MEDIA 4 GOOD

Fattoria Scaldasole a fianco di LifeGate per promuovere la sopravvivenza delle api

- # # # #

Fattoria Scaldasole

Anche quest’anno Fattoria Scaldasole pensa all’ambiente e a chi lo abita, sostenendo un progetto che tocca i tanti valori di cui l’azienda si fa portavoce da ben trent’anni: il biologico, la sicurezza ambientale e la promozione della biodiversità.

Con la campagna “Bee my Future”, ideata da LifeGate, Fattoria Scaldasole s’impegna a preservare la vita delle api e il loro prezioso lavoro di impollinazione che gioca un ruolo essenziale negli ecosistemi, dato che più dell’80% delle coltivazioni destinate a nutrire l’uomo conta proprio sul loro intervento in natura.

Un dato allarmante segnala, però, che un’ape europea su dieci è a rischio di estinzione (fonte Unione Europea). Non a caso gli stessi apicoltori hanno riscontrato negli ultimi dieci-quindici anni un progressivo aumento della moria delle api, dovuta principalmente ai cambiamenti climatici e all’utilizzo di pesticidi chimici in agricoltura.

“Crediamo fortemente in questa iniziativa di grande valenza ambientale, etica e sociale – afferma Jean Paul Rippert, Amministratore Delegato di Fattoria Scaldasole – perché dalla sopravvivenza delle api dipende il nostro futuro. Del resto, se il numero di api continuerà a diminuire, molti alimenti rischieranno di sparire dalle nostre tavole. Non solo il miele, ma anche frutta e verdura e persino i prodotti caseari come il nostro yogurt. Per questo, la nostra azienda si fa ambasciatrice di un cambiamento di rotta che deve seguire la promozione di un’agricoltura biologica, capace di garantire il futuro a questi instancabili insetti e alla nostra società”.

Infatti, nelle coltivazioni biologiche, si registrano sette volte più insetti impollinatori, tra cui api e bombi, cinque volte più farfalle, sette volte più merli, cinciallegre, scriccioli. E i fiori crescono in quantità tre-quattro volte maggiori (dati Aiab – Associazione italiana per l’agricoltura biologica).

In concreto, Fattoria Scaldasole sosterrà il progetto Bee my Future contribuendo, per un anno, alla gestione di arnie affidate ad una rete di esperti apicoltori hobbisti, selezionati da LifeGate e da A.P.A.M. – Associazione Produttori Apistici della Provincia di Milano, con l’impegno di allevare le api e produrre miele seguendo i principi del biologico.

Il progetto prevede l’acquisto degli sciami e delle attrezzature necessarie, tra cui arnie e indumenti di protezione, l’assistenza tecnica all’apicoltore, la verifica e il monitoraggio delle attività e del loro stato di salute.

articoli correlati

AZIENDE

Nasce LifeGate Experience per un turismo responsabile e a basso impatto ambientale

- # # #

viaggi di LifeGate Experience

Nell’anno internazionale del turismo sostenibile, LifeGate lancia un’iniziativa finalizzata a promuovere concretamente la diffusione delle pratiche del turismo responsabile e a basso impatto ambientale semplificando l’accesso a queste esperienze di viaggio e soggiorno.

Si tratta di proposte di viaggio “sostenibili” sviluppate in collaborazione con tour operator specializzati in turismo responsabile, che LifeGate seleziona e mette a disposizione della propria community attraverso una sezione dedicata del portale web.

Con queste proposte “chiavi in mano”, LifeGate vuole permettere anche a chi non ha tempo o l’esperienza per pianificare una vacanza green in modo autonomo, di avvicinarsi al turismo sostenibile in modo tranquillo e sicuro. La selezione dei viaggi da parte di LifeGate è una garanzia del fatto che tutte le proposte rispettino i principi sociali e ambientali riassunti nel Manifesto del turismo sostenibile, con l’obiettivo di valorizzare il territorio, la cultura o la popolazione del luogo di destinazione, senza danneggiarne in alcun modo le risorse. Scelta di itinerari culturali e artistici insoliti e fuori dal comune, forme di mobilità “dolce”, adozione di menù a km zero, con alimenti di stagione e biologici: sono questi gli ingredienti dei viaggi proposti da LifeGate.

Inoltre, ogni viaggio può prevedere la partecipazione di un LifeGate Ambassador che condividerà con i viaggiatori i valori propri di LifeGate, trasformando così la vacanza in un’autentica LifeGate Experience a 360 gradi. Non ultimo, una quota di ogni viaggio andrà a beneficio di progetti ambientali attivati da LifeGate in Italia e nel mondo quali, ad esempio, Foreste in Piedi e Impatto Zero®.

