BRAND STRATEGY

Bnl e Coni insieme per lo sport. Firma TBWA\ITALIA

- # # # # # # #

È all’insegna dello sport la partnership tra BNL Gruppo BNP Paribas ha e CONI per promuovere la cultura dello sport in Italia. La prima iniziativa è “Prestito BNL W lo Sport”.

La campagna di comunicazione è realizzata da TBWA\Italia ed è legata al concetto stesso di sport che è benessere fisico e mentale, per cui sostenere lo sport in ogni sua forma serve a star bene oggi per star meglio domani. “Alleniamo il domani” è il pay off di campagna.

Il “Prestito BNL W lo Sport” nasce per finanziare, in maniera sostenibile e a condizioni dedicate, le spese per l’accesso alla pratica sportiva o per l’acquisto di attrezzature da parte di tutti coloro che vivono lo sport come un elemento importante della propria vita: non solo atleti, ma anche giovani, famiglie e universitari o chi semplicemente pratica attività fisica nel tempo libero.

Il prodotto viene incontro all’esigenza di distribuire sull’anno le spese che normalmente si concentrano in autunno e che potrebbero comportare difficoltà di budget. È possibile ottenere fino a 3mila euro ad un tasso fisso particolarmente vantaggioso (Taeg 3,97%), senza costi di istruttoria e rimborsabili in massimo 12 mesi.

TBWA\Italia con la sua divisione digital ha sviluppato la landing page dell’iniziativa: coni.bnl.it oltre alla campagna di comunicazione integrata che prevede 1 soggetto legato alla partnership e 3 soggetti dedicati al prestito. La campagna è declinata su stampa, affissione, maxi affissioni, banner e materiali POS.
#alleniamoildomani è, invece, l’hashtag che accompagnerà il lancio dell’iniziativa sui social.

Il soggetto legato alla partnership mostra un paio di scarpe da corsa che riportano sul lato posteriore i due loghi “CONI e BNL fanno squadra per lo sport”.

I soggetti dedicati a “Prestito W lo Sport” sono ispirati agli sport più praticati in Italia: sci, tennis e nuoto. Usano un linguaggio originale e incuriosiscono perché mostrano oggetti di uso comune che non hanno nessun legame con lo sport specifico di cui parlano. Il visual dello sci mostra infatti un piatto che al posto delle posate ha due sci e relative racchette, un biscotto allo zenzero si tuffa in un bicchiere di latte a rappresentare il nuoto mentre una racchetta da tennis diventa cucchiaino di una tazza.

CREDITS
Cliente: BNL Gruppo BNP Paribas
Prodotto: Partnership BNL e CONI
Direttore Comunicazione: Lucia Leva
Responsabile Comunicazione Corporate, Private & Sponsorship: Silvia Diaconale
Responsabile Comunicazione Retail: Luigi Maccallini
Project Manager: Valentina Pepe

Agenzia: TBWA\Italia
Chief Creative Officer: Nicola Lampugnani
Copywriter: Pablo Granatiero
Art Director: Anna Di Cintio
Senior Digital Art Director: Luca Sala
Digital Art Director: Federico Gatto
Senior Flash Developer: Riccardo Sallusti
Senior Web Designer: Chiara Villotta e Nicoletta Piccinini
Direttore Generale (sede Roma): Geo Ceccarelli
Direttore Clienti (sede Roma): Fabrizia Marchi
Account Director: Chiara Benigni
Account Executive: Manuela Maffei
Senior Digital Project Manager: Fabio Allemagna
Digital Project Manager: Jennifer Puzzo

EG+ Worldwide
Responsabile Ufficio Cinema: Antonello Filosa
Responsabile produzione stampa: Valerio Minestra
Traffico e controllo produzione stampa: Loredana Zavaglia
Produzione stampa e postproduzione: Francesco Lovascio, Marco Dagnoni

Casa di produzione: LSD

Centro Media: Mindshare

articoli correlati

MEDIA

Purple Program 2015: oggi Mindshare e Google insieme per Fast&Purple

- # # # # # # #

Si è svolto oggi, a Milano e Roma, “Fast&Purple“, il secondo appuntamento del Purple Program 2015, il programma di incontri organizzati da Mindshare per confrontarsi con il mercato sui temi più caldi della Media Industry. In occasione dei workshop odierni si è rinnovata la collaborazione tra il centro media del gruppo WPP e Goggle.

