MEDIA

Waze: Digital Out of Home che unisce mondo online e punto vendita fisico

- # # # # #

waze

Appare sempre più evidente quanto le strategie drive to store siano necessarie durante giornate come il Black Friday o il Cyber Monday, momenti che rappresentano una grande opportunità per tutti i retailer.

Sebbene il nostro Paese durante il “venerdì nero” registri una forte incidenza degli acquisti online, il 39% dei consumatori, secondo Confesercenti, nel 2017 si è recato in un punto vendita fisico per effettuare i propri acquisti. Dati confermati da Waze in occasione del Black Friday 2017. Nello specifico, la social navigation app con oltre 110 milioni di utenti a livello mondiale ha registrato un +44% di navigazioni verso centri commerciali e concessionarie d’auto durante il Black Friday dell’anno scorso, preceduto da un +51% verso i negozi d’abbigliamento. La massima affluenza, secondo i dati di Waze, l’hanno ricevuta i negozi di tecnologia ed elettronica, con un aumento di clientela in una sola giornata del +77% (Fonte: Waze). Attraverso Waze è possibile attivare un meccanismo di Digital Out Of Home che, con formati specifici, ha come obiettivo l’incremento del drive to store.

“I giorni che precedono e seguono il Black Friday rappresentano per i retailer una grande opportunità sia in termini di vendita sia a livello di comunicazione, ed è per questo che è importante trarne il massimo vantaggio ottimizzando al meglio le possibilità a livello strategico. Il retail ha necessità di rinnovarsi adottando nuove strategie di marketing appositamente studiate per collegarlo al mondo digitale. Waze è un’ottima soluzione perché per sua natura riesce a collegare il mondo del digitale e il punto vendita, ottenendo così la massima resa da entrambi i canali. Specialmente in giornate come queste è fondamentale avere la massima visibilità e riuscire a ingaggiare l’utente in modo semplice, rapido, ma efficace e perché no, anche misurabile. Nel 2017 l’app ha registrato in una sola giornata un incremento del +44% di percorsi verso i centri commerciali e questi dati rivelano quanto essere presenti sulla mappa possa fare la differenza. L’auto diventa così un media a tutti gli effetti che può supportare ulteriormente qualsiasi strategia di comunicazione in ogni settore” commenta Dario Mancini (nella foto), Country Manager per l’Italia di Waze, navigation app che collega il mondo online e offline in quanto si rivolge agli automobilisti nel momento in cui sono in viaggio.

Una campagna di digital marketing su Waze è attivabile anche da piccole e medie imprese, i risultati sono tracciabili in quanto si basano sulla geo-localizzazione e verificabili dall’attivazione della campagna. Inoltre, l’utente attraverso una campagna realizzata su Waze in ottica Digital Out Of Home ha la possibilità di entrare in contatto in tempo reale con il brand, aumentando così il tasso di engagement verso il target di riferimento.

Ogni formato pubblicitario di Waze, infatti, ha una modalità di visualizzazione studiata ad hoc per il brand. Il Pin si basa sulla geo-localizzazione e informa l’automobilista in viaggio della prossimità dello store mentre l’Arrow suggerisce sulla mappa la posizione del negozio. Il formato Takeover, tra i più scelti da parte dei retailer e totalmente customizzabile, fa apparire un banner sulla mappa solo nel momento in cui l’app riconosce che l’automobilista è fermo, garantendone così la sicurezza al volante. Infine, è possibile scegliere la soluzione di Ricerca che pone il brand al primo posto nella search bar dell’app.

articoli correlati

COMMERCE

Report Comscore Online Banking in Europa: anche la banca sta migrando verso il mobile

- # # # # # # # #

online banking

Il Report comScore Online Banking in Europa relativo all’inizio del 2018 mostra che il 70% della Digital Population EU5 ha utilizzato un sito o un’App di Banking a Marzo 2018. L’evidenza è frutto di dati multi-piattaforma da cinque Paesi europei (Francia, Germania, Italia, Spagna e Regno Unito) per evidenziare come i trend online influenzino il settore bancario, facendo emergere differenze cruciali nelle abitudini comportamentali dei consumatori.

L’adozione dell’online banking è relativamente alta in Europa ma c’è ancora spazio per crescere; i consumatori digitali in Spagna sono quelli che con maggiore probabilità visitano un sito o un app di banking: 85% della popolazione digitale maggiorenne vi ha fatto accesso a marzo 2018. La Germania ha una delle penetrazioni più basse, al 61%, ma ha il mercato più ampio in valori assoluti, con 33 milioni di visitatori di siti o app di online banking a marzo 2018. Inoltre, la stagionalità dell’utilizzo dell’online banking varia a seconda del Paese: il picco di attività cade nel mese di Gennaio in Francia, Germania e Regno Unito. In Spagna il picco corrisponde a Maggio, mentre in Italia a Ottobre.

