AZIENDE

Eurosport sigla una partnership pluriennale con Outbrain: utilizzerà i formati Smartfeed e Amplify

- # # #

Outbrain - Eurosport

Outbrain, la piattaforma premium di native advertising, ha annunciato oggi di aver firmato una partnership con Eurosport. L’accordo riguarda 13 mercati tra i quali: Regno Unito, Francia, Germania, Italia, Spagna, Asia e Australia. Parte integrante della collaborazione verterà su Smartfeed, l’innovativa soluzione di Outbrain.

 

Smartfeed fornisce un feed di contenuti che permette agli editori di personalizzare l’esperienza dell’utente, migliorando il suo engagement e i profitti dell’editore. È stato progettato per una gamma di contenuti vari che includono: articoli sponsorizzati, contenuti editoriali, video e funzioni su tutti i dispositivi (desktop, dispositivi mobile e app). Eurosport utilizzerà anche la piattaforma Amplify di Outbrain per promuovere i propri video.

 

All’inizio di quest’anno, Outbrain ha lanciato Focus, un’esperienza video click-to-watch creata per migliorare l’engagement e le performance e ideale per promuovere contenuti video di alta qualità e di lunga durata. Focus ha generato percentuali di click-through e di completamento più elevate, il che lo rende ideale per far crescere la visibilità di Eurosport e di Eurosport Player, la sua piattaforma video.

 

“Siamo entusiasti di questa partnership con Eurosport. Il nostro obiettivo è fornire una tecnologia intelligente e flessibile che promuova raccomandazioni di contenuto personalizzate e che ottimizzi i profitti. Smartfeed ha già generato un aumento medio del 60% del CTR organico ed un aumento medio del 40% delle entrate degli editori. Il nostro accordo con Eurosport include anche video nativi e ciò rende l’utilizzo di Smartfeed ancora più efficace. Consideriamo questa partnership un’ottima scelta e una grande opportunità per entrambe le parti”, ha affermato Carmelo Noto, Country Manager di Outbrain Italia.

 

“La tecnologia di Smartfeed e Amplify di Outbrain è fantastica per noi”, ha dichiarato David Fisher, VP Digital Ads di Eurosport. “Vogliamo sfruttare la piattaforma di Outbrain per far crescere il numero dei nostri fan e far emergere i nostri contenuti video in modo prominente, oltre a generare una monetizzazione significativa. Non vediamo davvero l’ora di lavorare con Outbrain”.

 

La partnership con Eurosport incrementa la reach di Outbrain, permettendo di attingere a un pubblico chiave a livello globale. Eurosport include siti sportivi gestiti localmente in Francia, Italia, Spagna, Regno Unito, Germania e Russia; ed Eurosport.com da solo raggiunge 42 milioni di utenti al mese.

articoli correlati

AZIENDE

Outbrain presenta SmartFeed: un altro passo verso la pubblicità digitale di qualità

- # # # #

SmartFeed

Outbrain,la piattaforma premium di Discovery leader a livello mondiale, presenta oggi ufficialmente SmartFeed, un feed infinito di contenuti che consente agli editori di personalizzare l’esperienza dell’utente, migliorando l’engagement e i profitti.

Prestando fede al proprio impegno di fornire esperienze uniche e personalizzate per l’utente, il lancio di SmartFeed rappresenta un altro passo verso la pubblicità digitale di qualità: un design completamente personalizzabile definito dall’editore, un ambiente “Brand Safe” e un flusso infinito di contenuti di valore per gli utenti.

“La curiosità che suscita sfogliare una rivista senza sapere quale sarà il prossimo contenuto che ci aspetta, è ciò che ha ispirato la creazione di Outbrain più di 10 anni fa”, ha affermato Yaron Galai, Fondatore e CEO di Outbrain. “Abbiamo voluto riprodurre la stessa esperienza nel segmento digitale: sostituendo l’azione di sfogliare le pagine di una rivista cartacea con lo scroll in un supporto digitale. Ora, però, il contenuto non deve necessariamente terminare quando l’articolo finisce”.

