BRAND STRATEGY

OgilvyOne firma il nuovo spot dedicato all’applicazione Galbani, pianifica Zenith

- # # # # #

OgilvyOne firma il nuovo spot dedicato all'applicazione Galbani, pianifica Zenith

Una app dedicata a chi si mette ai fornelli ogni giorno, agli appassionati di cucina, agli amanti del buon cibo: è on air la nuova multisoggetto di Galbani, nata proprio per far conoscere al pubblico l’app del brand. La firma dell’intera operazione è di OgilvyOne.
Una ragazza in cerca di ispirazione si aggira per la città e intercetta degli ignari passanti chiedendo loro cosa cucinare a cena per il marito, se preparare un toast o un muffin per la merenda del bambino, se mettere o no i peperoni nella caponata.
Domande a cui è impossibile rispondere, se non per chi possiede l’app Galbani. È questa l’idea alla base della campagna di lancio, un video che si sviluppa attraverso 5 soggetti differenti che viene distribuita sui canali social e digital del brand: una raccolta di oltre 3.800 ricette da consultare, un diario personale dove annotare appunti e varianti, e soprattutto un servizio di notifiche per ricevere periodicamente tante idee sulle base delle esigenze e dei gusti che abbiamo selezionato.
La campagna è pianificata da Zenith ed è on air dal 9 novembre.

Credits:
Chief Creative Officer: Paolo Iabichino, Giuseppe Mastromatteo
Creative team: Valeria Cornelio, Paolo Tognoni Andrea Guzzetti, Lavinia Francia, Massimiliano Corradini,
Andrea Colombo
Social Media Manager: Claudia Biccari
Account Team: Morena Sgarbi, Gianfranco Barbera, Adelaide Dozio, Federica Carrafiello
UX team: Marco Pelà, Anna Fusillo
Developer team: Marco Manfredi, Donata Brambilla
Casa di Produzione: BlowUpFilm
Director: Marco Bellini

articoli correlati

AZIENDE

La fame non è un gioco: OgilvyOne e ShareTheMeal insieme per il World Food Day

- # # # # # # #

La fame non è un gioco: OgilvyOne e ShareTheMeal insieme per il World Food Day

Una bambina che gioca in giardino e si diverte a creare piatti di fantasia con sabbia, sassolini e terriccio. Chi non ha mai giocato a “la cucina”? Se per alcuni di noi questo è un gioco, per tanti intorno al mondo è l’unica realtà. Perché oggi sono più di 100.000.000 i bambini che soffrono la fame.

E proprio questa è l’idea alla base del video che OgilvyOne ha ideato per massimizzare la sensibilizzazione ad una delle emergenze più gravi dei nostri giorni e per supportare ShareTheMeal, l’app del World Food Programme che invita ad un uso intelligente della tecnologia. Permette infatti di donare con un semplice tap sul proprio smartphone: con 40 centesimi è possibile sfamare un bambino denutrito per un giorno.

La campagna internazionale viene distribuita sui social in tutto il mondo in occasione della Giornata Mondiale dell’Alimentazione, domenica 16 ottobre: con questo video, tutti siamo invitati a prendere parte alla battaglia contro la fame nel mondo.

In quest’occasione anche Apple e Google hanno offerto il loro supporto mettendo in evidenza l’app sui loro store digitali.
“Siamo particolarmente fieri di poter supportare questo progetto in un’occasione importante come quella del World Food Day” dice Paolo Iabichino, Chief Creative Officer di Ogilvy & Mather Italy, “e di sostenere ideali che coinvolgono proprio tutti, come quello della lotta alla fame nel mondo”.

