NUMBER

GroupM, Kinetic e Ogilvy presentano i risultati del progetto LASOOH!

- # # # # #

lasooh

Dal 9 luglio al 2 settembre di quest’anno, Milano è stata invasa dai cartelloni LASOOH, affissioni di ogni genere e tipo, e oggi GroupM, insieme a Kinetic e Ogilvy, ha fatto il punto sul progetto dedicato al mondo dell’Out Of Home

“Questi appuntamenti sono parte integrante della nostra mission e hanno l’obiettivo di far riflettere – noi per primi – sull’evoluzione dei media nello scenario della comunicazione, analizzando in particolar modo quei cambiamenti che stanno ridisegnando il nostro modo di pensare, lavorare e costruire valore per i clienti e per il mercato. Si tratta di un progetto che ha visto coinvolte più realtà del Gruppo a testimonianza del percorso sinergico, di integrazione continua che contraddistingue WPP”, ha spiegato Massimo Beduschi, Chairman & CEO GroupM e COO WPP

Il progetto, che nel nome contiene un gioco di parole sull’acronimo del mezzo, è stato ideato da Kinetic e realizzato da GroupM in collaborazione con Ogilvy per richiamare l’attenzione di clienti, media community e concessionarie su un ambiente di comunicazione la cui offerta ha ancora molto da dire, dal punto di vista sia del planning sia della creatività.

Si è evidenziato come l’OOH possa andare al di là dei ruoli che tradizionalmente le vengono riservati nelle strategie di comunicazione e come possa essere considerata a tutti gli effetti un punto di accesso verso il mondo digitale. Per dimostrarlo sono state utilizzate diverse fonti, provenienti da una ricerca sulle audience che hanno transitato nelle aree centrali e periferiche della città di Milano (1.200 casi, su panel Toluna, rappresentativi per sesso ed età della popolazione di età superiore ai 15 anni residenti) e da un’analisi di neuromarketing (condotta su 40 persone sia in laboratorio che per strada) in collaborazione con il Brain&Behaviour Lab dello IULM, integrati con i dati raccolti dagli analytics del sito LASOOH.IT.

Sono stati installati oltre 2.000 impianti che hanno raggiunto il 67% della popolazione, mentre uno su due di coloro che li hanno visti ha affermato di essere riuscito a riconoscere la comunicazione. Interessante sapere che il gradimento è stato fino a 3 volte superiore rispetto al gradimento medio dell’OOH, tanto che circa 34 mila utenti hanno cercato informazioni online sul sito lasooh.it.
Il successo è stato determinato dalla semplicità e dalla sintesi della pubblicità, che hanno aiutato il percorso dell’occhio a focalizzarsi sugli elementi importanti. Secondo le ricerche effettuate in laboratorio e in strada, infatti, guardando una cartellonistica LOSOOH lo sguardo passava dalla domanda all’immagine fino ad arrivare alla call to action, soffermandosi in maniera particolare sull’impianto (il tempo medio di visione di un OOH è di 3,2 secondi).

Diverse erano le tematiche e i richiami che sono stati trattati, ma alcune in particolare hanno colpito l’occhio delle persone analizzate. Due sono state le aree indagate: il ricordo e il gradimento. Se nella classifica del ricordo hanno primeggiato Zucchero (48,2), 50 Sfumature di grigio (43,8%) e House of cards (38%), nel gradimento troviamo in cima Nel blu dipinto di blu (68,1%) e The Beatles (64,8%).

Invece se stiliamo una speciale classifica “Top in mind” troviamo Nel Blu dipinto di blu che ha focalizzato lo sguardo dell’osservatore fino a circa 3,5 secondi, mentre 50 Sfumature si è attestato solo a circa 2 secondi.

Le città sono il palinsesto dell’OOH e l’evoluzione urbanistica le sta trasformando in piattaforme sempre più qualificate per la comunicazione. I brand più evoluti, che hanno guidato alcuni dei più importati progetti di riqualificazione dei territori metropolitani, hanno instaurato un dialogo con le città, sfruttando le molteplici opportunità offerte dagli impianti già esistenti, contribuendo così all’evoluzione del mezzo.

Se prima l’OOH rappresentava qualcosa che la città indossava come un vestito, oggi inizia a essere incorporata nel tessuto urbanistico, come è stato riconosciuto dal 70% degli intervistati che considerano ormai l’OOH come un touch-point irrinunciabile, parte integrante del loro paesaggio visivo quotidiano. L’OOH è, infatti, il 3° mezzo preferito dopo TV e Digital, cioè dopo quei mezzi che rappresentano la baseline di ogni pianificazione media.

