AGENZIE

Spencer & Lewis: da agenzia di PR a Creative PR House. A marzo acquisisce un’agenzia di eventi

- # # #

spencer

Da agenzia di comunicazione a Creative PR House. In occasione del suo decennale, Spencer & Lewis si regala un restyling completo, frutto del percorso intrapreso nell’ultimo anno e mezzo partendo dalle radici e dai valori portati avanti con coraggio. Si inizia dal logo e da un posizionamento più netto sul mercato, per arrivare alla concretizzazione di due business unit e all’apertura di una nuova sede a Milano. Al centro la capacità di governare i contenuti con un innesto di creatività e un pensiero strategico fuori dagli schemi.

La nuova immagine riflette i processi di cambiamento in atto, fuori e dentro la realtà aziendale. La tagline Creative PR House racchiude in tre semplici concetti la brand identity di Spencer & Lewis e gli elementi chiave dell’operazione:  modernizzazione, dinamicità e versatilità.

“Il nostro valore più importante è sempre stato lo spirito pionieristico. Abbiamo sempre fatto il nostro lavoro con una forte impronta creativa, ma senza sentirci degli ibridi. Semplicemente affinando la sensibilità nel cogliere il cambiamento – spiega Giorgio Giordani, Presidente (nella foto con il CEO Romano) – Il nuovo concept chiude il cerchio dei primi dieci anni di attività e esprime a pieno chi siamo e qual è la nostra direzione”.

 

In questi anni Spencer & Lewis ha conquistato la fiducia di tanti clienti italiani, ma anche di brand multinazionali, avvalendosi di un approccio sartoriale concretizzato nella tagline con il termine House: “E’ fondamentale riconoscere il valore di chi lavora per noi, che è il segreto per costruire un team stabile e di valore. Allo stesso modo, dare ampio spazio al rapporto con i clienti ci ha portato a registrare un indice di longevità pari al 90%. Chi prova a darci fiducia, resta con noi a lungo. Una cosa che ci riempie di orgoglio, soprattutto se pensiamo a un mercato fatto spesso di rapporti mordi e fuggi” aggiunge Massimo Romano, CEO.

 

La strategia di sviluppo per il 2019 comprende la finalizzazione di due nuove etichette, pensate per ampliare l’offerta di business. Spencer & Lewis diventerà, nel prossimo futuro, il contenitore di un’offerta più ampia, con le PR a supervisionare diverse sigle verticali.

L’azienda ha recentemente chiuso un accordo per l’acquisizione di una società di eventi che, oltre alla specializzazione sugli eventi di stampo tradizionale, assorbirà l’expertise di Spencer & Lewis per gli eventi ad alto tasso di creatività. Sarà presentata nel mese di Marzo, in concomitanza con l’apertura dei nuovi uffici di Milano.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

MIlano Digital Week: al via da oggi la call to action per la seconda edizione (13/17 marzo)

- # # # # #

milano digital week

Dopo il successo della prima edizione della Milano Digital Week, torna l’iniziativa promossa dal Comune di Milano (Assessorato alla Trasformazione digitale e Servizi civici) e realizzata da Cariplo Factory, IAB, Hublab e con MEET, Centro Internazionale per la Cultura digitale.

Milano Digital Week, dal 13 al 17 marzo 2019, si propone come la più grande manifestazione italiana dedicata all’educazione, alla cultura e all’innovazione digitale.

Il tema della Milano Digital Week 2019 è Intelligenza Urbana, ovvero la moltitudine di tecnologie e applicazioni che trasformano la città, il lavoro e le relazioni umane impattando sul welfare e i servizi, sulla vita pubblica e privata dei cittadini. Partendo dall’intelligenza artificiale fino ai progetti digitali e innovativi che provengono da tutti gli attori attivi a Milano, Milano Digital Week vuole essere una fotografia della città contemporanea come terreno di coltura e di esperienze conseguenti delle radicali modifiche che il digitale impone alla vita di tutti i giorni.

“Le tecnologie sono uno strumento che aumenta in modo esponenziale le potenzialità dell’intelligenza umana”, sostiene Roberta Cocco, Assessore alla Trasformazione digitale e Servizi civici del Comune di Milano. “La Digital Week ha l’obiettivo di far leva sull’innovazione per connettere i contributi di organizzazioni pubbliche e private in una intelligenza urbana collettiva a disposizione dei cittadini. La nostra aspirazione è continuare a lavorare sulla trasformazione digitale della città per rendere Milano un HUB innovativo a livello europeo e internazionale”.

Intelligenza artificiale, robotica, IOT (Internet of Things) sono solo alcuni dei macrotemi tecnologici che stanno ridefinendo i perimetri del sapere cambiando velocemente la fruizione della città, che diventa sempre meno “contenitore” e sempre più piattaforma di contenuti per i cittadini, per le comunità, per il sistema progettuale e produttivo.

Queste e altre tematiche verranno proposte, seguendo la formula risultata vincente della prima edizione: incontri, seminari, mostre, performance ideati e curati appositamente per la manifestazione si incrociano con un’intensa programmazione di eventi in città, attivati tramite una call for proposal aperta a tutti, sul sito www.milanodigitalweek.com fino al 23 gennaio prossimo.

“Con la Milano Digital Week”, conclude il Sindaco di Milano, Giuseppe Sala, “torneremo ad occuparci di un tema importantissimo per lo sviluppo della nostra città. Sul terreno della innovazione digitale, rispetto alle altre città d’Europa con cui spesso ci confrontiamo, siamo purtroppo ancora indietro. Milano deve colmare questo distacco generato da anni di ritardo di tutto il nostro Paese, per diventare pienamente una metropoli internazionale. Vogliamo dare una nuova dimensione digitale a tutta la città, per sua natura veloce ed efficiente, in una parola smart. Siamo una città piena di studenti e di giovani, di nuove imprese, che attira investimenti dall’estero e tantissimi turisti. Non possiamo davvero perdere altro tempo”.

 

articoli correlati

AZIENDE

Cose Belle d’Italia acquisisce Milano Fashion Library, con Valisi in società

- # # # # #

belle d'italia

Il Gruppo Cose Belle d’Italia, che unisce e valorizza realtà rappresentanti l’eccellenza del Made in Italy attive nel mondo della cultura, dell’arte, del design e del lifestyle, ha acquisito Milano Fashion Library tramite la propria controllata BelVivere Srl di cui Diego Valisi, Fondatore di Milano Fashion Library, sarà azionista insieme a Cose Belle d’Italia.

