempre al centro tutta la catena del valore del cliente”.

articoli correlati

MEDIA

Clear Channel Oudoor lancia nel mondo “Connect”, sintesi tra OOH e mobile

- # # # # # #

Clear Channel Outdoor (CCO) annuncia il lancio su scala globale di “Connect“, la sua piattaforma pubblicitaria interattiva e mobile, che costituisce un deciso passo in avanti nell’evoluzione dei media OOH in tutto il mondo moltiplicando le opportunità di connessione tra i consumatori e i brand. I pannelli pubblicitari degli impianti di CCO, infatti, si trasformeranno in piattaforme di lancio mobile, grazie alle interfaccie NFC, ai WR Code e agli Sms, consentendo ai consumatori di accedere al contenuto interattivo dagli advertiser attraverso i loro smartphone. Si crea un’integrazione diretta tra l’out-of-home e il mobile, che porta i consumatori a un coinvolgendo più profondo verso il brand. soprattutto quando si trovano fuori casa,  in movimento.

In Italia Clear Channel prevede l’installazione e quindi connettività su ben 9 città e con ben 3.000 impianti, andando a coinvolgere diversi prodotti e un’ampia rappresentazione geografica Nord-Centro e Sud Italia. Se oggi è il giorno del lancio globale, Connect ha già unastoria di successo alle spalle. Nato nel Regno Unito nel 2013, con 10.000 siti abilitati al mobile tra Londra ed Edimburgo la piattaforma mobile di CCO è poi stata attivata in Belgio, Finlandia, Irlanda, nei Paesi Bassi, e Singapore Entro il prossimo Giugno, inoltre, sarà costruito un network mobile che avrà la capacità di raggiungere 175 milioni di consumatori in 23 paesi su 5 continenti, capace quindi di offrire ai marketer la più grande piattaforma interattiva mobile/OOH di qualsiasi concessionario media e l’unica con una scala globale. A quella data, infatti, Connect avrà raggiunto i 75.000 impianti per Near Field Communication (NFC), codice QR e, in America Latina, per gli SMS.

 

“Abbiamo fatto questo investimento”, spiega William Eccleshare, CEO di Clear Channel Outdoor, “perché questo è ciò che vogliono i consumatori, cioè poter essere coinvolti con i marchi in modo individuale, immediato ed efficace. Siamo un ponte tra i mondi dell’ online e offline, unendo la nostra  capacità di raggiungere l’audience con il coinvolgimento personale attraverso dispositivi mobile. Il lancio globale di Connect accelera la metamorfosi della pubblicità OOH, dalla forma pubblicitaria più vecchia a quella più moderna e creativa”. L’utilizzo del mobile come personal media si basa su cifre di tutto rispetto: entro 2017, è previsto che saranno circa 4 miliardi i possessori di smartphone al mondo – pari all’80% della popolazione adulta della Terra, mentre già oggi il 47% degli italiani possiede un cellulare con accesso a internet. “Noi di Clear Channel Outdoor”, aggiunge Eccleshare, “siamo orgogliosi di essere una società che detiene diversi primati pubblicitari. Siamo stati i primi a introdurre il sistema pubblico del Bike sharing; i primi a creare un network digitale dell’arredo urbano; e i primi a lanciare una campagna di riconoscimento facciale. Con Connect abbiamo aggiunto un nuovo primato, visto che siamo i primi a lanciare questa piattaforma mobile interattiva a livello internazionale”.

“Il lancio di questa piattaforma è veramente molto importante per Clear Channel Italia in quanto ci consentirà di rafforzare ulteriormente la nostra offerta commerciale”, chiosa Paolo Dosi, CEO di Clear Channel Italia. “Stiamo già pensando a un circuito nazionale che possa soddisfare i nostri clienti. OOH e mobile possono lavorare in forte sinergia nell’”engagement” del consumatore finale, consentendogli l’accesso a contenuti web, apps, coupon e download…condizionando di fatto, in modo significativo, le sue scelte di acquisto. Da un certo punto di vista, possiamo affermare che attraverso Clear Channel i nostri clienti avranno accesso ad un efficace strumento di trade marketing”.

 

I dispositivi Connect sono installati in modo permanente sulle strutture dei poster, sia digitali che statici, in siti accessibili dai pedoni e per questo da loro molto frequentati, come avviene negli impianti di arredo urbano – comprese le pensiline e altre strutture pubblicitarie similari –, nei centri commerciali e nei punti di vendita.

I consumatori semplicemente toccano o passano i loro smartphone sul tag NFC o codice QR di Connect per aprire immediatamente una porta sull’esperienza del brand online. Nei mercati di CCO in America Latina la piattaforma funzionerà anche con l’aggiunta delle funzionalità degli SMS; un codice SMS personalizzato apparirà sul pannello pubblicitario.

“L’Outdoor e il mobile già sono connessi in maniera potente; lo testimonia l’esempio recente della campagna outdoor di CCO che per il lancio del disco di Lady Gaga ha generato su Twitter oltre 700 milioni di impression”, conclude Pru Parkinson, Direttore Marketing di Clear Channel Outdoor “Ma stiamo raggiungendo un punto critico globale per coinvolgere i consumatori con dispositivi mobile e questo è il momento di portare la connessione al livello successivo. E’ la prima volta nella storia che si verifica una così massiccia presenza di  persone all’interno delle città, lo conferma il fatto che si trascorre più tempo fuori casa di  quanto non sia mai successo in passato. Allo stesso tempo, la tecnologia è oramai onnipresente e l’aumento dell’adozione di smartphone ha rivoluzionato la comunicazione e le aspettative dei consumatori. E’ un “ciclone” perfetto e Connect aiuta gli advertiser a sfruttarlo di più”.