“È emerso che la comunicazione OOH funziona ed è efficace su tutto il funnel, se pensata strategicamente, oltre a essere capace di superare l’adv blindness e catturare anche i target più difficili come i Millennial e la Generazione Z”, ha commentato Federica Setti, Chief Research Officer di GroupM. “Ma soprattutto si è evidenziato come l’OOH riesca a essere un entry point al mondo digitale, grazie alla sua naturale sinergia con il mobile, spingendo alla call to action e catturando l’attenzione delle audience (riducendo i tassi di bounce rate e incrementando il tempo speso online)”.

Senza dimenticare poi la centralità e l’importanza della creatività: Marco Geranzani, Client Creative Director di Ogilvy, ha sottolineato come l’idea debba essere pensata ed eseguita fin dal principio secondo le caratteristiche specifiche del mezzo. Infatti dalle analisi di neuromarketing, emerge che l’OOH deve riuscire a catturare l’attenzione per far sì di trattenere lo sguardo del passante e aumentare il tempo speso una volta che è entrata nel suo campo visivo, utilizzando i criteri di semplicità (andare dritti al punto), selezione (rinunciare a dire tutto) e ingaggio (incuriosire attraverso il rimando tra testo e immagine).

L’evento è poi proseguito con l’intervento di Alberto Mattiello -Future Thinking Project di J. Walter Thompson – che ha raccontato le prospettive future dell’OOH: sempre più digitale, interattiva (audio, corpo, voce) e integrata alle nuove smart city, che offrono nuovi modelli di business e di aggregazione, oltre che tecnologia (come 5G e open data). Spunto confermato anche dalle recenti evidenze internazionali dove i big player delle nuove piattaforme digital (da Netflix a Google fino ad Amazon) stanno acquistando network di OOH. “L’OOH del domani deve puntare sempre di più sull’emozione”, ha aggiunto Mattiello.

“Con questo evento abbiamo voluto presentare un progetto diverso e, crediamo, nuovamente rilevante per il mondo della comunicazione. Dopo aver lanciato il RealDOOH, il primo prodotto di acquisto automatizzato di Digital OOH in partnership con GroupM digital, oggi Kinetic presidia l’80% del mercato DOOH acquistato in DSP. L’importanza degli impianti Digital OOH è ulteriormente dimostrata dal fatto che attualmente rappresentano la quota più alta del nostro spending. Ma non ci fermiamo qui, stiamo già lavorando e lanceremo prossimamente una DMP dedicata all’audience buying & insight dell’OOH che presenteremo al mercato nel corso del 2019.” hanno concluso Alberto Cremaschi, Managing Director di Kinetic, e Carlo Grillo, Chief Operating Officer di Kinetic.

articoli correlati

MEDIA

Chanel per la prima volta in metropolitana con IGPDecaux, Kinetic e Plus

- # # # #

Chanel - IGP Decaux

Grazie alla collaborazione con IGPDecaux, per la prima volta in Italia, Chanel arriva in metropolitana con due station domination nelle stazioni di Moscova e San Babila e sugli impianti posti nel passaggio che collega la stazione metropolitana di Spagna con Vicolo del Bottino a Roma.

Un’importante pianificazione strategica delle principali stazioni e tra le più frequentate delle due città, con la creatività realizzata da Parigi.

Con queste immagini in metropolitana, Chanel vuole avvicinare il marchio alla vita di tutti i giorni, senza dimenticare la cura e l’eleganza che caratterizza il brand stesso. Ogni prodotto rappresentato è associato a un messaggio diretto e accattivante, che trasmette libertà e coraggio: claim coinvolgenti e riflessivi per ogni prodotto proposto, che ricreano un ideale manifesto di bellezza, ricco di audacia.

La campagna, on air a Roma dal 3 settembre e a Milano dal 10 settembre, proprio in occasione della settimana della moda, è stata ideata da Chanel ed è stata realizzata con la collaborazione di IGPDecaux, dell’agenzia WPP specializzata nella pianificazione OOH Kinetic e dell’agenzia Plus.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Sky in diretta streaming con Clear Channel per X Factor Music District

- # # #

X Factor Music District

In occasione della Milano Music Week, iniziata il 20 novembre, Sky Italia ha allestito una “casa” in Corso Garibaldi, all’altezza del civico 115, per i talenti di X Factor. Si tratta dell’X Factor Music District, ovvero un’area dedicata al talent show e ai suoi artisti sul cui palcoscenico, unico nel suo genere e di grande impatto, si sono svolti concerti e live session e alla quale i fan hanno potuto accedere gratuitamente per ascoltare i concorrenti più amati delle ultime edizioni di X Factor e quelli dell’edizione di quest’anno.