“Il settore bancario si sta trasformando rapidamente, spinto da cambiamenti nel panorama competititvo, tecnologico (basti pensare al fintech), e nei comportamenti dei consumatori” afferma Guido Fambach, senior vice presidente, EMEA in comScore. “Il Report “Online banking in Europa” 2018 fornisce un’ampia overview sull’attuale stato del settore del banking onlinee, non meno importante, include dati di grande valore per gli addetti al marketing sugli heavy user dei servizi di online banking,.”

Il report mostra che la penetrazione del mobile banking è stata la più alta in Spagna e in Italia: a marzo 2018, il 48% dei consumatori digitali hanno effettuato accesso a servizi banking esclusivamente tramite smartphone o tablet.
Gli heavy users rappresentano il 20% dell’audience dell’online banking, ma il 71% del tempo totale speso sui siti. La probabilità di trovarli varia in base alla categoria del sito e alla nazione. In Francia, ad esempio, gli heavy user hanno una probabilità pari a 2,3 volte in più di essere trovati su siti di auto che su social media. In Germania c’è una probabilità 2.6 volte maggiore di trovarli su siti di retail, mentre In Italia 3 volte su siti di regali, in Spagna 2.5 volte su siti di noleggio auto e UK 2.6 volte su siti di corrieri.

Per chiudere, l’analisi del device utilizzato mostra una maggioranza “mista”, attiva sia sul mobile che sul desktop: in tutte le nazioni almeno un terzo dell’audience è multiplatform. Inoltre, oltre un terzo dell’audience è mobile-only, fatta eccezione per la Germania.

 

articoli correlati

AGENZIE

Audiweb Novembre 2017: online il 60.6% degli italiani dai 2 anni in su per un totale di 46 ore

- # # # #

novembre online

La rilevazione mensile effettuata da Audiweb a Novembre 2017 mostra che 33,3 milioni di utenti unici si sono collegati a internet tramite i device rilevati (pc, smartphone e tablet), il 60,6% degli italiani dai 2 anni in su, online complessivamente per circa 46 ore. Nel giorno medio l’audience online ha registrato 23,7 milioni di utenti unici, con 11,6 milioni di italiani che hanno navigato almeno una volta da desktop e 19,6 milioni anche o solo da mobile

Per quanto riguarda i dati demografici dell’Italia online nel giorno medio, in questo mese di rilevazione risultano online il 43,2% degli uomini (11,9 milioni) e il 43,1% delle donne (11,8 milioni) ed – entrando nel dettaglio delle fasce d’età – il 61,7% dei 18-24enni (2,6 milioni), il 60,1% dei 24-34enni (4,1 milioni), il 59,4% dei 35-54enni (10,8 milioni) e il 38% degli over 55 (5,6 milioni). Per quanto concerne invece la provenienza geografica degli utenti online, risulta che erano online il 45,7% degli italiani dell’area Nord Ovest (6,4 milioni), il 45,6% dell’area Nord Est (4,1 milioni), il 42,4% del Centro (4 milioni) e il 40,7% dell’area Sud e Isole (circa 9 milioni).

La maggior parte degli italiani maggiorenni dedica più di 2 ore alla navigazione quotidiana. Infatti, ritroviamo i giovani dai 18 ai 24 anni con quasi 2 ore e mezza dedicati all’online nel giorno medio, seguiti dai 25-34enni online per circa 2 ore e 22 minuti e dai 35-54enni online per 2 ore e 15 minuti.

Per quanto riguarda i dati di consumo dei contenuti disponibili online, nel mese di novembre tra le prime 5 categorie di siti e applicazioni restano confermati la categoria Search, che ha raggiunto il 92,5% degli utenti online nel mese (30,8 milioni), la categoria General Interest Portals & Communities dei portali generalisti, con l’84,9% degli utenti (28,3 milioni), dei siti e applicazioni dedicati ai servizi online con l’84,7% (28,2 milioni), dei social network con l’83,3% degli utenti (27,7 milioni) e i siti dedicati al download, aggiornamento e informazioni sui software con l’82,8% degli utenti (27,6 milioni).

articoli correlati

NUMBER

Audiweb Settembre 2017: l’80% della navigazione nel giorno medio è da mobile

- # # # #

audiweb

Con 32,7 milioni di utenti unici mensili, la total digital audience a settembre ha raggiunto circa il 60% della popolazione di oltre due  anni di età, online tramite i device rilevati, che sono sia PC, sia Mobile (smartphone e/o tablet).

