BRAND STRATEGY

Tiziano Ferro è il brand ambassador di Vodafone. La campagna è firmata dal Team Read e pianificata da MEC su tv, web e social

- # # # #

Ufficio Stampa

Vodafone Italia lancia il nuovo format di comunicazione e sceglie come brand ambassador Tiziano Ferro che, per la prima volta, compare in uno spot insieme a un suo brano.

La campagna, on air da oggi, è caratterizzata da uno stile grafico moderno e originale ispirato alle stories dei social network ed è incentrata sul valore della tecnologia nella vita delle persone che, attraverso la superiorità di rete e della qualità dei servizi di Vodafone Italia, possono condividere momenti ed emozioni al massimo della velocità e copertura.

“Le storie sono ovunque. Le storie sono sempre. Ed è bello condividerle” è il claim dello spot e a pronunciarlo è Tiziano Ferro. Sua è anche la colonna sonora della nuova campagna. Solo è solo una parola è il nuovo brano del cantautore presente nello spot di Vodafone Italia nella sua versione strumentale.

 

 

Il nuovo spot è on air sulle principali emittenti tv, sul web e sui social. È stato realizzato in collaborazione con Team Red, la struttura WPP è responsabile del coordinamento e dell’indirizzo strategico per tutte le agenzie del gruppo, la regia è di Antony Hoffman e la pianificazione di MEC.

articoli correlati

MEDIA

Digital Trends 2018: la vision di Wavemaker

- # # # #

Magnaghi wavemaket

Wavemaker, l’agenzia di media, contenuti e tecnologia nata dalla fusione di MEC e Maxus e che fa capo alla holding media GroupM, ha analizzato questo complesso scenario proprio grazie alle ricerche di GroupM, identificando i trend digitali che definiranno l’agenda del cambiamento dei prossimi anni.

I 10 Digital Trend per il 2018 sono all’insegna di contaminazione, integrazione e automazione. Contaminazione perché il digital esce dai suoi confini per offrire ai mezzi tradizionali nuove opportunità di contatto. Integrazione perché canali, dati, contenuti e competenze vengono orchestrati con un’unica regia che restituisce sempre una visione coerente della marca. Automazione perché macchine e algoritmi permettono di gestire con efficacia attività sempre più numerose e articolate.

“Leggiamo lo scenario evolutivo alla luce della convergenza sempre più netta tra media, contenuto e tecnologia”, spiega Marco Magnaghi, Chief Digital Officer Wavemaker. “I trend digitali vanno compresi e letti assumendo il punto di vista dell’utente e il suo Purchase Journey. Solo in tal senso argomenti di cui tutti parlano come dati, algoritmi, storytelling, omnicanalità rappresentano una reale opportunità per le aziende”.

Per Wavemaker sono comunque tutti abilitatori di una strategia di contatto costruita attorno al consumatore e, più in generale, alle persone che entrano in contatto con marche, prodotti e servizi attraverso un preciso Purchase Journey che l’agenzia media inquadra grazie alla metodologia proprietaria di Wavemaker Momentum: dalle fasi di contatto iniziale con consumatore (Priming Stage) e stimolo verso la marca (Trigger) alla fase di ricerca di un contatto attivo (Active Stage) e acquisto vero e proprio (Purchase).

I dieci trend sono suddivisi per fasi, con naturali sovrapposizioni, con due trend trasversali a tutto il percorso di contatto.

PRIMING STAGE: Influenzare il percepito della marca e del prodotto
1.DIGITAL BEYOND DIGITAL: Il digitale esce dai suoi confini elettivi e contamina i mezzi tradizionali che reagiscono adattando i contenuti alle caratteristiche delle audience.
2.AUTOMATED DIGITAL: Il digitale evolve, impara e migliora autonomamente grazie a una maggiore disponibilità di dati e algoritmi più sofisticati.

TRIGGER: Suscitare l’interesse ad approfondire contenuti e offerta
3. SOCIAL CURRENCY: L’engagement sui social è una vera e propria valuta in grado di rafforzare il posizionamento e tradursi in conversioni e vendite.
4.CONVERSATIONAL APPROACH: I brand si rendono disponibili a conversare senza limitazioni di tempo, spazio … e persone.

ACTIVE STAGE: Fornire un’esperienza di contatto memorabile con marca, prodotto, servizi
5.TEXT LESS SEARCH: La ricerca avviene sempre di più attraverso voce e immagini e la risposta va oltre il sito canonico, allargandosi ad altri mezzi.
6.EXTENDED REALITY: L’esperienza visiva si arricchisce grazie alla realtà aumentata e virtuale; gli oggetti si svincolano dallo spazio fisico e creano esperienze immersive.