CREDITS
Chief Creative Officer: Paolo Iabichino, Giuseppe Mastromatteo
Copywriter Team: Lavinia Francia (senior), Carlotta Schoen
Art Director Team: Andrea Guzzetti (senior), Massimiliano Corradini

Produzione: Mustard
Producer: Adam Ulrich
Director: Jan Houdek
Cinematographer: Giulio De Blasio
Post produzione: Inglourious Mustards
Attrice: Sara Houdkova

Music and Sound Design: Gadi Sassoon

articoli correlati

AGENZIE

OgilvyOne vince la gara digital per Levissima

- # # # #

OgilvyOne per Levissima

Nuova acquisizione per il gruppo Ogilvy & Mather Italia che, oltre alla recente collaborazione di Ogilvy & Mather Advertising con Levissima per il riposizionamento del brand, ha anche vinto la gara digital con OgilvyOne.

OgilvyOne sta lavorando alla piattaforma digitale di comunicazione che nei prossimi mesi prenderà vita. Racconti veri di Everyday Climbers, provenienti da ambiti diversi, con capacità e ambizioni diverse, che hanno un importante aspetto in comune: quello di procedere ogni giorno verso le proprie personalissime vette, perché la realizzazione di sé e dei propri obiettivi passa sempre da una strada in salita.

Social@Ogilvy è già al lavoro con la gestione della pagina Facebook, che ha il compito di essere una Everyday inspiration per gli utenti e i loro obiettivi.

Credits
Executive Creative Director: Paolo Iabichino
Senior Art Director: Matteo Pelo
Copywriter: Alberto Crignola
Senior User Experience Designer: Marco Pelà
Head of Planning Ogilvy & Mather Advertising: Filippo Ferraro

 

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Kinder Bueno on line con OgilvyOne

- # # #

Dopo il progetto sviluppato per Kinder Sorpresa, Ogilvy promuove anche la presenza digitale di Kinder Bueno, autentico love brand con numerosissimi fan in rete. Insieme al team di Social@Ogilvy è stata infatti sviluppata una content strategy per mettere in scena sui canali social la voce irriverente del prodotto, con piccoli morsi di umorismo capaci di ingaggiare gli utenti su un’idea semplice e diretta: “quando si tratta di Kinder Bueno sono pronto a tutto per averlo”.

OgilvyOne si è occupata della creatività del sito web di Kinder Bueno, con l’obiettivo di dare visibilità al progetto e accrescere l’affetto per il brand da parte degli utenti in rete, partendo dal concetto #prontiatutto, sviluppato da Publitalia per la campagna Atl con protagonisti Luca e Paolo, che vedrà la presenza del prodotto in un format comico creato ad hoc per il programma Colorado.

Credits
Executive Creative Director: Paolo Iabichino
Senior Art Director: Matteo Pelo
Art Director: Valentina Faravelli
Art Director: Tatiana Silvestri
Copywriter: Alberto Crignola
Copywriter: Margherita Maestro
Junior Copywriter: Pietro Veneroni
Senior User Experience Designer: Marco Pelà
Account Director: Federica De Paoli
Account Executive: Sara Villa
Digital Strategist: Paola Guarneri
Community Manager: Margherita Comparini
Senior Front end Developer: Paolo Drovetti
Senior Software Developer: Andrea Roberto Nigro

articoli correlati

BRAND STRATEGY

OgilvyOne lancia l’operazione Pocket Playlist per Pocket Coffee su Spotify

- # # # #

Musica e caffè danno entrambi la carica per affrontare ogni giornata. Proprio in virtù di quest’affinità e con l’obiettivo di coinvolgere un target sempre più giovane e dinamico Pocket Coffee sbarca su Spotify.

In collaborazione con OgilvyOne, il brand Ferrero ha infatti stretto una partnership con Spotify, da cui è nato Pocket Playlist, il generatore automatico che, a partire dalla musica preferita dell’utente Spotify, gli restituisce una serie di brani, personalizzati sui suoi gusti musicali, ma soprattutto in base al mood e alle attività che lo attendono durante la giornata, il tutto a partire da una serie di semplicissimi filtri.