“Abbiamo deciso di fare un passo importante: partecipare sempre più concretamente allo sviluppo del turismo sostenibile perché siamo persuasi che sia il modo migliore di conoscere il mondo senza pesare sul pianeta. Questo settore infatti è in grado di fare da volano alla crescita economica dei territori e di restituire dignità alle comunità locali. La presenza dei LifeGate Ambassador è la migliore conferma che questi viaggi non sono meri prodotti turistici intermediati, ma una vera e propria estensione alla vacanza dello stile di vita sostenibile che promuoviamo dal 2000”, ha commentato Enea Roveda, CEO di LifeGate.

Gli itinerari green già attivi
– Da Firenze a Siena, in viaggio tra echi di Medioevo e Rinascimento (10/15 ottobre 2017). Questa proposta prevede un trekking agevole e per nulla esasperato da Firenze a Siena tra le colline, i borghi e le pievi del Chianti. Nei sei giorni e cinque notti dell’itinerario, infatti, i viaggiatori, accompagnati da Mauro Cara, guida ambientale escursionista esperto, avranno tempo e modo di soggiornare in piccole strutture che rispecchiano i valori del Manifesto del turismo sostenibile, gustare i piatti locali ed entrare amabilmente a contatto con le persone del luogo.

Weekend a Venezia in occasione della Biennale (10/12 novembre 2017). Viaggio breve ed emozionante perfetto per gli appassionati d’arte e per chi desidera vivere una delle città più belle del mondo attraverso una proposta di slow tourism che affianca la visita alla Biennale e dell’Arsenale, accompagnati da Guido Galiberti, da oltre 40 anni esperto d’arte moderna e contemporanea (curatore di mostre per musei e fondazioni e consulente di collezionisti, case d’asta e gallerie internazionali) a una giornata interamente dedicata alla scoperta di una Venezia insolita, più intima e a misura d’uomo, lontana dai percorsi “tipici”, alla scoperta dei Nizioleti accompagnati da guide naturalistiche ambientali del tour operator di riferimento.

– L’Eritrea tra storia, architettura e fotografia (1/10 dicembre 2017). Il viaggio propone un vero e proprio itinerario indietro nel tempo tra storia, architettura, natura e fotografia. Dall’altopiano di Asmara alla città di Massaua, sul Mar Rosso, l’Eritrea è un lembo d’Africa che continua a portare impressa l’impronta del nostro passato coloniale. L’itinerario sarà arricchito da un workshop di fotografia e di scrittura coordinato dal fotografo professionista Massimo Bicciato, nato ad Asmara da una delle prime famiglie migrate nel Paese a fine Ottocento e quindi profondo conoscitore di queste terre. Un “ambasciatore” molto speciale accompagnerà i partecipanti: Enea Roveda, che oltre ad aver dedicato la propria vita a promuovere i valori della sostenibilità è anche un grande appassionato di fotografia.

Un fitto calendario di opportunità di viaggio è in programma per il 2018; le proposte, pubblicate all’interno della sezione di LifeGate Experience con schede di approfondimento e dettagli sugli itinerari, consentiranno i lettori di pianificare le proprie vacanze in modo responsabile.

 

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Anche Saturnino sceglie l’energia sostenibile di LifeGate

- # # #

Saturnino sceglie l’energia sostenibile di LifeGate

Saturnino Celani lancia il suo appello a sostegno dell’energia green dai suoi canali social e da quelli di LifeGate; dopo La Pina e Diego, infatti, anche il musicista ha realizzato un video con LifeGate  per spiegare a tutti suoi fan perché è passato all’energia 100% rinnovabile di LifeGate per la propria casa.

Nel video, Saturnino ci spiega con il linguaggio della musica la differenza tra energia da fonti fossili e l’energia rinnovabile, ricavata da sole, vento e acqua: i suoni distorti e dissonanti legati all’energia ‘sporca’ tradizionale contrastano con una melodia limpida e pulita come l’energia 100% rinnovabile 100% italiana di LifeGate. “Avete sentito che differenza? ” commenta Saturnino.

Passare all’energia green vuol dire risparmiare CO2

“Siamo felici che anche un artista come Saturnino sia al nostro fianco nella battaglia per le rinnovabili. Saturnino ha scelto LifeGate Energy per la sua casa ma soprattutto ha deciso di aiutarci a spiegare quanto sia importante farlo. Scegliere energia pulita è l’azione più importante che ognuno può fare in 5 minuti: per ogni casa vuol dire risparmiare al pianeta 1380 kg di emissioni di CO2 all’anno. Se aderissero tutte le 604.510 abitazioni di Milano (dati del Comune di Milano, 2015), si otterrebbe un risparmio ‘monstre’ di oltre 830.000 tonnellate all’anno di CO2 in meno, come togliere dalla strada quasi 700.000 auto che percorrono 10.000 km all’anno”, afferma Simone Molteni, direttore scientifico di LifeGate.

