MEDIA 4 GOOD

Aldo Biasi Comunicazione firma la nuova campagna lasciti della Lega del Filo d’Oro

- # # #

Aldo Biasi Comunicazione

“Un sussurro nel silenzio, una luce nel buio” è questo il concept alla base della creatività della nuova campagna lasciti on air fino al 5 febbraio di Lega del Filo d’Oro e ideata dall’agenzia Aldo Biasi Comunicazione.

“Tutti i colori del buio” è una campagna adv dall’alto valore simbolico ideata con l’obiettivo di rompere gli schemi nella comunicazione sul tema della solidarietà testamentaria. Lo spot della campagna ha l’obiettivo di far riflettere su quanto il buio accomuni un lascito testamentario, ultimo gesto di solidarietà prima della morte, alla dimensione in cui vivono costantemente immerse le persone sordocieche e come questo possa diventare e trasformarsi, invece, in una luce nella vita delle persone attraverso i progetti concreti della Lega del Filo d’Oro.

“Quando si tratta affrontare, in comunicazione, il tema delle persone sordocieche, bisogna farlo con grande misura e rispetto. È un dramma così grande che a nostro avviso non è rappresentabile. Per la campagna a sostegno dei lasciti testamentari a favore delle persone sordocieche curate e assistite dalla Lega del Filodoro, abbiamo invece deciso di non rispettare i canoni che si seguono tradizionalmente nelle campagne adv, ma di scegliere il massimo minimalismo con uno schermo nero con una piccola luce al centro”, dichiara Aldo Biasi, Presidente dell’agenzia creativa Aldo Biasi Comunicazione. Quello delle persone sordocieche è un universo fatto di buio e silenzio, ma l’impegno quotidiano della Lega del Filo d’Oro riesce a renderlo un po’ meno scuro e silenzioso e ricevere un lascito testamentario apre per tutti loro un debole, ma importantissimo spiraglio di luce e di speranza”.

Per la Lega del Filo d’Oro i lasciti solidali racchiusi nei testamenti sono un bacino fondamentale per continuare a sostenere e progettare le attività rivolte per la cura e l’assistenza delle persone sordocieche e delle loro famiglie e offrire sempre più servizi di cura, assistenza, formazione del personale sanitario coinvolto in un numero sempre crescente di regioni italiane.

“Siamo stati tra i primi in Italia a dare vita a campagne adv sui lasciti testamentari. Inserire un lascito nelle ultime volontà per la Lega del Filo d’Oro significa aiutarci a garantire servizi di alto livello per le persone sordocieche e pluriminorate psicosensoriali. Ci auguriamo che questa campagna stimoli una riflessione sul valore e l’importanza di un gesto di solidarietà che può fare la differenza nella vita delle persone sordocieche e delle loro famiglie”, dichiara Rossano Bartoli, Segretario Generale della Lega del Filo d’Oro

La campagna vivrà con uno spot tv e radio, su stampa e affissioni.

articoli correlati

AGENZIE

Comunicazionisociali si aggiudica l’incarico per la nuova campagna lasciti di UNHCR

- # # # #

UNHCR

Comuicazionisociali, Business Unit del gruppo Komma, è stata scelta dall’Agenzia dell’ONU per i Rifugiati (UNHCR) al termine di una consultazione che ha visto in gara più agenzie.

Comunicazionisociali, agenzia storica nel settore non profit, con particolare esperienza nella strategia e nella comunicazione sui lasciti testamentari, ha ideato una campagna che identificasse e valorizzasse l’unicità e l’azione umanitaria di UNHCR nella protezione e nella difesa dei diritti dei rifugiati, persone che a causa di guerre, persecuzioni o calamità naturali perdono gli affetti, la casa, il lavoro e sono costrette a fuggire, rischiando la loro vita e quella dei loro figli.

Oggi come in futuro, un rifugiato avrà sempre bisogno di protezione e accoglienza, per questo UNHCR dà molta importanza a una comunicazione efficace che diffonda la cultura del testamento e del lascito solidale.

L’immagine dal forte impatto emotivo e visivo, presa dall’archivio fotografico di UNHCR, ritrae una madre rifugiata siriana che, con un’espressione mista di sconforto e paura, guarda in macchina come per chiedere aiuto, mentre accarezza amorevolmente i suoi due figli piccoli.

Il titolo: “A chi ha lasciato tutto per forza, puoi lasciare qualcosa per amore” è una call to action che vuole riportare in primo piano il dramma umano di chi è vittima innocente di un’enorme perdita, un messaggio per far capire a chi si sente vittima dell’accoglienza, quanto più grandi siano i problemi di chi non ha più nulla.

Sarà cura dell’agenzia applicare e declinare la campagna a tutti gli strumenti di comunicazione richiesti dal cliente: locandina, annuncio stampa, guida ai lasciti, leaflet, minisito dedicato, direct mailing, strumenti digital.

La direzione creativa è di Bob Marcheschi con l’art director Paola Ferri.

articoli correlati

AGENZIE

Publicis di nuovo insieme a UNICEF per i bambini di tutto il mondo

- # # # #

Dai prossimi giorni sarà on air una nuova campagna del Comitato Italiano per l’UNICEF firmata Publicis Italia per comunicare un modo diverso per sostenere i progetti di lotta alla mortalità infantile, per cui UNICEF è da sempre in prima linea. Attraverso un lascito testamentario è infatti possibile compiere un grandissimo gesto d’amore aiutando i bambini nel mondo.

Il film tv racconta, attraverso una carrellata di fotografie, la vita di una donna e le tante scelte che ciascuno di noi si trova a fare nel corso della sua esistenza. Una voce fuori campo ci accompagna verso il messaggio finale della campagna: “Qualunque sia la vita che hai scelto di vivere, con un testamento per l’UNICEF puoi fare ancora di più”. Un tema non facile come quello dei lasciti diventa così un’occasione per ribadire il legame empatico tra UNICEF e i suoi sostenitori, oltre che l’importante mission dell’Organizzazione.

Declinata su tv, stampa e radio la campagna segue di poco il progetto “Semi di Orchidea”, realizzato sempre da Publicis Italia che comunicava la raccolta fondi in oltre 1100 piazze italiane nella prima fine settimana di ottobre.

Il team creativo che ha sviluppato la campagna è composto dai direttori creativi associati Alessandra Romani e Alexandra Todero, dal copywriter Massimo Muto e dall’art director Emiliano Soranidis. La direzione creativa esecutiva è di Bruno Bertelli e Cristiana Boccassini.

articoli correlati