AZIENDE

Iulm al via il nuovo anno accademico con l’inaugurazione del nuovo Iulm 6

- # # #

Lunedì 13 aprile al via l’Anno Accademico 2014-2015 della Libera Università di Lingue e Comunicazione IULM, il XLVI dalla fondazione. Durante l’evento Il Rettore Prof. Giovanni Puglisi consegnare agli studenti e all’intera città il nuovo building IULM 6, progettato dallo studio 5+1AA Alfonso Femia Gianluca Peluffo, lo stesso che, tra l’altro, ha da poco concluso la nuova sede dell’Agenzia Spaziale Italiana a Roma. Il taglio del nastro avverrà alle ore 10.30 alla presenza dell’On. Maurizio Martina, Ministro delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali nonché delegato del Governo per Expo 2015. A suggellare l’importante evento non mancherà infine un momento musicale con un concerto del violinista Lorenzo Gatto, vincitore del concorso musicale internazionale “Queen Elizabeth”, accompagnato al pianoforte da Alexander Gurning.

Il nuovo edificio oltre a ospitare un auditorium di 600 posti, una sala più piccola con 146 sedute, la nuova sede della Scuola Politecnica di Design e l’esclusivo IULM University Club, arredato interamente da Poltrona Frau e comprensivo di ristorante e lounge gestiti da Elior. Il nuovo building ha una superficie complessiva di quasi 20.000 metri quadrati suddivisi tra torre (9 piani), ala nord e ala sud, comprende anche l’ampio spazio espositivo polifunzionale – Contemporary Exhibition Hall – a disposizione della città, dei suoi artisti e dei suoi galleristi per mostre ed eventi. Tutto questo, nel segno di una sempre maggiore apertura al territorio dell’università che, anche nelle intenzioni del Rettore Giovanni Puglisi, aspira a diventare un polo culturale di riferimento per tutta l’area periferica del sud di Milano, ancora alquanto carente da questo punto di vista.

Inoltre il Contemporary Exhibition Hall ospiterà la suggestiva mostra “Foresta Blu” del noto artista contemporaneo Fabrizio Plessi, che sarà inaugurata sempre lunedì 13 aprile, al termine della cerimonia di apertura dell’anno accademico, e sarà visitabile gratuitamente fino alla fine del mese di ottobre, per tutta la durata di Expo 2015. La mostra consta di 6 grandi tronchi sospesi che, unitamente alle video-installazioni di pioggia con il loro rumore ripetuto, rappresentano da un lato la restituzione, da parte della natura, dell’acqua assorbita nel corso dei secoli, dall’altro le origini profonde della vita. Ecco quindi che, nello spazio espositivo del nuovo edificio IULM 6, l’opera di Plessi dialoga mirabilmente con l’architettura e la sua materia fisica e onirica (il cemento a vista, la volta blu, la luna piena come luce).

articoli correlati