AGENZIE

Natale a Padova: creatività, comunicazione, social media e PR a YAK Agency

- # # #

natale a padova

Creatività e progettazione grafica, comunicazione Web, produzione foto e video, Social Media Strategy, promozione multichannel (tv, quotidiani e cinema) e Ufficio Stampa sono le attività che il Comune di Padova ha affidato a YAK Agency per la comunicazione 2018 di Natale a Padova, la tradizionale rassegna curata dall’Assessorato al Commercio e alle Attività Produttive del Comune di Padova che si svolge ogni anno in città nel periodo natalizio, e che si compone di attrazioni a tema per adulti e bambini, concerti, mercatini ed eventi di vario tipo.

“Una città di stelle”, tema dell’edizione 2018, identifica non solo le luci natalizie ma anche alcuni degli elementi caratterizzanti la storia della città, come le stelle osservate da Galileo e la volta stellata dipinta da Giotto nella Cappella degli Scrovegni. Combinazione perfetta di una moltitudine di elementi che rende questo periodo speciale, il Natale vive di situazioni, sensazioni ed eventi che si incastrano alla perfezione, come per incanto, a formare una dimensione unica e irripetibile di magia e serenità. Ed è proprio questo incastro di eventi e suggestioni che il team di YAK Agency ha voluto rappresentare nel visual ufficiale dell’edizione 2018, commissionando un’illustrazione d’autore all’artista veneto Ale Giorgini in linea con il branding dell’evento.

Molteplici le attività su cui il team dell’agenzia – che ha sede a Padova ma vanta un background internazionale – sta lavorando da mesi per comunicare tutte le iniziative che animeranno il Natale in città dal 23 novembre 2018 al 6 gennaio 2019. Una comunicazione integrata che coinvolge i principali mezzi di comunicazione, dai più tradizionali (tv, web, quotidiani e affissioni pubblicitarie) ai canali innovativi (social network e cinema), per condividere un racconto semplice ed emozionale: “Padova è una città di stelle. A Natale lo è ancora di più”.

articoli correlati

AZIENDE

icat ComMeet: Le novità nel mondo del retail, una grande opportunità per le aziende

- # # # # #

commeet

Dopo la pausa estiva, riprendono gli appuntamenti con gli eventi promossi da icat ComMeet. Il prossimo è fissato il 7 settembre e sarà dedicato alle novità e ai trend attuali e futuri nel mondo del retail. Si tratta del settimo incontro organizzato dalla nuova divisione dell’agenzia Gruppo icat dedicata alla formazione delle figure chiave che si occupano di marketing e comunicazione.

Innovazione e nuovi format distributivi
All’appuntamento del 7 settembre, si farà il punto sull’innovazione in atto nel campo del retail e sulle nuove opportunità che si aprono per le aziende. In modo particolare si parlerà di nuovi format distributivi, negozi monomarca, flagship store, concept store, temporary store, multicanalità, integrazione dell’offerta, franchising, eCommerce, digital retail e shopping experience.

Interverranno:

  • Daniele Tirelli, Presidente di Retail Institute of Italy e docente presso la IULM di Milano, l’Università Statale di Milano e l’Università di Modena-Reggio Emilia. Collabora con le principali testate italiane specializzate nel campo del marketing e della distribuzione;
  • Fabio Brescacin, Presidente di Ecor-NaturaSì è considerato uno dei pionieri del mercato biologico in Italia. E’ tra i fondatori di Gea, azienda di distribuzione che diverrà Ecor S.p.A. e successivamente EcorNaturaSì S.p.A.;
  • Antonio Canovese, CX Sales Manager di Venistar, da oltre 20 anni partecipa ad importanti progetti per illustri Brand Internazionali del Fashion & Luxury. È responsabile della vendita di soluzioni Digitali e di Customer Experience.

Un anno ricco di eventi
Vari sono stati i temi affrontati nei precedenti incontri con la partecipazione di un pubblico sempre numeroso e attento, formato da imprenditori, manager e professionisti. Gli argomenti trattati con il contributo di relatori di caratura internazionale hanno fatto luce su brand position, storytelling, responsabilità sociale d’impresa, sostenibilità ambientale, dinamiche innovative dei mercati e tanto altro ancora, fornendo strumenti e pratiche innovative per le aziende.

