BRAND STRATEGY

Vodafone presenta Mr Slow, il nuovo spot che celebra la velocità della sua Rete 4G

- # # # # # # #

Vodafone Mr Slow

Il protagonista del nuovo spot Vodafone è Mr Slow, un simpatico personaggio che si muove a rallentatore e che, a causa della sua lentezza, si vede soffiare la ragazza dei suoi sogni da chi è più veloce di lui.

A fare da colonna sonora la reinterpretazione del successo di Loredana Bertè, “Sei bellissima”, intitolata per l’occasione “Sei lentissimo”. La cover version è arrangiata e prodotta da Sing Sing Studio.

Mr Slow è un progetto ideato dal Team Red, la struttura WPP responsabile del coordinamento e dell’indirizzo strategico per tutte le agenzie del gruppo attive sul cliente Vodafone. La creatività è del Senior Copywriter Maurizio Cappelletti, con la Direzione Creativa di Sergio Rodriguez. A coordinare il progetto l’Account Supervisor Chiara Collura. La TV Producer è Francesca Regali. Della post produzione si è occupata you_are mentre la casa di produzione è Filmmaster.

Lo spot è on air nei formati 45”, 30” e 15” sulle principali emittenti televisive, sul web e sui canali social di Vodafone Italia. La pianificazione media è curata da MEC.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Auge firma il lancio di Nonmordere, il nuovo gelato Sammontana

- # # #

Non mordere Sammontana

Sammontana torna in comunicazione con Auge per il lancio di Nonmordere, il nuovo stecco gelato con copertura cremosa prodotto dall’azienda toscana. Un nuovo prodotto che supera il concetto classico di copertura croccante, in una cremosa fusione tra interno ed esterno.

Il nuovo gelato viene raccontato in modo inatteso e sorprendente dallo spot – declinato in due soggetti – e prodotto da MovieMagic per la regia di Dent De Cuir.
Partendo dal nome del prodotto, lo spot si presenta come una serie di divieti, di “non” che, appena dopo essere stati recitati, vengono trasgrediti, rispettati o elusi, in modo ironico e inaspettato. Un mix di linguaggi e riferimenti disparati, dalla storia al web, che ci accompagna in un mondo dove le regole più semplici sembrano non valere più. Dove si può addirittura mangiare uno stecco ricoperto senza morderlo.
La pianificazione, curata da MEC, prevede la presenza a partire da giugno sulle principali emittenti TV, sia digitali che satellitari, oltre ad attività collaterali previste su web e social media.

CREDITS:
Agenzia creativa: AUGE HEADQUARTER
Direzione Creativa Esecutiva: Giorgio Natale, Federica Ariagno,
Art Director: Corina Patraucean
Copywriter: Simone Galloni
Head of TV Producer: Cecilia Del Favero

Casa di Produzione: MOVIEMAGIC
Director: Dent De Cuir
Direttore della fotografia: Manfredo Archinto
Executive producer: Guido Salsilli
Producer: Franziska Stubenruss

Post produzione video: Edi
Post produzione audio: The Log
Agenzia media: MEC Italy

articoli correlati

AGENZIE

AdvActiva vince la gara per il lancio dell’integratore Rekord B12 plus di Avantgarde

- # # # # #

AdvActiva

Dopo una gara con diverse agenzie, Avantgarde, azienda parte del Gruppo Sigma-Tau, ha assegnato il budget per il lancio 2016 dell’integratore Rekord B12 plus ad AdvActiva dopo una gara con diverse agenzie.

“Siamo molto contenti di poter annoverare tra i nostri clienti un’importante azienda farmaceutica come Avantgarde del gruppo Sigma Tau, che allarga la nostra expertise nel settore”, dichiarano Maurizio Matarazzo e Paolo Pedroni, partner dell’agenzia.

Lo spot ideato da Maurizio Matarazzo (art) e Pietro Sincich (copy), sotto la direzione creativa di Maurizio Matarazzo, è realizzato da Cow & Boys con la regia di Federico
Cambria. La campagna verrà veicolata in TV e il bdg media è gestito dal centro media Mec.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Birra Peroni lancia lo spot per festeggiare 170 anni di passione

- # # # # #

Peroni

Peroni: “fatta con passione da 170 anni”. Con questo claim l’azienda birraria italiana per eccellenza lancia lo spot dedicato ai suoi 170 anni di attività.

In 30 secondi Peroni racconta momenti di vita quotidiana ma sempre vissuti con passione: un lavoro fatto di dedizione, una partita di rugby, un brindisi tra amici, una notte passata sotto le stelle. Perché quando ami e metti passione in quello che fai, il tempo sembra non passare mai. Non lo misuri in secondi, minuti, ore o giorni. I suoi parametri si trasformano in valori ed emozioni. Le esperienze diventano la vera unità di misura del tempo. Solo così la vita acquisisce un nuovo e intenso sapore. Un sapore pieno di qualità e tradizione, proprio come quello di Birra Peroni.