Nel giorno medio sono stati 25,4 milioni gli italiani che si sono collegati almeno una volta a internet, trascorrendo in media 2 ore e 11 minuti a persona. Più in dettaglio, nel giorno medio hanno navigato da PC 11 milioni di italiani (il 20% della popolazione 2+ anni) e/o da mobile (smartphone e/o tablet) 22,7 milioni (il 51,8% della popolazione tra i 18 e i 74 anni).

Nel giorno medio di settembre erano online il 46,3% degli uomini (12,6 milioni dai due anni in su) e delle donne (12,8 milioni). Anche in questo mese di rientro dalle ferie per gran parte degli italiani, restano confermati i principali indicatori sulle abitudini di consumo del mezzo e sui livelli di penetrazione tra le differenti fasce d’età. I giovani, ad esempio, restano in prima linea in fatto di accesso a internet nella quotidianità, con il 66,5% dei 18-24enni online almeno una volta nel giorno medio e, più in dettaglio, il 62,8% che accede da Mobile (smartphone e/o tablet).

Per quanto riguarda il tempo trascorso online, emerge ancora il dominio del Mobile sul PC, con l’80,4% del tempo totale online generato dalla fruizione in mobilità. Entrando nel dettaglio dei consumi associati alle differenti fasce di età e genere, è sempre più significativa la preferenza delle donne e dei giovani per la fruizione da mobile. Nel giorno medio a settembre, infatti, le donne hanno dedicato 2 ore e 26 minuti alla fruizione da mobile, mentre i 18-24enni e i 25-34enni vi hanno dedicato rispettivamente 2 ore e 36 minuti e 2 ore 27 minuti.

Tra i servizi e i contenuti che conquistano l’attenzione di almeno l’80% degli italiani online si posizionano ancora i servizi dedicati alla ricerca di contenuti e servizi online (categoria Search, con il 93,6% degli italiani online nel mese di settembre), i portali generalisti (con l’89,3% degli utenti online), i servizi e strumenti online della categoria Internet Tools / Web Services (l’87,2%), i social network (Member communities con l’86,1%), i siti dedicati ai tool e software (l’84%) i siti e applicazioni dedicati alla distribuzione e alla fruizione di contenuti video (l’82,1% per la categoria Video/Movies).

articoli correlati

MEDIA

Stanziate le risorse per l’incentivo fiscale per gli investimenti stampa. Anche online

- # # # #

fieg costa

“Grande soddisfazione per una misura anticiclica, positiva per l’economia in ripresa e a lungo attesa da imprese, investitori ed editori”. Così il Presidente della FIEG, Maurizio Costa, ha commentato l’approvazione, da parte del Consiglio dei Ministri, del decreto fiscale che stanzia le risorse per il finanziamento dell’incentivo fiscale per gli investimenti pubblicitari incrementali sulla stampa, effettuati a partire dal 24 giugno 2017.
“Una misura – ha aggiunto Costa – che riconosce il valore della stampa e che porta a conclusione gli interventi di riforma del settore avviati dal Ministro Lotti con il Tavolo per l‘Editoria”.
L’incentivo è stato oggetto di una campagna informativa, tuttora in corso su gran parte della stampa quotidiana e periodica, tesa a sottolineare l’importanza che la misura riveste per le aziende editoriali e per l’economia generale.
Inoltre, dopo un incontro tra il ministro Luca Lotti e il presidente di Anso (Associazione Nazionale Stampa Online), Marco Giovannelli, il Consiglio dei ministri ha approvato un decreto legge che inserisce a pieno titolo le testate online nel provvedimento a sostegno dell’editoria che riconosce un credito d’imposta al 75% per le imprese e i lavoratori autonomi che investono in campagne pubblicitarie su quotidiani e periodici, emittenti TV e radio locali. Agevolazione che arriva al 90% se a investire sono piccole e medie imprese, microimprese e start-up innovative.
Ovviamente, le testate digitali inserite nel provvedimento dovranno essere in linea con quanto richiesto dalla nuova legge sull’editoria, che prevede una serie di adempimenti, tra cui la registrazione in Tribunale e al ROC.

articoli correlati

AZIENDE

Babbel e Cambridge English, ecco l’English Test, nuovo sistema di valutazione linguistica

- # # # # #

Babbel

Come annunciato sul finire di luglio in esclusiva da MyMarketing.Net, Babbel e Cambridge English lanciano il Babbel English Test. Questo sistema di valutazione linguistica online permette agli adulti che imparano l’inglese di attestare le proprie capacità di ascolto e di lettura, dal livello A1 (principiante) fino al livello B1 (intermedio) incluso. Chi sostiene il test otterrà una certificazione del risultato raggiunto, che potrà essere scaricata e utilizzata per dimostrare le proprie competenze linguistiche a potenziali datori di lavoro, per prepararsi in vista di un esame, per arricchire il proprio profilo professionale online o per l’autovalutazione.

