NUMBER

La total digital audience di Ottobre 2018. I dati della rilevazione di Audiweb

- # # # #

ottobre 2018

Audiweb rende disponibili oggi i dati relativi alla total digital audience di Internet per il mese di ottobre 2018: i numeri si mantengono stabili rispetto al mese precedente, con 42,7 milioni di utenti unici, online per 76 ore e 40 minuti, pari a tre giorni e 4 ore circa complessivi.

 

Nel giorno medio sono state 33,4 milioni le persone che si sono collegate a internet almeno una volta: 28 milioni da smartphone, 11,9 milioni da computer e/o 5,4 milioni da tablet.

Chi ha navigato lo ha fatto complessivamente per circa 3 ore e 10 minuti in media al giorno, facendolo via smartphone per 2 ore e 53 minuti in media per persona, meno dagli altri device rilevati (1 ora e 17 minuti da computer e 1 ora 3 e 40 minuti da tablet).

Le donne dedicano a internet circa 3 ore e mezza nel giorno medio, mezz’ora in più rispetto agli uomini. Tra la popolazione maggiorenne risulta che quasi tutte le fasce restano online per oltre 3 ore e 20, lasciando un po’ più indietro i 55-64enni, che nel giorno medio ad ottobre hanno dedicato a internet 2 ore e 50 minuti, e gli over 64, con 2 ore e 10 minuti di navigazione al giorno.

 

Anche dal punto di vista demografico, nel giorno medio ad ottobre resta confermato lo stesso livello di distribuzione: i 18-34enni hanno navigato nell’85% dei casi, i 45-54enni nell’81% dei casi, i 35-44enni nel 77,7% dei casi e la popolazione più matura, tra i 55 e i 64 anni, nel 67,4% dei casi, mentre gli over 64 sono meno presenti con solo il 25% della popolazione di questa fascia, navigante nel giorno medio.

articoli correlati

NUMBER

Gennaio-ottobre 2019: gli investimenti crescono del 2,1% secondo Nielsen

- # # # #

gennaio-ottobre

Il mercato degli investimenti pubblicitari in Italia chiude il mese di ottobre con un segno lievemente positivo, a +0,8% (-1,4% senza search e social), portando il periodo cumulato del 2018 a +2,1% rispetto allo stesso periodo del 2017. Se si esclude dalla raccolta web la stima Nielsen sul search e sul social, l’andamento nel periodo gennaio-ottobre è sostanzialmente stabile, a -0,2%.

“Il mese di ottobre si chiude in leggera crescita, sul mercato generale: il +0,8% va letto come una sostanziale tenuta degli investimenti a ottobre, in una situazione di mercato caratterizzata dal clima di incertezza economica dovuto al braccio di ferro dell’Italia con la UE”, spiega Alberto Dal Sasso, AIS Managing Director di Nielsen. “Se l’andamento degli ultimi due mesi dell’anno fosse in parità, la raccolta pubblicitaria per il 2018 chiuderebbe con una crescita del +1,7%, come avevamo previsto. Ad oggi non vediamo segnali che possano smentire queste previsioni”.

Relativamente ai singoli mezzi, la TV a ottobre cala del -1,7%, portando la variazione del periodo cumulato a +0,8%. Segno negativo per i quotidiani, che nel singolo mese calano del -4,2% e consolidano il periodo gennaio-ottobre a -5,5%. Stesso andamento per i periodici, sia a ottobre che nel periodo cumulato, con cali rispettivamente del -7,5% e del -8,7%. In crescita la radio (+2,2%) che chiude la raccolta nei dieci mesi a +5,1%. Sulla base delle stime realizzate da Nielsen, la raccolta dell’intero universo del web advertising chiude il periodo cumulato in positivo a +8,2% (+4,3% se si escludono il search e il social). In crescita il cinema (+11,8), il transit (+13,1%) e la Go TV (+15,8%). Rimane in calo l’outdoor (-10,5%).

Per quanto riguarda i settori merceologici, se ne segnalano 13 in crescita, con un apporto di circa 147 milioni di euro. Per i primi comparti del mercato si registrano andamenti differenti nel periodo gennaio-ottobre. Alla buona performance di bevande e alcoolici (+10,2%), distribuzione (+2%) e media e editoria (+12,8%), si contrappongono i cali di toiletries (-18,3%), abbigliamento (-5,9%) e telecomunicazioni (-6,3%).

