MEDIA

L’Uomo Vogue compie 50 anni e torna in edicola martedì 12 giugno

- # # #

l'uomo vogue

A 50 anni dalla prima uscita, L’Uomo Vogue torna in edicola con una formula completamente rinnovata martedì 12 giugno, giorno di apertura di Pitti Immagine Uomo, che festeggia il compleanno con un party a Firenze. Il magazine Condé Nast, che verrà distribuito principalmente con Vogue Italia, sarà composto da quattro grandi sezioni.

Nella prima, Culture, si ricordano 50 anni di storia attraverso le immagini più iconiche; i più rilevanti critici internazionali disegnano il futuro del menswear; profili d’autore sono dedicati ai cinque direttori creativi di fresca nomina: Riccardo Tisci, Hedi Slimane, Kim Jones, Virgil Abloh e Kris Van Assche; scrittori e esperti di fotografia disegnano un ritratto dell’uomo contemporaneo; icone di stile raccontano icone di stile.

La seconda sezione, Fashion, è un lungo, ininterrotto flusso di immagini di moda. Per il primo numero, la scelta è stata di chiedere a cinque fotografe donna di dare una loro interpretazione di cinque categorie dello stile maschile, e allo stesso tempo di rileggere – reinterpretandoli – i cinque decenni di vita de l’Uomo Vogue. Collier Schorr, Brigitte Lacombe, Annemarieke van Drimmelen, Julia Hetta e Arielle Bobb-Willis hanno quindi ritratto personaggi noti (Pharrell Williams), modelli, real people: cinque visioni molto diverse, eppure complementari, di eleganza maschile.

Per la terza parte, Objects, la redazione ha lavorato a un’approfondita ricerca di capi di abbigliamento, accessori, oggetti del desiderio maschile. Si vede in pagina quindi di una ricca selezione di prodotto, fotografata e commentata dagli editors de l’Uomo Vogue.

Infine Affairs affronta i temi dello stile maschile dal punto di vista del business: analisi, interviste, commenti, una selezione delle opinioni più significative della stampa internazionale.

I testi sono firmati, tra gli altri, da insider della moda come Carlo Capasa, Vanessa Friedman e Suzy Menkes, da designer come Olivier Roustaing, Marcelo Burlon e Stephen Jones, da scrittori come Ivan Cotroneo, Diego De Silva, Marcello Fois, Marco Missiroli e Francesco Piccolo, da fotografi come Mert Alas e Paolo Roversi, ma anche da un’icona maschile come David Beckham. Gli articoli sono pubblicati in inglese e in italiano, perché L’Uomo Vogue si rivolge da sempre a una audience globale.

“Oggi L’Uomo Vogue”, dice il direttore Emanuele Farneti, “comincia un nuovo capitolo di una storia editoriale che in 50 anni ha raccontato, attraverso la lente d’osservazione della moda, le evoluzioni del costume. Non esiste un solo tipo di uomo: per questo il giornale, attraverso la sua struttura ricca e la molteplicità di punti di vista, sarà aperto, inclusivo, plurale”.

Eccellente la risposta del mercato: questo fascicolo ha una foliazione pubblicitaria di 127 pagine. Il numero successivo uscirà in ottobre. Proseguiranno ovviamente le attività digitali del brand, su Instagram attraverso i contenuti foto e video del profilo @luomovogue, e su Internet attraverso news e approfondimenti all’interno di Vogue.it, sito dove del resto l’audience maschile supera il 20% del totale.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

L’Uomo Vogue e Citroën C3 presentano C3ndy, il primo servizio moda realizzato da un’auto. È un’idea di Havas Milan

- # # # # # # #

Citroën C3

Da questa settimana è in edicola L’Uomo Vogue con il primo servizio di street styling realizzato da un’auto, la Nuova Citroën C3.

Nuova Citroën C3 è l’unica auto con ConnectedCAM Citroën™, una macchina fotografica integrata per fotografare momenti e scorci imperdibili. Ed è anche dotata di un design unico e 33 differenti combinazioni cromatiche. È dall’unione della sua anima tecnologica e la sua vocazione allo stile che nasce C3ndy: il primo servizio di moda creato da un’auto. Realizzato per il più autorevole riferimento internazionale dello stile e del lifestyle al maschile: L’Uomo Vogue.

Gli scatti dello shooting e del progetto C3ndy, diventeranno anche la campagna stampa di Nuova Citroën C3 rendendola così la prima auto ad aver realizzato la propria campagna pubblicitaria.