Attraverso quest’operazione entrano sotto il cappello di Cose Belle d’Italia 10 testate specializzate nel settore moda, sport e lifestyle, portando quindi a un totale di 16 magazine, 18 siti e 37 profili social il portafoglio editoriale delle testate del Gruppo.

Milano Fashion Library è casa editrice, location per eventi e anche la più grande biblioteca specializzata in moda d’Europa, punto d’incontro per la fashion community e quartier generale di diverse testate giornalistiche. Da sempre è impegnata nella promozione dell’editoria, sia attraverso la sua collezione di circa 70.000 titoli internazionali di moda, sia con le sue pubblicazioni.

“L’operazione rientra nel più ampio piano di crescita del Gruppo che punta a consolidare la propria leadership nel mondo della cultura e del bel vivere italiano tramite la valorizzazione, l’integrazione e lo sviluppo delle proprie realtà, anche attraverso acquisizioni mirate”, ha commentato Stefano Vegni, Presidente e Amministratore Delegato del Gruppo Cose Belle d’Italia. “In particolare, con le testate di Milano Fashion Library, riconosciute per la qualità dei contenuti e per la capacità di raggiungere un target di lettori esigente e interessato a tutto quello che oggi definiamo come lifestyle, rafforziamo la nostra presenza editoriale specializzata con un’offerta unica e articolata edita da BelVivere, media company del Gruppo”.

“Con la nostra realtà, presente sul mercato da 10 anni, siamo convinti di aver portato valore all’intero Gruppo Cose Belle d’Italia”, ha aggiunto Diego Valisi (nella foto), neo Presidente e Amministratore Delegato di
BelVivere. “Grazie alla nostra capacità di sviluppare contenuti mirati, alle nostre numerose testate, alla consulenza che sappiamo offrire, BelVivere ha scelto di crescere e aggiungere nuova forza vitale acquisendo un asset ricco di storia. Insieme sapremo affermarci come realtà di riferimento nel panorama dell’editoria nazionale e internazionale, con ben 16 magazine verticali tutti rivolti a nicchie di mercato particolarmente appetibili alla parte più alta del mercato pubblicitario”.

“Un particolare ringraziamento” ha concluso Stefano Vegni, “a Riccardo Segre che rimanendo in BelVivere con la carica di Vice Presidente Onorario amplia il suo raggio di azione con importanti ruoli di sviluppo per la Capogruppo e per Utet Grandi Opere, società del Gruppo Cose Belle d’Italia”.

articoli correlati

AZIENDE

Arrivano a Roma e Milano i primi Community Leadership Circle di Facebook

- # # # #

Community Leadership Circle

Prosegue e si concretizza sempre di più il ​Facebook Community Leadership Program​, il programma pensato per fornire, attraverso le app e i servizi di Facebook, più strumenti e sostegno di coloro che creano comunità in tutto il mondo e lanciato in Europa a febbraio 2018 in occasione del primo ​Facebook Community Summit Europeo.

Parte integrante del programma i Community Leadership Circle, che ora prendono vita anche in Italia, e che hanno l’obiettivo di permettere, ai responsabili di comunità locali, di incontrarsi di persona per entrare in contatto, imparare e collaborare.

Due le tappe annunciate per l’Italia:​ ​Milano​, organizzata da L​orena Di Stasi,​ fondatrice di #socialgnock​ e ​da Francesca Fedeli​, fondatrice di F​ightthestroke​; e ​Roma,​ con ​Francesco De Rosa​ fondatore di Traveling to Rome, visit Italy! e Cesare Tallarico.​

I Circle

Quarantacinque complessivamente al momento t​utti i Circles​ distribuiti in ogni angolo del mondo. L’obiettivo di questa parte del programma è quello di c​ostruire nei prossimi 12 mesi comunità più forti dentro e fuori la rete, supportando i gruppi locali e incoraggiandoli a diventare agenti di cambiamento nelle loro comunità.

Saranno pertanto organizzati dei m​eetup​ che offriranno a fondatori e amministratori altamente coinvolti l’opportunità di connettersi, condividere le migliori pratiche, partecipare ai workshop organizzati da Facebook, fare rete a livello locale e acquisire nuove competenze.

I referenti per i due Circle italiani sono stati individuati da Facebook come esperti riconosciuti e influenti nelle rispettive comunità locali, selezionati dopo un processo lungo un anno e la partecipazione al Facebook Community Summit di Londra​. Ora sono pronti per rappresentare e motivare una rete globale di comunità che quotidianamente costruiscono e supportano interessi locali.

“Credo non ci possa essere riconoscimento più importante da parte di Facebook che ci ha affidato la responsabilità di assegnare sempre più valore al “lato buono” dei social network, ossia quei luoghi virtuali, ma non solo, dove le persone si supportano concretamente e scambiano le loro esperienze di vita reale”​, ha affermato Lorena Di Stasi​.

“Siamo felici di poter avviare una comunità di pratica sul territorio, forti delle esperienze sulle comunità di mutuo aiuto online e consapevoli degli effetti che un esempio virtuoso può generare sulle comunità future. Un motivo concreto per cui tutti possiamo essere artefici del cambiamento”​, ​ha affermato Francesca Fedel​i.

Partiranno quindi le due città con iniziative di formazione verso tutti gli amministratori​ che vogliono costruire comunità e avvicinare il mondo, promuovere cause sociali e realizzare iniziative di successo grazie alla tecnologia abbracciando la mission di Facebook “Bring the world closer together“.​

 

Per informazioni sul CLC di Milano:

lorenadistasi@gmail.com – francesca@fightthestroke.org
Per informazioni sul CLC di Roma:
fra.derosa@outlook.com – cesare@c2progetti.com

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Il pop-up store Amazon Loft for Xmas a Milano dal 16 al 26 novembre

- # # # #

amazon loft

Amazon annuncia l’apertura del suo primo pop-up store italiano, dal 16 al 26 novembre, per festeggiare insieme ai clienti Amazon, e non solo, la settimana del Black Friday e l’arrivo del Natale. Lo store si chiamerà Amazon Loft for Xmas, e sarà aperto al pubblico dal 16 al 26 novembre, dalle ore 10.00 alle ore 20.00, in via Dante 14 a Milano: una location di oltre 500 metri quadrati in cui verrà ricreato lo spirito di una casa in pieno stile Amazon. I visitatori potranno vivere esperienze uniche e scoprire e farsi ispirare, in modo innovativo, da tutti i prodotti che possano aiutarli a prepararsi alle prossime festività, inclusi quelli che saranno in offerta durante la settimana del Black Friday.

