BRAND STRATEGY

LOGiCO lancia la prima campagna a sostegno del gioco sicuro. Creatività di Leagas Delaney, regia di Alessio Fava per K48

- # # # # # #

logico

Per la prima volta in Italia, in occasione dei Mondiali di Calcio – Russia 2018 è on air una campagna tv per sensibilizzare l’opinione pubblica sul tema del gioco online sicuro e regolamentato. Lo spot è stato presentato questa mattina a Milano da LOGiCO (Lega Operatori di Gioco su Canale Online), l’associazione che riunisce le principali aziende operanti nell’online gaming in Italia mediante Concessione Statale.

Nata per promuovere un gioco non solo divertente e sicuro ma anche rispettoso delle norme di compliance e trasparenza, l’associazione fa oggi un ulteriore passo in avanti nel suo impegno, lanciando una campagna il cui claim – “Il gioco è bello finché è un gioco” – diventa promessa che giocare online sulle piattaforme legali è e deve essere un intrattenimento piacevole e totalmente sicuro, grazie anche ai sistemi di garanzia che gli operatori hanno messo in atto a favore dei giocatori italiani. Le immagini dello spot fanno riferimento infatti all’accesso monitorato previa registrazione con un documento di identità e alla possibilità di autolimitazione della puntata, esempi di come l’esperienza del gioco online possa essere una fonte di divertimento sicuro.

 

 

“LOGiCO crede che l’online gaming abbia pieno titolo per proporsi come esperienza di gioco divertente, totalmente sicura e trasparente per il giocatore italiano – commenta Moreno Marasco, Presidente di LOGiCO. Proprio da questa ferma convinzione e dalla necessità di promuovere il gioco responsabile è nata l’Associazione che per expertise e valori condivisi, quali quelli di trasparenza, responsabilità e rispetto delle regole, si pone come l’interlocutore più competente e di rilievo per tutti gli stakeholder del settore dell’online gaming. Siamo per questo a disposizione del nuovo esecutivo, in particolare del Ministro allo Sviluppo Economico e del Lavoro, Luigi Di Maio, e del Ministro all’Economia e Finanze, Giovanni Tria, per illustrare nuove proposte all’avanguardia per aumentare ulteriormente la sicurezza dei giocatori italiani e rafforzare il ruolo del gioco legale”.

Lo spot TV, pianificato in tagli a 30’’ e a 15’’, è attualmente on air e trasmesso su reti Mediaset, Sky e sul canale Sportitalia. Al centro uno smartphone che fugge dalle mani del suo proprietario, tutelandolo dalla classica “giocata di troppo”, a sottolineare in modo visivamente impattante il messaggio “Il gioco è bello finché è un gioco”, claim della campagna. La creatività dello spot è firmata dall’agenzia Leagas Delaney, che si è recentemente aggiudicata la consultazione, la regia dello spot è di Alessio Fava, la produzione è curata da K48.

“A trattare messaggi importanti con ironia c’è il rischio di buttare tutto sul gioco e fare cose “stupide”, commenta il regista Alessio Fava. “In realtà il tema è serio e la conversazione doveva essere memorabile e allo stesso tempo delicata. Per questo era importante che anche gli attori mantenessero un certo realismo, anche in presenza di situazioni “assurde” come, in questo caso, il telefono che scappa. Ecco: messaggio reale, sorriso sulle labbra e pensiero profondo sono gli ingredienti fondamentali di questo spot”.

“Non si tratta di una comunicazione commerciale”, ha concluso Moreno Marasco. “Lo spot è autoprodotto e finanziato direttamente dai broadcaster che hanno creduto nel nostro messaggio”.

GLI OBIETTIVI DELL’ASSOCIAZIONE

Nata nel 2016 come associazione di categoria LOGiCO è indipendente e apartitica e promuove la cultura del gioco digitale “legale” e responsabile, contrastando in ogni modo il gioco illegale e il match fixing. Contribuisce alla tutela del giocatore promuovendo occasioni di confronto e di approfondimento con tutti gli stakeholder del settore. Inoltre è associata a IAP, l’Istituto di Autodisciplina Pubblicitaria.

LOGiCO riunisce i principali player internazionali del gioco online. Attualmente fanno parte di LOGiCO: bet365, betfair, bwin, Kambi, LeoVegas, SKS365, The Stars Group, Sky Bet, StarCasinò, Tombola, Unibet, William Hill.