PURCHASE: Assicurare l’acquisto, in una logica omnicanale
7.RECURSIVE PERFORMANCE: Conversioni e vendite derivano da approcci integrati tra canali pubblicitari e programmi di CRM, in una logica di contatto continuo con l’utente-consumatore.
8.ONLINE TO OFFLINE: Il contatto hyper-local amplifica la rilevanza dei messaggi attraverso la personalizzazione a livello locale, creando traffico in store e convertendolo in vendite.

TREND COMUNI A TUTTE LE FASI
9.CONTENT ORCHESTRATION: I contenuti coinvolgono emotivamente i consumatori se vengono gestiti con una regia unica e assumendo il punto di vista del fruitore finale.
10.CLEAN AND SAFE DATA: La pubblicità, distribuita sempre più spesso conoscendo le caratteristiche delle audience, deve essere trasparente, affidabile e salvaguardare le informazioni personali degli utenti.

articoli correlati

MEDIA

Da Maxus e MEC nasce Wavemaker, alla confluenza di media, content e technology

- # # # # #

wavemaker

 

Nata dalla fusione di MEC e Maxus, Wavemaker è una nuova agenzia, attiva ufficialmente dal 9 gennaio, sotto la guida del CEO Luca Vergani (la foto), e di cui è Chairman Alessandro Villoresi. Ha un organico di 350 persone, a cui si aggiunge l’expertise di altri 30 professionisti in [m]PLATFORM, la piattaforma GroupM con un database unico sul mercato fatto di 70 milioni di personal ID in Italia corrispondenti a 26 milioni di persone e circa 360 cluster di interessi, che costituisce il motore tecnologico delle agenzie del gruppo. Wavemaker vale nel nostro mercato quasi 1,5 miliardi di euro di billing con un market share che supererà il 20%, sedi a Milano, Roma, Torino, Verona e Firenze.

A livello internazionale, Wavemaker fa parte di un network che nel mondo vale 38 miliardi di dollari di amministrato, con 139 uffici in 90 nazioni ed è per dimensioni il primo in area EMEA (il secondo a livello globale, alle spalle di OMD, e il terzo in area APAC), ma ha radici forti a livello locale in ogni Paese. La struttura prevede infatti un board internazionale, composto dai rappresentanti dei principali otto paesi (tra cui l’Italia) a riporto diretto del CEO globale Tim Castree con sede a New York.

“Wavemaker offre una consulenza che vive della confluenza di Media, Content e Technology e ha l’obiettivo di garantire un servizio distintivo e unico, che riconosce la necessità di superare i confini tradizionali fra canale, contenuto e mezzo, e promette di risolvere problemi e cogliere nuove opportunità, non necessariamente nell’ambito media”, commenta Luca Vergani. “Come posizionamento competitivo, ci andiamo a collocare su un piano analogo alle società di consulenza, di cui le recenti acquisizioni di Accenture confermano l’ingresso un un settore un tempo non presidiato”.

Per tale motivo all’interno dell’agenzia operano le due unit WM Content e WM Tech.
Wavemaker Content è la Unit dell’agenzia dedicata alla gestione integrata del content, asset centrale di Wavemaker, agente di differenziazione e vettore del nuovo modello di agenzia che interpreta con rigore la creatività lungo tutto il Purchase Journey.
All’interno della Unit Wavemaker Tech la tecnologia abilita invece il cambiamento in ottica di digital transformation: la consulenza si concentra sullo sviluppo di CRM, marketing automation, dashboarding per lettura e attivazione dei dati, il tutto finalizzato ad offrire ai clienti anche soluzioni end to end che generano un impatto concreto sul business”, commenta Marco Magnaghi, Chief Digital Officer Wavemaker. Il media, impresso nel DNA dell’agenzia, si rinnova grazie a una componente digitale sempre più pervasiva tra i gruppi di lavoro.

“WM nasce sì da una logica di business, per sfruttare i punti di forza di MEC e Maxus, ma è diventata l’opportunità di ripensare non solo l’organizzazione interna ma anche la strategia e la proposizione sul mercato, per intercettare le esigenze delle aziende, oggi e in futuro”, continua Vergani.

“Il focus di Wavemaker è basato indiscutibilmente sulla centralità del percorso d’acquisto: intorno a questo percorso, non più lineare, ma sempre più circolare, si posizionano punti di contatto e mezzi di comunicazione attraverso i quali conquistare l’attenzione con il corretto bilanciamento tra media, messaggio e momento della giornata”, spiega  Julian Prat, Chief Strategy Officer Wavemaker- “Momentum – la nostra ricerca proprietaria, uno dei più grandi studi mondiali mai intrapresi sul consumer journey, che indaga le logiche sottostanti alle decisioni di acquisto di oltre 100.000 consumatori, in più categorie e Paesi – è il modello per osservare e capire come le persone prendono decisioni relative a prodotti e servizi e consente all’agenzia un cambiamento radicale nell’approccio strategico”.