Lo spot – andato in onda ieri in prima serata – verrà trasmesso su Rai2, Rai 3, tutti i canali Mediaset e i principali canali di SKY e Mediaset Premium, nelle fasce orarie e durante i programmi di principale interesse per i consumatori di Birra Peroni.

Lo spot è stato elaborato dal marketing di Birra Peroni, il piano media è curato da MEC.

 

articoli correlati

MEDIA

Le cucine da incubo e lo chef Cannavacciuolo debuttano sul Nove. Campagna offair di Leo Burnett

- # # # # # #

Cucine da incubo - nuova serie

Debutterà domenica 27 marzo sul canale 9 del digitale terrestre la nuova stagione in prima tv free to air di ‘Cucine da incubo’ prodotto da Endemol Italia per Discovery Italia. A sostegno del lancio, Discovery Italia ha ideato una campagna multicanale, che è partita dalla prestigiosa partnership con Corriere della Sera per l’evento “Cibo a regola d’arte” e sta proseguendo con tante iniziative su tutti i principali canali: stampa, web, social, radio, outdoor e cinema.

CUCINE DA INCUBO È SUL NOVE!: questo il key message della campagna off air con l’obiettivo di comunicare in modo molto chiaro e diretto al proprio pubblico il debutto dello show sulla rete neo-generalista di Discovery Italia.

La promozione dello show on air ha previsto una fase iniziale di teasing multisoggetto  – qui il video – seguita da un promo dal claim “Non scherzate col Cuoco!”, prodotta dal team Brand & Creative di Discovery Italia in collaborazione con Rossofilm e in onda su tutti i canali free del portfolio. Nella campagna, Antonino Cannavacciuolo è alle prese con camerieri improvvisati, cuochi improponibili, lavapiatti inesperti e ristoranti sciatti dalle cucine in condizioni pessime. In ogni situazione, il terrore della famosissima “pacca” dello chef disegnato sul volto dei protagonisti, si trasforma in un sospiro di sollievo quando si svelano le sue reali intenzioni: collaborare con loro.

La campagna ha previsto una importante declinazione outdoor al via dal 21 marzo nelle città di Milano, Roma e Napoli, dove la creatività sarà presente nelle stazioni della metropolitana, sull’arredo urbano e sui mezzi di superficie brandizzati ad hoc.
Da oggi, inoltre, partiranno anche spot sulle principali emittenti radiofoniche italiane e dal 25 il promo di CUCINE DA INCUBO comparirà fra i trailer proposti delle sale cinematografiche. Grande rilevanza anche al web con un presidio dei circuiti mobile con video preroll e una consistente pianificazione social. La creatività della campagna offair è realizzata da Leo Burnett, pianifica MEC.

Per presentare per la prima volta al pubblico il nuovo CUCINE DA INCUBO, infine, Discovery Italia ha scelto di essere partner ufficiale di un evento esclusivo di Corriere della Sera: “Cibo a regola d’arte”, dedicato all’alimentazione consapevole e di qualità, che si è tenuto dall’11 al 13 marzo a Milano. Protagonista assoluto lo Chef Cannavacciuolo che ha incontrato 20 lettori di Cucina.corriere.it in un food lab/seminario organizzato da Corriere della Sera e Discovery Italia.

Tante le novità anche nel mondo Digital & Social per l’attesissimo debutto di CUCINE DA INCUBO sul NOVE. Sul sito nove.tv, per tutta la durata dello show, all’interno dell’area dedicata al programma si potranno trovare le ricette presentate dallo chef Cannavacciuolo nel corso degli episodi. Il live twitting di ogni puntata attraverso #CucineDaIncubo, accompagnerà i telespettatori nel viaggio fa le peggiori cucine d’Italia.
Tutte le puntate della serie, inoltre, saranno disponibili anche on demand su Dplay (dplay.com), il servizio OTT gratuito di Discovery Italia.

articoli correlati

NUMBER

GroupM lancia LIVE Panel, un nuovo tool integrato con Kantar

- # # # # # #

LIVE Panel è il nuovo sistema di ricerca sviluppato su panel proprietario Lightspeed Kantar, l’ultima novità nata in casa GroupM che va ad implementare il ricco portfolio di tool delle agenzie media del gruppo: Mindshare, MEC, MediaCom e Maxus.

Forte di oltre 5,5 milioni di rispondenti e 30 paesi analizzati, LIVE Panel fornisce informazioni sul consumatore (a livello socio-demografico, attitudinale e comportamentale) su atteggiamenti di consumo e fruizioni media che si traducono in insight e soluzioni di comunicazione media actionable, sia a livello globale, che locale.

Uno strumento unico, quindi, nel panorama delle ricerche sul consumatore, capace di connettere gli strumenti esclusivi di media planning delle agenzie GroupM con gli asset esclusivi Kantar.