Per partecipare all’evento è necessario iscriversi attraverso questo link

 

Programma
Registrazione 17:00
Introduzione: Albino Ponchio 17:20
1° intervento: Daniele Tirelli 17:30 – 18:30

Break 18:30 – 18:45

2° intervento: Fabio Brescascin 18:45 – 19:30
3° intervento: Antonio Canovese 19:30 – 20:10
Dibattito 20:10 – 20:30

Location: Four Points by Sheraton, Hotel & Centro Congressi – Corso Argentina 5, 35129 Padova (Uscita Padova Est)

 

articoli correlati

AZIENDE

Icat ComMeet: comunicare la Sostenibilità Ambientale e Sociale dell’Impresa

- # # # #

icat commeet

La complessità degli attuali mercati ha ridisegnato la mappa dei bisogni etici e sociali dei consumatori e di tutti i soggetti coinvolti nell’attività di un’azienda. Si pone quindi l’esigenza di una riflessione attenta, sulle nuove dinamiche affinché si possa intervenire efficacemente con una strategia di Corporate Social Responsibility per mantenere il vantaggio competitivo, migliorare la capacità di tutta la filiera produttiva, rafforzare la reputazione aziendale e la brand preference.

Questo sarà il focus del prossimo appuntamento promosso da Icat ComMeet, il ramo dell’agenzia Gruppo icat dedicato alla formazione delle figure strategiche che si occupano di marketing e comunicazione.

A intervenire sono stati invitati autorevoli rappresentati del mondo accademico e della comunicazione: Federico Caniato, Professore Associato presso la School of Management del Politecnico di Milano; Laura Macchion, Ricercatrice presso il Dipartimento di Tecnica e Gestione dei sistemi industriali dell’Università degli Studi di Padova; Antonella Moretto, Ricercatrice presso la School of Management del Politecnico di Milano; Tommaso De Luca, Responsabile della Comunicazione del Gruppo Lucart -Tenderly.

In occasione di questo appuntamento, sarà presentata una ricerca, realizzata dall’Università di Padova e dal Politecnico di Milano, sulle best practice, le strategie di azioni concrete che le aziende del settore fashion mettono in atto per dare concretezza alle politiche di responsabilità sociale e al modo in cui vengono comunicate.

“Il sistema produttivo ha subito un’evoluzione così veloce e complessa che è diventato necessario adottare strategie che siano in grado di soddisfare le nuove esigenze dei consumatori e degli stakeholder. Con questo incontro desideriamo offrire un valido contributo a tutte le imprese che lavorano in un mercato sempre più saturo, che fa sempre più fatica a conquistarsi il consenso del pubblico”, sottolinea Albino Ponchio, Direttore di Icat ComMeet”.

L’incontro è gratuito ed è rivolto esclusivamente a imprenditori, direttori marketing, manager e professionisti. Si svolgerà a Padova, giovedì 6 aprile, dalle 17:00 alle 20:30, nella sala congressi dell’Hotel Four Points by Sheraton. Per partecipare è necessaria la registrazione attraverso il sito.

Il programma
Registrazione 17:00 – 17:20
Introduzione: Albino Ponchio 17:20 – 17:30
1° intervento: Federico Caniato 17:30 – 18:00
2° intervento: Laura Macchion – Antonella Moretto 18:00 – 19:00

Break 19:00 – 19:15

3° intervento: Tommaso De Luca 19:15 – 20:00
Dibattito 20:00 – 20:30

Al prossimo appuntamento, fissato per giovedì 11 maggio, si parlerà del profilo del Nuovo Consumatore. Chi è, cosa chiede alle marche, come comunicare con lui e come conquistarlo.

 

articoli correlati

AZIENDE

Il 22 Febbraio il torna icat Commeet, dedicato al Food & Beverage

- # # # # #

commeet icat food & beverage

Il prossimo 22 febbraio, presso l’Hotel Sheraton di Padova, si terrà il quarto appuntamento di icat Commeet, la divisione dell’agenzia di Gruppo icat dedicata alla formazione delle figure chiave che si occupano di marketing e comunicazione: imprenditori, manager e professionisti.

I trend di consumo, l’innovazione di prodotto, della distribuzione e della comunicazione con particolare riferimento al settore del food & beverage sono i temi che varranno affrontati nell’occasione, puntando a fornire risposte ad articolati quesiti: come fanno oggi le imprese a orientarsi e a rimanere competitive sul mercato in un mondo dove cambiano velocemente valori, cultura e comportamenti? Attraverso un continuo processo di innovazione, che coinvolge tutti gli asset aziendali: dai prodotti alla distribuzione, dall’identità di marca alla comunicazione.