Insieme abbiamo l’energia per cambiare il mondo. Per questo lo stesso Saturnino chiude il video con questo augurio: “Sarebbe bello se tutti seguissero questa musica!”

Il video, inoltre, ci ricorda che passare all’energia sostenibile e italiana di LifeGate non comporta nessuno sforzo: bastano infatti 5 minuti per cambiare fornitura di energia a #sbattimentozero!

articoli correlati

AZIENDE

La Pina e Diego scelgono l’energia sostenibile di LifeGate

- # # # #

energia sostenibile LifeGate

Da oggi la sostenibilità è cool e #sbattimentozero. La Pina e Diego, i due conduttori di Pinocchio, spiegano perché hanno scelto l’energia 100% rinnovabile di LifeGate per le loro case.

“Scegliere energia pulita per la propria casa è semplice, veloce ed efficace: in 5 minuti sei più sostenibile che se usi la bici invece dell’auto per 12.000 chilometri l’anno. Pedala, Diego!”, dice la Pina, al secolo Orsola Branzi, nel video realizzato con Diego Passoni.

Le due voci di Radio Deejay invitano ognuno a fare la propria parte per contribuire a un ambiente migliore. Ma con una consapevolezza nuova: essere green oggi è alla portata di tutti, anche di chi ha una vita frenetica e va sempre di fretta. Da qui gli hashtag #LifeGate5minuti e #sbattimentozero, parole chiave di questo messaggio.

“Siamo molto contenti che La Pina e Diego ci aiutino a far capire quanto è importante scegliere energia rinnovabile per la propria casa. Di tutte le azioni quotidiane che possiamo fare per essere più green, infatti, è questa la più efficace. Fortunatamente, è anche l’azione più semplice e veloce: LifeGate ha trovato una modalità online che richiede solo 5 minuti su energy.lifegate.it. Essere green non dev’essere sinonimo di sforzi e privazioni. Le persone sono stanche della ‘seriosità’ che contraddistingue un certo ambientalismo. Lamentarsi senza proporre soluzioni concrete non serve a niente”, afferma Simone Molteni, direttore scientifico di LifeGate.

È necessario focalizzare l’attenzione all’ambiente in gesti concreti e facili da realizzare, ma che portino risultati significativi. La Pina e Diego hanno trovato il linguaggio giusto per spiegarlo al pubblico del web.

Dal 31 gennaio chi sceglie l’energia di LifeGate ha diritto a un codice per noleggiare film per sei mesi su CHILI.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Hello Bank! in difesa delle api e della biodiversità con Bee My Future

- # # # # #

hello!

Le api sono fondamentali per il futuro dell’ambiente e della nostra sicurezza alimentare: una consapevolezza, questa, che si va diffondendo di pari passo con le notizie preoccupanti che raccontano i fenomeni di mortalità e di spopolamento degli alveari dovuti ai trattamenti fitosanitari, all’andamento climatico, alle malattie delle api stesse o alle pratiche apistiche.

Hello bank!, la Banca 100% digitale del Gruppo BNP Paribas, si è messa al lavoro per sostenere in qualità di sponsor il progetto “Bee my Future” promosso da LifeGate, network di comunicazione per lo sviluppo sostenibile delle imprese, che tutela le api allevandole in contesti urbani seguendo metodi biologici.

Bee my Future è un progetto di tutela delle api in contesti urbani, che si avvale di una rete di esperti apicoltori hobbisti iscritti all’Associazione partner, APAM. Gli alveari sono localizzati all’interno della provincia milanese: in questo modo si può dimostrare che è possibile allevare e tutelare le api anche in zone limitrofe alle città, senza la necessità di ricorrere a sostanze di sintesi per la cura delle api e quindi attenendosi ai principi dell’allevamento biologico.

I recenti risultati preliminari di uno studio internazionale sulle morie di colonie nell’inverno 2015-2016 forniti dall’Associazione per la ricerca sulle api COLOSS, per esempio, mostrano che sono state perse ben l’11,9% delle 399.602 colonie gestite dai mebri dell’Associazione.
Secondo le stime FAO, delle 100 specie di colture che forniscono il 90 % di prodotti alimentari in tutto il mondo, 71 sono impollinate dalle api e la maggior parte delle colture nell’Unione europea dipende dall’impollinazione degli insetti. Se il loro numero continuasse a diminuire, molto presto non potremmo più gustare molti alimenti come ad esempio i frutti di bosco, le castagne, le mele, i pomodori, le mandorle, le zucchine e molta altra frutta ed ortaggi.

Uno scenario che Bee my Future vuole scongiurare. Aiutare è facile: tutti i nuovi clienti che apriranno un conto corrente Hello bank! entro il 15/12/2016, potranno partecipare al progetto LifeGate adottando 1000 api e contribuendo così alla loro tutela e conservazione. I nuovi correntisti che sceglieranno di sostenere questa iniziativa, riceveranno un certificato di adozione, un vasetto di miele prodotto dalle api che sono state adottate oltre a preziosissimi spunti per riciclare e riutilizzare packaging e vasetti di vetro, in perfetto stile green!

