COMMERCE

Mastercard: più sicurezza nei pagamenti grazie alla biometria e all’Intelligenza Artificiale

- # # # #

Mastercard

Mastercard ha presentato una nuova strategia a supporto delle banche, retailer e partner per garantire ai consumatori maggiore sicurezza e una migliore esperienza per i pagamenti nel mondo digitale, attraverso l’impiego di nuovi servizi, basati su tecnologie innovative come biometria e intelligenza artificiale. In particolare, Mastercard vuole accelerare l’adozione della tecnologia biometrica, con l’obiettivo di farne uno standard per l’autenticazione dei pagamenti digitali a partire da aprile 2019.

Le nuove tecnologie digitali sono sempre più integrati nella vita quotidiana dei consumatori che ricercano maggiore semplicità di utilizzo, praticità e sicurezza. La tecnologia biometrica, attraverso l’autenticazione con il semplice utilizzo dell’impronta digitale, della scansione dell’iride, del riconoscimento facciale, offre più vantaggi e una maggior sicurezza ai consumatori durante i loro acquisti eliminando la necessità di memorizzare molteplici password difficili da ricordare.

Il 93% dei consumatori preferisce ricorrere alle tecnologie biometriche piuttosto che all’uso di password per l’autenticazione dei pagamenti e secondo un recente studio effettuato da Mastercard e Oxford University il 92% dei professionisti banking sono propensi ad adottare questa tecnologia. Le banche, inoltre, evidenziano che, con l’autenticazione biometrica, i clienti sono molto più incentivati a finalizzare l’acquisto. Infatti, i tassi di abbandono dell’acquisto diminuiscono del 70% rispetto ad altri metodi di autenticazione, come ad esempio le password temporanee (One Time Password) inviate tramite sms; questo aspetto è indice di un miglioramento dell’esperienza dell’utente.

La biometria, il futuro dell’autenticazione in un mondo sempre più connesso
I sistemi per la sicurezza online attualmente in uso, spesso possono risultare complessi per i consumatori, spingendoli ad abbandonare il sito eCommerce ancor prima di finalizzare l’acquisto. Un modo per ridurre ed eliminare queste difficoltà, è passare dall’utilizzo di password meno efficaci (qualcosa che il consumatore conosce), all’uso di uno strumento che il consumatore possiede (come uno smartphone o un device digitale) e che fa parte della propria identità (la biometria).

“Le tecnologie biometriche rispondono perfettamente alle aspettative dei consumatori sulla sicurezza dei pagamenti del futuro, in un mondo in cui il digitale influenza sempre di più le nostre abitudini quotidiane. Tutto questo porta ad una serie di vantaggi anche per le banche e per i retailer, contribuendo a migliorare l’esperienza di acquisto e rendendola più sicura. In qualità di leader del settore, Mastercard è in grado di rispondere alle nuove esigenze dei consumatori in Europa e in tutto il mondo”, dichiara Michele Centemero, Country Manager Italia di Mastercard.

Mastercard lavora da anni allo sviluppo e alla diffusione della tecnologia biometrica applicata ai pagamenti, per migliorare l’esperienza del consumatore e la sua sicurezza online e offline. Mastercard Identity Check, ad esempio, disponibile in 37 paesi nel mondo, è la soluzione per l’autenticazione che consente di utilizzare sistemi d’identificazione biometrica, come le impronte digitali, l’iride e il riconoscimento facciale, per verificare la propria identità con un dispositivo mobile, durante lo shopping online e le attività bancarie. Questa suite di soluzioni accelera notevolmente l’esperienza di pagamento digitale, migliorando il livello di sicurezza, garantendo un’esperienza di pagamento senza interruzioni e riducendo i tassi di abbandono.

La roadmap per migliorare l’esperienza e la sicurezza del consumatore nel mondo digitale
La biometria e le tecnologie comportamentali, offrono un modo più semplice e sicuro di effettuare pagamenti attraverso tutti i canali, garantendo un’esperienza di acquisto senza intoppi. Per accelerare il passaggio verso questa nuova forma di autenticazione – in linea con i requisiti europei della PSD2 sulla Strong Customer Authentication (SCA) – Mastercard ha ideato una serie di servizi di sicurezza che forniscono un approccio graduale per garantire una migliore esperienza del consumatore e una sicurezza totale.

