BRAND STRATEGY

Privalia apre un temporary shop presso lo store La Martina a Milano

- # # # #

La Martina - Privalia

Privalia, il sito di shopping online leader in Italia, e La Martina, storico brand moda e lifestyle legato al mondo del Polo, danno inizio a una nuova collaborazione per accompagnare i clienti in un percorso di acquisto estremamente innovativo e coinvolgente, all’insegna dell’omnicanalità e dell’intrattenimento.

Il 12 dicembre, presso lo store La Martina di Via Pietro Verri 4 a Milano, prenderà vita il temporary-shop digitale firmato Privalia: un’esperienza di shopping integrata tra “fisico” e “digitale” in cui i clienti, accompagnati da shop assistants dotati di iPad o attraverso il proprio smartphone, potranno acquistare i capi in negozio e sul sito Privalia.

L’evento si ispira alla forte personalità di La Martina, approfittando del periodo natalizio per immergere i clienti dei due brand in un’atmosfera coinvolgente. Non solo shopping, ma un’intera giornata all’insegna di animazioni e workshop aperti al pubblico.

Dallo store ai social

Diverse le attività organizzate nello store: dalle 17 via al XMAS LAB con l’artista Stella Tasca per la personalizzazione dei capi acquistati e la realizzazione di cadeau, e ancora il coinvolgimento di una hair stylist nel corner Braid Hair, dalle 19 infine inizierà il XMAS PARTY con aperitivo firmato Ceres e Dj set esclusivo.

Tutte le iniziative saranno ampiamente documentate e raccontate sui canali social di Privalia e di La Martina, così come dalle influencer coinvolte nel progetto, per creare ulteriore engagement e rendere partecipe anche il pubblico digitale dei due brand.

“Questa partnership con La Martina segna un nuovo ed ulteriore passo nell’integrazione tra retail ed eCommerce e nella customer experience”, commenta Andrea Da Venezia, Head of Marketing & Communication Italia di vente-privee e Privalia (nella foto). “In un mondo in cui la tecnologia progredisce a ritmi vertiginosi, è importante mantenere un approccio Human to Human che permetta di creare un rapporto sempre più stretto con il consumatore: l’esperienza in negozio, combinata con l’online coinvolge il cliente in un nuovo ambito esperienziale in cui lo shopping diventa entertainment”.

“Crediamo molto in questa partnership con Privalia che ci permette di realizzare una significativa esperienza di collaborazione con l’obiettivo di creare un percorso omnichannel dove retail e digital si integrano in un’unica esperienza di acquisto e di comunicazione”, ha aggiunto Alessandro Milia, Head of Global Omnichannel La Martina.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Il “re-thinking” di Young Digitals: omnicanalità e approccio consulenziale

- # # # #

young digitals

Nuovi clienti, coinvolti da un nuovo approccio, per realizzare progetti nuovi. Nuove assunzioni per ricoprire nuove posizioni, necessarie per una struttura organizzativa nuova. Young Digitals è entrata nella fase più importante e stimolante del suo cambiamento, comunicato attraverso il rebranding, e che prosegue ora nella direzione di una nuova visione strategica improntata all’omnicanale e all’approccio consulenziale, per realizzare campagne di comunicazione fortemente orientate al risultato, ai dati, alla rilevanza per il target.

Un rebranding che prometteva di alzare il livello delle metodologie, dei contenuti, della complessità dei progetti. E i primi clienti che hanno creduto nel “re-thinking” dell’agenzia sono nomi di prestigio, dai settori merceologici più diversi; da B&B Italia, per progettareuna comunicazione social innovativa, a
Motivi, con uno storytelling immersivo, nella campagna “Emozioni Sospese” che vive interamente su Instagram Stories, a T Fondaco dei Tedeschi, con una store experience portavoce dell’eccellenza italiana.