Per l’occasione Sky ha realizzato, in collaborazione con Kinetic, artefice di questo progetto esperienziale insieme a Clear Channel, una nuova operazione di live streaming che è stata trasmessa sui digitotem della multinazionale americana, dotati di schermi LCD da 70”, di Corso Garibaldi, di Corso Vittorio Emanuele, di Via Torino, Corso Porta Ticinese e di Corso Sempione. Clear Channel ha mandato in streaming, nel corso di tutta la settimana, alcuni momenti di questo evento musicale.

Tutto è stato realizzato grazie a una forte e sinergica collaborazione tra il cliente Sky, Kinetic, Clear Channel e i partner tecnologici di Clear Channel, Fabbrica Digitale e Imecon.

“È sempre più evidente la valenza dinamica e flessibile che sta assumendo l’Out of Home nel mondo della comunicazione grazie alle nuove tecnologie digitali. Eventi come questo di Sky, cliente con il quale collaboriamo da tempo in maniera attiva e innovativa, sono esempi tangibili delle reali potenzialità del nostro mezzo e della capacità di Clear Channel di offrire soluzioni in grado di rispondere alle esigenze di comunicazione sempre più evolute dei brand. L’impegno, in termini di strategia digitale su cui il Gruppo continua a focalizzarsi, costituisce un upgrade determinante per la crescita del nostro business”, ha dichiarato Carlo Giacobbe, Commercial Director di Clear Channel Italia.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

IGPDecaux e Kinetic: IT on air sulle pensiline digitali di Milano con il primo Smart Content

- # # #

Smart Content di IGPDecaux

Dal 2 al 15 ottobre Warner Bros. è on air con il primo Smart Content di IGPDecaux sulle pensiline digitali di Milano, grazie alla pianificazione media di Kinetic, per lanciare la versione cinematografica di IT, del regista Andy Muschietti. Il thriller horror tratto dall’omonimo romanzo best-seller di Stephen King, che da decenni terrorizza generazioni di lettori, uscirà nelle sale italiane dal 19 Ottobre.

Kinetic ha ideato una strategia di comunicazione contestuale avvalendosi di Smart Content, lo strumento che realizza il sogno di tutti i pubblicitari, ovvero poter pubblicizzare un prodotto con il contenuto giusto, che sia rivolto alle persone giuste, nel momento giusto, raggiungendo risultati ottimali.

Presentato da IGPDecaux ai propri clienti nel corso dell’evento Conversazioni Digitali che si è tenuto prima dell’estate a Milano e a Roma, è una soluzione sviluppata da JCDecaux Dynamics, il Digital Creative Hub londinese del gruppo JCDecaux, ed è disponibile in esclusiva per le società internazionali del gruppo. In Modalità Standard permette di cambiare contenuto in base ad una o più variabili: tempo meteorologico, temperatura, localizzazione, ora del giorno e giorno della settimana. In Modalità Non Standard possono invece essere implementate infinite soluzioni grazie a design e sviluppi ad hoc.

Warner Bros. ha sfruttato due delle funzionalità standard di Smart Content mandando on air creatività diverse per il lancio del film a seconda che sia giorno o notte oppure a seconda delle condizioni meteo, in particolare in caso di pioggia. L’efficacia del messaggio, che vuole attrarre il pubblico dandogli un assaggio di suspence e paura che vivrà durante la visione del film, viene potenziata da questa capacità di adattarsi alle condizioni esterne sulla base di data feed, a cui si aggiunge l’altissima risoluzione degli schermi delle pensiline digitali di IGPDecaux che valorizza l’animazione della grafica.
Questa campagna dà vita al concetto di “contextual communication planner” che contraddistingue il posizionamento di Kinetic.

 

articoli correlati

MEDIA 4 GOOD

JWT e Bedeschifilm firmano la campagna di fundraising a sostegno di WeWorld

- # # # # #

WeWorld

Ha preso il via la campagna di fundraising a sostegno delle attività di WeWorld, onlus che da anni opera nel campo della tutela dei diritti delle donne e dei bambini, sia a livello internazionale sia in Italia, dove è presente con centri di assistenza che offrono supporto psicologico a donne e bambini vittime di violenza.

