AGENZIE

Ego of White, Red & Green si aggiudica la comunicazione del luxury brand DoDo

- # # # # #

Dodo - Ego

DoDo, il brand italiano del lusso parte del Gruppo Kering affida a Ego of White, Red & Green la realizzazione della nuova campagna di comunicazione.

Ego, a divisione dedicata al lusso e al lifestyle di White, Red & Green, si fa dunque interprete del mondo DoDo, forgiando una comunicazione dal linguaggio esplosivo, siglata dalle fotografie del talentuoso Pierpaolo Ferrari e dalla direzione creativa di Paola Manfrin: una liaison artistica iniziata più di dieci anni fa e che prosegue con l’inconfondibile impronta irriverente che da allora la contraddistingue.

La nuova campagna DoDo

Il primo step della nuova campagna sarà il lancio della collezione Horoscope, la nuova linea di charm DoDo dedicati ai segni zodiacali, dove il potenziale iconografico offerto dal mondo dell’astrologia sarà sfruttato per forgiare immagini evocative e dal gusto surreale.

A seguire, il lancio della campagna Christmas – che vedrà come protagonisti alcuni dei charm storici del brand – metterà alla prova la percezione dell’osservatore attraverso una sistematica e ironica distorsione della realtà.

I nuovi concept di comunicazione saranno declinati sull’intera veste istituzionale del brand: dalle campagne ADV alle attività sul Web, che prevedranno tra le altre cose una Social & Contents Strategy volta a creare contenuti visivi e narrazioni innovative, finalizzate ad intensificare la sinergia tra la filosofia e l’immagine di DoDo già consolidata ed i nuovi concetti creativi proposti nell’ambito delle nuove campagne.

White, Red & Green raccoglie con entusiasmo questa nuova sfida, con l’obiettivo di contribuire ad accrescere ancor più la risonanza globale di DoDo vanto del patrimonio Made in Italy attraverso una comunicazione originale e di massimo livello.

CREDITS

Creative Director: Paola Manfrin
Managing Director: Pierluigi Lo Giudice
Account Manager: Stella Caprari
Writer: Elisabetta Porcinai
Digital Strategist: Fabrizio Gammino

Photographer: Pier Paolo Ferrari
Stylist: Elisa Zaccanti
Set Designer: Michela Natella

articoli correlati

MEDIA

Nasce iDD Magazine, il primo magazine Digital Out Of Home dedicato al lifestyle

- # # # # # #

idd magazine

Mediamond, Gruppo Mondadori e VG Pubblicità hanno lanciato  iDD Magazine, il primo magazine Digital OOH studiato per essere diffuso su video-wall della città, impianti fino a oggi usati esclusivamente per veicolare informazioni pubblicitarie.

A meno di due anni dal lancio di iDD Innovation Design District il progetto si arricchisce dunque di un nuovo strumento di comunicazione che lavorerà per consolidare il distretto come case study di marketing territoriale, comunicando tutti i contenuti che lo identificano e lo definiscono come vero e proprio brand.

Lifestyle, fashion&beauty, design, food, sono solo alcuni dei temi che verranno trattati con l’obiettivo di offrire ai cittadini un momento di informazione sui trend del momento. Un vero e proprio settimanale, che sarà alimentato da contenuti prodotti da alcuni brand del Gruppo Mondadori: Grazia, Icon, Donna Moderna, Icon Design, Interni, CasaFacile, Sale&Pepe e Giallo Zafferano.

A questi si affiancheranno contenuti tratti dagli eventi cittadini e dalle settimane tematiche del palinsesto “Yes Milano” per coltivare l’attrattività della città presso il più largo pubblico.

I contenuti sono studiati per il supporto che li ospita e per il tipo di fruizione. Si tratterà di clip video da quindici secondi realizzate con uno stile moderno e fortemente digitale. IDD Magazine rappresenta un’innovazione che modificherà sensibilmente il mondo dell’Out Of Home, grazie a un piano editoriale studiato per creare engagement con un pubblico ampio ed eterogeneo.

Il DOOH, del resto, è un mezzo metropolitano, dinamico e di forte impatto visivo capace di intercettare le persone mentre si spostano da un punto all’altro della città, mentre fanno shopping e nel tempo libero ed è questo il plus che ne determina una crescita importante su scala mondiale. Secondo un rapporto di Allied Market Research, per il mercato globale DOOH è prevista una crescita annuale del 12,6% dal 2017 al 2023.

iDD Magazine ha scelto Piazza Gae Aulenti – cuore di iDD innovation Design District – e la sua “vela” come luogo simbolo di un nuovo modo di fare informazione e cultura. Un videowall dal design irregolare che, insieme ad altri nove schermi posizionati nelle zone più strategiche della città, raggiunge un’audience di 2.225.000 contatti al giorno (i dati sono una stima editore sulla base di dati atm e di affluenza delle piazze) che si candida a diventare un simbolo di contemporaneità, velocità e progresso.

Grazie all’accordo siglato da Mediamond con VG Pubblicità – società fondata da Virginio Guastoni, uomo che ha fatto la storia dell’ooh in Italia –  nasce una nuova concezione di “magazine” centrato sull’uso di immagini e video. Un registro comunicativo snello, veloce, in grado di catturare l’attenzione e fornire in tempi rapidi informazioni mirate. E che rende iDD Innovation Design District un luogo unico.

Il progetto può contare sul supporto di Edison – main parter del Distretto – la società energetica che attraverso i suoi servizi interpreta i temi dell’innovazione applicandoli al concetto di sostenibilità e di fruizione degli spazi condivisi delle città. Da sempre attenta ai nuovi linguaggi dell’arte, del design e della comunicazione, Edison contribuisce ai contenuti di IDD Magazine con le sue storie di eccellenza nel campo dell’energia e dal 7 al 31 ottobre renderà iconica la “Nuova Milano” con LightHenge: una installazione di luci e suoni che rende scenografica e condivisa l’idea di energia urbana e realizzata in collaborazione con Studio Boeri per la Design Week 2018.

iDD Magazine sarà fruibile sugli impianti situati nei punti chiave della città: da piazza Gae Aulenti a piazza San Babila, da corso Buenos Aires a piazza Cavour, da via Tortona a CityLife.