Inoltre, sarà possibile seguire le fasi dell’allevamento sulla pagina di LifeGate e sui suoi social (Facebook, Instagram e Twitter, con l’hashtag #beemyfuture)

 

articoli correlati

AZIENDE

LifeGate e Copernico: partnership nel nome della sostenibilità

- # # # #

Copernico - LifeGate

LifeGate, punto di riferimento in Italia sui temi della sostenibilità, media network di comunicazione e fornitore di servizi concreti, sia nel campo della consulenza e comunicazione, sia nella vendita di energia rinnovabile ed efficientamento energetico e Copernico-Where Things Happen, piattaforma dedicata allo smart working e azienda italiana leader nella gestione di immobili a uso ufficio, annunciano l’avvio di una partnership legata all’integrazione di una visione condivisa di sviluppo e innovazione sostenibile.

La partnership prenderà corpo da qui ai prossimi mesi partendo da progetti legati all’energia rinnovabile e all’alimentazione sostenibile. In particolare con riferimento a quest’ultimo tema, l’attività sarà focalizzata sulla condivisione di contenuti e progetti innovativi riguardanti il settore alimentare e il food service.

LifeGate, infatti, metterà a disposizione di Copernico – Where Things Happen la propria expertise, fornendo consulenza sia nella redazione delle linee guida di menù sostenibili a supporto dei servizi di ristorazione di Copernico – Where Things Happen presenti nelle realtà di Copernico Milano Centrale, Blend Tower e Clubhouse Brera, sia per quanto concerne la strumentazione a corredo e i prodotti sostenibili.

LifeGate, inoltre, affiancherà Copernico – Where Things Happen nella stesura di una Carta d’intentità sull’alimentazione, documento che declinerà i valori di riferimento e gli impegni che Copernico si assume nella gestione delle proprie attività in campo alimentare.

La partnership prevede anche lo sviluppo e condivisione di progetti ed eventi innovativi come l’adesione del servizio di catering dell’azienda al progetto Impatto Zero®, l’iniziativa di LifeGate che calcola, riduce e compensa le emissioni di CO2 generate dalle attività di persone ed enti, eventi e prodotti, aziende e organizzazioni.

Presso Clubhouse Brera sarà organizzato un ciclo di incontri nei quali personaggi di spicco saranno chiamati a raccontare la loro esperienza nel campo dell’innovazione sostenibile. La prima di queste conferenze è in programma per il prossimo 13 settembre con l’intervento di Giorgio Santambrogio, accademico e AD di Gruppo VéGé, che parlerà di sostenibilità nella GDO.

Un altro ciclo di incontri all’insegna dell’informalità e della condivisione della conoscenza avrà luogo presso gli spazi di Copernico Milano Centrale. Si tratterà di learning lunch organizzati durante la pausa pranzo, nei quali un ospite introdurrà un tema con un breve intervento per poi lasciare spazio al dibattito tra i commensali. Il primo incontro in calendario è previsto il 21 settembre con lo speech di Stefano Corti, General Manager di LifeGate, sui risultati del secondo Osservatorio nazionale sullo stile di vita sostenibile.

“Sono entusiasta dell’accordo raggiunto con Copernico perché è il punto di partenza di una collaborazione tra due aziende animate dallo stesso spirito smart e innovativo”, dichiara Enea Roveda, CEO di LifeGate. “Tra noi e Copernico era in atto da tempo un percorso di avvicinamento e da oggi iniziamo a lavorare congiuntamente su un tema fondamentale come l’alimentazione sostenibile, ineludibile per la salute del genere umano e per il futuro del pianeta”.

“La partnership con LifeGate è una prima testimonianza dell’impegno che Copernico – Where Things Happen assume verso la creazione di un futuro più sostenibile e innovativo”, afferma Pietro Martani, CEO di Copernico. “Questo accordo con LifeGate ha per noi è un valore molto importante perchè LifeGate è per il suo commitment sinonimo di sostenibilità”.

articoli correlati

AZIENDE

Alce Nero avvia un’importante partnership editoriale con LifeGate

- # # # #

LifeGate

In occasione del Salone Internazionale del Mobile, nel cuore di via Palermo, epicentro vivissimo e affollato del Fuorisalone di zona Brera, LifeGate media network e Advisor per lo sviluppo sostenibile delle imprese, apra eccezionalmente al pubblico le porte della propria prestigiosa sede, al 4° piano del civico 8.