 

Il Babbel English Test è ora disponibile all’interno dei pacchetti del gruppo per il lavoro al prezzo di 59 € e sarà disponibile singolarmente a partire da ottobre 2017 al prezzo di 39 €. “L’apprendimento delle lingue online sta decisamente decollando,” ha detto Juliet Wilson, direttrice del dipartimento per le valutazioni linguistiche presso Cambridge English, “ma fino ad ora per gli studenti non è sempre stato facile capire se stessero davvero acquisendo le giuste competenze o dimostrare quale fosse il loro livello di inglese effettivo. Collaborando con Babbel, possiamo fornire a chi sta apprendendo una prova affidabile dei progressi fatti e una certificazione del risultato che dimostra ciò che si è imparato. Cambridge English esiste per aiutare le persone a imparare l’inglese e a dimostrare le loro competenze; abbiamo deciso di lavorare con Babbel perché siamo rimasti positivamente colpiti dall’energia e dalla dedizione che l’azienda dimostra nell’offrire un insegnamento linguistico di alta qualità”.

 

“Avendo alle spalle 10 anni di esperienza nell’insegnamento delle lingue online, siamo pienamente consapevoli della necessità di offrire test di lingua flessibili e sempre accessibili. Il nostro obiettivo primario era, però, quello di assicurare la qualità e la validità dell’esame” ha commentato Thomas Holl, co-fondatore di Babbel e attualmente Chief Strategy Officer.
“Per questo siamo incredibilmente orgogliosi di lanciare il Babbel English Test insieme a Cambridge English, il nome più noto e prestigioso nell’ambito della valutazione delle conoscenze linguistiche. Insieme abbiamo creato il miglior test di inglese esistente sul mercato dell’apprendimento online”. Il Babbel English Test è composto da circa 70 domande per sessione, studiate appositamente per testare diverse abilità di comprensione scritta e orale. Come anche nelle lezioni di Babbel, gli esercizi si rifanno a situazioni autentiche e tipiche della quotidianità. Includono, ad esempio, immagini di cartelloni e insegne, esercizi di ascolto con registrazioni di diversi accenti, trasmissioni radiofoniche e conversazioni. L’esame ha centinaia di potenziali variazioni, indipendentemente da quanto spesso venga sostenuto, e perciò sarà sempre diverso.

articoli correlati

MEDIA

Un clic che porta a 1950 metri di altitudine: online il nuovo sito di Acqua Sant’Anna

- # # # # # #

Online nuovo sito Acqua Sant'Anna

E’ on line il nuovo sito dell’Acqua Sant’Anna, una vetrina interattiva e omnicomprensiva del Gruppo italiano del beverage Fonti di Vinadio Spa. “Se il Consumatore non va alla Montagna, sarà la Montagna ad andare dal Consumatore”: è questa la filosofia che ha ispirato il lavoro di allestimento del nuovo sito, che vuole essere una full immersion nell’acqua in ogni sua forma. Sin dalla sua nascita Fonti di Vinadio ha sempre prediletto una comunicazione trasparente con il consumatore e questa attitudine si riconferma nel nuovo sito web.

Il sito parla di acqua e di origine: traduce in personalità le qualità e le caratteristiche che rendono unica l’Acqua Sant’Anna, traduce in estetica il respiro delle montagne e i colori accesi della natura, comunicando la vera naturale bellezza dell’ambiente incontaminato da cui nasce il mondo Sant’Anna. Un sito pulito e trasparente nel linguaggio e nella grafica, così come lo è l’azienda. Un sito intuitivo nella struttura: navigare sarà semplice come bere un bicchier d’acqua. Aria, acqua, natura, benessere sono i punti cardine della comunicazione, rafforzati da un linguaggio naturale, trasparente, semplice, chiaro e da colori come azzurro, bianco, verde e trasparenza: quelli dell’acqua e del suo ambiente naturale. Non mancherà lo spazio e la visibilità per gli altri prodotti del Gruppo: infatti il marchio Sant’Anna, tra i più cliccati del web e tra i più noti a scaffale, è il fil rouge che supporterà anche la visibilità dei the freddi SanThé, dei nettari di frutta SanFruit e delle nuove bevande Karma.

