MEDIA

Caradonna nuovo Ceo di Carat Italia. Tettamanti Ceo di Media Brands

- # # # #

carat

Nuove importanti nomine all’interno di Dentsu Aegis Network Italia: Giorgio Tettamanti assume il ruolo di CEO Media Brands, mentre Marco Caradonna diventa Chief Executive Officer di Carat Italia.

Giorgio Tettamanti vanta una carriera lunga e di successo all’interno del mondo media, e di Dentsu Aegis Network in particolare. Dopo la Laurea in Economia Aziendale alla Bocconi e Specializzazione alla London Business School ha lavorato in Nielsen imparando a mettere il cliente al centro di ogni processo. Approdato in Carat negli anni  ’90 come Direttore Strategico, porta la cultura del consumatore e delle sue dinamiche nel processo media e nel 2009 ne diventa CEO. Un’avventura che ha consentito a Carat di cambiare gli equilibri del mercato e di affermarsi progressivamente come la brand più nota e tutt’ora dalla straordinaria equity.

“In questi anni, grazie al lavoro di tante persone, siamo stati in grado di posizionare Carat ai vertici del mercato e, ancora più importante, di rendere naturale l’associazione di questa Brand con temi di serietà, affidabilità, trasparenza, innovazione e di “sviluppo valore” per i clienti”, dichiara Giorgio Tettamanti. “Nel mio nuovo ruolo, darò il massimo supporto a Marco Caradonna perché Carat continui ad essere ancora più forte nel futuro. Sono certo che le sue qualità e le sue skills, che gli hanno permesso di raggiungere già importanti traguardi professionali, porteranno Carat verso nuovi e prestigiosi successi.” – dichiara .

Marco Caradonna, forte delle competenze maturate in 20 anni di carriera in ambito digitale, assume la guida di Carat per portarla verso l’ambizioso obiettivo di diventare una “100% digital company” entro il 2020, estendendo le potenzialità del people-based marketing a tutti i mezzi.
45 anni, laureato in Economia e Commercio con una tesi sull’Advertising Interattiva Digitale, Marco Caradonna ha avviato la sua carriera in Inferentia DNM, poi FullSIX, di cui è stato Partner, oltre che General Manager di DMC (fino al 2007 la più importante online media agency italiana), sviluppando una profonda competenza in ambiti quali il Digital Advertising, il Performance Marketing, il Relationship Marketing ed il Digital CRM. Nel 2008 ha fondato Simple Agency, la prima agenzia di Addressable Digital Marketing diventata presto leader in Italia, nel 2013 acquisita da Dentsu Aegis Network.
“Raccogliamo un’eredità di vera eccellenza e oggi, grazie ad una squadra straordinaria, abbiamo creato la Media Agency del futuro, costruita sul talento delle persone, il valore dei dati, la tecnologia, la dinamizzazione del contenuto e l’automazione dei processi”, dichiara Caradonna. “Puntiamo ad essere un Business Partner credibile ed affidabile per accompagnare le aziende in un’epoca di grande cambiamento e trasformazione, apportando tutta la nostra competenza, professionalità e capacità di produrre risultati realmente misurabili. La centralità del nostro ruolo ci investe di responsabilità anche nei confronti dei consumatori e degli editori partner. L’attenzione del consumatore è merce sempre più rara, migliorare la rilevanza e la pertinenza degli annunci pubblicitari riducendo sprechi o sovraesposizioni, valorizzando testate ed editori che investono in cultura e qualità del contesto, si traduce automaticamente in maggiore valore per l’intera industry”.

Simple Agency continuerà lo sviluppo di innovazione digitale all’interno di Dentsu Aegis Network Italia, garantendo ai propri clienti l’eccellenza e la professionalità a cui sono abituati sotto la guida di Umberto Bottesini, in qualità di Amministratore Delegato, e Sandro Moretti, come Presidente.

articoli correlati

AZIENDE

MEC lancia la Social Audience Analysis, ovvero come profilare attraverso le pagine social

- # # # # # #

Profilare il proprio target e quello dei principale competitor attraverso l’analisi delle pagine social: nasce la Social Audience Analysis, il nuovo strumento lanciato dalla media agency MEC.

“I vantaggi di questo nuovo approccio d’analisi sono molteplici: la possibilità di delineare concretamente il target di comunicazione attraverso i veri comportamenti sul Social media permette, ad esempio, di ottimizzare la distribuzione dei messaggi e di guidare la creazione di nuovi contenuti editoriali, favorendo quindi la relazione nel tempo e riducendo i costi di acquisizione per fan (CPF) delle campagne social”, afferma Julian Prat, Chief Strategy Officer di MEC.
Il servizio di Social Audience Analysis è stato testato con successo da MEC indagando uno dei fenomeni emergenti più interessanti: la passione per le TV Series. Sono stati individuati sei generi, Crime (i.e. ‘Gomorra’), Comedy (i.e. ‘The Big Ben Theory’), Teen Drama (i.e. ‘Violetta’), Horror (i.e. ‘The Walking Dead’), Action (i.e. ‘Breaking Bad’) e Fantasy (i.e. ‘Game of Thrones’), le cui fanbase di Facebook sono state la fonte dei dati che hanno alimentato l’analisi. La prima evidenza riscontrata riguarda il genere più amato, a sorpresa il Crime, con 9.5 milioni di utenti Facebook, seguono la Comedy, che vanta una community virtuale di 5.9 milioni e la Teen, con 4 milioni di giovani fan. Le informazioni socio-demografiche pubbliche, dunque accessibili, sono sesso, età, istruzione e stato civile. A titolo esemplificativo, sappiamo che la Comedy ha un seguito più sbilanciato sulla componente maschile (55%), giovane, tra i 17 e i 28 anni, composto da single (55%) e laureati (66%).