Credits

Cliente: Citroën
Media Partner: Condé Nast – L’Uomo Vogue
Agenzia di comunicazione: Havas Milan
Direzione Creativa Esecutiva: Giovanni Porro
Direzione Creativa Art: Selmi Barissever
Direzione Creativa Copy: Lorenzo Crespi
Senior Art Director: Salvatore Zanfrisco
Senior Copywriter: Chiara Monticelli
Client Services Director: Manfredi Calabrò
Account Director: Giancarlo Pagani
Account Executive: Elena Pozzi

articoli correlati

MEDIA

Antony Morato e L’Uomo Vogue presentano il cortometraggio “BIsogna aver coraggio”

- # # # # #

Antony Morato e L'Uomo Vogue presentano "Bisogna aver coraggio"

Antony Morato e L’Uomo Vogue presenteranno a Milano il prossimo 18 giugno il cortometraggio dal titolo “Bisogna aver coraggio“. Prosegue così l’attenzione del fashion brand verso il mondo del cinema, che aveva già manifestato lo scorso anno con il restauro in digitale del capolavoro Premio Oscar di Vittorio De Sica “Il Giardino Dei Finzi Contini”, insieme a Istituto Luce-Cinecittà e L’Uomo Vogue. Il corto prende il nome dalla diciannovesima scena del primo atto dell’opera del Don Giovanni. Il libretto di Lorenzo Da Ponte e le musiche di Mozart rivivono in chiave moderna per costumi e ambientazioni grazie alla regia di Elisa Fuksas e all’interpretazione del protagonista Alessandro Roja.

Bisogna aver coraggio sarà in concorso al Fashion Film Festival Milano, fondato e diretto da Constanza Cavalli Etro, l’evento internazionale a cui partecipano i fashion film di tutto il mondo per condividere diversi punti di vista, codici estetici, narrativi e stilistici. Il cortometraggio, della durata di 5 minuti e realizzato dalla casa di produzione K48, racconta il crescere della consapevolezza di se stessi e la voglia di manifestarsi in una esplosione edonistica di affermazione della propria identità. Un finale che lascerà un’aura di sospensione, rappresentando lo switch, il cambiamento, lo stacco definitivo da un mondo già definito che, come la musica, cambia improvvisamente ritmo, tono e colore. L’epifania di Don Giovanni che finalmente è pronto, quasi ad affermare: “Eccomi, sono io!”.

Una narrazione che si avvicina in modo vivido e vibrante alla campagna 2016 di Antony Morato: “I am who I am”. Il brand fondato da Lello Caldarelli lancia un messaggio forte e senza pericolo di equivoci, un claim rivolto all’uomo contemporaneo perché comprenda e interpreti liberamente la propria essenza. Una necessità più che mai attuale e universale, che Antony Morato invita ad esprimere attraverso il fashion, in un equilibrio sottile e rivelatore senza paura o eccessi.

articoli correlati

MEDIA

Vogue Italia, L’Uomo Vogue e Fiat lanciano la campagna disruptive “Model Magnet”

- # # # # # #

Vogue Italia, L'Uomo Vogue e Fiat lanciano la nuova campagna "Model Magnet"

Sarà pubblicata sui numeri di maggio di Vogue Italia, L’Uomo Vogue e GQ Italia, i più autorevoli riferimenti della moda e dello stile, una creatività inedita per il lancio della Fiat 124 Spider.
Ideata e sviluppata da L’Uomo Vogue, Vogue Italia e Fiat, il nuovo progetto  fa incontrare per la prima volta moda e automotive per  una campagna print: Fiat, Roberto Cavalli, Etro e La Perla insieme per un risultato “disruptive” di grande impatto.

Dal punto di vista creativo, il concept vede protagoniste tre creatività differenti, ciascuna sviluppata su tre pagine.
La prima pagina è focalizzata sul fashion brand, con un’immagine femminile e/o maschile in funzione del titolo editoriale e corredata dal logo della maison, capace di rappresentarne i valori e l’estetica.
La doppia pagina, a seguire, coniuga la creatività del fashion brand con la Fiat 124 Spider. Ad unire i due mondi è l’azione svolta dai modelli legati al fashion brand, impegnati in un’interazione e un’attrazione con la Fiat 124 Spider: un impianto creativo basato sul nome stesso della campagna, “Model Magnet”, sul concetto di attrazione tra due realtà iconiche e con un forte posizionamento stilistico.

Sotto i riflettori la nuova Fiat 124 Spider , tributo all’iconica vettura che venne lanciata quasi 50 anni fa e della quale porta il nome, che “magnetizza” i modelli diventando vera e propria protagonista dell’innovativa campagna dove il contenuto di comunicazione si integra con il contenitore.
E così la spider di casa Fiat, che coniuga uno stile evoluto e la bellezza classica della progenitrice, fa da catalizzatore della bellezza dei partner.