Dal network l’agenzia Italiana recepisce anche un nuovo sistema operativo denominato Rapid Growth Planning.
RGP, che risponde alle sfide che i clienti affrontano oggi giorno per coniugare media, contenuto e tecnologia, si basa sull’organizzazione del processo di lavoro in tre fasi che parte da una fase diagnostica, definisce le scelte finalizzate alla crescita del business dei clienti e arriva a orientare scelte di pianificazione coerenti con gli obiettivi e misurabili.
Tutte le fasi del processo si basano su due elementi comuni: il framework di riferimento del customer journey e la centralità del dato, gestito attraverso l’infrastruttura tecnologica di [m]PLATFORM”, aggiunge Francesco Riccadonna, General Manager Wavemaker.

“Con questi asset vogliamo far evolvere il nostro ruolo di partner che vuole contribuire alla crescita del business dei propri clienti, attraverso strategie data driven fondate sull’analisi del customer journey e del modo in cui i touch point influiscono sulla costruzione delle marche e sull’attivazione dei processi di acquisto, offrendo ai nostri clienti una proposizione all’avanguardia in termini di approccio che cancella confini fra territori e competenze di agenzie diverse ”, conclude Vergani.

 

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Havas Milan firma la nuova campagna multi-soggetto di Subito. In tv e sul digitale

- # # # #

Subito - Havas Milan

Subito torna in TV e sul digitale con una nuova campagna multi-soggetto ideata da Havas Milan. La campagna cross-mediale è costruita intorno ai concetti di velocità e semplicità di utilizzo della piattaforma e punta a posizionare il brand come un alleato per gli italiani che su Subito possono fare “subito” gli affari migliori. Il claim “Fai un affare, fallo subito”, chiude due storie differenti, in cui i protagonisti dello spot trovano ciò che stanno cercando o riescono a vendere ciò di cui volevano liberarsi nei 30’’ dello spot, grazie a tre azioni semplicissime: scegli, chatta, compra oppure scatta, chatta, vendi.

Nel primo soggetto TV, dedicato alle categorie market di Subito, il protagonista porta a casa la donna dei propri sogni e trova in Subito un alleato per ricreare l’atmosfera romantica ed eliminare le distrazioni, vendendo in tempo reale la sua TV. Lo spot si rivolge a chiunque voglia vendere un oggetto e mostra quanto con Subito sia facile e veloce.

Il secondo soggetto TV è invece dedicato al mondo delle auto e punta a rafforzare il posizionamento di Subito in questo settore. La scena vede un uomo molto agitato che scende trafelato le scale di un palazzo e intanto con lo smartphone in mano cerca un’auto sull’app di Subito; arrivato in strada trova già ad aspettarlo la vettura scelta su Subito che gli permetterà di accompagnare la moglie che sta per partorire in ospedale. In questo caso il soggetto si rivolge a chi deve acquistare un’auto, sottolineando varietà di scelta e velocità dell’acquisto.

Anche i formati pensati per il digitale sono incentrati sulla velocità e semplicità di utilizzo di Subito: 5 diversi soggetti che giocano sui 5” del pre-roll per enfatizzare in maniera divertente la velocità con cui si fanno affari su Subito. Il voiceover “Non puoi saltare questo video, ma puoi vendere/comprare su Subito” ironizza infatti sul dover per forza guardare il video ma suggerisce come impiegare al meglio quel tempo. Due soggetti sono dedicati al mondo dell’auto (famigliare e city car), gli altri tre al market con focus sulle categorie Elettronica (consolle), Arredamento (divano) e Tutto per i bambini (passeggino).

La pianificazione televisiva è prevista per due settimane fino al 28 gennaio, on air sui canali Mediaset e Mediaset premium, Sky free, sul network Discovery e sulle emittenti Viacom. La pianificazione digitale invece è prevista su Youtube.

Lo sviluppo della campagna è stato seguito da Erica Bigi, Head of Marketing, e Nicola Bolfelli, Communication Designer di Subito. La pianificazione è stata curata da MEC.

