BRAND STRATEGY

A Melismelis il piano media di Chantelle Lingerie per il primo monomarca al mondo del gruppo

- # # #

Chantelle Lingerie

Chantelle Lingerie ha scelto Melismelis come media agency in occasione del lancio del primo monomarca al mondo, che ha aperto al pubblico ieri a Milano, all’interno di CityLife Shopping District, il più grande distretto commerciale urbano d’Italia.
L’agenzia, guidata da Massimo Melis, si è occupata della strategia media, pianificando gli spazi pubblicitari della campagna di lancio. Fino al 26 dicembre girerà per la città un tram Sirietto che, insieme a un maxipannello retroilluminato di 15X6 metri in Largo Domodossola e a 20 Digitotem 72″ (circuito Clear Channel) ubicati in alcuni dei punti di maggiore visibilità della città di Milano, garantirà al brand francese un forte impatto visivo.

 

“È bello aver collaborato con il Gruppo Chantelle, che dal 1876 è sinonimo di lingerie in Francia e nel resto del mondo” afferma Massimo Melis, Managing Director di Melismelis. “Siamo stati selezionati da Chantelle Italia per lavorare a una media strategy all’interno della città di Milano, con precisi e importanti obiettivi. La nostra direzione è stata quella di emergere in alcuni selezionati media, anche in un contesto affollato dal pre-Natale e dalla comunicazione di lancio dell’intero Shopping District. Posso aggiungere che l’approccio media ha sicuramente tratto beneficio anche dalla nostra esperienza nella comunicazione retail”.

 

“Siamo felici che sia Milano il palcoscenico per il lancio del nostro primo concept store, che si distingue per una shopping experience innovativa ed emozionale” dichiara Fabio Ponzano, Country General Manager Italia e Svizzera del Gruppo Chantelle. “La collaborazione con Melismelis, snella ed efficace, è stata di grande aiuto per il lancio della nostra boutique”.
È previsto infine, per i primi mesi del 2018, un ulteriore step di comunicazione: Chantelle Lingerie e Melismelis stanno collaborando alla realizzazione di un’attività di marketing territoriale sempre con un focus particolare sulla città di Milano.

 

Credits:
Project Supervisor: Massimo Melis
Account Executive: Giulia Guzzetti

articoli correlati

AZIENDE

Miroglio, il retail è 4.0: ecco tutte le prossime novità del gruppo italiano

- # # # # # #

Miroglio

Miroglio Fashion, società di abbigliamento femminile del Gruppo Miroglio, ha deciso di lanciare, per questo 2017, tutta una serie di progetti tecnologicamente avanzati per migliorare efficienza e performance del retail. In sintesi:

Le casse intelligenti
Sviluppato in partnership con Oracle, il Progetto XStore è un nuovo software per il punto vendita, che prevede la sostituzione su tutta la rete internazionale – 1.100 punti vendita tra negozi a gestione diretta e partner – del software di negozio, con attivazione di nuove modalità di integrazione tra negozi fisici e con il canale online. Il roll-out del progetto, partito a gennaio 2017, è previsto tra il quarto trimestre del 2017 e il primo semestre 2018 e riguarderà la rete di tutti i marchi del gruppo. L’investimento è di circa 1,6 milioni di euro.

RFID sulla catena di negozi Fiorella Rubino
Il progetto prevede l’introduzione di un sistema di tracciatura dei prodotti a livello di singolo item tramite etichettatura con chip RFID. Il sistema, che permette l’identificazione di ogni singolo capo con lettura a distanza, consente di snellire i passaggi di gestione della merce in-store e di ottenere precisioni inventariali elevate, con benefici su tutta la catena logistica e i processi multicanale e con impatti positivi sulle vendite. Il progetto, sviluppato in collaborazione con Temera, include tutti i 170 negozi di proprietà della catena Fiorella Rubino e riguarda tutti i prodotti venduti, capi di abbigliamento e accessori. Un progetto che si distingue, a livello italiano ed europeo, per il numero dei negozi coinvolti, per l’obiettivo di avere un negozio completamente “taggato” e per l’ampiezza dei processi rivisti, dal magazzino centrale fino alla vendita e alla gestione del reso, passando per l’antitaccheggio. L’investimento è di circa 1,5 milioni di euro.

