BRAND STRATEGY

Armando Testa e Lavazza celebrano le origini del caffè

- # # # #

Kafa

Se il caffè si chiama così è proprio perché prende il nome da Kafa: la regione etiope dove sono nate spontaneamente le prime piante di caffè della Terra. Ma Kafa è anche una qualità pregiata di Lavazza: un 100% Arabica di produzione limitata che proviene da dove la cultura del caffè affonda le sue radici.

Da qui nasce l’idea creativa dell’annuncio internazionale ideato da Armando Testa e declinato in stampa e affissione indoor per eventi: un chicco d’Arabica che diventa maschera etiope, simbolo di cultura e origini del caffè.

Per Armando Testa hanno lavorato il direttore creativo e art Andrea Lantelme e il vice direttore creativo e copy Federico Bonenti, sotto la direzione creativa esecutiva di Michele Mariani.
Lo scatto è del fotografo Andrea Melcangi, mentre la post-produzione di Michelangelo Rossino.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Annunciati i Facebook Awards 2015, vincono Leo Burnett con #LikeaGirl e l’Ice Bucket Challenge

- # # # # # #

In attesa di Cannes e dei suoi premi per la creatività pubblicitaria, Facebook annuncia oggi i vincitori dei Facebook Awards 2015, riconoscimenti per i migliori lavori creativi dell’ultimo anno sul social in blu e su Instagram. Il team ha esaminato più di 2.700 presentazioni provenienti da circa 160 paesi diversi, che, insieme, hanno offerto un’istantanea dello stato della creatività e dell’innovazione. Quest’anno, il Blue Award – il massimo riconoscimento dei Facebook Awards – è andato a Leo Burnett e Procter & Gamble per la campagna Always’ Like a Girl. Il Blue For Good Award – che premia l’eccellenza nelle campagne create per organizzazioni di charity/non-profit – è andato a ALS Ice Bucket Challenge.

Questi, in generale, i trend emersi dalle analisi del social.

 

Raccontare storie in luoghi diversi
Nel mondo, le persone utilizzano dispositivi mobile per connettersi con altre persone e per trovare contenuti, permettendo agli inserzionisti di raggiungere più persone in più paesi. I mercati emergenti e i paesi asiatici hanno presentato, infatti, la maggior parte dei lavori della collezione di quest’anno, tra cui questa campagna vincente ad opera dell’organizzazione non-profit libanese KAFA, che ha incoraggiato l’adozione di una legge contro la violenza domestica.

 

Raccontare le brand stories su mobile
I brand hanno utilizzato a lungo storie evocative al fine di alimentare interesse e costruire familiarità con il loro pubblico, ma ora, stanno pubblicando sempre più queste storie su Facebook, dove possono raggiungere le persone nel luogo in cui trascorrono la maggior parte del tempo: il mobile. In questo modo, quando Under Amour ha deciso di rendere il suo brand, tradizionalmente maschile, attraente per le donne, ha utilizzato Facebook per condividere storie di donne possenti, ignorando i giudizi e sfidando le aspettative.

 

Utilizzare i video per connettersi con le persone
Il 70% delle presentazioni di quest’anno contenevano video, a sottolineare come il video digitale sia oggi un mezzo dominante. La scorsa estate, le campagne video di sensibilizzazione, come l’ASL Ice Bucket Challenge, hanno contribuito ad alimentare l’utilizzo del video digitale, portando molti brand ad utilizzare le inserzioni video per catturare l’attenzione ed intrattenere il pubblico.

 

Innovare su Instagram
Per la prima volta quest’anno, i Facebook Awards hanno incluso anche campagne di Instagram. Ad esempio, per connettersi con i millennials, Mercedes ha portato il suo strumento di vendita più importante – l’opzione interattiva “crea la tua auto” – su Instagram, dove le persone potessero personalizzare la loro Mercedes GLA.

 

Viral Gaming
LA Red aveva il compito di assicurarsi che il pro_cee’d GT, il più importante modello di alta performance all’interno della gamma Kia, attirasse l’attenzione dei target group digitali avanzati, che si caratterizzano per essere giovani, dinamici ed esclusivamente maschili. LA Red ha messo a punto un’applicazione di gaming virale, che riflette tutte le caratteristiche del pro_cee’d GT stesso: dinamismo, sportività e innovazione, con l’obiettivo di incitare il target group a conoscere il brand e il prodotto in modo giocoso, divertirsi durante il percorso e consigliare l’applicazione ai loro amici, incrementando l’awareness del pro_cee’d GT. La campagna è stata effettiva nei seguenti Paesi: Italia, Germania, Austria, Svizzera, Paesi Bassi, Polonia, Francia, UK, Portogallo.

articoli correlati