Tra gli altri settori che contribuiscono alla crescita, continua l’andamento positivo del tempo libero (+31,5%), servizi professionali (+18,9%) ed elettrodomestici (+18,6%). Relativamente all’andamento nel singolo mese di ottobre, buone performance per cura persona (+10,5%) e industria/edilizia/attività (+21,1%).

articoli correlati

NUMBER

Audiweb: total digital audience a ottobre 2017. Online 33,1 milioni di italiani di età minima 2 anni

- # # #

audiweb italiani

Ad ottobre risultano 33,1 milioni gli utenti unici online, il 60,3% degli italiani dai 2 anni in su, collegati complessivamente per 57 ore e 11 minuti in media per persona, pari a circa 2 giorni e 9 ore. Lo comunica Audiweb, che ha pubblicato oggi il nastro di programmazione del mese. Da dati emerge che hanno navigato da mobile (smartphone e/o tablet) 29,5 milioni di italiani (il 67,2% della popolazione di 18-74 anni) e 26 milioni anche o solo da computer (il 47,4% della popolazione di 2+ anni).

La total digital audience nel giorno medio ha raggiunto 24,9 milioni di utenti unici, il 45,4% degli italiani di 2+anni che si sono collegati almeno una volta nel giorno medio da mobile (smartphone e/o tablet) e/o da PC, registrando una permanenza online di 2 ore e 14 minuti in media per persona.
Nel mese di ottobre erano online nel giorno Il 45,1% degli uomini (12,3 milioni) e il 45,7% delle donne (12,6 milioni).

Nel giorno medio le donne hanno navigato per circa 2 ore e 27 minuti, 16 minuti in più rispetto agli uomini, così come i giovani dai 18 ai 34 anni, mentre il tempo online tende ad essere leggermente inferiore per i 35-54enni e di poco meno di 2 ore (un’ora e 56 minuti) per i 55-74enni.
Inoltre, dai dati sul tempo speso online attraverso i device rilevati, risulta che ad ottobre il 78,5% del tempo complessivo dedicato alla navigazione è stato generato dalla fruizione da mobile.

Dal dettaglio sulle fasce d’età, risultano online nel giorno medio il 63,1% dei 18-24enni (2,6 milioni), il 65,3% del 25-34enni (4,5 milioni), il 63,7% del 35-54enni (11,6 milioni) e il 38,6% dei 55-74enni (5,6 milioni).
Per quanto riguarda la provenienza geografica degli utenti online, nel giorno medio risultavano online il 48% degli italiani dell’area Nord Ovest (6,8 milioni), il 47,8% dell’area Nord Est (4,3 milioni), il 44,8% del Centro (4,3 milioni) e il 42,8% dell’area Sud e Isole (9,3 milioni).

Per quanto riguarda i dati di consumo dei contenuti disponibili online, ad ottobre la sottocategoria dei servizi e applicazioni dedicati alla ricerca di contenuti online (Search) raggiunge il 92,6% degli utenti online nel mese, mentre raggiungono almeno l’81% dell’audience online mensile le sotto-categorie dei portali generalisti (general interest portals & communities con l’85,6% degli utenti), dei servizi e strumenti online (l’85,1% degli utenti per la categoria “Internet Tools / Web Services”), ai Social Network (Member Communities con l’84,6% degli utenti) e di contenuti video (“Video/Movies” con l’81,1% degli utenti).
Continuano a catturare l’interesse degli utenti la sotto-categorie dedicata ai servizi di messaggistica da mobile (sotto-categoria “Cellular/Paging”, con il 75,8% degli utenti online nel mese), i siti dedicati alla gestione delle email (74,5% degli utenti) e i siti di ecommerce (“Mass merchandiser”, con il 72,2% degli utenti).

articoli correlati

NUMBER

Nielsen: autunno di bonaccia. Ma l’area allargata cresce del 3,8% nei dieci mesi

- # # # #

neilsen, investimenti, tv,

I primi dieci mesi dell’anno vedono il mercato degli investimenti pubblicitari raggiungere un +2,0% a valore rispetto allo stesso periodo del 2015. In ottobre, invece, la raccolta è in calo dell’1,7%. Se però si aggiungesse a tale valore anche la stima sulla porzione di web attualmente non monitorata da Nielsen (principalmente search e social), il mercato chiuderebbe il mese di ottobre a +0,9% e il periodo consolidato in crescita del 3,8%. Lo ha reso noto la consueta rilevazione mensile dell’istituto di ricerca.

