MEDIA

La Martina propone la Polo experience in 3D grazie a Rekall

- # # # # # # #

La Martina

Grazie alla collaborazione con Rekall VR, prima virtual company italiana e divisione interna dell’agenzia milanese Orange Media Lab, il brand argentino La Martina ha cercato di avvicinare il grande pubblico al polo coinvolgendolo in modo inusuale e divertente: ha trasportato l’utente direttamente su un campo di gioco professionistico grazie alla tecnologia VR, facendogli vivere in prima persona un’esperienza unica. Rekall VR, infatti, ha raccolto la sfida di La Martina ideando e realizzando un video a 360 gradi di grande impatto.

L’agenzia social del brand ha raccontato la “Polo Experience” dal punto di vista privilegiato degli otto giocatori in campo e in tutte le sue fasi, dalla vestizione ai momenti di gioco. Potenza e agilità dei cavalli, classe e visione di gioco dei giocatori, eleganza dei capi La Martina applicata a uno sport di contatto in cui il fattore del rischio non è secondario, in uno scenario suggestivo nel cuore delle valli toscane presso il Relais la Martina. È questo ciò che si percepisce entrando nella dimensione virtuale del video 360 disponibile qui.

“Un tale progetto era quasi tecnicamente irrealizzabile per problematiche relative alla stabilizzazione delle camere e ai repentini cambi di direzione. Ma con alcuni accorgimenti e molti tentativi abbiamo ottenuto un ottimo risultato”, ha commentato Alessandro Fabozzi, CEO di Rekall VR (nella foto). “Siamo orgogliosi di poter collaborare con un brand di caratura internazionale come La Martina, mettendogli a disposizione il meglio della nostra innovazione tecnologica nel campo della realtà virtuale”.

“La Martina ha scelto di affidarsi a un’agenzia giovane ma che ha saputo distinguersi nel mercato per le proprie abilità tecnologiche di virtual reality. Abbiamo così deciso di aprirci alla sperimentazione di nuove e coinvolgenti tecniche di comunicazione, collaborando a un progetto innovativo e dal respiro internazionale”, ha affermato Enrico Roselli, CEO La Martina Europe.

articoli correlati

TECH & INNOVATION

Rekall e Ultràchic portano la realtà virtuale made in Italy alla Arab Fashion Week di Dubai

- # # # # # #

Rekall VR

Rekall VR, virtual reality company italiana di Orange Media Lab, è sbarcata alla Arab Fashion Week di Dubai, tenutasi poche settimane fa, con un progetto innovativo di sfilata immersiva a 360 gradi per l’esclusivo brand di alta gamma Ultràchic.

È grazie alla creatività del proprio team nell’utilizzare le innovative tecniche di ripresa e di montaggio proprie della virtual reality, che la divisione dell’agenzia milanese ha fatto vivere la magia di una sfilata dal punto di vista di una modella del prestigioso brand, dalla prova vestito fino al relax post passerella, in sei scene in contemporanea con anche una sorpresa finale che ha stupito il pubblico radunato per l’occasione.

“Il principale motivo per cui Ultràchic è rimasta colpita da Rekall è stata la nostra voglia di sperimentare e innovare, che ci ha portati a essere coinvolti nella Arab Fashion Week”, commenta Alessandro Fabozzi, CEO e Fondatore di Orange Media Lab, alla guida di Rekall. “Infatti, mai prima d’ora erano stati proposti, in questo contesto, questa nuova tecnologia, ma soprattutto questo nuovo modo di interpretare i contenuti”.

L’esperienza ha permesso all’agenzia milanese di confermare le potenziali sinergie e l’interesse del mondo del fashion verso la virtual reality. Il mondo della moda è molto funzionale al business di una realtà come Rekall, la cui offerta creativa innovativa e moderna può avvicinare al fashion un target tecnologico che, fino ad oggi, ne è rimasto molto distante.