Lo spot, realizzato da JWT, presenta il tema della violenza sulle donne da un punto di vista inedito, quello del bambino che assiste ai maltrattamenti. Si calcola infatti che solo in Italia il 65% dei casi di violenza domestica avviene davanti ai figli.

Il cuore della campagna è un film di 30 secondi, in onda sulle principali reti Rai e Mediaset, La7, Tv2000 e circuito grandi stazioni, che riesce a rendere partecipi gli spettatori del dramma senza mai alzare i toni o ricorrere a stereotipi. Il protagonista del film è un bambino che disegna la sua mamma: pensa a lei ricordando i bei momenti passati insieme e la descrive come la migliore del mondo, sempre sorridente. La magia di quei ricordi bellissimi svanisce non appena al bambino vengono in mente le violenze che la donna subisce da parte del padre. È in quel momento che il bambino traccia due lacrime sul volto della madre. Il video si conclude con un abbraccio commovente tra mamma e figlio, entrambi segnati da un dolore profondo.

Lo stesso film è stato realizzato anche per il web nella versione da 15 secondi e la sua diffusione è legata a quella del gesto del time out: per creare social engagement tra gli utenti, diversi testimonial si faranno fotografare con le mani a T, invitando gli altri a seguirli.

La produzione è firmata da Bedeschifilm, il cui produttore Giovanni Bedeschi, da sempre vicino ai temi di carattere sociale, ha voluto il coinvolgimento di una mamma attrice e di suo figlio per dare autenticità e forza al gesto dell’abbraccio e dare un sapore più vero all’intero film. La regia è stata affidata ad Alberto Poli, regista emergente che si è formato nella Palestra di Bedeschifilm, la divisione della cdp dedicata ai giovani talenti. Alberto è stato molto abile nel dirigere e gestire il giovane protagonista, esaltandone la naturalezza e spontaneità.

Nella ricerca di spazi gratuiti per la diffusione della campagna è stato fondamentale il ruolo di Kinetic, agenzia media specializzata nell’out of home.

La post produzione audio video è stata curata da Post Atomic che si è resa gentilmente disponibile.

Credits

CEO & Chief Creative Officer: Sergio Rodriguez
Chairman & Chief Creative Officer: Enrico Dorizza
Executive Creative Director: Daniela Radice
Direttore creativo: Fabrizio Pozza
Art Director: Paola Lanzani
Copywriter: Giulia Brugnoli
Regia: Alberto Poli
Direttore della fotografia: Amir Andalib
Casa di produzione: Bedeschifilm
Agency producer: Marijana Vukomanovic
Account Director: Sandra Dossi
Account Executive: Laura Nardi
Junior Account Executive: Alberto Sala

articoli correlati

MEDIA

Da Out of Home Specialist a #ContextHacker: Kinetic ridefinisce l’OOH

- # # # #

kinetic

La possibilità di potersi connettere e di interagire in qualsiasi momento e in qualsiasi luogo trasforma e crea nuove perimetri di audience per media considerati classici quali l’Out of Home, cheridefiniscono il proprio ruolo per diventare parte integrante di soluzioni di comunicazione media sempre più efficaci.

“L’Out of Home fa parte a tutti gli effetti del nuovo ecosistema “seamless” reale-virtuale in cui l’interazione fra Mobile e Out of Home rappresenta un enorme valore per i clienti. Per questo Kinetic è andata oltre l’essere semplicemente esperta di Out of Home e si è riposizionata sfruttando la propria expertise applicandola anche al digitale” afferma Mauricio Sabogal, Global CEO Kinetic Worldwide (nella foto). “La nostra mission è, quindi, quella di connettere e attivare le audience in movimento utilizzando al massimo la forza e la rilevanza del contesto. Da qui la definizione di #ContextHacker”.
La conoscenza generata da dati e tecnologia su come il contesto influenza predisposizioni mentali, intenzioni e comportamenti delle persone permette a Kinetic di capire l’audience journey nella sua interezza, sia fisicamente sia emotivamente, arrivando così a definire i parametri del cosiddetto “Active Journey”.
“In tale scenario il ruolo del big data diventa essenziale”, interviene Alberto Cremaschi, Managing Director Kinetic Italia. “Stiamo stringendo accordi con gli operatori mobili per arrivare a definire le OPS dei singoli impianti sul territorio, incrociando i dati dei telefoni all’interno di aree di 300×300 metri identificate dalle selle di copertura, ovviamente anonimizzati nel rispetto delle stringenti norme EU, ma che non di meno ci consentono di ottene profili di target raggiunto con un elevato livello di precisione”.