In modo particolare, il mondo del food & beverage è caratterizzato da un forte dinamismo che incide prepotentemente nell’innovazione di marketing. Questo cambiamento proviene dall’esigenza di adattarsi ai continui nuovi “bisogni e stili di vita” del cliente. In tutto ciò può giocare un ruolo fondamentale la comunicazione, che modulandosi su questo continuo dinamismo e cambiando i contenuti del linguaggio, diventa il trait d’union fra il produttore e il consumatore finale.
Sul podio dei relatori si confronteranno tre professionisti con una lunga esperienza nel mondo del food & beverage internazionale:

Antonio Cellie, Consigliere Delegato del Gruppo Segea (Gazzetta di Parma, Radio&TV Parma), AD delle Fiere di Parma e AD del Centro Agroalimentare di Parma;
Alessandro Angelon, Amministratore Delegato di Forno d’Asolo e di Bevande Futuriste, è stato per sei anni AD in Red Bull Italia e in Pago succhi di frutta.
Chiara Rossetto, Amministratore Delegato Molino Rossetto.

La partecipazione all’avento è gratuta, ma richiede obbligatoriamente la preventiva iscrizione attraverso il link: http://www.commeet.it/it/corsi-eventi/Le-dinamiche-innovative-dei-mercati

articoli correlati

AZIENDE

icat Commeet: il 25 gennaio l’appuntamento dedicato a posizionamento e valori

- # # # # #

commeet

Continuano a Padova gli appuntamenti dedicati alla cultura della comunicazione proposti da Icat ComMeet, la divisione dell’agenzia Gruppo icat dedicata all’aggiornamento e alla formazione di chi si occupa di marketing e comunicazione in azienda: imprenditori, manager, direttori marketing, responsabili della comunicazione.

Il 25 gennaio, all’Hotel Sheraton dalle 17 alle 20:30, si parlerà di come posizionare con successo la marca nella mente del consumatore, per conquistare una posizione distintiva e un forte vantaggio competitivo. Questi temi saranno discussi da Vittorio Cino, Public Affair e Communication Director Coca Cola Italia e da Mauro Frantellizzi, Direttore Marketing Internazionale Galbani.

“In mercati sempre più saturi, affollati, competitivi, dove la value proposition delle aziende è appiattita, confusa, dove la leva competitiva è spesso il prezzo”, sottolinea Claudio Capovilla, Presidente di Gruppo icat, “una precisa strategia di brand positioning e di valori del brand è fondamentale per conquistare una posizione distintiva nella mente del consumatore, per occupare uno spazio unico, differenziante, per competere con successo”.

Di valori personali e del loro legame con quelli di marca si parlerà, invece, nella seconda parte dell’evento con il Life & Business Coach Paolo Manocchi, un viaggio intenso e coinvolgente all’interno dei significati più profondi ed emozionali delle persone e delle marche.

Per partecipare all’evento è necessario iscriversi a questo link.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

A Padova e Modena le “boutique” di Europe Energy

- # # # #

europe energy

Boutique che vendono energia elettrica e gas? Sono quelle di Europe Energy – gruppo internazionale attivo nel mercato dell’elettricità e del gas – che sta aprendo alcuni punti vendita nel Nord Italia. Le prime due boutique sono presenti a Padova e Modena, la terza sarà aperta entro fine luglio in provincia di Verona.

Le boutique servono anche per dire “basta” a call center anonimi e a sportelli dove l’interlocutore cambia ogni giorno. Al loro posto un servizio veloce, snello, reattivo e soprattutto tailor made. Nel negozio Europe Energy, infatti, il cliente viene “coccolato” proprio come succede nelle vere boutique e finalmente smette di sentire solo un utente tra mille, potendo contare su un contatto umano, diretto, e personale.
In una Boutique Europe Energy si trovano infatti risposte precise e immediate, si scoprono le migliori offerte, si ricevono consigli su come risparmiare o capire come si legge correttamente la bolletta.
Il personale delle Boutique, infatti, è altamente specializzato e in grado di offrire assistenza nel pre-vendita e nel post-vendita, per individuare l’offerta di luce e gas più conveniente per ogni esigenze. Oltre alla competenza e al sorriso del personale ad accogliervi un’ambiente curato in ogni minimo dettaglio, l’arredamento e il design rispecchiano la filosofia e l’immagine aziendale e alcuni elementi riprendono la creatività della campagna “Una nuova energia in città” che accompagnerà l’apertura dei punti vendita.

articoli correlati

AGENZIE

Gruppo icat, crescono fatturato e risorse

- # # # # # # # # # #

Claudio Capovilla

Il Gruppo icat chiude il 2015 con un fatturato a +30%, rispetto al precedente anno, 24 nuovi clienti e cinque nuove assunzioni. Un 2015 ricco di ottimi risultati per l’agenzia nata a Padova, 20 anni fa, e oggi presente anche a Milano e a Modena.