A partire da ottobre 2018, grazie alla soluzione Mastercard (Automatic Billing Updater) alla data di scadenza della carta di un consumatore, i dettagli della nuova carta, potranno essere direttamente comunicati con riservatezza agli store preferiti dal consumatore e, su sua richiesta, saranno bloccate le transazioni non più di interesse.

A partire da aprile 2019, Mastercard Identity Check andrà a sostituire il SecureCode, rendendo la biometria un’esperienza di acquisto sicura in un solo click.

Inoltre Mastercard, a supporto della strategia generale sulla sicurezza, ha sviluppato un nuovo servizio per il mobile che permette la notifica “real-time” delle transazioni permettendo ai consumatori un maggior controllo delle soglia di spesa da loro definite e un nuovo servizio basato sull’intelligenza artificiale, che consente alle banche di rilevare e prendere decisioni sulle frodi riducendo ulteriormente il rischio e agevolando il processo di autenticazione delle transazioni (Mastercard Decision Intelligence). Con questo approccio Mastercard non solo consentirà ai propri partner di soddisfare i requisiti prefissati dalla PSD2, ma ottimizzerà anche l’esperienza di pagamento a vantaggio di merchant e banche.
Ancora una volta, in un momento di grande cambiamento, Mastercard si dimostra partner tecnologico decisivo per offrire soluzioni semplici, sicure e convenienti a partner e consumatori.

Conclude Michele Centemero: “Siamo al fianco dei nostri partner per implementare i pagamenti del domani con le competenze uniche e le ultime innovazioni che Mastercard è in grado di offrire. Grazie alle nuove tecnologie come la biometria e l’intelligenza artificiale possiamo garantire i più elevati standard di sicurezza e protezione per i consumatori in linea con il nuovo quadro normativo della PSD2 così da poter andare incontro a un sempre più brillante futuro del settore dei pagamenti in Italia come nel resto del mondo”.

articoli correlati

AZIENDE

Arriva in Italia Circle Pay, la app mobile per i pagamenti social e gratuiti

- # # # #

circle pay

Oggi è stato ufficialmente lanciato anche in Italia la mobile app di Circle Pay, per i pagamenti social, già attiva in USA, UK, Irlanda, Spagna e dall’inizio della settimana in Francia.

Utilizzabile sia dai dispositivi Android sia iOS, consente di traferire denaro tra privati, anche transfrontalieri, senza commissioni o maggiorazioni sui cambi applicati. I dati di Circle mostrano una crescita dei consumatori europei superiore all’800%: un incremento molto rilevante anche se accompagnato dall’espansione territoriale del servizio.

“Per il momento Circle è autorizzato da 48 stati americani (gli altri due – New Mexico e Montana – non richiedono licenza per l’attività) come società di Money Transfer, e nello spazio europeo come operatore di e-money”, sottolinea il co-Fondatore Jeremy Allaire (nella foto sx con il socio al centro). “Ovviamente i regolamenti autorizzativi sono differenti stato per stato: ci aspettiamo comunque di lanciare Circle in tutti i paesi entro fine d’anno, o al massimo entro i primi mesi del 2018”,
“Non è solo questione di autorizzazioni”, interviene l’altro co-Fondatore Sean Neville. “vanno valutati anche gli atteggiamenti dei consumatori: in Italia, il nostro target (per il 90% rappresentato da under 35 e per il 65% da under 25) apprezza molto la semplictà d’uso e la semplicità di Circle Pay, mentre in Germania sono disposti a attese maggiori ma non transigono sulla sicurezza”.

Sicurezza che è peraltro insita nella app, in cui i pagamenti avvengono in maniera naturale durante le fasi di interazione sociale, previa autenticazione sul mobile tramite fingerprint o via PIN. Da questa settimana, inoltre, è avviata anche la fuzione “Gruppi”, che premette di inviare – e richiedere – danaro all’interno di una singola conversazione tra amici, commensali o coinquilini.

