AZIENDE

AdKaora, è un 2016 all’insegna della crescita

- # # # # #

Davide Tran di AdKaora

AdKaora continua a crescere, e dopo un 2016 all’insegna di dati positivi si conferma protagonista nel panorama italiano del mobile marketing, dopo l’acquisizione dello scorso anno di Banzai e l’entrata nel Gruppo Mondadori.
L’agenzia specializzata in soluzioni di marketing e advertising ha chiuso i primi 9 mesi dell’anno con ricavi in crescita di oltre il 60% rispetto allo stesso periodo del 2015 grazie a un forte incremento delle pianificazioni mobile, registrando ricavi per 2,6 milioni di euro nel periodo (consolidata nel Gruppo Mondadori dal 1° giugno 2016). A trainare questa linea di business, lo sviluppo di una DSP mobile interna, hakaMobile, la DMP proprietaria arricchita dai dati intra gruppo e di editori esclusivi, oltre che lo sviluppo di soluzioni creative e tecnologiche, come il formato video PlaySunrise e il drive to store Pass2Ngage, potente strumento ponte tra online e offline.
“L’innovazione e la qualità sono due driver molto importanti per noi e, scegliendo i nostri prodotti, i nostri clienti hanno riconosciuto il valore aggiunto portato in ogni collaborazione. Siamo soddisfatti dei risultati raggiunti, ma ovviamente, non ci fermiamo qui e abbiamo diverse novità in serbo per fine anno” afferma Luca Nigro, co-founder e chief innovation officer di AdKaora.
Nell’ottica di una crescita organica aziendale sono inoltre da segnalare, da una parte, la nascita di una divisione marketing, che ha l’obiettivo di analizzare i trend di mercato e anticiparne le evoluzioni, dando al mercato un’offerta sempre più articolata e strutturata, nonché di consolidare il posizionamento dell’agenzia. Alla guida Antonella Caliandro, che, dopo un’esperienza di diversi anni in Alkemy, è arrivata in AdKaora ed ha assunto responsabilità sempre crescenti sino ad arrivare alla nomina di “Marketing Manager”. Dall’altra parte, AdKaora rafforza la già stretta collaborazione con agenzie e centri media con la nomina di Francesca Degasperis ad “Agency Relationship Manager”. Per lei, dopo un’esperienza pluriennale in aziende come Dada, Buongiorno e la start up BeeAd, l’incarico di coordinare il team commerciale e di supportare la vasta offerta AdKaora con l’obiettivo primario di offrire ai propri clienti le migliori soluzioni cross device del mercato.
“AdKaora si trova in una fase di crescita molto importante. Lo stato di salute dell’azienda è ottimo ma da buoni fighters, stiamo già guardando al 2017 con entusiasmo rinnovato e la mission di continuare a crescere in modo sano e organico. Da qui la decisione di creare un’unità di marketing, guidata da Antonella Caliandro, che porta la sua esperienza di digital marketing a cavallo tra azienda e agenzia, e di affidare alla pluriennale esperienza di Francesca Degasperis nel mondo del mobile advertising il consolidamento e lo sviluppo del business con agenzie e centri media”, commenta Davide Tran, CEO di AdKaora.

articoli correlati

AZIENDE

Finanziamento di 2,5 mio di dollari a Istabrand per sostenere l’espansione internazionale

- # # # # #

Instabrand, startup fondata nel 2013 e oggi la principale piattaforma di influencer mobile marketing, ha annunciato di aver ottenuto un primo round di finanziamento pari a 2.5 milioni di dollari, da un gruppo di investitori guidato da TI Capital. Nell’Advisory Board anche Randall Cox (Digital President di Relativity Media) e Brian Norgard (vicepresidente dei prodotti advertising a Tinder).

L’investimento da parte di TI Capital darà la possibilità a InstaBrand di espandere la propria attività a livello globale attraverso più canali social e nello stesso tempo sviluppare ulteriormente la propria piattaforma di Analytics proprietaria per consentire ai propri clienti di investire con maggiore trasparenza e incrementare il ROI.