articoli correlati

MEDIA

Lady Gaga & Clear Channel Outdoor rivelano in esclusiva mondiale la cover dell’ultimo album “ARTPOP”

- # # # # # # # # #

A partire dalle 13:00 di ieri, ora di New York, in un esclusivo evento multipiattaforma, Lady Gaga, famosa  per la sua familiarità con i social media, ha chiesto agli oltre 40 milioni di “Little Monsters” su Twitter e ai 59 milioni di fan su Facebook di twittare e postare messaggi in merito al suo album di prossima uscita interagendo attraverso l’hashtag # iHeartARTPOP. Nel corso dei successivi 30 minuti, “Mother Monster” ha utilizzato gli strumenti mediatici di Clear Channel Outdoor per eseguire un’anteprima digitale della cover dell’album svelando un pezzetto nuovo, minuto dopo minuto, fino a mostrare l’opera d’arte completa.
ARTPOP, disponibile dal prossimo 11 novembre, è il quarto album di Lady Gaga. Jeff Koons ha disegnato per lei la cover dell’album. “Sapere che Jeff ha creato qualcosa per ARTPOP è come se si fosse avverato un sogno ed è stata un’esperienza molto emozionante. Mi ha fatto il regalo più grande e siamo entusiasti di condividerlo con voi “, così commenta Lady Gaga.

 
I tweet con l’hashtag su # iHeartARTPOP verranno incorporati sullo sfondo della presentazione creativa, dando ai fans l’opportunità, non solo di venire completamente assorbiti nel processo artistico, ma anche  di veder apparire i loro messaggi sui cartelloni pubblicitari e sugli schermi digitali di Clear Channel, oltre che nel sito di Lady Gaga. Questa è la prima volta che un artista musicale e delle arti visive collabora con i fans attraverso i social media per creare un momento iconico, a livello globale, in termine di arte, con i mezzi multimediali dell’out-of-home.
Paolo Dosi, CEO di Clear Channel Italia, ha voluto commentare questa operazione: “Dietro un lancio a livello mondiale, come quello che abbiamo realizzato ieri, si nasconde un incredibile lavoro di team ed è solo grazie ad uno dei nostri valori portanti, la flessibilità, che si riesce ad ottenere questo tipo di risultati. Anche in Italia, per la prima volta, abbiamo svolto un ruolo attivo in questa operazione e questo evidenzia quanto si creda e si punti sul digitale e sulle nuove tecnologie. Questi eventi sono solo un piccolo “assaggio” delle incredibili potenzialità del nostro mezzo e della capacità di Clear Channel di offrire soluzioni innovative difficilmente eguagliabili da altri media”.

 
Per garantire la partecipazione dei suoi fan di tutto il mondo, Lady Gaga ha mostrato la grafica del suo attesissimo album  contemporaneamente in 18 città nel mondo, oltre ad aver trasmesso la presentazione in streaming su www.ladygaga.com, direttamente dallo schermo Spectacolor di Clear Channel Outdoor in Times Square. A dimostrazione delle capacità, veramente uniche e trasversali di questa piattaforma, che include radio e digitale oltre all’ out-of-home, le stazioni radiofoniche di Clear Channel Media & Entertainment degli Stati Uniti posteranno la copertina del disco, una volta rivelata, anche sui loro siti web.

articoli correlati

MEDIA

Clear Channel offre un anno di Bike sharing gratis ai nuovi clienti Fineco

- # # # # # # #

“Un anno di Bike sharing gratis. Semplice, con Fineco” è il claim della nuova campagna di comunicazione che sarà on air a partire dall’8 aprile, grazie all’accordo di collaborazione sottoscritto da FinecoBank con Clear Channel, tra i leader nella pubblicità Outdoor, nonché gestore esclusivo di BikeMi, il servizio di bici condivise della città di Milano. L’iniziativa prevede, per chi aprirà un conto Fineco entro il 31/07 con il codice promozionale BikeMi, un abbonamento annuale gratuito al Bike sharing di Milano oppure il rinnovo per un anno dell’abbonamento se risultano già iscritti al servizio. Clear Channel provvederà a fornire ai nuovi titolari di conto corrente Fineco la tessera abbonamento e il welcome pack che, per l’occasione, saranno personalizzati con la creatività della campagna di comunicazione.

L’offerta sarà veicolata anche attraverso l’alternative medium che Clear Channel ha creato ad hoc per lo sfruttamento pubblicitario degli spazi presso le stazioni di Bike sharing: il Floor Graphic, un’innovativa tecnica di rivestimento della pavimentazione della stazione che arriva a coprire fino a 50 mq di superficie.

“Sono sempre più numerose le aziende che, come noi, credono nell’innovazione e nella tecnologia, pur mantenendo un profondo rispetto per l’ambiente, afferma Paolo Dosi, nuovo Amministratore Delegato di Clear Channel Italia. Sono scelte coraggiose che incontrano un crescente consenso e apprezzamento tra gli advertiser per l’impatto che questo mezzo genera sui  propri brand. Questo riscontro così positivo, oltre a darci una grande soddisfazione, è un’ulteriore conferma che stiamo percorrendo la strada giusta”.

Le stazioni interessate dalla campagna Fineco sono tra le più centrali e utilizzate del Bike sharing di Milano: Cadorna, San Babila, Cairoli, La Foppa, Porta Venezia e XXV Aprile. Il piano di comunicazione prevede anche la personalizzazione di 300 bici BikeMi, attraverso la brandizzazione dei cestini e della ruota posteriore, oltre alla distribuzione di 20.000 volantini promozionali.

articoli correlati