Le opportunità di SmartFeed

Questa nuova soluzione di Outbrain ha aiutato molti editori a ottenere risultati sorprendenti: un aumento medio del 60% del CTR organico e un aumento medio dei ricavi pari al 40%. In Europa sono molti gli editori che stanno già beneficiando di SmartFeed, come “La cadena COPE”, un editore spagnolo che è riuscito a offrire ai suoi utenti una preziosa combinazione di raccomandazioni organiche e sponsorizzate, migliorando l’engagement degli utenti e aumentando i profitti.

“Grazie all’implementazione di SmartFeed, in soli tre mesi, siamo riusciti ad aumentare il CTR organico del 34%, ottenendo anche un aumento dell’87% dei nostri ricavi. Siamo molto soddisfatti dei risultati raggiunti e continueremo a puntare su Outbrain, un partner essenziale e una fonte di monetizzazione trasparente e affidabile per COPE “, ha affermato Montserrat Lluis, Vice Direttore Generale del Gruppo COPE.

SmartFeed offre agli editori l’opportunità di attrarre i lettori in modo più intelligente, utilizzando tutte le forme di contenuto, dai contenuti editoriali e video outstream ai contenuti sponsorizzati e nativi, utilizzando un design molto attraente e flessibile. È un modo più creativo e facile di fare pubblicità, con la possibilità di sfruttare il formato carosello, all’interno di un ambiente altamente “Brand Safe” ed ottimizzato per il formato mobile.

“La modalità con la quale gli utenti interagiscono con i contenuti sta cambiando e, pertanto, anche il nostro prodotto ha dovuto evolversi per sposare il cambiamento”, ha dichiarato Carmelo Noto, Country Manager di Outbrain Italia. “SmartFeed è ad oggi il miglior feed di raccomandazioni di contenuto personalizzato presente sul mercato, oltretutto erogato tramite un network di editori di alta qualità. Oltre a fornire un maggior engagement e contribuire all’incremento dei profitti, questo nuovo formato è destinato a restituire il potere agli editori, fornendo loro un controllo editoriale completo e limitando la dipendenza dai canali social “.

articoli correlati

MEDIA

Outbrain presenta Focus, il format che consente ai brand di raccontarsi

- # # #

focus outbrain

Outbrain, la piattaforma premium di Discovery leader a livello mondiale, in occasione del Web Marketing Festival che si iena da oggi al 23 giugno a Rimini, presenterà Focus, il suo nuovo formato Video click to watch.

Con Focus, Outbrain rivoluzionerà il video marketing e le abitudini di consumo dei contenuti audiovisivi da parte degli utenti. In un mercato competitivo, caratterizzato da formati pubblicitari push ed intrusivi che hanno provocato una perdita di interesse, è necessario cambiare il modo in cui questo formato viene distribuito e “consumato”.

Questa nuova offerta video di Outbrain è stata creata appositamente per generare engagement, dato che il contenuto video da consumare non viene imposto ma scelto liberamente dall’utente. Focus si basa su un formato click-to-watch che, abbinato a strumenti di targeting sofisticati e alla possibilità di offrire contenuti video più lunghi, è ideale per brand che desiderano raccontarsi e costruire relazioni più profonde con il proprio target.
Questo nuovo prodotto riflette i valori e l’impegno di Outbrain, rivolto alla creazione di esperienze utente personalizzate e positive, all’interno di un ambiente native e premium.

Come è noto, per determinare il successo o meno di un video pubblicitario, i professionisti del marketing utilizzano metriche che includono non solo il numero, ma anche la durata delle visualizzazioni. Grazie agli strumenti di targeting di Outbrain, che permettono di individuare gli interessi autentici degli utenti, i brand potranno ottenere visualizzazioni video con una durata maggiore e percentuali di completamento più elevate. I marketer che utilizzano Focus potranno infatti beneficiare di queste soluzioni targeting (Outbrain Toolkit) per raggiungere i propri obiettivi all’interno di un ambiente sicuro e premium per i brand.