L’Università di Padova, DiFrutta, Police, Lapitec, Baxi, Mokarabia, Forno d’Asolo, Bft, sono alcuni dei brand per i quali l’agenzia ha sviluppato strategie, mettendo in sinergia le molteplici expertise del gruppo. Molti i clienti fidelizzati, che da anni confermano l’azienda come partner unico per il marketing, ai quali si sono affiancate nuove acquisizioni, per un totale, a gennaio 2016, di oltre 75 aziende.

Le ottime performance sono state supportate da un notevole investimento in risorse umane, grazie a nuovi inserimenti nello staff per il potenziamento del reparto account, del team creativo e della divisione che si occupa di architettura. Sempre più sinergica, inoltre, la partnership con Makkie, la software house specializzata nel mondo digital. In totale, fra le due realtà, lavorano oltre 55 persone, con un’età media di 30 anni e una preparazione di alto livello.

«È stato un anno ricco di sfide vinte – commenta Claudio Capovilla (nella foto), fondatore e presidente di Gruppo icat – e abbiamo raggiunto gli obiettivi prefissati, sia per quanto riguarda il fatturato sia per l’acquisizione di clienti e la loyalty di marchi con i quali storicamente lavoriamo. Fondamentale è il gruppo di lavoro e il metodo che applicano in ogni progetto: è un valore che sempre di più è riconosciuto dai clienti e che è stato confermato anche dai numerosi premi vinti quest’anno. Il 2016, appena iniziato, sarà un anno di intenso sviluppo e che sarà dedicato al potenziamento delle opportunità verso i grandi marchi internazionali».

articoli correlati

MOBILE

CultAR: Realtà Aumentata a Padova per i visitatori

- # # # # #

cultar padova

È stato presentato qualche settimana fa a Padova il progetto di ricerca CultAR – Culturally Enhanced Augmented Realities, che implementa la realtà aumentata multisensoriale (grazie a guanto, gilet e cuffie audio), nella fruizione dei beni culturali, aggiungendo elementi di utilizzo all’esperienza utente, nel caso specifico del turista/visitatore della città di Sant’Antonio. Basterà infatti fare il gesto di indicare un palazzo per conoscerne la storia, sapere quando è possibile visitarlo e, poichè non di sola cultura vive l’uomo, anche trovare un buon posticino vicino dove fare una pausa rigenerante.

CultAr, nato nel 2013, è frutto di un progetto EU coordinato da Aalto (Finlandia) e nato dai rapporti di vari partner internazionali, con un ruolo importante di UniversitàComune di Padova e l’azienda Ubiest Spa. Una presentazione internazionale che segue quelle di Seattle (USA) e Kobe (Giappone). Sviluppatosi nel corso di quasi tre anni di attività, il progetto si propone di realizzare il prototipo di una piattaforma mobile innovativa – personalizzata e sensibile al contesto urbano – in grado di realizzare un arricchimento delle percezioni sensoriali tale da consentire nuove esperienze culturali nell’utente. Il tutto attraverso l’utilizzo di realtà aumentata, mappe dinamiche 3D, sistemi audio e tattili.
Per ogni area della città sono stati selezionati adeguati punti di interesse culturali, artistici e museali (POI), geo-localizzati e strutturati con una serie di informazioni generali. Sono state poi definite le relazioni tra i diversi punti e arricchite con informazioni di dettaglio, sia testuali che con immagini, audio, video, ecc. per un totale di oltre mille elementi. Tutto questo è stato quindi arricchito dalla localizzazione dei servizi commerciali, come ristoranti, alberghi, negozi. Infine è stato effettuato, attraverso l’utilizzo di obiettivi particolari, il consistente rilievo fotografico dei fabbricati presenti nelle tre aree di intervento. Poi, attraverso la successiva elaborazione digitale, le singole immagini sono state messe assieme consentendo la ricostruzione della facciata di ciascun edificio. Questo ha consentito l’applicazione delle immagini risultanti, quale “rivestimento” dei solidi virtuali creati dagli specialisti di Computer Graphics delle Università di Graz e Aalborg.