Il genere più femminile è il Teen Drama (86% dei fan), seguono Fantasy (65%) e Crime (58%). Se l’Action è sicuramente un territorio maschile (63%), l’Horror è invece tra i generi più bilanciati (56% uomini e 44% donne). Guardando all’età dei fan, la passione per le TV Series risulta molto trasversale, coinvolge, infatti, utenti dai 13 ai 58 anni. I generi mostrano, però, forti differenze in termini di affinità a diverse classi di età: naturalmente, il Teen Drama coinvolge il pubblico più giovane, così come la Comedy. Crime e Action vantano, invece, un pubblico più maturo, mentre gli spettatori di Horror e Fantasy sono giovani-adulti.
Le informazioni condivise dagli utenti consentono di approfondire l’analisi dei nostri target di comunicazione in modo molto dettagliato.

Lo studio permette, infatti, di profilare le diverse audience anche a seconda dei mezzi di comunicazione fruiti, ricostruendone un dettaglio estremamente accurato. Attraverso le analisi statistiche effettuate sulle audience di ogni tipologia possiamo anche scoprire, ad esempio, che gli appassionati di Crime (l’audience, ricordiamo, più matura) sono anche assidui fruitori di radio e stampa. Mentre i fan di serie Fantasy dimostrano con i propri comportamenti social di non essere particolarmente affini alla stampa periodica.

Scendendo più in profondità nei consumi mediatici dei differenti cluster è possibile ad esempio indagare quali sono le fonti di informazione online più affini per ognuno, scoprendo che gli amanti dei teen drama consultano Grazia.it, che tra gli appassionati di Action è forte l’interesse verso il Post.it, che per il Crime l’attenzione è rivolta a Tgcom24, che il pubblico delle serie Horror consulta YouMovies.it mentre gli appassionati di Comedy seguono Fanpage.it

Le potenzialità dell’analisi sono molteplici, poiché i fan hanno l’opportunità di esprimere le proprie preferenze e le proprie passioni nell’ambito di qualsiasi categoria merceologica e brand.

Un’attenta analisi dei dati raccolti consente di mappare le aree di interesse più affini ad ogni bacino, permettendo di scoprire così che gli spettatori di Crime sono anche Food Lover, mentre i fan Fantasy si rivelano amanti dei motori e follower di personaggi noti. Le appassionate di Teen Drama sono anche le più coinvolte dalla moda, l’audience di Action invece, dall’arte, soprattutto quella moderna.

articoli correlati

AGENZIE

ItaliaBrandGroup per il prossimo anno sarà la nuova media agency di Europcar Italia

- # # # # #

Si è conclusa la gara indetta da Europcar Italia per la ricerca della nuova media agency. Alla consultazione hanno preso parte quattro agenzie e l’incarico, della durata di un anno, è stato assegnato a ItaliaBrandGroup di Milano.

La nomina di ItaliaBrandGroup risponde all’esigenza di sviluppare strategie di pianificazione e buying in Italia che supportino il rilancio del brand Europcar e aumentino la notorietà del marchio legata ai valori di qualità e di servizio propri del player di riferimento per la mobilità a 360 gradi. Parallelamente sono previste pianificazioni a sostegno del lancio e della promozione di prodotti, servizi e offerte studiate per la clientela leisure e business.

“Abbiamo individuato il partner in grado di indirizzare la nostra comunicazione di brand e di prodotto attraverso un sapiente mix di mezzi e canali, coerenti con il nostro target”, dice Riccardo Mastrovincenzo, Trade Marketing and Direct Sales Manager di Europcar Italia.

“Siamo orgogliosi che una realtà internazionale come Europcar abbia riconosciuto in ItaliaBrandGroup un partner che, a differenza delle consuetudini ormai note nel mercato, sia in grado di esprimere una reale consulenza per gestire in modo neutrale e strategico la pianificazione media” afferma Mauro Di Rosa, ItaliaBrandGroup President. “Il nostro è un approccio completo e fluido che crediamo possa valorizzare al meglio la comunicazione e le potenzialità di ogni brand che si affida a noi. L’assegnazione dell’incarico Europcar non è soltanto un successo, ma rappresenta la conferma che anche il progetto di crescita che stiamo avviando a Roma con Alessandro Cedrone vada nella giusta direzione”.

articoli correlati