BRAND STRATEGY

Armando Testa firma la campagna “Good to Earth” per il calendario Lavazza

- # # # #

calendario

È on air su giant poster e affissioni in città, negli aeroporti internazionali europei e italiani e su stampa la nuova campagna “Good to Earth“, parte del progetto Calendario Lavazza 2019, ideato dall’agenzia Armando Testa.

 

I tre soggetti della campagna mostrano opere di “nature art” realizzate in Colombia, Kenya e Svizzera da artisti contemporanei dalla spiccata sensibilità ambientale come lo svizzero Saype, il francese Mantra e l’americano Hula. Gli interventi artistici, visti attraverso l’obiettivo della famosa fotoreporter americana Ami Vitale, supportano importanti messaggi a difesa del pianeta, celebrando i luoghi nel mondo dove l’intervento dell’uomo sta portando buone notizie per la Terra.
La cura per il nostro futuro, la lotta ai cambiamenti climatici e la protezione della biodiversità diventano così immagini poetiche e allo stesso tempo una chiamata all’azione per tutti noi.

 

Per Armando Testa, sotto la direzione creativa esecutiva di Michele Mariani, hanno lavorato alla campagna e al calendario Lavazza i direttori creativi Andrea Lantelme e Federico Bonenti, il copy Stefano Arrigoni e la graphic designer Michela Repellino.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

VMLY&R Italia firma la nuova campagna global di Lavazza “More than Italian”

- # # # # # # #

Lavazza

VMLY&R Italia firma la nuova campagna global di Lavazza e porta il vero caffè italiano in oltre 20 paesi. Attualmente la campagna è pianificata in UK, Irlanda e Olanda e nel corso del 2019 sarà on air nei principali paesi europei e in Australia, nel 2020 negli USA.

Alla base del progetto la nuova piattaforma strategica More Than Italian, che posiziona Lavazza come coffee system. Lavazza porta nel mondo la coffee experience in tutte le sue forme, grazie alla maestria e allo spirito pioneristico dell’azienda che, da quattro generazioni, crea e sviluppa nuove miscele e nuove preparazioni sempre con la qualità e il carattere dell’autentico espresso italiano. Una storia che celebra e interpreta le abitudini e i gusti locali: dal caffè americano, al caffè crema, passando per il flat white, l’instant coffee e molto altro ancora.

Il film

Il film è stato girato da Ali Ali, nominato da GUNN Report nel 2015 come uno dei dieci migliori registi pubblicitari del mondo, e prodotto da Movie Magic. La musica è stata composta ad hoc da 2WEI Music, studio di produzione musicale noto a livello internazionale.

La storia si apre in Italia, in un bar, e prende vita dalla curiosa domanda di una turista che chiede al barista di poter assaggiare il “vero caffè italiano”. Si scatena così un’intrigante e divertente reazione a catena in cui personaggi provenienti da ogni parte del mondo suggeriscono la risposta alla domanda della protagonista. La catena si conclude nel bar iniziale dove il barista svela che il vero caffè Italiano è il caffè Lavazza.

Il trattamento del film rispecchia quelli che sono gli elementi distintivi di Lavazza: un global brand glamour, contemporaneo e allo stesso tempo ironico. Un brand capace di offrire in tutto il mondo un prodotto locale dalla qualità e dal gusto Italiano.

La campagna prevede una pianificazione in tv e web con montaggi da 60, 30, 20 e 15 secondi.

Credits
Agenzia: VMLY&R Italia
Executive Creative Director: Francesco Poletti
Creative Director (copy): Rafael Genu Faria
Creative Director (Art): Cristian Comand
Senior Art director: Francesco Sgritta
Art Director: Elena Fontani
Managing Director/Client Lead: Veronica Pagani
Account Director: Valeria Pedrazzini
Account Executive: Federica Festa
Head of Strategy: Luigi Accordino
TV Producer: Elisa Simi
CDP: Movie Magic
Executive Producer: Annalisa DeMaria
Producers: Viola Luzardi e Alessandro Naboni
Director: Ali Ali
DOP: Yves Senhaoui
Music production studio: 2WEI Music
Post production agency: Post atomic
Production/post production coordinator: Francesca Nussio
Media Agency: Wavemaker

Nella foto: Francesco Poletti, Executive Creative Director VMLY&R 

articoli correlati

BRAND STRATEGY

A Natale Lavazza e A Modo Mio con Armando Testa in televisione

- # # #

lavazza musical

A Natale si riaccendono i riflettori sul Musical in Paradiso, che per l’occasione si fa ancora più vivace.
Con la creatività di Armando Testa e le straordinarie doti canore (e di grande ballerino!) di Maurizio Crozza, Lavazza firma un nuovo capitolo dedicato alla gamma A Modo Mio e al lancio della nuova macchina Idola: il perfetto regalo di Natale per i cultori del più paradisiaco dei caffè, quello buono a casa come al bar.