I primi risultati ottenuti con alcuni brand leader europei e israeliani sono stati di gran lunga superiori ai benchmark del settore. Ad esempio, la campagna video di Sensodyne (GSK), con una durata complessiva di 60″, ha riportato un tempo medio di visualizzazione di 37″e con un tasso di completamento complessivo del 49%. Un altro esempio è quello di Superpharm, un’importante catena di supermercati israeliana, che ha lanciato una campagna Focus per promuovere Milucca, il suo nuovo marchio di make-up. La campagna, composta da video didattici, ha riportato risultati straordinari: oltre il 60% del pubblico ha guardato almeno il 75% del video (i video avevano una durata di 1 minuto e 40 secondi)

articoli correlati

AZIENDE

Outbrain acquisisce AdNgin. Obiettivo: personalizzazione dei contenuti

- # # #

outbrain

Outbrain, la piattaforma premium di Discovery, ha annunciato oggi di aver acquisito AdNgin, una società di ottimizzazione dell’interfaccia utente creata per migliorare l’esperienza del lettore. Questa acquisizione è la sesta di Outbrain fino a oggi e fa parte di una strategia trainata dalla costante crescita degli ultimi anni.

Outbrain guida gli utenti di tutto il mondo alla scoperta di contenuti rilevanti, collegando editori, marketer e consumatori attraverso raccomandazioni personalizzate e basate sugli interessi autentici del pubblico. AdNgin ha in comune con Outbrain un elevato livello di personalizzazione che ottimizza l’esperienza individuale dell’utente in base alle sue preferenze. La comprensione che ogni utente è diverso, dai suoi interessi personali al modo in cui interagisce digitalmente, è ciò che ha ispirato le due società a unirsi.

Sfruttando la combinazione delle due tecnologie, le prestazioni miglioreranno continuamente – gli editori vedranno gli RPM crescere (revenue per mille), i marketer constateranno un incremento del CTR (click through rate) e gli utenti beneficeranno di una migliore interazione con i contenuti.

“AdNgin consente di automatizzare l’ottimizzazione dell’esperienza di ciascuno di noi come lettore”, ha dichiarato Asaf Porat, Responsabile delle operazioni globali presso Outbrain. “È affascinante vedere una tecnologia in grado di apportare miglioramenti continui e di contribuire all’incremento di RPM e CTR”.

“Poiché stiamo innovando la nostra piattaforma con il lancio delle nuove soluzioni video autoplay in-feed e feed di contenuti infinito, non possiamo dimenticare ciò che rende Outbrain performante in primo luogo: la personalizzazione dell’esperienza di lettura. Dal contenuto all’interfaccia utente”, ha dichiarato Yaron Galai, Fondatore e CEO di Outbrain. “Questa acquisizione ci consentirà di concentrarci maggiormente sull’intero percorso di personalizzazione.”

“Unire le forze con la piattaforma leader di pubblicità nativa non potrebbe essere un match pubblicitario più perfetto”, ha aggiunto Amnon Lahav, co-Fondatore di AdNgin. “Questo è l’inizio di un’avventura basata su contenuti ad alta conversione, un inizio importante sia per noi che per gli utenti finali.”

Lahav, con la sua vasta esperienza maturata in ambito UX, collaborerà strettamente con il team di Business Optimization di Outbrain, in qualità di Head of UI Optimization.

articoli correlati

MEDIA

Outbrain presenta OEN, la sua nuova offerta Native Programmatic

- # # # #

OEN

Outbrain, la piattaforma premium di Discovery, ha presentato oggi Outbrain Extended Network (OEN), l’ultima novità nell’ambito della crescente offerta Programmatic della società. OEN aiuta i marketer a raggiungere migliaia di editori aggiuntivi, in maniera più trasparente ed efficace, aumentando la scalabilità fino a un 50%, assieme a tutti i vantaggi offerti dalle soluzioni di targeting di Outbrain. Inoltre, OEN permette ai marketer di acquistare in modo trasparente gli spazi pubblicitari native che prevedono come modalità di pagamento il pay per click invece che il pay per impression.

“Siamo coscienti che il settore del native advertising è relativamente giovane e in constante evoluzione. I nostri clienti ci chiedono sempre più spesso nuove modalità di raggiungere il target desiderato”, dichiara Yaron Galai, Fondatore e CEO di Outbrain. “Ora, grazie a Outbrain Extended Network, i nostri clienti hanno la possibilità di accedere a migliaia di nuovi spazi pubblicitari native e, al contempo, possono continuare a trarre vantaggio dai dati unici forniti dalla mappa degli interessi degli utenti di Outbrain. Inoltre, grazie ai dati sull’engagement post click e sulle conversioni, i marketer possono raggiungere più facilmente gli utenti più ricettivi ai loro contenuti. OEN combina l’efficacia del native advertising con la scalabilità della display”.