Il “borsino”
Sviluppato in collaborazione con Evopricing e l’Università di Torino, questo progetto riguarda un nuovo processo integrato di riassortimento dal magazzino centrale e movimentazione tra negozi: una sorta di “borsino”, che combina dati quantitativi e sensibilità del personale di vendita, sfruttandone la capacità predittiva. Il processo si basa infatti sia sulla rilevazione oggettiva del potenziale di vendita di ciascun articolo in ciascun negozio, sia sulle valutazioni personali delle singole store manager, che possono richiedere o cedere articoli in funzione delle loro aspettative di vendita. Il nuovo processo, innovativo sia per l’elevato grado di integrazione e automazione sia per la flessibilità data dai numerosi parametri gestibili, è in produzione sulle reti Fiorella Rubino e Elena Mirò da settembre 2016. L’intera stagione FW 2016 è stata gestita con le nuove modalità ed è stato sviluppato un modello per la valutazione dei risultati ottenuti.

“L’innovazione rappresenta una componente sempre più importante all’interno del nuovo percorso di Miroglio Fashion” ha dichiarato Hans Hoegstedt, nuovo CEO di Miroglio Fashion. “Con questi progetti innovativi vogliamo portare soluzioni “4.0”, come quelle di cui si parla nel settore industriale, anche nel retail, utilizzando la tecnologia e il digitale per offrire alle nostre clienti una shopping experience più ricca e completa e per aumentare e migliorare l’efficienza dei nostri punti vendita. Con il programma Retail 4.0 daremo progressivamente corpo alla nostra visione del retail del futuro: la tecnologia valorizzerà al massimo il potenziale delle nostre persone e la conoscenza dei bisogni e delle aspettative delle donne che scelgono i nostri brand. Il progetto Miroglio Retail 4.0 si inserisce all’interno del nuovo piano “300 in 300”, che prevede un investimento di 15 milioni di euro per rinnovare l’immagine di 300 negozi Miroglio Fashion in 300 giorni, in un’ottica di maggiore distintività e personalizzazione dei brand”.

Francesco Cavarero, Chief Information Officer del Gruppo Miroglio, ha aggiunto: “La sfida maggiore oggi a livello aziendale è quella di scegliere le soluzioni più adeguate, in un contesto di grandi opportunità estremamente dinamico e frammentato dal punto di vista dell’offerta tecnologica sul mercato”.

articoli correlati

NUMBER

Su Instagram stories arrivano le dirette video anche in Italia

- # # # #

Instagram Stories Live

La novità che farà contenti i 150M di utenti che utilizzano Instagram Stories è l’introduzione delle dirette. Il Live rappresenterà per loro un’ulteriore possibilità di entrare in contatto con i propri amici e follower. A partire dalle prossime ore, tutti gli utenti potranno effettuare delle dirette su Instagram Stories oltre che guardarle.

Instagram ha proprio pensato a tutto anche a coloro che vogliono mantenere un certo riserbo e infatti ha lanciato la nuova opzione che darà anche la possibilità di nascondere i Live a determinate persone. Negando la possibilità a alcuni utenti di vedere le dirette, semplicemente andando su Profilo > Impostazioni > Impostazioni della Storia > Nascondi la Storia a, e selezionare gli utenti ai quali vuoi nascondere i tuoi Live.

Decidere quali commenti potranno essere visibili nel video e addirittura mettere in evidenza i commenti più belli oppure scegliere la drastica decisione di disattivare completamente i commenti per il video. Al momento della comparsa del commento nella diretta, si potrà cliccarci sopra e selezionare l’opzione “Pin Comment” per metterlo in evidenza. Per deselezionare il commento basterà ri-cliccandoci sopra.

Prima di cominciare il live, Instagram farà un count-down di 3 secondi, per dare qualche momento per prepararsi alla diretta. Inoltre scomparirà al termine della registrazione e in conclusione si potrà disattivare le notifiche relative alle dirette di utenti a cui non si è interessati.