L’Uomo Vogue e Vogue Italia, leader nei relativi segmenti editoriali nazionali, confermano la profonda attenzione per i propri partner commerciali, con l’obiettivo costante di massimizzare la qualità della comunicazione, del posizionamento e dell’innovazione. “Intercettando puntualmente i trend vincenti e con un focus comune sulla contemporaneità e sull’impegno verso l’eccellenza e la creatività, abbiamo creato questa campagna innovativa capace di interpretare i codici stilistici e l’identità di due settori apparentemente distanti tra loro. Una commistione perfetta per un risultato “disruptive” e assolutamente nuovo, con il valore aggiunto legato alla possibilità di declinare a livello internazionale questa creatività”, così Stefania Vismara, Direttore divisione L’Uomo Vogue, GQ, Wired, AD, Condé Nast Traveller.

articoli correlati

MEDIA

Pitti Immagine Uomo: L’Uomo Vogue e GQ Italia a sostegno dei talenti emergenti

- # # # # # #

Pitti Immagine Uomo

L’Uomo Vogue e GQ Italia, brand Condé Nast leader nel panorama dei maschili, saranno protagonisti a Pitti Immagine Uomo 89 con rinnovati progetti dedicati ai designer emergenti. Si conferma la ricerca e il sostegno al talento che contraddistinguono i due magazine, sia attraverso le pagine del giornale sia con progetti dedicati a giovani brand emergenti e alle tendenze più innovative nella moda maschile contemporanea.

Si rinnova per il terzo anno consecutivo l’appuntamento con “The Latest Fashion Buzz” – il progetto che rende protagonisti alcuni tra i più promettenti fashion designer internazionali di moda maschile – insieme a L’Uomo Vogue, GQ Italia e Pitti Immagine Uomo, arricchito quest’anno dal supporto di MINI.

Affermatosi come uno dei progetti più interessanti di Pitti Uomo legati ai nuovi talenti, The Latest Fashion Buzz punta a promuovere quella generazione di designer di prêt-à-porter e accessori che lavorano su un nuovo concetto di modernità nel menswear. Saranno protagonisti nomi emergenti ma già proiettati sulla scena internazionale, che hanno qui l’opportunità di presentare il proprio stile alla platea di top buyer e giornalisti della manifestazione. I designer di questa edizione saranno Carlo Volpi, Cats Brothers (Lindsay McKean), Moto Guo, NADI (Na Di), Omogene (Alexis Giannotti) e Sunnei (Loris Messina e Simone Rizzo).

Dopo il successo ottenuto fin dai suoi esordi, The Latest Fashion Buzz continua a crescere, e a partire da questa edizione MINI diventa promotore prestigioso del progetto, ospitando all’interno del suo spazio, presso il Piazzale Centrale della Fortezza Da Basso, il display delle collezioni.

In questa cornice speciale, mercoledì 13 gennaio alle ore 14.30 sarà ospitato il cocktail di apertura del progetto alla presenza di Franca Sozzani, direttore de L’Uomo Vogue e direttore editoriale di Condé Nast Italia, e di Emanuele Farneti, direttore di GQ Italia.

Il 12 gennaio MINI ospiterà l’evento “Which is Your Generation?” in collaborazione con L’Uomo Vogue, GQ Italia e Pitti Immagine. Nei suggestivi giardini di Palazzo Corsini, MINI Clubman accoglierà gli ospiti sottolineando come il brand MINI abbia accompagnato diverse generazioni nel segno della qualità e dell’aspirazionalità. Ancora oggi, MINI continua questo percorso rappresentando i valori e le caratteristiche ricercate dai Millennials con la nuova MINI Clubman: linee accattivanti e fashion-oriented, materiali di qualità, una palette cromatica elegante e tutto lo spazio che serve per racchiudere e portare sempre con sé il proprio “mondo”.

La casa automobilistica, da sempre nota per la sua vocazione al supporto dei creativi emergenti nel mondo del design, sceglie di allargare i confini della valorizzazione della creatività ai giovani stilisti ospitando anche in questa occasione le collezioni risultato dello scouting dedicato al menswear. All’interno della limonaia di Palazzo Corsini saranno ospitate le creazioni degli stilisti della nuova edizione di The Latest Fashion Buzz.

articoli correlati

AZIENDE

Al via “Believing in the Future” lanciato da Altagamma, Borsa Italiana, Maserati e L’Uomo Vogue

- # # # # #

Ha avuto il via a giugno il programma di mentorship “Believing in the Future”, l’iniziativa indetta da Fondazione Altagamma, in partnership con Borsa Italiana, Maserati e L’Uomo Vogue che ha l’obiettivo d’incoraggiare e premiare i titolari di start up e giovani imprese culturali e creative.