TV CREDITS

Agenzia Creativa: Havas Milan
CCO: Giovanni Porro
Direzione Creativa: Selmi Barissever, Lorenzo Crespi
Senior Art Director: Michele Sartori
Senior Copywriter: Anita Rocca
Junior Art Director: Oscar Colapinto
Junior Copywriter: Marta Bacchitta, Eleonora Giugliano
Client Services Director: Manfredi Calabro’
Account Supervisor: Elena Pozzi
Producer: Sara Poltronieri

Casa Di Produzione: Akita Film
Ex. Producer: Chicco Mazzini
Producer: Rocco Bronzino
Regia: Vincent Lobelle
Dir. Fotografia: Paolo Caimi

Credits Web
Regia: Enrico Mazzanti
Dir. Fotografia: Guido Mazzoni
Postproduzione Video: @ You Are
Postproduzione Audio: @ Sample
Musica: By Guido Smider
Spk Istituzionale: Emanuele Ruzza

articoli correlati

AGENZIE

Dalla fusione di MEC e Maxus nasce Wavemaker

- # # # # #

Wavemaker

La nuova agenzia di media, contenuti e tecnologia, frutto della fusione tra MEC e Maxus, ha da oggi il nome di Wavemaker, un brand che riflette le radici dell’agenzia, nata da WPP e GroupM e che racchiude tutto ciò che sarà in grado di offrire: garantire ai clienti la leadership nell’affrontare la trasformazione.

Tim Castree, global CEO di MEC e Wavemaker, ha dichiarato: “Il nostro obiettivo è dare l’opportunità ai clienti di trasformare e accrescere il loro business, grazie alla nostra ossessione per il processo d’acquisto e soprattutto grazie all’integrazione di insight e dati con [m]PLATFORM, la piattaforma proprietaria globale di audience technology di GroupM. Il brand e il posizionamento di Wavemaker sono una chiara manifestazione di questo intento”.

Kelly Clark, global CEO di GroupM, ha aggiunto: “Wavemaker è una agenzia globale con una potente proposition per i clienti. Tim e la sua squadra hanno il più totale supporto di GroupM in termini di risorse, volumi e competenze”.

Il brand e la sua nuova visual identity saranno live a livello locale non appena la fusione sarà completata in ogni Paese, a gennaio 2018. Gli uffici di Wavemaker saranno presenti in 90 Paesi, con più di 8.500 professionisti.

Wavemaker key stats
• $38bn in media billings
• 8,500 people
• 2,900+ digital experts
• 750+ content experts
• 400+ data experts
• 200+ platform/technology experts
• 139 offices
• 90 countries

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Podovis sbarca per la prima volta in tv con una campagna firmata The Others. Pianifica Mec

- # # # # # #

spot Podovis

Podovis, brand del gruppo Tavola S.p.A. lancia la sua prima campagna adv in tv, in onda dal 16 luglio su La7 e La7D.

Non potevano che essere i piedi i protagonisti del nuovo spot Podovis:
– ore 7:00, il risveglio: i piedi di una donna scendono dal letto.
– ore 9:00 ufficio: delle scarpe con il tacco salgono velocemente le scale dell’ufficio
– ore 16:00 meeting: i piedi di un uomo in giacca e cravatta camminano velocemente in strada
– ore 22:00 relax di fine giornata: due scarpe con il tacco restano sul pavimento mentre la donna sale sul letto. La giornata dei piedi è finita.

“Podovis è un brand storico della nostra azienda, ma solo ora abbiamo deciso di approcciare il mezzo televisivo. I motivi sono molti, in primis una nuova strategia di approccio al mercato che permetterà una maggiore visibilità dei prodotti e ne fornirà un’immagine più attuale e competitiva. Luglio ci è sembrato quindi il momento migliore per affacciarci nel panorama televisivo: quale stagione più dell’estate vede i nostri piedi protagonisti?”, ha dichiarato Giorgia Re, Group Brand Manager & INBD Manager.

Un spot pensato per un pubblico trasversale, declinato in 15” e 10”, che sarà in onda fino al 5 agosto durante i break pubblicitari delle principali trasmissioni d’intrattenimento e di informazione dei due canali TV.

Per la creatività e realizzazione dello spot Podovis si è affidata all’agenzia The Others, mentre la planning strategy è stata affidata a Mec.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Per il terzo anno consecutivo The Big Now è partner digital del brand Polase di Pfizer

- # # # # #

polase pfizer

Pfizer Consumer Healthcare, leader mondiale nel mercato degli integratori alimentari, ha confermato per il terzo anno consecutivo l’agenzia creativa The Big Now come partner di riferimento per tutta la comunicazione digital e social di Polase.
Tra le novità di quest’anno, il lancio della nuova campagna display e social “Un posto all’ombra” di Polase che The Big Now ha ideato e interamente curato in occasione della stagione estiva 2017.

Pensata in ottica drive to sales con l’obiettivo di raggiungere in tempo reale il consumatore quando sussiste effettivamente l’esigenza di un integratore alimentare, la campagna coinvolge l’intero territorio nazionale attraverso una modalità di meteo-planning per ogni singolo capoluogo e di provincia. Si caratterizza per una forte personalizzazione e contestualizzazione del messaggio, grazie a post e banner dinamici che per ogni capoluogo di regione e di provincia coinvolti nella campagna propongono contenuti differenti, utilizzando creativamente elementi e luoghi iconici propri delle singole città.