Iniziare una diretta è semplicissimo: basta scorrere a destra sulla fotocamera di Stories e azionare la modalità “Live”. La diretta video scomparirà nel momento in cui si termina la registrazione.
È inoltre possibile scoprire le dirette più interessanti che stanno avendo luogo in un determinato momento, attraverso la funzionalità “Top Live” nella tab Esplora di Instagram.

articoli correlati

MEDIA

Focus Junior dà voce ai più piccoli. Tra le novità del 2017 il “Junior Reporter News”

- # # # #

Novità Focus Junior 2017

Il 2017 di Focus Junior si apre all’insegna delle novità: al suo interno è stato inserito “Junior Reporter News”, un vero e proprio giornale con una grafica e un formato in stile quotidiano di 4 pagine, realizzato con la collaborazione dei lettori della rivista. Sempre con il primo numero del magazine è stato lanciato un corso di disegno dedicato ai bambini e ragazzi. Debuttano inoltre nella rivista una serie di racconti d’avventura e mistero dello scrittore per ragazzi Davide Morosinotto. Protagonista un ragazzino di 10 anni, Tim Tumble, l’amico fantasma e un cagnolino.

I giovanissimi “Junior Reporter” sono chiamati a scrivere articoli e recensioni su temi come scienza, storia, curiosità sui luoghi dove vivono, viaggi, videogiochi e film, personaggi famosi o esperienze che hanno vissuto. Inoltre potranno mandare racconti, poesie, scioglilingua, disegni e come sempre le loro foto buffe e le copertine.

Sarah Pozzoli, direttore di Focus Junior spiega, “Perché un giornale fatto dai lettori? L’idea è quella di dare voce ai bambini e ai ragazzi, alle loro idee e punti di vista, spesso illuminanti per noi adulti. Inoltre vogliamo stimolarne la creatività, mettendo in luce i loro talenti e passioni, sviluppando il loro senso critico. Non posso nascondere che ci piacerebbe anche farli riappassionare un po’ ai giornali.”

Il successo della formula di Focus Junior, il cui sistema digitale comprende anche il sito e una pagina Facebook con oltre 24mila fan,  è certificato anche a livello diffusionale: secondo gli ultimi dati Ads, nel mese di ottobre 2016 si registrano oltre 124mila copie diffuse (cartaceo + digitale), con un incremento del 40% rispetto a ottobre 2015.

Focus Junior fa parte dell’hub Kids di Mediamond, che raggiunge una Total Audience (stampa + digital) di 550.000 contatti/mese (Fonte: elaboraz. Editore su dati Sinottica 2016/B & Audiweb Dabatase novembre 2016).

Da questo numero Focus Junior potrà essere acquistato anche insieme alla rivista dedicata agli animali Focus Wild al costo di 5,40 euro.

articoli correlati

AGENZIE

comScore potenzia la suite di misura dell’audience. Arriva in Italia Video Metrix MultiPlatform

- # # # #

comscore

comScore ha annunciato oggi due importanti novità di prodotto in Italia. La suite di prodotti di misurazione dell’audience di comScore (MMX Multi-Platform, MMX, Video Metrix, Mobile Metrix) sarà oggetto di un potenziamento metodologico e di processo a partire da questo mese (dati che saranno rilasciati nel mese di febbraio), e verrà lanciato anche nelò nostro paese  VideoMetrix MultiPlatform.

Nel primo caso, comScore espande l’universo riportato su mobile, al fine di includere in Italia anche la fascia di età 13-17. L’universo di default su mobile rimarrà per tutti i mercati quello dei 18+, ma per i siti e le app che hanno implementato il tag di comScore sarà possibile misurare e rappresentare il traffico dell’universo 13+ e la relativa composizione demografica per genere ed età. Come conseguenza dell’allargamento dell’universo riportato, le entità taggate (la grande maggioranza delle principali property italiane) registreranno un aumento del traffico. La reportistica sull’universo espanso sarà disponibile come opzione aggiuntiva che i clienti potranno selezionare all’interno di Mobile Metrix.

Inoltre, comScore annuncerà la prossima settimana il lancio in UK di Video Metrix MultiPlatform, che fornisce una misurazione unica e non duplicata del consumo dei video digitali su desktop e sui device mobili, per dare ai clienti una visione più profonda di come, dove e quando i contenuti video vengono visti. Il lancio includerà anche l’introduzione della reportistica sui video mobile per YouTube e i canali dei suoi Partner, aiutando i creatori di contenuti a monetizzare meglio attraverso i canali di distribuzione le proprie audience crosspiattaforma.

Tale evoluzione di Video Metrix, permetterà ai clienti di: quantificare l’audience video totale, incrementale e non duplicata su smartphone, tablet e desktop; valutare la composizione demografica per età e genere sui diversi schermi; comprendere come varia l’engagement sulle diverse piattaforme per monetizzare e pianificare in modo più efficiente.
Video Metrix Multi-Platform, oggi disponibile in UK e USA, sarà lanciato in Italia nel secondo trimestre del 2017.

