AZIENDE

H-Art festeggia il decimo compleanno entrando nel network AKQA

- # # # # # # #

Pochi giorni dopo aver festeggiato il proprio decimo compleanno presentando risultati economici in crescita a doppia cifra (20 milioni di ricavi nel 2014, 24 milioni attesi per il 2015) H-Art compie un altro passo sulla strada di un ulteriore importante sviluppo, grazie all’accordo, comunicato ieri nella sede storica dell’agenzia digitale italiana, con AKQA, network internazionale dedicato all’innovazione digitale con oltre 2.000 collaboratori e 14 uffici in tutto il mondo.

“Da sempre abbiamo guardato con grande rispetto e ammirazione al lavoro, alla filosofia, ai valori e al team di AKQA”, ha commentato Massimiliano Ventimiglia, CEO & Founder di H-Art. “Questo è un giorno speciale, che ci porterà a migliorare il nostro impegno per l’Italia e i nostri clienti. Ci permetterà di rimanere fedeli alla nostra visione, vicini ai nostri clienti, fiduciosi e rafforzati dalle potenzialità di nuove opportunità globali”.

L’accordo H-Art – AKQA (entrambe le società fanno parte della holding WPP) prevede la messa a fattor comune dei rispettivi team, delle competenze e delle esperienze per creare progetti che sappiano ridefinire l’essenza dei lavori per i clienti. A coronamento del merging, verso fine anno (“i tempi dipendono anche dagli adempimenti finanziari e burocratici”, ha sottolineato Ventimiglia) si avrà il rebranding di H-Art in AKQA, per guidare lo sviluppo del network in nuovi mercati strategici, inclusi quelli del Sud & Est Europa, Medio Oriente & Nord Africa, dei quali Ventimiglia assumerà la responsabilità, mantenendo il ruolo di Ceo della società italiana, così come continuerà a ricoprire l’incarico di Cdo di WPP Italia e a far parte dell’Executive Board di GroupM Italia.

“Siamo assolutamente felici di investire in Italia per segnare un rinascimento digitale”, ha aggiunto Ajaz Ahmed, CEO di AKQA, “e contribuire così allo sviluppo di progetti rivoluzionari per ispirare nuove generazioni d’innovatori. Siamo felici di accogliere H-ART nella famiglia di AKQA».

Massimo Costa, Country Manager di WPP Italia, ha infine posto l’accento sul ruolo del gruppo, leader “nell’offrire ai clienti talenti e risorse di altissima qualità in ambito digitale e, in particolare, per i brand del Made in Italy che ricercano un partner, in grado di offrire loro un supporto internazionale. H-ART e AKQA sono complementari e rappresentano l’eccellenza del Gruppo a livello nazionale e internazionale”.

nella foto, da sinistra: Massimiliano Ventimiglia, Martin Sorrell (Ceo Gruppo WPP) e  Ajaz Ahmed

articoli correlati

AZIENDE

L’agenzia di marketing H-ART entra a far parte del Programma ELITE di Borsa Italiana

- # # # # # #

Si tratta di una tappa importante per H-ART, la società nata nel 2005 all’interno del venture incubator H-FARM a Ca’ Tron, sulla laguna di Venezia, ed entrata solo quattro anni più tardi a far parte di GroupM, holding delle attività media del gruppo WPP. Ideato da Borsa Italiana e sviluppato con la collaborazione, tra gli altri, del Ministero dell’Economia e delle Finanze e Università Bocconi, il Programma ELITE ha l’obiettivo di stimolare le PMI italiane a far evolvere il proprio modello organizzativo e di governance verso assetti più adatti alla crescita e al reperimento di risorse finanziarie di medio-lungo termine, tra le quali l’accesso ai mercati borsistici dedicati. A due anni dalla sua ideazione, Borsa Italiana ha selezionato 131 piccole e medie imprese italiane e, oggi, H-ART diventa parte integrante di questa “élite”.

Forte della competenza e del talento di 180 collaboratori, distribuiti in 5 sedi (Treviso, Milano, Firenze, Roma e Londra), H-ART ha sviluppato un approccio innovativo alla comunicazione digitale, che ha incontrato un grande apprezzamento da parte del mercato e ha generato un reale vantaggio competitivo per sé e per i propri clienti. Nonostante il mercato abbia visto negli ultimi anni un continuo calo dei budget di comunicazione, H- ART negli ultimi anni ha messo a segno una crescita continua superiore al 20% anno su anno, tanto che il suo fatturato nel 2013 è volato a quota 16,1 milioni di euro, con una previsione di crescita sostenuta anche quest’anno, sia dal punto di vista del giro d’affari sia del numero di collaboratori, destinato a salire ancora.