IL GIOCO ONLINE

Il gioco online in Italia nasce con le scommesse ippiche e sportive, cui sono seguiti altri giochi (lotterie istantanee, skill game, bingo, etc). La tecnologia e la collaborazione con i regolatori nei vari Paesi, Italia in primis, ha permesso di migliorare tutti gli aspetti legati alla sicurezza del giocatore e al controllo dei flussi finanziari, in continua evoluzione. Il regolatore italiano è l’Agenzia delle Dogane e dei  Monopoli (ADM), che gestisce il gioco online attraverso i propri Concessionari.

Il settore del gioco online rappresenta “solo” il 7% del totale del gioco. La crescita del settore, dai più percepita come un “boom di giocatori” è in realtà da attribuire alla naturale tendenza alla digitalizzazione del gioco e alla canalizzazione della domanda di gioco su circuito legale.

Il mercato italiano è maturo e il più avanzato sia tecnologicamente, sia dal punto di vista normativo. In termini di numeri il mercato più ricco in assoluto è quello britannico (UK), mentre la Danimarca vanta il primato della giocata pro capite.

I NUMERI DELL’ONLINE GAMING IN ITALIA

Il valore del mercato dei giochi online regolamentati con vincita in denaro nel 2017 è stato pari a 1,38 miliardi di €, in crescita del 34% rispetto al 2016, con un’incidenza del 7,2% rispetto al valore complessivo del settore gioco (offline + online). Gli italiani che nell’ultimo anno hanno giocato almeno 1 volta online sono stati 2,2 milioni. In media un giocatore online spende 52 euro al mese.

Nel 2017 lo Stato italiano ha trattenuto, in forma di tassa diretta, quasi 320 milioni di euro – ossia circa un quarto della Spesa – in crescita del 29% rispetto al 2016. Rispetto all’intero gettito erariale diretto del settore Gioco (offline + online), il comparto online incide per il 3,2% circa, in aumento rispetto all’incidenza del 2,5% del 2016.

I dati sono quelli dell’Osservatorio Gioco Online del politecnico di Milano, promosso congiuntamente da ADM e da Sogei, la società in house ICT del Ministero dell’Economia e delle Finanze, con il contributo di LOGiCo.

L’IMPORTANZA DELLA PUBBLICITA’

Il settore del gaming online investe in Italia circa 200 milioni ogni anno nel media mix di comunicazione (tv, sponsorizzazioni, pubblicità online, etc). I player “puri online” non hanno altri strumenti per differenziarsi dagli operatori privi di concessione rispetto ai competitor dotati di rete fisica. Inoltre, la maggior parte delle aziende internazionali adotta dei team di marketing in Italia per gestire al meglio la localizzazione. Proprio grazie alla possibilità per le aziende di pubblicizzare i propri servizi è emerso il fenomeno del “mercato grigio”, illegale e pericoloso.

Nell’attuale normativa le pubblicità sui giochi è proibita dalle 7 alle 22 di ogni giorno nelle trasmissioni televisive generaliste, vale a dire quelle in onda sui canali da 1 a 9 del telecomando. Proibite anche le trasmissioni indirizzate prevalentemente a un pubblico di minori. L’orario limitato non si applica ai programmi di Mediaset Premium e Sky. Esclusi anche i canali tematici a pagamento, le tv locali e le radio, nazionali e locali.

LE PROPOSTE DI LOGiCO

L’Associazione vuole attivare un dialogo con le istituzioni che sia privo di preconcetti per presentare proposte che favoriscano la conoscenza del gioco online colmando le evidenti lacune di comunicazione e mettendo sempre al centro il cittadino. Per fare questo occorre istituire un tavolo tecnico con tutti i principali stakeholder.

Credits

Agenzia: Leagas Delaney
Direttori Creativi Esecutivi: Stefano Campora e Stefano Rosselli
Direttore Creativo Associato Art Director: Eustachio Ruggieri
Direttore Creativo Associato Copywiter: Matteo Lazzarini
Head of TV: Maria Chiara Muglia
TV Producer: Elisabetta Carli

Casa di Produzione: K48
Regia: Alessio Fava
DOP: Alessandro Dominici
Ex. Producer: Barbara Guieu
Producer: Guglielmo Fava
Casa di produzione audio: Gigasound

Monica Gianotti

articoli correlati

BRAND STRATEGY

K48 firma la nuova campagna #quandotisenti di Brums; pianifica Mindshare

- # # # # #

K48 firma la nuova campagna #quandotisenti di Brums; pianifica Mindshare

Brums, marchio italiano dell’abbigliamento bambino 0-16 anni dal 1955, si prepara al lancio della nuova campagna pubblicitaria #quandotisenti ideata e creata dalla casa di produzione K48 e dal regista Leone Balduzzi.