“Per una società come la nostra in veloce cambiamento è fondamentale puntare e investire sulla diversificazione delle competenze”, commenta Sofia Omar, HR Manager di Young Digitals. “È con questa consapevolezza che stiamo selezionando professionisti che abbiano alle spalle dei percorsi ricchi di esperienze sia nel mondo della comunicazione e del marketing che in quello della consulenza. In quest’ottica, nel breve futuro inseriremo nuove figure che sviluppino le nostre competenze interne, a cominciare
dal team di Strategia e Innovazione, che stiamo rafforzando con l’obiettivo di continuare a presentare al mercato progetti e soluzioni sempre un passo avanti rispetto allo stato dell’arte”.

“Inizia un nuovo corso della storia di Young Digitals”, conclude il CEO Michele Polico, “Oggi i clienti non ci cercano più per lavorare verticalmente sui social media ma per la nostra visione strategica e creativa, che sappiamo declinare in maniera omnicanale su tutti i punti di contatto della comunicazione online e offline”.

articoli correlati

AGENZIE

Original Marines sceglie Triboo come partner digitale. Al via l’eCommerce integrato

- # # # #

original marines

Original Marines prosegue il suo percorso verso l’omnicanalità e fortifica la sua presenza internazionale anche sui canali digital scegliendo Triboo come partner.

Triboo si è occupata del restyling del sito istituzionale e della realizzazione dell’eCommerce integrato. La progettazione del nuovo portale, disponibile in 7 lingue e attivo in 33 Country d’acquisto, si è basata su un lavoro di meticolosa riorganizzazione dei contenuti in un layout dal design semplice e caratterizzato da una UX che possa garantire una brand&product experience completa.

Triboo ha perfezionato le funzionalità già esistenti e ha portato a un livello di ulteriore integrazione la piattaforma eCommerce, in particolare attraverso strumenti omni-channel come il Single Sign-On (autenticazione unificata) tra app del brand e store online, il Pay & Collect nei negozi fisici e servizi multicanale di Loyalty.

A Triboo è stata affidata la gestione di tutte le operations dell’eCommerce integrato: la logistica e la gestione dei pick-up in store su tutto il territorio italiano, l’incasso e la fatturazione multi-valuta per i diversi Paesi in cui è disponibile l’acquisto e il customer care (e-mail e telefono, in italiano e in inglese). Triboo si occuperà, inoltre, della gestione del SEO on site e off site e fornirà la propria consulenza specialistica su attività di Direct Marketing Automation.

Il progetto prevede anche la realizzazione di strategie di digital marketing volte a supportare la crescita del brand online, a partire dalle campagne di Google Adwords per massimizzare le performance sul canale.

articoli correlati

AZIENDE

Unieuro sceglie la DMP di Audiens per la propria strategia omnicanale

- # # # #

unieuro

Unieuro, il maggiore distributore omnicanale di elettronica di consumo ed elettrodomestici per numero di punti vendita in Italia, ha scelto Audiens, società che ha sviluppato l’omonima piattaforma di data management, come partner tecnologico per la gestione e l’attivazione dei dati raccolti attraverso i principali punti di contatto tra il brand e i suoi clienti.
Allo scopo di ottimizzare la gestione dei propri data silos migliorando l’interconnessione tra diverse fonti di dati (web, mobile, CRM, offline), e per valorizzarli all’interno delle proprie campagne di digital advertising, Unieuro utilizzerà la DMP di Audiens per tracciare, raccogliere e connettere all’interno di un unico hub i propri dati e analizzarli in forma anonima nel pieno rispetto della privacy. Inoltre Unieuro potrà trasmettere alle principali piattaforme pubblicitarie online i segmenti di pubblico rilevati e pianificare campagne data-driven, con il vantaggio di instaurare una relazione sempre più one-to-one con i propri clienti.

“Unieuro è alla ricerca continua di partner in grado di fornire soluzioni utili al processo di innovazione digitale, al centro della strategia aziendale”, afferma Enzo Panetta, Digital Marketing & Innovation Director di Unieuro. “Abbiamo scelto di sfruttare le potenzialità offerte dalla piattaforma di data management proposta da Audiens per ottenere il massimo ritorno sull’investimento dalle nostre campagne digital. Questa DMP permette infatti di profilare il target di utenti ai quali indirizzare un contenuto, per realizzare campagne mirate e quindi più efficaci. Ciò si traduce in un aumento della conversione online e ottimizza gli investimenti effettuati”.