“Voglio festeggiar il Natale ce soir!” canta il Diavolo con giacca rossa scintillante e bastone alla Fred Astaire, salito in Paradiso sotto le mentite spoglie di San Pietro, per brindare alle feste con una tazzina di caffè e soprattutto per sottrarre tutta la gamma di macchine A Modo Mio.

Ma i Cherubini in altalena si accorgeranno dell’inganno, e un inedito San Pietro in versione “Elvis”, con giacca dorata e maniche a pipistrello, lo ricaccerà agli inferi intonando, affascinante e carismatico in cima ad una scalinata di luci degna di Broadway, “Non fai parte della festa, il Natale è Lavazzà!”.

La stella cometa brilla, la scala si accende di luci, musica maestro! Il brano Lady Marmalade è stato riarrangiato in veste natalizia da Silvano Belfiore. La casa di produzione è Filmmaster Productions, con la regia di Federico Brugia.
On air nei formati 30” e 15”, A Modo Mio Musical è in tv e sul web dall’11 novembre.

Credits
Agenzia: Armando Testa
Direzione creativa: Michela Sartorio e Monica Pirocca
Regia: Federico Brugia
Cdp: Filmmaster Productions
Postproduzione: Band
Musica: Lady Marmalade – Arrangiamento di Silvano Belfiore

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Lavazza e Armando Testa lanciano in Australia la nuova linea di caffè sostenibili ¡TIERRA!

- # # #

Armando Testa - Australia

Per il lancio in Australia della nuova linea di caffè sostenibili Lavazza ¡TIERRA!, Bio, Single Origin Peru’ e Brasile, Armando Testa ha realizzato una comunicazione specifica on air a ottobre sul web con lo spot “Hands”, in radio e con affissioni dinamiche nei più importanti Mall delle principali città australiane.

Tratto comune sono le mani, ideale estensione del logo ¡TIERRA! e simbolo di lavoro e sostenibilità, per sintetizzare il concept Made of Nature in maniera memorabile e impattante.

 

 

Alla creatività hanno lavorato i direttori creativi Andrea Lantelme e Federico Bonenti, con la direzione creativa esecutiva di Michele Mariani. La colonna sonora è di Ben Harper, la fotografia dell’affissione di Fulvio Bonavia.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

On air la campagna di lancio di ¡Tierra! di Lavazza. Creatività di Armando testa

- # # #

lavazza tierra

On air in tv – e prossimamente anche al cinema, in affissione e digital – la campagna di lancio di Lavazza ¡Tierra! firmata Armando Testa.
Protagoniste della comunicazione, di cui “¡Tierra! Bio” è il prodotto di punta, sono le mani: vero e proprio simbolo del marchio ¡Tierra! e sintesi di lavoro e sostenibilità.

Così, in diversi formati, lo spot racconta il viaggio che il nuovo caffè biologico di Lavazza compie dai luoghi d’origine fino a noi, attraverso una serie di videoproiezioni che alternano uomo e ambiente in maniera del tutto naturale e sorprendente.
Gli schermi su cui le diverse immagini si rincorrono e si fondono sono proprio le mani: ogni volta diverse, di uomini donne e bambini, che ci parlano di vita vissuta, di impegno, di esperienza. Che sommano le loro storie a quella del caffè e la fanno diventare unica e autentica.

A questo racconto “fatto a mano” non si sottrae neanche la colonna sonora: sono infatti le note vibranti di “With my own two hands” di Ben Harper ad accompagnarci per tutta la durata del film.
Alla campagna hanno lavorato per Armando Testa i direttori creativi Federico Bonenti e Andrea Lantelme, rispettivamente anche copy e art, sotto la direzione creativa esecutiva di Michele Mariani.
La Casa di Produzione è The Family con la regia di Wilfrid Brimo, mentre gli scatti sono di Fulvio Bonavia

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Coffee Study Program: Lavazza e We Are Social per il Programma 2030 dell’ONU

- # # # # #

coffee program

Coffee Study Program è il progetto di comunicazione (#CoffeeStudyProgram) sviluppato da We Are Social per Lavazza, per promuovere una visione sostenibile del futuro e contribuire al raggiungimento degli obiettivi delle Nazioni Unite per salvare il pianeta entro il 2030. Con l’obiettivo di parlare ai più giovani, sensibilizzando le generazioni del domani, quattro studenti internazionali – selezionati dal network SDSN Youth – sono stati invitati a prendere parte al programma e a scoprire e testimoniare con le loro parole l’impegno dell’azienda nell’area della sostenibilità.

