BRAND STRATEGY

Consolato Generale d’Italia, Alitalia e Marco Testa Los Angeles: insieme per sostenere l’attività turistica in Italia

- # # # # #

Marco Testa Los Angeles

Una ricca attività di sostegno all’attività turistica in Italia è stata lanciata a Los Angeles dal Console Generale Antonio Verde che, in stretto coordinamento con l’Ambasciata Italiana e con il Ministero degli Esteri, ha promosso un articolato ventaglio di iniziative nel contesto della campagna governativa per il rilancio dell’immagine dell’Italia sui mercati esteri.

Il programma ha preso avvio in occasione di un evento pubblico al Museo Villa Getty di Malibu, volto a illustrare il consolidato rapporto di collaborazione tra il Museo Archeologhico Nazionale di Napoli (MANN) e la nota istituzione culturale californiana e a presentare l’ancora più ricco calendario futuro di progetti comuni. Primo tra tutti, la grandissima mostra sui tesori della Villa dei Papiri di Ercolano che verrà ospitata nella primavera/estate del 2019 a Villa Getty, prestigioso complesso museale dedicato all’antichità classica la cui struttura riprende proprio architettura e decori della Villa dei Papiri.

Un momento fondamentale di tale collaborazione prevede l’imminente arrivo a Los Angeles del Satiro Ebbro di Ercolano, statua di grandissimo valore artistico e archeologico che, proprio grazie alle sinergie in atto tra MANN e Getty, verrà sottoposto a una delicata operazione di restauro a Malibu, in vista del grande evento del 2019.

“È un’occasione preziosa di scambio culturale e di integrazione operativa tra due dei più prestigiosi musei del mondo”, ha sottolineato il Console Generale Antonio Verde in occasione della presentazione al Getty. “E ciò rappresenta anche una grande opportunità per far conoscere più a fondo all’ampia platea californiana le eccellenze di una Regione ricchissima dal punto di vista archeologico, culturale, turistico e commerciale come la Campania”.

La campagna di comunicazione, studiata da MTLA – Marco Testa Los Angeles, agenzia di comunicazione del Gruppo Armando Testa con sede a Hollywood, prevede oltre alla promozione delle attività turistiche e culturali in Italia anche un concorso che, grazie alla collaborazione e al prezioso supporto di Alitalia, mette in palio dei voli aerei di andata e ritorno tra la città Californiana e l’Italia. La campagna, in partenza a luglio, si articola in un mese di uscite stampa sul prestigioso quotidiano LA TIMES oltre a una pianificazione di digital banner e dei pubbliredazionali a supporto.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Louder firma l’evento per i 30 anni dello stabilimento Coca-Cola Hbc Italia di Oricola

- # # # #

Louder

L’agenzia torinese di Living Marketing Louder ha curato la celebrazione per il 30° anniversario dello stabilimento Coca-Cola HBC Italia di Oricola, il sito abruzzese d’imbottigliamento delle bevande a marchio The Coca-Cola Company che ha avuto luogo il 16 giugno scorso.

Una giornata all’insegna del divertimento, dei ricordi e della sostenibilità, che ha messo in luce il legame con il territorio e l’importanza dello stabilimento per la comunità abruzzese, a cui hanno preso parte autorità, fornitori, clienti, partner, dipendenti ed ex dipendenti dell’azienda insieme alle loro famiglie.

Louder ne ha studiato il concept, “La linea tra tradizione e innovazione”, e tutti gli aspetti organizzativi e di regia. All’insegna della sostenibilità anche gli allestimenti: il palco, la mostra celebrativa e tutti gli elementi a supporto per la comunicazione sono stati realizzati utilizzando i pallet del magazzino.

Lo stabilimento di Oricola è da sempre all’avanguardia nell’imbottigliamento di bevande in PET e proprio questo materiale è stato reso protagonista all’interno di un allestimento molto particolare e d’impatto. A dare il benvenuto agli ospiti intervenuti, un’enorme sagoma dell’iconica bottiglia Coca-Cola fatta interamente di bottiglie in PET da 1,5 litri che è stata oggetto di centinaia di selfie da parte degli ospiti. Una struttura alta 3 metri e mezzo formata da più di mille bottiglie impilate una sull’altra senza l’ausilio di nessuna colla o supporto.