Il sistema si integra, infatti, con BrandZ di Millward Brown, Connected Life di TNS e Kantar Worldpanel ComTech e permette di:

• approfondire la conoscenza sul consumatore e monitorare i principali trend di consumo
• analizzare e monitorare la brand equity per osservare e misurare cambiamenti di atteggiamento nei confronti di brand o prodotti (awareness, attitude o behaviour)
• definire custom audience sulla base di specifici atteggiamenti, attitudini e comportamenti di consumo
• delineare piani di comunicazione integrata

LIVE Panel è caratterizzato da una Hub Survey che ha raccolto un ricchissimo set di informazioni sulla relazione tra consumatore, media e touch point (più di 30 media e oltre 40 touch point per singolo paese). Nel sistema di ricerca è possibile anche lo sviluppo di re-contact study per approfondire argomenti specifici.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Drutex pianifica su Subito

- # # # # #

Drutex

Drutex, l’azienda produttrice di finestre verticali in Europa, pianifica per la prima volta su Subito la celebre campagna adv con protagonisti i calciatori Philipp Lahm, Jakub Błaszczykowski e Andrea Pirlo.

Declinata nei formati Masthead, Mezza Pagina e MPU, la campagna pubblicitaria è basata su un gioco di parole che, da un lato, mette in risalto le caratteristiche intrinseche dei prodotti e, dall’altro, specifica una particolare qualità di ciascun testimonial, basandosi sull’associazione dei vantaggi competitivi dei prodotti Drutex con le caratteristiche individuali dei singoli giocatori: precisione (Philipp Lahm), affidabilità (Jakub Blaszczykowski) ed eleganza (Andrea Pirlo).

La pianificazione si inserisce all’interno della strategia di Drutex volta a incrementare la brand awareness in Italia, in particolare sui target verticali: grazie infatti alla visibilità sulle diverse categorie di Subito e alla possibilità di veicolare il messaggio a coloro che stanno cercando immobili e prodotti legati al mondo dell’arredamento e della casa, l’azienda ha l’obiettivo di raccontare i propri punti di forza ai consumatori italiani.

“I servizi che offriamo puntano a mettere in comunicazione le persone con le aziende, aiutandole a trovare quello che cercano nel momento in cui ne hanno bisogno. Ed è proprio questo il valore che siamo in grado di dare a una realtà come Drutex che rappresenta un’eccellenza nel suo settore, mettendo a disposizione una segmentazione del mercato estremamente precisa e verticalizzata in grado di garantire il raggiungimento del target desiderato”, commenta Claudio Campagnoli, Sales Director di Subito.

“La nostra strategia di comunicazione vuole sottolineare come i prodotti Drutex siano adatti a tutti, personalizzabili al 100% in base alle specifiche esigenze di ciascun cliente. Tutti i nostri prodotti si contraddistinguono infatti per l’alta qualità che si riflette nella precisione, nell’affidabilità e nell’eleganza di ogni finestra. In questo senso Subito, grazie alla sua forte presenza sul territorio, ci permette di veicolare la nostra offerta in modo capillare sul mercato italiano”, afferma Adam Leik, Direttore Marketing di Drutex.

La campagna multidevice sarà visibile fino ad Aprile. Il centro media che si è occupato della pianificazione è MEC.

articoli correlati

NUMBER

Mec, Comscore e Millward Brown: come misurare il valore dell’advertising digitale

- # # # # # # # # #

advertising digitale

Questa mattina, a Milano, MEC, comScore e Millward Brown hanno presentato un progetto congiunto per misurare il valore di campagne di advertising digitale: il VDA, che definisce il ROI delle diverse campagne digitali in modo oggettivo e funzionale al raggiungimento degli obiettivi di business degli investitori.

Il progetto VDA offre un approccio olistico che permette alle imprese di conoscere l’impatto e l’efficacia finanziaria delle diverse campagne di advertising digitale integrando l’analisi combinata delle metriche in ambito “delivery” e “efficacia e ROI”, i due criteri fino ad ora più utilizzati per misurare i risultati delle azioni di advertising digitali. L’integrazione di questi due ambiti permetterà così di dare una valutazione ampia ed esaustiva dell’efficacia dell’advertising, mettendola in relazione al target a cui si rivolge e vuole coinvolgere.

La soluzione VDA prende in considerazione anche l’impatto degli AdBlocking sulle campagna di advertising digitale, le problematiche date dal “traffico non umano”, delinea gli obiettivi da raggiungere in termini di Viewability e impatto dell’esperienza digitale di brand ed è in grado di valutare le performance in funzione del target designato, il valore dello “GRP umano”, l’impatto sull’attitudine nei confronti del brand e l’influenza in termini di vendite.
Benché l’Italia sia tra i Paesi che vantano il più basso grado di traffico non-umano, la valutazione di questa metrica è fondamentale per garantire la massima efficienza del mercato e la sicurezza delle transazioni.
Egualmente, benché sia leggermente più alta, conta la percentuale di impression out of geo, cioè impression erogate ad IP non italiani. Ciò è soprattutto rilevante per i portali di news ed entertainment laddove molte persone con IP italiano quando sono in viaggio si collegano ugualmente ai siti italiani.