La campagna social è visibile sulla pagina Facebook di Polase, mentre la campagna display è online dal 21 giugno con la pianificazione media di MEC.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Peroni 3.5 arriva in tv con un nuovo spot ideato da Saatchi & Saatchi. Pianifica MEC

- # # # #

spot Peroni

Arriva in TV fino alla fine di agosto il nuovo spot di Peroni 3.5. L’ultima nata della famiglia è on air sui canali Rai, Mediaset, TV8, sulla piattaforma Sky e i principali canali del digitale terrestre.

Sarà on air presidiando gli eventi estivi di maggiore richiamo tra cui il Gran Premio di Formula1. Lanciata nel mese di aprile di quest’anno sia sul canale moderno che Horeca, Peroni 3.5 arriva in TV con un progetto creativo sviluppato da Saatchi & Saatchi e la pianificazione a cura di MEC, con l’obiettivo di farla conoscere ad un vasto pubblico con più di 6milioni di contatti.

Al cuore dello spot, il messaggio chiave della nuova birra prodotta dal birrificio italiano nato nel 1846: Peroni 3.5 è buona due volte. È buona perché ha lo stesso gusto autentico della Peroni di sempre, lo stesso colore brillante, la stessa schiuma persistente e la stessa freschezza unica. E inoltre è buona perché grazie al suo minor grado alcolico è la birra ideale per tutti coloro che non vogliono rinunciare ad un “altro giro” con gli amici, godendosi intensamente ogni attimo dall’inizio alla fine senza appesantirsi.

CREDITS Birra Peroni
Direttore Marketing: Daniel Grass
Marketing Manager Peroni Family: Cristiano Marroni Darena
Brand Manager Peroni Family: Chiara Di Pietro
Junior Brand Manager Peroni Family: Valerio Tumminello
Media Manager: Annalisa Scalcione
Agenzia creativa: Saatchi & Saatchi
Direttore Creativo Esecutivo: Agostino Toscana
Direttori Creativi: Manuel Musilli, Alessandro Orlandi
Copywriter: Leonardo Cotti
Art Director: Manuel Musilli e Ignazio Morello
Head Of Tv: Raffaella Scarpetti
Tv Producers Coordinator: Erica Lora-Lamia
Tv Producer: Manuela Fidenzi
Team Account: Mayna Frosi e Doriana Siracusano
Agenzia media: MEC Italia
Casa di produzione: Mercurio
Executive Producer: Luca Fanfani
Producer: Victoria Rabbogliatti
Regia / Dop: Irv Blitz
Voce: Andrea Lavagnino
Musica & Sound Design: Jean Christophe Casalini
Post Audio: Cat Sound POST
Video: Exchanges

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Non Mordere Sammontana sbarca sul web con una campagna ideata da AUGE

- # # #

spot Sammontana

Non Mordere Sammontana torna con una campagna web ricchissima di contenuti, ideata da AUGE e pianificata da MEC, confermando e incrementando ulteriormente il tono ironico, pop e surreale che caratterizza “lo stecco cremoso che non vuole regole”.

Al centro dell’intera operazione c’è una landing page creata ad hoc per raccogliere le centinaia di contenuti creati per la campagna e che gli utenti potranno condividere sui propri social.

Meme, gif, illusioni ottiche, creazioni grafiche, sono solo alcuni dei formati presenti sulla landing, tutti caratterizzati da un tono fresco, divertente e dissacrante.

Questo mood caratterizzerà anche gli spot radio che accompagneranno la campagna e che avranno un format decisamente non convenzionale, presentandosi come lampi di folle umorismo surreale tra uno spot e l’altro.

Credits:

Direzione Creativa Esecutiva: Giorgio Natale, Federica Ariagno
Supervisore creativo sul cliente: Corina Patraucean
Art director: Luca Sorrentino, Gianluca Malimpensa, Stefania Taverna
Copywriter: Federico Anelli
Project Manager: Leonardo Zenoni

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Vodafone lancia la Rete 4.5G con un test drive mozzafiato. Il pilota è Patrick Dempsey, la creatività è firmata Team Red

- # # # # # # # #

Patrick Dempsey

Vodafone lancia per prima in Italia la rete mobile 4.5G fino a 800 Megabit al secondo. A provarla, attraverso un test drive mozzafiato, l’attore e pilota Patrick Dempsey.