Come funziona OEN
OEN semplifica l’accesso dei marketer all’inventario native. In passato, i marketer erano obbligati a gestire e lavorare direttamente e individualmente con ciascun editore o con diverse piattaforme di offerta (SSP). Questa maniera di lavorare rendeva più complesso il processo di sincronizzazione ed ottimizzazione della strategia di offerta e del budget destinato a questo genere di attività. OEN è già disponibile per tutti gli account esistenti e, prossimamente, anche il resto dei clienti potranno accedere a questi spazi pubblicitari native attraverso la dashboard di Outbtrain. Tutte le soluzioni di targeting di Outbrain saranno anche disponibili su OEN, come Lookalike Audiences e tutti gli altri strumenti di targeting di Outbrain, assieme ai dati di engagement, interessi degli utenti e dati di conversione, raccolti in 10 anni grazie alla collaborazione con editori premium.
La tecnologia OEN è alimentata da Zemanta, la DSP Native acquisita da Outbrain lo scorso Luglio. Negli ultimi 10 mesi, Outbrain e Zemanta hanno sviluppato assieme questa nuova tecnologia.

 

L’impegno di Outbrain: la Brand Safety
Outbrain è stata la prima piattaforma di Discovery a stabilire delle guidelines per i brand e gli editori e attualmente continua a mostare la propria leadership in quest’ambito.
Per garantire la sicurezza dei brand attraverso OEN, Outbrain fa affidamento su un team di professionisti che verificano gli editori su tutti i clienti. Inoltre, per i brand che cercano una maggiore trasparenza e controllo, la dashboard di Outbrain permette di escludere singolarmente gli editori non desiderati dal network di OEN.

articoli correlati

AZIENDE

Outbrain rafforza l’offerta mobile con una serie di partnership strategiche

- # #

Outbrain rafforza l’offerta mobile

Outbrain ha annunciato una serie di partnership strategiche con aziende specializzate in applicazioni mobile. Queste nuove collaborazioni permettono ai brand di monitorare e ottimizzare il rendimento delle campagne che hanno come obiettivo il download di App.

Grazie alle partnership della piattaforma premium di Discovery con TUNE, Adjust, AppsFlyer e Kochava, quattro aziende specializzate nella misurazione dei download di applicazioni, gli utenti possono ora visualizzare, all’interno di un’unica dashboard, tutti i download di App generati attraverso Outbrain. Questo permetterà ai brand di ottimizzare i costi di acquisizione (costo per installazione / CPI), così come misurare la redditività generata da ogni utente fornito da Outbrain.

“Con l’espansione del mercato della telefonia mobile e il crescente numero di App disponibili, i brand stanno incontrando sempre più difficoltà nell’ampliare il proprio database. Queste partnership, assieme alla nostra tecnologia e alla conoscenza degli interessi dell’audience, consentiranno ai brand di attirare nuovi utenti, permettendo così di ridurre i costi di acquisizione. Si tratta di un’offerta solida e complementare a quelle di Twitter e Facebook che hanno finora dominato il mercato”, ha affermato Amit Elisha, VP Products, Outbrain.

articoli correlati

AZIENDE

Outbrain, nuova partnership con Publicis Media Italy all’insegna del content marketing

