NUMBER

Il 2018 è stato l’anno del Native Advertising, trainato dalle campagne B2B. L’analisi di Across

- # # # #

Across

Acrossweb agency specializzata nel performance marketing multicanale finalizzato alla Lead Generation – ha tracciato un quadro complessivo del mercato del web marketing nel 2018, sottolineando come il Native Advertising abbia subito un’impennata del +65% rispetto all’anno precedente.

 

Sempre più aziende hanno infatti compreso come, attraverso delle mirate strategie di Native Advertising, sia possibile raggiungere nuovi segmenti di utenza qualificata e farsi scegliere dal proprio target di riferimento. Tra le motivazioni che hanno portato a questo boom, va sicuramente menzionata una costante crescita nell’abilità di sviluppare campagne B2B proprio tramite il Native.

 

Secondo l’osservatorio di Across – che nel corso del 2018 ha operato con oltre 300 aziende nazionali e internazionali – i maggiori benefici sono stati riscontrati da quanti hanno condotto l’essenziale passaggio dall’utilizzo di un canale pubblicitario a una strategia a target, accompagnando – quindi – ai servizi di Native Advertising anche quelli legati all’invio di DEM e al Social Advertising e puntando alla lead generation come proprio target finale.

 

Across ha cercato di analizzare anche la tipologia di business che ha rivolto la propria attenzione al Native Advertising nel 2018, stabilendo che le aziende di servizi hanno mostrato più interesse rispetto alle aziende di prodotti. Tra i settori più coinvolti, Across segnala telco, aziende specializzate in prestiti personali e corsi di formazione e compagnie di noleggio a lungo termine.

 

“Il Native Advertising non è certamente nato oggi ma ha assunto nel 2018 la sua forma più matura, diventando uno strumento ancora più versatile che ci ha permesso di sbizzarrirci attraverso campagne B2B di alto livello”, ha commentato Sergio Brizzo, CEO di Across. “Mai come quest’anno attraverso il Native è stato possibile aumentare la Brand Awareness dei nostri clienti, incentivare l’engagement ed accrescere le performance delle campagne in termini di visibilità, traffico e conversioni”.

 

Oltre al Native Advertising, il 2018 ha visto consolidarsi il mondo DEM che, nel caso di Across si rivela un un canale di punta grazie ad un consolidato network di affiliazione con oltre 200 partner ed editori. Anche tutti gli altri servizi offerti dall’azienda – Display advertising, Social Advertsing e SEM tra tutti – hanno raggiunto performance particolarmente significative.

 

Secondo Across, infine, un tema caldo nel 2018 che tornerà in auge nell’anno in corso è quello della multicanalità. Infatti, anche nel 2019, la maggiore integrazione della multicanalità sarà un fattore determinante per le aziende, che resteranno sorprese dai possibili risultati conseguibili purché nell’ottica di un ripensamento radicale dei propri processi aziendali.

articoli correlati

AZIENDE

Eurosport sigla una partnership pluriennale con Outbrain: utilizzerà i formati Smartfeed e Amplify

- # # #

Outbrain - Eurosport

Outbrain, la piattaforma premium di native advertising, ha annunciato oggi di aver firmato una partnership con Eurosport. L’accordo riguarda 13 mercati tra i quali: Regno Unito, Francia, Germania, Italia, Spagna, Asia e Australia. Parte integrante della collaborazione verterà su Smartfeed, l’innovativa soluzione di Outbrain.

 

Smartfeed fornisce un feed di contenuti che permette agli editori di personalizzare l’esperienza dell’utente, migliorando il suo engagement e i profitti dell’editore. È stato progettato per una gamma di contenuti vari che includono: articoli sponsorizzati, contenuti editoriali, video e funzioni su tutti i dispositivi (desktop, dispositivi mobile e app). Eurosport utilizzerà anche la piattaforma Amplify di Outbrain per promuovere i propri video.

 

All’inizio di quest’anno, Outbrain ha lanciato Focus, un’esperienza video click-to-watch creata per migliorare l’engagement e le performance e ideale per promuovere contenuti video di alta qualità e di lunga durata. Focus ha generato percentuali di click-through e di completamento più elevate, il che lo rende ideale per far crescere la visibilità di Eurosport e di Eurosport Player, la sua piattaforma video.

 

“Siamo entusiasti di questa partnership con Eurosport. Il nostro obiettivo è fornire una tecnologia intelligente e flessibile che promuova raccomandazioni di contenuto personalizzate e che ottimizzi i profitti. Smartfeed ha già generato un aumento medio del 60% del CTR organico ed un aumento medio del 40% delle entrate degli editori. Il nostro accordo con Eurosport include anche video nativi e ciò rende l’utilizzo di Smartfeed ancora più efficace. Consideriamo questa partnership un’ottima scelta e una grande opportunità per entrambe le parti”, ha affermato Carmelo Noto, Country Manager di Outbrain Italia.

 

“La tecnologia di Smartfeed e Amplify di Outbrain è fantastica per noi”, ha dichiarato David Fisher, VP Digital Ads di Eurosport. “Vogliamo sfruttare la piattaforma di Outbrain per far crescere il numero dei nostri fan e far emergere i nostri contenuti video in modo prominente, oltre a generare una monetizzazione significativa. Non vediamo davvero l’ora di lavorare con Outbrain”.

 

La partnership con Eurosport incrementa la reach di Outbrain, permettendo di attingere a un pubblico chiave a livello globale. Eurosport include siti sportivi gestiti localmente in Francia, Italia, Spagna, Regno Unito, Germania e Russia; ed Eurosport.com da solo raggiunge 42 milioni di utenti al mese.

articoli correlati