BRAND STRATEGY

easyJet atterra al Fuorisalone con tre oggetti di design insieme a FCB Milan

- # # # #

esayjet

Si chiama Two hours to become a star ed è un progetto creativo che atterra al Fuorisalone di Milano: un’attivazione completamente fuori dai luoghi comuni, ideata e realizzata da FCB Milan per easyJet.

L’agenzia guidata da Fabio Bianchi e Francesco Bozza, rispettivamente Amministratore Delegato e Chief Creative Officer, insieme con la compagnia aerea, ha coinvolto gli studenti NABA nella progettazione di un oggetto di design in grado di semplificare l’esperienza del viaggio.
Il brief per i giovani designer? Trovare l’idea rivoluzionaria un’idea innovativa in due ore di tempo, a diecimila metri di altezza, a bordo di un volo easyJet. Perché nel relax, e tra le nuvole, la mente è libera di inseguire grandi sogni. I tre progetti vincenti sono stati realizzati in laboratorio edesposti durante il Fuorisalone,  nella Lounge easyJet, in via Tortona 37, dal 17 al 22 aprile.

“Con la testa tra le nuvole”, “Handy” e “SIGG” sono state premiate come migliori proposte, idee che si sono distinte per l’originalità e la funzionalità: il primo è un “un progetto creativo e culturale, magico e ambizioso”, come commental’autore, il giovane designer Riccardo Gianduzzo. pensata per i più piccoli ma anche per tutte le persone che durante il viaggio amano approfittare di un momento di relax. Il “libro easyJet” permetterebbe di appoggiare la testa, addormentarsi dolcemente e in assoluta comodità. Il secondo, invece, firmato da Silvia Faggiano è un reticolo di eleastici flessibili. mas protetti da una sicura copertura, che, adattati alla propria valigia, permettono di portare con sè numerosi oggetti utili. L’ultimo, infine, è opera di Francesca Daloiso: un manico per valigia dotato di seduta portatile, incorporata nel bagaglio.

“Abbiamo coinvolto i giovani designer di NABA e fatti volare, sfidandoli a ideare – tra le nuvole e in due ore di tempo – l’oggetto del futuro del viaggio”, conclude Noemi Frisoli, Head of Marketing Southern Europe easyJet. “Quale momento migliore per lasciare i pensieri a terra e lasciarsi trasportare dall’immaginazione per concentrarsi su nuove idee?”

 

Credits
Agenzia: FCB Milan
Francesco Bozza – Chief Creative Officer
Fabio Teodori – Group Creative Director
Valentina Salaro – Creative Strategist
Massimiliano Sala – Senior Copywriter
Greta Carrara – Copywriter
Emily Vanzo – Art Director
Paolo Costella – Strategic Planner
Claudia Moscato – Group Account Director
Agnese Salvatore – Account Supevisor
Alessandro Oliva – Account JunioreasyJet attera al Fuorisalone
Michele Virgilio – Producer
Valeria Semplici – Social Media Manager

Video
Casa di produzione: D.E.A Production
Regia: Davide Agosta
Fotografia: Marco Alfieri

articoli correlati

AZIENDE

È “Alex l’orsetto” il progetto vincitore della Call For Ideas “Aviva Challenge NABA”

- # # # # #

Aviva e NABA

Elizabeth Cinalli, Valerie Liuim e Aleksander Tasovac sono i tre studenti NABA vincitori della Call For Ideas “Aviva Challenge NABA”. La sfida è stata lanciata lo scorso 28 ottobre dalla Compagnia assicurativa Aviva, colosso britannico presente in Italia dal 1921, con lo scopo di sviluppare un’idea di comunicazione innovativa e giovane per promuovere MyAviva, la nuova area clienti della compagnia.
Il gruppo vincitore ha risposto alla chiamata di Aviva presentando il progetto “Alex l’orsetto” che trova la sua icona appunto in Alex, l’orsetto che è sempre con te e ti protegge in ogni ambito della vita, proprio come fa Aviva. Il team ha proposto una campagna di comunicazione integrata: una app giovane e intuitiva, una strategia social dinamica e l’utilizzo di mezzi di comunicazione non convenzionali.
L’idea vincitrice si è distinta nella competizione cui hanno partecipato 17 progetti. Dopo aver conquistato un posto tra i 5 finalisti, la giuria ha scelto l’orsetto per il primo gradino del podio. “È stata una grande soddisfazione vedere il riscontro degli studenti alla nostra chiamata. Confesso che è stato difficile scegliere, le idee erano tante e tutte interessanti. I risultati ottenuti con questa iniziativa confermano la nostra volontà di puntare sui giovani e sulla loro visione fresca e innovativa, fondamentale soprattutto nei settori più tradizionali come quello assicurativo. Voglio quindi ringraziare NABA per la collaborazione e i suoi studenti per l’impegno e per la passione che contraddistinguono i talenti dell’accademia” commenta Louis Roussille, Marketing, Communication and Digital Director di Aviva in Italia.
Giorgio Lospennato, HR, NABA Industry Relations and Placemente Director commenta: “Gli studenti di NABA, guidati dalla passione dei nostri docenti, hanno ancora una volta superato loro stessi sprigionando tutta la loro energia e il pensiero creativo, riuscendo a mettere in difficoltà l’azienda per la selezione del progetto vincitore. Ringraziamo ancora una volta Aviva per aver dimostrato tutta la loro fiducia nei giovani e per averci accolto a casa loro per la presentazione finale dei progetti davanti al loro Board e alle persone dello staff. Per i ragazzi è stata una bella occasione per esprimersi fuori dalle mura della scuola”.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Gli studenti del Naba firmano le nuove lattine special edition del Thè San Benedetto

- # # # #

Gli studenti del Triennio in Graphic Design e Art Direction del Naba di Milano hanno dato la loro personale interpretazione grafica della celebre lattina sleek del Thè San Benedetto. Tra le moltissime idee pervenute, tre sono state scelte per diventare l’innovativa lattina “Sleek Special Edition NABA” del Thè San Benedetto”.