Gli appuntamenti d’autunno di iDD Magazine

iDD Magazine viene lanciato durante la Movie Week milanese (14-21 settembre), di cui è partner insieme ad Anteo Palazzo del Cinema, e a Fuoricinema. Il progetto, ideato da Cristiana Capotondi e Cristiana Mainardi e realizzato da Artisti Insieme, è un happening, una maratona non stop di incontri diurni e proiezioni notturne. Fuoricinema nasce dal desiderio di raccogliere esperienze di vita, aspirazioni e riflessioni sviluppate attorno al mondo del cinema per metterle in circolo come patrimonio comune.

Seguirà la Fashion Week, dal 18 al 24 settembre. Milano Moda Donna è il prestigioso evento organizzato da Camera Nazionale della Moda, il più atteso dal fashion system internazionale.

Dal 7 al 14 ottobre Milano ospiterà la prima Wine Week, settimana di incontri e percorsi tematici su una delle eccellenze italiane più conosciute anche all’estero.

Sarà poi la volta della Fall Design Week, dal 12 al 21 ottobre. Nella settimana dedicata al design Icon Design presenterà un progetto fotografico sugli oggetti icona del design italiano. Con la firma del grande fo- tografo Pierpaolo Ferrari, le foto vivranno nell’allestimento dedicato all’Anteo Palazzo del Cinema e in uno speciale di iDD Magazine sugli impianti DOOH.

Il mese di ottobre si concluderà con Milano Design Film Festival, dal 25 al 28 ottobre. La rassegna cinematografica dedicata al design e all’architettura è giunta alla sua sesta edizione e si svolgerà nelle sale dell’Anteo.

 

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Centoeventi porta in Italia la street culture di “Sneakerness”. Il 6 e 7 ottobre a Milano

- # # # # # #

Centoeventi

Centoeventi, agenzia di comunicazione strategica parte di SG Company, porta per la prima volta in Italia “Sneakerness”, l’esclusivo format che celebra il mondo delle sneakers combinando moda, lifestyle, musica e reselling. L’agenzia è stata scelta come interfaccia per il mercato italiano grazie alla propria expertise sul territorio e nel settore degli eventi rivolti al target Millennials e Generazione z.

Nato nel 2008 a Berna, Sneakerness è il più grande evento internazionale dedicato agli appassionati di sneakers, che nel 2017 ha registrato oltre 45.000 visitatori, 200 brand e 660 private resellers; con nove eventi in Svizzera e un tour mondiale che ha coinvolto le città di Amsterdam, Berlino, Mosca, Parigi, Varsavia, Colonia, Johannesburg e Rotterdam.

All’interno del White Street Market, il festival milanese dedicato allo streetwear e al fashion svoltosi a metà giugno, i partecipanti hanno avuto l’occasione di assistere a un’esclusiva preview di Sneakerness, che approderà ufficialmente a Milano il 6 e 7 ottobre.

Valorizzare la cultura delle sneakers, abbracciando musica, arte e moda, racchiude in sé concetti e valori importanti, temi di cui si è parlato durante il talk organizzato da Centoeventi “Evolution of design in Sneakers. Sneakers and Pop Culture: Influences, Trend and Icon Brands”.

Il workshop, moderato da Jacopo Pozzati (parte del team di Sneakerness Italia, fondatore di SOTF, Dot Connector & Brand Consultant), ha visto alternarsi sul palco tre importanti ospiti internazionali: Kish Kash, Country Manager di Sneakerness London, Peter Dahlgren (web editor NSS Magazine) e infine Maja Romeike (Senior Product Manager di adidas Originals) che hanno raccontato i loro brand, le loro storie e le loro visioni del mondo della street culture internazionale.

Grazie alla collaborazione con due rinomati stakeholder del settore, Andrea Canziani e Jacopo Pozzati, Centoeventi ha deciso di offrire ad aziende e consumatori una nuova opportunità di incontro e interazione fortemente esperienziale, valorizzando l’importanza del resale market nel mondo, il cui valore attuale si aggira intorno al miliardo di dollari.

“Siamo alla continua ricerca di occasioni e contesti che possano dare risposta alle nuove richieste di un target sempre più esigente e consapevole. Il rapporto tra Brand e consumatori diventa sempre più bilaterale e empatico; da qui la necessità di una continua attività di scounting sul territorio nazionale e internazionale, supportata dalla Company, dedita alla ricerca di format innovativi e in linea con i trend di mercato come Sneakerness. Un evento che diventa un nuovo modello di comunicazione integrata capace di parlare ad un’ampia audience di giovani, appassionati e stakeholder di settore veicolando i valori in cui essi si identificano. La scelta di abbracciare questo progetto è stata dettata dalla combinazione perfetta tra business e entertainment, un grande contenitore funzionale sia per i big brand sia per i private seller”, commenta Dario De Lisi, Chief Strategy Officer di SG Company.

“Dieci anni fa ho avuto l’idea di organizzare un evento dedicato alle sneakers e dopo essermi confrontato con differenti persone riguardo a questo progetto un po’ pazzo, è nato il format Sneakerness. Insieme a Diana, Lukas e Nik abbiamo realizzato nel 2008 a Berna la prima edizione di Sneakerness. Erano gli anni in cui i primi social media come YouTube e Facebook stavano muovendo i primi passi. Di conseguenza Sneakerness si è diffuso rapidamente online e abbiamo ricevuto alcune richieste per replicare l’evento in altre parti della Svizzera. Non ci saremmo mai sognati un simile interesse. Questo successo ci ha super motivati a organizzare l’evento anche oltre confine. Guardateci adesso: nel 2018, Sneakerness sarà presente in circa 10 città. Milano era sulla mia tabella di marcia da molti anni, ma il tempo è la chiave di tutto e finalmente siamo riusciti a portare anche qui l’evento”, conclude Sergio Muster, founder di Sneakerness.