L’infrastuttura su cui si appoggia Circle è quella delle cryptovalute e della blockchain, i cui dettagli non sono però visibili all’utente che opera sempre in valute nazionali: una consumatore europeo può inviare una somma in euro che verrà ricevuta in rupie del suo corrispondente indiano, senza che si necessario che ogni singolo passaggio della transazione venga mostrato.

Circle è attualmente impegnato nello sviluppo di nuovi protocolli di trasmissione, e della componente di crypto asset, in quali di più grande operatore a livello globale di questo mercato. Negli ultimi 4 anni, Circle ha costruito un’attività di trading e di tesoreria che abbraccia i mercati delle cryotovalute e delle monete fiat, e offre una significativa scalabilità nel mercato Over The Counter: solo nell’agosto di quest’anno Circle ha scambiato direttamente oltre 2 miliardi di dollari in crypto asset.

“Circle Pay è e sarà gratuita”, risponde a un domanda sul modello di business Jeremy Allaire, “la basi finanziarie di Circle sono solide (tra gli azionisti Goldman Sachs, IDC Capital Partners, Baidu e altri per un investimento totale di 140 milioni di dollari). “Ulteriori sviluppi, nell’asset management per i privati ad esempio, non sono esclusi, dopo aver ricevuto le necessarie autorizzazioni delle Autorità Finaziarie. Ma per il momento non ne avvertiamo il bisogno”.

articoli correlati

NUMBER

Mobile Payment, è un boom internazionale: i dati presentati dal Politecnico di Milano

- # # # # # #

Mobile Payment

Il mobile payment & commerce conquisterà il mondo? Sembra proprio di sì, viste le prodigiose premesse che il mercato sta acquisendo in questi ultimi anni. Già solo in Italia il mercato è molto promettente, visti i numeri in continua crescita che stanno portando il nostro paese, se non a livello dei migliori in Europa e nel mondo, quanto meno nella “fascia alta”; ma basta spostare lo sguardo un po’ più in là per scoprire mercati assolutamente dominati da questo mercato. Soprattutto la Cina, paese verso cui si è concentrato lo sguardo del Politecnico di Milano nella sua ultima edizione dell’ Osservatorio Mobile Payment & Commerce, presentato questa mattina alla sede di Bovisa del famoso ateneo italiano. Attraverso le parole di Pietro Candela e Andrea Ghizzoni, rispettivamente Business Development di Alipay Italia e Europe Director di Tencent, la Cina ha dimostrato tutta la sua potenza di fuoco nell’ambito dei pagamenti digitali, settore in cui è senza ombra di dubbio all’avanguardia a livello globale.

I dati
“Nel 2016 i pagamenti digitali con carta in Italia sono cresciuti del 9%, raggiungendo i 190 miliardi di euro, pari al 24% dei consumi delle famiglie italiane. Assistiamo a una svolta nell’approccio da parte dei consumatori e degli esercenti. I possessori di carte contactless hanno acquisito maggior consapevolezza dello strumento che hanno nel portafoglio (in precedenza molti non sapevano nemmeno che la propria carta fosse contactless) e gli esercenti (soprattutto nelle grandi catene) hanno orientato il POS verso il cliente, permettendogli di avvicinare la carta in autonomia generando un effetto trascinamento: vedere compiere sempre più spesso compiere il gesto di avvicinare la carta e velocizzare il pagamento genera infatti la curiosità di testare quella modalità in prima persona” racconta Valeria Portale, Direttore dell’Osservatorio Mobile Payment & Commerce. “Ancora una volta, questa crescita è ampiamente riconducibile ai New Digital Payment – le modalità più innovative di pagamento digitale – che complessivamente superano i 30 miliardi di euro (+51% rispetto al 2015) e valgono ormai il 16% del totale dei pagamenti digitali con carta (nel 2015 erano il 12%). Nel 2016, i New Digital Payment hanno dimostrato di essere il motore in grado di avvicinare gli italiani ai pagamenti elettronici in sostituzione del contante. Tale crescita proseguirà nei prossimi anni (raggiungendo nel 2019 i 100 miliardi di euro, pari al 44% del totale dei pagamenti digitali), andrà a sostituire gli Old Digital Payment e, soprattutto, allargherà la quota dei Digital Payment rispetto a strumenti di pagamenti più inefficienti come il contante”. Tutto questo sottolinea, appunto, come il mercato italiano nel 2016, dietro alla calma apparente, ha registrato segnali incoraggianti: finalmente gli esercenti italiani mostrano maggior interesse ad accettare i pagamenti con il cellulare e i consumatori appaiono sempre più incuriositi dalle opportunità offerte.