“Autunno di bonaccia per il mercato: nulla di imprevisto da parte degli operatori”, ha commentato Alberto Dal Sasso, TAM e AIS Managing Director di Nielsen. “Sicuramente l’incertezza generale nel Paese e di una Europa in attesa di tornate elettorali rilevanti ha giocato e gioca un ruolo importante. Non dimentichiamo gli aspetti più tecnici e propri delle dinamiche del mercato della comunicazione tipici dei periodi successivi agli eventi “clou”. La TV sta vivendo un fermento generale e si dimostra più resiliente anche in autunno, così come i colossi del web di oltre oceano stando alle stime interne di Nielsen. L’anno scorso avevamo avuto un novembre piatto e un dicembre interessante: confrontandoci con questi andamenti, l’anno non dovrebbe discostarsi da quel 3% che avevamo previsto e che si va confermando”.

Relativamente ai singoli mezzi, la tv a ottobre cresce del 3,1%, chiudendo il periodo cumulato a +6,4%. Sempre in segno negativo la stampa: quotidiani e periodici calano nel singolo mese rispettivamente del 15,0% e del 4,1%, attestandosi nei dieci mesi a -7,2% e -3,8%. A causa di un ottobre negativo (-2,8%), nel periodo gennaio-ottobre la radio riduce l’incremento della raccolta a + 0,2%.

La crescita di internet è dovuta principalmente agli investimenti in search e social: sulla  base del perimetro attualmente monitorato in dettaglio, infatti, Nielsen rileva un decremento del web del 2,8%% nel periodo cumulato e un calo del 5,6% a ottobre. Tuttavia, allargando il perimetro all’intero universo del web advertising, la raccolta nei dieci mesi chiude a +8,0%.

Nonostante l’andamento negativo per il cinema a ottobre, il mezzo continua ad assestarsi in terreno positivo nel periodo cumulato, crescendo del 2,8%. Il transit risente ancora della presenza di Expo nel confronto con i mesi corrispondenti del 2015, a differenza della GoTv che torna in positivo. I due mezzi si attestano rispettivamente a -8,8% e -4,4% nel periodo gennaio-ottobre. In lieve segno negativo l’outdoor (0,7%).

“Cominciamo a guardare al prossimo anno con fiducia”, sottolinea Dal sasso, “anche se il clima di incertezza, influenzato soprattutto dalla fragile stabilità politica in Italia e non solo, non sembra dissolversi, tra previsioni di flebile ripresa del PIL e possibili nuove elezioni. Sarà importante valutare i primi mesi del 2017 come significativo indicatore del termometro degli investimenti”.

Per quanto riguarda i settori merceologici, solo 8 hanno un segno negativo. Per i primi comparti del mercato, si registrano andamenti degli investimenti differenziati nel periodo gennaio – ottobre: crescono le telecomunicazioni (+7,8%), la distribuzione (+13,7%) e i farmaceutici/sanitari (+11,1%), cui si contrappongono i cali della finanza (-12,2%) e dell’abbigliamento (-9,5%). Tra gli altri che contribuiscono alla crescita, si segnalano le buone performance del mercato delle automobili (+8,5%), industria/edilizia (+35,4%), turismo/viaggi (+7,9%), tempo libero (+16,8%), abitazione (+6,6%) e bevande (+4,2%).

articoli correlati

BRAND STRATEGY

“No show, no business”: dal 6 all’8 ottobre torna IF! Italians Festival

- # # # # #

IF!

Presentata ufficialmente ieri la terza edizione di IF! Italians Festival, il Festival della Creatività organizzato e promosso dall’Art Directors Club Italiano e ASSOCOM/PR HUB in partnership con Google, che tornerà per il terzo anno consecutivo al Teatro Franco Parenti di Milano da giovedì 6 a sabato 8 ottobre.

No show, no business” sarà il tema di quest’anno e i co-founders del Festival Emanuele Nenna (Vice Presidente ASSOCOM/PR HUB), Nicola Lampugnani (Vice Presidente ADCI), Davide Boscacci e Alessandra Lanza (nella foto, da sx), affiancati da Dino Lupelli (Elita), responsabile Programmazione e Entertainment di IF! 2016, stanno lavorando alla definizione di un ricco programma di tre giorni con l’obiettivo di far incontrare e aggiornare il mondo delle aziende e dei professionisti della pubblicità in Italia, ma anche per intrattenere un pubblico allargato di studenti, curiosi e appassionati della creatività multidisciplinare.