 

articoli correlati

COMMERCE

Netcomm Focus Fashion e Lifestyle 2018: più acquirenti e più vendite online

- # # # # #

netcomm focus

Oggi si è svolto a Milano, a Palazzo Mezzanotte, per il secondo anno consecutivo, il Netcomm Focus Fashion & Lifestyle, l’appuntamento di riferimento per la trasformazione digitale e l’eCommerce delle aziende del fashion, del beauty e del design promosso da Netcomm in collaborazione con Fashion Magazine.

Crescono le persone che utilizzano abitualmente il web per effettuare i propri acquisti: il numero di eShopper nel mondo è salito da 1,77 miliardi del 2017 a quasi 2 miliardi nel 2018, e si prevede che entro il 2022 arriveranno a superare i 2,5 miliardi. Anche le vendite online seguono questo trend: nel 2017 hanno superato i 2.300 miliardi di dollari e si stima che nel 2018 sull’online verranno effettuati acquisti per un valore di oltre 2.800 miliardi (fonte: Statista 2018). Anche il mercato del lusso nel suo complesso segue il trend crescendo in maniera consistente nell’ultimo decennio: la spesa per questa tipologia di beni è salita di quasi 100 miliardi di euro, passando dai 170 miliardi del 2007 ai 262 del 2017.

Il numero di consumatori mondiali che scelgono il web per acquistare capi di abbigliamento, footwear e accessori aumenta con un tasso di crescita annuo medio del 9% tra il 2016 e il 2022: sono passati da 948 milioni nel 2016 a 1.062 milioni nel 2017; le stime per il 2018 li attestano a 1.178 milioni e il trend proseguirà nei prossimi anni fino a toccare la quota 1.580 milioni nel 2022. L’incremento della spesa di questi consumatori in abbigliamento e accessori aumenta a un tasso di crescita annuo medio ancora superiore (12%) tra il 2016 e il 2022, passando da 322.521 milioni di euro (2016) a 377.704 milioni di euro (2017), quest’anno supererà i 435 milioni fino ad arrivare a 645 milioni nel 2022.

“La crescita degli acquirenti online è inarrestabile e più della metà delle persone che scelgono questo canale acquistano prodotti lifestyle” commenta Roberto Liscia, Presidente di Netcomm. “La Cina si conferma il mercato online più importante nel mondo per quanto riguarda il fashion con acquisti per un valore di oltre 176.730 milioni nel 2017, circa il 50% della spesa mondiale in questo settore, ma la crescita delle persone che si rivolgono al web per acquistare abbigliamento, accessori, cosmetica e prodotti di design è una tendenza planetaria e le imprese sono chiamate a cogliere le opportunità offerte dall’ecosistema digitale. I consumatori sono sempre più informati e consapevoli e la maggior parte di essi (il 61%) si aspetta una forte trasformazione del settore indotta dalle nuove tecnologie, con un grande impatto del digitale sui modelli di acquisto. Il 39% vorrebbe servizi di home delivery di alta qualità, il 44% chiede forti programmi di loyalty e il 45% desidera prodotti e servizi sempre più personalizzati. Inoltre, è fondamentale che il negozio fisico si evolva in chiave omnicanale facendo da ponte fra mondo fisico e digitale e ridefinendo le modalità di relazione con la clientela”.

Il negozio è ancora un luogo cruciale (anche alla luce del fatto che nei punti vendita viene effettuato il 63% degli acquisti) ma la rivoluzione tecnologica lo sta riconfigurando: basti pensare al self-checkout e al programma loyalty proposti da Zara, all’integrazione di online e offline di Sephora, che con il suo click&collect permette di acquistare il prodotto sul sito e ritirarlo in 2 ore nel punto vendita, al negozio-entertainment di Adidas o alla virtual reality integrata nei punti vendita di Gucci. L’acquisto è soltanto una parte del processo conversazionale che si instaura tra il cliente, il brand e il venditore e diversi fattori contribuiscono a rendere soddisfacente l’esperienza in negozio: il 58% dei consumatori ritiene importante il pagamento self-service, il 70% apprezza la possibilità di trovare offerte real-time personalizzate, il 57% giudica utili gli schermi per vedere e ordinare prodotti, il 73% vuole addetti alla vendita preparati. Il personale del negozio è portatore di una nuova cultura e deve essere adeguatamente formato, visto che il suo ruolo è fondamentale per la creazione di una relazione rinnovata col cliente, che anche grazie alla tecnologia diventa più esperienziale e caratterizzata dall’erogazione e dalla condivisione di contenuti.

“Il digitale sta offrendo opportunità allettanti a tutte le imprese attive nel settore del fashion, della cosmetica e del design, alcune delle quali esprimono tutta la qualità del Made in Italy”, prosegue  Liscia. “Brand e aziende dovranno essere capaci di ripensare in modo profondo i propri modelli di business e la relazione con il mercato: saranno chiamati ad accorciare i tempi del ciclo che porta dal design allo scaffale”.

Quella della in-store experience è una delle aree di investimento prioritarie per la crescita del Digital Lifestlyle secondo i professionisti del settore, indicata dal 26% del campione; il 60% è convinto che si debba investire sull’integrazione omnichannel e sul marketing digitale, il 34% menziona CRM e programmi di loyalty, il 26% indica brand building e difesa del prezzo e il 24% ritiene importanti investimenti IT per digitalizzare la value chain. Quest’ultimo è un fattore sicuramente cruciale: oltre a offrire la possibilità di disintermediazione attraverso la vendita diretta, a raccogliere grandi quantità di dati sui comportamenti e i desideri degli utenti che permettono di creare offerte coerenti ad essi, le nuove tecnologie consentono infatti di digitalizzare tutta la catena del valore, rendendo i processi più efficienti e rapidi.