 

Continua a leggere su MyMarketing.Net!

articoli correlati

AZIENDE

SisalPay lancia “Un Diamante per Amico – 2016 edition” e rinnova l’atteso concorso d’autunno

- # # # # #

SisalPay rilancia il concorso "Un Diamante per Amico"

Dopo il successo delle edizioni passate, SisalPay rinnova l’attesissimo concorso d’autunno, lanciando la nuova edizione di “Un Diamante per Amico – 2016 edition”. Effettuare i pagamenti quotidiani con SisalPay è semplice, veloce e sicuro e permette anche di vincere dei premi preziosissimi.
Dal 29 agosto all’11 dicembre 2016 pagando con il servizio sarà possibile vincere ogni giorno un girocollo con brillante Miluna e ogni settimana un diamante da un carato. Tutti coloro che effettueranno un’operazione di pagamento presso uno dei 40mila punti SisalPay potranno partecipare all’estrazione dei premi quotidiani e del premio settimanale.
Partecipare è davvero semplice: è sufficiente effettuare un’operazione di pagamento e registrarsi sul sito dedicato, inserendo i propri dati anagrafici e il codice TID riportato sulla ricevuta. Le probabilità di vincere aumentano invitando i propri amici a partecipare al concorso: al momento della conferma di registrazione verrà fornito infatti un codice da far utilizzare ai propri amici per raddoppiare le possibilità di aggiudicarsi uno dei premi imperdibili.
Il concorso è anche sul web! Ogni settimana, verrà pubblicata una nuova domanda sul sito del concorso e, previa registrazione, chi risponderà correttamente parteciperà all’estrazione settimanale di un girocollo con brillante Miluna.

articoli correlati

AZIENDE

MasterCard e McDonald’s promuovono i pagamenti cashless per la finale di Champions

- # # # # #

MasterCard e McDonald's promuovono i pagamenti cashless

Prosegue la collaborazione fra MasterCard e McDonald’s per i pagamenti innovativi: il 26 e 27 maggio, a ridosso della Finale della UEFA Champions League 2016 di cui MasterCard è sponsor ufficiale, il ristorante McDonald’s in Piazza Duomo a Milano non accetterà contanti ma solo carte di pagamento, in particolare contactless.
L’accordo si inserisce nell’ambito del piano di collaborazione fra MasterCard e McDonald’s volto alla promozione in Italia dell’utilizzo di soluzioni di pagamento alternative al contante.
McDonald’s è stato tra i primi retailer in Italia ad aver adottato i pagamenti contactless nei propri ristoranti, con l’obiettivo di abbattere i costi di gestione del contante e ridurre i tempi di attesa dei consumatori, velocizzando le code alle casse. Oggi McDonald’s è tra i primi esercenti in Italia per volumi di pagamenti con carte: il 20% dei pagamenti presso i suoi punti vendita avvengono infatti già con carte e l’obiettivo è di arrivare nel 2018 al 50% di transazioni, riducendo quindi considerevolmente l’uso del contante.
MasterCard è il network tecnologico globale dei pagamenti, partner di 22 mila istituzioni finanziarie e di più di 35 milioni di retailer. Negli anni MasterCard in Italia ha contribuito alla diffusione di prodotti e soluzioni sempre più innovativi per consentire ai consumatori di effettuare pagamenti in maniera più semplice, sicura e veloce rispetto ai pagamenti in contante e per supportare la loro inclusione finanziaria. Tra le soluzioni più all’avanguardia già diffuse in Italia vi sono le soluzioni di contactless e proximity payments, e il digital wallet MasterPass.
L’iniziativa presso il ristorante McDonald’s in Piazza Duomo, che è stata sviluppata proprio in occasione della Finale della UEFA Champions League che si giocherà sabato 28 maggio a San Siro, si pone l’obiettivo anche di fungere da “laboratorio” per educare i consumatori ai vantaggi di velocità e comodità dei pagamenti elettronici in occasione di un evento che attirerà in città tifosi, turisti e visitatori da tutto il mondo. Si stima che l’affluenza nel solo ristorante McDonald’s di Piazza Duomo, nel quale sarà attivata l’iniziativa, sarà di 10.000 persone.
Inoltre, da domenica 22 maggio, all’interno dei 25 ristoranti McDonald’s di Milano, sarà promossa una speciale attività educational sull’utilizzo dei pagamenti innovativi e con carte contactless. Sono inoltre previste speciali sorprese in esclusiva per i clienti McDonald’s all’interno del Champions Festival, l’evento ufficiale organizzato da UEFA (dal 26 al 29 maggio in Piazza Duomo) dove MasterCard sarà presente, e in Piazza Mercanti, dove alcuni consumatori che hanno adottato la tecnologia contactless presso il ristorante avranno accesso privilegiato a un’esclusiva “Priceless 5 Stars Experience”.