Fabrizio Angelini, CEO di Sensemakers (nella foto) e rappresentante per l’Italia di comScore dichiara “Siamo felici di annunciare due innovazioni attese da tempo dal mercato italiano. La nostra misurazione dell’attività svolta sui device mobili dal segmento demografico più giovane fornirà al mercato dati significativi su uno dei principali target per gli investitori che – molto spesso – definisce e anticipa le tendenze digitali. Su un altro fronte lo sviluppo di Videometrix Multiplaform rafforza la nostra leadership sul sistema di misurazione dei video on-line che, come testimoniano anche le operazioni societarie comunicate in questi giorni, è l’area pubblicitaria con il maggiore potenziale di crescita anche per la sua convergenza con il consumo di contenuti televisivi. Ancora una volta questi sviluppi confermano comScore all’avanguardia dell’innovazione: sfruttando la nostra architettura per l’analisi dei big data e l’avanzata tecnologia censuaria siamo in grado di superare i vincoli dei metodi tradizionali di ricerca come quelli, per esempio, che impediscono di reclutare persone minorenni nel panel. Tali asset ci consentiranno di introdurre nei prossimi mesi ulteriori significativi potenziamenti delle misurazioni, in un ecosistema che evolve molto rapidamente e ha quindi bisogno di risposte altrettanto veloci e innovazioni continue”

articoli correlati

AZIENDE

Obiettivo: superare ogni confine. Tutti i nuovi strumenti di Facebook dedicati alle aziende

- # # # # # #

Obiettivo: superare ogni confine. Tutti i nuovi strumenti di Facebook dedicati alle aziende

La connessione, al giorno d’oggi, non conosce più confini geografici. È per questo che la tecnologia, soprattutto quella mobile, deve procedere di pari passo e consentire alle aziende di trovare clienti in qualsiasi parte del mondo. Si stima che entro il 2018 le persone che accederanno a Internet da un dispositivo mobile saranno 2,3 miliardi (eMarketer, Agosto 2016). Connettendosi su dispositivi mobili, e su Facebook, le persone interagiscono con ciò che è importante per loro, anche quando tali prodotti o servizi sono offerti in altri Paesi. Oltre 1 miliardo di persone sul social è connesso ad almeno un’azienda in un Paese straniero (Dati interni Facebook, Agosto 2016) e 1,57 miliardi di persone accedono a Facebook ogni mese da mobile (Dati interni Facebook, Giugno 2016). Negli Stati Uniti, il 60% delle persone è connesso a un’azienda di un Paese straniero (Dati interni Facebook, Luglio 2016).
Facebook presenta oggi una nuova serie di risorse e soluzioni per aiutare tutte le aziende ad espandersi a livello globale, senza spostarsi. Ad esempio, una nuova funzione nello strumento Pubblico simile consente ora di raggiungere clienti simili a quelli che si hanno già, ma che si trovano in altri Paesi. Basta caricare un elenco dei clienti esistenti o dei contatti con elevato potenziale. Inoltre, gli inserzionisti che scelgono le conversioni sul sito Web o le installazioni dell’app mobile come obiettivo possono usare le nostre avanzate funzionalità di targetizzazione basate sulla posizione selezionando un’area geografica estesa o una zona economica. Il social mostrerà le inserzioni nelle regioni selezionate e ne ottimizzerà la pubblicazione per i Paesi che fanno registrare i ricavi maggiori. Facebook sta introducendo soluzioni per aiutare le aziende a ottimizzare la loro strategia globale per le campagne, inclusi webinar sul marketing internazionale con Facebook e un manuale sulla ricerca dei clienti giusti in nuovi Paesi. Le aziende stanno già usando il social per espandersi a livello globale. Ad esempio, la startup di abbigliamento turca Modanisa ha usato la nuova versione del nostro strumento Pubblico simile per trovare clienti in nuovi Paesi e ha registrato un ritorno sull’investimento 4 volte superiore rispetto alle campagne precedenti.
“La campagna basata sul pubblico simile internazionale di Facebook ci ha consentito di raggiungere gruppi di pubblico di nicchia e clienti in tutto il mondo. Il focus sui gruppi di pubblico di nicchia ha generato aumenti considerevoli dei tassi di acquisizione e ha supportato la nostra strategia di acquisizione globale” afferma Sami Güzel, General Manager & Partner, Modanisa, Turchia.
“Facebook ci ha aperto le porte a nuovi Paesi. È il primo canale di marketing che prendiamo in considerazione quando elaboriamo le nostre strategie di espansione. Facebook ci consente di espanderci in nuovi Paesi più velocemente di quanto avevamo pianificato, in modo efficace e flessibile” sostiene Frank Kang, CEO and Co-founder, Althea Beauty, Malesia
“Facebook e Instagram ci hanno davvero aiutato a crescere a livello internazionale: adesso effettuiamo consegne in 25 Paesi in tutto il mondo” dice Felix Ermer, cofondatore e CEO di Brooklyn Soap Company, Germania.