Sempre nell’ottica di fornire strumenti sempre più efficenti per gestire l’OOH, Kinetic ha sviluppato una dashboard di media business intelligence che consente di navigare interattivamente le campagne dei clienti ed il patrimonio di impianti sul territorio. Il grande valore aggiunto è quello di controllare in tempo reale l’espletamento delle campagna Out of Home in tutta Italia. Inoltre, si possono integrare dati di geo-marketing.
Fedele a al nuovo posizionamento lanciato qualche mese fa, e sottolineato dal rebranding, Sabogal ha evidenziato che “oggi sviluppiamo strategie di comunicazione che da one-to-many diventano one-to-one. Con questo approccio innovativo creiamo esperienze uniche e di valore per le persone che sono invogliate e spinte ad agire generando performance per i nostri clienti”.
Colonna portante di questa evoluzione non sono solo Mobilità-Smartphone-Social ma anche gli impianti di Digital Out of Home, in espansione anche in Italia, che permettono di trasmettere in tempo reale dati rilevanti per i consumatori, quali ad esempio feed dai Social, e aprono le porte al Programmatic OOH e al contextual planning.

“Il Programmatic OOH si è finalmente affacciato anche sul mercato italiano. Kinetic Italia sta cercando di inserire in un’unica piattaforma più concessionarie operanti in diversi ambiti dell’OOH per amplificarne portata e valore per i clienti”, aggiunge Cremaschi,. “Siamo ancora in una fase embrionale e la sfida più grande è trovare dei parametri di targeting analoghi a quelli del Web per integrare in modo sinergico on e offline, senza però perdere il valore intrinseco delle location in cui gli impianti sono inseriti”.
Sempre nell’ottica di moltiplicare i touch point “on the move”, Kinetic ha realizzato, Cee App: un’applicazione di multiple scanning che lavora cross-media (rileva immagini, audio e quindi utilizzabile in Out of Home, Radio, TV, Stampa) dedicata alla “Mobile Activation”. L’applicazione è già in uso in diversi mercati europei, Italia compresa, e si presta bene ad essere integrata in programmi loyalty, che possono fornire il reward per l’impegno attivo dell’utilizzatore.

Dopo aver ribadito il ruolo di Audioutdoor come elemento di lo sviluppo del settore (“Come centro media abbiamo “fame” di dati”) auspicando l’ingresso di un maggior numero di concessionarie, Cremaschi ha illustrato la Ricerca “Adv Factor OOH” sviluppata in collaborazione con GroupM con l’obiettivo di individuare i formati pubblicitari più efficaci per l’attivazione dei consumatori. “Per la prima volta sono stati indagati i diversi formati che compongono l’OOH suddivisi in 11 categorie e non l’OOH in quanto tale nella sua interezza e sono stati messi in relazione con gli altri mezzi”.

Al termine dell’incontro, Cremaschi ha brevemente commentato l’andamento 2016 del mercato OOH: “quest’anno chiuderà flat dopo un 2015 particolarmente positivo trainato da EXPO, mentre Kinetic chiuderà l’anno in positivo”.

articoli correlati

MEDIA

Kinetic Innovation e IGPDecaux Creative Solutions per l’OOH Jolie di Lavazza

- # # # # #

Kinetic

Declinazione interattiva OOH, realizzata da Kinetic Innovation, della creatività di Armando Testa per il lancio della nuova Jolie, la più recente macchina per caffé espresso di Lavazza.

A rinforzo della strategia di comunicazione Out of Home sviluppata da Kinetic e MEC, declinata su Arredo Urbano, Grandi Formati, Digital Out of Home, attività a copertura dei punti vendita, la unit Kinetic Innovation ha pensato a due soluzione accattivanti per far vivere nel contesto urbano il nuovo prodotto Lavazza e per entrare in contatto e attivare le audience “on-the-move”.

Grazie alla collaborazione di IGPDecaux Creative Solutions con Azienda Trasporti Milanesi, dal 19 settembre per due settimane, alcune pensiline sono allestite con uno showcase che consente di esporre Jolie esaltandone le sue caratteristiche: il design, la compattezza e le varianti di colore.

IGPDecaux Creative Solutions, oltre a vestire completamente la struttura, garantendo una comunicazione esclusiva e impattante attraverso la soluzione Brand Shelter, propone una soluzione altamente innovativa; i passanti infatti vengono sorpresi da un effetto sonoro attivato con un sensore di presenza, redendo più memorabile la campagna.