Numerosi gli speaker che si sono alternati sul palco, a partire da Roberto Binaghi, Chairman & CEO di Mindshare (nella foto), e Paola Marazzini, Agency Director di Google, che hanno condiviso con i clienti Mindshare spunti strategici e di visione relativi ai Modelli di Attribuzione, al Content Marketing, e all’Evoluzione del Mobile.

In merito alla prima tematica, Marco Brusa, Head of Strategy and Research di Mindshare, ha illustrato le opportunità di business che vengono offerte ai clienti dalla fusione della potenza della statistica con l’enorme mole di dati generate dallo scenario digitale. Essere in grado di seguire il consumer journey, e saper misurare il contributo di ogni singolo touch point, digitale e non, offre l’opportunità di ottimizzare la comunicazione, indirizzandola verso un approccio sempre più personalizzato in relazione alla caratteristiche dell’utente finale.

Adriana Ripandelli, Chief Operating Officer di Mindshare e Irene Montone, Agency Head di Google, hanno invece raccontato le molte sfaccettature del Content Marketing e la necessità di saperlo gestire come autentica leva strategica di marketing in uno scenario rivoluzionato dal digitale.
Investire sui contenuti vuol dire generare valore per il brand, a condizione che si riesca a fare propria l’economia del dono che sta alla base del content di successo, sviluppando contenuti che rispondano alle esigenze di ispirazione, entertainment e aiuto/servizio dei consumatori, e che si raggiungano in modo mirato e continuativo le audience da coinvolgere. In questo senso Content is King, ma Distribution is Queen.

Ha concluso l’incontro Luciano Cantoni, Performance Sales Activation Lead di Google, che ha offerto una visione di come il mondo si stia sempre più dirigendo verso nuove forme di dispositivi connessi, la maggior parte dei quali non avrà schermo.
Android Wear, Project Brillo,Google Cast e Android TV sono solo alcune delle aree di sviluppo di Google, alle quali si affiancano i progetti realizzati in collaborazione con carrier in tutto il mondo per la connessione a internet di oltre 2 miliardi di potenziali utenti nei Paesi in via di sviluppo come Project Loon.

articoli correlati

AGENZIE

Mindshare si è aggiudicata la gara per le attività di planning e buying di Enel

- # #

Mindshare si è aggiudicata la gara per i servizi di strategia, pianificazione pubblicitaria e buying di Enel. A partire dal primo luglio Mindshare gestirà le attività di planning e buying per l’Italia del principale gruppo elettrico del Paese.

L’aggiudicazione è il risultato di una gara avviata a febbraio a cui hanno partecipato, oltre a Mindshare, l’agenzia uscente Carat Italia, Starcom Italia, Optimum Media Direction e Universal Mc Cann.

 

articoli correlati

MEDIA

Mindshare e FCP presentano Radiocompass 2015 Edition

- # # # #

Nuovo appuntamento con Radiocompass: martedì 5 maggio a Milano (sede Sole 24ore, via Monterosa, ore 10.00) e giovedì 7 maggio a Roma (Forum Music Village, Piazza Euclide 34, ore 16.30) verrà presentata Radiocompass 2015, la naturale evoluzione dello studio condotto lo scorso anno che aveva sfatato alcuni dei principali luoghi comuni legati alla radio, evidenziando l’efficacia del mezzo.

Parte degli eventi di Purple Programm – il percorso di appuntamenti ideato da Mindshare in occasione del quale condividere opinioni e punti di vista con clienti e opinion leader – l’edizione 2015 di Radiocompass vede la partecipazione di FCP Assoradio, che ha aggregato le principali emittenti radiofoniche e la presenza tra i relatori di Silvio Siliprandi, Ceo GFK Eurisko. Interverrà anche Giovanna Maggioni, Direttore Generale UPA, che porterà il punto di vista e le aspettative degli investitori.

“L’impianto di quest’anno è ancora più ambizioso e si prefigge l’obiettivo di evidenziare i benefici che una pianificazione radiofonica è in grado di generare non solo in termini Media, ma anche e soprattutto di business che, in una situazione di mercato complessa come quella attuale, diventa un tema centrale nelle strategie delle aziende. A distanza di un anno abbiamo rifatto il check-up del mezzo constatandone l’ottimo stato di salute dovuto anche alla sua attitudine ad adeguarsi al mutato scenario media, confermandone la capacità di aumentare l’efficacia di ogni altro mezzo all’interno della strategia di comunicazione e, infine, definendo con precisione la relazione che lega l’ascoltatore alla radio. Sono stati misurati KPI rilevanti come il ROI Mentale (capacità della Radio di lavorare su awareness e immagine del brand) e il ROI Fattuale (legato alle performance sulle vendite), per chiudere con il digital journey che vede una stretta sinergia e relazione tra audience radiofonica e navigazione sul web”, dichiara Roberto Binaghi, Ceo e Chairman Mindshare (nella foto).