Lo scouting è aperto a tutte le realtà con un profilo ben delineato, un’esperienza già consolidata e un business plan definito. Altre condizioni richieste ai partecipanti sono l’essere detentori di un brand italiano e avere fino a un massimo di tre milioni di euro di fatturato annuo. Sarà possibile candidare la propria impresa fino al 31 agosto 2015, giorno che vedrà la chiusura del bando e l’inizio della selezione da parte della giuria del miglior progetto per ogni categoria designata: moda e gioielli, design, hotellerie, food and beverage, automotive & yachting. A queste si aggiunge la categoria dedicata alle imprese digitali che abbiano un forte legame con uno dei succitati settori imprenditoriali. La giuria sarà composta dal Presidente di Fondazione Altagamma Andrea Illy e dal Board della Fondazione, dal Direttore Responsabile de L’Uomo Vogue e Vogue Italia Franca Sozzani, dal CEO di Borsa Italiana Raffaele Jerusalmi e dal Ceo di Maserati Harald J. Wester che, il prossimo settembre, presenteranno a Milano le imprese vincitrici all’interno dell’evento “Luxury & Finance”.

Ai vincitori, Borsa Italiana metterà a disposizione un percorso di training nell’ambito del programma ELITE e l’opportunità di esplorare l’interesse di possibili investitori internazionali facendo conoscere loro la propria impresa/start- up. Fondazione Altagamma premierà con la Membership gratuita per un anno nella categoria “Brand emergenti d’Altagamma” e un percorso di Mentorship costituito da una serie di incontri organizzati all’interno delle aziende socie. Maserati premierà un unico vincitore e renderà disponibile un programma formativo di 6 mesi in vari dipartimenti aziendali, costruito in funzione del background e delle esigenze del vincitore stesso, per comprendere al meglio le dinamiche di un brand esclusivo nel panorama automotive internazionale.

“Con questa iniziativa Altagamma intende valorizzare le giovani imprese culturali e creative. La membership alla Fondazione sarà assegnata ogni anno alle migliori imprese emergenti, che potranno così contare su un programma unico e personalizzato di mentorship. Siamo lieti di poter organizzare questo progetto con partner eccellenti come Vogue, Maserati e Borsa” afferma Andrea Illy, presidente di Fondazione Altagamma. “Tra gli obiettivi di Borsa Italiana c’è quello di sostenere la crescita del nostro sistema imprenditoriale e valorizzare il Made in Italy, con un focus specifico sul settore del lusso e della moda per rafforzare quel filo comune che da sempre lega ingegno creativo e capacità imprenditoriali del nostro paese” sostiene Raffaele Jerusalmi, CEO Borsa Italiana. Il regolamento è disponibile sul sito www.altagamma.it e al link http://www.vogue.it/uomo-vogue/news/2015/06/maserati-altagamma.

articoli correlati

MEDIA

I 16 chef italiani più importanti al mondo protagonisti della copertina di aprile de L’Uomo Vogue

- # # # # #

L’Uomo Vogue, il più autorevole riferimento internazionale dello stile e del lifestyle al maschile, dedica la copertina del nuovo numero, in uscita sabato 11 aprile, ai 16 chef italiani più famosi al mondo, riuniti eccezionalmente per il servizio copertina in uno scatto esclusivo di Ellen von Unwerth.

Da Gualtiero Marchesi ai suoi 5 ex allievi Andrea Berton, Carlo Cracco, Enrico Crippa, Paolo Lopriore e Davide Oldani, sino a Massimo Bottura, Antonio Cannavacciuolo, Pino Cuttaia, Aimo Moroni, Fulvio Pierangelini, Niko Romito, Giovanni Santini, Davide Scabin, Marco Stabile, Mauro Uliassi: questi i protagonisti della cover story. L’Uomo Vogue ne reinterpreta lo stile regalando al lettore un ritratto inedito dell’alta cucina Made in Italy, anticipando così il tema dell’Esposizione Universale.

In un periodo di particolare importanza per l’Italia – con l’apertura di Expo 2015 – L’Uomo Vogue intervista Gualtiero Marchesi, padre nobile della cucina italiana contemporanea. All’interno del numero lo chef dice che “la grandezza di una cucina sta soprattutto nella sua buona esecuzione”. “La cucina è un movimento continuo” che non può mai essere separata dal contesto: siamo nel momento in cui più di tutto la riflessione sulla materia appare imprescindibile e il maestro porta oggi il grano come prodotto simbolo all’Expo, “perché è la base della nostra identità”.

Inoltre, nel numero di aprile, L’Uomo Vogue conduce il lettore per un Grand Tour attraverso alcuni dei luoghi più suggestivi e tra le storie più attuali in Italia.

articoli correlati