Avvalendosi della collaborazione di Oxfam Italia, Lavazza è infatti attiva nei territori dominicani su diversi fronti, quali economia e società sostenibile, uguaglianza di genere e future generazioni, ambiente e cambiamenti climatici. Da Torino alla Sierra di Neyba, i quattro protagonisti hanno toccato con mano quali interventi e buone pratiche possano migliorare l’impatto della produzione del caffè sull’ambiente e sulla comunità. Il viaggio alla scoperta del caffè sostenibile, raccontato in maniera diretta dai ragazzi grazie a un progetto di contenuto sui social del brand (Facebook e Instagram), ha dato vita a un avvincente documentario che invita le nuove generazioni a prendersi cura del proprio pianeta.

“Siamo molto orgogliosi di avere realizzato Coffee Study Program che dà voce al valore che hanno per Lavazza sostenibilità e trasparenza”, commenta Andrea Beloni, Head of Digital del Gruppo Lavazza- “Oggi i giovani sono coloro che possono esercitare un ruolo attivo nel cambiamento. Coinvolgere gli studenti e realizzare il reportage social della loro esperienza ci ha permesso di condividere in maniera vera e credibile il nostro impegno nel supportare le comunità produttrici di caffè nel mondo attraverso la Fondazione e di raccontarlo in modo rilevante per i loro coetanei, ma anche di lanciare un’importante sfida alle nuove generazioni: impegnarci tutti per offrire un futuro più sostenibile al nostro pianeta. Un impegno nella sensibilizzazione di tutti sui Global Goals delle Nazioni Unite che Lavazza ha già manifestato attraverso il Calendario fotografico del 2018”.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Inagurata oggi a Torino la Nuvola Lavazza, nuovo quartier generale dell’azienda

- # # # #

nuvola lavazza

Da oggi c’è una Nuvola speciale, di oltre 30 mila metri quadrati, che produce idee e lavoro, cibo e cultura. È una Nuvola spalancata sul mondo, che ha il sapore deciso del caffè italiano e quella capacità, tipica delle nuvole, di far viaggiare l’immaginazione e di guardare lontano. Verso più di 90 Paesi in tutti i continenti. Verso il futuro.
È la Nuvola Lavazza: molto di più della nuova sede dell’azienda che nei primi anni del Novecento ha inventato l’arte della miscela e si è fatta portavoce dell’autentico caffè italiano nel mondo: uffici all’avanguardia, studiati per il benessere dei dipendenti e con il massimo rispetto dell’ambiente; ristorante d’autore, simbolo di una nuova filosofia di condivisione allegra e informale dei cibi, di una nuova visione della cucina italiana contemporanea. Ed è anche un museo che accompagna i visitatori alla scoperta dell’universo del caffè, dei suoi rituali e della storia di successo di Lavazza nel mondo della comunicazione.
Non solo: Nuvola è una piazza aperta alla città, è la possibilità di ammirare i resti di un’antica basilica paleocristiana all’interno dell’area archeologica, è un grande spazio eventi per ospitare dibattiti, congressi, appuntamenti culturali, musicali e artistici. È un bistrot pensato per i dipendenti, ma aperto alla cittadinanza ed è, infine, la sede dello IAAD, l’Istituto d’Arte Applicata e Design con i suoi oltre 700 giovani creativi.

Frutto di un investimento complessivo di oltre 120 milioni di euro, la Nuvola Lavazza incarna i valori e gli
oltre 120 anni di storia dell’azienda. Il progetto, firmato dall’architetto Cino Zucchi, dà un volto nuovo al quartiere Aurora ed è pensato per ispirare le persone, mettere in circolo energie e attivare il dialogo, offrendo esperienze di condivisione culturale, sociale, di gusto e di business. Nuvola Lavazza mette in mostra “radici future”: è, infatti, un ecosistema di luoghi che prende forza dal passato, energia dal dialogo e guarda oltre, ispirato dalla continua necessità di innovazione.

“La Nuvola Lavazza contiene la nostra memoria e il nostro futuro”, dichiara Alberto Lavazza, Presidente del Gruppo. “Ha le radici ben salde nella città e nel quartiere Aurora, storicamente teatro del nostro sviluppo industriale, ma è allo stesso tempo un complesso all’avanguardia in grado di dialogare con tutto il mondo. Così ci piace pensare che Nuvola Lavazza abbia radici future, perché siamo convinti che il futuro possa maturare bene solo se le radici sono profonde”.

“Abbiamo voluto che Nuvola Lavazza fosse molto di più del quartier generale efficiente e innovativo di un’impresa moderna e aperta alla contemporaneità”, spiega il Vice Presidente Giuseppe Lavazza. “È un grande portale che mette in relazione la nostra azienda, la città dove siamo nati e gli oltre 90 Paesi in cui Lavazza opera. Proprio a Torino e nel quartiere Aurora abbiamo deciso di continuare a crescere: per questo motivo Nuvola è anche l’espressione della nostra determinazione a voler essere sempre di più portatori di innovazione, sviluppo e prosperità all’interno delle comunità e dei luoghi con cui entriamo in contatto”.