“Radiocompass indaga la capacità della Radio di innovare e rinnovarsi, adattandosi ad un contesto media in rapida evoluzione. Le valenze social, la portabilità. Ne evidenzia infine la capacità di inserirsi efficacemente in qualunque media mix aumentando l’efficienza degli altri mezzi, tradizionali e digitali”, dichiara Paolo Salvaderi, Presidente FCP- Assoradio.

“Lo studio di quest’anno si è svolto con il coinvolgimento di GFK Eurisko, partner che ci ha consentito di effettuare analisi uniche sul mercato grazie alla single source proprietaria. La Banca dati unica ci ha permesso di correlare l’effettivo ascolto al mezzo con una serie di azioni svolte dai consumatori in funzione della loro esposizioni agli spot radiofonici. Il successo della precedente edizione ha fatto sì che ai partner dello scorso anno se ne siano aggiunti altri, conferendo ulteriore valore e peso all’iniziativa: a tale proposito un ringraziamento particolare va ad FCP-Assoradio che ha sostenuto Radiocompass aggregando le principali emittenti radiofoniche”, conclude Binaghi.

“Come Presidente FCP-Assoradio voglio sottolineare la volontà delle Concessionarie associate di fornire agli investitori elementi sempre nuovi di conoscenza del mezzo. La vitalità della Radio è dimostrata anche dalla vitalità delle strutture di vendita, protese all’ascolto del mercato e delle sue mutate esigenze. Quest’anno le partecipanti a RadioCompass sono sette, Gruppo Finelco, A. Manzoni & C., Mediamond, Openspace Pubblicità, Rai Pubblicità, Rds Advertising, System 24. Grazie ad esse FCP-Assoradio e Mindshare, con Gfk Eurisko, hanno dato vita a RadioCompass”, conclude Salvaderi.

Per maggiori informazioni è possibile contattare la segreteria organizzativa all’indirizzo Benvenuti@mindshareworld.com.

articoli correlati

AGENZIE

Mindshare apre il 2015 con una nuova struttura manageriale e una nuova organizzazione

- # # # # #

Si parte con la nomina a COO Operations di Adriana Ripandelli, già Head of Digital dell’agenzia. Ripandelli si affianca così a Sergio Menga, COO Finance e Legal, nel supportare il CEO Roberto Binaghi nella conduzione dell’agenzia, in collaborazione con gli altri membri del board: Vittoria Signorini, Direttore Commerciale, Manuela Paoletti, Deputy General Manager e Cinzia Desidera, Deputy General Manager and Head of Office, Roma.

Altre nomine di rilievo sono quelle di Marco Brusa a capo del reparto di Business Planning, da sempre fiore all’occhiello dell’agenzia, articolato nelle due aree Strategie e Data Science; di Giovanni Fois a capo dell’area Marketing e Comunicazione, responsabile tra l’altro degli eventi organizzati da Mindshare nell’ambito del “Purple Program” che nel 2015 sarà ulteriormente potenziato; e di Marzio Mazzara a capo del digital trading in coordinamento con il trading desk GroupM.

Ma le novità più importanti riguardano l’organizzazione. Nascono infatti, in seno a Mindshare, due divisioni di business con missioni e competenze distinte e complementari.

La prima divisione, denominata “Brands@Mindshare”, offre un approccio olistico orientato ai contenuti e capacità di planning autenticamente crossmediale a tutte le le aziende che mirano a rinforzare l’awareness e la reputazione dei propri brand per costruirne il successo commerciale.

La seconda divisione, battezzata “Direct@Mindshare”, si propone invece a quelle aziende che usano i media, e specialmente quelli digitali, per ottenere risultati diretti di vendita, e richiedono quindi strutture specializzate, capaci di lavorare in real time con processi agili e reattivi focalizzati al ROI.

Entrambe le divisioni Mindshare fondano il proprio operato su un utilizzo estensivo dei dati, che comprende la realizzazione di piattaforme integrate di data management per il programmatic buying.