“Le aziende dei settori costitutivi del made in Italy e dell’Italian Lifestyle si trovano a dover compiere un doppio salto di qualità”, aggiunge Marc Sondermann, CEO & Editor-in-chief Fashion Magazine e eBusiness Magazine. “Da una parte sono costrette a cambiare pelle in modo profondo, integrando online e offline, dall’altra si trovano obbligate a ottenere quella massa critica imprescindibile per essere preponderanti a livello mondiale nella loro nicchia di riferimento”.

A seguire, le Tavole Rotonde con protagonisti del mercato che hanno affrontato alcuni temi di grande attualità: da Alessandra Domizi, Industry Head Retail and Fashion di Google Italia, che ha ricordato la promozione di Yoox di 5 secondi solamente per conquistare l’oggetto in vendita; a Marco Adami, Senior Product Manager Business Development di DHL Italy, che ha sottolineato il valore aggiunto della vera consegna “su misura”; a Lars Feldscher, Head Astounding Commerce Dach, che ha evidenziato le contraddizioni e le specificità geografiche dei consumatori: come gli Italiani che preferiscono le App per eCommerce (70% vs 52% dei tedeschi), e non “si divertono” a fare shopping online (38% vs 57% USA).

Nel pomeriggio, hanno chiuso la giornata due sessioni alternative, in simultanea, che hanno preso in esame le tante varie declinazioni dell’eCommerce, dalle soluzioni logistiche alle nuove frontiere del retail, all’ultimo miglio dell’eCommerce, fino ai suggerimenti per incrementale le conversion.

 

articoli correlati

BRAND STRATEGY

L’Uomo Vogue e Citroën C3 presentano C3ndy, il primo servizio moda realizzato da un’auto. È un’idea di Havas Milan

- # # # # # # #

Citroën C3

Da questa settimana è in edicola L’Uomo Vogue con il primo servizio di street styling realizzato da un’auto, la Nuova Citroën C3.

Nuova Citroën C3 è l’unica auto con ConnectedCAM Citroën™, una macchina fotografica integrata per fotografare momenti e scorci imperdibili. Ed è anche dotata di un design unico e 33 differenti combinazioni cromatiche. È dall’unione della sua anima tecnologica e la sua vocazione allo stile che nasce C3ndy: il primo servizio di moda creato da un’auto. Realizzato per il più autorevole riferimento internazionale dello stile e del lifestyle al maschile: L’Uomo Vogue.

Gli scatti dello shooting e del progetto C3ndy, diventeranno anche la campagna stampa di Nuova Citroën C3 rendendola così la prima auto ad aver realizzato la propria campagna pubblicitaria.

Credits

Cliente: Citroën
Media Partner: Condé Nast – L’Uomo Vogue
Agenzia di comunicazione: Havas Milan
Direzione Creativa Esecutiva: Giovanni Porro
Direzione Creativa Art: Selmi Barissever
Direzione Creativa Copy: Lorenzo Crespi
Senior Art Director: Salvatore Zanfrisco
Senior Copywriter: Chiara Monticelli
Client Services Director: Manfredi Calabrò
Account Director: Giancarlo Pagani
Account Executive: Elena Pozzi

articoli correlati

AZIENDE

YOOX e Disney insieme per il primo store online di moda e lifestyle

- # # # # #

Nasce il primo store online targato Disney e YOOX

Nasce il primo online store di moda e lifestyle su YOOX, grazie alla collaborazione del portale con The Walt Disney Company EMEA. Accessibile dalla homepage, la vetrina digitale di Disney su YOOX vedrà protagoniste le ultime collezioni speciali di abbigliamento, accessori, scarpe e design realizzate da diversi brand e ispirate a Disney, Disney•Pixar, Star Wars e Marvel.

Diverse le collaborazioni presenti all’interno dell’area dedicata: dalle celebri clutch di Olympia Le Tan che si vestono dei volti e delle atmosfere di Alice nel Paese delle Meraviglie, ai maglioni di Kenzo che hanno come protagonisti i personaggi de Il Libro della Giungla, alle scarpe colorate di Vans ispirate al film di animazione Toy Story Disney•Pixar, o gli orologi Nixon dedicati a Star Wars – solo per citarne alcuni. L’area Disney su YOOX sarà inoltre vetrina di contenuti editoriali dedicati e curati che celebrano il magico mondo Disney, le avvincenti storie di Star Wars e l’epica narrativa di Marvel.

Negli ultimi 70 anni, il mondo Disney, le storie di Star Wars e Marvel, hanno influenzato la cultura popolare di tutte le generazioni attraverso i personaggi iconici, divenendo una fonte d’ispirazione per molti brand di moda e lifestyle, hanno interpretato e incorporato le immagini Disney nelle loro collezioni. Oggi, YOOX diventa la vetrina digitale attraverso la quale gli utenti potranno esplorare queste creazioni esclusive. YOOX è lo store online di lifestyle leader nel mondo di moda, design e arte che ha da sempre dato vita a sinergie inusuali, creative e non convenzionali, cercando sempre di sorprendere i clienti e giocando un ruolo chiave nella relazione delle nuove generazioni con il mondo dell’eCommerce.