L’attenzione massima alla sostenibilità”, aggiunge Marco Lavazza, Vice Presidente dell’azienda ha permesso ai nostri uffici di ottenere il livello Platinum, il più alto in assoluto, della certificazione LEED, il sistema che valuta l’eccellenza energetico-ambientale delle costruzioni. Così Nuvola Lavazza è stata riconosciuta come uno degli edifici più eco-sostenibili del mondo”.

articoli correlati

AGENZIE

Louder si aggiudica la gara Lavazza per la Sales Convention 2018

- # # # #

lavazza louder

Il tema scelto da Lavazza per l’importante incontro con tutta la rete vendite era particolarmente sfidante, chiedendo alle agenzie di esprimere proattività, coinvolgimento, spirito di squadra, con un dirompente impatto scenografico ed emotivo
Le agenzie in gara, tutti professionisti del settore MICE, erano quattro

Louder ha centrato l’obiettivo, proponendo idee in linea con le alte aspettative del brand. La selezione delle location per ambientare le importanti novità, insieme al lavoro svolto per arricchire i contenuti, sono stati gli elementi decisivi per la scelta del partner.
Saranno due giorni intensi, con uno schedule fitto di incontri istituzionali e momenti emozionanti. Per la cena è stata selezionata una location mozzafiato che stupirà gli ospiti e relatori.

Creatività fuori dal coro e grande concretezza sono gli ingredienti che hanno permesso di centrare l’obiettivo.
“Siamo molto contenti di aver conquistato un cliente cosi prestigioso” conferma Davide Caggiano, Managing Director di Louder. “il nostro sforzo è da sempre quello di differenziare la nostra offerta grazie a idee disruptive ma coerenti con il brand”

articoli correlati

BRAND STRATEGY

“AuguriYessah”: Lavazza e Armando Testa in tv per un Buon Natale speciale

- # # #

lavazza auguriyessah

AuguriYessah! Per festeggiare il Natale , Lavazza e Armando Testa hanno pensato di far arrivare a tutti gli italiani un augurio davvero speciale, chiedendo un favore ai protagonisti della campagne Lavazza: i due esseri più biondi dell’intero Paradiso. Ovvero i Cherubini.

Loro hanno accettato, Crozza anche, San Pietro ha dato loro il giorno libero. E così, dopo aver tirato fuori dagli armadi di nuvole due costumi da ballerini professionisti, hanno dedicato il loro “celestiale” canto al regalo preferito: Jolie Plus, la nuova macchina da caffè del sistema Lavazza A Modo Mio. Preparatevi a imparare la coreografia e le parole, e soprattutto a tenere d’occhio il Cherubino di destra!

A tutti, allora,… AuguriYessah! Sarà un buonissimo Natale, ancora migliore con il profumo di un buonissimo caffè.

Credits
Agenzia: Armando Testa
Direzione Creativa: Michela Sartorio e Monica Pirocca
Regia: Paolo Monico
Cdp: Filmmaster Productions
Postproduzione: Band
Musica: Paolo Re/Paolo Jannacci

articoli correlati

ENTERTAINMENT

Una mostra per raccontare alla città di Milano i 17 obiettivi di sviluppo sostenibile attraverso il calendario Lavazza 2018

- # #

Calendario Lavazza 2018

I ritratti del Calendario Lavazza 2018 “2030 What Are You Doing?” saranno protagonisti da oggi fino all’8 gennaio in Piazza San Fedele, nel cuore di Milano. Una mostra open air aperta a tutta la città, a pochi passi dal Duomo e da Piazza della Scala, per permettere a tutti di scoprire il progetto dei 17 Obiettivi di Sviluppo Sostenibile (Sustainable Development Goals – SDGs) delle Nazioni Unite. Infatti, il 2030 (data ultima individuata dall’Onu per trasformare il pianeta in un luogo più sostenibile) è dietro l’angolo e così il Calendario Lavazza 2018 si fa megafono artistico dei 17 Obiettivi di Sviluppo Sostenibile per sensibilizzare i rappresentanti delle istituzioni, le imprese e tutti i soggetti della società civile al tema dello sviluppo sostenibile.

Il nuovo Calendario Lavazza, nato da un progetto creativo di Armando Testa ritrae al centro del suo obiettivo, ritratti in un essenziale e caratteristico bianco e nero, vi sono ora 17 ambasciatori della sostenibilità, uomini e donne impegnati concretamente a costruire un mondo più giusto dal punto di vista ambientale, sociale ed economico. Dallo chef Massimo Bottura all’attore statunitense Jeremy Renner, dalla paladina degli oceani Alexandra Cousteau a Carlo Petrini, fondatore di Slow Food, passando per il campione di tennis Andre Agassi fino a Jeffrey Sachs, Direttore del Network dell’Onu per lo Sviluppo Sostenibile.