È stato inoltre creato un canale branded di Pocket Coffee su Spotify, che offre a tutti gli utenti 8 playlist in linea con il posizionamento di marca e le occasioni di consumo del prodotto, per enfatizzare l’affinità tra la pralina al cioccolato e caffè e la musica.

L’operazione è stata comunicata sulle pagine social del brand gestite da Social@Ogilvy e attraverso il restyling del sito, la cui veste grafica è stata ripensata in base ai gusti degli utenti più giovani – i millennials – e le cui nuove sezioni sono state implementate proprio per ospitare l’operazione Pocket Playlist.

CREDITS

Executive Creative Director: Paolo Iabichino
Senior Copywriter: Lavinia Francia
Senior Art Director: Andrea Guzzetti
Copywriter: Margherita Maestro
Art Director: Valentina Faravelli
Senior UX Designer: Marco Pelà
Account Director: Federica De Paoli
Junior Account: Gianpaolo Volpe Pasini
Head of Social@Ogilvy: Alessandro Fontana
Digital Strategist: Paola Guarneri
Community Manager: Nicola Pavan
Project Manager: Stella Stasi
Senior Software Developer: Daniele Bandirali
Senior Front end Developer: Paolo Drovetti
Senior Front end Developer: Kushan Gunasinghe

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Nutella lancia le ‘DIALETTIchette”. Un buongiorno in tutti i dialetti d’Italia con Geometry Global e OgilvyOne

- # # # #

“Nutella è da sempre nelle nostre case, e ci conosce così bene che oggi parla come noi”. Così dopo i vasetti con i nomi e quelli con i messaggi, i vasetti della crema alla nocciola parlano tutti i dialetti d’Italia. Nasce così Nutella Dialetti. La nuova campagna è stata sviluppata con Geometry Global e OgilvyOne.

“Alùra?” “daje” e “jamm’bbell!” sono solo alcune delle espressioni che i consumatori trovano sui vasetti presenti nei punti vendita: oltre alle 5 espressioni disponibili in tutto il territorio, i fan di nutella troveranno anche le etichette personalizzate con l’idioma corrispondente alla loro area linguistica, da applicare sul vasetto e collezionare.

Un team di linguisti e dialettologi ha collaborato per stilare lo studio è “Il manuale linguistico dell’entusiasmo”, un manuale consultabile e scaricabile direttamente dalla sezione dedicata sul sito nutella.it, dove gli utenti possono anche personalizzare la propria etichetta con l’espressione corrispondente alla propria regione.
OgilvyOne ha inoltre creato il sito interamente consultabile nel proprio dialetto. Basta semplicemente scegliere la propria regione di provenienza.
Inoltre, ogni utente potrà creare e scaricare l’etichetta personalizzata con la propria espressione preferita, o creare delle cartoline dove il vasetto di nutella che reca l’espressione scelta sarà accompagnato dagli accessori tipici, e dagli sfondi di ogni area geografica.
A lanciare l’operazione, una divertente video intervista, con tre protagonisti davvero speciali: i veri professionisti del dialetto, i nostri nonni. Un romano, un napoletano e un milanese doc rispondono a una serie di domande che mettono alla prova la loro tipicità, dando voce all’entusiasmo che anima ogni regione d’Italia.

“Lavorare con un brand come Nutella è il sogno di tutti quelli che fanno il nostro lavoro – dice Paolo Iabichino, Chief Creative Officer del Gruppo Ogilvy&Mather – E sono particolarmente orgoglioso di aver tenuto a battesimo nei nostri uffici l’idea che è alla base del terzo capitolo di questa straordinaria strategia. Dopo i nomi sulle etichette e i messaggi personalizzati, non era facile trovare una chiave per dimostrare l’intimità della marca con il suo pubblico. Abbiamo proposto le etichette in dialetto per sfidare creativamente il cliente, che ha dimostrato lungimiranza e ironia nell’accettare la nostra idea. Il resto è venuto di conseguenza, grazie a un grandissimo lavoro di squadra che ha messo allo stesso tavolo specialisti dello shopper marketing come Geometry e i professionisti di OgilvyOne che da anni accompagnano Nutella nei canali digitali e social. Infine, in televisione, è on air lo spot declinato da Publiregia.

