BRAND STRATEGY

1861united taglia a metà il divano di Sky per lanciare la nuova funzione Restart

- # # # # #

Sky e 1861united, l’agenzia guidata da Pino Rozzi e Roberto Battaglia, tornano sul divano blu, il format studiato per raccontare la ricchezza di My Sky attraverso le esperienze di vari testimonial. Il nuovo spot è incentrato su Restart, la nuovissima funzione di My Sky che permette di far ripartire da capo, in pochi secondi, un film già iniziato.

Per sottolineare questa novità rivoluzionaria anche il format si rinnova e lo notiamo fin dall’inizio: il divano blu, come tutto il resto dell’arredamento, è tagliato a metà. A spiegarci il perché è l’istrionico Filippo Timi, che ci racconta come non sopporti vedere le cose a metà, in particolare i film. E non appena il protagonista de I Delitti del BarLume preme il tasto blu del telecomando Sky, il film ricomincia dall’inizio. Finalmente l’attore può vedere il suo film intero, comodamente sul suo divano che ora è di nuovo… intero.

Del film è prevista anche una declinazione su stampa per il magazine Sky Life destinato ai clienti.

CREDITS

Direzione Creativa Esecutiva: Pino Rozzi e Roberto Battaglia
Direzione Creativa: Mario Esposito, Massimo Verrone
Art Director: Daria Paraboni
Copywriter: Mattia Perego
Client Director: Marta Di Girolamo
Account Executive: Davide Caterina
Producer: Carla Beltrami
CdP: Akita Film
Regia: Riccardo Paoletti
DoP: Roberto Ottaviani
Executive Producer: Paolo Zaninello
Producer: Mapi Brambilla
Post Produzione Video: Xchanges VFX

Sky Italia
Head of Brand & Advertising: Roberto Lobetti Bodoni
Advertising Promo Specialist: Mario Saronne

articoli correlati

BRAND STRATEGY

1861united e My Sky, mai più senza. On air la nuova campagna multisoggetto

- # # # #

Lanciato nel 2008, My Sky è un prodotto unico sul mercato italiano. Il prodotto ha ormai raggiunto una elevatissima awareness sul parco clienti (90%) ed è un driver fondamentale per la soddisfazione complessiva dell’abbonato. Sky presenta un piano di rilancio del prodotto a 360°, di cui il primo capitolo è la campagna multisoggetto TV e stampa rivolta alla customer base sviluppata da 1861united, l’agenzia guidata da Pino Rozzi e Roberto Battaglia, in collaborazione con P&P, il dipartimento creativo di Sky diretto da Silvia Zanetti.

L’obiettivo è ambizioso: dimostrare come My Sky, una volta provato, diventi indispensabile. Ed è proprio intorno al concetto d’indispensabilità che ruota il claim di campagna: My Sky. Mai più senza. Dal punto di vista creativo questo si è tradotto in 7 film a 30” nei quali Bruno Barbieri, Alessandro Borghese, Alessandro Cattelan, Ilaria D’Amico, Paola Saluzzi, Simona Ventura e Gianluca Vialli ci  raccontano l’impatto del My Sky sulla loro vita privata, focalizzandosi di volta in volta su una diversa funzione. Il risultato è un racconto, autentico e spontaneo, della loro vera esperienza: cosa guardano, come lo usano, quali benefici ne traggono, come My Sky ha cambiato il loro rapporto con la tv. Tanto è vero che sul set non è stato seguito alcuno script ma si è fatto ricorso a domande mirate a provocare la reazione genuina dei personaggi. Key visual della campagna è un divano blu, il luogo dove tutti noi guardiamo la tv sperimentando My Sky.

Alla campagna hanno lavorato i Direttori Creativi Mario Esposito e Massimo Verrone con la collaborazione dei copywriter Emanuele Accurli Abenante e Riccardo Di Capua e dell’art director Nicola Bolfelli. Client Director Marta Di Girolamo. La regia è di Luca Miniero, gli scatti fotografici di Paolo Cecchin per l’agenzia Livello 6.

articoli correlati