L’occasione è data dall’annuncio di una nuova partnership editoriale siglata con Alce Nero, brand che dal 1978 sviluppa la ricerca, la produzione e la diffusione di una vasta gamma di prodotti alimentari biologici avendo come obiettivo la sostenibilità ambientale nella convinzione che ciò che fa bene all’uomo, fa bene al pianeta.

“Equilibrio in movimento: real food, real people, real emotion” è il titolo della mostra/evento organizzata da Alce Nero in collaborazione con LifeGate. L’iniziativa sarà aperta al pubblico negli spazi di LifeGate per tutto il corso del Salone del Mobile, dalle 18 alle 22 durante la settimana, il sabato dalle 11:00 alle 22 e la domenica dalle 11:00 alle 20:00. Si tratta di un percorso costituito da illustrazioni, immagini fotografiche, storie digitali e video racconti. Un viaggio iconografico attraverso i territori, le tecniche agricole, i volti e i frutti di un’agricoltura biologica attenta e autentica, responsabile del mondo in cui viviamo.

Inedito il contributo di LifeGate alla mostra: per la prima volta, di ogni prodotto alimentare si analizzeranno non già le calorie, i grassi, le proteine, bensì i parametri innovativi e interessanti in termini di dinamiche di relazione con la terra d’origine, l’ambiente e la salute.
Il contributo di LifeGate evidenzierà infatti il ranking di sostenibilità del prodotto alimentare e il ranking di felicità emotiva che il prodotto procura.

Quello ideato da LifeGate per Alce Nero sarà in sostanza un “calcolatore di equilibrio”, che permette la rilettura del cibo mettendo in campo il parametro della relazione: la relazione prima di tutto tra chi quel cibo lo produce e chi lo porta in tavola; ma prima ancora la relazione fra chi coltiva la terra e l’ambiente, un equilibrio dinamico e delicato da cui dipenda la sostenibilità del nostro futuro.

I temi anticipati dalla mostra, saranno sviluppati a partire da metà aprile con il lancio del nuovo magazine di Alce Nero: “equilibrio in movimento” e diffusi sul portale LifeGate e sui canali social – un network a cui fa capo una community di oltre cinque milioni di persone in continua crescita – con articoli di approfondimento scientifico, con la collaborazione di firme del calibro di Attilio Speciani e Stefania Piloni a cui sarà affidato il compito di illustrare le diverse sfumature del concetto di rapporto dinamico tra tutte le componenti del cibo, il suo impatto sull’ambiente e di conseguenza sulla vita quotidiana a conferma della necessità di ripensarlo nella sua complessità.

“Quando si parla di cibo – ha dichiarato Lucio Cavazzoni, Presidente di Alce Nero – non si parla “di solo cibo” ma di persone, salute e ambiente, elementi che sono insieme in uno straordinario equilibrio sempre in divenire. Il cibo contiene orizzonti da esplorare e conoscere e può rappresentare uno straordinario veicolo di consapevolezza per il benessere di tutti noi e per l’ambiente. Per questo abbiamo scelto di raccontarlo in collaborazione con LifeGate da sempre baluardo nella progettualità ambientale innovativa”.

“Il cibo e la sostenibilità sono strettamente interconnesse tra loro”, ha puntualizzato Simona Roveda, Direttore editoriale di LifeGate. “Grazie all’esperienza di Expo, oramai è universalmente diffuso il concetto secondo il quale sia essenziale adottare una dieta che sia sostenibile per il nostro pianeta. Accorgimenti come diminuire il consumo di carne e prediligere alimenti a km 0 e/o provenienti da agricoltura biologica, contribuiscono a diminuire sensibilmente l’impronta idrica e ambientale della nostra dieta. È proprio per approfondire questa consapevolezza che abbiamo intrapreso questa partnership editoriale con Alce Nero che muoverà i suoi primi passi proprio a partire da questa mostra e proseguirà nei prossimi mesi per onorare il nostro impegno di promuovere una cultura della sostenibilità basata sull’equilibrio e sull’armonia tra progresso e salvaguardia del pianeta”.

La partnership editoriale risponde a una necessità sempre più sentita da parte del pubblico alla ricerca di un’informazione corretta e autorevole in tema di sostenibilità. Lo confermano i dati evidenziati dal 2° Osservatorio nazionale sullo stile di vita sostenibile promosso da LifeGate presentati lo scorso 31 marzo secondo cui in un solo anno (non a caso dopo Expo) gli “appassionati” e “interessati” ai temi della sostenibilità, sono saliti al 62% rispetto al 43% rilevato nella prima edizione. In particolare non passa inosservato l’effetto EXPO sul cibo, riflesso nella preferenza accordata oggi dal 47% degli italiani che tendono a privilegiare i prodotti da agricoltura biologica e certificata, dato che si riflette in uno straordinario successo di mercato dei prodotti bio.

articoli correlati

AZIENDE

LifeGate sceglie BizUp per il seo

- # # #

LifeGate ha scelto BizUp per l’ottimizzazione del portale LifeGate.it, che vanta una community di oltre quattro milioni di persone accomunate dall’interesse per i temi ambientali e sociali.