“Con questo progetto ho cercato, nel mio ruolo di provocatore culturale, di innescare un dibattito rispettoso sui temi che devono guidare la nostra coscienza e sull’importanza di una leadership positiva. Perché qui non c’è negatività e non si muovono accuse, ci sono solo energia e passione: è dunque una rivoluzione positiva. Sono 17 storie straordinarie, che possono essere fonte di ispirazione e diventare il motore di una comunità di cittadini globali responsabili, mossi dalla compassione e da un profondo spirito di servizio nei confronti degli altri”, ha dichiarato Platon.

Attraverso i 17 scatti d’autore, disponibili online sul sito Lavazza.it ed esposti ora nella cornice esclusiva di Piazza San Fedele a Milano, proprio di fronte al nuovo Flagship Store Lavazza, inaugurato lo scorso settembre, si vuole sensibilizzare il pubblico al tema sempre più urgente dello sviluppo sostenibile. La mostra è una chiamata alla presa di coscienza individuale e collettiva per risvegliare il senso comune, spingendo i cittadini ad essere i primi rappresentanti del cambiamento. I nuovi eroi culturali scelti da Lavazza nel Calendario “2030 What Are You Doing?” vogliono ispirare la responsabilità sociale, rivolgendosi direttamente ai passanti con la domanda-provocazione: “E tu, che cosa stai facendo?”.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Lavazza e Armando Testa celebrano Star Wars con la speciale Jolie Plus

- # # # # #

Lavazza - Star Wars

Il 13 dicembre, al cinema, arriva il nuovo episodio Star Wars: Gli ultimi Jedi. Per l’occasione gli spettatori in sala potranno passare al “lato oscuro”, quello di Jolie Plus Special Edition, la macchina del sistema espresso A modo Mio – disponibile solo su Lavazza.it in edizione limita – creata da Lavazza per celebrare il nuovo film di una delle saghe cinematografiche più amate di tutti i tempi.

A dicembre, infatti, prende il via un progetto di comunicazione multimediale che coinvolge cinema, web e grandi affissioni. Lo spot da 30” e 15″, ideato dall’agenzia Armando Testa, cdp Dadomani Studio, gioca con fantasia e un pizzico di ironia con le atmosfere della saga di Star Wars, per invitare gli appassionati a scoprire la più speciale tra le Jolie Plus.

Al ritmo dell’inconfondibile “Marcia Imperiale”, un esercito di bianche tazzine di caffè si muove all’unisono, come “Storm Troopers” imperiali, accompagnando in parata la Tazzina Nera fino al gran finale. La stessa comunicazione viene sviluppata con affissioni di grande formato.

Star Wars: Gli ultimi Jedi ©2017 & TM Lucasfilm

CREDITS
Agenzia: Armando Testa
Direttore creativo esecutivo: Michele Mariani
Art director: Dario D’angelo
Copy: Daniele Bona
Musica: John William “The Imperial March”
Cdp, regia e postproduzione: Dadomani Studio
Fotografo affissione e stampa: LSD

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Calendario Lavazza 2018: il contagio della responsabilità. La creatività è di Armando Testa, gli scatti fotografici di Platon

- # # # # #

by Platon

E tu, che cosa stai facendo? La domanda che ci rivolge il Calendario Lavazza 2018 è diretta, senza filtri, e riecheggia potente nei 193 stati membri delle Nazioni Unite. Una domanda che ricorda a tutti come il 2030 – data ultima individuata dall’Onu per trasformare il pianeta in un luogo più sostenibile – sia dietro l’angolo. Anzi, il 2030 è provocatoriamente già arrivato nei 17 ritratti fotografici di Platon che animano “2030 What Are You Doing?”: il nuovo Calendario Lavazza è il primo megafono artistico a livello mondiale dei 17 Obiettivi di Sviluppo Sostenibile delle Nazioni Unite (Sustainable Development Goals, SDGs). Li racconta attraverso l’impegno concreto di 17 ambasciatori della sostenibilità, uomini e donne impegnati a trasformare gli scarti alimentari in un pasto per i più poveri, una bottiglia di plastica in una fonte di luce democratica, a istruire i bambini, a insegnare un lavoro ai giovani disagiati e alle donne emarginate, a proteggere il mare e la biodiversità, ad affrontare i cambiamenti climatici, a battersi per un’economia della natura e della vita.

Dallo chef Massimo Bottura all’attore statunitense Jeremy Renner. Dalla paladina degli oceani Alexandra Cousteau a Carlo Petrini, fondatore di Slow Food. Dal campione di tennis Andre Agassi fino a Jeffrey Sachs, Direttore del Network dell’Onu per lo Sviluppo Sostenibile, passando per l’ideatore della Blue Economy Gunter Pauli e per il co-fondatore di Rainforest Alliance Daniel Katz. I 17 scatti fotografici di Platon sono ritratti che scrutano nell’anima dei 17 protagonisti e dentro ognuno di noi, ci mettono davanti alla domanda ineludibile – 2030 What Are You Doing? – e ci ricordano come il 2030 sia molto vicino, mentre la strada per raggiungere i 17 Goal sia ancora tutta in salita. Così il Calendario Lavazza 2018 – da un progetto creativo dell’agenzia Armando Testa – è una chiamata alla responsabilità, prima di tutto individuale e poi collettiva.