Per la prima volta sarà quindi possibile toccare con mano centinaia di prodotti delle numerose categorie presenti su Amazon.it: da quelli più innovativi e tecnologici di brand come Garmin e HP, a quelli per la casa e la cura della persona, come i prodotti di P&G. A ogni articolo esposto sarà associato uno Smile Code tramite il quale sarà possibile avere informazioni sui prodotti direttamente dall’app di Amazon.

All’interno dell’Amazon Loft for Xmas sarà anche possibile provare tutti i dispositivi Amazon tra cui gli eReader Kindle, i tablet Fire e gli speaker intelligenti Amazon Echo con integrato il servizio vocale Amazon Alexa, quest’ultimi lanciati in Italia lo scorso 24 ottobre.

“La nostra attenzione per il cliente ci porta ogni giorno a sperimentare nuove idee e progetti. Con Amazon Loft for Xmas vogliamo dare la possibilità a tutti coloro che lo desiderino di vivere un’esperienza unica e innovativa legata al mondo Amazon” racconta Mariangela Marseglia, Country Manager di Amazon.it e Amazon.es. “Verrà ricreato l’ambiente e l’anima di una casa in cui riuniremo tutti i brand più apprezzati dai nostri clienti che hanno reso possibile la realizzazione di questo grande progetto espositivo. Milano per noi è una città molto importante perché ospita da ormai 6 anni gli uffici della nostra sede italiana e siamo quindi felici di consolidare il nostro legame con la città, anche con progetti come questo, che rappresentano un valore aggiunto per tutta la cittadinanza”.

Durante il periodo di apertura dell’Amazon Loft for Xmas, gli attori diplomati presso la Civica Scuola di Teatro Paolo Grassi daranno vita ad un innovativo show-room in cui interagiranno con i prodotti, incuriosendo e divertendo gli spettatori. Uno spettacolo/installazione che mostra lati divertenti della vita di coppia in classiche situazioni domestiche: alle prese con i fornelli, con il proprio animale, con la pulizia di casa. Il loft sarà abitato anche da inaspettate presenze come un Leonardo Da Vinci alle prese con gli ultimi modelli di Smartphone o dei Gamers esageratamente coinvolti dalla realtà virtuale. Anche La Lega del Filo d’Oro sarà presente all’Amazon Loft for Xmas, Sabato 24, con attività di gioco e sensibilizzazione a favore delle persone delle persone sordocieche e pluriminorate sensoriali, organizzando giochi e attività per grandi e piccini.

Tra i brand presenti, P&G animerà i due fine settimana in cui l’Amazon Loft for Xmas sarà aperto grazie alla presenza di esperti dei brand Olaz, Oral-B e Braun che offriranno consulenze gratuite a tutti i visitatori che desiderano ricevere consigli di bellezza e salute.

Inoltre, dopo il successo delle prime due edizioni, ritorna l’iniziativa “Cambia il suo futuro con un click”: attraverso gli acquisti di prodotti dei marchi P&G su Amazon.it, P&G sostiene Save the Children nel suo impegno quotidiano e concreto contro la povertà educativa che riguarda ancora molti bambini in Italia.

Durante gli 11 giorni di apertura dello store sarà possibile inoltre scoprire una selezione delle offerte che saranno disponibili durante il Black Friday su Amazon.it, oltre a tante novità da cui trarre ispirazione in vista del Natale.

Media partner del pop-up store saranno ViviMilano e Radio 105. La partnership conferma la vocazione di ViviMilano nell’offrire ai propri lettori le migliori opportunità con un’attenzione particolare a ciò che di nuovo accade a Milano.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

#FindYourGSpot: la campagna di GroupOn conquista Milano, Firmano OKRP e Craft

- # # # # # #

groupon

Milano si tinge di verde: prende il via oggi nel capoluogo lombardo la campagna #FindYourGSpot di Groupon, un divertente progetto che invita a non lasciarsi prendere dai ritmi frenetici della città e concedersi ogni giorno piccoli momenti di piacere.

Lo stile di vita movimentato caratteristico di Milano può diventare davvero estenuante e il tempo da dedicare a se stessi è sempre più limitato. Con #FindYourGSpot, Groupon invita tutti a non sentirsi in colpa nel concedersi delle piccole pause dai ritmi frenetici della vita quotidiana, soprattutto con tutto quello che Milano ha da offrire! Che si tratti di una esclusiva cena con il proprio partner o di un’adrenalinica esperienza di volo, l’azienda leader nel settore degli acquisti online invita i suoi utenti a scoprire la propria passione e vivere momenti di puro piacere: #FindYourGSpot significa trovare il proprio “punto G” e viverlo a pieno!

La campagna #FindYourGSpot, attiva al sito https://www.groupon.it/landing/find-your-milan-g-spot, sviluppa questo concept creativo a 360° con attività di ufficio stampa, digital PR e collaborazioni con una selezione di merchant locali. Sono infatti circa 40 i partner che hanno deciso di aderire all’iniziativa, offrendo agli utenti Groupon esperienze di puro piacere nei settori food, bellezza, benessere e sport: ci sono attività per tutti i gusti, perfette per soddisfare le passioni più svariate. Ma cosa significa per gli italiani soddisfare il proprio “punto G”? Groupon ha deciso di approfondire l’argomento attraverso una ricerca nazionale che indaga le vere passioni degli italiani e il significato profondo delle esperienze di piacere.

Infine, per portare in vita l’hashtag #FindYourGSpot e per raccontare in prima persona cosa significa godersi un momento di puro piacere, 5 influencer sono stati selezionati per vivere alcune esperienza offerte dai merchant milanesi aderenti all’iniziativa. Dalla romantica cena al ristorante, al rilassante massaggio thailandese, fino all’incredibile esperienza di guida sportiva in pista: ogni influencer ha trovato la propria passione e riuscirà a viverla grazie alla campagna #FindYourGSpot.