L’adv infatti mostra come il brand, presente sul mercato da oltre 60 anni, sia sempre accanto ai bambini, dalla nascita all’adolescenza, in ogni momento della giornata e con ogni stato d’animo. Sereno, coraggioso, timido, avventuroso e innamorato sono gli aggettivi che si accompagnano al claim e che trasmettono non solo le diverse ed emozionanti fasi della vita dei nostri piccoli, ma anche i quattro importanti valori di Brums: caloroso, raffinato, rassicurante e che accompagna nella vita.

La nuova strategia di comunicazione è multicanale e in grado di comprendere diversi circuiti: tv, stampa, web, social network e cinema. La campagna, on air a partire da Domenica 11 Settembre, prevede complessivamente oltre 7 settimane di copertura di mirati media dedicati a donne e famiglie. 100 spot tv al giorno nel formato 30”, 20 pagine stampa, oltre 18.800 spot da 55” trasmessi nelle sale cinematografiche The Space sono solo alcuni numeri di questa importante pianificazione firmata da Mindshare, la global media agency a cui Preca Brummel, azienda proprietaria dei marchi childrenswear Brums, Bimbus e Mek, ha affidato i propri investimenti pubblicitari.

“Dopo tanto tempo torniamo in tv e lo facciamo con un emozionale spot di brand che punta a comunicare quelli che sono i nostri principi ispiratori e i tratti distintivi delle nostre collezioni” dichiara Carola Prevosti, Direttore Generale di Preca Brummel. “Dal 1955 siamo accanto alle mamme cercando di soddisfare le esigenze dei propri figli con capi di qualità e stile che rappresentano la soluzione ideale in ogni momento della giornata e in ogni esperienza. Abbiamo appositamente scelto una creatività basata sulle emozioni per far capire ancora di più quanta passione mettiamo nel nostro lavoro per essere sempre più vicini ai nostri bambini. Nonostante ci fossero in lizza altre case di produzione, siamo stati conquistati dalla filosofia di Leone Balduzzi e di K48 che già con la prima idea avevano colto le nostre intenzioni facendo così scattare il giusto feeling”.
“Abbiamo accolto subito con entusiasmo la chiamata di Brums” afferma Leone Balduzzi, regista e uno dei fondatori di K48, “calandoci in questa ‘mission’ visto che non ci capita tutti i giorni di lavorare con marchi kidswear. Il brand ci ha fornito un brief piuttosto chiaro e da lì siamo partiti per ideare lo spot e creare lo storyboard immedesimandoci nel doppio ruolo di genitori, ciò che siamo oggi, e bambini, ciò che siamo stati. Siamo molto soddisfatti di aver vinto la gara e di aver così potuto collaborare con una realtà così storica e importante nel mondo bambino. Per di più, l’atmosfera generale sul set è stata divertente e di totale sinergia”.

 

Credits
Creatività: K48 STUDIO
Regia: LEONE BALDUZZI
Art director: ENRICO MAGISTRO
Direzione della fotografia: LUCA COSTANTINI
Executive Producer LORENZO DAMIANI
Producer MARIA GRAZIA BELVEDERE
Montaggio: FRANCESCA PAVONI
Scenografia: AMOS CAPARROTTA
Costumi: ELEONORA VITTORIA TERZI
Trucco: DIANA DEVITA
Musica originale: GUIDO SMIDER
Color correction: ORASH RAHNEMA
Fotografo: SILVIA COLUCCELLI
Centro Media: MINDSHARE

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Alkemy porta online Plasmon con uno spot-manifesto, al fianco delle donne

- # # # # #

Plasmon - Alkemy

È online dal 22 gennaio il nuovo spot Plasmon, frutto della collaborazione con la digital agency Alkemy.