“In tempi di grandi trasformazioni – chiosa Roberto Binaghi (nella foto) – il nostro approccio adattivo alla comunicazione è la risposta ai bisogni del mercato: una risposta sempre adeguata, perché in continua evoluzione. La nuova organizzazione traduce il nostro posizionamento in un’offerta di servizi tagliati su misura per esigenze diversificate. E la struttura manageriale, che promuove e conferma nei ruoli chiave i nostri migliori professionisti, è guidata da un’ambizione precisa: offrire ai clienti, attuali e futuri, il rinnovato valore aggiunto di Mindshare”.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

On air da domenica la nuova campagna di Arte dello Yogurt firmata Y&R

- # # # # # # #

Da domenica 19 ottobre è on air in TV “Armonia”, il nuovo film di Arte dello Yogurt di Danone, firmato Y&R, con la regia di Vittorio Sacco. La nuova creatività, sviluppata con la direzione creativa di Nicola Barracchia, è pensata per esaltare ancora di più le qualità organolettiche dello yogurt “più buono del mondo”.

Lo spot si apre con una serie di immagini frenetiche, tipiche della vita quotidiana. Quando la protagonista però rientra a casa, tutto lo stress della giornata svanisce nel momento in cui decide di concedersi un delizioso momento di piacere e relax con Arte dello Yogurt. I rumori della città tacciono e si sente solo la bellissima “Al dolce guidami” che accompagna la nostra protagonista mentre si abbandona al gusto  di Arte dello Yogurt.

La campagna verrà pianificata in TV con spot della durata di 30” e 15’’.

CREDITS

Agenzia: Young & Rubicam Group
Direttore Creativo: Nicola Barracchia
Art Director: Leidy Galindo
Copy writer: Mattia Peghin
Client Director: Veronica Pagani
Account: Angela Andreozzi & Giulia Marcolini
TV Producer: Monica Rossi
Casa di Produzione: La Cosa de las peliculas
Regia: Vittorio Sacco
Postproduzione e 3D: PostAtomic
Agenzia media: Mindshare

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Actimel Danone torna on air con la campagna Superfermenti di Young & Rubicam Group

- # # # # # # # #

Dopo più di 10 anni tornano i Superfermenti, protagonisti della campagna Actimel, sviluppata con la direzione creativa di Nicola Barracchia, Isabella Di Marco e Mattia Peghin che racconta in maniera evocativa e spettacolare il magico mondo di Actimel.

Da domenica è infatti on air in TV la nuova campagna “Superfermenti” di Actimel Danone firmata Y&R, mentre sul web è partita la campagna banner a firma di VML.

Lo spot apre con una famiglia a colazione: quando il papà apre il frigorifero per prendere la sua bottiglietta di Actimel, grazie ad un effetto visivo ci ritroviamo dentro la bottiglietta, dove scopriamo esistere un mondo del tutto futuristico. Sono i Superfermenti e le Vitamine di Actimel di Danone. Queste ultime devono portare a termine un’importantissima missione, l’“Operazione Rinforzo”. In un’avvincente dinamica di sequenze i nostri eroi attivano i loro scudi energetici, pronti ad immettersi nel sistema immunitario per rinforzarlo. Lo spot si chiude con i componenti della famiglia pronti ad uscire e ad affrontare la giornata.

La campagna verrà pianificata in TV con degli spot a 30”, 15” e 10”. La pianificazione web prevede una campagna multiformato.

Credits
Agenzia: Young & Rubicam Group
Direttore Creativo: Nicola Barracchia
Art Director: Isabella Di Marco
Copy writer: Mattia Peghin
Client Director: Veronica Pagani
Account Supervisor: Alberto A. Levi
TV Producer: Monica Rossi
Casa di Produzione: Opus Film
Regia: Piotr Janowski
Postproduzione e 3D: PostAtomic
Agenzia media: Mindshare

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Federvini: online la petizione contro l’aumento delle accise. Leo Burnett firma la campagna

- # # # # # #

Il grido d’allarme del settore spiriti italiani, che al 1 gennaio 2015 subirà il quarto aumento delle accise in 15 mesi, prende la forma di un appello di Federvini, la Federazione italiana industriali produttori, esportatori e importatori di vini, acqueviti, liquori, sciroppi, aceto ed affini, agli italiani. Un invito a sottoscrivere una petizione contro questo ulteriore inasprimento fiscale, che mette a rischio la sopravvivenza un settore importante del made in Italy.