A Milano saranno presenti 330 pensiline, di cui 5 con lo showcase e il file audio nelle zone più centrali della città come Largo Cairoli, Via De Amicis, via Manzoni, Corso Sempione e Corso di Porta Vittoria e altre 5 pensiline solo con il file audio.

In aggiunta, un Grande Formato con schermo digitale in corso Como permette di coinvolgere il pubblico dando la possibilità di vincere una macchina espresso Lavazza A Modo Mio Jolie. L’attività realizzata con One, prevede un totem che innesca un gioco a fortuna in cui Jolie, oltre ad essere l’indiscussa protagonista, è il trigger per attivare l’iniziativa.

articoli correlati

MEDIA

Sky Italia si avvale su Roma del “Create” di Clear Channel per Sky Box Sets

- # # # #

Sky Italia

Il 1 marzo Sky Italia ha lanciato “Sky Box Sets”, l’offerta più completa in Italia di serie Tv di qualità, da vedere dall’inizio, tutte insieme, stagione dopo stagione.

Per questo lancio, Sky Italia supportata da Kinetic, agenzia leader nell’Out of Home, ha voluto adottare soluzioni di impatto impiegando un’azione del tipo “Create” di Clear Channel, concepito per realizzare “progetti speciali” in grado di stupire il consumatore e di valorizzare, in modo esclusivo, il prodotto andando a colpire in modo efficace l’audience di riferimento.

“Create” offre a Sky Italia l’opportunità di promuovere il suo nuovo prodotto attraverso una campagna outdoor, on air fino al 23 marzo, allo scopo di ottenere l’effetto “wow”.

Nel dettaglio, Sky Italia ha deciso di personalizzare, in modo innovativo, attraverso una quasi totale adesivazione, alcune pensiline di attesa bus, scelte in zone centrali della capitale e strategiche per il traffico e per la copertura dei flussi pedonali in grado di garantire una presenza di stile isolata da altri messaggi pubblicitari. Alcune sono backlit e questo non fa che conferire agli impianti pubblicitari un forte impatto emotivo e un’indubbia visibilità.

articoli correlati

MEDIA

Ritter Sport sbarca a Milano, Torino, Bologna e Napoli con Kinetic

- # #

Il cioccolato quadrato Ritter Sport torna on air a Milano, Torino, Bologna, Napoli in Out of Home con Kinetic, una conferma che arriva dopo il successo dello scorso anno.
La campagna prosegue infatti l’approccio intrapreso l’anno scorso con l’Out of Home quale unico media della strategia di comunicazione 2015/2016 rinnovando così la fiducia riposta nel mezzo.

La pianificazione vede la presenza di impianti di arredo urbano in grandi quantità e la decorazione integrale di autobus e tram urbani che circoleranno in continuo quattro mesi. Ne consegue una campagna che domina le città e garantisce un forte impatto visivo protratto nel tempo. La comunicazione si fa riconoscere anche per i copy, pensati da RGGT Partners, dei diversi soggetti creativi che rappresentano alcuni gusti dell’ampia varietà offerta da Ritter Sport: Nocciole Intere, Latte delle Alpi, Noccio Biscotto e Fondente Extra.

Questa caratteristica peculiare di Ritter Sport ha permesso di realizzare una creatività pensata ad hoc per la città di Torino che fa riferimento al derby calcistico fra Juventus e Torino utilizzando i colori delle tavolette bianche, nere e rosso granata rispettivamente dei gusti Yogurt, Fondente Extra e Fondente.
Kinetic ha supportato Ritter Sport in tutte le fasi della campagna, dalla strategia fino alla pianificazione ed esecuzione consolidando così la collaborazione siglata l’anno scorso.

articoli correlati

MEDIA

Kinetic si espande in Russia. Alla guida Ilya Cheredin

- # #

Il 1° Agosto verrà lanciata Kinetic Russia; Ilya Cheredin, per 20 anni in Poster Group, ne sarà il CEO.

David Payne, CEO World Markets, Kinetic Worldwide dichiara: “Questa espansione è davvero straordinaria per Kinetic Wolrdwide e siamo entusiasti di portare la nostra competenza e il nostro know-how in questo mercato. Saremo in grado di offrire la nostra profonda esperienza ai clienti russi e aspettiamo con impazienza le nuove opportunità che si apriranno nei prossimi mesi e anni”.