Per applicare il CultAr a Padova sono stati condotti 9 studi che hanno coinvolto a oggi oltre 500 visitatori e circa 50 esperti e stakholder di settore, che hanno identificato vantaggi e svantaggi offerti da diverse interfacce innovative per le RA tra cui occhiali 3D, guanti sensoriali e giubbotti vibrotattili, capaci di fornire informazioni tramite visioni aumentate 3D, audio spazializzato e brevi vibrazioni, ma anche di invogliare l’utente a proseguire la visita tramite piacevoli massaggi che si avviano quando si sosta ad ammirare un’opera d’arte. Nel dettaglio la ricerca condotta sul campo e in forma minore in laboratorio, ha interessato aspetti di design, usabilità, user experience e la naturalità del movimento e delle interazioni nello spazio ibrido creato dalla realtà aumentata. Attenzione particolare è stata posta sugli aspetti di privacy e riservatezza che hanno grande influenza sulla scelta delle persone di adottare o meno innovativi sistemi tecnologici come questi.

articoli correlati

AZIENDE

A Padova il 4 novembre la terza edizione di Ecommerce Strategies

- # # # #

Torna a Padova mercoledì 4 novembre la terza edizione di Ecommerce Strategies, l’evento formativo gratuito sul commercio elettronico dedicato alle PMI organizzato da Web Marketing & Research Academy e Studio Cappello, con il patrocinio di Unioncamere Veneto. A Padova sarà possibile incontrare i protagonisti del panorama digitale. L’appuntamento con Ecommerce Strategies è uno spazio di dialogo tra professionisti di settore e manager aziendali per restare aggiornati sulle ricerche ecommerce più recenti, le tendenze più rilevanti e per apprendere da case history di imprese diventate leader di mercato. Dalla creazione di una proposta di valore per smarcarsi dalla concorrenza alla legislazione online, dalla logistica alle strategie per allocare il giusto budget alla promozione: questi alcuni dei temi caldi trattati quest’anno.

“L’ecommerce impone nuovi business model da una parte e ricerca maniacale della value proposition dall’altra”, spiega Andrea Cappello, Ecommerce Strategist e ceo di Studio Cappello. Sempre più spesso le aziende confondono l’essere online con il loro shop con l’esserci con valore. Nell’evento di quest’anno proveremo a evidenziare il valore che un progetto ecommerce deve far emergere”.
Questa terza edizione avrà un format rinnovato. Affiancati da consulenti di management aziendale e responsabili di reparto, i partecipanti saranno protagonisti di un’esercitazione pratica. Imprenditori, marketing manager, direttori commerciali e amministratori delegati potranno mettere in campo la propria idea imprenditoriale con l’obiettivo di individuare le leve del successo per differenziarsi dalla concorrenza. Il workshop “Costruisci il tuo modello di business” è a numero chiuso con prenotazione obbligatoria. L’ingresso all’evento è gratuito con iscrizione obbligatoria. Per informazioni e partecipazione: WmrAcademy – tel. 049 8791531, informa@wmr.it, www.ecommercestrategies.it.

articoli correlati

AGENZIE

Cooee firma il lancio del MUSME, il primo Museo di Storia della Medicina di Padova

- # # #

Aprirà il prossimo 6 giugno 2015 il MUSME, il primo Museo di Storia della Medicina in Padova che rappresenta un viaggio interattivo e multimediale dove poter toccare con mano i segreti della medicina e della salute a partire dal X e XI sec. a.C. sino ai giorni nostri.

A firmare la campagna multisoggetto è Cooee, l’impresa di comunicazione multicanale guidata da Mauro Miglioranzi. Protagonista della creatività, infatti, sarà proprio l’attrazione principale del MUSME: il Gigante della Medicina, un uomo di 9 metri che permetterà ai visitatori di sperimentare in prima persona i temi della prevenzione, della cura e della riabilitazione attraverso esperienze didattiche non convenzionali.