CREDITS Per Geometry Global:
Executive Creative Director: Paolo Iabichino
Head of Planning: Alessia Vitali

Per OgilvyOne:
Executive Creative Director: Paolo Iabichino
Senior Art Director: Andrea Guzzetti
Senior Copywriter: Lavinia Francia
Art Director: Michele Urbani
Copywriter: Margherita Maestro
Head of Social: Alessandro Fontana
Community Manager: Gaia Ottaviano
Account Director: Federica De Paoli
Head of Planning: Alessia Vitali
Junior Planner: Lavinia Cottafavi
Software Developer: Emilio Cristiano
Front End Developer: Mara De Rosa, Kushan Gunasinghe Giada Pastorino
Casa Di Produzione: Collateral

articoli correlati

BRAND STRATEGY

L’ovetto Kinder diventa digitale con OgilvyOne e va su facebook con Social@Ogilvy

- # # #

L’ovetto Kinder Sorpresa diventa digitale per portare il gioco “vero” ovunque tu sia. Nasce così il nuovo sito web “mobile first”.

Il progetto, sviluppato da OgilvyOne, porta sul digital l’immagine vivace e colorata del brand, insieme a una nuova funzionalità: il tool “Giochiamo Insieme”. Si tratta di uno strumento che aiuta tutti i genitori a trovare in pochi secondi il gioco – non il videogioco – più adatto da fare insieme ai loro bambini. Basta impostare due filtri – età e luogo – per attivare l’Ovetto, che seleziona un gioco in modalità random: la perfetta espressione digitale del concetto di sorpresa.

I bambini hanno sempre voglia di giocare e per questo il sito è stato progettato per essere mobile first, quindi sempre fruibile. Tutti i giochi prevedono un utilizzo innovativo dello smart device, perché l’idea è che non si debba giocare con il telefono, ma usare il telefono per giocare. Così, sullo schermo vedremo comparire soltanto un dado, o una clessidra o un buzzer, che diventano strumenti ausiliari per lo svolgimento del gioco, lasciando il divertimento su un piano più fisico e stimolante.

In questo modo Kinder Sorpresa diventa, anche online, un punto di riferimento per i genitori e bambini, sia come strumento di gioco, sia come occasione di divertimento nella sua veste più autentica.

Al team di Social@Ogilvy è stata parallelamente affidata la gestione della pagina Facebook: su questo canale Kinder Sorpresa ingaggerà gli utenti nella veste dell’amico creativo, sempre pieno di idee e spunti di gioco, sempre pronto a sorprendere e accendere la fantasia.

Credits
Executive Creative Director: Paolo Iabichino
Senior Art Director: Matteo Pelo
Copywriter: Alberto Crignola
Junior Art Director: Tatiana Silvestri
Account Director: Federica De Paoli
Junior Account: Gianpaolo Volpe Pasini
Software Developer: Andrea Nigro
Web Developer Team: Mara De Rosa, Kushan Gunasinghe, Paolo Drovetti
Head of Social@Ogilvy: Alessandro Fontana
Social Media Strategist: Gaia Ottaviano Social
Media Manager: Nicola Pavan

 

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Un nuovo modo di cucinare con Cucinabarilla e OgilvyOne

- # # # # #

È online cucinabarilla.it, il sito eCommerce dedicato all’innovativo sistema creato da Barilla e Whirlpool, per coniugare il piacere della buona tavola all’esigenza di avere tempo per sé e per la propria famiglia.

“Questo non è un semplice forno” è la line che accoglie gli utenti sul sito e li guida alla scoperta di una vera e propria innovazione in cucina: un forno intelligente, con tante funzioni, che comunica con i kit pieni di ingredienti selezionati e imposta automaticamente la preparazione di ogni ricetta.

