COMMERCE

eCommerce b2c: i merchant investono in comunicazione il 4% del loro fatturato online

- # # #

b2c

Nel 2017 i merchant italiani investono una quota parti al 4% del proprio fatturato online in iniziative di marketing e comunicazione. L’online è il canale che attrae la maggior parte dell’investimento, pari al 76%, grazie alla capacità di sfruttare i dati per generare campagne più efficaci.

È quanto risulta dalla ricerca condotta dall’Osservatorio eCommerce b2c della Shool of Management del Politecnico di Milano, in collaborazione con Netcomm dal titolo “eCommerce b2c in Italia: servono visione, coraggio e perseveranza“.

Per quanto riguarda i formati pubblicitari, la spesa in marketing rimane focalizzata su soluzioni di search (50%), seguono il display advertising (22%) – nella componente banner (20%) e video (2%) – i canali social (16%) e l’email marketing (9%).

Nonostante la bassa incidenza il video è in forte crescita anche grazie alle numerose innovazioni tecnologiche  a disposizione dei merchant per le campagne online.

L’investimento sui social, in primis facebook, cresce spinto dall’esigenza di creare una comunicazione fortemente virale che raggiunga audience ampie, anche se poco interessate all’acquisto (per ora).

Una volta che l’utente è atterrato sul sito eCommerce diventa rilevante per i merchant rendere unico e personalizzato il customer journey tramite azioni mirate, che sfruttano la quantità di dati disponibili. Proprio per questo uno dei canali in maggiore crescita è il programmatic advertising, in grado di assicurare al merchant i massimi ritorni in termini di ROI e customer retention.

Crescono, in generale, gli strumenti di marketing 1 to 1 come le azioni di retargeting per recuperare i clienti che hanno abbandnato il carrello, il content marketing e la proposta di prodotti correlati a quelli appena acquistati dal cliente.

Per un approfondimento sui dati della ricerca leggi qui.

 

 

 

articoli correlati

AZIENDE

HiPay integra nella piattaforma HiPay Fullservice i pagamenti in Bitcoin

- # # # # # #

Più che una semplice moda, i Bitcoin costituiscono una realtà concreta che suscita l’interesse sia dei consumatori che dei venditori. Per questo motivo, HiPay, la unit del Gruppo HiMedia interamente dedicata ai pagamenti online, integra nella piattaforma HiPay Fullservice i pagamenti in Bitcoin, permettendo così ai propri clienti di intercettare anche i possessori di Bitcoin, un bacino potenziale di 6 miliardi di euro all’attuale tasso di conversione.

In qualità di istituto di pagamento, HiPay offre ai merchant le soluzioni di pagamento più adatte alle attività online.
HiPay proporrà, in un primo momento, questa nuova modalità di pagamento solo a un ristretto numero di merchant. Una volta confermato il feedback positivo da parte di questo panel, i Bitcoin saranno proposti a tutti i siti di e-commerce clienti. La piattaforma HiPay Fullservice integrerà facilmente la nuova moneta per tutti i merchant autorizzati. Grazie al prezzo esplicitato in euro e l’importo Bitcoin immediatamente convertito in euro, i commercianti sono protetti dal rischio del cambio e potranno incassare in assoluta sicurezza anche le transazioni effettuate in questa moneta virtuale.

Tasso di cambio Bitcoin all’8 ottobre 2014: 1 Bitcoin = 273 euro

articoli correlati

AZIENDE

Agevolazioni tariffarie in Italia e all’estero con DHL Express per i venditori di eBay Italia

- # # # # # #

Un’offerta riservata a tutti i venditori eBay italiani, sia privati che professionali, per ottenere agevolazioni tariffarie su tutte le spedizioni nazionali e internazionali attraverso un portale dedicato, è questo il frutto dell’accordo siglato un accordo tra DHL Express Italy  ed eBay.it.

 

I venditori avranno a disposizione un portale ad hoc su DHL Express, accessibile con il proprio account eBay in cui tracciare le vendite effettuate, concluderle con la preparazione della spedizione, monitorare lo stato di avanzamento e scaricare la prova di avvenuta consegna.

Il venditore potrà anche richiedere il tracciamento per sé e per il suo acquirente e ricevere le notifiche via web, email o SMS.

Per usufruire dell’agevolazione tariffaria, sarà sufficiente collegare il proprio account eBay al portale DHL:  le transazioni recentemente completate su eBay.it appariranno in automatico e sarà possibile iniziare a spedire alle tariffe agevolate.
“Secondo gli ultimi dati disponibili – dichiara Alberto Nobis, Amministratore Delegato DHL Express Italy – “l’eCommerce viene oggi utilizzato dal 30% delle PMI in Italia, percentuale che fotografa un settore ricco di opportunità di sviluppo del business in un momento di difficile congiuntura economica”. Grazie all’accordo con eBay” prosegue Nobis – “intendiamo confermare la nostra attenzione verso le continue evoluzioni del mercato e il nostro supporto alle imprese e ai singoli soggetti che necessitano di soluzioni logistiche semplici, rapide e concorrenziali ”.
“L’accordo con DHL rappresenta un ulteriore passo avanti nei servizi offerti ai nostri venditori, ma soprattutto rafforza il ruolo di eBay come Partner ideale per le imprese che puntano a sviluppare il proprio ecommerce sul nostro Marketplace.” Ha dichiarato Lamberto Siega, Head of Sellers di eBay in Italia “I costi di trasporto rappresentano oggi una barriera significativa per i compratori che si affacciano all’online e l’accordo con DHL è un passo importante nel proporre tariffe concorrenziali ai venditori e, come naturale conseguenza, ai consumatori. L’accordo è un forte abilitatore per l’export che, già oggi, come anche rappresentato dai dati DOXA (il 24% del fatturato ecommerce delle piccole imprese digitalizzate è diretto all’estero) è e sarà sempre più un tema centrale nella crescita dell’ecommerce”

articoli correlati