Alla promozione di uno stile di vita in cui le persone, il profitto e l’ambiente vivono in armonia, LifeGate affianca l’attuazione di iniziative concrete (come  Impatto Zero® per la riduzione delle emissioni di CO2 e LifeGateEnergy per la commercializzazione di energia rinnovabile) e l’erogazione di servizi di consulenza su sostenibilità, progetti di comunicazione ed efficientamento energetico, fornitura di gas ed energia rinnovabile.

Di pari passo con lo spostamento dell’attività editoriale verso il mondo digitale, LifeGate.it ha scelto di affidarsi a BizUp per accrescere la visibilità del network sui motori di ricerca e acquisire nuovo traffico mirato in ingresso.

«Si tratta di una sfida che accettiamo con onore e che porteremo a termine con grande impegno e senso di responsabilità, considerata la mission di LifeGate. Siamo certi che l’approccio fortemente orientato al risultato che contraddistingue l’inizio di ogni nuovo progetto concorrerà al rafforzamento dell’identità del portale come media di riferimento nel mondo green».

articoli correlati

AZIENDE

Sector No Limits sostiene il progetto foreste in piedi di Lifegate

- # # # # #

Nature No Limits di Sector è la nuova collezione di orologi realizzati in legno a favore dell’iniziativa socio-ambientale Foreste in Piedi di LifeGate per la tutela di 100 mila mq di foresta nell’Amazzonia brasiliana.
L’iniziativa mira a preservare la foresta brasiliana grazie alle attività di monitoraggio e vigilanza, alla mappatura delle risorse forestali e all’educazione ambientale rivolta alle popolazioni locali, coinvolgendo direttamente le 27 famiglie della comunità di San Pedro, Brasile.

“La scelta di realizzare la nostra prima collezione di orologi Sector in legno è nata insieme all’impegno da parte nostra di portare avanti e sostenere un progetto eco-friendly che fosse in grado di agire concretamente sul territorio e sulle popolazioni. Abbiamo scelto di supportare in prima linea il progetto Foreste in Piedi di LifeGate finalizzato proprio alla salvaguardia di quell’area verde nel mondo ancora inviolata” afferma Massimo Carraro, AD di Sector No Limits.

“Sempre più aziende hanno a cuore la sostenibilità per il futuro del Pianeta. Siamo contenti che anche Sector No Limits, eccellenza italiana riconosciuta all’estero, partecipi al nostro progetto “Foreste in Piedi”. Associare la nuova linea Sector Nature No Limits a questa iniziativa è un aspetto importante che contribuirà a sensibilizzare le persone verso il rispetto dell’ambiente” dichiara Enea Roveda, Amministratore Delegato di LifeGate.

articoli correlati

MEDIA 4 GOOD

“Bee my Future”: il progetto Lifgate per coinvolgere le imprese nella tutela delle api

- # # # # # #

Con il progetto “Bee my Future. Le api non fanno solo il miele. Il nostro futuro dipende anche da loro”, LifeGate, punto di riferimento per lo sviluppo sostenibile in Italia, si impegna per la tutela delle api con l’obiettivo di sensibilizzare le imprese sull’importanza che questi preziosi insetti hanno per la vita del pianeta e per la nostra sicurezza alimentare. L’adesione a questa iniziativa è un’opportunità per le imprese che potranno contribuire al progetto dimostrando il proprio impegno ambientale e rafforzando la propria reputazione.

L’estinzione delle api non è da sottovalutare, in quanto strettamente legata alla sicurezza alimentare. A confermarlo uno studio condotto dalla FAO, che evidenzia come negli ultimi anni la popolazione di api e di altri insetti impollinatori abbia subito un drastico calo, un grave pericolo perché 71 delle 100 colture più importanti al mondo si riproducono grazie all’impollinazione. Se il numero di api continua a diminuire, molti alimenti rischiano di sparire dalle nostre tavole. Non solo il miele, ma anche frutta, verdura e persino i prodotti caseari come latte, yogurt, burro e formaggi freschi.

Bee my Future è un’iniziativa concreta per contribuire alla tutela della api sostenendo un allevamento di cinque alveari dati in gestione ad un apicoltore hobbista con esperienza decennale e con una profonda conoscenza del mondo degli insetti che alleva. L’apicoltore è stato selezionato dall’Associazione APAM – Associazione Produttori Apistici della Provincia di Milano – partner dell’iniziativa.
Il progetto prevede l’acquisto degli sciami e delle attrezzature necessarie (arnie e indumenti di protezione), l’assistenza tecnica all’apicoltore, la verifica e il monitoraggio delle attività e dello stato di salute delle api.

