BRAND STRATEGY

E3 e Mai Tai firmano il progetto unconventional per Schroders al Salone del Risparmio

- # # # # # # # #

Schroders

In occasione del Salone del Risparmio, che si è svolto a Milano il 6-7-8 aprile 2016, E3 ha supportato Schroders – uno dei più grandi player nel settore degli investimenti – nella realizzazione di un progetto di unconventional communication, cross digital e ambient, di forte impatto visivo ed elevato coinvolgimento del pubblico, risultato di una stretta collaborazione con il cliente.

L’agenzia ha curato lo sviluppo della strategia di engagement e la sua promozione online su Twitter. Grazie al coinvolgimento del proprio partner di fiducia Mai Tai – agenzia specializzata nella pianificazione di attività di comunicazione non convenzionale – E3 ha presentato a Schroders una proposta disruptive di allestimento dello stand.

Il punto di partenza è stato il binomio esperienza-innovazione che connota il brand, rappresentato da un visual con statue dalle fattezze classiche abbinate a elementi tecnologici. Su questa base Mai Tai ha ideato il concept dello stand espositivo: un’architettura che richiamava un tempio greco realizzato con materiali innovativi, agili e leggeri, con l’obiettivo di evocare l’idea di solidità, trasparenza e propensione alle novità. Le stesse hostess vestivano abiti in linea con la metafora, seppur contemporanei.

L’approccio cliente-centrico di Schroders è stato sottolineato dall’esperienza che ha coinvolto gli ospiti in visita allo stand: salendo su una pedana e mettendosi in posa a mo’ di statua, i visitatori sono stati sottoposti a un body scan 3D, eseguito da un tecnico specializzato che trasferiva il modello in 3D della persona su un monitor digitale, mostrandoglielo al momento dell’acquisizione. Questo a fronte della compilazione di alcuni dati personali tramite un modulo online e la stesura di una breve frase che convincesse Schroders ad accogliere la propria “statua” tra quelle del proprio Pantheon. Solo gli autori delle frasi più originali potranno infatti avere l’occasione di stringere il proprio Mini Me tra le mani.

L’innovativa tecnologia del body scan 3D consente, una volta acquisito il modello digitale del visitatore, di produrne una copia in dimensioni ridotte: una statuina “Mini-Me” stampata in 3D e dipinta a mano che i visitatori selezionati riceveranno in un momento successivo. Allo stand inoltre era esposta una stampante 3D in funzione, che produceva dal vivo un omaggio in 3D, consegnato ai visitatori a conclusione del percorso.

Il modulo per la registrazione è stato ospitato sulla pagina web dedicata all’iniziativa, alla quale puntava la campagna advertising pianificata da E3 su Twitter per promuovere l’iniziativa anche nei giorni precedenti all’evento. Nello stand è stato previsto un ledwall con la trasmissione di un video esplicativo dell’iniziativa, con una declinazione animata della pagina web.

“Siamo molto lieti che Schroders, cliente che seguiamo già per attività di social media strategy sia a livello editoriale sul loro profilo Twitter Italia  sia lato advertising su questo canale social, ci abbia offerto l’opportunità di curare un progetto di promozione del brand che spazia dalla sfera digital a quella ambient e che ci permette così di mostrare l’efficacia di un approccio strategico e integrato alla comunicazione. È stato per noi un grande piacere poter collaborare con il nostro partner storico di fiducia Mai Tai – che ha curato la parte ambient del progetto – e poter così offrire al nostro cliente un pacchetto completo”, afferma Fabio Racchini, co-Founder di E3.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Deliveroo arriva a Roma con social media e video a 360°

- # # # #

deliveroo

Deliveroo, il nuovo servizio di food delivery da ristoranti premium, è da qualche settimana attivo anche a Roma, puntando a portare innovazione non solo nelle modalità consegne a domicilio ma anche nel modo di fare marketing e comunicazione in relazione alla nuova area operativa.
“La richiesta che facciamo al nostro team marketing”, conferma Matteo Sarzana, General Manager per l’Italia – “è quella di alzare sempre un po’ l’asticella della qualità e dell’innovazione all’interno del nostro mercato: il valore e il posizionamento di una start up nasce dalla coniugazione tra un prodotto innovativo e un marketing diverso dal solito”.

I primi giorni di Deliveroo a Roma si sono infatti caratterizzati per due campagne social pensate appositamente per la capitale, accolte “da riscontri molto poositivi”, riferisce l’azienda.
In attesa di iniziare le attività di street marketing come a Milano, sempre realizzate in collaborazione con Mai Tai, la vera innovazione viene data dal primo video a 360 gradi che racconta l’esperienza di una consegna “da ogni punto di vista”. Il video è veicolato su Facebook dove è possibile esplorare l’intera consegna sia da mobile, muovendo il telefono, che da desktop.