Le oltre 700 persone intervenute durante questa giornata hanno avuto modo di divertirsi anche con le attività del villaggio Family Day, di cui Louder ha studiato e realizzato il nuovo format di intrattenimento che sarà riproposto nel corso dell’anno negli altri stabilimenti Coca-Cola HBC Italia: giochi, animazione e divertimento per tutta la famiglia!

articoli correlati

COMMERCE

Report Comscore Online Banking in Europa: anche la banca sta migrando verso il mobile

- # # # # # # # #

online banking

Il Report comScore Online Banking in Europa relativo all’inizio del 2018 mostra che il 70% della Digital Population EU5 ha utilizzato un sito o un’App di Banking a Marzo 2018. L’evidenza è frutto di dati multi-piattaforma da cinque Paesi europei (Francia, Germania, Italia, Spagna e Regno Unito) per evidenziare come i trend online influenzino il settore bancario, facendo emergere differenze cruciali nelle abitudini comportamentali dei consumatori.

L’adozione dell’online banking è relativamente alta in Europa ma c’è ancora spazio per crescere; i consumatori digitali in Spagna sono quelli che con maggiore probabilità visitano un sito o un app di banking: 85% della popolazione digitale maggiorenne vi ha fatto accesso a marzo 2018. La Germania ha una delle penetrazioni più basse, al 61%, ma ha il mercato più ampio in valori assoluti, con 33 milioni di visitatori di siti o app di online banking a marzo 2018. Inoltre, la stagionalità dell’utilizzo dell’online banking varia a seconda del Paese: il picco di attività cade nel mese di Gennaio in Francia, Germania e Regno Unito. In Spagna il picco corrisponde a Maggio, mentre in Italia a Ottobre.

“Il settore bancario si sta trasformando rapidamente, spinto da cambiamenti nel panorama competititvo, tecnologico (basti pensare al fintech), e nei comportamenti dei consumatori” afferma Guido Fambach, senior vice presidente, EMEA in comScore. “Il Report “Online banking in Europa” 2018 fornisce un’ampia overview sull’attuale stato del settore del banking onlinee, non meno importante, include dati di grande valore per gli addetti al marketing sugli heavy user dei servizi di online banking,.”

Il report mostra che la penetrazione del mobile banking è stata la più alta in Spagna e in Italia: a marzo 2018, il 48% dei consumatori digitali hanno effettuato accesso a servizi banking esclusivamente tramite smartphone o tablet.
Gli heavy users rappresentano il 20% dell’audience dell’online banking, ma il 71% del tempo totale speso sui siti. La probabilità di trovarli varia in base alla categoria del sito e alla nazione. In Francia, ad esempio, gli heavy user hanno una probabilità pari a 2,3 volte in più di essere trovati su siti di auto che su social media. In Germania c’è una probabilità 2.6 volte maggiore di trovarli su siti di retail, mentre In Italia 3 volte su siti di regali, in Spagna 2.5 volte su siti di noleggio auto e UK 2.6 volte su siti di corrieri.

Per chiudere, l’analisi del device utilizzato mostra una maggioranza “mista”, attiva sia sul mobile che sul desktop: in tutte le nazioni almeno un terzo dell’audience è multiplatform. Inoltre, oltre un terzo dell’audience è mobile-only, fatta eccezione per la Germania.

 

articoli correlati

MEDIA

Discovery rende omaggio all’Italia: al via “L’Italia è qui!”, un insieme di produzioni locali

- # # #

l'italia è qui discovery

Dal 14 giugno i canali del gruppo Discovery celebrano l’Italia con la campagna di portfolio “L’Italia è qui!”. Discovery ha deciso di rendere omaggio al nostro Paese attraverso i canali free to air Real Time, NOVE, DMAX, MOTOR TREND che dedicheranno dei momenti di programmazione speciale proponendo il meglio dei programmi italiani più amati e seguiti del gruppo, durante i Mondiali di calcio, orfani della Nazionale Italiana. A supporto, una campagna multisoggetto on air sui canali free del gruppo con elementi grafici creati ad hoc, ideata dal creative hub interno.