La petizione è ospitata nel sito www.stopalleaccise.it, dove sono raccolti una serie di dati a sostegno dell’appello della Federazione: in una situazione di consumi già in contrazione, l’aumento di gennaio genererà un ulteriore decremento delle vendite (-9,4%) mettendo a rischio oltre 6.700 posti nella filiera allargata, senza per altro generare quel flusso di cassa positivo che lo Stato si attende. La creatività della campagna è di Leo Burnett.

L’agenzia, guidata da Giorgio Brenna con la direzione creativa esecutiva di Francesco Bozza, oltre al sito web ha sviluppato quattro soggetti (uno stampa e tre web): “Fisco Sbagliato”, “Fiscal Spritz”, “Bloody Taxes”, “Tassa Libre”. Quattro cocktail diversi, tutti preparati con ingredienti indigesti: più accise, meno posti di lavoro, meno vendite. Tutti e quattro i soggetti si chiudono con un invito ad aderire alla petizione sul sito www.stopalleaccise.it.

L’iniziativa è sostenuta con una campagna adv stampa e web che interessa rispettivamente i principali quotidiani nazionali e gli ambiti display e social, la cui pianificazione è stata curata da Mindshare. I numeri utilizzati nella campagna provengono da uno studio che Federvini ha commissionato all’istituto Trade Lab per stimare gli impatti che l’inasprimento fiscale avrà sulla filiera degli spiriti nazionali. Si tratta di un comparto in cui il 75% delle aziende è interamente a capitale italiano, e che contribuisce in modo significativo al successo del food made in Italy grazie all’elevata quota di export.

CREDITS
Executive Creative Director: Francesco Bozza
Digital Creative Director: Paolo Boccardi
Art Director: Luca Ghilino
Copywriter: Giuseppe Pavone
Project Manager: Andrea Castiglioni, Barbara Icardi
Developer: Paolo Nicoletti
Illustrator: Francesco Favero

articoli correlati

MOBILE

Con mApp di GroupM le media research & information diventano “mobile”

- # # # # # # # #

Da oggi sugli store Apple e Android è disponibile un’applicazione sviluppata da GroupM Research&Insight e dedicata al mondo del media research, che veicola il meglio della media information in maniera personalizata personalizzata per i clienti delle agenzie Maxus, Mec, Mediacom e Mindshare.

“Lo scenario ci impone di offrire ai nostri clienti prodotti attuali e tempestivi. Abbiamo imparato che la comunicazione è diventata ormai uno strumento fondamentale per dialogare in modo più rapido ed efficace anche con loro”, commenta Massimo Beduschi Ceo & Chairman GroupM. “Per questo motivo abbiamo avvertito l’esigenza di offrire alle agenzie del gruppo e ai loro clienti la nostra nuova mApp, uno strumento semplice e immediato, capace di rendere la media information ancora più attuale e al passo coi tempi in un mondo che fa della mobilità un trend in costante crescita”.

L’applicazione è stata sviluppata in collaborazione con H-Art, ed è fruibile da iPad (Nativo); Tablet Android (Nativo); Desktop (via HTML5); Iphone (Nativo) e Smartphone Android.

L’applicazione presenta informazioni essenziali per comprendere il mondo dei media: analisi, trend, previsioni e monitoraggi su tutti i principali mezzi on line e off line, incluse analisi giornaliere e settimanali sulle performance televisive, monitoraggi mensili sul mercato degli investimenti pubblicitari, sul mondo della rete e di device mobili, latest news e approfondimenti su argomenti specifici di marketing intelligence. Inoltre ogni agenzia del Gruppo dispone di un’area dedicata e personalizzata dove caricare contenuti esclusivi per i propri clienti. L’aggiornamento delle informazioni avviene attraverso notifiche push attivabili sui propri device.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Pianificazione innovativa per Activia durante la cerimonia di chiusura dei Mondiali

- # # # # # # #

La performance live di Shakira in chiusura dei Mondiali 2014 sarà l’occasione per Mindshare e Danone di testare un’innovativa modalità di pianificazione della campagna Activia che vede, appunto, protagonista la celebre cantante colombiana.

La programmazione digitale della campagna Activia sarà a sincrono sia con l’on air TV dello spot, sia con la performance live di Shakira. L’iniziativa si articolerà lungo tutta la giornata di domenica 13 luglio e avrà il suo culmine nel corso della cerimonia di chiusura dei Mondiali, a sincrono con l’esibizione  della cantante colombiana.