Oltre ad essere una vetrina informativa esaustiva sui prodotti del brand, il nuovo sito internet vuole presentare i punti chiave dell’azienda che ne hanno decretato il successo e le principali iniziative in programma, perché Sant’Anna, come l’acqua, non si ferma mai. Parole, concetti e immagini che descrivono l’azienda e i suoi prodotti provengono dall’osservazione e dall’ascolto della montagna di Vinadio. L’acqua e la sua origine sono appunto i protagonisti del racconto di cui fa parte l’azienda e che oggi desidera presentare in chiave moderna e immediata a tutti: il mondo di Sant’Anna a 360°, dalla fonte alla tavola. Come l’acqua che scorre, anche il sito sarà in continuo divenire, con l’integrazione nei prossimi mesi di video e animazioni di contenuti dedicati al grande pubblico e ai collaboratori dell’azienda.

articoli correlati

MEDIA

Carrera si rifà il look e lancia il nuovo sito corporate all’insegna dell’AI

- # # # # #

Online il nuovo sito Carrera

È online il nuovo sito Carrera. Da sempre vicina ai propri appassionati l’azienda si rifà il look e racconta il proprio mondo e i suoi protagonisti in maniera fortemente emozionale e innovativa. Per farlo è stata scelta infatti la miglior tecnologia presente sul mercato: il nuovo sito è sviluppato utilizzando algoritmi di intelligenza artificiale che apprendono dalla navigazione degli utenti il loro comportamento on line e modificano il layout del sito stesso a seconda degli input ricevuti, al fine di garantire la miglior esperienza di navigazione possibile: emozionale, ottimizzata e performante.

Il cliente è posto dunque ancora al centro del mondo Carrera, e il nuovo sito gli consente di esplorarne la bellezza e l’unicità. Anche il dominio è cambiato in carrerapro.bike per esprimere con più forza la connotazione spiccatamente racing, che da sempre caratterizza l’azienda. Carrera, dunque con il nuovo sito racconta la sua essenza più profonda, è infatti un mondo fatto di bici da corsa e di uomini (e donne) dalle grandi passioni. I protagonisti sono tanti: i professionisti che da sempre contribuiscono all’eccellenza delle probike grazie alla loro esperienza e alle loro vittorie, i giovani ciclisti Carrera che alimentano la crescita professionistica di questo sport, tutti i granfondisti che con le proprie testimonianze alimentano la passione tipica del marchio; e ancora gli adepti Carrera in Italia e nel Mondo, che con competenze diverse lavorano ogni giorno per rendere questo brand piu` vicino alle richieste del target; facendo tesoro delle esperienze passate ma con costante volontà innovatrice.

Al centro sempre i clienti sia quelli già fedelissimi, sia quelli futuri, tutti alimentati da un minimo comune denominatore: la passione, intesa come fatica, come traguardo, come vittoria. Un sito dunque che vuole rappresentare il marchio in tutte le sue sfaccettature, dove esperienza e visione futuristica si fondono con obiettivi importanti perché, come dice il CEO Podium, Davide Biofava, in Carrera “incoraggiamo tutti i ciclisti, professionisti e amatori, a trovare la propria strada, permettendo a ciascuno di scegliere come vivere e come pedalare. In sella alle nostre bici da corsa ciascuno può sfidare i propri limiti e raggiungere il proprio traguardo, provando l’ebbrezza della vittoria qualunque sia la gara”.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Online la nuova campagna di Europcar Italia, protagonista l’ironia dei The Jackal

- # # # # # #

The Jackal e Europcar

È online da oggi il nuovo video protagonista della campagna Europcar Italia: a raccontare il brand e i problemi quotidiani del prestare i propri oggetti a qualcun altro sono i famosi youtuber The Jackal. Il video è stato realizzato utilizzando un linguaggio contemporaneo e in linea con i canali Social sui quali Europcar vuole far parlare di sé.

The Jackal non sono infatti solo semplici influencer ma un vero e proprio brand, noto e riconosciuto a livello nazionale grazie al crescente numero di collaborazioni con diverse aziende e all’indiscusso talento comico; l’obiettivo di Europcar Italia è quello di incrementare la propria brand awareness raggiungendo un più ampio target e di ampliare la fanbase della propria pagina Facebook. Lo sketch “Tutte le volte che presto qualcosa” è giocato su situazioni tipiche della quotidianità raccontate con leggerezza e ironia. I protagonisti sono oggetti di uso comune – un accendino e una giacca- dati in prestito e mai più riavuti perché andati persi oppure restituiti in pessime condizioni. Lo sketch si chiude con il prestito di una macchina e la restituzione di un’auto Europcar nuova di zecca.