Sulla piattaforma gli utenti potranno scoprire tutte le funzioni del forno, le ricette disponibili, e tutti i dettagli sul funzionamento del sistema e sugli ingredienti selezionati. Inoltre, potranno approfittare di servizi dedicati, perché il sito è una piattaforma di relazione e di eCommerce, dove chi acquista il forno potrà acquistare i kit disponibili e portare ogni giorno in tavola pasta, risotti, pizza, focacce, pane e torte, e rimanere sempre aggiornato sulle novità legate al nuovo modo di cucinare.

Il sito è solo il primo passo della strategia di comunicazione sviluppata da OgilvyOne che vedrà la luce nei prossimi mesi: una campagna che coinvolge canali social e spazi display, rivolgendosi agli utenti con una accurata strategia di microtargeting, per introdurre un nuovo modo di cucinare attraverso un nuovo modo di parlare in cucina… e nella vita.

CREDITS

Direttore Creativo Esecutivo: Paolo Iabichino
Art Director Senior: Andrea Guzzetti
Copywriter Senior: Lavinia Francia
Art Director: Valentina Faravelli
Copywriter Junior: Pietro Veneroni
Account Director: Federica De Paoli
Head of Planning: Alessia Vitali
Head of UX: Marco Pela

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Galbani e OgilvyOne insieme per dire e dare fiducia

- # # #

È online il nuovo sito Galbani.it, completamente rinnovato nella grafica e nei contenuti, risultato della collaborazione tra l’azienda e OgilvyOne. Galbani.it offre una nuova esperienza di navigazione che rende la fruizione dei contenuti ancora più semplice e accattivante, mentre la grande attenzione data alle immagini fornisce una costante ispirazione ai visitatori. Ma soprattutto, il sito dà grande spazio agli utenti, alle loro ricette, ai loro commenti e alle loro esigenze. Si tratta infatti del primo passo di una strategia di narrazione di marca che vuole essere sempre più al fianco di tutti coloro che si avvicinano al mondo della cucina, anche senza essere esperti.
Ecco perché la nuova piattaforma presenta anche un rinnovato “Galbani Club”, con sconti, consigli e contenuti dedicati a tutti coloro che ogni giorno si ritrovano alle prese con piccole e grandi avventure in cucina. E soprattutto, con un diario dove scrivere e scambiarsi ricette, suggerimenti e varianti, per rinnovare la creatività ai fornelli ogni giorno.
A dare il benvenuto sul sito, un “video manifesto” che con ironia celebra gli errori in cucina più comuni, quelle situazioni in cui tutti noi, prima o poi, ci siamo ritrovati. Per esprimere vicinanza, ma soprattutto, per invitare a continuare a provarci!

Credits:
Chief Creative Officers: Paolo Iabichino, Giuseppe Mastromatteo
Client Creative Directors: Valeria Cornelio e Paolo Tognoni
Art Director Team: Andrea Guzzetti, Michele Urbani, Flavio Fabbri
Copywriter Team: Lavinia Francia, Margherita Maestro
Account Team: Francesco Nenna, Vincenza Mattana, Emmanuele Rossi
User Experience Designer: Marco Pelà, Diego Beltramini, Anna Fusillo
Web Developers: Donata Brambilla, Mara De Rosa e Kushan Gunasinghe

articoli correlati

BRAND STRATEGY

OgilvyOne firma il contatore di auguri delle bollicine Berlucchi Franciacorta

- # # # # #

Sino al 6 gennaio su auguri.berlucchi.it, saranno raccolti tutti i tweet pubblicati su Twitter che contengono hashtag legati alle festività natalizie. Il contatore di auguri è stato progettato da OgilvyOne per il brand Berlucchi che diventa così lo sponsor del brindisi italiano

 

Per leggere i messaggi d’auguri degli italiani sarà sufficiente passando il cursore del mouse sopra le bollicine, da sempre simbolo del Berlucchi Franciacorta.