- # # # #

Alberto Mari, Outbrain Italia

Outbrain e la Practice Content di Publicis Media Italy annunciano una partnership preferenziale volta a promuovere campagne di Content Marketing presso i clienti dell’agenzia. La collaborazione prevede l’implementazione, da parte della Practice Content di Publicis Media Italy, della API di Outbrain. In questo modo l’agenzia potrà creare campagne direttamente nel proprio sistema, con un notevole risparmio sui tempi di realizzazione, e testare varie combinazioni di titoli e immagini basate sul pubblico target e sui KPI dei propri clienti.
“Stiamo assistendo ad un aumento significativo del budget che i brand destinano al Content Marketing e di conseguenza alla Native Advertising” commenta Alessandro Tomaiuolo, Content Lead – La tecnologia e i prodotti innovativi sono la chiave per cavalcare i trend futuri. Outbrain da un lato, ed il grande lavoro svolto dal nostro team dall’altro, ci consentono di ottenere importanti risultati per i nostri clienti. Ora vogliamo investire ancora di più in Outbrain per aiutare i nostri clienti a raggiungere migliori obiettivi trattando di Content Marketing”.
Già nel corso del 2016, Publicis Media Italy e Outbrain hanno collaborato in diverse campagne di Content Marketing per i brand più importanti, ottenendo risultati positivi e supportando i marketer nel raggiungimento dei propri obiettivi in termini di KPI. “Siamo molto soddisfatti di avviare questa collaborazione con Publicis Media, una delle più influenti media agency in Italia – ha dichiarato Alberto Mari, Country Manager di Outbrain Italia. Il team di Publicis ha compreso perfettamente il valore della nostra tecnologia per quei clienti che abbiano l’obiettivo di veicolare una audience qualificata verso i propri contenuti, coinvolgerla oppure ottenere conversioni. Con l’implementazione della nostra API, il team di Publicis potrà operare sempre più speditamente utilizzando i nostri prodotti e le nostre soluzioni”.

articoli correlati

MEDIA

Melascrivi.com e Outbrain partner per il content marketing delle PMI italiane

- # # #

melascrivi

Melascrivi.com, una delle principali piattaforme per autori freelance (oltre 13000 contenuti realizzati a novembre 2016) e Outbrain, tra le maggiori piattaforme di content discovery al mondo, annunciano oggi una partnership preferenziale con l’obiettivo di portare un’offerta completa di Content Marketing ai clienti Melascrivi, che a sua volta ora può offrire, oltre alla produzione di tutti i tipi di contenuti editoriali per siti magazine, e-commerce e brand, anche la possibilità di distribuirli grazie alle API di Outbrain.

“La creazione e la pubblicazione di contenuti di qualità sul sito o sui profili social aziendali è solo metà del lavoro”, spiegaPasquale Silvi, responsabile sviluppo commerciale di Melascrivi. “Negli ultimi 3 anni la sfida dei marketer è stata aumentare il numero di utenti raggiunti da un contenuto di qualità, senza aspettare il SEO. L’utilizzo di Outbrain ci consente ora, tramite la piattaforma di Melascrivi.com, di offrire ai nostri clienti una soluzione potente per distribuire i loro contenuti su un ampio network di siti premium”.

Il Network Outbrain gestisce circa 250 miliardi di raccomandazioni personalizzate di contenuti ogni mese per mezzo miliardo di utenti unici in tutto il mondo. In Italia conta su un network che comprende alcuni tra i migliori publisher.

“Outbrain ha sempre incoraggiato la creazione di contenuti di qualità, che portano valore ai lettori e in grado di creare un rapporto di fiducia tra il brand e il suo pubblico. La creazione di contenuti interessanti è il modo più efficace per i brand di raggiungere i propri obiettivi tramite il content marketing”, aggiungeAlberto Mari, Country Manager di Outbrain Italia (nella foto). “Melascrivi è pienamente in linea con questo modo di operare ed è per questo che siamo molto felici di averli tra i nostri partner”.

 

articoli correlati

MOBILE

#IABMOBILE16 La vision di Outbrain

- # # #

Abbiamo intervistato allo IAB Seminar dedicato al Mobile Alberto Mari, Country Manager di Outbrain Italia, la piattaforma di content reccomendation.

articoli correlati

MEDIA

Outbrain acquisisce Revee e lancia Automatic Yeld per gli editori

- # # # # # #

Outbrain acquisisce Revee

Outbrain, la piattaforma di content recommendation, annuncia l’acquisizione di Revee, società di soluzioni tecnologiche che fornisce agli editori strumenti per tenere traccia, in tempo reale, del valore economico di un contenuto editoriale. Integrando la tecnologia di Revee, Outbrain lancia Outbrain Automatic Yield, una soluzione di raccomandazione contenuti che consente agli editori una migliore monetizzazione dell’audience grazie a un’analisi in tempo reale delle performance di ogni singolo contenuto.

Time Inc. è il primo media partner a implementare Outbrain Automatic Yield e inizierà a utilizzare la soluzione su Fortune ed Entertainment Weekly, due delle sue property principali negli Stati Uniti.