articoli correlati

AZIENDE

Messenger, è sempre più semplice avviare le conversazioni: le novità di Facebook

- # # # # #

Messenger, novità per le chat degli utenti

Altre novità in casa Facebook, dedicate soprattutto al servizio Messenger, che rende oggi sempre più semplice avviare conversazioni con i propri contatti.

Con oltre 900 milioni di utenti al mese, Messenger è il luogo dove le persone possono connettersi facilmente con gli amici, i familiari e le aziende a cui tengono di più. Oltre ad inviare e ricevere messaggi, con il servizio è possibile scambiarsi emoji, chattare con le imprese, ricevere le notizie più rilevanti e fare video chiamate. Le esperienze che possono essere fatte su Messenger sono davvero moltissime. A questo link il video dal blogspot di Facebook.
Facebook ha pensato a come rendere più semplice trovare ciò che si desidera per iniziare una conversazione. Gli utenti continueranno a vedere i messaggi più recenti in alto sul proprio schermo, seguiti da una nuova sezione “Preferiti” che mette in evidenza le persone con cui si chatta più di frequente. Ci sarà anche una sezione “Active Now” dove sarà possibile vedere se un collega o un amico sono disponibili in un determinato momento. Sono disponibili anche promemoria utili come i compleanni.
Con questi aggiornamenti Facebook punta a rendere Messenger ancora più semplice e divertente da utilizzare.

 

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Cannes Lions: le novità 2016. Sparisce il Press e arriva il Digital Craft

- # # # # #

cannes lions

Annunciati oggi i cambiamenti dell’edizione 2016 del Cannes Lions International Festival of Creativity, in programma dal 18 al 25 giugno.
Tra le novità spiccano la “scomparsa” dei Press Lions, che diventano Print & Publishing Lions, e la “separazione” dei Digital Craft dai Cyber e Mobile Lions.
Benché i Press Lions rappresentino una pietra miliare del Festival, essendo il secondo premio introdotto (nel 1992, abbinati all’Outdoor) “ridenominandoli Print & Publishing Lions “, ha precisato Simon Cook, Director of Awards del Festival, “facciamo evolvere la relativa categoria cosi some sta evolvendo il comparto, aprendoci a tutte le declinazioni del publishing e della stampa, incluse quelle interattive”.
Commentando invece la “promozione” dei Digital Craft, Terry Savage, Chairman dei Cannes Lions Festivals, ha spiegato che “proprio le Giurie dei CyberMobile Lions hanno rimarcato come con il crescente numero di iscrizioni focalizzate su aspetti quali UX e Craft, fosse necessario avere tra i giurati degli esperti specializzati in tali aree. Creando un Premio e una giuria ad hoc, abbiamo anche raggiunto l’obiettivo di alleggerire il gravoso impegno legato alla selezione dei vincenti nelle altre due categorie”.
I Digital Craft Lions, infatti, premieranno le abilità creative e le capacità realizzative digitali che veicolano i contenuti, all’interno di una cornice dove la qualità del design e dell’esecuzione tecnica contribuscono a creare un’esperienza utente fruibile trasversamente alle varie tipologie di device.
Cannes Lions ha inoltre modificato e adattato altre caterie esistenti, quali il Product Design, che ridefisce la categorie in concorso e introduce quella del Service & Interactive Design for Products, e il Titanium & Integrated che sono ora assegnati come Leoni indipendenti l’uno dall’altro. Anche i Design Lions presentano una nuova suite di categorie legate all’Experience Design e allargano la loro sezione Social. Gli Outdoor Lions, a loro volta, si ampliano fino a includere una estesa sezione dedicata al Digital Outdoor.
Come già annunciato, infine, gli Entertainment Lions prenderanno il posto dei Branded Content & Entertainment Lions, mentre gli Entertainment Lions for Music daranno alla musica il meritato rilievo.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Un’Audi senza pilota da Stanford a Las Vegas per presentare le novità della Casa al CES 2015