A supporto dell’attivazione digitale sono state sviluppate campagne display e attività dedicate ai canali Facebook e Twitter, che danno risalto all’importanza del fare gli auguri, alle tradizioni natalizie e al territorio della Franciacorta, dove Berlucchi, da più di cinquant’anni, vinifica con passione le bollicine più titolate d’Italia.

 

 

Credits OgilvyOne: Paolo Iabichino (Executive Creative Director), Matteo Pelo (Art Director), Alberto Crignola (Copywriter), Morena Sgarbi (Client Service Director), Denise Bolandrina (Account Supervisor).

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Timberland, con OgilvyOne e Social@Ogilvy, riparte alla ricerca di storie di gente “fuori”

- # # # # # # #

Con Earthkeepers On The Water riparte il viaggio di Timberland alla scoperta di un’Italia viva, innovativa e lontana dagli stereotipi, che era cominciato nel 2012 con l’edizione On The Road. Per il video – realizzato dalla casa di produzione LUZphoto –  si è scelto un trattamento in stop-motion che enfatizza l’importanza che Timberland attribuisce alla cura, dalla scelta dei materiali alla lavorazione fino all’estetica.

Quest’anno al centro dell’esperienza ci sono 16 storie di gente “fuori”, capaci di armonizzare stile e sensibilità verso la più preziosa delle risorse: l’acqua. Per un mese, intorno al sito hub www.earthkeepers.it ruoterà un articolato ecosistema digitale e sociale, composto da Facebook, Twitter, Tumblr, Pinterest e la novità Vine con i suoi instant-video. In più, il progetto attiva la comunità degli instagrammers chiedendo di contribuire alla creazione di “un mare di foto”, alle quali Timberland si impegna a dare visibilità. E non poteva mancare un concorso che invita a “mettere un piede in Timberland” per vincere un weekend per 4 persone sulla Goletta Verde di Legambiente.

Earthkeepers On The Water  è stato inserito da Tumblr nel suo personale elenco dei migliori profili mondiali sul tema della Sostenibilità. Il video trailer del nuovo progetto realizzato da OgilvyOne e Social@Ogilvy è online su YouTube e Facebook. Il progetto è stato supportato da un media mix digitale, curato da Neo@Ogilvy, che ha previsto l’uso di formati display, richmedia, video, social e search.

Credits
OgilvyOne: Paolo Iabichino (Executive Creative Director), Luca Comino (Client Creative Director, Copywriter), Tommaso Minnetti (Client Creative Director, Art Director), Roberto Ardigò (Art Director), Jacopo Colò (Copywriter), Francesco
Nenna (Client Service Director), Federica De Paoli (Account Supervisor)
Social@Ogilvy: Luca De Fino (Head of Social@Ogilvy), Paola Guarneri (Social Media Strategist)
OgilvyConsulting: Ileana Medaglia (Head of Consulting), Mirco Martinazzi (Data Analyst), Luigi Saracino (Data Analyst)
Web Development: Emilio Cristiano (Senior Software Developer), Mara De Rosa (Front-end Developer), Kushan Gunasinghe (Front-end Developer)
Casa di produzione: LUZphoto

 

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Nutella presenta “Storie di Colazione”. Progetto a cura di OgilvyOne e Social@Ogilvy

- # # # # # #

Ci sono tanti modi per dirsi buongiorno e ogni famiglia ha il suo. Per questo Nutella ha deciso di ampliare la propria gamma per venire incontro alle esigenze dei propri consumatori offrendo il giusto formato per ogni occasione di consumo. I 3 nuovi formati sono pensati per tutti i tipi di famiglia e proprio per questo Nutella ha scelto di comunicarli con un progetto, realizzato con OgilvyOne e Social@Ogilvy, che parla in modo diverso e personale a ognuna di esse.