“La forza di questo progetto consiste nel valutare in un’unica soluzione tutti gli aspetti rilevanti che influiscono sull’efficacia di una campagna di advertising digitale: mettere a fattor comune i nostri bagagli diversificati di conoscenze ed esperienze – in ambito media investments, ricerche quali-quantitative sull’efficacia degli investimenti e digital media analytics – ci ha permesso di arrivare ad una proposta ampia ed esaustiva che risolve il nodo cruciale della corretta valorizzazione delle campagne digitali, oggetto di un importante dibattito tra aziende, agenzie e partner di comunicazione” ha commentato Julian Prat, Chief Strategy Officer MEC. “L’impiego di soluzioni che misurano singolarmente le varie dimensioni, infatti, non è più sufficiente in un mercato come quello odierno, che si è evoluto nettamente in un breve periodo ed è in continua trasformazione”.

Il lavoro delle tre società mostra inoltre che il tasso di performance in-target è direttamente proporzionale all’ampiezza dell’audience di riferimento. Comprendere che questi tassi possano variare a seconda del livello di granularità è un aspetto essenziale nel processo di definizione degli obiettivi di una campagna in termini di tassi di performance in-target. Per questa ragione, per campagne che si pongono come obiettivo l’in-target, occorre cambiare il paradigma di acquisto in audience buying. Le campagne in cui è stato utilizzato l’audience buying mostrano dei tassi percentuali di in-target decisamente molto superiori rispetto alle campagne standard. Ciò non consentirà mai di arrivare al 100% di planning in-target perché non è realistico ma lo avvicina di molto

“La misurabilità del digitale è uno dei fattori cruciali per attrarre sempre maggiori investitori e aumentare l’efficienza complessiva del settore” ha aggiunto Fabrizio Angelini, CEO Sensemakers – comScore Italia. “Vediamo una Industry in fermento, pronta al cambiamento e in grado di aprirsi a nuovi standard di valutazione; crediamo quindi che un progetto come quello presentato oggi sia determinante per aiutare tutti gli operatori ad adottare modelli di advertising evoluti e in grado di generare sempre maggior valore sia per le imprese che per i consumatori”

L’analisi aggregata degli studi effettuati attraverso lo strumento Brand Lift Insights di Millward Brown evidenzia infine come le pubblicità digitali possano lavorare su diverse aree, contribuendo in modo efficace alla creazione di un valore di marca duraturo nel tempo. Una corretta valutazione delle performance di una pubblicità digitale presuppone una chiara definizione degli obiettivi e del ruolo all’interno della strategia di marca.

“Il progetto VDA si inserisce perfettamente nella nostra mission di supportare i clienti a massimizzare il valore dei propri brand, ottimizzando le attività di marketing e comunicazione” ha concluso Eugenio Tavolaro, Managing Director Italy di Millward Brown. “Pensiamo che creare valore di marca attraverso la comunicazione significhi generare una maggior predisposizione nei confronti del brand, creando associazioni positive che possano motivarne o confermarne la preferenza rispetto ad altre: tutto questo non è misurabile solo attraverso un ‘click’: sono necessarie anche metriche specifiche come memorability, association, motivation in grado di valutare l’impatto della campagna nel costruire valore di marca”.

articoli correlati

NUMBER

Da MEC e GroupM la “ricetta” per la strategia di comunicazione digitale delle aziende food

- # # # # #

Presentati questa mattina a Milano, nella sede delle agenzia media del Gruppo WPP, una sintesi delle conclusioni emerse in sede di consutivo del secondo anno di attività di FoodFWD, un cantiere di ricerca aperto due anni fa per offre alle aziende food & beverage insight strategici e linee-guida per le attività di marketing e di comunicazione dei propri brand.

Come cambia il rapporto tra aziende e consumatori quando web, social network e passaparola disintermediano i canali d’informazione e d’acquisto? Qual è il momento giusto per entrare in contatto con il proprio target, visto che ogni fase del consumer journey può innescare una ricerca di informazioni o un atto d’acquisto? Queste le domande alla quali ha dato risposta la presentazione alla stampa di oggi, preceduta ieri sera da quella, più corposa, riservata a clienti e prospect.
La prima edizione di FoodFWD, l’anno scorso, aveva già evidenziato come la metà dei canali più utilizzati dalle persone per cercare informazioni e suggerimenti su cibo e ricette fossero punti di contatto digitali. In particolare, dopo i programmi TV, che si confermano cassa di risonanza della cultura mainstream, i primi due touch-point più consultati dalle persone sul tema cibo sono i motori di ricerca e i blog. Questa nuova edizione, intitolata FoodFWD 2015 – Digital Edition, ha preso spunto da tali evidenze coinvolgendo i partner leader nei rispettivi ambiti, Google e Giallozafferano, per rispondere a uno temi più strategici del business attuale: qual è il valore che il digitale può offrire alla marca in ogni passo del processo di acquisto alimentare?

