MEDIA

#Twincipit: la sfida in 140 caratteri per i nuovi autori di Libreriamo e IoScrittore

- # # # #

Promuovere e diffondere la scrittura sfruttando le nuove tecnologie e scoprire i nuovi talenti della narrativa italiana in soli 140 caratteri. Questa la sfida lanciata con l’iniziativa #Twincipit, che ha raccolto sui social network attraverso l’hashtag dedicato i migliori incipit degli amanti della scrittura inviati da tutto il Bel Paese per dare l’opportunità a chi ama scrivere di diventare degli scrittori e pubblicare il proprio racconto con il supporto di un grande autore, lo scrittore partenopeo Lorenzo Marone, Premio Stresa 2015 con il libro “La tentazione di essere felici”.

L’iniziativa, lanciata nel mese di aprile da Libreriamo, la piazza digitale per chi ama la cultura ideata dal sociologo Saro Trovato, con una community di oltre 386mila booklovers su Facebook, e da IoScrittore, il torneo letterario di GeMS e delle sue case editrici (Garzanti, Guanda, Longanesi, Editrice Nord, Salani e molte altre), verrà quindi presentata sabato 14 maggio alle 15.30 nello stand de Illibrario.it presso il Salone Internazionale del Libro di Torino, dove i vincitori, oltre ad essere premiati, potranno ascoltare una lettura pubblica dei loro racconti.

I migliori incipit, twittati o postati sulla pagina Facebook di IoScrittore con l’hashtag #Twincipit nelle scorse settimane, sono diventati quindi dei veri e propri racconti che sviluppati “a quattro mani” con il supporto dello scrittore di best-seller Lorenzo Marone, il nuovo talento emergente della narrativa italiana. L’autore napoletano è stato capace di scalare le classifiche di vendita durante lo scorso anno proprio con “La tentazione di essere felici”, romanzo che diventerà prossimamente anche un film con la regia di Gianni Amelio, e ha riconfermato il proprio successo con il nuovo libro “La tristezza ha il sonno leggero”.

articoli correlati

MEDIA

Nasce Bloost, il concept e-store completamente dedicato agli amanti dei libri

- # # #

Uno spazio per chi ama il mondo dei libri per fare shopping di prodotti moda, design, food, tecnologia, che si ispirano direttamente o indirettamente ai libri, all’arte e alla cultura, in generale. Found! lancia Bloost, un mix tra uno shopping center museale e un concept store tematico, che fa della promozione della cultura il proprio fine primario per sostenere il progetto Libreriamo.

Un vero e prorpio booklover store 2.0, e parte dall’idea di fondere il classico negozio museale con i più innovativi concept store presenti nelle città più importanti del mondo. Il tutto per sostenere una campagna sociale a favore della promozione della lettura, dell’arte e della cultura, in generale.

“Con BLOOST.IT abbiamo voluto realizzare un negozio completamente dedicato agli amanti dei libri e della cultura – afferma Saro Trovato, sociologo e creatore di BLOOST.IT – Un luogo dove poter trovare oggetti unici, prodotti esclusivi, ideati e realizzati con il vero spirito di chi ama i libri e la cultura”.

BLOOST.IT ha anche un risvolto solidale, in quanto si propone di sostenere in maniera costante iniziative di carattere sociale, in termini di realizzazione di progetti sociali a favore di categorie deboli: garantire la scolarizzazione a bambini in difficoltà, costruire scuole e biblioteche in zone disagiate, realizzare progetti a sostegno della cultura, in termini di tutela e restauro di monumenti, opere, archivi e così via. Tale sostegno vivrà con una macro iniziativa annua o semestrale che riguarderà l’intero sito, in più atre iniziative possono riguardare singoli prodotti inseriti in catalogo.

Il primo sostegno è quello immediato alla Community di Libreriamo (www.libreriamo.it), l’associazione culturale nata più di due anni e mezzo fa e che di fatto è diventata una delle realtà italiane per il sostegno e la promozione dei libri, della lettura, dell’arte, della cultura in genere. Un progetto che cerca di contribuire attraverso i canali digitali di stimolare gli italiani a leggere di più e sviluppare il senso civico proprio attraverso la valorizzazione della cultura. Libreriamo ha anche istituito un servizio unico ed innovativo, qual è CUL
BLOOST.IT si propone anche come una piattaforma di Crowdsourcing al servizio di aziende che vogliono puntare o dare sostegno alla promozione culturale. Molto sviluppo creativo sarà fatto di concerto con la community di LIBRERIAMO nella logica del Crowdsourcing, (da crowd, “folla”, e outsourcing, “esternalizzazione di una parte delle proprie attività”) che coinvolgerà gli stessi consumatori attraverso i canali social-interattivi alla costruzione di prodotti il più possibile unici e innovativi.

articoli correlati