BRAND STRATEGY

Barilla sceglie The Ad Store per il lancio di Academia Barilla Restaurants

- # # # # #

Il brand Barilla ha affidato all’agenzia The Ad Store il lancio di Academia Barilla Restaurants, l’insegna che ha già debuttato con un primo locale a New York ai primi di dicembre. L’agenzia italiana ha ideato e progettato il piano di comunicazione digitale alla testa del team internazionale del proprio network, in particolare The Ad Store US, con le due sedi di New York e Washington, e The Ad Store Londra, per la parte di sviluppo.

Il quartier generale della strategia digital è il sito internet barillarestaurants.com che punta sull’usabilità e sulla facilità di navigazione multidevice grazie  al suo responsive design e alla tecnologia html5 a sviluppo verticale.
Oltre all’apertura e alla gestione dei canali sociali e all’ideazione e programmazione di una speciale App legata al mondo di Academia Barilla, il piano prevede una campagna di digital marketing con investimenti sui principali canali online del mercato US, e lo sviluppo di una campagna di CRM mirata alla creazione di un affinity club, il Pasta Club, riservato ai clienti dei ristoranti.

“È un grande onore per noi essere stati chiamati ad affiancare la Barilla in questo progetto estremamente strategico ed affascinante – dichiara Natalia Borri, Presidente e direttrice creativa di The Ad Store Italia – Un progetto veramente globale, che ha visto coinvolto infatti il nostro system internazionale di agenzie, e che rappresenta per The Ad Store un vero motivo di orgoglio ed una conferma: la nostra vocazione per la comunicazione dei marchi alimentari italiani nasce qui, nel cuore della food valley, ma prende vita per le strade di tutto il mondo. Anzi, in ogni angolo del mondo, come recita il nostro pay-off!”.

Creative director: Natalia Borri
International client servicing: Tina O’Harrow (The Ad Store Washington)
Italian client servicing: Marco Pavarini e Anna Lipinska
Web designer: Giulio Nadotti
Copywriter: Anastasia Brandi
Web developing: Kelvin Barratt (The Ad Store London)
Head of Marketing Academia Barilla Restaurants: Chiara Pisano

articoli correlati

BRAND STRATEGY

“Amore mio”, in tutto il mondo una “casa” per il food tricolore.

- # # # # # #

Lorenzo Marini caviro tavernello

A seguito di un incarico diretto da parte delle Latterie Venete 1887, Lorenzo Marini Associates  New York sta sviluppando un importante progetto di branding, legato all’export di formaggi e salumi prodotti in Italia attraverso la creazioni di spazi di consumo e vendita dedicati. Il modello di riferimento sono le classiche trattorie interpretate in chiave contemporanea, una sorta di Wine bar ma molto più orientate alla categoria italian cheese, identicati con il marchio “Amore Mio”.
Al momento l’agenzia sta lavorando sul graphic design di logotipo e brand identity, mentre in seguito inizierà anche la supervisione del retail design, forte dell’esperienza maturata col progetto internazionale Espression Lavazza  (una linea di caffè italiani nel mondo). Il primo spazio Amore Mio sarà aperta a Tokio, città scelta per il grande fascino che l’italian style riesce a crearvi. Seguiranno New York e via via altre grandi mete internazionali di scambi e culture, considerando che le grandi città contengono un bacino d’utenza ideale per questo tipo di settore alimentare. Oltre ai formaggi FiordiMaso e alla nuova produzione Bio ci saranno salumi del Salumificio Vicentino, di cui l’agenzia sta curando il packaging.
Il progetto creativo prevede un team ibrido, sia italiano che americano, così da poter coniugare gusto e “saper fare” italiano con la contemporaneità e il pragmatismo americano.
Sotto la direzione creativa di Lorenzo Marini (nella fofo) e Kris Weber lavoreranno Stella Lupi, Heather Dega, Yiasuo Nakajima e Paola Mandelli.

articoli correlati

AZIENDE

Condé Nast acquisisce l’80% della storica rivista “La cucina Italiana”

- # # # # # # # #

Arriva l’ufficializzazione direttamente per bocca di Jonathan Newhouse, Chairman e Chief Executive di Condé Nast International: Condé Nast acquisisce una partecipazione di controllo de La Cucina Italiana pari all’80% della società che edita la rivista.

 

La Cucina Italiana è pubblicata in Italia e negli Stati Uniti ed è concessa in licenza in Germania, Repubblica Ceca, Turchia e Olanda. Oltre alla rivista, la società gestisce una rinomata scuola di cucina che ha sede a Milano.

“La Cucina Italiana è un’istituzione in Italia e un marchio esclusivo con un enorme potenziale di crescita a livello globale, nell’area dei media e non solo”, così Jonathan Newhouse.

Lapo Niccolini, che continuerà ad essere il Presidente della nuova unit, ha così commentato: “L’elemento in comune tra Condé Nast e La Cucina Italiana è il profondo impegno nei confronti della qualità editoriale. Insieme a Condé Nast, La Cucina Italiana ha l’opportunità di conseguire nuovi importanti successi”.

Giampaolo Grandi, Presidente di Condé Nast Italia, dichiara che la decisione di investire in Italia da parte della famiglia Newhouse, proprietaria di Condé Nast, rappresenta un segno di fiducia nel mercato italiano. “Per quanto riguarda il panorama dei media, l’Italia continua ad essere un mercato dinamico dove i brand forti possono prosperare” dice Grandi, sottolineando che nel 2015 proprio Milano sarà la sede di un Expo internazionale dedicato al cibo, che consentirà alla nuova testata di Condé Nast di mettersi in evidenza sulla scena globale.

articoli correlati