Il video sarà online sui canali Facebook, Youtube, Instagram e Twitter dei The Jackal oltre che sul profilo Facebook di Europcar Italia.

articoli correlati

MEDIA

Online il nuovo sito internet di Progress Profiles, rinnovato nella grafica e nei contenuti

- # # # # #

Progress Profiles

Progress Profiles, azienda di profili tecnici e decorativi di finitura e nei sistemi di posa, è online con il nuovo sito internet corporate. Il nuovo portale vuole comunicare la qualità e il design dei prodotti attraverso i valori maturati dall’azienda veneta in 32 anni di storia. Il risultato è un sito dall’alto impatto visivo, bilanciato da una fruibilità pensata non solo per gli esperti del settore, come architetti e posatori, ma anche per l’utente finale, dove l’immagine del brand si rinnova totalmente riflettendosi nelle stilizzazioni delle architetture più rinomate. Una sintesi grafica emozionale che trasmette l’evolversi del pensiero architettonico con cui Progress Profiles si confronta quotidianamente.

Navigando è possibile scoprire i servizi, le soluzioni e la visione di Progress Profiles, una vetrina digitale per raccontare tutta la passione per il Made in Italy, la raffinatezza dei particolari, l’innovazione e la ricerca tecnologica da sempre tratti distintivi di questa realtà in continua evoluzione e crescita. Inoltre, i contenuti sono pensati per essere “mobilefriendly”, quindi sono facilmente accessibili anche da dispositivi mobili come smartphone e tablet. Il sito consente di esplorare tutta la vasta gamma dei prodotti e delle soluzioni tecniche che comprende oltre 13.000 articoli, divisi nelle seguenti categorie: profili per pavimenti e rivestimenti, giunti, battiscopa, sistemi innovativi e accessori per la posa. Ogni prodotto è corredato non solo di immagini dettagliate e di una breve descrizione, ma anche di una scheda tecnica e di una ricca photogallery da sfogliare per prendere spunto e valorizzare con classe ogni ambiente. Consultabile in ben sette lingue diverse (italiano, inglese, francese, tedesco, russo, serbo-croato e spagnolo), il portale permette i pagamenti on-line e l’iscrizione alla newsletter per essere sempre informati sulle novità di prodotto, sui corsi di formazione, meeting, eventi e fiere.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Stuffer, un anno a tutto adv, per un web marketing all’insegna dell’innovazione

- # # # # #

Comunicazione Stuffer

Stuffer, azienda di Bolzano specializzata nella produzione di yogurt, bevande e dessert a base di latte, formaggi e piatti pronti, mette in campo un piano di marketing integrato per rafforzare il brand, un progetto capace di potenziare la comunicazione on line e off line. Un approccio nuovo che contribuirà a consolidare l’immagine tramite tutti gli strumenti della comunicazione e per trarne la maggiore efficacia in termini di brand awareness.

La brand identity verrà rafforzata attraverso contenuti ed azioni di marketing performanti, posti su differenti canali di comunicazione: sarà il nuovo sito web a fare da apripista, sotto un profilo più aggiornato ed accattivante, finalizzato a coinvolgere direttamente il consumatore tramite contenuti di interesse. L’accurato grado di usability faciliterà l’interazione con gli utenti approfondendo tutti gli aspetti dell’azienda: dall’ampia gamma di prodotti, alla filosofia aziendale, alla sezione dedicata alle ricette. Il sito web interattivo e dinamico sarà portabandiera di una strategia integrata che consoliderà anche i social media, le digital pr, oltre la presenza nelle più autorevoli rubriche e trasmissioni di cucina. Un piano elaborato, che si pone degli obiettivi chiari, nell’ottica di un’unica visione aziendale. Un occhio di riguardo verrà dato anche ai social network, Facebook e Instagram, canali di comunicazione performanti per gestire e incentivare il dialogo con il cliente, coinvolgendolo in un modo più diretto.

Largo spazio anche alla campagna media: da aprile, e fino alla fine dell’anno, un mix di periodici familiari e di cucina daranno risalto alle linee dei prodotti, al fine di consolidare l’immagine del marchio tramite un linguaggio adatto al suo pubblico. L’obiettivo dell’investimento è favorire il flusso di visitatori verso i canali social.  A completamento del progetto Stuffer conferma anche la pianificazione in alcuni programmi di cucina televisivi, in cui sarà presente per oltre quattro settimane. Billboard di apertura e chiusura, oltre a ricette realizzate con i prodotti dell’azienda permetteranno di ottimizzare ulteriormente l’esteso piano di comunicazione in programma, nel quadro di ulteriori attività previste nel corso dell’anno.
Non mancheranno infine le campagne outdoor mirate, a supporto della strategia di marketing e della brand identity.

articoli correlati

NUMBER

Total digital audience: ad aprile 30,4 milioni gli italiani online. La ricerca Audiweb