“L’aumento delle piattaforme social e la diffusione degli ad block, stanno mettendo a dura prova il core business degli editori”, ha dichiarato Yaron Galai, CEO di Outbrain. “Grazie a questa acquisizione, Outbrain potrà fornire alle aziende media la tecnologia e i dati di cui hanno bisogno per monitorare il valore di tutti i contenuti in tempo reale, massimizzare i flussi dei ricavi e far crescere la loro audience”.

Andy Blau, Senior Vice President e Group General Manager di Time Inc., ha aggiunto: “Siamo lieti di lavorare con un partner tecnologico come Outbrain perché ha compreso l’importanza della nostra relazione con i consumatori che avviene attraverso contenuti premium. Le ultime innovazioni di Outbrain concorrono ad aumentare il valore dei nostri asset editoriali. Generare ricavi attraverso la personalizzazione dei contenuti è un’operazione complessa ma Outbrain è in grado di fornirci strumenti semplici ed efficaci per farlo”.

Con Outbrain Automatic Yield, per la prima volta, gli editori possono misurare in tempo reale il valore dei ricavi generati dai loro contenuti. Integrando la tecnologia – in attesa di brevetto – di Revee nella propria piattaforma, Outbrain risolve uno dei problemi principali che gli editori digitali stanno affrontando sin dal principio: collegare la programmazione dei contenuti e la distribuzione dei ricavi usando un’unica soluzione tecnologica.

“Gli editori stanno affrontando serie difficoltà nel tentativo di continuare a far crescere il loro pubblico”, ha affermato Matt Crenshaw, Vice President Product Marketing di Outbrain. “Facebook, da Gennaio a Febbraio dello scorso anno, ha portato il 32% di traffico in meno verso gli editori, mentre Google e altri canali inbound stanno diventando sempre più competitivi. Gli editori si trovano quindi in un momento di sofferenza e hanno bisogno di trovare nuovi strumenti di controllo dei ricavi. Con Outbrain Automatic Yield abbiamo creato una soluzione semplice per gli editori affinchè acquisizione di traffico redditizio, personalizzazione dei contenuti e profittabilità possano lavorare insieme in tempo reale”.

Le società media erogano diversi tipi di campagne pubblicitarie con modalità di flight e parametri di targeting differenti: queste combinazioni possono provocare pesanti fluttuazioni del valore di una pagina o di un video, anche nell’arco di una sola giornata. Analizzando i risultati dei primi test, Outbrain ha rilevato che il valore di un singolo contenuto può fluttuare anche del 262% nel corso di poche ore. Isolando in tempo reale il valore di una pagina o di un video e indirizzando il contenuto verso utenti interessati, Outbrain fornisce agli editori un modo del tutto nuovo per generare ricavi che non esisteva in precedenza.

“Non è più possibile pensare di gestire la distribuzione di contenuti e la redditività degli editori in modo separato”, sostiene Galai. “Questa acquisizione è un preciso segnale del percorso di evoluzione intrapreso dalla nostra piattaforma che è in grado di rispondere alle esigenze dell’audience e, nello stesso tempo, di far fronte alla domanda sempre più impellente di profittabilità dei publisher, in tempo reale”.

Oltre agli Stati Uniti, Outbrain sta pianificando il roll-out della soluzione nel Regno Unito, in Israele, Francia, Italia e in altri importanti paesi già nelle prossime settimane. Al programma di lancio della versione beta statunitense partecipano altri partner tra cui Fox (Fox News e Fox Business) e Rodale.

articoli correlati

MEDIA

Custom Audience, nuova soluzione di retargeting lanciata da Outbrain

- # # #

alberto mari, custom audience

Outbrain, la piattaforma di content discovery con oltre 557 milioni di visitatori unici al mondo ogni mese, annuncia il lancio di Custom Audience, la soluzione tecnologica che consente ai brand di distribuire i propri contenuti su tutto il network di Outbrain (63% di reach in Italia) esclusivamente a quelle persone che hanno già mostrato interesse nei loro prodotti o servizi.

Custom Audience permette così di dare impulso alle attività di retargeting distribuendo contenuti rilevanti in modo fluido e rapido indirizzati verso un target preciso: diventa quindi più facile raggiungere gli utenti che hanno visitato l’home page di un inserzionista, che si sono iscritti alla sua newsletter o che si sono informati su uno dei suoi prodotti ma che non hanno portato a termine un acquisto.