L’iniziativa è parte integrante della campagna di Groupon “Discover More – Una scoperta continua”, attiva a Milano dal 10 settembre all’11 novembre. Dando vita alla ricerca del proprio “punto G” e delle proprie passioni da soddisfare, questa campagna mostra l’ampia gamma di attività che l’azienda leader nel settore degli acquisti online offre a Milano. Studiata dall’agenzia creativa nord-americana OKRP, la creatività è stata adattata al mercato italiano da Craft, mentre Wavemaker ne ha curato la pianificazione.
Milano è stata letteralmente conquistata dalla scoperta delle proprie passioni firmate Groupon. Per garantire la massima visibilità in città, sono stati previsti 232 cartelloni statici nelle principali stazioni della metropolitana, oltre alla brandizzazione di 3 tram su percorsi centrali e di 2 stazioni di bike sharing, rispettivamente in Duomo e via Torino. Accanto a queste attività, Groupon ha attivato una campagna di DOOH nei formati da 15’’ e 10’’ supportata dal sistema Placemob che sfrutta i sistemi di geolocalizzazione per massimizzare la visibilità della campagna. Parte di questa attività è il video da 10’’, visibile in piazza San Babila dal 10 al 17 settembre.

articoli correlati

NUMBER

A Milano Insight, Toluna presenta i risultati di una ricerca sulla Digital Disruption

- # #

digital disruption

Si è svolto ieri, giovedì 4 ottobre, a Milano Insights per l’on-demand economy, il tech event che Toluna, leader nel digital market research e nel fornire insights on demand in tempo reale sul consumatore, organizza ogni anno per i propri clienti. Nel corso dell’evento i top brand italiani sono stati invitati a riflettere sulle straordinarie opportunità offerte dalle ricerche di mercato online. Un’industry dinamica e innovativa capace di rispondere alle necessità e alle esigenze di una società che sta vivendo una vera e propria rivoluzione digitale nota anche come “Digital Disruption”.

Ad aprire i lavori, Marco Gastaut (nella foto), Managing Director Southern Europe & Latam di Toluna, che ha presentato l’ottimo andamento della società e i principali trend del settore.

Toluna chiude il primo semestre 2018 con un bilancio più che positivo. La crescita globale si attesta al +12%, con un incremento pari al 64% nel digital, mentre le regioni EMEA e LATAM guadagnano un +17% con l’Italia che registra un +20%. Dato che sale al 100% per la soluzione digital QuickSurveys.

“Toluna aspira a diventare la prima Digital Market Research Agency nel mercato e a creare il miglior ambiente di lavoro nell’industry di riferimento come dimostrano gli sforzi compiuti dall’azienda in questi anni.” ha affermato Gastaut. “A Milano, centro di riferimento per il mercato italiano, abbiamo creato un team di 17 persone supportato a Londra da altre 5 figure professionali. Per quanto riguarda invece la community italiana ad oggi siamo a quota 228.000 iscritti. Numero destinato a crescere grazie alle costanti campagne di reclutamento che consentono di ottenere un panel online sempre più responsive e profilato”.

La società è oggi uno dei top player del settore in grado di fornire ai propri clienti soluzioni AGILE e all’avanguardia capaci di rispondere alle nuove esigenze dei brand visibilmente cambiate rispetto al passato. Oggi gli output delle survey sono dinamici, gli insights azionabili, i dati in real time e i tassi di engagement elevati. Inoltre il mercato mostra anche una nuova costruzione del progetto di ricerca: il consumatore è posto al centro e non più coinvolto in modo forzato.

Stiamo vivendo una costante trasformazione, soprattutto digitale, e il valore degli insights non può essere sottovalutato. Ecco perché Toluna ha voluto investigare lo stato della Digital Disruption in Italia La società ha intervistato 500 persone tra i 18 e i 55 anni sondandone le opinioni, l’utilizzo e gli interessi riguardo alle realtà aziendali cosiddette digital disruptor e alle loro attività di marketing.

I risultati della ricerca “Digital Disruption” hanno premiato come modelli di business più innovativi lo Smart Payment (come PayPal o Pay Google) con il 71%, lo Streaming (Netflix o Spotify) con il 68%, il mondo eCommerce (Amazon o ePRICE) con il 66% ed infine il trasporto alternativo (Uber o CarGo) che ha ottenuto il 65% dei consensi da parte degli intervistati. Tra le versioni 2.0 dei servizi “vecchio stile” primeggiano invece la stampa della foto (Vistaprint o Photobox) con il 58%, i servizi al cittadino (AgID) con il 55% e i servizi per la salute (farmacia.it o efarma.it) con il 54%.

Una trasformazione digitale a 360° che sta semplificando positivamente la vita dei consumatori come affermano il 51% degli intervistati tra i 39-55 anni (Generazione X) e il 46% dei giovani tra i 18-38 anni (Generazione Y), ma creando al tempo stesso anche molte aspettative soprattutto nella Generazione X che si rivela anche quella più “attiva”. Gli intervistati tra i 39-55 anni dichiarano infatti una digitalizzazione della propria esperienza in diversi ambiti dallo streaming ai servizi per il cittadino fino a quelli per la salute, mentre i più giovani privilegiano lo streaming e i Baby Boomers (40-72 anni) i servizi dedicati al cittadino.

Aspettative che, oltre in una semplificazione del day to day, si traducono anche in facilità di utilizzo e time saving per le generazioni X e Y. Il podio cambia però per i Baby Boomers che mettono al primo posto la facilità di utilizzo (60%), seguito dal benessere per la persona (59%) e valori economicamente accessibili (57%).

Considerando, invece, l’approccio vincente dei brand verso i consumatori, gli intervistati dichiarano di apprezzare maggiormente le aziende interessate alla loro opinione (26%), quelle che conoscono bene i loro bisogni (24%) e hanno la capacità di metterli al centro (21%).

“La Digital Disruption è una vera e propria trasformazione digitale che sta investendo non solo le aziende ma anche e soprattutto i consumatori. Oltre a modificare il paradigma di erogazione dei servizi, rendendolo più “immateriale”, immediato e personalizzabile, questa digitalizzazione sta infatti rivoluzionando il ruolo del cliente-consumatore, sempre più al centro del processo aziendale in veste di motore di innovazione e cambiamento”, ha conclusoTommaso Gandolfo, Research Director, Digital Products, di Toluna.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Grow with Google Milano: fino a domenica gratis alla scoperta della città digitale

- # # # # #

google art

Prende il via Grow with Google Milano, l’iniziativa è stata presentata oggi alla presenza di Fabio Vaccarono, Managing Director Google Italy, Roberta Cocco, Assessore a Trasformazione digitale e Servizi civici del Comune di Milano, Filippo del Corno, Assessore alla Cultura, e Valeria Gerli, Componente della Giunta della Camera di Commercio Milano Monza Brianza Lodi e Presidente GITEC, e Luisella Mazza, Responsabile Operations di Google Arts & Culture.

“Siamo felici di essere a Milano e di offrire il nostro contributo per sostenere le imprese, i cittadini e il patrimonio culturale della città”, spiega Vaccarono. “Co​me Google stiamo investendo da anni in formazione gratuita ​sul digitale, ​per le imprese e i giovani in cerca di occupazione. Le competenze digitali contribuiscono in modo fondamentale a creare nuove opportunità di crescita e rappresentano un valore concreto per l’accesso al mondo del lavoro”​.