Tre lattine da collezione con un prezioso trattamento opaco, unico sul mercato, accomunate da un’etichetta animata dai monumenti simbolo dell’italianità: il Colosseo, la Torre di Pisa e il Duomo di Milano. Tre anche i colori, inediti per la categoria e ispirati a mondi raffinati per richiamare i gusti del Thè San Benedetto: verde acquamarina, per il Thè Verde con Aloe vera, rosa antico per la Pesca e giallo pastello per il Limone.

“Questa collaborazione con una realtà prestigiosa e all’avanguardia quale NABA – ha dichiarato Vincenzo Tundo, Direttore Marketing di Acqua Minerale San Benedetto S.p.A. – ci rende orgogliosi e ci permette di sottolineare l’impegno che, sempre con maggior determinazione, San Benedetto mostra nel proporre ai propri consumatori iniziative innovative, in chiave contemporanea ma con un costante rispetto per la tradizione che è la chiave di successo della nostra azienda. Inoltre, la scelta di fare dell’italianità il tema principale di questo progetto, rappresenta un ulteriore passo per ribadire l’importanza che ha per l’Azienda il legame con il nostro Paese”.

“NABA sempre più collabora con aziende leader, come Acqua Minerale San Benedetto, per offrire ai propri studenti l’opportunità unica di lavorare su reali commesse – ha dichiarato Giorgio Lospennato  HR, Industry Relations & Placement Director NABA – “In particolare il progetto che ha visto l’ideazione della nuova veste grafica della celebre lattina sleek del Thè San Benedetto è stato particolarmente stimolante per i nostri studenti che hanno avuto l’occasione unica di confrontarsi con il brand numero uno nel mercato del beverage analcolico”.

articoli correlati

AZIENDE

Slowear lancia un concorso per aspiranti sceneggiatori

- # # # # #

Dal fashion al cinema il passo è breve. A partire dal mese di maggio e fino a fine giugno, Slowear in partnership con Domus Academy, NABA e IULM  lancia  un concorso internazionale per aspiranti sceneggiatori sul tema dello “slow lifestyle”. Tutti coloro che hanno da sempre avuto una vera passione per il cinema, possono finalmente concretizzare il loro desiderio, iscrivendosi a www.slow-lifestyle.org: una semplicissima web application li guiderà nella creazione di una sceneggiatura passo-passo. Il breve concept da sviluppare potrà  raccontare momenti di vita Slow tratti da esperienze autobiografiche o interpretare idealmente un mondo che sappia godere del momento, agendo con più lentezza e riflessione.
I lavori verranno giudicati da una giuria internazionale di professionisti e la migliore sceneggiatura sarà il soggetto delle prossime campagne pubblicitarie dell’azienda veneta.

Un progetto comune condiviso con i propri estimatori  per promuovere e raccontare  la filosofia slow in maniera semplice e innovativa. Il contest firmato da Slowear non richiede infatti alcuna competenza pregressa in tema di teatro, cinema o scrittura perché l’applicazione è davvero semplice e divertente. Sarà sufficiente infatti scegliere tra opzioni prestabilite o immagini di esempio e in tempi rapidi sarà possibile creare una reale sceneggiatura, scaricabile in formato pdf e condivisibile attraverso i social network.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

“Dove c’è pasta c’è…”: parte il progetto di Barilla, Naba e Young&Rubicam

- # # # # #

Barilla, in collaborazione con NABA, la Nuova Accademia di Belle Arti di Milano e Young&Rubicam, lancia il progetto “Dove c’è pasta c’è…”, con l’obiettivo di sostenere e stimolare la creatività dei giovani artisti sul tema della pasta: 400 studenti del Dipartimento di Arti Visive, Performative e Multimediali NABA, diretto da Marco Scotini, sono invitati a interpretare il valore della pasta con il linguaggio delle performing arts, un’espressione artistica innovativa capace di creare un’interazione diretta con il pubblico attraverso la sintesi di diverse forme d’arte visiva (danza, recitazione, scenografia, allestimento video) in un unico spettacolo. Gli studenti possono iscriversi fino a lunedì 4 febbraio 2013.

Da febbraio ad aprile gli studenti lavoreranno in gruppi multidisciplinari formati da 4 persone, ognuno con competenze artistiche diverse: una giuria formata dal regista Bob Wilson più gli esperti di NABA e rappresentanti di Barilla e Y&R  selezionerà gli elaborati di sei gruppi finalisti nel mese di maggio. L’obiettivo del progetto è perlustrare nuove strade creative, un approccio fresco e originale, per rappresentare la pasta con il suo valore simbolico e identitario e come veicolo di emozioni. In giugno, i 6 gruppi di artisti finalisti metteranno in scena le loro performance durante una serata che animerà il  Campus. Il gruppo vincitore sarà premiato con una residenza formativa di due settimane in una capitale europea.

Il progetto affonda le radici nella storia di Barilla, da sempre impegnata a sostenere  l’arte e la cultura, per il loro valore nel migliorare la qualità della vita delle persone. Di là dalle collaborazioni storiche con artisti di alto livello, nel 2012 Barilla, Y&R e Istituto Italiano di Fotografia (IIF) hanno promosso con successo il progetto  “Di che pasta sei fatto?”. In quel caso, settanta giovani fotografi di IIF hanno realizzato una collezione di scatti ispirati al valore della pasta. Le opere sono state raccolte in un catalogo, e sono attualmente esposte a Parma presso la Galleria San Ludovico.

articoli correlati