Punto di partenza della comunicazione è un video interattivo, realizzato dalla casa di produzione Fabbrica Virali, intitolato “Storie di Colazione”, nel quale si possono conoscere tre famiglie diverse che rappresentano tre diverse modalità di consumo. Gli utenti potranno anche esplorare il video scoprendo i contenuti extra, come ad esempio le ricette con Nutella o i consigli per iniziare la giornata con entusiasmo. Ma soprattutto potranno candidarsi per partecipare ai futuri episodi di “Storie di Colazione”, una web series firmata Nutella, all’interno della pagina Nutella Italia di Facebook e in un minisito dedicato – che permetterà di scoprire le proprie affinità caratteriali con i personaggi del video – o con l’hashtag dedicato su Twitter (#noilamattina), che raccoglierà le storie di colazione di tutti i fan.

La nuova comunicazione quindi parlerà di famiglie, identificandole con differenti stili di vita ed esigenze. Saranno infatti i consumatori, sul web e sui social network di Nutella, a presentare i nuovi vasetti, raccontando i loro modi di essere, le loro abitudini e il formato più adatto a loro.

Credits
Executive Creative Director: Paolo Iabichino
Client Creative Director: Luca Comino (Copywriter), Tommaso Minnetti (Art Director)
Senior Art Director: Andrea Guzzetti
Copywriter: Lucia Ceccolini
Client Service Director: Francesco Nenna
Account Supervisor: Federica De Paoli
Social@Ogilvy: Luca De Fino (Head of Social@Ogilvy), Barbara Falanga (Social Media Manager)
OgilvyConsulting: Ileana Medaglia (Head of Consulting), Mirco Martinazzi (Data Analyst), Luigi Saracino (Data Analyst)
TV Producer: Lorena Padovan
Art Buyer: Cristina Sala
Casa di produzione: Fabbrica Virali
Web Development: Marco Manfredi (Head of Technology), Giuseppe Caso (Front-end Developer), Emilio Cristiano (Senior Software Developer), Marco Crotta (System Administrator), Mara De Rosa (Web Developer), Paolo Drovetti (Senior Flash Developer), Kushan Gunasinghe (Front-end Developer)

articoli correlati

MOBILE

APPiness: proposte di felicità in concetti di applicazioni mobile. Con OgilvyOne e SPD

- # # # #

Si è svolta presso la Scuola Politecnica di Design la presentazione finale del progetto APPiness, nato dalla collaborazione tra OgilvyOne e SPD Scuola Politecnica di Design. In una settimana è stato chiesto a sei gruppi di lavoro di progettare un’applicazione mobile per migliorare la vita delle persone. I giovani creativi di SPD – guidati dal Direttore Creativo Esecutivo Paolo Iabichino e affiancati durante il workshop dai creativi senior dell’agenzia Luca Comino, Andrea Guzzetti, e Tommaso Minnetti – hanno concepito applicazioni in grado di costituire uno spazio virtuale di comunicazione e interazione tra sei importanti brand e i loro consumatori.

Durante l’evento finale di ieri gli studenti hanno avuto l’opportunità di presentare la proposta di brand APP a referenti senior dell’agenzia e dei diversi brand coinvolti, oltre che alla giuria, la quale ha deciso il progetto vincente tra i sei messi a punto. Giuria composta da Guerino Delfino (CEO e Chairman di Ogilvy & Mather Italy), Paolo Iabichino (Executive Creative Director OgilvyOne e OgilvyAction Italia) e Federico Ferrazza, Responsabile di Wired.it – partner dell’iniziativa. Wired ha infatti deciso di dare il supporto a APPiness per la vicinanza del concept del progetto alla missione della rivista “cambiare in meglio il mondo”.

Le APP proposte sono promesse di felicità che comprendono maggiori utilità, usabilità, divertimento, accesso allargato, abbracciando tutti gli stili di vita e le categorie di consumo: viaggi, denaro, cibo, mobilità, moda e comunicazione. APPiness ha infatti permesso ai 25 studenti del Master in Visual Design di esplorare questo nuovo spazio di dialogo tra consumatore e brand.