Con l’utilizzo di Google Trends è stata realizzata un’analisi strategica sui principali trend di ricerca in Italia e all’estero legati al mondo food. Il coinvolgimento di Giallozafferano, la più grande community italiana sul food, ha permesso d’intervistare con una metodologia integrata quali-quantitativa (blog research e cawi) un panel di 1.400 blogger. “Le blogger hanno una straordinaria caratteristica – ha spiegato Antonello D’Elia, Consulting manager di GroupM: sono esse stesse consumatrici evolute (lead user), influencer e medium. Crediamo che il loro punto di vista possa essere utile per anticipare le tendenze e i cambiamenti del consumo nel breve-medio periodo, in prima battuta sulle loro comunità e poi, indirettamente, su pubblici più allargati visto che il loro bacino continua a crescere costantemente da diversi anni”. Le aree indagate sono le tendenze evolutive delle principali classi di prodotto, le novità emergenti nella preparazione e nel consumo di cibo, i segnali nascenti nei processi di scelta.

Questo impianto di ricerca ha permesso di identificare i 7 “ingredienti” chiave (vedi allegato) e le tendenze emergenti nel processo d’acquisto alimentare. Ogni “ingrediente” è stato convalidato da case histories realizzate da MEC nell’ultimo anno, a dimostrazione del fatto che, ormai, il futuro non è solo un oggetto di pensiero, ma materia di un lavoro quotidiano che parte da una nuova prospettiva strategica. “È la grande trasformazione che va sotto il nome di marketing digitale”, ha sottolineato Luca Vergani, CEO di MEC, “materia che non indica più solo la realizzazione di siti web o la pianificazione di campagne pubblicitarie online, ma si riferisce a marketing e comunicazione considerati nella loro totalità e riletti alla luce delle innovazioni tecnologiche, sociali e di business”.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

On air due nuovi episodi della campagna “Desideri” di Subito. Firma GreyUnited

- # # #

Subito lancia un nuovo episodio della campagna “Desideri”, ideata da GreyUnited per comunicare in TV e online il rebranding. Il logo e la visual identity completamente rinnovati entrano nelle case degli Italiani per realizzare tutti i loro desideri.
Il concept “I desideri si realizzano Subito” è ancora protagonista dei nuovi ironici spot, rimanendo il punto fermo nella comunicazione del brand che da un anno ne ha fatto la propria mission: gli oggetti che non usiamo possono diventare il mezzo per realizzare desideri e progetti e ciò che non utilizziamo diventa lo strumento per creare nuove opportunità.
I nuovi divertenti episodi raccontano come un tappeto persiano che non serve più, se venduto su Subito, possa diventare l’occasione per comprare un’auto che si desiderava e come un frullatore regalato e mai utilizzato possa trasformarsi nello smartphone dei sogni. La novità di questa campagna è l’introduzione di una rapida “spiegazione” di come tutto questo avvenga in modo semplice e immediato: si pubblica gratuitamente un annuncio su Subito, si incontra di persona il compratore e si conclude l’affare in tutta sicurezza con una stretta di mano.

Per diffondere questo semplice ma illuminante concetto, GreyUnited ha scelto una modalità ironica e leggermente surreale, ma nello stesso tempo elegante nella regia e nel trattamento. Gli spot cominciano tutti con un breve “ritratto” dei protagonisti insieme all’oggetto che permetterà loro di realizzare un desiderio. Una prima parte più sognante è seguita dalle immagini della compravendita vera e propria che illustrano come vendere e comprare su Subito. Lo spot poi si chiude con il protagonista che ha finalmente realizzato il suo desiderio.
La campagna TV, in formato 30” e 15” e in programmazione sui canali di Mediaset, Discovery, Sky e Rai Digitale Terrestre, è supportata da versioni specifiche per il web nel formato 15”. La pianificazione della campagna, affidata a MEC, prevede una prima messa in onda e sui canali online dal 20 settembre al 3 ottobre e una seconda dal 10 al 24 ottobre

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Y&R firma la nuova campagna di Seat Pagine Gialle. L’ADV è una chat

- # # #

Seat Pagine Gialle torna on air, dal 18 settembre, con una nuova campagna di advertising su tutti i principali quotidiani, nazionali e locali.

La nuova creatività ha un linguaggio semplice e immediato sfruttando i codici di comunicazione delle chat telefoniche più utilizzate dagli italiani, recependo così le potenzialità dei nuovi strumenti mediatici. Parla “da vicino” con l’imprenditore, entrando nella sua realtà locale, attraverso un canale di contatto come la stampa, presente nella sua quotidianità.

L’obiettivo della campagna è quello di comunicare il nuovo posizionamento di Seat PG come la più grande Media Agency d’Italia, capace di rinnovarsi ed offrire un portafoglio unico e completo di mezzi promozionali.

La campagna è stata sviluppata da Y&R Italia e la pianificazione è a cura di MEC.