“Con Custom Audience, Outbrain compie un ulteriore passo avanti nel perfezionamento delle capacità di targeting”, spiega Alberto Mari (nella foto), country manager di Outbrain in Italia, “introducendo nel mercato una potente soluzione: gli inserzionisti oggi possono focalizzare i propri investimenti su un’audience ben definita con contenuti specifici creati o selezionati appositamente per tenere viva la conversazione con gli utenti e per condurli all’acquisto. I primi test beta hanno evidenziato un notevole aumento dell’effettiva efficacia delle campagne che hanno utilizzato Custom Audience rilevando un tasso di conversione triplo rispetto alle campagne standard”.

articoli correlati

MEDIA

Alberto Mari (Outbrain) a IAB Forum: “Mobile ancora sottoutilizzato”

- # # #

Alberto Mari, Country Manager Italy Outbrain, a IAB Forum 2015: “Il  mercato è cresciuto del 10% quest’anno, ma esistono ancora grandi opportunità da sfruttuare. Ad esempio sul mobile, per cui le aziende faticano un po’ a trovare la giusta chiave di lettura in ottica di strategie di marketing”.

Continua qui…

articoli correlati

MEDIA

L’offerta di Outbrain si arricchisce con Native In-Feed

- # # # # # # #

Outbrain, la piattaforma di content discovery più grande al mondo, annuncia oggi il lancio di Native In-Feed, un prodotto che consente per la prima volta agli editori di usare la piattaforma di Outbrain per distribuire annunci native in-stream. I partner di Outbrain possono vendere le proprie campagne e utilizzare l’interfaccia utente e gli strumenti di Outbrain per distribuire in modo trasparente queste campagne al proprio pubblico.

“Outbrain rappresenta per gli editori un partner sempre più integrato che aiuta a massimizzare la reach e l’impatto della mole di contenuti distribuiti, compreso il native adv”, ha detto Matt Crenshaw, VP Product Marketing di Outbrain. “Gli editori sono sopraffatti dalla quantità di terze parti che offrono la possibilità di servire annunci nativi. Da oggi è possibile usare Native In-Feed per semplificare le operazioni affidandosi a un unico partner di fiducia. Questa nuova soluzione, che apre ulteriormente la nostra piattaforma e consente agli editori di servire i propri annunci nativi attraverso Outbrain, è un altro segno di come siamo sempre più profondamente radicati all’interno delle organizzazioni dei nostri partner”.

Native In-Feed rappresenta l’ultima novità in termini di offerta di Outbrain che si sta trasformando in una piattaforma poliedrica che garantisce ai brand e agli editori l’ottimizzazione della propria programmazione di contenuti sul web. Il nuovo strumento sfrutta l’insuperabile e crescente quantità di dati di Outbrain sul comportamento degli utenti online, che includono più di mezzo miliardo di visitatori unici in tutto il mondo.

Native In-Feed costituisce un’integrazione della tecnologia esistente di Outbrain e consente agli editori di distribuire facilmente campagne pubblicitarie native, contando sulla rete premium di Outbrain per sfruttare gli spazi invenduti. La soluzione funziona con tutti i tipi di contenuto che vengono distribuiti con fluidità all’audience su mobile, tablet e desktop.

articoli correlati

AZIENDE

Italiaonline entra nel network di editori premium di Outbrain

- # # # # # # #

Outbrain, la piattaforma di content discovery più grande al mondo*, annuncia  l’ingresso di Italiaonline nel proprio network di partner premium.

Italiaonline è la internet company italiana a cui fanno capo, tra gli altri brand, i portali Libero e Virgilio. Aggregando i dati di questi ultimi, la società registra numeri da record: 56% del market reach; 15,3 milioni di utenti unici al mese; 2,5 miliardi di page view mensili; 11,2 milioni di account mail attivi**. Fanno parte di Italiaonline anche i web magazine Di·Lei, TotalTech, QuiFinanza, SportStadio, MotorLife e SiViaggia, l’utility 1254, la piattaforma video ViTV, oltre alle concessionarie di web advertising nazionale e locale. Una realtà, quindi, che permette ad Outbrain di poter far leva su contenuti di qualità capaci di intercettare nuovi utenti alla ricerca di storie, articoli e news di approfondimento su qualsiasi tema di interesse: dall’attualità allo sport, dal life style, al mondo finanziario, ai viaggi.