“Siamo orgogliosi di poter collaborare con un brand che come noi crede fermamente nelle potenzialità delle tecnologie digitali e del marketing data-driven”, conclude Marko Maras, co-founder di Audiens. “L’adozione di una data management platform permetterà a Unieuro di implementare tecniche di pianificazione avanzate, quali l’audience modeling e l’audience extension, e di potenziare l’attività di upselling sulla propria customer base e l’attività di prospecting”.

articoli correlati

NUMBER

Osservatorio Multicanalità 2015, spazio agli Everywhere Shopper

- # # # # # #

Omnicanalità? Multicanalità? Sarebbe meglio parlare di Multichannel Brand Experience, come ha sottolineato Andrea Boaretto, Head of Marketing Projects della School of Management del Politecnico di Milano durante l’ottava edizione dell’Osservatorio Multicanalità, il progetto di ricerca condotto da Nielsen, Connexia e la School of Management del Politecnico di Milano. Cambia anche l’obiettivo, i target cedono il passo alle dynamic personas. Non più spari ciechi nel mucchio ma offerte altamente profilate. Perché le aziende dopo l’hype dei Big Data ha compreso che la mole di informazioni va rielaborata per passare più che a un volume indigesto di informazioni agli Smart Data.
Ne è passata di acqua sotto i ponti dalla prima edizione del 2007, quando l’iPhone era il nuovo oggetto misterioso nelle mani di Steve Jobs. Oggi per più del 60% degli italiani la Multicanalità rappresenta una pratica comune e quotidiana che sta ridisegnando il perimetro del negozio, abolendone la netta distinzione tra store fisico e store digitale. Siamo nell’epoca dell’Everywhere Commerce: ogni contesto (luogo o momento) può rappresentare un’occasione di contaminazione per l’acquisto stesso.
Gli italiani acquistano sempre di più e sempre più spesso online. Sono infatti 4,8 milioni le persone che nell’arco di un anno acquistano online almeno 10 volte. L’osservatorio li ha ribattezzati Everywhere Shopper.

Questa nuova tipologia di consumatori sono in prevalenza uomini (59%) concentrati nella fascia d’età 25-44 (60%) presentano un livello socio-economico marcatamente sopra media. Caratterizzati da uno spirito più razionale e pianificatore, amanti della tecnologia e della lettura, gli Everywhere Shopper sono aperti all’innovazione senza lasciarsi trasportare dal fattore moda. Amano prendersi cura di sé e sono guidati dal desiderio di realizzare le proprie aspirazioni individuali; utilizzano la tecnologia in maniera pragmatica e intelligente, in cerca di un alto livello di servizio. Tra questi, 1,7 milioni di persone sono i consumatori del futuro: fare everywhere shopping avviene quotidianamente e indifferentemente online e offline da Pc e da Mobile.

“Il 2015 registra un’accelerazione verso l’area più evoluta della multicanalità, con gli Hyper Reloaded che rappresentano ben un quarto della totale popolazione italiana. Ciò che connota questo profilo è il forte ruolo del mobile lungo tutto il processo d’acquisto. E proprio il mobile, come modalità di accesso esclusiva a Internet, ha registrato un forte picco nell’ultimo anno (+80%), con una crescita più accentuata tra i Millennials (+120%) che rappresentano una quota consistente di Hyper Reloaded” commenta Cristina Papini, R&A Director Nielsen.
A ridisegnare lo scenario ha contribuito la costante crescita del mobile, inseparabile tecnoestensione sociale da cui difficilmente gli italiani si separano. Anche e soprattutto le diverse fasi del customer journey. A crescere sono soprattutto gli Hyper Reloaded, che raggiungono il 40% della popolazione italiana multicanale e rappresentano il segmento più numeroso (12,5 milioni) con una crescita del 29% rispetto al 2013.

Continua a leggere su MyMarketing.Net

articoli correlati