La creatività della campagna “L’Italia è qui!” gioca ironicamente sul concetto che la mancata qualificazione della Nazionale possa trasformarsi in realtà in un’opportunità per tutti, tifosi e non, di scoprire un’altra Italia, capace di emozionare, commuovere, divertire, ma anche far riflettere: quella dei canali Discovery. Oltre ai promo multisoggetto con una creatività di portfolio e altre declinate secondo le anime dei vari canali, la campagna include anche bumper, elevator dedicati a ogni canale e channel bug con una creatività dedicata.

Dal punto di vista dei contenuti, l’Italia è su Real Time con il meglio delle produzioni locali come Bake Off Italia, Ma come ti vesti?! e Clio Missione Mamme. L’Italia è sul NOVE con il ritorno di Little Big Italy, Boom!, un ciclo dedicato al cinema italiano e le serate Storie Criminali con documentari come Professione Lolita e Tutta la verità. L’Italia è su MOTOR TREND con Orgoglio Italia, che presenta i migliori titoli di library con protagoniste le auto italiane più famose e desiderate. L’Italia è su DMAX, in seconda serata, con le migliori produzioni made in Italy del canale: Camionisti in trattoria, Mountain Heroes, Unti e Bisunti.

articoli correlati

AGENZIE

Havas Media vince la gara Unicef Italia per una strategia data driven

- # # # #

unicef italia

A seguito di una gara, Unicef Italia ha scelto Havas Media per le capacità espresse nella gestione dei progetti di CRM e la capacità di connettere il business con dati e tecnologie, al fine di costruire un modello di strategia di contatto data driven.

Il punto di partenza sarà quello di identificare i sostenitori dell’Unicef e contattarli durante il customer journey, attraverso una metodologia proprietaria basata su 5 fasi: analisi, strategia, progettazione, esecuzione e monitoraggio. Uno degli obiettivi chiave è fidelizzare le donazioni e sviluppare un flusso di contatto con i donatori in modo da rendere le comunicazioni più efficaci ed efficienti.

Questo è solo il primo passo di un progetto più ampio attraverso il quale Havas Media supporterà l’Unicef Italia nell’approcciare, in modo più efficace, l’utilizzo delle informazioni in un’ottica multicanale sempre più data driven

articoli correlati

AGENZIE

PHD Italia si aggiudica la gara Iberdrola per la gestione del media in Italia

- # # # # #

Nuovo incarico per PHD Italia (agenzia media, di comunicazione e marketing di Omnicom Media Group) che a seguito di una gara internazionale si è aggiudicata il budget di Iberdrola, una delle imprese leader al mondo nel campo dell’energia rinnovabile, prima nell’eolico e il maggiore operatore elettrico in Spagna.

Il colosso multinazionale di utilities luce e gas, che produce e fornisce energia elettrica a circa 100 milioni di persone nei paesi in cui opera, è in Italia un nuovo player ed entra nel nostro mercato con l’obiettivo ambizioso di conquistare un milione di clienti proponendo nuovi servizi e soluzioni dedicati alle famiglie, alle imprese e alla grande e media industria italiana.

La campagna di comunicazione multimediale di brand awareness, che si rivolge al segmento adulti, è on air dal 27 maggio con una declinazione su TV, Radio, Digital, Stampa e OOH.

La pianificazione è a cura di PHD Italia, di cui è Managing Director Alessandro Lacovara (nella foto) e coinvolge la gestione di tutte le attività di consulenza e strategia media della società spagnola, con l’obiettivo di rafforzarne ulteriormente la posizione sul mercato.

Questo incarico conferma PHD come agenzia capace di elaborare efficaci piani integrati a 360° per il posizionamento di nuovi player sul mercato.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

TheFairPlay porta la “scienza (non magia)” di Yakult a spasso per l’Italia

- # # # #

yakult

Dopo il successo del tour 2017 realizzato a Napoli, Bari e Catania, TheFairPlay si è aggiudicata un nuovo e più ampio incarico per portare la campagna “Scienza (non magia)” di Yakult nelle piazze di otto capoluoghi della penisola: Cagliari, Perugia, Firenze, Reggio Emilia, Torino, Milano, Mestre e infine a Roma, ultima tappa.