CREDITS
Per Seat PG hanno collaborato: Mauro Gaia (Direttore Sales & Marketing) Paolo Portioli (Direttore Marketing), Chiara Magnabosco (Responsabile Advertising) e Alessandro Garziera (Responsabile Media).

Agenzia: Y&R Italia
Chairman – Chief Creative Officer: Vicky Gitto
Copy Writer: Andrea Dell’Osa
Art Director: Sara Cappelli
Pianificazione media: MEC

articoli correlati

BRAND STRATEGY

“Per Amore dello Sport”: da GreyUnited campagna e nuovo posizionamento di Sky Sport

- # # # #

Sky Sport ha recentemente lanciato la sua nuova veste grafica, accompagnata dal nuovo posizionamento strategico “Per amore dello sport” individuato da GreyUnited, l’agenzia guidata da Pino Rozzi e Roberto Battaglia.
Porta la firma di GreyUnited anche la campagna cross-mediale attualmente on air che coinvolge TV, stampa, affissione, radio, web e social media.
In tv la campagna va la presenza di grandi nomi dello sport nazionale e internazionale, tra cui Valentino Rossi, il portiere della nazionale tedesca Manuel Neuer, il rugbista Sergio Parisse, i calciatori Alvaro Morata e Antonio Candreva, e in più il telecronista della MotoGP Guido Meda e il commentatore Sky Gianluca Vialli.
L’idea alla base degli spot, prodotti dalla CdP Akita Film e in onda sulle principali emittenti a partire dal 16 agosto nei tagli 60”, 30” e 15″, è quella di mostrare i protagonisti in piena azione, cogliendoli in reali momenti di gioco: da una mischia a una corsa verso l’area, dalla partenza della gara all’esultanza per un grande goal. Tutto questo però con una particolarità: proprio nel momento clou di ciascuna loro azione, infatti, i protagonisti si voltano all’improvviso verso di noi e guardandoci ci parlano ti tutto quello che fanno per dare sempre il massimo nella propria disciplina sportiva, dimostrando il loro amore nei confronti dello sport. Il tutto con un effetto sorprendente e memorabile, enfatizzato dalla colonna sonora dei Rolling Stones.

In affissione, stampa e radio la campagna comunica tutta la ricchezza dell’offerta calcio e sport di Sky, utilizzando spettacolari immagini raffiguranti i calciatori più rappresentativi della Serie A e dei campionati internazionali, oltre ai grandi campioni delle altre discipline come il rugby, il basket, la Moto GP e la Formula 1. La pianificazione, a cura di MEC, prevede oltre alla diffusione a livello nazionale anche una cospicua declinazione locale, dedicata alle tifoserie delle squadre in esclusiva su Sky. L’offerta calcio di Sky prevede infatti 12 squadre di Serie A in esclusiva, la Serie B e la UEFA Europa League in esclusiva. Anche i principali campionati internazionali come la Bundesliga, la Barclays Premier League e la Liga saranno visibili solo sulla piattaforma satellitare.

Credits

Sky Italia
Head of Brand & Communication: Roberto Lobetti Bodoni
Campaign coordinator: Carlo Milazzi
Advertising specialist: Teresa Siragusa, Daniela Sirtori, Guido Somale
Production specialist: Federica Magnabosco
Content sport communication: Davide Lanteri e Barbara Perego
Senior Art Director: Germana Laudanna

GreyUnited
Direzione Creativa Esecutiva: Pino Rozzi e Roberto Battaglia
Direzione Creativa: Serena Di Bruno e Luca Beato
Art Director: Daniele Dagrada
Copywriter: Emanuele Accurli Abenante
Client Director: Marta Di Girolamo
Account Supervisor: Davide Caterina
Account Executive: Marco Mammino
Producer: Carla Beltrami
Head of Strategy: Gaetano De Marco
Digital Strategist: Alas Gatti

Campagna TV | Akita Film
Regia: Xavier Mairesse
DoP: Renato Alfarano e Luca Esposito
Executive Producer: Paolo Zaninello
Producer: Mapi Brambilla
Post produzione video: Xchanges VFX
Post produzione audio: The Log

Campagna stampa
Fotografo: Paolo Cecchin
Post produzione: Matteo Tranchellini

Campagna radio
Produzione: Eccetera

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Sammontana torna in tv per pubblicizzare il nuovo Barattolino; firma AUGE

- # # # # # #

È AUGE a firmare la nuova campagna di Sammontana dedicata all’inconico Barattolino, che sarà il protagonista del nuovo spot in televisione e sul web da domenica 31 maggio.