“La domanda che dà il titolo al Calendario Lavazza 2018 è diretta e volutamente provocatoria. Che cosa stai facendo? Tutti noi, cittadini, istituzioni politiche e sociali, aziende, siamo chiamati a rispondere e ad impegnarci per fare la differenza. I 17 Obiettivi di Sviluppo Sostenibile delle Nazioni Unite sono, infatti, la strada da percorrere per salvaguardare il pianeta, ma il 2030 è sempre più vicino ed è quanto mai urgente l’attivazione di una contaminazione virtuosa di persone”, commenta Francesca Lavazza, Membro del Consiglio d’Amministrazione dell’Azienda. “Ecco perché abbiamo deciso di sostenere i 17 SDGs dell’Onu e di interpretarli per la prima volta in chiave artistica grazie a un maestro della fotografia contemporanea come Platon. Vogliamo rendere pop un impegno universale verso il 2030, diffondere e far conoscere in modo capillare le tematiche e i protagonisti: solo così potremo smuovere le persone, soprattutto i più giovani, a diventare i veri game changer del futuro. Vogliamo essere portatori di una rivoluzione positiva, ispirare e risvegliare il senso comune, essere noi stessi i rappresentanti del cambiamento che vogliamo vedere nel mondo”.

Vero ispiratore del Calendario Lavazza “2030 What Are You Doing” è Jeffrey Sachs. Professore alla Columbia University e Special Advisor del Segretario Generale dell’Onu, António Guterres, sugli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile, Sachs è tra gli ambasciatori della sostenibilità ritratti da Platon, interprete insieme alla moglie Sonia del Goal numero 17: Partnership per gli obiettivi.

“Tutti i 193 stati membri delle Nazioni Unite – spiega Jeffrey Sachs – hanno adottato gli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile nel 2015, allo scopo di guidare il mondo lontano dai crescenti pericoli di distruzione ambientale e verso un futuro che potrebbe essere di prosperità, salute, educazione e pace. Oggi, dopo 2 anni, siamo ancora molto lontani dal traguardo di questi 17 Goal, che sono certamente ambiziosi, ma raggiungibili entro il 2030: la chiave è la cooperazione globale, principio cardine che interessa tutti noi, non solamente i governi, ma anche gli individui, le aziende, le università e gli altri soggetti della società civile. Il Calendario Lavazza celebra questo impegno globale e ricorda a tutti noi che cosa c’è in gioco. La mia speranza, e anche la mia convinzione, è che possa ispirare moltissime altre persone ad abbracciare la causa dello sviluppo sostenibile”.

La domanda-provocazione del Calendario Lavazza 2018 arriva dritta negli occhi e penetra la coscienza, scomoda e senza filtri, grazie all’obbiettivo deformante di Platon, fotografo e storyteller inglese di origini greche, apprezzato in tutto il mondo come il “fotografo dei potenti” per aver ritratto e catturato l’anima, l’umanità, dei più influenti leader mondiali, dei giganti dell’imprenditoria e delle icone dello spettacolo.

“Con il Calendario Lavazza “2030 What Are You Doing?” vogliamo mettere sotto i riflettori – racconta Platon – un nuovo gruppo di eroi culturali, dando loro tutta l’autorevolezza che meritano. Con questo progetto ho cercato, nel mio ruolo di provocatore culturale, di innescare un dibattito rispettoso sui temi che devono guidare la nostra coscienza e sull’importanza di una leadership positiva. Perché qui non c’è negatività e non si muovono accuse, ci sono solo energia e passione: è dunque una rivoluzione positiva. Sono 17 storie straordinarie, che possono essere fonte di ispirazione e diventare il motore di una comunità di cittadini globali responsabili, mossi dalla compassione e da un profondo spirito di servizio nei confronti degli altri”.

Dare un volto ai 17 Obiettivi di Sviluppo Sostenibile delle Nazioni Unite e raccontare una storia di esempio, di ispirazione per ogni Goal: è la grande sfida che Lavazza ha voluto intraprendere con Platon e con la direzione creativa di Armando Testa.

“Dopo tre anni alla scoperta dei Difensori della Terra – i moderni eroi impegnati a nutrire il pianeta in modo equo e sostenibile in Africa, America Latina e Sud Est Asiatico – la grande fotografia d’autore si fa portavoce dell’urgenza di un impegno sociale universale, che nessuno può ignorare. Dopo Newton, Annie Leibovitz, LaChapelle, Steve McCurry e tanti altri maestri della fotografia contemporanea, abbiamo individuato nella sensibilità di Platon, storyteller e grande conoscitore dell’animo umano, il giusto interprete per raccontare artisticamente i 17 SDGs. La 26esima edizione del Calendario Lavazza segna anche un ritorno, dopo 16 anni, al bianco e nero: un trattamento che attraverso l’obiettivo di Platon diventa modernissimo, uno stile diretto e senza fronzoli che ci restituisce i nostri protagonisti nel modo più autentico possibile. Un bianco e nero che favorisce la riflessione, l’introspezione profonda, perfetto per un tema universale come l’impegno per la salvaguardia del pianeta”, aggiunge Michele Mariani, Executive Creative Director di Armando Testa.