articoli correlati

NUMBER

Come gestire i pagamenti all’estero: i consigli di Visa

- # # # # # #

Secondo una recente ricerca di Visa Europe, “Cross Border Spending Report 2015”, il 71% degli italiani, pari a 38 milioni circa di nostri connazionali, ha fatto un viaggio all’estero negli ultimi tre anni. Ben 18 milioni ne hanno effettuato uno molto recentemente, mentre fanno un viaggio all’estero regolarmente una volta all’anno in media 28 milioni di italiani e 12 milioni due o più volte l’anno.

I risultati emersi dallo studio di Visa Europe hanno anche evidenziato che oltre 15 milioni di nostri connazionali in viaggio all’estero utilizzano le carte di credito per effettuare acquisti, mentre circa 11 milioni usano la carta di debito e 9 milioni la carta prepagata. I dati emersi dalla ricerca hanno quindi stimolato Visa Europe a fornire delle chiare e semplici indicazioni per chi viaggia all’estero, affinché i titolari di carte Visa siano informati su quali sono i metodi di pagamento più convenienti quando si è in vacanza o in viaggio in un paese straniero oltre ai vantaggi di utilizzare i prodotti a marchio Visa una volta arrivati a destinazione.
Se vi recate in un Paese extra-Euro, prima di partire cominciate a familiarizzare con la valuta straniera: Consultate le informazioni sulla valuta locale e fatevi un’idea di quanto possano costare, rispetto all’Italia, spese come un taxi dall’aeroporto, un caffè, il trasporto pubblico e così via.
Accedete al tasso di cambio migliore: Considerate che utilizzare la carta Visa all’estero per acquisti in valuta straniera vi offrirà comunque un tasso migliore rispetto agli uffici di cambio valuta dell’aeroporto e paragonabile, se non più conveniente, al costo della valuta corrente presso un ufficio di cambio in città.
Selezionate la valuta locale: Se state utilizzando la vostra carta Visa per effettuare un pagamento o un prelievo in una nazione con valuta extra-Euro, potrebbe venirvi richiesto di scegliere di pagare in valuta locale o con la valuta del vostro paese d’origine. Selezionare l’opzione valuta locale vi permetterà di accedere a tariffe più competitive e di evitare commissioni nascoste.
Utilizzate gli strumenti messi a disposizione per voi: Se vi servisse del contante solitamente è più conveniente prelevarlo una volta giunti a destinazione presso uno sportello automatico per i prelievi (ATM). Utilizzate il localizzatore di sportelli ATM, come quello messo a disposizione da Visa su https://www.visaitalia.com/pagare-con-visa/viaggiaconvisa per scoprire dove prelevare denaro contante in tutta sicurezza dovunque vi troviate all’estero, oppure scaricate sul vostro smartphone una app utile per chi viaggia, come Visa Travel Tools, la app messa a disposizione da Visa ai viaggiatori europei che comprende un localizzatore ATM, un convertitore di valuta e il bottone di assistenza che consente di contattare i centri di assistenza Visa in caso di furto o smarrimento della vostra carta. La app è disponibile nel Regno Unito su Google Play Store o sullo app store di Apple, mentre in Italia, Germania, Spagna, Francia e Svezia le versioni nelle rispettive lingue arriveranno nel corso dell’anno.
Approfittate delle promozioni legate alla vostra carta Visa: Se questa estate siete in procinto di visitare Barcellona, Berlino, Parigi, Londra o Milano, pagando con carta Visa avrete diritto a una serie di sconti, promozioni esclusive e offerte grazie alle Visa City Offers consultabili al link www.visaitalia.com/visa-city-offers
Sicurezza, Protezione e Controllo – Usare la vostra carta Visa all’estero è sicuro quanto lo è in Italia. Siete protetti allo stesso modo ovunque vi troviate nel mondo grazie ai sistemi Visa, all’avanguardia nel rilevamento delle frodi, e ai suoi team di esperti dedicati 24 ore su 24, 7 giorni su 7. In caso di furto o smarrimento della vostra carta Visa, basta contattare subito la banca che ha emesso la carta e gli operatori sapranno come aiutarvi in tempo reale. Potete controllare le vostre spese usando l’online banking o gli estratti conto una volta tornati a casa. Inoltre potrete chiaramente visualizzare eventuali commissioni relative al tasso di cambio legate all’utilizzo della carta in vacanza.