Per coinvolgere il pubblico nell’attività di sampling e data collection, la creatività di TheFairPlay ha puntato sulle installazioni artistiche, declinando il concetto di scienza attraverso illusioni ottiche che sembrano magiche ma sono frutto di attenti calcoli prospettici.
All’interno di una struttura di 36 mq le persone hanno potuto interagire con le installazioni: il messaggio nascosto in ciascuna installazione è stato svelato soltanto trovando il giusto punto di osservazione.
Il sampling di prodotto, nelle versioni classica, light e plus, è stato effettuato anche per le strade delle città grazie ai promoter supportati da un trike e un’Apecar personalizzati. In questo modo migliaia di persone hanno potuto assaggiare Yakult ed entrare immediatamente in contatto con le informazioni aggiuntive sui prodotti.
La prima tappa della campagna è partita in piazza Garibaldi a Cagliari, dal 17 al 22 aprile, per poi snodarsi in altre sette regioni e concludersi a Roma dal 5 al 10 giugno.
“Il concept di quest’anno è stato sviluppato per presentare agli utenti il binomio scienza/magia in modo immediato e divertente, coinvolgendoli in modo diretto e richiamando a ogni passo le caratteristiche del prodotto”, racconta Sarah Fallani, fondatrice dell’agenzia. “Partendo dai risultati positivi dello scorso anno, abbiamo cercato il giusto bilanciamento tra velocità, interazione ed esperienza”.

articoli correlati

MEDIA

Italiaonline e IAB Italia insieme per un nuovo progetto di marketing digitale

- # # # # #

italiaonline iab italia

Italiaonline, la prima internet company italiana, prosegue nella sua mission di digitalizzazione delle imprese italiane e sigla un importante accordo con IAB Italia, la più importante associazione nel campo della pubblicità digitale. L’accordo prevede un progetto formativo, sviluppato su una piattaforma di e-learning on demand personalizzata, con focus su digital marketing e il digital advertising.

L’obiettivo è quello di ampliare le competenze digitali delle piccole e medie imprese attraverso un percorso formativo, suddiviso in due corsi della durata complessiva di 14 ore e fruibili da qualsiasi device sulla piattaforma di IAB Italia e personalizzata italiaonline-iabacademy.it. I contenuti sono realizzati in studi di registrazione con docenti qualificati e selezionati da IAB Italia.

Il primo corso si focalizza sulle tecniche del marketing digitale e affronta, attraverso 17 lezioni video, le modalità di utilizzo degli strumenti online per la promozione della propria azienda e dei propri prodotti sul web. Il secondo, della durata di 20 lezioni, prevede invece un focus sul digital advertising, ripercorrendo non solo le corrette modalità di utilizzo dei canali oggi presenti online, ma anche una loro integrazione con le strategie di comunicazione più tradizionali.

“Come prima internet company italiana abbiamo la missione di digitalizzare le imprese del nostro Paese, questo percorso passa anche attraverso la loro formazione oltre che a quella della nostra struttura di consulenti, unica nel nostro mercato. Da oggi lo facciamo con una piattaforma di e-learning di alto profilo, unita all’expertise di IAB Italia. Vediamo la grande opportunità di sviluppo per le PMI Italiane e sentiamo la responsabilità di aiutarle ad affrontare queste sfide con decisione e con le giuste competenze”, ha commentato Ivan Ranza (nella foto), Chief Commercial Officer della business unit SME Media agency di Italiaonline.

“La divulgazione di una formazione digitale di qualità è un valore fondamentale per IAB Italia”, ha concluso Daniele Sesini, Direttore Generale IAB Italia. “È importante che non solo le aziende del nostro settore, ma anche le imprese che investono in comunicazione e marketing, siano pienamente consapevoli delle molteplici opportunità offerte dagli strumenti digitali. Questo vale anche, e soprattutto, per le PMI che attraverso il web marketing possono migliorare le loro relazioni commerciali e far crescere il proprio business”.

articoli correlati

AZIENDE

La rivoluzione Iliad sbarca in Italia: offerte low cost e trasparenza per dominare il mercato telco

- # # #

iliad

“Gli utenti italiani sono stufi del comportamento delle compagnie telefoniche, troppo care e troppo poco trasparenti”. Sono parole quelle pronunciate questa mattina Milano da Benedetto Levi, che ha ufficialmente dato il via all’ingresso di Iliad nel mercato telefonico italiano. Una mattinata che, oltre a sottolineare tutti i punti deboli delle telco operanti nel nostro paese, ha ufficialmente lanciato l’offerta “che intende rivoluzionare la telefonia italiana grazie a prezzo, trasparenza e chiarezza mai viste prima”.