“La fantasia di Disney è stata di grande ispirazione quando ho ideato YOOX nel 1999, ed è un enorme piacere per me poter combinare oggi il brand senza tempo Disney e lo spirito innovativo di YOOX, deliziando ulteriormente i nostri clienti con contenuti creativi e prodotti difficili da trovare” dichiara Federico Marchetti, Fondatore di YOOX e Amministratore Delegato di YOOX.
“In Disney amiamo rompere gli schemi creando design innovativi ed inaspettati che rendono meno netta la linea tra prodotti convenzionale e arte, portando la creatività a un livello completamente nuovo” ha dichiarato Francesca Romana Gianesin, Vice President of Fashion & Lifestyle, The Walt Disney Company EMEA. “La nostra collaborazione con YOOX è basata sulla strategia Disney che mette “il consumatore al centro” unita alla conoscenza e alle informazioni che abbiamo sul consumatore adulto e sul suo approccio a Disney e al mondo fashion. Sappiamo cosa vuole questo target e rispondiamo facendo sì che i consumatori possano avere accesso al prodotto che vogliono, quando lo vogliono. Siamo sicuri che le collezioni Disney sapranno al tempo stesso sorprendere e conquistare i clienti del brand e siamo felici di portare un pizzico di magia Disney nelle loro vite”.

“YOOX è da sempre conosciuto per essere stato precursore del concetto delle capsule collection, e questa partnership rappresenta un’evoluzione ulteriore in questo senso poiché offriremo ai nostri clienti la possibilità di accedere a delle collaborazioni di moda e lifestyle davvero speciali. Siamo fieri di questo nuovo traguardo in questo fantastico viaggio che Federico ha iniziato 17 anni fa e che continua ad una velocità incredibile”, dichiara Luca Martines, Presidente Off-Season di YOOX.

articoli correlati

MEDIA

Store-telling in chiave native nel nuovo “la Rinascente Magazine”, in partnership con Condé Nast

- # # # # # # #

la Rinascente

È online il nuovo magazine la Rinascente, nato da una partnership tra Condé Nast e il “miglior department store del mondo” (come lo ha recentemente nominato il Global Department Store Summit 2016). Il Magazine è integrato nel sito corporate de la Rinascente e inaugura l’era dello “Store-Telling”, attraverso una nuova modalità di interazione tra contenuti, brand ed experience in store.

la Rinascente e Condé Nast hanno lavorato in stretta sinergia, sviluppando il concept del Magazine da un punto di vista editoriale e del design. Think Content, il team Condé Nast dedicato ai progetti di Native Content per i brand, ha impostato la content strategy, il tone of voice e le linee guida editoriali insieme al partner e ha creato una Newsroom dedicata.

Il progetto prevede la cura e la produzione di contenuti editoriali pensati e sviluppati su tematiche affini allo store e ai suoi brand. Un destination site che diventa quindi un polo di comunicazione de la Rinascente, attraverso contenuti che spaziano dal fashion al lifestyle, dal design al beauty.

Condé Nast supporterà e svilupperà il Magazine per due anni attraverso un piano di distribuzione dei contenuti all’interno delle proprie properties digitali (vogue.it, vanityfair.it, gqitalia.it) e un piano social all’interno della propria fan base, per rendere il progetto misurabile in base alla visibilità e all’esposizione dei contenuti prodotti.

“A un anno dalla nascita della Unit dedicata al Native Content, questa partnership ci conferma come quest’area di business stia diventando strategica e fondamentale per arricchire il bouquet del nostro asset digitale, che si dimostra elemento di turning point verso un digital habits ricco di nuove opportunità”, spiega Marco Formento, Senior VP Digital di Condé Nast.

Il progetto, partito meno di tre mesi fa, è stato generato dalla necessità del partner la Rinascente di una strategia di branding proiettata a una maggiore visibilità e aderenza fra il proprio Brand, il mondo luxury & fashion e relativa audience. Condé Nast ha risposto con un progetto di Premium Content Experience capace di coinvolgere l’audience con storytelling ad alto tasso di engagement e fortemente integrato alla valorizzazione della customer profilation del department store.

“Raccontare una storia online collegata all’esperienza fisica in-store permette di catturare un’audience sempre più ricettiva nel seguire quei Brand capaci di predisporre experience omni-channel e circolari attraverso i loro touch point. Il contenuto può diventare uno strumento sistemico per rafforzare l’heritage in-store de la Rinascente, valorizzando sul digitale, storie capaci di trasferire un racconto ricco di immagini, interazioni, ispirazioni e call to action verso lo store”, così dichiara Barbara Corti, Digital Product Director di Condé Nast e responsabile della Unit dedicata al Native Content.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

adidas Group lancia il nuovo digital content hub GamePlan-A.com

- # # # # #

adidas

Il Gruppo adidas ha lanciato martedì 10 maggio un nuovo hub di digital content chiamato “GamePlan A”. GamePlan A è un magazine di business lifestyle focalizzato su argomenti che scaturiscono dall’interazione fra Sport, Business e Lifestyle. È rivolto ai “creators ed alle menti imprenditoriali con un cuore di atleta” che condividono la stessa convinzione, secondo cui lo sport dona il potere di cambiare le vite.

GamePlan A non è solo un content hub, è l’espressione di un business lifestyle incentrato sullo sport, vissuto da un gruppo di persone affini: imprenditori, dipendenti e (potenziali) candidati di tutto il mondo. GamePlan A intende unirli, diventando il luogo per eccellenza per incontrare la comunità e trarre insegnamenti, motivazioni e ispirazione.

GamePlan A succede al blog adidas Group, lanciato nel 2011, ed è gestito dal Corporate Communication Department del gruppo adidas. L’attivazione della nuova piattaforma è in stretto contatto con il Talent Acquisition team del gruppo adidas e con le newsroom adidas e Reebok. Il suo contenuto verrà condiviso tramite il canale LinkedIn del gruppo, su Twitter e sul social intranet aziendale “a-LIVE”.