“Plasmon rappresenta per tutti una sfida grandissima. È un brand che porta con sé un importante patrimonio di marca che nel tempo ha saputo parlare a diverse generazioni di mamme ma che ora – per affrontare sfide sempre più grandi – vuole compiere un cambiamento radicale passando dal parlare alle mamme al parlare con le mamme. Un passaggio che posiziona il brand come partner delle donne e del cambiamento che avviene nella loro vita”, afferma Serena Di Matteo responsabile Brand & ADV Plasmon – Kraft Heinz Company.

Un percorso iniziato il 22 gennaio quando è andato online lo spot “manifesto” che ci racconta una donna vista nel suo prima e nel suo dopo, nel suo essere donna e nel suo essere mamma. Dove l’uno non esclude l’altro, anzi è proprio la complementarietà di esperienze ed emozioni che la rende ancora più unica come donna nel momento in cui diventa anche mamma. Concetto che viene sintetizzato nella frase “Prima ero una donna. Ora sono anche una mamma”.

“Plasmon – continua Serena Di Matteo – non vuole solo raccontare questo cambiamento ma esserne parte attiva. Ci saranno infatti a breve novità legate al lancio di nuovi prodotti, che rappresentano un’ulteriore testimonianza del nostro impegno nel cercare le risposte adatte alle diverse esigenze nutritive dei bambini e al bisogno di rassicurazione delle mamme. Per affrontare la sfida di comunicazione, abbiamo scelto ancora una volta Alkemy, che ha dimostrato di avere tutte le competenze necessarie e di saper interpretare al meglio il brand”.

Lo spot è il risultato di un lavoro di team tra il gruppo marketing Plasmon e il team di comunicazione di Alkemy – guidato dal VP Matteo Menin e dai Direttori Creativi Esecutivi Federico Ghiso e Giorgio Cignoni – con la creatività di Maria Vittoria Apicella (copywriter) e Giuseppe Calì (art director). Federica Busino è account director e Barbara Ruscio-Levi account manager. La regia dello spot è di Leone Balduzzi, casa di produzione K48.

La pianificazione media a supporto del lancio è stata realizzata dal team di Phd Omnicomediagroup, guidato da Daniela Battistini.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Oro Saiwa on air con la campagna firmata Havas Worldwide Milan

- # # # #

Campagna Oro Saiwa

Oro Saiwa torna in TV con uno spot realizzato da Havas Worldwide Milan per celebrare i suoi 60 anni. L’idea creativa è quella di celebrare la colazione che da 60 anni unisce tutti gli italiani attraverso una grande festa che si svolge in un momento particolare della giornata: il risveglio.

Ci troviamo così in un piccolo borgo tipicamente italiano che diventa il simbolo dell’Italia che si sveglia e si prepara a una colazione speciale. Una dopo l’altra, vediamo le persone uscire di casa in pigiama, chi con una caffettiera in mano, chi con un pacco di biscotti Oro Saiwa, chi con una sedia. Al ritmo allegro e incalzante della Trisch Trasch polka di Strauss, i vicoli della città si riempiono di persone di tutte le età tutte in pigiama che si dirigono con entusiasmo nella piazza principale. Qui c’è infatti una enorme colazione allestita su delle tavolate che, solo alla fine, con una inquadratura dall’alto, scopriamo essere disposte in modo da formare il numero sessanta. Lo spot è stato girato nel comune di Vasto coinvolgendo una grande parte della cittadinanza cosa che ha permesso al commercial di risultare così genuino e autentico nel raccontare l’italianità, un valore centrale nell’equity di Oro Saiwa.

Il film è pianificato con formati 45” al cinema e sul web e con tagli a 20” per TV e pre roll. Alla campagna hanno lavorato l’art director Filippo Formentini e il copywriter Maria Chiara Alegi, sotto la direzione creativa di Selmi Barissever e Lorenzo Crespi e la direzione creativa esecutiva di Giovanni Porro. La casa di produzione è K48 e la regia è stata curata da Leone Balduzzi.

CREDITS
Agenzia: Havas Worldwide Milan
Direzione Creativa Esecutiva: Giovanni Porro
Direzione Creativa: Selmi Barissever e Lorenzo Crespi
Art Director: Filippo Formentini
Copywriter: Maria Chiara Alegi
Producer: Sara Poltronieri
Casa di produzione: K48
Regia: Leone Balduzzi

articoli correlati