Pagate semplicemente e comodamente con la vostra carta Visa i vostri acquisti durante la vostra vacanza all’estero. Eviterete così:
Di andare nel panico all’ultimo minuto e correre freneticamente a cambiare tutto il contante straniero presso gli sportelli di cambio dell’aeroporto. Basta semplicemente usare la vostra carta Visa durante la vostra permanenza nel paese straniero, proprio come fareste a casa.
Di farvi prendere dalla frenesia da shopping prima del vostro viaggio di rientro. Quasi la metà degli italiani viaggiatori internazionali, 18 milioni di connazionali, ammette di farsi prendere da un’inutile furia nello shopping per finire tutto il contante straniero residuo prima di partire per il rientro.
Esaurite tutti i contanti in valuta straniera: Se al termine della vostra vacanza disponete comunque di una piccola somma residua di contante straniero perché non donarla in beneficenza prima di ripartire? L’81% degli italiani che viaggiano all’estero – oltre 28 milioni di persone – afferma di possedere a casa del contante straniero residuo. Se sommati, tutti questi contanti in valuta estera portano a una cifra record in Euro equivalente a 1,03 miliardi che si sarebbero potuti donare per una giusta causa.

articoli correlati

NUMBER

Anche in Italia cresce il pagamento elettronico: i dati del Politecnico di Milano

- # # # # #

Cresce anche in Italia l’uso sempre più frequente di acquisti elettronici, nonostante il nostro sia uno dei paesi europei più affezionato al contante. Lo rivela il Politecnico di Milano nell’Osservatorio Mobile Payment & Commerce: presentata a Milano presso il Campus Bovisa in occasione del Convegno “Mobile Payment & Commerce: un ponte tra il mondo fisico e il mondo digitale”, i dati mostrano un mercato in crescita nel quale è stato necessario un grande lavoro ‘dietro le quinte’ per mettere a punto l’ecosistema del Mobile Proximity Payment NFC SIM based nel corso del 2013, anche attraverso lo sviluppo delle soluzioni di Mobile Wallet. Il 2014 metterà a frutto il lavoro svolto e si vedranno i primi servizi che gli italiani potranno iniziare ad utilizzare.
Gli italiani rimangono con un’accentuata passione per il contante: l’86% delle transazioni viene ancora pagato attraverso questo canale, rispetto al 59% delle transazioni in contante in Europa. Tuttavia, dopo diversi anni di debole crescita nell’utilizzo di carte di pagamento, nel 2012 si è avuto un aumento di circa il 10% nel numero complessivo di transazioni (passato da 28,3 a 31,5 transazioni pro capite); il valore del pagamento elettronico raggiunge quindi i 135 miliardi di €. Gli italiani mostrano così un’apertura verso le modalità di pagamento elettroniche, confermato anche dalla crescita delle carte contactless in circolazione (6 milioni di carte a fine 2013, triplicate rispetto al 2012), crescita destinata a continuare anche nel corso del 2014 in seguito alla scelta di alcune banche di emettere esclusivamente carte di questo tipo. Nel frattempo si potenzia anche la rete di accettazione dei POS abilitati al contactless (150.000 POS a fine 2013, quintuplicati rispetto al 2012 e pari all’11% dei POS bancari installati). I primi dati confermano che questa innovazione è utilizzata prevalentemente nei micro–pagamenti (scontrino medio 25 euro), producendo un positivo effetto di sostituzione del contante.
Nell’ampia cornice del New Digital Payment si raggruppano quindi eCommerce, ePayment, Mobile Commerce, Mobile Payment e Pagamenti elettronici su Mobile POS. L’eCommerce in Italia cresce con un CAGR del 20% circa da diversi anni e ha raggiunto a fine 2013, secondo le stime dell’Osservatorio eCommerce B2c, i 12 miliardi di euro. Oltre il 92% del transato eCommerce avviene tramite carte di credito/prepagate o PayPal. A poco meno di 2 miliardi di € ammonta invece il valore dell’ePayment, che include i pagamenti di ricariche, bollette, tasse e multe attraverso sistemi online. Il Mobile si propone come secondo forte driver di sviluppo: la diffusione di Smartphone in Italia, 37 milioni, e la tempistica crescente di accesso online, 75 minuti quotidiani, lo rendono uno strumento privilegiato per navigare il web ed usufruirne dei servizi offerti. E se il Mobile Remote Payment & Commerce di contenuti digitali cresce del 17% grazie agli acquisti negli app store, raggiungendo i 600 milioni di €, il Mobile Remote Commerce di beni e servizi registra un +255% e passa da 2% al 4,5% del totale transato via eCommerce, pari a 510 milioni di euro.