Per realizzare la campagna Mindshare ha utilizzato Xaxis Sync, l’innovativo prodotto sviluppato da Xaxis, la società di audience buying di GroupM. Con Xaxis Sync Mindshare è in grado di pianificare la comunicazione web e mobile dei propri clienti  non solo indirizzandola a un’audience caratterizzata da specifici interessi, ma anche in perfetta sincronia temporale con qualsiasi evento del palinsesto televisivo, cavalcando così il fenomeno del second screen.

Valeria Surico, Marketing Connection Manager Danone, commenta: “Questa iniziativa nel segno dell’innovazione è un’espressione del coinvolgimento attivo di Danone nella vita dei propri consumatori e della nostra capacità di stabilire con loro connessioni, fondate sugli interessi che ci accomunano. Rendendola possibile Mindshare ha dimostrato ancora una volta di essere il centro media all’altezza delle nostre ambizioni.”

Aggiunge Adriana Ripandelli, Head of Digital Mindshare: “Ringraziamo Danone, che ci permette di portare realmente il digital al centro delle strategie di comunicazione dei suoi brand. Siamo determinati a tradurre in progetti concreti tutta l’innovazione che il digital consente, per essere sempre più “adaptive” rispetto al contesto, ai comportamenti dei consumatori e alle esigenze dei nostri clienti”.

articoli correlati

MEDIA

Al via “Genitori si diventa”. Branded content firmato Mediamond, Digitalia e Publitalia in partnership con Huggies Super Dry

- # # # # # # # # #

Ha preso il via “Genitori si diventa”, un progetto nato dalla collaborazione tra Huggies Super Dry e le iniziative speciali di Mediamond (Stampa e Radio, Digital) insieme alle strutture di Publitalia e Digitalia, Mindshare e Aspen Media.

Il progetto – on air da giugno a dicembre 2014 – si sviluppa intorno al contest Huggies “A prova di papà” e nasce da un sondaggio curato dal brand che ha messo a fuoco le caratteristiche dei nuovi genitori di oggi: papà high-care, che si prendono cura dei loro piccoli con un ruolo molto più attivo e partecipe. Da qui l’idea di raccontare i “papà Huggies”, attraverso iniziative cobranded attivando tutti i canali in target dei network di Mediamond, Digitalia e Publitalia, con pianificazione media a cura di Mindshare.

Non solo campagna advertising tradizionale online e offline (su Donna Moderna, Il bambino di Donna Moderna, Tv Sorrisi e Canzoni, Starbene, Nostrofiglio.it, Donnamoderna.com e sul network di siti dedicati alle mamme di Mediamond), on air anche in radio e in tv (Radio Italia, La5, Mediaset Extra, Radio Italia TV e Premium Cinema), ma un vero e proprio branded content crossmediale che ruota intorno al concept “A prova di papà”.

Su Il bambino di Donna Moderna in edicola è stata creata, infatti, in partnership con Huggies, la rubrica “Genitori si diventa”, per ospitare i dubbi e le domande reali dei papà e delle mamme della community di Nostrofiglio.it, selezionati dalle redazioni di Donna Moderna e Nostrofiglio.it. È stato anche lanciato l’hashtag #genitorisidiventa, attraverso cui i neogenitori continuano a dire la loro su vari argomenti proposti sulla fanpage di Nostrofiglio.it.

Da settembre “Genitori si diventa” sarà anche una micro web serie, un vero e proprio branded content firmato Mediamond Digital, Nostrofiglio.it e Huggies, con la casa di produzione Riptide: 80 episodi da 15” on line su Nostrofiglio.it per raccontare i “papà Huggies” con tono ironico e coinvolgente attraverso momenti di vita quotidiana di due genitori alle prese con un bimbo.

Su Radio Italia il progetto prevede un piano di citazioni da 30”, oltre a spot sempre da 30”. Francesca Leto, la speaker co-conduttrice con Mauro Marino, neomamma e voce di punta dell’emittente, ha intervistato 14 papà d’Italia con l’obiettivo di verificare la loro “preparazione” in tema bebè, per aggiudicarsi il titolo di veri papà Huggies.