Grazie a LifeGate le imprese potranno aderire all’iniziativa con diverse modalità di sponsorizzazione: adottando una delle arnie del progetto e il relativo miele prodotto in confezioni brandizzate, oppure scegliendo di diventare sponsor esclusivo dell’intera iniziativa Bee my Future, adottando tutte le famiglie di api e avendo così la possibilità di brandizzare tutte le arnie, le attrezzature e il miele prodotto. I brand e le imprese coinvolte faranno inoltre parte di tutte le attività di comunicazione di LifeGate dedicate a Bee My Future, associando il proprio brand a un progetto ambientale e alimentare di grande visibilità e valore, grazie anche alla stretta interconnessione con le tematiche di Expo 2015: dal kit di comunicazione, alla realizzazione di un contenuto editoriale in forma di “storytelling” a cadenza mensile, fino al coinvolgimento dei propri stakeholders in iniziative dedicate al progetto.

Con la partecipazione a Bee My Future infatti le aziende riceveranno il miele prodotto in confezioni brandizzate da destinare ai propri clienti, fornitori e business partner, oppure potranno decidere di dedicare l’adozione delle preziose api ai propri dipendenti, o ancora coinvolgere direttamente il proprio pubblico di consumatori o clienti finali.

Bee my Future vuole essere un esempio di corretta conduzione di alveari per garantire la tutela delle api, un’iniziativa che si potrà replicare aumentando il numero di arnie adottate.

articoli correlati

AZIENDE

Verde Natale con LifeGate all’insegna dello sviluppo sostenibile

- # # # # # # #

Al via la campagna di Natale 2014 di LifeGate. Per migliorare la brand reputation e divulgare l’impegno per un business sostenibile e raggiungere clienti, fornitori e dipendenti un primo passo è scegliere regali originali che fanno bene all’ambiente. Con le proposte di Natale 2014 LifeGate offre uno strumento in più per concretizzare una strategia di sostenibilità e di comunicazione aziendale green: da un recente CEO Study*, infatti, emerge che l’80% delle imprese reputa questo fattore un elemento cruciale per il successo aziendale, e il 93% che la sostenibilità ricopra un ruolo fondamentale per l’incremento di business e la riduzione dei costi aziendali.

LifeGate offre alle aziende pacchetti regalo da destinare ai propri dipendenti, clienti e fornitori: scegliendo i biglietti di Natale LifeGate, sarà possibile contribuire, con ognuno, alla tutela di 50 mq di foresta Amazzonica in Brasile, importantissima area verde del mondo che, con la sua estensione, svolge un ruolo fondamentale nel mantenimento degli equilibri climatici globali e nella salvaguardia di milioni di specie viventi. Incluso, anche un kit di gadget tra cui le lampadine LED di LifeGate a basso consumo che offrono innumerevoli vantaggi ambientali ed economici: primo fra tutti, un consumo energetico inferiore dal 65% al 90% rispetto alle lampade esistenti, e i saponi de I Provenzali: set di 4 saponette all’olio di mandorle e il Sapone Biologico Certificato CCPB all’Olio di Argan.

Un’altra proposta è l’adesione a Impatto Zero®, il primo progetto italiano che concretizza gli intenti del Protocollo di Kyoto proponendo un percorso di riduzione e compensazione delle emissioni di anidride carbonica prodotte dalla propria attività, evento, prodotto o sito internet mediante crediti di carbonio generati da interventi di creazione e tutela delle foreste in crescita. Al progetto, LifeGate abbina un kit di gadget rivolto a dipendenti, clienti o fornitori che si compone dei biglietti di Natale LifeGate, che contribuiscono alla tutela della foresta Amazzonica, le lampadine LED di LifeGate e i saponi de I Provenzali: set di 4 saponette all’olio di mandorle e il Sapone Biologico Certificato CCPB all’Olio di Argan.

Per le realtà web oriented, un’idea regalo sostenibile da regalare ai propri clienti è Zero Impact® Web, il progetto di LifeGate che riduce e compensa le emissioni di CO2 prodotte dai siti internet. Nel pacchetto regalo è incluso il kit di gadget composto dai biglietti di Natale LifeGate che contribuiscono alla tutela della foresta Amazzonica, le lampadine LED di LifeGate e i saponi de I Provenzali: set di 4 saponette all’olio di mandorle e il Sapone Biologico Certificato CCPB all’Olio di Argan.

*Fonte: Accenture e UN Global Compact

articoli correlati

BRAND STRATEGY

LifeGate stila il catalogo dei fornitori sostenibili per gli eventi

- # #

Le principali realtà nel settore degli eventi sono state scelte da LifeGate in base alla loro politica di sostenibilità socio-ambientale e in base alle caratteristiche sostenibili dei prodotti e servizi offerti per stilare il primo “Catalogo dei fornitori sostenibili”. Si spazia da audio-luci, catering, gestione dei rifiuti, merchandising, stampa, foto-video, mobilità, allestimenti, agenzie di comunicazione, di organizzazione eventi e PCO. Tutto il Catalogo è online sul nuovo sito LifeGate.it e vuole rappresentare uno strumento utile per tutti gli addetti ai lavori che vogliono organizzare i propri eventi, secondo criteri di sostenibilità, e sono alla ricerca di partner specializzati e accreditati.