“Sebbene il blog fosse il posto ideale per fornire approfondimenti sull’azienda che sovrintende ai brand del gruppo adidas, la nostra ambizione era di aprire il blog ampliandone il contenuto e creando una base dove la comunità potesse incontrarsi, interagire e condividere esperienze”, ha dichiarato Jan Runau, Chief Corporate Communication Officer del gruppo adidas. “Oltre ai suggerimenti proposti dai dipendenti del gruppo, Game Plan A consente dei nuovi formati ampliando i contenuti con editoriali, redazionali e collaborazioni. Invitiamo quindi tutti i creator e le menti imprenditoriali, con animo da atleta, a partecipare e collaborare”.

Guardando al futuro, il gruppo si concentrerà sulla crescita della comunità promuovendo l’idea che anima GamePlan A, incrementando i punti di contatto con il target di riferimento e ottimizzando il contenuto.

articoli correlati

AGENZIE

Triboo Digitale e Independent Ideas: partnership strategica per un approccio unico al mercato

- # # # # # #

partnership

Triboo Digitale, eCommerce company del Gruppo Triboo, e Independent Ideas, agenzia creativa di Italia Independent Group, hanno siglato un accordo di partnership per sviluppare un approccio unico e inedito al mercato, che mette al servizio di rivenditori online una forte expertise nel design, nel branding e nella promozione di prodotti lifestyle. Un modello che, integrando le competenze della società, supporta il cliente dall’ideazione creativa del prodotto sino allo studio del suo posizionamento, proseguendo nella definizione di iniziative di comunicazione personalizzate e disruptive e nella gestione dell’eCommerce e del digital marketing.

Secondo gliaccordi di partnership Italia Independent Group ha conferito a Triboo Digitale una partecipazione pari al 24% di Independent Ideas (passando quindi dal 75% al 51% del capitale sociale) e ha ricevuto in cambio una partecipazione pari al 3% del capitale di quest’ultima. Sono state inoltre pattuite usuali previsioni in materia di governance e di trasferimento delle partecipazioni nonché definiti meccanismi volti a garantire la liquidità della partecipazione ricevuta da Italia Independent Group nel medio termine.

“Siamo orgogliosi di aver siglato questa partnership con Independent Ideas”, ha dichiarato Giulio Corno, Presidente del Gruppo Triboo. “In loro riconosciamo il DNA che in questi anni ci ha permesso di sviluppare rapporti di alleanza strategica con oltre 200 grandi gruppi industriali per la gestione della comunicazione creativa e dell’eCommerce. Come noi, Independent Ideas ha un approccio moderno e creativo verso la comunicazione di prodotti che tengono alta la bandiera del “Made in Italy” nel mondo”.

“Con grande entusiasmo annunciamo questo importante accordo tra la nostra agenzia creativa Independent Ideas e il Gruppo Triboo, una delle principali realtà italiane digitali”, ha detto Lapo Elkann, Co-fondatore e Presidente di Italia Independent Group. “Una sinergia che ci permetterà di lavorare sia in Italia che sui mercati internazionali con un’offerta unica che unisce creatività, design e branding, oltre a comunicazione digitale. Rinforza anche e ulteriormente la scelta, già avviata nei mesi scorsi, di affidare a Triboo Digitale la gestione dell’e-Store di Italia Independent”.

“La partnership tra Independent Ideas e Triboo definisce un nuovo modello di consulenza strategica e creativa, il punto di incontro tra il mondo della comunicazione online e offline, finalizzato alla promozione e alla vendita di prodotti lifestyle su piattaforma eCommerce.  La nostra sensibilità e competenza in ambito di design, di branding e di advertising si sommano alla comprovata esperienza e alla capacità di gestione e di performance delle piattaforme digitali del Gruppo Triboo”, ha commentato Alberto Fusignani, Co-fondatore e Amministratore Delegato di Independent Ideas.

 

articoli correlati

ENTERTAINMENT

AOL e LiquidThread firmano un progetto di branded content e native adv per Police

- # # # # # # #

AOL - Police

Police sceglie per la prima volta AOL, per una campagna di branded content e native advertising legata al mondo del calcio. Police collabora infatti con Neymar Jr, il celebre calciatore brasiliano attaccante del FC Barcellona, che è il testimonial 2016 per le linee di occhiali del brand.

Il progetto, creato in collaborazione con LiquidThread, divisione progetti speciali di Starcom Italia, punta su un innovativo approccio al branded content attraverso non solo la sponsorizzazione in esclusiva per tutto il periodo di campagna nella sezione calcio di MSN, ma anche con la produzione di contenuti di qualità realizzati ad hoc per Police dal team di AOL.

Un mix di soluzioni native e contenuti multimediali esclusivi basati su intrattenimento/lifestyle ma sempre legati al mondo del calcio: post editoriali, curiosità e fotogallery e contenuti multimediali che riflettono il posizionamento, i valori di Police e legati al testimonial Neymar Jr. Una serie di attività che, distinguendosi da soluzioni più tradizionali, permetterà a Police di interagire con i lettori della sezione calcio di MSN.

Il progetto di comunicazione integrato si caratterizza anche per la produzione di suvey/poll mensili che consentono di porre una domanda agli utenti di MSN su qualsiasi argomento di interesse del brand (La scelta degli occhiali giusti per te: come devono essere? Occhiali per l’estate: quale stile preferisci?) e danno al brand la possibilità di vedere in tempo reale qual è il sentiment generale, completando in questo modo la branded experience e assicurando un alto tasso di engagement.

Sempre in quest’ottica si è previsto di inserire nella branded experience i feed di Facebook o Twitter di Police, creando un hub integrato e contestualizzato con tutti gli altri strumenti di comunicazione.

Inoltre, per allargare la reach e garantire maggiore visibilità al brand, è stata sviluppata una pianificazione media che ha posto grande attenzione anche alla parte mobile con formati impattanti anche su diverse properties AOL tra cui Skype.