Grow with Google Milano si compone di seminari gratuiti per diffondere le competenze digitali e di digital marketing tra le imprese e le istituzioni culturali della città e di uno spazio fisico temporaneo aperto gratuitamente fino al 7 di ottobre presso il Palazzo Giureconsulti che ospita la mostra digitale Milano Città d’Arte. Cittadini, turisti e appassionati d’arte potranno ammirare gratuitamente, fino al termine della mostra, tutti i giorni dalle 9.00 alle 18.00, le opere digitalizzate in altissima risoluzione, custodite in 15 musei milanesi che oggi fanno il loro debutto online sulla piattaforma Google Arts&Culture. L’iniziativa ha il patrocinio del Comune di Milano.

Competenze digitali
Gli imprenditori locali che parteciperanno ai corsi potranno acquisire le competenze necessarie per creare un sito web, posizionarsi sulle mappe online, avviare un e-commerce, utilizzare gli strumenti di promozione digitale e sfruttare al meglio i dispositivi mobili. Allo stesso tempo, i rappresentanti delle istituzioni culturali potranno approfondire gli strumenti che Google mette a disposizione per promuovere il proprio museo o associazione culturale sul web.
Verrà inoltre messo a disposizione, gratuitamente, un servizio di “Digital Check-up”, durante il quale sarà possibile spiegare a un esperto le proprie esigenze e impostare insieme la strategia digitale su misura per la propria azienda. La priorità è chiara: ascoltare le esigenze degli imprenditori, capire le loro difficoltà nel processo di trasformazione e offrire strumenti capaci di portare un vero miglioramento.

Quindici musei milanesi portano le loro collezioni online su Google Arts & Culture
Quindici musei milanesi che includono la Galleria Civica d’Arte Moderna, il Castello Sforzesco, la Casa Museo Boschi Di Stefano, la Biblioteca Sormani, il MUDEC – Museo delle Culture, il Museo di Storia Naturale, il Museo del Novecento, l’Hangar Bicocca, la Biblioteca Ambrosiana, l’Associazione ViafariniFabbrica del Vapore, il Quadrilatero della BellezzaGruppo MilanoCard, That’s Contemporary, Ca’ Granda – Ospedale Maggiore Policlinico, la Casa Museo Poldi Pezzoli e Rainlab portano le loro opere online su Google Arts & Culture, la piattaforma tecnologica sviluppata da Google per promuovere e preservare la cultura sul web. Gli utenti, in ogni parte del mondo, potranno così accedere a oltre 80 mostre digitali, piu di 3000 immagini di cui più di 320 opere d’arte digitalizzate in altissima risoluzione attraverso Art Camera. Senza dimenticare 13 nuove Street View tour tra i musei milanesi, che vanno dalle merlate del Castello Sforzesco, all’Hangar Bicocca con l’installazione permanente site-specific i Sette Palazzi Celesti di Anselm Kiefer.

Visitare la mostra “Milano Città d’Arte”
Da oggi al 7 ottobre la sala delle Colonne del Palazzo Giureconsulti si trasforma in uno spazio interattivo che ospita la mostra “Milano Città d’Arte”, che consente ai visitatori di ammirare le collezioni e gli spazi dei musei milanesi come mai viste prima: attraverso schermi interattivi scoprirne in altissima risoluzione i dettagli più nascosti, con Cardboard e Daydream esplorare le opere in realtà virtuale, e infine accedere a postazioni touch screen per esplorare le storie e i contenuti accessibili anche online su g.co/milanoartlover.

Saranno inoltre disponibili anche alcune delle tecnologie impiegate per digitalizzare le opere, in particolare Art camera, la fotocamera digitale che per le riprese ad altissima risoluzione che per la prima volta arriva a Milano e il Google Trolley, per le riprese Street View.

Lo spazio sarà aperto gratuitamente al pubblico da martedì 2 a domenica 7 ottobre dalle 9.00 alle 18.00

Valeria Gerli, Componente della Giunta della Camera di Commercio Milano Monza Brianza Lodi e Presidente GITEC
“Milano e la Lombardia stanno sviluppando sempre di più i settori smart, dall’hi-tech ai trasporti, grazie anche a un tessuto imprenditoriale molto attivo sui mercati esteri. Questo progetto di collaborazione contribuisce a sviluppare la capacità attrattiva del nostro territorio dal punto di vista sia economico sia turistico, valorizzandone le potenzialità: dalla ricerca di nuovi clienti online alla presentazione delle bellezze storiche e artistiche. Business quindi ma anche cultura da proporre attraverso percorsi innovativi, virtuali che sfruttano le nuove tecnologie e che non sostituiscono anzi favoriscono la conoscenza e l’esperienza dirette”.

articoli correlati

AGENZIE

Attila&Co. acquisisce il budget creativo e pubbliche relazioni di Boggi Milano

- # # #

boggi milano

Nuova importante acquisizione per Attila&Co., agenzia di comunicazione cross media capitanata da Andreina Longhi e Andrea d’Amico, che a seguito di due gare distinte, creativa e di pubbliche relazioni, seguirà a partire dal 1 Ottobre 2018 il progetto di lancio internazionale di Boggi Milano.

L’agenzia milanese realizzerà la campagna SS ’19 e il relativo branded content e rappresenterà il brand italiano leader nel settore dell’abbigliamento maschile a livello di pubbliche relazioni, media relations, digital PR e event production, coordinando anche il network internazionale di agenzie di pubbliche relazioni.