Numerose le novità di quest’anno: dai nuovi format “IF! Learning Lunch”, incontri e conversazioni informali alla presenza di ospiti d’eccezione e esperti di comunicazione, “IF! Short List Party”, il party che nella serata inaugurale celebrerà la migliore creatività italiana con l’esposizione delle short list degli ADCI Awards 2016, e “IF! From Profit to Non Profit” che darà ampio spazio al tema del sociale all’interno del Festival.
Rinnovata anche la partnership con la Berlin School of Creative Leadership, vera eccellenza mondiale nel campo della formazione, che –oltre a curare una nuova Masterclass di 2 giorni (16 ore) riservata profili di alto livello, proporrà il suo nuovo format innovativo “90’ of Creative Leadership”, cinque mini-master alcuni dei quali creati specificatamente per profili del marketing aziendale, che nei prossimi giorni debutterà al Cannes Lions Festival.

Mentre torneranno al Teatro Franco Parenti alcuni dei format collaudati come la “Director’s Battle”, “Nella Gabbia dei Leoni” e “10 domande scomode a…” che nell’edizione passata ha visto la partecipazione del fotografo Oliviero Toscani. Ed è confermato il Seven Day Brief, la competition promossa da ADCI in collaborazione con Google e riservata ai giovani creativi tra i 18 e i 28 anni, che si propone di stimolare e valorizzare la creatività dei giovani e premiare la migliore campagna pubblicitaria realizzata per YouTube. Sette giorni di tempo per creare un video per promuovere una ONG, caricarlo sul canale www.youtube.com/italiansfestival e partecipare al concorso realizzando ‘una campagna video che nessuno avrà mai il coraggio di skippare’.

Tra i primi ospiti che hanno confermato la loro presenza: il pluripremiato creativo brasiliano Jamie Mandelbaum, Chief Creative Officer di Young&Rubicam Europe; il compositore pubblicitario e cinematografico Philip Abussi; il  direttore artistico e produttore olimpico Marco Balich e la costumista Silvia Aynomino, che saranno di ritorno dalle Olimpiadi di Rio; lo stand-up comedian di Comedy Central Saverio Raimondo che sarà protagonista di uno speech sull’umorismo in coppia con Sergio Spaccavento, autore radiotelevisivo e direttore creativo esecutivo di Conversion; il sound designer, produttore musicale e dj Painè Cuadrelli, figura di riferimento nella scena della musica elettronica italiana; e la belga Katrien Bottez, Executive Creative Director dell’agenzia indipendente Famous, che quest’anno presiederà la giuria dell’edizione 2016 degli ADCI Awards.

Per partecipare alla terza edizione di IF! Italians Festival, dal 16 giugno al 16 luglio sono in vendita esclusivamente sul sito ufficiale gli abbonamenti/3 Days Tickets early bird al costo di 25 euro (con un ulteriore sconto a 15 euro per i primi 100 pass acquistati) dopodiché il pass unico per le tre giornate del Festival avrà un costo di 35 euro (eccetto per gli studenti, i soci Adci e Assocom che godranno della promozione fino ad ottobre). Mentre da quest’anno sarà possibile acquistare un ticket per la giornata singola del Festival al costo di 15 euro.
L’early bird comprende anche la due giorni di Masterclass curata dalla Berlin School of Creative Leadership ad un costo promozionale (che comprende anche il pass d’ingresso al Festival) di 1.000 euro fino al 16 luglio.

 

articoli correlati

AZIENDE

A ottobre lo IAB Seminar dedicato a Programmatic e Data Fusion

- # # # # #

Si sono aperte le iscrizioni a “The New Programmatic and Data Fusion”, il terzo IAB Seminar del 2015 dopo quelli sul Native e sul Pharma, in calendario martedì 13 ottobre al MiCo – Milano Congressi Ala Nord.
Dopo il successo dei primi due appuntamenti, continua l’impegno di IAB Italia nella promozione della cultura digitale, grazie a un momento in grado di offrire formazione di alto livello e orientata al business per supportare i protagonisti del settore.
Il Seminar ospiterà esperti nazionali e internazionali che si confronteranno sulle migliori strategie di business di un trend che sta indiscutibilmente cambiando il volto dell’advertising online, promettendo maggiore efficienza nella catena del valore della pubblicità interattiva.
Sarà, quindi, l’occasione per approfondire le diverse opportunità offerte dal Programmatic, dei suoi vantaggi, dei campi di applicazione e degli strumenti a disposizione dei professionisti. Attraverso l’analisi di best practice e scenari di mercato, saranno approfonditi i risultati e i futuri obiettivi. In particolare, un rappresentante di IAB US porterà la testimonianza di un mercato più maturo e ricco del nostro.
Anche per questo appuntamento è confermato il format guidato da Marco Montemagno, Founder SuperSummit, che si basa su fireside chat e una maggiore interazione con il pubblico, anche attraverso i canali social e l’hashtag dedicato #iabprogrammatic15.
Platinum Sponsor dell’appuntamento sono Dentsu Aegis Network, RadiumOne, Rocket Fuel, Sky e Teads. Gold Sponsor sono AppNexus, ComScore, GroupM, PubMatic, Quantcast, Rubicon e Webranking. Yahoo è Silver Sponsor.

