MEDIA

Bauli, una web serie racconta il morbido di ogni giorno: on air il Laboratorio Cinematografico

- # # # # #

MIchele Bauli, vicepresidente Gruppo Bauli

Bauli ha scelto di sostenere i giovani videomaker di OffiCine per lo sviluppo di un secondo progetto innovativo, ideato appositamente per la comunicazione digital: un Laboratorio Cinematografico di tre mesi che porterà alla realizzazione di una web serie di qualità cinematografica in 4 puntate, che racconterà come si può esprimere la morbidezza in ogni momento della giornata. Oggi si assiste sempre di più a un cambiamento nei sistemi di comunicazione e le web serie sono un nuovo format narrativo originale e coinvolgente per il pubblico del web.

Laboratorio Cinematografico di alta formazione di OffiCine
Bauli, dopo il primo laboratorio realizzato a Natale 2016, ha voluto tornare a collaborare con OffiCine, progetto formativo nato nel 2010 dall’unione di Anteo spazioCinema e Istituto Europeo di Design, per dare vita a un laboratorio della durata di tre mesi, arricchito dal prezioso supporto di validi professionisti del settore, dal titolo “La Web Serie: Crea il morbido in ogni giorno”. L’obiettivo è esplorare ed enfatizzare i valori di marca utilizzando un linguaggio nuovo rappresentando la “morbidezza” in tutti i momenti della giornata: ogni occasione è buona per ammorbidire il quotidiano. “È il secondo anno consecutivo che investiamo sui giovani e sul digitale attraverso la promozione di un laboratorio dedicato” ha dichiarato Michele Bauli, Vicepresidente del Gruppo Bauli. “Sono convinto che sia un’ottima opportunità per tutti. La sfida a tradurre in un formato atipico e innovativo il messaggio che identifica i nostri valori di marca darà, anche in questa occasione, frutti di grande valore che ci permetteranno di parlare al pubblico del web con un linguaggio a loro dedicato creando engagement”.

Dal 15 giugno al 6 ottobre, dunque, gli allievi di OffiCine saranno chiamati a lavorare in troupe all’ideazione, alla scrittura delle sceneggiature e alla produzione di una serie a puntate per il web. Articolata in 4 episodi da 2 minuti ciascuno, la serie racconterà momenti di morbidezza che, come i prodotti Bauli, regalano emozione. Lo sviluppo del laboratorio potrà essere seguito sia sul sito web Bauli, all’interno di una sezione dedicata, sia sui canali social del brand. Il corpo insegnanti guidato da due firme del cinema italiano: Luca Lucini e Doriana Leondeff In questo laboratorio creativo gli allievi di OffiCine saranno affiancati da professionisti affermati, come il regista Luca Lucini (Tre metri sopra il cielo e Nemiche per la pelle) e la sceneggiatrice Doriana Leondeff (Pane e Tulipani e Nemiche per la pelle). Proprio il regista ha spiegato in questi termini il suo coinvolgimento nel progetto formativo sostenuto da Bauli: “Ho accolto con piacere l’invito a entrare a far parte di questo progetto, sia per la stima che nutro nei confronti di OffiCine, sia per l’affetto che provo per Bauli. La capacità di tradurre in un racconto visivo ed efficace per il web le sfumature di uno stato d’animo come la morbidezza è una sfida molto interessante perché richiede di coniugare immaginazione e linguaggio. Il mio impegno sarà rivolto principalmente a stimolare questi giovani nel mettere in campo non solo le loro conoscenze, ma anche la passione e l’entusiasmo, elementi fondamentali per approcciarsi al lavoro cinematografico”.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Il croissant morbido di Bauli fa il pieno di interazioni su Facebook grazie al 3D

- # # # # #

Croissant Bauli

La “morbidezza” della campagna Bauli conquista i fan su Facebook e fa il pieno di interazioni: oltre 8.500.000 il numero di persone raggiunte, più di 9.000 like e oltre 1.400 condivisioni per “Morbido come il cuore”, innovativa campagna strategicamente concentrata nel mese di ottobre 2016. Il progetto digital per i croissant Bauli è stata declinata in due video, facenti parte del più ampio piano di comunicazione (di cui abbiamo parlato qui) che sfruttano i pulsanti e il layout di Facebook per creare un’illusione ottica e un effetto 3D, centrando ampiamente l’obiettivo di coinvolgere gli utenti.

L’innovativa campagna di Facebook punta sul coinvolgimento e sull’emozione
La scelta di Bauli di utilizzare per la prima volta nel panorama italiano del Facebook Advertising questo format si è rivelata vincente e mostra la volontà del Gruppo di impostare una strategia social che sempre più punta a integrare la comunicazione “classica” e i nuovi strumenti digital. I contenuti speciali della campagna Facebook sviluppati dall’agenzia Ambito5 prendono, infatti, spunto dalla creatività dello spot dedicato ai croissant ideato da Saatchi & Saatchi Italy e pianificati da PHD Media Italia. Lo spot ha saputo veicolare l’esperienza emotiva e organolettica della “morbidezza” come dimensione accogliente accessibile in qualsiasi momento: un valore che Bauli fa proprio come base del suo posizionamento di marca.
Agendo in sinergia, i contenuti speciali curati da Ambito5 sono andati ad affiancare e amplificare il messaggio dello spot, sfruttando al meglio i nuovi strumenti video che Facebook mette a disposizione. Le clip “Trasloco” e “Tea Party” hanno raccontato emozionanti momenti di morbidezza immergendo gli spettatori in improvvisi effetti d’illusione ottica e simulazioni di ambienti 3D attraverso la particolare combinazione di elementi narrativi emozionali ed inedite esperienze immersive, contribuendo al rafforzamento della visibilità della marca e della brand reputation.

Nuovi orizzonti per il digital advertising
“Da oltre un anno abbiamo deciso di destinare al digital advertising maggiori risorse e di essere presenti in maniera più strutturata, nel contesto di una strategia che ha come obiettivo quello di instaurare un dialogo con target divenuti irraggiungibili con i media tradizionali aumentando il grado di innovazione percepita del brand” dichiara Alberto Raselli, Digital & Media Manager del Gruppo Bauli. “I risultati raggiunti con il progetto per i croissant, realizzato in collaborazione con Facebook, Ambito5 e PHD Media, ci hanno fornito una serie di piacevoli riscontri e altrettante indicazioni di metodo utili per elaborare i prossimi contenuti social e sfruttare al meglio le potenzialità degli strumenti a disposizione.”

articoli correlati