Ilya Cheredin, CEO Kinetic Russia, aggiunge: “Da tempo ammiro l’approccio e le competenze di Kinetic. Far parte di questo team in Russia è una fantastica opportunità. Anche se l’OOH sta affrontando sfide notevoli, siamo convinti che Kinetic abbia le capacità giuste per sfruttare il grande potenziale presente nel mercato russo. Non vedo l’ora di far diventare Kinetic leader in questo mercato”.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

On air la nuova campagna Ritter Sport, Kinetic Italia firma la creatività

- # # # # #

La varietà di colori e gusti Ritter Sport invade Milano, Torino, Padova e Bologna. A partire da lunedì, e per i prossimi quattro mesi, è on air la campagna dell’inconfondibile cioccolato quadrato che, grazie alla strategia Out of Home ideata da Kinetic, farà venire gola a tutti.
La pianificazione si sviluppa su due fronti sinergici fra di loro: arredo urbano previsto in grandi quantità a ottobre-novembre e gennaio-febbraio 2015 per dominare le città a garanzia della massima visibilità, in contemporanea vetture decorate urbane ed extra urbane circoleranno quattro mesi per un forte impatto visivo prolungato nel tempo.
Lunedì i frequentatori della metropolitana sono stati piacevolmente sorpresi da un’attività di sampling nelle stazioni di Centrale, Loreto e Cordusio.
Ritter Sport ha deciso di affidare il budget di comunicazione a Kinetic, a dimostrazione dell’affermata leadership dell’agenzia sul mercato Out of Home italiano.
“Siamo molto contenti della fiducia riposta in noi da un cliente internazionale come Ritter Sport” dichiara Alberto Cremaschi, Managing Director Kinetic Italia. “Abbiamo messo in campo la nostra conoscenza del territorio, delle potenzialità dei diversi formati Out of Home e la loro performance sul target dimostrando che un approccio consulenziale strutturato supportato dalla giusta strategia porta dolci risultati”.

articoli correlati

AGENZIE

Kinetic presenta K Video, un “canale televisivo fuori casa”

- # # #

Kinetic ha creato K Video, un pacchetto di videocomunicazione che raccoglie il meglio dell’offerta presente sul mercato per creare un vero e proprio “canale televisivo fuori casa”.

 

Una proposta che nasce dalle analisi condotte da Kinetic sui prodotti che necessitano di un sostegno costante, come quelli di largo consumo, che hanno dimostrato che la videocomunicazione è un media performante che può arrivare ad avere un ROI quasi doppio rispetto alla tv. Un risultato che parte proprio dalla sinergia con il piccolo schermo che porta ad un aumento dell’efficacia sulle vendite fino al 20%. Un incremento che si va a sommare alla modularità a livello locale, insita nell’OOH. A fronte di budget contenuti e basso CPG, la videocomunicazione consente di coprire gran parte del territorio nazionale fornendo un contributo incrementale al sell-out rispetto a quello già generato dalla TV.
Il presidio degli ambienti ad alto traffico quali stazioni, aeroporti, metropolitana, autobus, autostrade, centri città, può inoltre aggiungere fino a 6 punti di copertura incrementale, a seconda del planning, rispetto a quella televisiva.
“Kinetic produce costantemente per i propri clienti analisi quali-quantitative a supporto dell’OOH distinguendosi sul mercato e creando informazione – dichiara Maria Luisa Scialoia (nella foto) Responsabile Strategica di Kinetic Italia – Ormai da tempo valutiamo in pre-campagna l’efficacia dei layout creativi ed in post misuriamo l’impatto sull’awareness e sul sell-out, dimostrando che l’OOH contribuisce in maniera efficace ed efficiente al business del cliente”.

articoli correlati

MEDIA

Kinetic e IGPDecaux, KleinRusso e Maxus: campagna interattiva di TIM Cubomusica e Cubolibri