articoli correlati

NUMBER

Audiweb: a ottobre sono stati 28,8 milioni gli utenti unici di Internet in Italia

- # # # #

Sono stati diffusi oggi i dati Audiweb relativi ad ottobre 2014. La total digital audience del mese è risultata essere costituita da 28,8 milioni gli utenti unici mentre sono 21,5 milioni coloro che si sono collegati a internet nel giorno medio.

A titolo di raffronto, ricordiamo che la prima total digital audience rilevata, relativa al primo trimestre 2014, registrava 19,8 milioni di utenti nel giorno medio.
Sempre a ottobre, invece, sono stati 19 milioni gli utenti unici (18-74 anni) che hanno navigato su internet almeno una volta nel mese da device mobili (smartphone e tablet), collegati per 43 ore e 36 minuti per persona. Nel giorno medio i “surfer” mobili hanno raggiunto i 16,6 milioni, con unn tempo medio online di 1 ora e 37 minuti a testa, a fronte di un accesso alla rete da desktop che ha registrato 12,9 milioni di utenti (dai 2 anni in su), collegati in media per 1 ora e 10 minuti.
Guardando invice alla suddivisione per età e gender, si nota nel giorno medio ad ottobre risultano online 11,5 milioni di uomini (il 42,7% degli uomini dai due anni in su) e 10 milioni di donne (il 37% delle donne). Queste ultimo hanno però dedicato più tempo alla fruizione di internet da mobile (1 ora e 46 minuti) superando gli uomini che hanno fatto registrare 1 ora e 29 minuti di mobile web.
Ma è tra i giovani di 18-24 anni che si conferma ancor più la preferenza dei device mobili per accedere alla rete, con 2 ore spese online nel giorno medio da mobile e 56 ore e 45 minuti nel mese.

articoli correlati

AZIENDE

InternetDays apre le iscrizioni e svela il programma

- # # #

InternetDays (2 e 3 ottobre) ha presentato il programma della sua prima edizione che, nell’ambito della “Settimana della Comunicazione”, si pone l’obiettivo aiutare l’Italia a utilizzare la Rete come opportunità strategica per uscire dall’attuale crisi strutturale di molte aziende. Dopo aver ricevuto in questi giorni anche il patrocinio del Ministero dello Sviluppo Economico, Internet Days apre anche le iscrizioni: la registrazione avviene sul sito http://www.internetdays.it  compilando il modulo di registrazione apposito. L’ingresso e la partecipazione sono gratuiti. L’agenda, disponibile anch’essa sul sito, prevede due conferenze plenarie: la prima intitolata “The Global Digital Landscape” in cui si analizzano scenari, ispirazioni e visioni internazionali sul futuro, la seconda intitolata “L’Energia Digitale” dedicata alle prospettive, le opportunità, gli strumenti di crescita per le imprese italiane. Tra i relatori sono inoltre confermati i nomi di Robbie Douek (Head of mobile solutions Google SEEMEA, presente in videoconference), e di Benedetta Arnese Lucini (General Manager di UBER). Max Ciociola (President & CEO MusiXMatch) e Karen Nahum (Chief Digital Officer Humanitas) chiudono la seconda mattinata con il racconto di due “case history” aziendali incentrate sull’uso della tecnologia e della Rete legate rispettivamente al mondo dell’eccellenza in ambito sanitario (titolo dell’intervento: “Health goes digital”) e in quello musicale. MusiXmatch è infatti il più grande catalogo al mondo di “lyrics”, testi di canzone con più di 20 milioni di utenti al mondo che lo usano. Nel pomeriggio di giovedì 3 ottobre, a conclusione dell’evento e nelle aule dei workshop, 7 Università sono state invitate a presentare i propri corsi per tutti coloro che vogliono una formazione di alto livello nel settore digitale: lo IED (Istituto Europeo del Design), la Domus Academy, la Scuola Normale Superiore di Pisa, l’Università Bocconi, lo Iulm (Libera Università di Lingue e Comunicazione), l’Almed (Alta Scuola in Comunicazione e Spettacolo dell’Università Cattolica), il Naba (Nuova Accademia di Belle Arti) spiegano i temi e i programmi dei Master e dei Corsi di specializzazione per chi vuole aumentare il livello della propria preparazione professionale

articoli correlati