- # # # # # #

Total Digital Audience di Audiweb

30,4 i milioni di italiani dai 2 anni in su almeno una volta online ad aprile, collegati almeno una volta dai device rilevati (pc, smartphone e tablet). A renderlo noto è l’ultima ricerca targata Audiweb, che pubblica tutti i dati relativi alla Total Digital Audience: gli abitanti del bel paese sono rimasti collegati, complessivamente, per circa 2 giorni e 8 ore, o 56 ore e 24 minuti. Nel giorno medio sono stati 23,7 milioni gli italiani che hanno navigato dai device rilevati (PC e mobile – smartphone e tablet -, al netto delle sovrapposizioni tra i device), collegandosi in media per 2 ore e 25 minuti. Più in dettaglio, nel giorno medio sono stati 10,2 milioni gli italiani (2+ anni) che hanno navigato da un computer desktop e 21,2 milioni (18-74 anni) da mobile (smartphone e/o tablet), con 13,5 milioni di 18- 74enni che hanno navigato esclusivamente da mobile.

Dai dati sul profilo degli utenti online nel giorno medio risulta quanto sia molto diffuso l’uso abituale di internet tra i più giovani, in particolare tramite mobile. Infatti, sono online quotidianamente il 69% dei 24enni e il 67% dei 25-34enni, mentre la fruizione abituale di internet si attesta a poco più della metà dei 35-54enni (il 59,5%) e al 31,7% degli over 55 che abbattono la media complessiva nazionale. La composizione dell’audience si riflette anche sui dati di consumo. Sono ancora i giovani di 18-24 anni a dedicare più tempo alla fruizione a internet, raggiungendo le 2 ore e 48 minuti, seguiti dai 25-34enni – online in media per 2 ore e 35 minuti – e dai 35-54enni – online per 2 ore e 27 minuti. Per quanto riguarda la distribuzione del tempo trascorso online, nel mese di aprile risulta che circa l’80% del tempo totale online è stato generato dalla navigazione da mobile (smartphone e tablet). Per i 18-24enni la fruizione di internet è principalmente da mobile, considerando che il 91,5% del tempo totale trascorso online da questo segmento è basato sul consumo in mobilità.

Ma la navigazione da mobile è preferita in modo trasversale da tutti i profili, in particolare dalle donne maggiorenni, che ad aprile hanno dedicato l’84,8% del proprio tempo online alla fruizione da mobile, al pari dei 25-34enni, che vi hanno dedicato l’84,6% del tempo totale online. Gli italiani online ad aprile, dopo “Search” (93,7% degli utenti nel mese), “General Interest Portals & Communities” (90,9% degli utenti), “Member Communities” e “Internet Tools / Web Services” (circa l’87% degli utenti), hanno preferito i contenuti video, nell’83,4% dei casi (categoria Video/Movies, con 25,4 milioni di utenti nel mese), i servizi di messaggistica da mobile, nel 77,5% dei casi (“Cellular Paging”, con 23,6 milioni di utenti nel mese), l’e-commerce, nel 72,8% dei casi (Mass Merchandiser, con 22,2 milioni di utenti.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Fabbri 1905, online la nuova piattaforma web, tra customer care e ecommerce

- # # # # # #

Fabbri 1905

Una nuovissima piattaforma web per l’azienda bolognese Fabbri 1905, che dà una nuova “casa digitale” agli oltre 1.200 prodotti dedicati a gelateria, pasticceria, mixology e retail. Oltre che, naturalmente, al suo prodotto più celebrato nel mondo: Amarena Fabbri.

L’indirizzo è sempre lo stesso, mentre a cambiare è la piattaforma, online da pochi giorni per permettere a migliaia di clienti e appassionati di tutto il mondo di dialogare con l’azienda, informarsi, curiosare, fare acquisti online. Più in generale, è il più recente tassello di un percorso che, negli ultimi anni, ha visto un rafforzamento della presenza sul web dell’azienda di Bologna e lo sviluppo di una nuova strategia digitale globale. Stile sobrio ma elegante, virato nelle tinte del blu, il nuovo sito web è stato progettato con approccio flat e un design responsive: immagini e riquadri di navigazione privi di ombre e spessori conferiscono un’esperienza di navigazione moderna e intuitiva, in grado di adattarsi automaticamente all’utilizzo da qualsiasi piattaforma, ma mettendo al primo posto l’esperienza utente Mobile, che naviga la rete da tablet o smartphone.