Lavazza, attraverso un progetto di comunicazione integrata, darà visibilità tramite una campagna televisiva composta da 5 video stories ad alcuni ambasciatori della sostenibilità come Jeffrey e Sonia Sachs, Carlo Petrini, Alexandra Cousteau, Massimo Bottura e Andre Agassi. Inoltre, il Calendario Lavazza 2018 (sfogliabile online su Calendar.lavazza.com) invita i cittadini, i rappresentanti delle istituzioni, le aziende e tutti i soggetti della società civile a conoscere e amplificare la portata dei i 17 Obiettivi di Sviluppo Sostenibile delle Nazioni Unite, fino al traguardo del 2030.

Da oggi – anche grazie alla collaborazione con ASviS – sarà possibile dichiarare il proprio impegno come ambasciatore della sostenibilità e contribuire al “contagio” di responsabilità sui canali social con l’hashtag #2030whatareUdoing.

 

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Il Natale Lavazza è in tv e sul web con Armando Testa, Maurizio Crozza e Jolie Plus

- # # # #

Armando Testa - Lavazza

On air dal 26 novembre fino a dopo Natale, arriva una nuova serie di film Lavazza dalla comicità “paradisiaca” firmati Armando Testa.

Si comincia con un inedito, anzi due. Due nuovi personaggi saliti fin sopra le nuvole per tormentare San Pietro: un misterioso uomo d’affari asiatico desideroso di comprarsi tutto, persino il Paradiso, e il suo avvocato.

Dal 3 Dicembre sarà invece la volta dei due Cherubini e del loro immancabile “Yessah!”, in veste di veri protagonisti. E ancora, a seguire, una serie di soggetti dedicati ai (non) tradizionali auguri di Natale e fine anno.

Star maschile Maurizio Crozza, nella sua inesauribile galleria di personaggi. Star femminile di tutta la serie, la macchina super-silenziosa e super-compatta Lavazza A Modo Mio Jolie Plus. Edizione speciale, dettagli cromati e design satinato, per il più chic dei regali del 2017. La campagna verrà pianificata su tutte le principali televisioni e sul web.

Credits

Agenzia: Armando Testa
Direzione Creativa: Michela Sartorio e Monica Pirocca
Regia: Paolo Monico
Cdp: Filmmaster Productions
Postproduzione: Band
Musica: Paolo Re/Paolo Jannacci

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Contenuti di brand ed eCommerce: Lavazza presenta il nuovo sito online. Firma AKQA

- # # #

Lavazza - AKQA

Lavazza presenta il nuovo sito: una nuova casa online che riunisce contenuti di brand ed eCommerce e offre un’esperienza personalizzata caratterizzata da un’interfaccia semplice e intuitiva

Il nuovo Lavazza.it rappresenta il primo passo della strategia digitale di Lavazza. Due i principali obiettivi: creare una relazione diretta con i propri consumatori e rafforzare la propria rilevanza sul target più giovane.

In particolare, sono tre i pillar su cui è stato sviluppato il progetto: innanzitutto un menù semplificato, con una logica rivista per essere più vicina al punto di vista del consumatore, permette agli utenti di trovare il più rapidamente possibile i contenuti e le informazioni che cercano, rendendo così la navigazione fluida, semplice e piacevole.

L’intero percorso online è poi arricchito da suggerimenti personalizzati volti ad accompagnare l’utente nella navigazione, attraverso un’interfaccia che “parla” direttamente con lui, dialogando e fornendo indicazioni su contenuti e prodotti. L’obiettivo è di alimentare, attraverso le informazioni raccolte sulla sua navigazione, strumenti di progressive profiling che permettano di costruire una relazione personale e diretta con il singolo utente ed essere sempre più vicini e rilevanti rispetto ai suoi interessi.

Infine, un percorso di acquisto arricchito da contenuti di brand e storytelling dei prodotti che rendono anche l’acquisto un’esperienza più ricca e differenziante, senza compromettere la priorità di un processo di checkout semplice e funzionale.