- # # # # # # # #

A partire da martedì 10 settembre nella metropolitana di Milano è on air la campagna interattiva CuboMusica e CuboLibri – le piattaforme di Telecom Italia dedicate rispettivamente alla musica e all’editoria digitale – che, grazie all’utilizzo di QR Code,  ricerca l’engagement del mixando media classici e digitali.
I passeggeri della metropolitana hanno infatti la possibilità di impegnare il tempo di attesa sulla banchina interagendo con i manifesti. Inquadrando il QR Code presente all’interno della comunicazione TIM, è possibile accedere all’offerta “Try&Buy” che prevede l’attivazione dell’abbonamento con i primi 30 giorni gratis a Cubomusica o ai servizi edicola Cubolibri Corriere Mobile, La Repubblica Mobile, Il Messaggero Mobile. L’iniziativa è ideata da Kinetic e IGPDecaux Innovate, e realizzata in collaborazione con Maxus e con la creatività dell’agenzia KleinRusso.
“Le nuove tecnologie come il QR Code agevolano l’interazione fra brand e consumatore – commenta Alessandro Mombelloni, Presidente e Amministratore Delegato Kinetic Italia – e pongono l’enfasi sull’esperienza diretta. L’applicazione in Out of Home combinata con il Mobile risulta strategica perché permette di soddisfare questa esigenza immediata di interazione in ogni luogo e in ogni momento della giornata”.
La campagna Out of Home TIM Cubomusica e Cubolibri sarà on air fino al 23 settembre con impianti di grande impatto distribuiti su tutte le linee metropolitane milanesi e proseguirà fino al 9 dicembre su 12 posizioni scelte nelle stazioni di snodo e con maggior flusso passeggeri.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Maxus promuove “90 anni di passione bianconera”

- # # # # # # #

Maxus ha curato per Juventus F.C le attività di comunicazione per la promozione della mostra “Il Lunedì si parlava di calcio. Agnelli – Juventus:  90 anni di passione bianconera”, la prima esposizione temporanea ospitata all’interno degli spazi dello Juventus Museum e dedicata alla lunga storia d’amore tra il club e la famiglia Agnelli.

Il piano di comunicazione sviluppato da Maxus a sostegno dell’evento ha previsto, in una prima fase, una campagna interamente declinata sul digital con attività mobile e display su siti a target e Facebook, a cui è seguita un’ attività di Out of Home, pianificata da Kinetic, che prevede per tre mesi la decorazione integrale con i colori del Club di un  Eurotram a Torino, mezzo di eccellenza per impatto e qualità.

La mostra, che sarà aperta al pubblico sino a domenica 1 settembre, ripercorre la storia delle quattro presidenze degli Agnelli, da Edoardo ad Andrea, passando per Giovanni e Umberto, raccontando i primati conquistati dalla Juventus e ha come filo conduttore l’innovazione che la famiglia Agnelli ha saputo apportare in campo e fuori dal campo. La mostra potrà essere visitata gratuitamente acquistando il biglietto dello Juventus Museum, mentre coloro i quali desiderino visitare la sola esposizione pagheranno un ingresso di 5 euro che contribuirà alla raccolta fondi per il progetto benefico “Crescere Insieme al Sant’Anna”, che ha come obiettivo la ristrutturazione del reparto di Neonatologia dell’Ospedale Sant’Anna di Torino.

articoli correlati

MEDIA

Kinetic, Maxus e H-ART per la campagna Fiat 500L Trekking: una nuova frontiera per l’OOH

- # # # # # # # #

Per Kinetic, Maxus e H-ART il futuro è già qui: a partire da lunedì 15 luglio a Milano, Torino, Roma, Napoli è on air la campagna FIAT 500L Trekking che, prendendo spunto dal claim “Time to be out of the box”, ha deciso di uscire dagli schemi utilizzando la tecnologia NFC, la nuova frontiera della comunicazione esterna interattiva e multipiattaforma.

I microchip integrati nei manifesti di impianti di Arredo Urbano e Metropolitana strategicamente selezionati nelle città consentono tramite smartphone una immediata interazione con il messaggio pubblicitario. Il concept sviluppato dall’agenzia H-ART è quello di arricchire l’affissione tradizionale con un elemento d’interattività mediante nuove tecnologie che permettono agli utenti di raggiungere attraverso il proprio device una landing page responsive sviluppata ad hoc dall’agenzia. Sulla pagina web le persone possono vedere lo spot, scegliere e votare uno dei sette finali possibili e soprattutto compilare il form di prenotazione per il test drive. Per cercare di massimizzare la conversione da off a on line si è optato per una combinazione di due trigger: NFC e QR Code, in modo da ampliare il più possibile il bacino di utenza dell’iniziativa.

La campagna FIAT 500L Trekking, on air fino al 28 luglio, si inserisce all’interno della complessa strategia elaborata da Maxus per il lancio di Fiat 500L Trekking, frutto del Relationship Media, il metodo di lavoro Maxus. “Attraverso l’utilizzo efficace di nuove tecnologie come l’NFC, Kinetic si propone di innovare e rendere interattivo il modo di comunicare in Out of Home dei Clienti”, dichiara Federica Fattorusso, Interaction Manager di Kinetic Italia. “In questo approccio è fondamentale la customer experience mirata a instaurare un rapporto fra Cliente e consumatore”.

articoli correlati