Huggies Super Dry sponsorizza inoltre un ciclo di film “A prova di papà”: tutti i weekend di ottobre, Premium Cinema Emotion, il sabato, e Premium Cinema Comedy, la domenica, programmeranno film a tema papà neogenitori, con breve sigla introduttiva firmata dal brand.

“Genitori si diventa” vive anche sulle reti tematiche free La5, Mediaset Extra, Radio Italia Tv: 2 settimane di messa in onda con spot da 10” che invitano a partecipare al concorso Huggies e a guardare i micro episodi della serie sul web.

articoli correlati

MEDIA

Biborg, Mindshare e Clear Channel France firmano il lancio di Watch Dog

- # # # # # #

Sony Computer Entertainment France e Ubisoft Sony insieme per il lancio del videogioco ‘Watch Dogs’, nuovo titolo della console PlayStation 4. In collaborazione con Mindshare e Clear Channel France, l’agenzia Biborg ha sviluppato una campagna innovativa costruita sulla tagline del gioco “L’Hacking è la nostra arma” .

Gli utenti francesi del centro commerciale le Temps ‘4 ‘ a La Défense possono “impossessarsi” dei vari totem Clear Channel inquadrando il QR Code, accedendo così a contenuti esclusivi del gioco. Ogni “hack” contiene un gioco Instant Win che mette in palio una PlayStation 4, videogiochi Watch Dogs e molti altri doni.

articoli correlati

AGENZIE

“Comunicare per vendere”, il ruolo della pubblicità nella ripresa per Mindshare e Nielsen

- # # # # # #

Ridisegnare il ruolo del consumatore rispetto alla fruizione media; è questo l’obiettivo dell’evento ”Comunicare per Vendere”, realizzato da Mindshare in partnership con Nielsen, che preannuncia i contenuti dell’evento che si terrà il 10 giugno a Milano e il 12 giugno a Roma.
”Dalle nostre analisi“ afferma Roberto Binaghi, Chairman & CEO di Mindshare, ”è emerso come all’interno di uno stesso target convivano differenze tra gli individui che lo compongono, conseguenza di mutate dinamiche di consumo, che hanno risentito della recessione economica degli ultimi anni, e di nuove modalità di fruizione dei mezzi, che si sono moltiplicate grazie all’evoluzione dello scenario, alla tecnologia e alla varietà dell’offerta con una conseguente frammentazione delle audience”. Rispetto a questo tema, Mindshare ha già da tempo indagato il fenomeno dei Light TV Viewers, individui con ridotta fruizione televisiva ma altamente rilevanti in termini di consumi in quanto popolazione attiva e con potere di acquisto medio-alto. “Allo stesso tempo“ conclude Binaghi, ”il digital ha capillarizzato la sua presenza con una copertura all day long, frutto di device costantemente accessibili, ma che proprio per questo hanno ridefinito il concetto di consumatore e della dieta mediatica con la quale eravamo abituati a ragionare”.
“Anche le dinamiche di acquisto hanno agito come fenomeno ulteriore nella diversificazione dei target socio-demografici“ aggiunge Luca Bordin General manager media sales & solutions di Nielsen. ”I consumi si sono ridotti a seguito della crisi, ma la contrazione registrata non è stata sempre lineare. Avviene così che, all’interno di un dato segmento di popolazione, emerga un’ulteriore diversificazione: il consumo di una determinata categoria cresce o diminuisce sulla base di molteplici fattori e l’attitudine nei confronti della marca si modifica secondo dinamiche non sempre collegate alla sola disponibilità economica del consumatore. Data l’estrema frammentazione dei touch-point, un approccio tradizionale alla pianificazione non è sempre in grado di raggiungere in modo efficace il target di consumo. Il duplice scopo che Mindshare e Nielsen si prefiggono consiste pertanto nell’individuazione corretta del consumatore di una specifica categoria e della sua dieta mediatica, indipendentemente dal profilo socio-demografico”.