Il sito è infatti progettato per offrire un’esperienza unica ai due grandi macro-target dell’azienda: il pubblico dei consumatori finali e i maestri artigiani del dolce e del beverage. Ai primi è dedicata un’intera sezione che spazia sugli innumerevoli prodotti Fabbri pensati per loro, completata da un ricco database di ricette, costantemente aggiornato a far da continuo stimolo per la fantasia in cucina. Per i professionisti, invece, Fabbri ha approntato quattro aree dedicate rispettivamente a Gelateria, Pasticceria, Ristorazione, Bar e Caffetteria. Oltre alla presentazioni dei prodotti specifici, ogni pagina è corredata da idee e proposte di ricettazione. Non manca uno spazio dedicato alla formazione, da sempre uno dei tanti punti di orgoglio per l’azienda. Nello specifico, un’intera area è dedicata al progetto Fabbri Master Class che ogni anno propone a centinaia di professionisti i suoi numerosi corsi, in Italia come negli 11 paesi in cui Fabbri è presente con le sue filiali. Completano il Menu una sezione dedicata a news e curiosità, con le notizie più recenti da casa Fabbri, e una press area.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Parmacotto, è un rilancio digital con “stile sottile” quello firmato da JacLeRoi

- # # # # #

Parmacotto

Una nuova strategia sui canali digital, uno stile di comunicazione radicalmente nuovo: Parmacotto si rinnova e affida a JacLeRoi, agenzia di comunicazione specializzata nel food & wine, il suo riposizionamento sull’online, che contemporaneo e delicato trova la sua espressione nella brand signature “Stile Sottile”. L’obiettivo primario della social media strategy è quello di costruire una forte presenza a livello digital, al fine di coinvolgere target più ampi e di aumentare il buzz intorno al brand Parmacotto.

“La sfida era rivitalizzare un brand – caratterizzato da un’elevatissima notorietà – reinterpretandolo in chiave contemporanea e arricchendolo di nuovi significati, di nuovi contenuti” commenta Gaia Gualerzi, Marketing Manager di Parmacotto. “Parmacotto è in linea coi tempi e accompagna il consumatore nel suo percorso di vita, ogni volta raccontando in modo coerente e realistico la società del tempo. L’eleganza delle grandi firme italiane, una storia di stile e qualità. Un gioiello della salumeria italiana. La garanzia di una grande marca. La sicurezza di una lista di ingredienti corta”.

“La sfida che è stata sottoposta a JacLeRoi è complessa e ambiziosa: con una strategia di brand positioning forte, cosciente del passato ma in grado di riposizionare la marca nei prossimi anni. Il ruolo di JacLeRoi è quello di partner strategico e creativo in grado di accompagnare la marca nel rilancio di Parmacotto partendo dei canali digital” commenta Enza Bergantino, Managing Director di JacLeRoi, “la nuova brand signature “Stile Sottile” coglie esattamente i valori di Parmacotto, la garanzia di alta qualità e di grande tradizione; un prodotto leggero ma gustoso, conviviale e contemporaneo, con lo stile di sempre. Un taglio sartoriale per tutti, sinonimo di versatilità e di mangiar bene, adatto per ogni occasione”.

articoli correlati

AZIENDE

Online il nuovo sito di Adecco Group, firma Bebit

- # # # # #

Roberto Botto, CEO & Founder di Bebit

Bebit, digital creative company, ha curato il restyling del sito di Adecco Group, azienda leader nella fornitura di HR solutions. Insieme a Libera Brand Building e MagicBox Events, Bebit fa parte di un unico gruppo specializzato nell’elevare al massimo il valore della marca.

“Essere partner di Adecco Group in un momento così importante per il riposizionamento del brand a livello mondiale è una sfida impegnativa e affascinante2 afferma Roberto Botto, CEO & Founder di Bebit. “Il restyling del sito è uno step primario a livello strategico, in quanto costituisce una vetrina indispensabile per esplicitare il nuovo sguardo internazionale dell’azienda. Il Gruppo Adecco è già un marchio leader nel mondo del lavoro, ma oggi diventa un player sempre più globale in termini di HR solution, poiché riunisce all’interno di un unico Gruppo altri marchi specializzati in diversi settori del mercato come Adecco, Spring Professional, Banedoch & Clark, Lee Hecht Harrison, Euro Engineering e Modis. Nel riprogettare il sito abbiamo deciso di creare una vera e propria piattaforma che permette al Gruppo Adecco di relazionarsi con i decision makers di tutto il mondo. Abbiamo dato grande rilevanza al lavoro inteso come valore e alla vision che il Gruppo Adecco è in grado di offrire. Il concetto è chiaro: le economie e la società crescono solo quando al lavoro viene permesso di crescere: significa dare opportunità d’impiego ai singoli individui, garantire alle organizzazioni risorse umane e infrastrutture all’altezza, sostenere i governi con intuizioni e analisi”.

articoli correlati