“Siamo felici di avere l’opportunità di affiancare l’azienda in questo ambizioso piano di valorizzazione del brand e di espansione internazionale” commenta Andrea d’Amico, Managing Partner di Attila&Co. “Boggi Milano è un marchio simbolo dell’eleganza milanese, con un passato nobile, un presente che lo posiziona tra le più importanti realtà retail Europee e un futuro da global player. L’acquisizione conferma la caratteristica distintiva di Attila&Co. di pensare strategicamente in termini integrati, non che la capacità di produrre contenuti omnichannel fruibili a livello internazionale, remiando il lavoro di integrazione tra competenze off e online svolto dall’agenzia nell’ultimo biennio”,

Dal 1939 Boggi Milano, marchio di abbigliamento uomo, progetta e disegna moda maschile contemporanea curandone ogni aspetto, dalla produzione alla distribuzione, al fine di proporre e diffondere il proprio stile e la propria qualità nel mondo. In costante espansione a livello mondiale, il brand è l’espressione dell’eccellenza italiana rivolta ad un businessman contemporaneo, moderno e cosmopolita. Le collezioni di Boggi Milano nascono dalla creatività e dall’esperienza dei designer: un mix perfetto tra ricerca stilistica e qualità dei tessuti che permette di offrire ai clienti un prodotto contraddistinto da un ottimo rapporto qualità-prezzo. Con oltre 160 negozi in più di 33 Paesi, Boggi Milano veste un uomo elegante che vuole sentirsi  a proprio agio in ogni occasione.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

The Color Run e Heineken 0.0 fanno tappa a Milano il 15 settembre

- # # # #

Heineken - The Color Run

Il divertimento e la voglia di stare insieme che uniscono The Color Run e Heineken 0.0 fanno tappa a Milano per l’appuntamento conclusivo.

La 5 chilometri non competitiva più colorata del mondo si chiude questo sabato e la nuova analcolica Heineken la accompagna in qualità di Official Supporter.

Partita il 9 giugno a Genova e proseguita durante l’estate con Riccione e Lignano Sabbiadoro, The Color Run completa il suo tour nel capoluogo meneghino sabato 15 settembre.

La nuova analcolica di casa Heineken verrà distribuita durante la gara in lattine da 15cl. Una gara senza vincitori né vinti che ha come premio il divertimento dei suoi partecipanti: alla fine della corsa tutti gli atleti sono invitati a festeggiare e ballare di fronte al palco.

articoli correlati

MEDIA

Italia Independent con IGPDecaux per il lancio della Laps Collection

- # # # # #

Italia Independent

Italia Independent sceglie IGPDecaux e la città di Milano per promuovere Laps Collection by Italia Independent, prima collezione di occhiali disegnata, pensata e realizzata interamente da Lapo Elkann e che porta il suo nome.

Le Creative Solutions di IGPDecaux si sono occupate della decorazione del tram, realizzato in collaborazione con ATM, che dal 25 giugno al 1 luglio, circolerà attraverso le vie più centrali della città meneghina. Le hostess presenti sul tram speciale coinvolgeranno i passanti, invitandoli a salire per provare e acquistare gli occhiali della nuova linea Laps collection by Italia Independent.

 

articoli correlati

AZIENDE

Partnership Mastercard e FC Internazionale Milano per le prossime due stagioni sportive

- # # # # #

Mastercard

Mastercard e FC Internazionale Milano hanno presentato la loro partnership per il biennio 2018/2020 dando vita insieme a un nuovo progetto che consentirà ai due partner di andare oltre la comune passione per lo sport e di lavorare insieme su importanti progetti per sostenere innovazione e solidarietà, a partire dalla città di Milano e nel mondo.

“La passione per il calcio è in grado di unire davvero tutti nel mondo, senza distinzione culturale, sociale e di età”, ha dichiarato Michele Centemero, Country Manager Mastercard Italia. “Siamo orgogliosi di giocare questa partita insieme a una grande squadra come l’Inter, che condivide con noi gli stessi valori, e contribuire a rendere le nostre città più all’avanguardia e a sostenere progetti di solidarietà sociale, coinvolgendo in questo grande progetto anche tutti i nostri consumatori e tifosi”.

“Le iniziative sociali e le partnership commerciali hanno assunto un rilievo crescente all’interno della quotidianità del nostro club – ha sottolineato Alessandro Antonello, Amministratore Delegato FC Internazionale Milano – per questo, unirsi a un partner di grande prestigio, fortemente legato al mondo del calcio e della solidarietà come Mastercard é per noi motivo di grande soddisfazione. Siamo molto orgogliosi di essere la prima squadra di calcio scelta da Mastercard per siglare un accordo di questo genere. E siamo felici di poterlo annunciare proprio adesso che da pochi giorni ci siamo qualificati per la prossima edizione della Uefa Champions League, da sempre storico partner di Mastercard”.

Le due aziende, oltre alla passione per il calcio e per lo sport, condividono altri valori chiave, che racchiudono lo spirito di questa nuova partnership e di “Start Something Priceless”, nuovo concept di Mastercard: innovazione, solidarietà ed esperienze Priceless.

Innovazione – In questo progetto Mastercard ricopre il ruolo di player tecnologico e Inter quello di Club legato alla città di Milano e allo Stadio San Siro. I due partner lavoreranno insieme per trasformare e rivoluzionare l’esperienza allo stadio di tifosi e appassionati di calcio. Durante tutte le partite “in casa” del campionato e della Coppa Italia disputate a Milano, i tifosi potranno accedere a servizi esclusivi che contribuiranno a rendere ancora più magico lo spettacolo in campo. Sarà disponibile l’acquisto dei biglietti tramite app, direttamente all’ingresso dello stadio, presso il fast gate access e, durante gli intervalli, tutti i punti vendita all’interno dello stadio saranno abilitati ai pagamenti contactless e cashless, garantendo velocità, semplicità e sicurezza in ogni momento.

Solidarietà – I due player condividono l’obiettivo di promuovere insieme attività di Corporate Social Responsability. Mastercard ha alle spalle anni di progetti insieme a partner internazionali, come il World Food Programme delle Nazioni Unite, confermando l’impegno per sostenere importanti programmi contro la fame nel mondo nei paesi in via di sviluppo, mentre Inter è promotrice del programma “Inter in the Community”. 
Questa partnership di due anni si prefigge la creazione di campagne di fund raising grazie alle quali, le due realtà collaboreranno insieme per progetti benefici e a grande impatto sociale.

Le esperienze priceless – La partnership consentirà ai due player di arricchire le esperienze esclusive e uniche dedicate ai consumatori, fan dell’Inter e possessori di carte Mastercard di tutte le età. I fan più piccoli potranno accompagnare i loro idoli calcistici al loro ingresso in campo; i tifosi avranno la possibilità di seguire le trasferte più importanti della loro squadra del cuore, con speciali pacchetti viaggi durante i campionati, di assistere ai “meet and great” con i giocatori e agli allenamenti, prima della partita. Infine Mastercard e Inter hanno pensato a un’ulteriore esperienza priceless: il tour degli Stadi, del centro sportivo Suning di Appiano Gentile, della sede storica del Club con visita alla sala delle coppe e meet and great con le leggende del Club e la sua dirigenza.

articoli correlati

COMMERCE

Netcomm Forum: l’eCommerce italiano continua la sua crescita a doppia cifra e raggiunge +15% nel 2018

- # # # # #

Netcomm

“Obiettivo di questo evento è quello di scambiare conoscenza, far crescere il nostro settore e la competitività delle imprese; credo che ci possiamo considerare uno dei più importanti hub del digitale in Europa”. In queste parole di Roberto Liscia, Presidente del Consorzio Netcomm, tutto l’orgoglio di aver saputo far crescere il Forum fino a farlo diventare negli anni un punto di riferimento per tutto il settore dell’eCommerce e del retail in generale.