Le motivazioni che hanno spinto un’agenzia di marketing e di comunicazione integrata come H-ART ad avvicinarsi al mondo di Borsa Italiana sono riassunte in tre punti, come sottolinea il suo Fondatore e Amministratore Delegato, Massimiliano Ventimiglia (nella foto): “Networking, cultura aziendale e mercato dei capitali. Perché fare networking con le realtà più interessanti ed emergenti a livello nazionale, che un giorno potrebbero diventare le future star del mercato, è di fondamentale rilevanza per scambiare visioni e best practice. Nel frattempo l’azienda può crescere grazie a una nuova e particolare formazione studiata ad hoc per il management. Non di minore importanza il fatto che il Programma ELITE consente un percorso strutturato di accostamento al mercato dei capitali. Una nuova sfida entusiasmante per H-ART e siamo molto orgogliosi che Borsa Italiana ci abbia inserito nel suo programma per lo sviluppo delle piccole e medie imprese italiane”.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Gli auguri 2014 di Telecom Italia Group vanno oltre le parole, con H-ART

- # # # # # #

Gli auguri natalizi di Telecom Italia Group vanno letteralmente oltre le parole con il progetto VOLIS, acronimo di Valutazione Online Lingua dei Segni Italiana. Nato dalla collaborazione fra Fondazione Telecom Italia e Istituto di Scienze e Tecnologie della Cognizione (IST-CNR), VOLIS aiuta i bambini sordi o con disabilità intellettive promuovendo l’insegnamento e la diffusione della Lingua dei Segni Italiana (LIS).

Con questa campagna natalizia, Telecom Italia fa conoscere più da vicino VOLIS ai suoi dipendenti e al suo pubblico, attraverso il minisito http://www.telecomitalia.com/tit/it/auguri.html, che raccoglie e racconta il progetto grazie alla partecipazione dei bambini, degli insegnanti e dei ricercatori che realmente ne fanno parte.

Il concept del minisito è stato sviluppato dall’agenzia di marketing e comunicazione integrata parte di GroupM, H-ART che ha anche seguito la produzione dei video di auguri e di approfondimento, comprese le brevi clip animate che spiegano in maniera immediata come augurare Buone Feste e altri semplici messaggi natalizi nella Lingua dei Segni Italiana. Non un semplice progetto come tanti altri per gli H-ARTIST che hanno lavorato agli auguri di Natale di Telecom Italia, perché “La parte più interessante del progetto risiede nelle connessioni umane che ha saputo creare”, spiega Massimiliano Ventimiglia, CEO e Founder di H-ART. “Entrare in contatto diretto con i ragazzi che studiano la LIS e con i professionisti che, ogni giorno, aiutano questi bambini a imparare la lingua è stata per tutti noi un’occasione di incontro e scambio da cui siamo usciti arricchiti. Abbiamo conosciuto da vicino una lingua estremamente complessa e affascinante come la LIS, e compreso che quando si parla di queste tematiche, ci sono ancora tante difficoltà da affrontare”.

articoli correlati

AZIENDE

L’innovazione riparte dal sud, il caso H-ART. Massimiliano Ventimiglia a Taranto

- # # #

L’auto-imprenditorialità per il rilancio del sud, a questo mira il convegno “Innovazione, Occupazione e Start-Up” che si svolgerà il prossimo 9 novembre a Taranto presso la sede della Facoltà di Giurisprudenza all’ex convento di San Francesco di Via Duomo. Tra gli speaker dell’evento anche il giovane imprenditore di origini tarantine Massimiliano Ventimiglia, CEO e Founder di H-ART che racconterà la propria avventura imprenditoriale.

 
Un’occasione per i partecipanti all’evento, che potranno conoscere da vicino, e direttamente dal racconto di uno dei protagonisti, la storia della nascita e della crescita di H-ART, agenzia di marketing e comunicazione integrata fondata da Ventimiglia nel 2005 all’interno di H-FARM e acquisita nel 2009 da GroupM, azienda del gruppo WPP, leader mondiale nei servizi di marketing e comunicazione. Oggi H-ART, grazie al lavoro svolto, agli investimenti e al contributo di un team di talenti d’eccellenza in continua espansione, è una best practice del mercato italiano e una interessante case history a livello internazionale. L’agenzia ha sei sedi operative in Italia, Svizzera e Inghilterra, oltre 140 H-ARTist con un’età media di 30 anni, e clienti del calibro di Telecom Italia, Intesa Sanpaolo, Diesel, Toyota, Heineken, Pirelli, Illy, Nike.

 

 

“La mia storia – anticipa Ventimiglia – rappresenta la prova del fatto che quello che conta per ottenere ciò che si vuole è saper cogliere con impegno le opportunità che la vita ci riserva, e fare dell’eccellenza il proprio modo di operare. Il sogno, il sacrificio, l’ambizione, la condivisione e la fame: questi sono i valori a cui ogni giovane può e deve ispirarsi, senza mai perdere la fiducia nelle proprie possibilità”. Oltre a Massimiliano Ventimiglia, all’evento parteciperanno esponenti della nuova imprenditoria e startupper provenienti da tutto il Sud Italia, per illustrare le possibilità che gli ambienti digitali offrono ai giovani che vogliono mettere a frutto il proprio talento per creare nuove iniziative imprenditoriali di successo.

articoli correlati