“Abbiamo messo al servizio di Police e dei lettori di MSN tutta la nostra competenza e la nostra capacità di produrre contenuti esclusivi, e di inserirli in un contesto di comunicazione unico per qualità e quantità”, spiega Christina Lundari, Managing Director di AOL Italia. “Iniziative come questa realizzata per Police sono la conferma della qualità assoluta che AOL sa esprimere in tema di branded content e native advertising”.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

De Rigo sceglie MIDO 2016 per svelare la sua nuova identità di marketing

- # # # # #

De Rigo

De Rigo, tra i leader mondiali dell’occhialeria di alta gamma, ha scelto MIDO 2016 per presentarsi come mai prima d’ora: oltre che dei brand di prodotto, infatti, in questa occasione si è parlato di De Rigo come marca, dei suoi valori, della sua storia, della sua unicità.

Come ha spiegato Barbara De Rigo, Direttore Marketing House Brands: “Da questo momento desideriamo esprimere ancora meglio, sia nei confronti dei key-player di settore sia dei clienti finali, gli elementi chiave e i valori della nostra azienda. Le nostre creazioni, infatti, riflettono una storia imprenditoriale fatta di persone, relazioni di valore, ricerca continua, processi creativi artigianali, brand inimitabili, innovazione stilistica ed eccellenza qualitativa”.

Un approccio inedito che è stato sintetizzato nel concept e payoff “We share the vision” e che ha guidato il restyling del logo aziendale e del sito web e che culminerà nell’apertura dei profili social ufficiali. Questi importanti cambiamenti sul fronte brand image si sono riflessi anche nello stand della fiera, completamente rinnovato e in cui sono state presentate le collezioni dei brand in portfolio.

Forte dei marchi di grande spessore di cui è fiera produttrice e distributrice, dagli house brand ai brand in licenza, in occasione di MIDO 2016 l’azienda ha deciso quindi di accendere i riflettori anche sui valori intrinsechi al proprio marchio: l’anima internazionale, presente ormai in tutto il mondo con numerose filiali, e la sua grande attenzione alle persone, alle relazioni, alla condivisione di un punto di vista comune. Il logo parla di altri due tratti distintivi di De Rigo: stabilità e sicurezza, punti di forza che dal 1978, anno in cui è stata fondata, le hanno permesso di portare ovunque lo stile e la passione italiana per l’occhialeria.

A partire dalla metà del mese di marzo De Rigo sarà presente su Facebook, Instagram e LinkedIn con i propri profili aziendali per avvicinarsi ancora di più a tutti i suoi interlocutori, instaurare con loro un dialogo diretto e comunicare con continuità valori aziendali e aggiornamenti di prodotto.

articoli correlati

MEDIA

QNM.it si rifà il look, con una grafica più immediata e l’ottimizzazione per il mobile

- # # # # #

Nuovo look e nuovi contenuti per qnm.it, il digital magazine di NanoPress punto di riferimento per tutti gli appassionati di lifestyle maschile.

Il portale è stato completamente rinnovato sia dal punto di vista contenutistico che grafico, offrendo un nuovo layout adaptive e responsive, per una perfetta fruizione anche da mobile; la nuova release offre inoltre un’esperienza di navigazione più intuitiva e immediata e dal forte impatto visual, con immagini e video in primo piano. Coerentemente con la propria mission, all’insegna dello stile più esclusivo, il nuovo QNM presenta ora a livello estetico una grafica elegante e attraente e al contempo più chiara e semplice.

Tante le nuove rubriche su moda, sport, salute e benessere e in generale sul lifestyle (hi-tech, motori, viaggi…); arricchiscono inoltre il portale fotogallery, contenuti video esclusivi, test & quiz, speciali, approfondimenti e la sezione news sul mondo maschile. La qualità dell’informazione e un rinnovato approccio social sono garantiti da una redazione dedicata, capace di rivolgersi a un target sempre più vasto e curioso sulle nuove tendenze maschili, come dimostrano i numeri raggiunti da QNM, 1.800.000 browser unici e 16.700.000 pagine viste al mese (Google Analytics, ottobre 2015).
Tutto il restyling è stato studiato per garantire una maggiore viewability dei formati advertising in pagina.

Per soddisfare le esigenze dei brand sponsor, il gruppo Trilud, che prosegue quindi nel restyling dei siti di tutto il suo network, mette a disposizione su QNM contenuti ad hoc per dare visibilità ai propri partner, attraverso speciali editoriali realizzati appositamente per product placement, contenuti video, pubbliredazionali, visibilità sui social.

articoli correlati

AGENZIE

Puro affida a Connexia PR, Digital PR e le attività Social di Instant content

- # # #

Si inaugura la collaborazione tra Connexia e Puro, brand modenese leader nel settore degli accessori per dispositivi mobili. Forte di un’expertise trasversale in ambito tech, lifestyle e moda, Connexia prende in carico le attività di media relation di Puro con l’obiettivo di rafforzarne la presenza sui media e blog di riferimento, far emergere i suoi punti di forza rispetto ai numerosi competitor del mercato e supportare il brand nella diffusione del design made in Italy anche per smartphone e tablet.

Connexia si occuperà inoltre di monitorare costantemente i principali media, le attività social dei top influencer, nonché calendarizzare eventi e festività per realizzare contenuti social ad hoc per Puro in grado di cavalcare temi sulla bocca di tutti.