Tra le novità della 13a edizione l’importanza del ruolo delle grandi città nella trasformazione digitale del Paese, soprattutto di accompagnamento e supporto di quelle imprese che vedono nelle città un ecosistema importante e complesso di servizi.

È in quest’ottica che il Presidente Liscia ha dato la parola a Roberta Cocco, Assessore alla Trasformazione Digitale e Servizi Civici del Comune di Milano che ha illustrato gli obiettivi già raggiunti dalla città di Milano in ambito digitale (dal pagamento online delle imposte tramite PagoPA, alla richiesta di certificati, al fascicolo personale cui ogni cittadino può facilmente accedere), e quelli ancora da raggiungere, tra i quali portare tutti i servizi digitali su mobile – “Mobile first, one click” è l’obiettivo finale – e passare definitivamente a una infrastruttura ibrida, basata sul cloud.

L’Assessore ha poi ricordato il tema del 5G, la cui progettualità è affidata a Vodafone, che si è aggiudicata il bando lo scorso anno: “entro il 2019 tutta Milano sarà coperta dalla quinta generazione del mobile”. Infine è stata annunciata la seconda edizione della Milano Digital Week, che si terrà a marzo 2019.

“Vogliamo trasformare Milano in un grande hub di servizi digitali”, ha concluso Roberta Cocco. “Per fare questo stiamo portando avanti il progetto Digital Bridge, una serie di “gemellaggi digitali” con le città che rappresentano l’eccellenza in Europa e nel mondo – Tallin, Parigi, Stoccolma, New York, Chicaco, Tel Aviv e Barcellona – per una condivisione di best practice e visioni innovative”.

La tempesta perfetta dell’eCommerce globale

Roberto Liscia ha ripreso la parola per descrivere quella che lui definisce la tempesta perfetta dell’eCommerce: “uno tsunami tecnologico che cambia e accelera continuamente il quadro competitivo. L’omnicanalità è diventata il centro della strategia per gran parte delle imprese, a prescindere dal settore e dalla tipologia di prodotto. Collegare e integrare il web con il mondo fisico è prioritario per i retailer, ma anche per gli intermediari della filiera e per le aziende produttrici che devono far fronte a una nuova tipologia di consumatore sempre connesso, l’onlife consumer. I dati 2018 ci rivelano che il digitale è entrato nella sua fase di rivoluzione, con impatti importanti sullo scenario di mercato e sugli assetti competitivi”.

A livello mondiale i dati sono davvero impressionanti. Le persone che utilizzano il web per effettuare acquisti sono passate da 1,66 miliardi del 2016 a quasi 2 miliardi nel 2018, e si prevede che entro il 2022 arriveranno a superare i 2,5 miliardi. Anche le vendite online seguono questo trend: nel 2017 hanno superato i 2.300 miliardi di dollari, e si stima che nel 2018 sull’online verranno effettuati acquisti per un valore di oltre 2.800 miliardi (con un tasso di crescita annuo del +23%) 1, arrivando nel 2021 a 4.878 miliardi. La Cina è il primo paese per volume di vendite online con quasi 700 miliardi di dollari registrati nel 2017, seguito da Stati Uniti (438 miliardi), e UK (196,3 miliardi) (dati Statista 2018).

Negli ultimi anni l’eCommerce è stato il principale acceleratore delle Big Tech Company, che nel 2017 hanno raggiunto i 648,7 miliardi di dollari di fatturato e occupato le prime cinque posizioni nel mercato azionario. “C’è uno spazio eccezionale per le imprese che saranno in grado di distinguersi”, conclude Roberto Liscia. “La differenziazione è l’anima di questa digital revolution e i nuovi modelli emergenti stanno portano sul mercato prodotti e servizi che si caratterizzano per un’elevata personalizzazione. Si tratta di una grandissima opportunità anche per le imprese Italiane, ricche di creatività, capaci di raccontare il prodotto e renderlo emozionale. Il mercato sta andando proprio in questa direzione, premiando la creazione di esperienze uniche e a misura di ogni singolo consumatore”.

I dati del mercato italiano

È toccato tradizionalmente ad Alessandro Perego, Responsabile Scientifico degli Osservatori Digital Innovation della School of Management del Politecnico di Milano, raccontare i numeri del mercato italiano. L’eCommerce in Italia mantiene le promesse e proseguirà la sua crescita anche nel 2018 con un valore degli acquisti online che arriverà a quota 27 miliardi, +15% rispetto al 2017. 
Gli acquisti eCommerce di prodotti guadagneranno sempre più terreno facendo registrare un tasso di crescita quattro volte superiore ai servizi, mentre il ruolo dello smartphone diviene sempre più centrale: un terzo degli acquisti online sarà effettuato attraverso dispositivo mobile e per alcuni merchant l’incidenza degli acquisti da questo device supera i due terzi.

Le previsioni per il 2018 rivelano che la domanda eCommerce sarà trainata dai prodotti e in particolare da quei settori ormai definiti storici che crescono con un ritmo più vicino alla media: Informatica ed Elettronica (+18%) con 4,6 miliardi di euro, Abbigliamento (+21%) che passa da 2,4 miliardi nel 2017 a circa 3 miliardi nel 2018, l’Editoria (+25%) con 1 milione di euro. I settori che da qualche anno vengono connotati come emergenti segnano, invece, performance superiori: Food & Grocery (+34%) che passa da 0,83 miliardi di euro del 2017 a 1,1 miliardi, Beauty (+29%) con quasi 430 milioni, Arredamento e home living (+44%) a quota 1,26 miliardi, Auto e Ricambi (+26%) che sfiorano i 610 milioni.

Lo sviluppo prosegue anche per quanto riguarda i Servizi, seppur a ritmi meno sostenuti: sia il settore Turismo e Trasporti (9,7 miliardi di euro) sia quello delle Assicurazioni (oltre 1,3 miliardi di euro) crescono del 5%.