Nella nuova campagna, on air dal 15 maggio, Patrick Dempsey è alla guida di un’auto da corsa con i vetri oscurati. Ma grazie alla velocità e all’affidabilità della rete 4.5G di Vodafone, un set di smartphone Samsung Galaxy S8 posti sul tetto della vettura riprende l’intero percorso del circuito e trasmette il segnale ad altri S8 posti all’interno dell’abitacolo. In questo modo Patrick è in grado di visualizzare comunque la strada ed evitare gli ostacoli, a tutta velocità. A condividere con lui questa esperienza mozzafiato c’è anche un cliente Vodafone, seduto al posto del passeggero.

La campagna è on air dal 15 maggio nei formati 45” e 15’’ sulle principali emittenti televisive e, nei primi giorni della campagna, anche nel formato di 2’. La campagna è declinata sul digital e sui social network del brand.

 

 

Per l’occasione è stata realizzata una piattaforma digitale ad hoc che ospita l’esperienza di Patrick Dempsey con il 4.5G di Vodafone e mostra le opportunità del nuovo servizio dedicato ai clienti Vodafone.

La campagna è stata realizzata in collaborazione con il Team Red, con la regia di Antony Hoffman. La casa di produzione è Buddy Film, post produzione di You_Are e pianificazione media a cura di MEC. La colonna sonora è “The Music Bank” di Roberto Baldi.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

È Patrick Dempsey il protagonista della nuova campagna di Vodafone Italia

- # # # # # # # # # #

Vodafone

 Vodafone Italia presenta il nuovo format di comunicazione e il nuovo protagonista dei prossimi spot: Patrick Dempsey, l’ex dottor Sheperd (soprannominato Stranamore) della famosa serie tv “Grey’s Anatomy”, che ha recentemente preso parte al terzo capitolo della saga di “Bridget Jones”.

Al centro degli spot ci saranno i clienti, a cui Vodafone promette di migliorare la vita attraverso i suoi prodotti e servizi. Il claim della nuova campagna è infatti “Migliore la Rete, migliore la vita”, che conferma l’obiettivo di Vodafone di continuare a investire sulla superiorità della Rete per portare benefici nella vita delle persone e rendere i momenti di tutti i giorni eccezionali. In ogni episodio farà la sua comparsa Patrick Dempsey che – in modo ironico – rappresenta l’elemento di imprevedibilità su cui Vodafone “non garantisce”.

Il primo episodio andrà in onda sulle principali reti televisive a partire dal 2 gennaio. Nello spot si vede un padre di famiglia che è evidentemente orgoglioso del suo nuovo abbonamento IperFibra, perché grazie alla connessione di Vodafone tutta la famiglia può navigare in ogni angolo della casa, scaricare un film HD in 16 secondi e nessuno litiga più per il Wi-Fi. Il momento di autocelebrazione del papà viene però interrotto da Patrick Dempsey, che fa la sua comparsa catalizzando l’attenzione di tutta la famiglia.

La campagna è stata realizzata in diversi formati per televisione e web in collaborazione con Team Red, la struttura WPP responsabile del coordinamento e dell’indirizzo strategico per tutte le agenzie del gruppo. La regia è stata affidata al regista americano Aaron Stoller, la casa di produzione è Buddy Film, la post produzione è di You_Are mentre la pianificazione media è curata da MEC.

Nuova anche la colonna sonora, il brano inedito “Per incontrarti ancora” della boyband spagnola Gemeliers. La voce narrante del primo episodio è invece del famoso attore, doppiatore e comico italiano Mario Zucca.

articoli correlati

AGENZIE

Arriva in Italia MEC WAVEMAKER: il content marketing diventa strategico

- # # # # #

wavemaker

MEC ha presentato oggi a Milano MEC WAVEMAKER, la divisione specializzata in attività di content marketing, che riunisce le diverse discipline relative alla gestione del content marketing già presenti in MEC: consulenza strategica, social, SEO, misurazione, servizi creativi e partnership.
Obiettivo: semplificare il processo di creazione e gestione dei contenuti, con un’offerta di servizi strategica end to end per il raggiungimento di obiettivi di business.

“Le agenzie media di nuova generazione per crescere dovranno consolidare tre direttrici: i volumi, attraverso uno sviluppo organico e conseguente guadagno di quote di mercato; l’incremento della redditività, implementando nuovi servizi a valore aggiunto, che garantiscono una migliore marginalità ed attribuiscono un ruolo più rotondo nei confronti delle aziende; e infine l’innovazione di prodotto e tecnologica”, commenta Luca Vergani, CEO di MEC (nella foto). “Nell’area di sovrapposizione tra i servizi a valore aggiunto e l’innovazione nasce MEC WAVEMAKER, con cui vogliamo fare la differenza nel mercato della gestione e creazione di contenuti”,

Guidata da Julian Prat – Chief Strategy Officer di MEC – e Alessandro Pastore – Content & Innovation Director – MEC WAVEMAKER conta in Italia su un gruppo di 18 professionisti tra strategist, editor, seo specialist, account, analyst e una direzione creativa. Il lancio nel nostro Paese segue quello avvenuto negli ultimi 10 mesi in altri 12 mercati – UK, USA, Messico, Australia, India, Polonia, Spagna, Cina, Ungheria, MENA, Germania e Singapore – in un network globale che conta circa 750 professionisti.