“L’idea di fare un video a 360 gradi ce l’ha data la nostra casa di produzione Lalà”, spiega Giovanni Zezza, head of marketing di Deliveroo Italia, “idea che abbiamo accolto con entusiasmo per raccontare in un modo nuovo il modo nuovo di fare consegna a domicilio”.

“La tecnologia che abbiamo proposto è stata utilizzata all’estero in alcuni video di action sport” – afferma Cristina Sivieri Tagliabue, CEO di Lalà Productions “Ci interessava testarla, per la prima volta in Italia, per raccontare il mondo del food delivery, creando uno storytelling ad hoc, utilizzando elementi di graphic design per una fruizione semplice ed efficace. Deliveroo ci ha dato la possibilità di testare il video 360 ed ha accolto con entusiasmo la nostra proposta creativa”.

Alle attività di street marketing e social media, si affianca una campagna ATL in affissione, pianificata da MEC – Kinetik, che con placement estremamente geolocalizzati, annuncia l’arrivo di Deliveroo nelle zone in cui il servizio è già attivo: anche qui, un modo nuovo di pianificare per incontrare delle esigenze super localizzate come quelle del canguro.

Relazioni con i media, influencer e attività di Pr in genere sono sempre affidate a Eidos – la forza delle idee.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

E3 e Mai Tai lanciano online “Fidiamo”, il prestito personale di Fiditalia

- # # # # #

E3 e Mai Tai sono partner di Fiditalia nel supportare il lancio di “Fidiamo”, il prestito personale di Fiditalia rivolto a lavoratori dipendenti e pensionati, attraverso una campagna online di grande appeal e successo.

E3 ha sviluppato il progetto di digital marketing, implementando la landing page dedicata e la campagna di promozione, mentre a cura di Mai Tai è il concept creativo, che ripone le sue maggiori leve sui concetti di chiarezza e semplicità.

A legare in modo inequivocabile la parte visual con il messaggio da veicolare è il Bicchiere, scelto come soggetto della campagna, proprio perché racchiude in sé le idee di chiarezza, semplicità e trasparenza sulle quali si incentra la comunicazione del prodotto di Fiditalia. Un oggetto cristallino, incolore e semplice da maneggiare. A rafforzare il tutto il claim “Facile, come bere un bicchiere d’acqua”.

E3 ha concepito una landing page multidevice dinamica che, a seconda dell’origine del click (Banner Auto, Moto, Casa, Travel), mostra all’utente le creatività diversificate di Mai Tai, rispondendo in modo coerente all’interesse di ciascun visitatore della pagina. La landing page è inoltre disponibile da dispositivi mobile attraverso un’interfaccia di massima facilità di utilizzo.

L’iniziativa è stata supportata da un media mix ideato da E3 che ha sfruttato leve quali Facebook Ads, Google Display Network, Real Time Bidding & Programmatic. La campagna Display su Google ha coperto siti verticalizzati per raggiungere il target specifico, con formati impattanti su siti Premium come le homepage di TgCom, IlGiornale, Meteo.it e Sportmediaset, garantendo ottima visibilità al Brand. Il Real Time Bidding ha poi consentito di acquistare gli spazi a prezzi molto competitivi, fungendo da ottimo assist per la campagna display.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Mai Tai lancia la campagna “#chièstato?” in collaborazione con il WWF

- # # # #

Mai Tai, in collaborazione con WWF Italia Onlus, ha realizzato un’attività di sensibilizzazione contro i crimini di natura.

In occasione del lancio della campagna nazionale “Stop ai crimini di natura: da che parte stai?” è stata posizionata, in P.zzle Cadorna a Milano, una riproduzione in 3D del cadavere di un rinoceronte ricoperto da un telo bianco da cui spuntava il muso con il corno asportato. L’installazione è stata delimitata come fosse una vera scena del crimine mediante un nastro riportante l’hashtag “#chièstato?” ed “abbandonata”, per un giorno intero, accendendo la curiosità delle persone e scatenando dibattiti tra gli utenti del web.

Il giorno successivo, nei pressi dell’installazione, è stato organizzato un media meeting con giornalisti delle principali testate italiane che sono stati accolti da una live performance: 4 ragazzi vestiti da agenti della polizia scientifica e dotati di una valigetta per i rilevamenti hanno animato la scena cercando le prove per incastrare il colpevole.

La fase di svelamento è stata completata dalla presenza di volontari con pettorine WWF che hanno distribuito a tutti i presenti materiale informativo sul problema dei crimini di natura. L’attività ha registrato un ottimo successo in termini di viralizzazione spontanea oltre ad avere una forte eco sui media nazionali.

articoli correlati