Minuti illimitati, così come gli SMS, e 30 giga 4G+ al mese. Il tutto, per soli 5,99 euro per il primo milione di utenti: parte da qui la storia di Iliad, da un’offerta che intende spaventare i colossi italiani. “Hanno paura di noi e fanno bene” afferma, sul palco, Benedetto Levi, CEO di Iliad Italia. “Nonostante il contenimento dei costi, ogni operatore italiano ha aumentato il suo profitto per utente; questo, grazie all’introduzione delle tariffe quadrisettimanali, o all’attivazione di servizi a pagamento nascosti, il tutto complicato dalla poca chiarezza e trasparenza nel rendere partecipe l’utente del suo contratto”. Non solo il prezzo basso per “erodere” clientela ai vari Tim, Wind, 3 e Vodafone, come previsto dagli esperti di settore; il nuovo operatore telefonico punterà sulla facilità d’uso e sulla migliore user experience per il consumatore.

“L’anno scorso con stratagemmi e pubblicità ingannevoli le principali compagnie hanno registrato un incremento del giro d’affari di 4 miliardi di euro” ha puntato ancora il dito Benedetto Levi contro i comportamenti scorretti degli altro operatori. “È venuto il momento di dire basta, voltare pagina e ricominciare da zero con la nostra rivoluzione”. Oltre all’iscrizione tramite punto vendita e sito, Iliad ha lanciato le Simbox, terminali all’insegna di “un’esperienza semplice e innovativa per i consumatori”. Le Simbox sono disponibili presso gli iliad Store e Corner.

articoli correlati

AZIENDE

Leader Price Italia apre a Como il primo punto vendita. A seguire Voghera e Borgo Satollo

- # # # # # #

leader price

Leader Price Italia, la nuova realtà del retail attiva nel segmento dei negozi-convenienza, inaugura a Como il primo punto vendita in Italia aprendo per la prima volta al pubblico giovedì 24 maggio. Questa settimana  saranno operativi gli store di Voghera (PV) e di Borgo Satollo (BS). L’arrivo dell’insegna, nata dall’accordo tra Geimex/Gruppo Casino e CRAI, ha permesso l’assunzione di nuovi collaboratori, portando Leader Price Italia, ad oggi, a un totale di oltre cento dipendenti tra sede centrale e punti vendita diretti. I collaboratori di Como, Voghera e Borgo Satollo opereranno all’interno di un concept store moderno che ha come focus convenienza e semplicità.

“I nostri punti vendita romperanno gli schemi del discount di tipo tradizionale”, commenta Giangiacomo Ibba, Presidente di Leader Price Italia. “I nostri store sono, infatti, a tutti gli effetti dei “negozi convenienza” semplici, ordinati e moderni che rispondono alle diverse esigenze dei consumatori di oggi. Il mercato italiano, sebbene maturo e già presidiato da alcuni importanti player, in particolare nel segmento discount, è stato studiato in modo approfondito e, a nostro avviso, presenta un alto potenziale per il nostro modello di business che ha già riscosso ampio successo in Francia”.

L’ingresso di Leader Price Italia avviene nel segno di una grande attenzione alla varietà e alla cultura enogastronomica del nostro Paese: LPI si distingue per una forte presenza di prodotti di qualità italiani e francesi a marchio Leader Price, un significativo inserimento di importanti e selezionate marche nazionali, un presidio attento ai prodotti freschi e freschissimi e ai nuovi trend salutistici a prezzi convenienti, oltre ad una presentazione dell’offerta chiara e di facile fruibilità.

In particolare, l’assortimento alimentare del fresco e del freschissimo, appositamente pensato per la clientela italiana, è composto per l’80% da prodotti che nascono dalla collaborazione con fornitori italiani che sono per lo più produttori locali e di prossimità.
L’offerta commerciale di LPI punta sulla qualità, sulla convenienza e sulla freschezza dei propri prodotti con oltre 200 referenze tra frutta e verdura e oltre 400 per il reparto frigo. Inoltre, poiché il nostro Paese rappresenta una sfida per il retail con le molteplici differenze di gusti e di abitudini che ci caratterizzano e che sono legate a una territorialità complessa, LPI va incontro a questa domanda facendo leva su una supply chain locale per il fresco e il freschissimo, mentre l’offerta di prodotti a marchio proprio, l’80% delle referenze a scaffale, è selezionata con rigidi criteri di controllo della qualità e della filiera produttiva.