“Questo lancio valorizza l’evoluzione digitale dell’approccio strategico MEC,”, spiega Julian Prat. “Un approccio che mette il consumatore al centro e ci permette di comprendere il processo che influenza le decisioni d’acquisto: con MEC WAVEMAKER possiamo utilizzare questo know-how anche per guidare la creazione e la gestione di contenuto in una logica di business per i nostri clienti”, aggiunge Prat. “I cambiamenti epocali avvenuti negli ultimi anni nel mondo della comunicazione mettono più che mai al primo posto nell’agenda dei responsabili marketing una domanda: come posso attirare e trattenere nel tempo l’attenzione dei consumatori su larga scala? Il compito sta diventando sempre più difficile”.

La trasformazione digitale consente ai consumatori di accedere ad uno infinità di informazioni, canali, network e piattaforme di distribuzione di contenuti, fruite da diversi dispositivi sempre più spesso in mobilità grazie al miglioramento della connettività.
Il dilemma dei responsabili marketing è facilmente intuibile: perché gli utenti dovrebbero prestare attenzione alla comunicazione dei brand quando hanno a disposizione un servizio sempre attivo, 24 ore su 24 e 7 gg su 7, e un universo di contenuti cui accedere per soddisfare qualsiasi bisogno? E sebbene oggi la modalità di diffusione e fruizione di contenuti broadcast televisivi sia ancora dominante in molti paesi, si assiste a una lenta ma inesorabile diminuzione dell’efficacia dell’advertising tradizionale, basata sul modello dell’interruzione. In questo scenario la sfida per i brand consiste in un cambio di prospettiva: creare esperienze di valore nella fruizione dei contenuti.

“Ormai quasi tutti i responsabili marketing sono convinti dell’importanza dei contenuti. Ma ciò di cui non sono sicuri è perché, come, quando e dove inserirli nei piani di marketing, o quanto investire per una corretta delivery”, conferma Alessandro Pastore. “Senza una comprensione adeguata del ruolo del content, del modo in cui deve essere realizzato ed a quale audience vada distribuito, si rischia di produrre solo molto rumore”.

“Il contenuto è un’opportunità di lungo periodo per entrare in contatto con i consumatori al momento giusto. È un’attività always-on, non un flight di campagna”, conclude Prat. “Nel corso degli ultimi mesi in MEC WAVEMAKER abbiamo ascoltato, analizzato e migliorato migliaia di attività di content, generando continue ottimizzazioni e producendo un’efficacia 10 volte superiore solo grazie a piccole modifiche creative e test multi-variante”.

articoli correlati

MEDIA

Pic Solution sceglie Trilud Group per parlare di benessere

- # # # # # # #

Pic Solution

Trilud Group ha ideato e realizzato per Pic Solution un branded content, in collaborazione con MEC, che prevede un mix di attività editoriali, social e advertising per coinvolgere attivamente gli utenti, interpellati preventivamente per individuare le tematiche di maggiore interesse, e sviluppare così contenuti capaci di creare engagement sul tema del benessere quotidiano.

La prima fase del progetto ha previsto la veicolazione di una survey sui buoni propositi per l’autunno 2016, pubblicata attraverso il concept divulgativo PIC it EASY – all’interno del nuovo sito  – e veicolata sul sito e sul canale Facebook di Tantasalute.it, tramite publiredazionali e post social, attività dem e una campagna adv sul network, con rich media ideato e sviluppato ad hoc dall’agenzia del gruppo, BrandMade, in collaborazione con l’agenzia creativa del brand Pic, Phoenix Advertising.

Questa attività preliminare ha permesso di individuare le principali aree d’interesse dell’utenza, così da indirizzare lo sviluppo dei contenuti della seconda fase del progetto, in partenza il 10 ottobre per 6 settimane.

Previsti contenuti dedicati su TantaSalute.it e su picsolution.com, per la cui divulgazione sono coinvolte anche tutte le testate in target del gruppo – PourFemme, DonnaClick, NanoPress, QNM, Televisionando e ButtaLaPasta – e distribuzione sui canali social. Presente inoltre copertura advertising con mix di formati ad alto impatto e l’utilizzo del nuovo formato native IN feed AD recentemente adottato da Trilud Group (Quantum Native Solution).