- # # # # # #

In occasione dell’International Consumer Electronics Show di Las Vegas, Audi presenta numerose innovazioni in fatto di comando e visualizzazione, infotainment, connettività e tecnologia di illuminazione, applicate poi ai sistemi di assistenza per il conducente e alla guida pilotata.
Una conferma che ormai, quando si parla di “mobile” in ambito ITC, ai dispositivi handheld è ormai “obbligatorio” associare anche quelli a quattro ruote.
Audi ha portato a Las Vegas quattro auto: i modelli di serie TT Roadster, RS 7 Sportback e R8 LMX e la show car Audi A7 “prologue piloted driving”, sviluppata appositamente per il CES.
Quest’ultima, infatti, ha viaggiato da Stanford (nella Silicon Valley) a Las Vegas senza conducente. I dati provenienti dai sensori e rilevati dell’unità di controllo del sistema di guida (zFAS) durante la marcia possono essere trasmessi online al cloud. Qui vengono poi elaborati e inviati nuovamente alla vettura. In questo modo, l’auto amplia le proprie conoscenze e capacità in modo continuo, diventando un modello intelligente in grado di “apprendere”.
Anche le altre soluzioni hardware e software presentate da Audi sono flessibili e intelligenti e rendono il comando particolarmente confortevole. Per esempio, il conducente della nuova Audi TT e della nuova Audi Q7 potrà sfruttare i comandi vocali. Basterà così pronunciare frasi come “Portami alla pizzeria più vicina” e il sistema di navigazione mostrerà il relativo percorso. Il conducente potrà poi scorrere e zoomare le visualizzazioni sul nuovo MMI all in touch del SUV di grandi dimensioni come su uno smartphone. A ogni immissione segue un feedback tattile.
Anche Audi Connect, l’ampia gamma di applicazioni in rete, mette a disposizione nuove soluzioni. Sempre nella nuova Q7, il conducente può agire nell’ambiente software di Apple CarPlay e Android Auto mediante smartphone. Inoltre, può accedere alla musica di Napster e Aupeo! e aggiornare online le mappe di navigazione. In Audi TT (di serie) e Audi Q7 (a richiesta), tutte le indicazioni vengono visualizzate sull’Audi virtual cockpit, sfruttandone le numerose possibilità di personalizzazione.
Con la nuova Audi Q7, il marchio dei quattro anelli apre nuovi orizzonti anche per quanto riguarda i sistemi di assistenza per il conducente. Soluzioni come il dispositivo di assistenza all’efficienza predittiva e l’Adaptive cruise control con sistema di assistenza nella guida in colonna danno già oggi un assaggio di come sarà il futuro della guida pilotata dal punto di vista tecnologico. Audi ha recentemente mostrato quali emozioni possono suscitare i modelli senza conducente sul circuito di Hockenheim. Qui la Audi RS 7 piloted driving concept ha percorso senza pilota il tracciato toccando una velocità di 240 km/h, diventando così l’auto a guida pilotata più sportiva al mondo.

articoli correlati

MEDIA

Presentate al MipCom la novità “fatate” di Rainbow, firmate da Igino Straffi

- # # # # #

Rainbow, la content company fondata da Iginio Straffi nota internazionalmente per le sue produzioni animate e multimediali, ha presentato al MipCom 2014 alcune delle principali novità 2015. Un anno importante e ricco di produzioni per Rainbow, lo studio di animazione che compirà 20 anni proprio nel 2015: è recente l’annuncio dell’importante accordo con Netflix per la produzione e realizzazione di uno spin-off di Winx Club. Con il titolo “Winx Club WOW: World of Winx” saranno realizzare due inedite stagioni – la prima disponibile all’inizio del 2016, mentre la seconda prevista per l’autunno 2016 – che racconteranno nuove avventure per le fatine Winx e saranno trasmesse in streaming in tutti i territori coperti da Netflix.
Un accordo senza precedenti per importanza e risonanza a livello europeo in quanto Rainbow è il primo studio di animazione in Europa a siglare un accordo con Netflix per la produzione di contenuti originali ed esclusivi come sarà, appunto, Winx Club WOW.