 

Il catalogo rientra all’interno del progetto LifeGate Event, iniziativa LifeGate nata con l’obiettivo di fornire consulenza e servizi per l’organizzazione di eventi sostenibili. Oltre al “Catalogo dei fornitori sostenibili”, LifeGate Event promuove corsi di formazione specifici, supporta le aziende nel valorizzare il loro impegno ambientale e, attraverso il progetto Impatto Zero®, consente di calcolare, ridurre e compensare le emissioni di CO2 generate da qualsiasi evento.

Le aziende presenti nel Catalogo, infatti, sono state selezionate da LifeGate non solo in relazione alla presenza di una valida offerta di prodotti e servizi sostenibili, ma anche sulla base di criteri socio-ambientali quali, il rispetto delle principali norme in materia di sicurezza del lavoro, l’impronta ambientale, le politiche verso i dipendenti, i consumi energetici, le scelte di mobilità, i materiali utilizzati e lo smaltimento e/o riciclo di essi.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Online la nuova veste di LifeGate.it firmata dall’agenzia Caffeina

- # # #

Nuova grafica, spazio ai contenuti, alle immagini, ai social e un’innovativa “doppia anima” pensata per raggiungere da un lato le imprese, dall’altro le persone.  Sono queste le novità di LifeGate.it che si rinnova nella forma e nella sostanza, confermandosi, con oltre 1,5 milioni di utenti e 6 milioni di pagine viste/anno, come punto di riferimento in Italia per lo sviluppo sostenibile.

In occasione del lancio del nuovo sito, in collaborazione con il Gruppo Unipol parte l’iniziativa “Naviga in LifeGate.it e proteggi una foresta!” Per ogni dieci page views, LifeGate e il Gruppo Unipol tuteleranno un metro quadro di foresta in Brasile. Un’occasione per gli utenti di contribuire, con un semplice click, alla salvaguardia del Pianeta. Un contatore all’interno del sito aggiornerà automaticamente il numero dei metri quadrati tutelati, permettendo così di seguire l’iniziativa e suoi risultati.

Grande novità di LifeGate.it è la doppia homepage. La home Persone, caratterizzata dal colore verde, offre più di 15 mila articoli di ambiente, società e stile di vita. Spazio anche alle nuove iniziative di LifeGate rivolte ai consumatori: da Solar Share, per condividere con altre persone un parco fotovoltaico, a Mobility Revolution,  una piattaforma di soluzioni e progetti sulla mobilità sostenibile. Dalla home Persone si accede alla sezione Musica: un’ampia spazio di approfondimento sul mondo musicale dove si può ascoltare in streaming la programmazione e i programmi di LifeGate&Sound.

La home Imprese, caratterizzata dal colore azzurro, raccoglie l’offerta di servizi e progetti dedicati alle aziende per accompagnarle in un percorso di sostenibilità: dalla consulenza strategica alla comunicazione, dalla fornitura di energia rinnovabile ai progetti ambientali. L’area è arricchita da articoli di approfondimento su tematiche rivolte al mondo business: green economy, best practice, energia, ricerche, dati, studi e tutte le informazioni necessarie per intercettare i trend più importanti nell’ambito della sostenibilità.

Il nuovo sito, realizzato dall’agenzia Caffeina di Parma, si avvale di un’architettura più performante, studiata per ottimizzare l’esperienza di fruizione dell’utente e semplificare l’accesso alle informazioni. In linea con le più innovative tendenze in campo di web design, il portale si sviluppa a scorrimento verticale e presenta una struttura responsive adattabile ad ogni browser, risoluzione e dispositivo mobile. La nuova interfaccia è inoltre arricchita da un’area social ancor più evidente e versatile: i link a Facebook, Twitter, LinkedIn, YouTube, Pinterest, Instagram, Foursquare e SoundClound, ben visibili in tutte le sezioni del portale, consentono una condivisione social rapida, ottimale e intuitiva.

LifeGate.it offre nuove opportunità di comunicazione anche per gli inserzionisti. Oltre ai  formati tradizionali (banner, leaderboard, skyscrape, skin home page, newsletter ecc), il portale offre soluzioni di advertising innovative, come la possibilità per le aziende di sponsorizzare tutti gli articoli contenenti una specifica “tag” o sponsorizzare intere categorie di articoli. Soluzioni pensate per raggiungere in maniera non invasiva ma molto mirata il target identificato.

articoli correlati