AUGE rilancia il prodotto più famoso di Samontana dopo qualche anno di silenzio e lo fa alla gran-de, secondo la strategia vincente che l’anno scorso aveva fatto il successo di Cono Cinque Stelle.
L’estate italiana, fatta di persone vere, di situazioni riconoscibili e quotidiane questa volta parla di condivisione, di tavolate, di feste, di occasioni normali che Barattolino rende un po’ speciali.
Lo spot è ambientato in tante diverse serate italiane, dove famiglie, gruppi di amici, ragazzi si in-contrano per stare insieme.
La parola d’ordine è ‘Arrivano’. E infatti vediamo giungere i protagonisti portando o trovando in ta-vola il Barattolino. Il linguaggio della voce fuori campo, è particolare e riconoscibile.
Come per Cono Cinque Stelle diventa la caratteristica di una marca che sa emozionare con natu-ralezza.
I gusti protagonisti sono Panna Cotta e Gianduia. Anche se nello spot il vero protagonista è la gamma dove spiccano i classici Panna e Crema.
Barattolino. La nostra estate italiana.
La campagna, pianificata da MEC, è on air dal 31 maggio su TV generalista, satellitare e digitale.

 

CREDITS
Agenzia: AUGE HEADQUARTER www.augehq.com
Direzione Creativa: Federica Ariagno Williams Tattoli
Direzione Clienti: Fabrizio Di Stefano
Producer agenzia: Silvia Cattaneo
Director/D.o.P: Fever
Casa di Produzione: hfilms
Executive producer: Paolo Gatti
Musica: Roberto Baldi
Post produzione audio: The Log
Agenzia media: MEC Italy

articoli correlati

BRAND STRATEGY

“There’s More To Taste”: prende il via la più ampia campagna internazionale di Lavazza. Firma Y&R Italia

- # # # # # # # # #

“Nella vita c’è sempre qualcosa in più da scoprire”: è il consiglio di un padre al figlio che, alla fine dell’Ottocento, spinge il giovane e intraprendente Luigi Lavazza a scoprire il mondo e a creare la miscela di caffè. Ma è anche il segreto che si tramanda da quattro generazioni, da 120 anni, ed è rivelato nella nuova campagna internazionale “Lavazza, There’s More To Taste”. Il segreto di Luigi Lavazza viaggerà su cinema, tv, web, stampa e affissioni, raggiungendo numerosi Paesi in tutto il mondo: dalla Germania agli Stati Uniti, dalla Francia all’Australia.

“In occasione della celebrazione dei suoi 120 anni, Lavazza ha deciso di lanciare la più ampia campagna di comunicazione internazionale della sua storia”, ha commentato Francesca Lavazza, Direttore Corporate Image dell’Azienda. “Si vuole così supportare la strategia di internazionalizzazione del Gruppo e raccontare la storia di tradizione e innovazione, ricerca e passione racchiusa in ognuna delle oltre 17 miliardi di tazzine di caffè Lavazza che vengono gustate in un anno in tutto il mondo. È la stessa storia che ha portato il nostro fondatore Luigi Lavazza a scoprire i Paesi in cui si coltiva il caffè, a sviluppare il concetto di miscela e a rivoluzionare così il settore grazie a un nuovo mondo di aromi e di gusto”.

Lo spot – nei due formati da 30 e da 60 secondi – è firmato dal pluripremiato regista francese Jean-Pierre Jeunet (“Delicatessen”, 1991; “Il Favoloso mondo di Amélie”, 2001), che racconta la storia di Luigi Lavazza con un leggero sapore di magia e con il suo caratteristico stile cinematografico. Narratore d’eccellenza è Sergio Castellitto (“Non ti muovere”, 2004; “Le cronache di Narnia: il principe Caspian”, 2008; “Venuto al mondo”, 2012), attore simbolo dell’alta qualità cinematografica italiana, che nello spot rivela il segreto del giovane Luigi Lavazza, raccontando la storia di un italiano pieno di curiosità e di coraggio. Il filmato e altri contenuti speciali sono visibili sul sito moretotaste.lavazza.com.

La campagna, realizzata da Y&R Italia, si sviluppa anche su stampa e affissioni grazie agli scatti del fotografo argentino Ale Burset, e partirà inizialmente in Germania, Francia, USA, Canada e UK, per poi ampliarsi a numerosi altri Paesi nel Mondo. Sono previste, inoltre, affissioni negli aeroporti di Londra, Parigi, Amsterdam, Francoforte e Bruxelles.

Credits Statica

Agenzia: Young & Rubicam Group
E.V.P. – Executive Creative Director: Vicky Gitto
Creative Director – Art Director: Mariano Legname
Copywriter Senior: GB Oneto
Art director Senior: Lorena Cascino
Group Account Director: Ruth Arbanova
Account Supervisor: Martina Abbado
Fotografo: Ale Burset
Produzione: The Box Films
Executive producer: Federico Levizzani
Producer: Consuelo Mauri
Scenografo: Stefano Grossi
Effetti speciali: Luca Fachini @Tecnomagic
Centro media: MEC