Pic Solution, parte del gruppo Artsana, trova così in Trilud Group e nelle testate coinvolte per questo progetto di branded content una sinergia di intenti e di strumenti ideale per la promozione dei propri contenuti.

articoli correlati

MEDIA

Kinetic Innovation e IGPDecaux Creative Solutions per l’OOH Jolie di Lavazza

- # # # # #

Kinetic

Declinazione interattiva OOH, realizzata da Kinetic Innovation, della creatività di Armando Testa per il lancio della nuova Jolie, la più recente macchina per caffé espresso di Lavazza.

A rinforzo della strategia di comunicazione Out of Home sviluppata da Kinetic e MEC, declinata su Arredo Urbano, Grandi Formati, Digital Out of Home, attività a copertura dei punti vendita, la unit Kinetic Innovation ha pensato a due soluzione accattivanti per far vivere nel contesto urbano il nuovo prodotto Lavazza e per entrare in contatto e attivare le audience “on-the-move”.

Grazie alla collaborazione di IGPDecaux Creative Solutions con Azienda Trasporti Milanesi, dal 19 settembre per due settimane, alcune pensiline sono allestite con uno showcase che consente di esporre Jolie esaltandone le sue caratteristiche: il design, la compattezza e le varianti di colore.

IGPDecaux Creative Solutions, oltre a vestire completamente la struttura, garantendo una comunicazione esclusiva e impattante attraverso la soluzione Brand Shelter, propone una soluzione altamente innovativa; i passanti infatti vengono sorpresi da un effetto sonoro attivato con un sensore di presenza, redendo più memorabile la campagna.

A Milano saranno presenti 330 pensiline, di cui 5 con lo showcase e il file audio nelle zone più centrali della città come Largo Cairoli, Via De Amicis, via Manzoni, Corso Sempione e Corso di Porta Vittoria e altre 5 pensiline solo con il file audio.

In aggiunta, un Grande Formato con schermo digitale in corso Como permette di coinvolgere il pubblico dando la possibilità di vincere una macchina espresso Lavazza A Modo Mio Jolie. L’attività realizzata con One, prevede un totem che innesca un gioco a fortuna in cui Jolie, oltre ad essere l’indiscussa protagonista, è il trigger per attivare l’iniziativa.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Grana padano torna in tv con McCann Worldgroup. La pianificazione coinvolgerà Germania, Svizzera, Francia, UK e USA

- # # # #

Grana Padano

Grana Padano torna in televisione, dal 18 settembre, sulle emittenti nazionali e internazionali, con il nuovo spot che è un inno alle nostre origini.

La storia è raccontata attraverso il dialogo e le immagini di un nonno e di suo nipote, nella quale si ricorda la grande importanza di non dimenticare mai chi siamo e da dove veniamo, perché sono le origini e le tradizioni che fanno la differenza.

Lo spot inizia con il ritrovamento di una scatola dei ricordi che un bambino apre insieme al nonno. Ogni pezzo che ne affiora riporta quest’ultimo a un passato legato alla sua terra d’origine: la terra della Pianura Padana, il profumo dell’erba e il sapore di Grana Padano che nasce da un territorio unico, e solo in quello. Il finale svela che nonno e nipote sono in un ristorante di New York, dove l’intera famiglia si è trasferita tanti anni fa.

Seppur lontano da casa da tempo, la famiglia non dimentica le proprie origini ma, al contrario, le tramanda di generazione in generazione. Così come Grana Padano, che da oltre otto secoli non rinuncia alle sue tradizioni e alla produzione e alla lavorazione di un prodotto che solo così raggiunge i consumatori di tutto il mondo, con la sua genuina e unica bontà.

Il filmato, ideato da McCann Worldgroup, emoziona e riporta il telespettatore indietro alla sua storia che sono la base sulla quale costruire il proprio futuro, perché “Qualunque sia il successo che hai ottenuto nella vita non dimenticare mai da dove vieni”.

Grana Padano torna così a parlare di sé e a far parlare di sé, in Italia e oltre oceano, con una pianificazione che coinvolgerà Germania, Svizzera, Francia, UK e USA.

Credits

Agenzia: McCann Worldgroup
Copywriter Chiara Castiglioni,
Art Director Edoardo Aliata,
Chief Creative Officer Alessandro Sabini,
Chief Strategic Officer Giovanni Lanzarotti
Regia: Dorian&Daniel
Centro Media: MEC
Colonna sonora: Brano originale “Starchild” (ri-arrangiamento)
Casa di produzione: Movie Magic International
Mezzi: Tv 7”, 15”, 20”, 30”, 45”
Pianificazione concessionarie: Publitalia – Rai Pubblicità – Sky – Cairo
Periodi di Campagna: da settembre a dicembre, 2 settimane al mese

articoli correlati