Da anni il corso di advertising – tenuto da Paolo Iabichino e parte del Master Visual della Scuola Politecnica di Design – è orientato a individuare nella relazione tra le persone e i brand le nuove opportunità di scambio, oltre l’esperienza del prodotto. E sempre più spesso i brand sono chiamati a occuparsi di un benessere a tutto tondo, in modo che la semplice funzione d’uso di prodotti e servizi venga accompagnata da un reale miglioramento della vita delle persone e del loro quotidiano. Gli autori del progetto vincitore avranno l’opportunità di svolgere uno stage presso una delle realtà coinvolte.

Get Lost è l’applicazione concepita dalle studentesse Alexandra Balisova, Livia Galeazzi, Viktoria Shopolova e Olga Mikhailova volta a far riscoprire alle persone la voglia di “esplorare” e “perdersi per scoprire”, in linea con la filosofia di Timberland. Il tema centrale dell’applicazione è il “verde” in città. Scoprire parchi, mappare luoghi verdi sconosciuti e inesplorati, identificare piante incontrate per strada muovendosi per la città con l’aiuto di una bussola, uno strumento analogico inserito in un device digitale. Queste e altre funzionalità coinvolgono l’utente e lo invitano a condividere le proprie scoperte. Le studentesse hanno inoltre studiato possibili strumenti di advertising volti a lanciare l’applicazione.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

APPiness: un progetto OgilvyOne e Scuola Politecnica di Design per brand utility di valore

- # # # #

Da anni il corso di advertising all’interno del master visual della Scuola Politecnica di Design è orientato a individuare nella relazione tra le persone e i brand le nuove opportunità di scambio, oltre l’esperienza del prodotto. E sempre più spesso i brand sono chiamati a occuparsi di un benessere a tutto tondo, dove la semplice funzione d’uso di prodotti e servizi venga accompagnata da un reale miglioramento della vita delle persone e del proprio quotidiano. APPiness, il progetto di OgilvyOne tenuto a battesimo lunedì 7 gennaio dal Direttore Creativo Paolo Iabichino, porta questa nuova visione nelle aule della Scuola Politecnica di Design.

Fino all’11 gennaio 25 studenti del Master in Visual Design esploreranno questo nuovo spazio di dialogo tra i consumatori e sei importanti marchi. APPiness conta inoltre sul supporto di Wired per la selezione dei progetti la cui missione è in sintonia con quella della rivista “cambiare in meglio il mondo”.

I giovani creativi di SPD supervisionati dai mentor dell’agenzia hanno a disposizione soli cinque giorni di lavoro per pensare e comunicare l’idea di una brand app che sappia migliorare la vita delle persone. Una promessa di felicità come maggiore utilità, usabilità, divertimento, accesso allargato che abbraccia tutti gli stili di vita e le categorie di consumo: viaggi, denaro, cibo, mobilità, moda e comunicazione. Gli studenti sono organizzati in gruppi di lavoro, ciascuno affiancato da creativi senior di OgilvyOne  tra cui Luca Comino, Andrea Guzzetti, Tommaso Minnetti ed Elisa Pazi di Ogilvy&Mather Advertising Roma. Le proposte sviluppate durante la settimana di workshop saranno poi condivise con le aziende che hanno sposato il progetto.

A febbraio una speciale giuria composta da Guerino Delfino (CEO e Chairman di Ogilvy & Mather Italy), Federico Ferrazza (Responsabile di wired.it) e Paolo Iabichino (Executive Creative Director OgilvyOne e OgilvyAction Italia) sceglierà il progetto più interessante. I componenti del team vincitore potranno aggiudicarsi opportunità di stage all’interno delle realtà che hanno sostenuto il progetto.

articoli correlati