La crescita dell’eCommerce nel 2018 ha come conseguenza il graduale cambiamento del comportamento d’acquisto degli italiani che si spostano sempre più sul canale digitale: se nel 2017 si rilevava un’incidenza del 5,6% sul totale del retail, nel 2018 ci si aspetta possa raggiungere il 6,5%. La quota ad appannaggio dei negozi fisici rimane di assoluta maggioranza (oltre il 90%), ma questo dovrà portare sempre più le aziende a ripensare il proprio processo di vendita in ottica di omnicanalità.

“Nel 2018 l’eCommerce cresce e incide ormai per il 6,5% sull’acquistato dagli italiani – dallo 0,7% dell’Alimentare al 25% dell’Informatica ed Elettronica o al 32% di Turismo e Trasporti – ed è quindi un canale sempre più importante, in sé e nella sua componente di interazione con gli altri canali “fisici”. La crescita del mercato corrisponde a un più maturo assetto dell’offerta, testimoniato dallo sviluppo online di alcuni settori “emergenti” – come alimentare, giocattoli, automotive, arredamento – e dal radicamento fisico nel nostro paese di diversi operatori internazionali con strutture commerciali e logistiche. Rimane tuttavia la netta impressione che una parte importante delle imprese tradizionali non abbia ancora compreso la rilevanza della posta in gioco come dimostra il fatto che il 78% del mercato di prodotti è appannaggio di imprese nate per operare online, le Dot Com. Il fattore “logistica” – e in particolare la logistica ultimo miglio – emerge sempre più come un formidabile fattore critico di successo – con molta sperimentazione su modelli alternativi – e come un importante tema di complessiva sostenibilità dell’eCommerce – con oltre 230 milioni di consegne in Italia previste nel 2018, ossia quasi 1 milione di consegne al giorno”, ha commentato Alessandro Perego.

articoli correlati

MEDIA

Nuova campagna OOH DriveNow su pensiline digitali e tram di Milano

- # # #

DriveNow

DriveNow, il car sharing del gruppo BMW attivo a Milano con una flotta di 500 auto tra BMW e MINI, ritorna a pianificare nell’out of home della città meneghina con una campagna ADV che vede coinvolte le pensiline digitali del centro città e i tram Sirio e Sirietto.

La creatività, dal claim “Il meglio tutti i giorni”, è stata sviluppata internamente e declinata, con un formato verticale con protagonista una BMW serie 2 cabrio per le affissioni sui tram, mentre per le pensiline digitali, si è optato su due visual diversi, che vedono il modello MINI cabrio alternarsi, dinamicamente e in real time, in base alle ore del giorno, cambiando lo scenario da diurno a serale al calare del sole e viceversa.

“Per questa nuova campagna pubblicitaria – commenta Alice Colombo, Head of marketing e communication di DriveNow Italy – abbiamo puntato sull’out of home in quanto mezzo strategico per raggiungere il nostro target, grazie al grande livello di penetrazione nei pubblici di riferimento e all’integrazione con i mezzi di trasporto pubblico, che consideriamo partner fondamentale per uno sviluppo sempre maggiore della mobilità sostenibile e intermodale”.

La pianificazione attiva dalla seconda settimana di maggio è visibile su 57 postazioni digitali in tutta Milano, nonché sui tram Sirio e Sirietto delle linee 3-4-7-9-14-15-24-31.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

SingularityU Italy torna in Ottobre rafforzato da Augusta Leante e Anna Paola Mocci

- # # # # #

singularityU

Torna per la seconda volta in Italia il 2 e 3 ottobre 2018 SingularityU Italy Summit, evento sulle tecnologie esponenziali targato Singularity University, che verrà ospitato all’interno di MiCo – Milano Congressi: un punto di incontro e ispirazione annuale, l’occasione di riunire esponenti della community per discutere di tecnologie in rapida evoluzione, oltre che un catalizzatore per accelerare una cultura locale dell’innovazione.
Forte degli ottimi risultati ottenuti nell’edizione 2017, SingularityU Italy Summit ritorna in grande stile, rafforzando il proprio team di lavoro con l’ingresso di due nuove professioniste, Augusta Leante, Marketing & Communications Manager, e Anna Paola Mocci, Commercial Director.

Augusta Leante (nella foto) conta su un’esperienza pluriennale nell’ambito della comunicazione, delle business media relation e dell’organizzazione e promozione di eventi internazionali per il target B2B; approda nel team del SingularityU Italy Summit dopo aver rivestito, dal 2006 al 2016, il ruolo di Marketing & Communications Manager per WOBI – World Business Forum in Italia. Poliglotta e big picture thinker, durante il suo percorso professionale Augusta ha maturato competenze trasversali a diversi vertical, tra cui tecnologia, mobile communication, innovazione, editoria multimediale.
Augusta si occuperà di gestire le attività di comunicazione e marketing online e offline relative a SingularityU Italy Summit e alle altre iniziative che verranno realizzate nel corso dell’anno, a partire dal Disruption Worskhop con i docenti della Singularity University, che si terrà il prossimo giugno a Milano.

Anna Paola Mocci entra a far parte del team in qualità di Commercial Director. Anna Paola ha maturato una significativa esperienza in Business International, società parte del Gruppo Fiera Milano, prima come Sales Account, poi come Partnership Account for Conferences. Successivamente ha rivestito il ruolo di Account Manager in WOBI – World Business Forum, dal 2015 al 2017. Anna Paola sarà responsabile di tutte le attività commerciali e promozionali, con un focus particolare sul mercato B2B, sia per SingularityU Italy Summit sia per le altre iniziative che verranno progettate nel 2018.

“L’ottima accoglienza ricevuta dal Summit nel 2017 è stata gratificante per tutto il team di lavoro e ha rinnovato il nostro entusiasmo nel progetto e il desiderio di continuare a fare bene per estendere la rete di innovatori, imprenditori e professionisti pronti a collaborare e importare lo spirito disruptive della comunità di Singularity University anche in Italia”, dichiara Diego Gil Hermida, Managing Director di SingularityU Italy Summit. “Con l’ingresso di Augusta e Anna Paola nella squadra desideriamo trasmettere con maggior convinzione la nostra volontà di proseguire nella costruzione di un momento di confronto e di verifica rilevante, per il Paese e per la comunità internazionale, un appuntamento la cui unicità e centralità saranno sostenute in maniera strategica da un’intensa attività di comunicazione e promozione. Oltre al Summit quest’anno avremo diverse novità, a cominciare dal Disruption Workshop, che porterà per la prima volta in aula in Italia i docenti della Singularity University per due giornate di formazione immersiva e altamente esperienziale in cui imparare a generare idee innovative con le tecnologie esponenziali”.

articoli correlati