Un importante annuncio del MipCom è stato anche quello della nuova Serie 7 di Winx Club, ormai fenomeno di successo globale, che nel 2014 ha festeggiato i suoi primi 10 anni.
Dopo gli importanti risultati al botteghino del nuovo film “Winx Club – Il Mistero degli Abissi” – uscito nelle sale cinematografiche italiane a Settembre e la cui distribuzione è già iniziata anche a livello mondiale – le avventure di Bloom, Stella, Tecna, Flora, Musa e Aisha proseguiranno con la Serie 7 dove le vedremo impegnate in nuove ed eroiche missioni, sempre legate a valori positivi.
Questa nuova serie, infatti, si lega agli importanti messaggi di tutela dell’ambiente – già parte integrante delle Serie 5 e del film “Winx Club – Il Mistero degli Abissi” – in quanto le fatine si impegneranno nella missione di sensibilizzare sia gli abitanti della Terra che della Dimensione Magica sull’importanza della salvaguardia delle specie animali in via di estinzione e del rispetto di tutti gli animali.

A Cannes, Rainbow ha presentato anche la nuova produzione Royal Academy, un nuovo lavoro di Iginio Straffi per una serie di animazione dai toni molti ironici e divertenti ispirata alle favole più amate di sempre.

Altra novità presentata in anteprima è stata “My American Friend”, un nuovo progetto in live action sempre nato dal genio creativo di Iginio Straffi, dedicato alle pre-teen che appassionerà i telespettatori con la storia di una ragazza che dall’America arriva in Italia per inseguire il suo sogno di diventare una fashion designer.

articoli correlati

MEDIA

Sui 12 canali di Discovery Italia l’autunno “innova” con oltre 5.000 ore di prime Tv

- # # # #

Dopo un’estate da record, con un picco del 7,4% ad agosto che sale al 10% sul target commerciale 15-54, Discovery Italia, 3° editore tv nazionale per share, conferma la sua costante vocazione all’innovazione presentando una programmazione autunnale con oltre 5000 ore di prime tv, 400 ore di produzioni originali e 50 ore di live sport.

L’offerta si sviluppa attraverso 12 canali in grado di offrire ogni sera un nuovo contenuto per diversi tipi di target, spaziando dal docu-reality ai programmi per bambini, dal factual alla fiction, dallo sport ai reportage, dai talent show al lifestyle.
Su Real Time, tra le novità della stagione in arrivo, oltre alla seconda edizione del talent cooking show “Bake Off Italia”, arriva “Il pranzo di Mosè”, in cui la scrittrice di best seller Simonetta Agnello Hornby aprirà le porte della sua casa in Sicilia, mentre il ristorante stellato Alice all’interno di Eataly Milano sarà la location della docu “La chef e la boss”.
Su DMax, debutterà invece il primo talent show della rete, la produzione originale “I Re della Griglia” con il globe trotter Chef Rubio, l’allevatore-gourmant Paolo Parisi e il patron del ristorante l’Imbuto di Lucca, Cristiano Tomei. Inoltre per la prima volta DMax ospiterà una fiction: “Houdini”, con il premio Oscar Adrien Brody, mentre per tutti gli appassionati di rugby sono in arrivo in esclusiva i Cariparma Test Match 2014.
L’autunno di Focus si apre con un progetto inedito: “Mettiti a Focus!”. Grazie ad una campagna di recruiting attiva prima sul web e poi in tv, 4 ascoltatori potranno diventare “volti introduttivi” delle quattro principali aree tematiche del canale: ingegneria, storia, natura, spazio e scienza.
Giallo offrirà ai telespettatori l’esclusiva serie sulle intrigate storie dell’ispettore capo Tony Gates, protagonista di “Line Of Duty” e sarà inoltre l’unico a proporre in Italia gli esclusivi titoli Factual Crime di Investigation Discovery, il canale cable americano campione di ascolti.
Grandi novità anche per i più piccini con la prima tv esclusiva del lungometraggio “Oggy e i maledetti scarafaggi Il film” in onda su K2 e il primo programma prescolare, “Doki”, in prima tv su Frisbee.
Discovery Channel, che si conferma 1° canale nell’area Doc&Lifestyle di Sky, trasmetterà invece in esclusiva prima tv “Klondike”, la prima miniserie televisiva prodotta da Discovery.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Uniroyal presenta insieme a Sinergie un 2014 ricco di novità

