BRAND STRATEGY

Rebranding e campagna TV per la nuova Italiaonline, nata dalla fusione con Seat PG

- # # # # # #

italiaonline

Presentato oggi il logo della nuova Italiaonline S.p.A., nata dalla fusione per incorporazione tra la prima internet company nazionale e SEAT Pagine Gialle. Il nuovo brand è un colorato punto digitale, creato dal brand architect newyorkese Amir Fayo, già artefice di lavori per alcuni tra i più noti marchi internazionali.

Il complesso lavoro di rebranding della neocostituita azienda, che ha accompagnato la fase finale del suo lungo iter di M&A, si è svolto con l’ausilio di Interbrand Italia, agenzia leader nella brand consultancy che offre ai propri clienti servizi di carattere strategico, creativo e analitico volti alla creazione, alla gestione e alla valutazione del loro più importante asset: il brand.

“Siamo orgogliosi di aver supportato Italiaonline, la più grande Internet company d’Italia, nella definizione della nuova piattaforma di crescita e di essere stati partner dell’importante processo di fusione tra SeatPg e Italiaonline”, commenta Manfredi Ricca, Chief Strategy Officer Emea & LatAM, Interbrand. “La collaborazione con Italiaonline si è principalmente focalizzata sull’aspetto strategico della fusione: dalla definizione della nuova Brand Architecture fino allo sviluppo del nuovo posizionamento di Italiaonline. Un importante lavoro che ci ha visti impegnati anche nel processo di Brand Engagement interno per gestire al meglio la fusione delle due società anche da un punto di vista della cultura organizzativa”.

The “Italian digital dot” così è stato denominato il “punto digitale” di Fayo è il risultato di un lavoro di ricerca e analisi volto a individuare il DNA italiano nel linguaggio grafico e tipografico di illustri designer nazionali (quali Vignelli, Grigniani e Munari), nonché nella realtà paesaggistica, nella produzione artistica, industriale e culturale del nostro Paese, per giungere a isolarne la cellula primaria, il nucleo, reso graficamente con un punto. Un punto che identifica, crea senso, connette. Un punto speciale, che ha al suo interno il DNA italiano fatto di creatività, passione e tradizione. Il punto digitale italiano, base del nuovo linguaggio del nostro futuro.

“Dall’integrazione di SEAT Pagine Gialle e Italiaonline nasce una nuova realtà industriale italiana, con la mission di essere la guida delle Piccole e Medie imprese, ma non soltanto, nello sfruttare tutte le potenzialità che il digitale può consentire al loro business”, ha dichiarato Antonio Converti, CEO di Italiaonline e SEAT Pagine Gialle. “Il nuovo brand rappresenta un mix di creatività, passione ed eccellenza italiane, unito al know-how e all’esperienza delle due grandi aziende che formano la nuova Italiaonline. Il rebranding ci ha visti impegnati per mesi nella ricerca della perfetta rappresentazione di quello che vogliamo essere, senza trascurare valori per noi fondamentali quali l’innovazione nel solco della tradizione e l’attenzione al cliente prima di tutto”.

A corollario del brand è stato creato anche un set di emoji, 8 icone che rappresentano graficamente i valori e i sentimenti che hanno ispirato il nuovo brand, ovvero tutto quello che un punto può esprimere: tradizione, esperienza, creatività, dinamismo, connessione, identità, globale/locale, passione. Questa è la prima volta che che un nuovo brand è accompagnato da un set di emoticon.

Lo storico marchio Pagine Gialle diventa brand di prodotto e la sua rappresentazione un pin point a forma di G, ossia la digitalizzazione della puntina con la quale nel mondo fisico siamo abituati a segnare su una mappa i luoghi per noi importanti. Luoghi definiti dalle persone e dalle esperienze ivi vissute. Perché “noi rendiamo digitale ciò che è locale e rendiamo locale ciò che è digitale”. anche i brand di PagineBianche e TuttoCittà sono ora pin point a forma di B e di T. Il concetto di punto digitale torna anche nel nuovo logo di Virgilio, con la prima I che si trasforma in due punti.

Il processo di rebranding è inoltre accompagnato da una campagna sui principali media, sia online che offline, con varie iniziative lungo tutti i prossimi mesi. Da oggi, infatti, è onair su quotidiani nazionali, locali e stampa trade la campagna stampa, affiancata da quella online su tutte le properties digitali ddell’azienda. Mindshare cura la pianificazione, che prevede anche la TV con uno spot firmato da Ovni che andrà in onda sulle reti Mediaset, Discovery e Fox. In previsione anche campagne radio, eventi sul territorio e una DEM a oltre mezzo milioni di clienti per spiegare loro i dettagli e il significato dell’operazione. Nel complesso (rebranding più campagne) è stato stanziato da Italiaonline un budget di circa mezzo milione di euro.

articoli correlati

AZIENDE

Seat PG si rifà il look. Con il gusto di Lumen

- # # # # # #

Seat Pagine Gialle si rifà il look grazie a Lumen e, con il restyling dei suoi marchi, si pone l’obiettivo di  contribuire al riposizionamento dell’azienda ponendo l’accento sul dinamismo, l’innovazione  e l’ampia offerta sul versante digital. Il design dei nuovi marchi, a partire da Seat PG, sino a Pagine Gialle, Pagine Bianche, Tutto Città e 89.24.24 pronto pagine Gialle, si basa su uno studio approfondito della flessibilità e della capacità evolutiva di un’azienda che in pochi anni è riuscita a gestire progressivamente il passaggio dai mezzi cartacei, da sempre importante patrimonio aziendale, a quelli digital e multimediali.

 

“Il nuovo concept si presenta come una forma solida, un contenitore che si adatta continuamente al suo contenuto, fatto di un mondo fluido, dinamico e in trasformazione – Spiega Pietro Rovatti, a capo, assieme a Drew Smith, del gruppo Lumen – Una nuova vision sul futuro che coinvolge il consumatore e lo proietta verso numerose soluzioni di comunicazioni, veloci, ricche e innovative”. “La creazione dei nuovi marchi – spiega ancora Rovatti – ha implicato a monte una focalizzazione e rielaborazione del loro core concept, facendo leva sui punti di forza già riconosciuti alla marca e veicolandoli in modo più moderno ed emozionale”.

 

Ecco così il ricorso all’immagine di un nastro che ricorda, guida, unisce e trova ciò che serve, diventando un riferimento chiaro, e al tempo stesso dinamico, nel complesso mondo delle informazioni.

 

Credits
Direttore creativo: Emi Festa
Senior designer: Alessandra Zan
3D designer: Daniel Garcia

articoli correlati