“I denominatori comuni di un processo di acquisto sono la qualità e la convenienza, elementi che risultano fortemente preponderanti in Italia”, conclude l’Amministratore Delegato di LPI, Mario Maiocchi. “Noi di Leader Price Italia rispondiamo con la nostra insegna a queste esigenze e ad altri fattori che muovono il consumatore ad acquistare. Puntiamo a una penetrazione del mercato italiano in termini qualitativi e non quantitativi. Preferiamo dare vita a punti vendita che possano generare alte performance nel breve termine con un’attenta analisi delle aree e delle location che risultano in target”,

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Contro le riunioni infinite: ecco The Capsule di Diesel. Firma Publicis Italia

- # # # # #

the capsule

Diesel ha presentato oggi il prototipo (volutamente scomodo) di una nuova sala riunioni progettata per ridurre al minimo i tempi di un meeting. Stimolata dalla statistica secondo cui l’impiegato medio trascorre circa 9.000 ore in riunioni durante la sua vita lavorativa, di cui il 50% delle volte non portano a nulla, secondo ciò che riporta The Guardian, l’idea di The Capsule nasce dall’esperienza e dall’etica del fondatore di Diesel, Renzo Rosso: “Le migliori decisioni che abbia mai preso sono state veloci”.

In anteprima al Wired Next Fest di Milano oggi 25 maggio, fa il suo debutto The Capsule, questo nuovo concetto di sala riunioni che vuole contrastare il mal costume spingendo ad accelerare i processi decisionali. Quindici minuti il tempo massimo (c’è un conto alla rovescia), uno spazio angusto e non decorato costringe il gruppo a raggiungere il punto quanto prima.
Il risultato finale? Più libertà; quando le scelte sono fatte rapidamente, c’è più tempo per godersi la vita. Questo è il maggior beneficio del lavorare per Diesel: l’azienda infatti continua con il suo percorso progressivo verso un efficiente equilibrio tra lavoro e vita privata. È qui che è nato il mantra “For Successful Living“.

Durante Wired Next Fest, The Capsule sarà un set in cui gli utenti potranno creare contenuti video da pubblicare. Inoltre, Diesel inviterà, tramite LinkedIn, aziende, dipartimenti delle risorse umane e altre società, a suggerire modi creativi per ridurre il tempo speso in riunione.

Il progetto è stato sviluppato da Publicis Italia.

articoli correlati

AGENZIE

Il gruppo Nice si affida a Ogilvy per comunicare in Italia e nei mercati internazionali

- # # #

nice

Il gruppo Nice, azienda italiana di attiva a livello internazionale nell’Home & Building Automation e Home Security, si avvarrà della consulenza di Ogilvy Italia per rafforzare il proprio posizionamento in Italia e nei principali mercati internazionali e per accrescere la brand awareness, in particolare presso il pubblico degli utenti finali.

La collaborazione tra Nice e Ogilvy Italia si articolerà in una campagna di comunicazione integrata che vedrà come fulcro la strategia di posizionamento e le attività di Relazioni Pubbliche e Media Relations, corporate e di prodotto.
Il gruppo Nice, che ha all’attivo unità produttive, distributive, centri di ricerca e sviluppo in più di 20 paesi, contribuisce a diffondere il “Made in Italy” in oltre 100 paesi del mondo, che hanno scelto l’alta qualità delle soluzioni per l’Home & Building Automation che uniscono sapientemente tecnologia, design, innovazione e facilità d’uso. Recentemente Nice ha annunciato l’acquisizione di Abode Systems, azienda americana della Silicon Valley, specializzata nell’offerta di soluzioni intelligenti per la sicurezza dell’abitazione e la domotica integrate.