La tecnologia all’avanguardia di Outbrain, grazie alla soluzione Outbrain Amplify, guiderà il lettore alla scoperta dei contenuti più rilevanti – testuali e multimediali – grazie all’integrazione di link personalizzati e consigliati all’interno delle pagine editoriali nelle sezioni “Potrebbe interessarti anche” su ogni tipo di device: desktop e mobile.

Alberto Mari, Country Manager di Outbrain Italia (nella foto) dichiara: “Il content marketing si sta affermando come strumento strategico per entrare in contatto con nuovi lettori: i brand si stanno accorgendo che l’attenzione dell’utente online è sempre più focalizzata sul contenuto. Quindi veicolare i contenuti giusti all’audience giusta è un fattore cruciale per stabilire un nuovo e più profondo rapporto con il consumatore finale. Con Italiaonline diffonderemo link di approfondimento e di intrattenimento di grande valore per gli utenti”.

Domenico Pascuzzi, Portal and Local Marketing Manager di Italiaonline, spiega: “I primi test realizzati con Outbrain hanno portato risultati estremamente interessanti in termini di engagement degli utenti, segno che l’introduzione di raccomandazioni di contenuto personalizzate incontra una effettiva domanda del pubblico. Inoltre Outbrain rappresenta una nuova e interessante fonte di revenue complementare ai canali tradizionali”.

* Outbrain raggiunge attualmente oltre 561 milioni di visitatori unici al mondo ogni mese (Fonte comScore Global Settembre 2014).
** Dati Audiweb media primo semestre 2014

articoli correlati

AZIENDE

Red Bull Media House, siglata la partnership con la piattaforma di content discovery Outbrain

- # # # # #

Red Bull Media House, l’agenzia media globale con sede a Salisburgo, ha siglato una partnership con Outbrain, piattaforma di content discovery, per coinvolgere ulteriormente la propria audience e amplificare la reach del proprio ampio portafoglio di contenuti online. Ad oggi, Red Bull Media House ha installato la tecnologia Outbrain sui siti RedBull.com in 12 paesi e in 5 diverse lingue per favorire scoperte e interazioni sulle piattaforme di sport, azione e lifestyle attraverso l’uso di raccomandazioni personalizzate in grado di far emergere i contenuti più interessanti, divertenti e autentici per ogni tipo di audience.
Facendo leva sulla tecnologia proprietaria di Outbrain, l’implementazione ha avuto l’obiettivo di condurre traffico di qualità e rafforzare l’awareness di RedBull.com verso il target di elezione: gli young adult. Inoltre, le due società stanno collaborando per analizzare le abitudini di consumo di contenuto attraverso desktop, tablet e mobile, consentendo di tracciare un’immagine complessiva del coinvolgimento attraverso video e articoli presenti nell’ampia biblioteca di contenuti online dell’agenzia media.
Simon Edelstyn, Managing Director di Outbrain in Europa, ha affermato: “Red Bull Media House vanta un impegno ormai pluriennale nel realizzare contenuti autentici e d’intrattenimento, creati per influenzare e affascinare il pubblico. Outbrain è lieta di essere partner di Red Bull Media House e fornire la tecnologia per aiutare ad amplificare la reach dei suoi contenuti, e per distribuire al meglio la storia giusta per l’audience giusta al momento giusto”.
Outbrain è stata la prima azienda a lanciare sul mercato una piattaforma di content discovery nel 2006 e da allora è leader di mercato. Outbrain supporta l’editoria digitale nel mondo e fornisce raccomandazioni di contenuti attraverso un vasto network di premium publisher tra cui: The Guardian, The Telegraph, CNN, Sky News, Future Publishing, the Express Group, e Le Monde. L’impronta globale di Outbrain si estende in diversi mercati tra cui Italia, U.S., UK, Francia, Giappone, India e Brasile.
Outbrain continua la sua salda direttrice di crescita e fornisce oltre 180 miliardi raccomandazioni di contenuto personalizzate ogni mese. Outbrain raggiunge oltre 553 milioni di visitatori unici a livello globale, secondo i dati ComScore, e ha superato Facebook in termini di reach in mercati significativi quali U.S. e Germania.

articoli correlati