La campagna si rivolge al pubblico con quattro domande e altrettante call to action a forte carattere didattico: Come funziona? Studialo al MUSME. Come si guasta? Vivilo al MUSME. Come si cura? Imparalo al MUSME. Come è fatto? Scoprilo al MUSME. In affiancamento ad ogni headline spiccano le illustrazioni anatomiche, tutte disegnate ad hoc, delle principali parti del corpo umano: la testa, il cuore, una mano e una gamba.
Un concept innovativo dall’intrigante taglio teaser, adatto ad un museo del futuro che permetterà di interfacciarsi con tutta una serie di tecnologie fornite da QBGroup.

articoli correlati

ENTERTAINMENT

Padova ospita il sapere e l’innovazione del primo Festival dell’Apprendimento

- # # # # #

Apprendere dal futuro: questo il tema del Festival dell’Apprendimento che Padova, città di forte tradizione accademica, ospiterà nella sua prima edizione. Un festival di caratura nazionale con la prospettiva di diventare un appuntamento annuale e un punto

di riferimento per l’intero sistema-Paese. Ad organizzare questo meeting di menti e anime è AIF, Associazione Italiana Formatori, organizzazione no-profit, fondata nel 1975, alla quale aderiscono oltre 2.000 consulenti e dirigenti aziendali in tutta l’Italia. Professionisti in grado di incidere sulle strategie e sulla politica della formazione, nonché sui conseguenti processi di apprendimento individuale e organizzativo e di sviluppo della Persona.

 
Ma da dove nasce l’esigenza di creare un festival di questo tipo?
Antonello Calvaruso, vice-presidente dell’Associazione Italiana Formatori  spiega che “manca un luogo in cui convocare tutti i soggetti coinvolti nei processi di apprendimento per ragionare sui processi che determinano lo sviluppo o l’inviluppo di persone, organizzazioni, territori e nazioni. Un luogo dove sia possibile ripensare le tecniche in funzione dei valori edelle ideologie che sottendono l’apprendere. Sono i valori che stanno dietro alla tecnica e ai risultati che la stessa genera per l’apprendimento. Si vuole, in altre parole, offrire un contesto in cui sia possibile diminuire la resistenza interna al conformismo, dare spazio anche agli “eretici” valorizzando una pluralità di aspettative, spesso composite e di non facile lettura. Vogliano proporre momenti che non siano solo di indirizzo ma anche di apertura, di scoperta, di facilitazione del mettersi in gioco anche su proposte che afferiscono a sperimentazioni in corso. Un contesto dove valori e tecniche generano luoghi di discussione e non di presentazione di ricette salvifiche”.

 
L’evento dedicato a pensiero, creatività e formazione e a tutte le forme del sapere animerà la città veneta dal 3 al 6 ottobre con nomi eccellenti del mondo dell’insegnamento, della psicologia, del giornalismo, della comunicazione, della cultura e dello spettacolo. La partecipazione sarà gratuita e gli appuntamenti saranno aperti al pubblico previa registrazione sul sito dell’evento http://festivaldellapprendimento.it, dove è possibile consultare il programma dettagliato e stampare il proprio badge di accesso alla manifestazione. Il Festival è gia’ sui social, alle pagine di Linkedin, Twitter e di Facebook.

 
È possibile partecipare al sondaggio sul tema dell’apprendimento come motore per lo sviluppo dell’umanità e chiave per un futuro condiviso, rispondendo all’invito dell’intervista di AIF e richiedendo la traccia con le domande all’indirizzo ufficiostampa@associazioneitalianaformatori.it Il Festival intende mobilitare, in primo luogo, le risorse culturali del territorio veneto, di per sé molto attivo. Saranno coinvolti studenti, insegnanti e docenti delle scuole superiori e delle università venete, nonché imprenditori, dipendenti pubblici, artisti e persone che operano in istituzioni culturali di vario tipo.

articoli correlati

AGENZIE

Lʼenergia di FIAMM alimenta il mondo con Hi

- # # # # # #

FIAMM, leader mondiale per i prodotti e le soluzioni per la mobilità, per il backup energetico e lʼenergy storage a sostegno dello sviluppo delle attività umane ha scelto il gruppo Hi! per la nuova campagna stampa a sostegno dellʼimmagine istituzionale dellʼazienda. La creatività punta sulla sapienza con cui FIAMM cattura, accumula, conserva e fornisce lʼenergia che serve al nostro mondo e al nostro modo di vivere.

La pagina “mani”, firmata da Hi!nest padova, agenzia del Gruppo Hi!, è in uscita sui principali quotidiani nazionali: Il Sole24ore, L’Impresa Studio (Il Sole24Ore), Affari&Finanza (Repubblica), Corriere Economia, Il Mondo (RCS).

Credits
Direzione creativa: Andrea Bayer
Copywriter: GianCarlo Broggi
Art Director: Andrea Conforzi

articoli correlati