- # # # # #

Uniroyal si presenta al pubblico in un 2014 ricco di novità: febbraio ha visto diventare protagonista l’autodromo di Vallelunga, l’occasione è stata guidata dall’obiettivo di far scoprire in anteprima il nuovo pneumatico Rain Sport 3 agli invitati presenti, tra cui il management, i distributori e gli Pneus Expert, i clienti dell’azienda. Un lancio di prodotto che ha racchiuso spettacolarità, adrenalina e formazione.
“Road expert” il concept sviluppato da Sinergie per l’evento, perché oltre ad essere esperti di pneumatici, bisogna essere testimoni  in prima persona della qualità di un prodotto, un expertise su strada, per una conoscenza condivisa nata dall’esperienze e competenze di tutti gli attori coinvolti.
Il programma si è sviluppato su due giorni ed ha visto diverse attività susseguirsi. Dopo la visione di un video emozionale sull’azienda, che ha confermato come il lavoro sviluppato insieme a tutti gli interlocutori sia la chiave del successo, la madrina dell’evento Hoara Borselli, nota attrice e conduttrice italiana, ha scoperto in anteprima il nuovo pneumatico. Da sfondo una scenografia bifacciale di 30 metri con uno schermo di oltre 6 metri di lunghezza, creata in modo da coinvolgere al massimo gli ospiti e trasmettendo loro un’accogliente sensazione di informalità.
Centinaia i flash puntati per immortalare l’atmosfera, scatti continuati con sorpresa quando delle pareti mobili si sono aperte per indicare la strada verso la cena. Un appuntamento conviviale che ha riprodotto una tipica Hostaria Romana, per una scoperta dei sapori nostrani con molta genuinità e famigliarità. Serata conclusa fra grandi risate per l’esibizione dei Boiler, trio comico della scuderia di Zelig.
Il giorno seguente il paddock dell’autodromo è stato il regno delle attività previste in agenda. Diverse macchine, brandizzate e gommate Rain Sport 3 per l’occasione, a disposizione degli ospiti per scoprire davvero la new entry in casa Uniroyal. Test drive in pista,  prove di frenata e di sottosterzo i workshop realizzati da istruttori professionisti. Adrenalina a mille e reale condivisione delle informazioni il risultato finale.
Un evento b2b dai grandi numeri quello sviluppato da Sinergie, oltre 350 ospiti, 50 macchine per il test drive, 35 hostess, 12 navette a disposizione, 14 istruttori per i workshop, 8 aree dell’autodromo utilizzate oltre a più di 100 esecutivi grafici che hanno personalizzato ogni momento dell’evento, dandone un’identità importante e riconoscibile.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Inizia oggi la primavera “virale” di Leroy Merlin

- # # # # #

Leroy Merlin inaugura la sua Festa di Primavera con una campagna viral video che propone una versione inedita della Primavera di Vivaldi suonata, all’interno di uno dei tanti punti vendita della catena, da strumenti musicali molto insoliti: martelli, trapani, levigatrici e tanti altri attrezzi tipici del fai-dai-te.
Gli interpreti sono gli stessi dipendenti dell’insegna che, con i loro attrezzi da bricolage, si trasformano in una vera orchestra lasciandosi coinvolgere dal ritmo della Primavera di Vivaldi. Con la bella stagione, d’altronde, si risveglia la voglia di fare e, anche in casa bastano pochi accorgimenti per creare un’atmosfera totalmente nuova.

 

La “Festa di Primavera” di Leroy Merlin si svolgerà dal 3 al 28 Aprile, e ogni progetto per la casa avrà il suo spazio, con offerte e novità, garantite dalla qualità di sempre.
Tra le novità di stagione spiccano i nuovi prodotti (circa il 20% delle gamme è completamente rinnovato), i nuovi servizi: come il servizio di posa a prezzo fisso che assicura l’installazione di alcuni prodotti in soli 15 giorni e infine il il nuovo sito internet: che permette di navigare più di 70.000 prodotti con possibilità di salvare una wish-list e propone all’utente un’esperienza interattiva inedita.

articoli correlati