“Siamo molto orgogliosi della collaborazione con Puro, che vede una gestione integrata di tutte le attività di comunicazione, quindi PR, Digital PR e Social Instant Content. Possiamo così elaborare strategie e contenuti nativi multicanale e data driven, grazie a un’attenta analisi degli insight e a una profonda conoscenza dello scenario media in ambito tech, lifestyle e moda”, dichiara Paolo d’Ammassa, CEO & Founder di Connexia.
“Siamo certi che collaborare con un partner digital oriented e dal forte background tech e fashion aumenterà la visibilità di Puro sul mercato, mettendo in risalto tutti i plus di un’offerta variegata e innovativa”, dichiara Aurelio Goldoni, Presidente di Puro.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Geox lancia il nuovo magazine trimestrale. A metà luglio il primo numero

- # # # #

Geox Magazine è un importante strumento di comunicazione e condivisione per raccontare al grande pubblico la filosofia, i prodotti e i progetti presenti e futuri del marchio attraverso una ricca serie di immagini e testi editoriali che, come in un vero e proprio fashion & lifestyle magazine, spaziano dagli articoli monografici alle interviste, passando per i servizi di moda e le pagine shopping. In particolare, i prodotti delle collezioni uomo, donna e bambino di Geox saranno contestualizzati all’interno di storie ed esperienze di vita vera, in un viaggio attraverso il mondo che toccherà le città più importanti della mappa dello shopping internazionale, a partire da Milano.

Il progetto nasce con l’obiettivo di descrivere ai clienti finali lo straordinario connubio tra tecnologia brevettata, moda e benessere, racchiuso nel concetto “Improve your life”: uno statement di stile e innovazione che da sempre contraddistingue la creazione di calzature e capi di abbigliamento dalle inconfondibili proprietà traspiranti e termoregolanti, studiate e sviluppate per assicurare l’equilibrio tra comfort e design contemporaneo ad ogni passo e movimento della quotidianità.

Al primo numero, previsto per metà luglio con la stampa di circa 360.000 copie, seguiranno le uscite di Ottobre, Gennaio e Aprile, dedicate a tutti i clienti Geox sia in Italia sia all’estero, e per questo tradotte dall’italiano anche in inglese, francese, tedesco, spagnolo e portoghese.

Geox magazine sarà distribuito attraverso i principali canali retail di Geox – DOS e franchisee – nonché spedito direttamente a casa di tutti i clienti benefeet ed eCommerce, dagli Stati Uniti e al Canada, fino ai principali mercati del marchio nel Far East, come Hong Kong e il Giappone.

Oltre al numero cartaceo, diretto da Johan Månson, sarà inoltre disponibile una versione online sul sito ufficiale geox.com, i cui contenuti saranno simultaneamente condivisi sui social media di Geox, attraverso le webmail per i clienti e sulla futura APP per iPhone e iPad che permetterà la visione interattiva delle diverse storie e la possibilità di acquistare i prodotti del magazine con un link diretto all’eCommerce geox.com.

“Siamo orgogliosi di aver creato questo nuovo strumento di contatto tra l’azienda e il consumatore finale”, dichiara Mario Moretti Polegato, Presidente e fondatore di Geox. “Attraverso le pagine del Geox Magazine ci sentiremo ancora più vicini ai nostri clienti, non solo per l’opportunità di illustrare in modo accattivante come sviluppiamo le nostre tecnologie e come immaginiamo i nostri prodotti, ma anche per il piacere di condividere la nostra visione, la ricerca continua, l’impegno nel sociale, i progetti e gli avvenimenti più significativi, con l’augurio di interessarli e coinvolgerli sempre di più”.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Pithagorà: nuova insegna e nuovo format di calzature sportive nella galassia PittaRosso

- # # # # # #

Pithagorà è il nuovo format di calzature sportive lanciato da PittaRosso. Ospiterà al suo interno scarpe running e lifestyle dei principali marchi sportivi (Nike, Adidas, Asics, Diadora, Puma, Brooks, New Balance, Reebok, Vans, Superga), una selezione in grado di soddisfare sempre e comunque il bisogno di libertà, sia che si tratti di una corsa impegnativa sia di una passeggiata rilassante. Il tutto condito da un tocco di tecnologia. All’interno del punto vendita sarà presente personale esperto e qualificato per assistere il cliente nella scelta delle calzature, anche con l’ausilio di un tapis roulant di ultima generazione dotato di webcam incorporata in grado di creare video. Il cliente potrà utilizzare questo sofisticato strumento con le proprie scarpe e il commesso sarà in grado, tramite quanto registrato, di valutare appoggio, movimento del piede e modalità di corsa (neutra, prona, supina) consigliando così la tipologia di scarpa più adatta.

“Pithagorà è un nuovo format qualificato di calzature sportive che va ad affiancare il format classico di PittaRosso”, dichiara l’Amministratore Delegato Andrea Cipolloni. “È una nuova insegna che vivrà di vita autonoma e al cui interno si troveranno tutti i modelli alto di gamma. Ci andiamo a inserire in un segmento di mercato al momento non completamente presidiato. Il target a cui ci rivolgiamo è un cliente che può essere sia giovane, alla ricerca della sneaker alla moda, ma anche un cliente maturo, alla ricerca della scarpa da running o della sneaker classica per il week-end”.

Sviluppato su una metratura di 200 mq. a libero servizio assistito, con un format completamente innovativo per questo settore, il progetto è stato curato dallo studio di architettura De Francescco+Silva che fin da subito ha interpretato la nuova filosofia dell’azienda e realizzato il layout dei punti vendita.

Il lancio di Pithagorà sarà supportato con la collaborazione dei principali brand, dalla realizzazione di eventi sportivi e gare podistiche. In particolare sabato 11 aprile verrà organizzato, in collaborazione con Diadora, in occasione dell’inaugurazione del primo negozio Pithagorà, una 5 miglia di corsa, circa 8 km, con Gelindo Bordin, oro olimpico alla maratona di Seoul 1988. L’occasione è il 25° anniversario della vittoria di Bordin alla Maratona di Boston.

La partenza e l’arrivo sono previsti dal negozio Pithagorà, Centro Le Vele in Via Marconi, a Desenzano, con un numero chiuso di 300 partecipanti. Per iscriversi è sufficiente inviare una mail all’indirizzo eventi@pithagora.it o andare sul sito www.pithagora.it. Una T-shirt save the date sarà consegnata a tutti gli iscritti. L’appuntamento è per le ore 11,00 di sabato 11 aprile.

articoli correlati