articoli correlati

MEDIA

Il nuovo spot SisalPay è on air al cinema con la tecnologia del “Cinemapping”

- # # # # # #

Dopo il 3D, l’ultima rivoluzione si chiama “Cinemapping”. E Sisal conferma la propria leadership nell’ambito dell’innovazione scegliendo, tra i primi in Italia, il media più giovane ed evoluto per presentare l’offerta dei servizi SisalPay.

Grazie al nuovo spot di SisalPay, che sfrutta questa nuova tecnologia avveniristica, lo spettatore potrà vivere un’esperienza unica. Il cielo sopra la testa del pubblico si colorerà del messaggio di SisalPay. Un modo semplice e sicuro per pagare le bollette e non solo, azzerando le code. Nello spot, infatti, proprio la coda, come per magia, scompare nel logo di SisalPay immergendo lo spettatore in un’esperienza plurisensoriale. Un’iniziativa che amplifica la forte sintonia tra l’evento filmico e il messaggio pubblicitario di Sisal. La campagna coinvolgerà 7 sale sul territorio nazionale – 3 a Milano e provincia, 2 a Torino, 1 a Roma e 1 a Pavia –  con una programmazione che durerà fino alla fine dell’anno.

“Abbiamo scelto il Cinemapping perché ci è sembrata una modalità di comunicazione fortemente innovativa che rispecchia pienamente la filosofia di Sisal ed è perfetta per raccontare il mondo SisalPay”, ha dichiarato Maurizio Santacroce, Direttore Business Unit Digital Games & Services (nella foto). “Un’esperienza di comunicazione innovativa e insolita, così come innovativa è l’offerta dei servizi SisalPay. Parliamo infatti di un servizio che garantisce vicinanza, velocità, praticità e sicurezza, un nuovo modo di pagare e usufruire dei servizi di pagamento”.

La realizzazione del nuovo spot è affidata a 230 Productions Ltd, uno studio di giovani creativi che hanno deciso di unire le proprie attitudini individuali e la personale esperienza per creare una realtà giovane e dinamica.

“Il progetto nasce dalla declinazione in spazi chiusi di mapping da esterna”, ha dichiarato Matteo de Pedys, Direttore Commerciale. “La caratteristica dominante è quella di proiettare clip 3D, escludendo l’utilizzo degli occhiali. 230 Productions Ltd l’ha introdotto e brevettato in esclusiva per il mercato italiano e, a oggi, sta ponendo solide basi per un possibile utilizzo al di fuori dei confini nazionali”.

articoli correlati