“La nuova piattaforma è la risposta a una forte necessità di innovazione da parte di Lavazza. Una tappa fondamentale nella strategia di posizionamento che l’azienda ha intrapreso sui territori del mondo Digital e che si inserisce in un più ampio processo di rinnovamento del brand, volto a rivoluzionare l’approccio nei confronti degli utenti e ad ingaggiare anche un pubblico più giovane”, ha dichiarato Andrea Beloni, Head of Digital del Gruppo Lavazza. “Oggi, più che mai, gli utenti si aspettano esperienze personalizzate per vivere in maniera immersiva l’interazione con i brand. Scegliere i prodotti di un’azienda significa anche scegliere la sua storia e i suoi valori, per questo bisogna raccontarli nel miglior modo possibile. Siamo davvero orgogliosi di presentare il nostro nuovo sito, che rivoluziona l’esperienza di navigazione dei nostri utenti, con un percorso completamente personalizzato e immediato”.

Il progetto è stato curato da AKQA, agenzia digital del Gruppo WPP, da sempre pioniera nello sviluppo dell’innovazione e della visione del digitale a livello internazionale. AKQA ha affiancato Lavazza in tutti i momenti di progettazione e implementazione mettendo in campo gli strumenti tecnologici più innovativi che consentissero di creare un’esperienza unica e di qualità superiore per tutti gli utenti del brand.

“AKQA esiste per creare il futuro per i propri clienti: essere partner di Lavazza in questo percorso significa valorizzare a pieno la nuova brand experience, per vincere sfide sempre più globali”, ha dichiarato Umberto Basso, CEO di AKQA Italia. “In un blend digitale in cui si incontrano arte e tecnologia, l’eccellenza italiana di Lavazza è connotata dalla ricchezza di contenuti e si dimostra straordinariamente semplice da apprezzare. Siamo fieri di una partnership che vede le competenze di AKQA e del proprio network applicate per il successo di questo ambizioso progetto.”

Il sito è il primo e fondamentale tassello della strategia digital del brand perché è il luogo in cui viene offerta agli utenti la migliore customer experience Lavazza e su cui convergono tutte le altre attività online. In parallelo è stato disegnato un nuovo ecosistema digitale che comprende: una Data Strategy come abilitatore di un’offerta sempre più rilevante e personalizzata, una Content Strategy che permette di dare vita a contenuti interessanti per ogni utente sui giusti touch point, quindi anche e soprattutto i social media, e una nuova strategia di Performance Marketing, volta a massimizzare l’efficacia e l’efficienza degli investimenti media.

Il sito italiano rappresenta il primo rilascio di un piano che prevede nell’arco del 2018 il lancio in oltre 45 Paesi, in 27 lingue diverse.

“L’evoluzione dei modelli di business porta una global coffee company come Lavazza ad affrontare nuove sfide anche dal punto di vista tecnologico. Occorre trovare nuove soluzioni per fornire esperienze personalizzate, ma con le performance e la velocità che tutti si aspettano”, ha dichiarato Fabrizio Andrisani, IT Digital & Innovation Manager del Gruppo Lavazza. Questo richiede un ecosistema di strumenti e soluzioni molto variegato. Per la realizzazione della nuova Digital Platform, completamente in cloud, ci siamo avvalsi di partner e soluzioni leader di mercato.”

Lavazza ha scelto Adobe per la gestione dei contenuti e adottato SAP Hybris come motore per l’eCommerce, configurati e integrati nel nuovo sito grazie al supporto tecnico rispettivamente di Codeland e Reply; e affidato l’elaborazione e lo studio dei dati al lavoro di BitBang con l’obiettivo di iniziare un percorso di miglioramento continuo basato sull’analisi dei comportamenti di navigazione e acquisto.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

“Certe cose non si possono imitare!”: Armado Testa porta Lavazza i suoi cherubini in TV

- # # # # #

lavazza

Armando Testa ha unito, per Lavazza, un messaggio molto chiaro alla grande simpatia di Maurizio Crozza e dei suoi irresistibili personaggi.
A marzo avevamo conosciuto un nuovo cherubino, dai capelli neri, che è arrivato in Paradiso a bordo di una moto per portarsi appresso una e scenografica coda di Cherubini che cercano di farsi assumere da Pietro, intonando improbabili e stonatissimi “Yessahh” davanti a un microfono.

Ma “Certe cose non si possono imitare!” come dichiara lo stesso Pietro, e la differenza rispetto ai Cherubini originali è più che evidente: diventa quindi obbligatorio godersi un inimitabilissimo Grande Classico Lavazza A Modo Mio “il mito della moka in un espresso”, accompagnato da uno “Yessahh” originale: “Perché così buono ce n’è uno solo!”

Il soggetto 30” e 15”, è on air in tv su tutte le principali emittenti ed è stato preceduto sul web da una serie di quattro teaser “mini audizioni” da 6’’ degli aspiranti cherubini. Ma come dice Pietro “in radio no, non credo che passino…”

 

Credits
Agenzia: Armando Testa
Direzione Creativa: Michela Sartorio e Monica Pirocca
Regia: Paolo Monico
Cdp: Filmmaster Productions
Postproduzione: Band
Musica: Paolo Re/Paolo Jannacci

articoli correlati