Eric Dahan, Ceo ed il Co-Founder di Instabrand (nella foto), ha dichiarato: “Siamo molto felici di annunciare il completamente di questo primo investimento. Il concetto di “popolarità” oggi è completamente rivoluzionato e i contenuti vengono distribuiti attraverso nuovi canali: gli influencer sono diventati i nuovi produttori di contenuto. È facile per le aziende collaborare con pochi di loro alla volta, ma se si vuole scalare il processo le cose iniziano a farci complicate. La nostra soluzione unisce l’efficienza e la trasparenza di un programmatic ad exchange con il nuovo significato di popolarità, e questo recente finanziamento ci aiuterà a sviluppare ulteriormente il nostro tool. Vogliamo diventare l’ad exchange di questo nuovo mondo più social”.

La tecnologia di InstaBrand, azienda basata a Los Angeles, California, permette ai brand di connettersi con facilità con gli influencer del web e di monitorare i progressi e la crescita di un progetto con analisi dei dati accessibili in tempo reale. Con la più grande rete internazionale di influencer, la piattaforma aiuta a costruire e gestire in autonomia una campagna, tenendo conto delle strategie e degli obiettivi di ogni brand, e raggiungendo milioni di persone in modo autentico e significativo.

InstaBrand porta l’attenzione sul branding e il posizionamento del brand, contando già tra i propri clienti le più importanti aziende dei settori moda, lifestyle, cinema e intrattenimento, automotive, tecnologia e grande distribuzione: tra questi L’Oréal Paris, Calvin Klein, Dolce & Gabbana, Hyundai, Kia, Samsung, McDonald’s, P&G e molti altri.

articoli correlati

AZIENDE

Lumata, Nuance e Opera Mediaworks insieme all’insegna del mobile advertising

- # # # # #

Mobile adolescenti comScore

Lumata, player di riferimento nell’ambito del mobile marketing ed advertising, amplia ulteriormente il proprio portafoglio di formati rich media con Nuance Voice Ads, sviluppato da Nuance Communication, lanciato per la prima volta nell’aprile del 2013. Ora grazie ad una collaborazione con Opera Mediaworks, la nuova piattaforma voice-enabled darà modo ai consumatori di intraprendere un dialogo reale con i brand preferiti, superando i limiti imposti dallo schermo del proprio smartphone.
Opera Mediaworks, la piattaforma pubblicitaria indipendente numero 1 del mondo, ha collaborato con Nuance allo sviluppo di una nuova suite di prodotti che si pongono l’obbiettivo di raggiungere e coinvolgere una vasta audience su smartphone e tablet.
Nuance Voice Ads sfrutterà gli SDK AdMarvel di Opera Mediaworks per consentire agli inserzionisti di interagire con i clienti attraverso la voce. E’ infatti possibile utilizzare messaggi pre-registrati diretti ai consumatori e indirizzarli verso diverse opzioni “call to action”, come “Inviami una email per questa offerta” o “condividilo si Facebook”
Il nuovo format sarà utilizzato prima nel sud Europa ed è il risultato di una partnership che coinvolge Opera Mediaworks, Nuance e Lumata. L’unione tra le competenze e l’esperienza di queste aziende hanno dato vita ad un format che porta il mobile advertising su un nuovo livello di interattività col consumatore.
Questo nuovo rich media sfrutta la tecnologia di riconoscimento vocale disponibile sugli smartphone, offre nuove, efficaci modalità di engagement, e rende semplice e divertente l’interazione tra consumatore e brand.
“Il lancio di questo nuovo, innovativo prodotto, realizza il sogno dei brand di ingaggiare una reale conversazione coi clienti.” dichiara in proposito Filippo Arroni, Head of Advertising di Lumata. “Voice Ads migliora per i brand le possibilità di ascolto delle esigenze dei consumatori e quindi di offrire prodotti sempre più in linea con le loro reali aspettative. Questo ulteriori ampliamento del nostro portfoglio Rich Media sottolinea ancora una volta la nostra leadership nel settore e la nostra capacità di innovazione con la collaborazione dei migliori provider”

articoli correlati