Questa è la sfida che Mindshare e Nielsen stanno affrontando insieme e che sarà oggetto di un convegno di presentazione ed approfondimento, parte del programma di incontri Purple Program organizzato da Mindshare, che si terrà nella mattina del 10 Giugno a Milano presso Palazzo Mezzanotte e nel pomeriggio del 12 Giugno a Roma presso l’Hotel Boscolo Exedra.
La partecipazione all’evento, che prevede un numero di posti limitati, è possibile solo su accredito prendendo contatto ai seguenti indirizzi mail: milano@purpleprogram.it/roma@purpleprogram.it.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Ogilvy & Mather Italia fa sfilare i punti Payback

- # # # # # # #

Dal 30 gennaio un’ondata di punti si è riversata sul mercato italiano. Sono i punti del nuovo programma fedeltà multipartner Payback che mette insieme grandi brand come 3, Alitalia, American Express, Carrefour, Carrefour Banca, Esso, Mediaset Premium e tanti altri partner online. E un’allegra sfilata di punti si è riversata su tutti i canali di comunicazione, grazie al lavoro integrato di tutto il gruppo Ogilvy & Mather Italia. L’attività di comunicazione a 360°, ha coinvolto infatti i punti vendita di Carrefour ed Esso, il sito Payback.it, la pagina Facebook, le attività di Digital Display e di Mailing (on e offline), nonché la comunicazione Radio e TV.

Lo spot televisivo ha davvero messo in scena un’allegra parata di punti: realizzato in parte in 3D e in parte in misto tra 3D e live action, in 30” descrive come funziona il programma, dall’accumulo dei punti alle diverse opportunità per redimerli, attraverso i partner aderenti. I pointees PAYBACK, divertenti e colorati, sono stati realizzati in 3D da Tax-Free, mentre le scene “live” sono state girate da Blow Up con la regia di Enrico Satta.

La pianificazione, è stata curata da Mindshare ed è live, su tutte le Tv nazionali e satellitari nonché Radio, dal 16 febbraio.

 

CREDITS
Ogilvy & Mather Italy: Paolo Iabichino (Executive Creative Director), Giuseppe Mastromatteo (Executive Creative Director), Marco Geranzani (Client Creative Director, Copywriter), Giordano Curreri (Client Creative Director, Art Director), Valentina Faravelli (Art Director), Mariagrazia Gallu (Copywriter), Luca De Fino (Head of Social@Ogivly), Francesca Ferrario (Digital Strategist), Claudia Lucchini (Account Director), Francesca D’Agostino (TV Producer)

CDP: BlowUpFilm (Casa di Produzione), Enrico Satta (Regista), Umberto Ottaviani (Direttore della Fotografia), Desirée Castelli Maestro (Executive Producer), Barbara Vidili (Producer), Tax Free (Animation)

FUN&FUN, Autore: Bob Bradley (Musica), Luca Catanzaro (Voice Over), Red Line (Edizione Audio/Post Produzione).

articoli correlati

BRAND STRATEGY

The Beef brinda con Uliveto e Rocchetta. Laura Chiatti a fianco di Del Piero

- # # # # # # # #

La CoGeDi International, con sede a Roma, è soprattutto nota al grande pubblico per i 2 brand di maggior successo all’interno della sua gamma: Uliveto e Rocchetta. Da anni CoGeDi è anche il top spender della sua categoria in comunicazione. Da quest’anno l’azienda ha deciso di cambiare codici comunicativi.

Alessandro Del Piero, che è stato confermato in qualità di testimonial, verrà affiancato dalla bellissima attrice italiana, Laura Chiatti (nella foto). L’incantevole e affascinante protagonista di pellicole girate da registi del calibro di Giuseppe Tornatore, Pappi Corsicato, Sofia Coppola, Carlo Verdone solo per citarne alcuni, voce di Rapunzel, uno dei più noti personaggi femminili Disney, è stata infatti scelta quale nuova testimonial dell’acqua Rocchetta.

Pur mantenendo un’atmosfera in linea col fortunato filone che, negli ultimi anni, ha giocato sulla simpatica contrapposizione tra l’attaccante e Miss Italia Cristina Chiabotto, Laura Chiatti si inserirà con la sua personalità , attingendo al vasto bagaglio di esperienze maturate davanti alle macchine da presa dei principali registi italiani, cercando di dribblare Alex del Piero a suon di sorrisi e battute.

The Beef ha indetto una gara interna tra coppie creative. Al termine della gara, la coppia che si è aggiudicata la campagna è composta da Antonio Briguori e Claudio Botta. La campagna prevede la realizzazione di un soggetto teaser, al quale seguiranno poi diversi episodi. La produzione è stata affidata a Indiana Production, con Marcello Cesena alla regia. Le fotografie della campagna sono di Paolo Spadacini. I mezzi su cui la creatività verrà declinata sono molteplici:  tv, stampa, radio, web ecc. La pianificazione, a cura di Mindshare, prevede l’on air a cominciare dal 23 febbraio

articoli correlati