Nell’orizzonte della virtual reality company non solo moda. Rekall è infatti tra le prime realtà italiane a lavorare anche sull’audio 360 gradi, con alcuni progetti in ambito musicale e in ambito real estate proprio a Dubai. “Gli sviluppi della VR sono molteplici – conclude Fabozzi – dal gaming (si pensi alla nuova Playstation VR), agli eventi, fino ad applicazioni in campo medico, come già sta avvenendo negli Usa”.

articoli correlati

MEDIA

Calciatori Brutti e Orange Media Lab lanciano il Fantaignorante, il nuovo format del fantacalcio

- # # # # #

Calciatori Brutti e Orange Media Lab lanciano il FantaIgnorante

C’era una volta il Fantacalcio, e c’è ancora. Oggi, però, nell’era dei social, dello sharing e del web, gli fa compagnia il FantaIgnorante, un modo totalmente digital per diventare fanta-allenatori di calcio. L’idea nasce dalla collaborazione tra la agenzia milanese Orange Media Lab, tra le più dinamiche del settore in Italia, e Calciatori Brutti, punto di riferimento dell’informazione sportiva “alternativa”. Con la diffusione del digitale, l’impatto di giochi come il Fantacalcio è diventato virale. Per questo motivo, per realizzare FantaIgnorante Calciatori Brutti si è affidata all’esperienza dell’agenzia, dando vita a un prodotto ironico, fresco e originale.

Il progetto, nato nella sua prima versione per gli ultimi Europei di calcio, raccogliendo oltre 100 mila iscritti in pochi giorni, è servito come fase “tester” e con l’inizio del campionato è partito il FantaIgnorante, per il quale l’agenzia ha sviluppato l’infrastruttura tecnologica, e di advertising, impostando addirittura anche tutti gli spazi commerciali del sito mettendo in campo l’ampia capacità innovativa caratterizzata dal team. “Siamo particolarmente orgogliosi di FantaIgnorante, poiché abbiamo creato un prodotto originale con le nostre migliori competenze tecnologiche e creative, partendo da un’idea tradizionale per svilupparla secondo le nostre skill e interpretando al meglio lo spirito alla base dell’idea”, commenta soddisfatto del risultato Alessandro Fabozzi, CEO e fondatore di Orange Media Lab.

articoli correlati

AZIENDE

Orange Media Lab presenta la prima VR made in Italy: ecco Rekall

- # # # # #

Orange Media Lab presenta la prima VR made in Italy: ecco Rekall

Immersività, esperienza a 360 gradi, virtual reality: espressioni e concetti che sempre più spesso sono utilizzati nel mondo digitale. Una delle maggiori realtà dedicate a questi futuristici concetti è Rekall VR, prima virtual reality company italiana, nata nel 2016 come divisione di Orange Media Lab, agenzia milanese di digital marketing ed eventi. Rekall VR ha come mission l’ideazione e la realizzazione di contenuti in virtual reality, partendo dal concept fino alla declinazione finale del contenuto sui vari canali e sul territorio.
Con la creazione di Rekall VR, Orange Media Lab si posiziona come una delle prime agenzie di comunicazione europee ad aver investito in sviluppo, innovazione e commercializzazione di contenuti ed esperienze totalmente immersive, grazie a un laboratorio interno di sperimentazione e a un team di produzione e di post produzione dedicato.
Lo spirito creativo dell’agenzia Milanese, unito all’esperienza maturata negli anni nella proposizione e realizzazione di contenuti digitali, hanno permesso a Rekall VR di conquistare in pochi mesi la fiducia di importanti brand internazionali, che si sono affidati all’agenzia milanese per realizzare percorsi comunicativi in realtà virtuale in stereoscopia, in grado di portare all’utente il medesimo messaggio dell’adv tradizionale, ma potenziato e fruito in una modalità nuova e all’avanguardia. Tra questi brand, Samsung, La Martina, Burger King.

articoli correlati