Credits Spot

Agenzia: Young & Rubicam Group
E.V.P. – Executive Creative Director: Vicky Gitto
E.V.P. – Executive Creative Director – Copywriter: Vicky Gitto
Creative Director – Art Director: Mariano Legname
Group Account Director: Ruth Arbanova
Account Supervisor: Martina Abbado
TV Producer Agenzia: Elena Galimberti
Regista: Jean Pierre Jeunet
Direttore della fotografia: Thomas Hardmeir
Testimonial: Sergio Castellitto
Production Designer: Benoit Barouh
Direttore di produzione: Olivier Thaon
Casa di produzione Movie Magic International and Tobago Films
Executive producer Movie Magic International: Giorgio Borghi
Producer Movie Magic International: Michela Giordana
Executive producer Tobago Film: Michele Arnould
Centro media: MEC

 

 

articoli correlati

AZIENDE

MEC lancia la Social Audience Analysis, ovvero come profilare attraverso le pagine social

- # # # # # #

Profilare il proprio target e quello dei principale competitor attraverso l’analisi delle pagine social: nasce la Social Audience Analysis, il nuovo strumento lanciato dalla media agency MEC.

“I vantaggi di questo nuovo approccio d’analisi sono molteplici: la possibilità di delineare concretamente il target di comunicazione attraverso i veri comportamenti sul Social media permette, ad esempio, di ottimizzare la distribuzione dei messaggi e di guidare la creazione di nuovi contenuti editoriali, favorendo quindi la relazione nel tempo e riducendo i costi di acquisizione per fan (CPF) delle campagne social”, afferma Julian Prat, Chief Strategy Officer di MEC.
Il servizio di Social Audience Analysis è stato testato con successo da MEC indagando uno dei fenomeni emergenti più interessanti: la passione per le TV Series. Sono stati individuati sei generi, Crime (i.e. ‘Gomorra’), Comedy (i.e. ‘The Big Ben Theory’), Teen Drama (i.e. ‘Violetta’), Horror (i.e. ‘The Walking Dead’), Action (i.e. ‘Breaking Bad’) e Fantasy (i.e. ‘Game of Thrones’), le cui fanbase di Facebook sono state la fonte dei dati che hanno alimentato l’analisi. La prima evidenza riscontrata riguarda il genere più amato, a sorpresa il Crime, con 9.5 milioni di utenti Facebook, seguono la Comedy, che vanta una community virtuale di 5.9 milioni e la Teen, con 4 milioni di giovani fan. Le informazioni socio-demografiche pubbliche, dunque accessibili, sono sesso, età, istruzione e stato civile. A titolo esemplificativo, sappiamo che la Comedy ha un seguito più sbilanciato sulla componente maschile (55%), giovane, tra i 17 e i 28 anni, composto da single (55%) e laureati (66%).

Il genere più femminile è il Teen Drama (86% dei fan), seguono Fantasy (65%) e Crime (58%). Se l’Action è sicuramente un territorio maschile (63%), l’Horror è invece tra i generi più bilanciati (56% uomini e 44% donne). Guardando all’età dei fan, la passione per le TV Series risulta molto trasversale, coinvolge, infatti, utenti dai 13 ai 58 anni. I generi mostrano, però, forti differenze in termini di affinità a diverse classi di età: naturalmente, il Teen Drama coinvolge il pubblico più giovane, così come la Comedy. Crime e Action vantano, invece, un pubblico più maturo, mentre gli spettatori di Horror e Fantasy sono giovani-adulti.
Le informazioni condivise dagli utenti consentono di approfondire l’analisi dei nostri target di comunicazione in modo molto dettagliato.

Lo studio permette, infatti, di profilare le diverse audience anche a seconda dei mezzi di comunicazione fruiti, ricostruendone un dettaglio estremamente accurato. Attraverso le analisi statistiche effettuate sulle audience di ogni tipologia possiamo anche scoprire, ad esempio, che gli appassionati di Crime (l’audience, ricordiamo, più matura) sono anche assidui fruitori di radio e stampa. Mentre i fan di serie Fantasy dimostrano con i propri comportamenti social di non essere particolarmente affini alla stampa periodica.

Scendendo più in profondità nei consumi mediatici dei differenti cluster è possibile ad esempio indagare quali sono le fonti di informazione online più affini per ognuno, scoprendo che gli amanti dei teen drama consultano Grazia.it, che tra gli appassionati di Action è forte l’interesse verso il Post.it, che per il Crime l’attenzione è rivolta a Tgcom24, che il pubblico delle serie Horror consulta YouMovies.it mentre gli appassionati di Comedy seguono Fanpage.it

Le potenzialità dell’analisi sono molteplici, poiché i fan hanno l’opportunità di esprimere le proprie preferenze e le proprie passioni nell’ambito di qualsiasi categoria merceologica e brand.

Un’attenta analisi dei dati raccolti consente di mappare le aree di interesse più affini ad ogni bacino, permettendo di scoprire così che gli spettatori di Crime sono anche Food Lover, mentre i fan Fantasy si rivelano amanti dei motori e follower di personaggi noti. Le appassionate di Teen Drama sono anche le più coinvolte dalla moda, l’audience di Action invece, dall’arte, soprattutto quella moderna.

articoli correlati