“Nel corso di questi anni il design e la comunicazione del gruppo sono stati affidati al nostro CDO Roberto Gherlenda, che ci ha permesso di distinguerci nel settore”, spiega Lauro Buoro (nella foto), Presidente del gruppo Nice. “Riteniamo questa collaborazione un passo importante per Nice, soprattutto nell’ottica di rafforzamento della comunicazione strategica a livello internazionale e nell’ambito della convergenza verso un marchio Nice sempre più riconoscibile nei cinque continenti”.

Guerino Delfino, Ceo e chairman di Ogilvy, aggiunge: “Siamo onorati di collaborare con una grande realtà italiana come il gruppo Nice, che in soli 25 anni è cresciuta e si è consolidata in misura significativa in Italia e all’estero. Una marca di valore che da sempre mette al centro le persone: i propri dipendenti e collaboratori, i diversi partner e le persone destinatarie dei prodotti e servizi. Un’opportunità per noi in linea con la nostra missione ‘Making Brands Matter’.”

articoli correlati

AZIENDE

Ogury continua la sua crescita con nuove nomine internazionali e italiane

- # # # #

ougury

Ogury, società leader nel settore del mobile data. continua la sua crescita a livello globale e locale: con tre nuove nomine si espandono il team internazionale e quello italiano.

Il primo annuncio è quello della nomina di Elie Kanaan (nella foto) come nuovo Chief Marketing Officier; sarà lui a guidare le iniziative di marketing e comunicazione di Ogury in tutto il mondo. Il lavoro che spetta a Kanaan non è facile: per gli utenti il tema della privacy non è mai stato così importante. Quindi brand e publisher per poter operare nel rispetto dei consumatori devono essere in grado di conoscerli a fondo, per questo motivo stanno cercando di adeguare le loro strategie mobile attraverso scelte efficaci e soprattutto semplici ed efficienti.

Prima di approdare in Ogury Kanaan ha maturato oltre 25 anni di esperienza nel marketing e nella tecnologia: prima come EVP Marketing per Criteo, come VP EMEA Marketing per VMware, poi con incarichi in SAP, Mercury e Oracle.

Kanaan non è l’unica new entry Ogury. Il team Italiano, infatti, si arricchisce di due nuove figure chiave. La prima, Caterina Faggioli, entra a far parte di Ogury in qualità di Head of Supply. Dopo aver maturato un’esperienza di 5 anni nel settore, occupandosi del rapporto con i publisher per realtà come Teads, RadiumOne, Criteo, Caterina seguirà per Ogury lo sviluppo del network italiano, che ad oggi conta circa un migliaio di app.

Secondo “acquisto” per il team italiano è Gianluca Aversano, che entra in Ogury con il ruolo di Client Lead, figura che rappresenterà il punto di contatto con i clienti diretti e le agenzie, al fine di supportarli con un’attività di consulenza sullo sviluppo delle loro strategie Mobile.

“Sono molto soddisfatta per l’ingresso in azienda di queste due figure, frutto di un affinato lavoro di selezione” ha commentato Francesca Lerario, managing director di Ogury Italia. “La soddisfazione è duplice perché da un lato andiamo a rinforzare il presidio sulla filiera della clientela diretta, e dall’altro andiamo a creare ex novo per il team italiano tutta la parte supply. Due nuove figure a cui auguro il massimo dei successi professionali e, soprattutto, il ben venuto nel team per incrementare l’unione e lo spirito di gruppo che ci contraddistingue”

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Eletto Prodotto dell’Anno, edizione da record. Obiettivo per il 2019 far crescere i servizi

- # # # #

eletto prodotto dell'anno

 

“Celebrare l’innovazione significa capire e cogliere la capacità delle aziende di evolvere”. Ne è convinta Simonetta Flores, amministratore unico di Marketing e Innovazione Italia, che ha tracciato con noi un bilancio dell’edizione 2018 di Eletto Prodotto dell’Anno. “Un’edizione molto positiva”, ha sottolineato l’imprenditore. “Abbiamo avuto 63 prodotti eletti, un record per noi e il segno dell’interesse crescente delle aziende verso questo appuntamento, percepito come un’autentica opportunità per migliorare la relazione con i consumatori”.

Un trend confermato dal fatto che il 42% delle imprese che hanno partecipato quest’anno erano al loro esordio e 58 erano i brand nuovi al Premio. Nel complesso è cresciuto in modo evidente il peso delle pmi. “Si tratta del tessuto imprenditoriale italiano e di realtà che non a caso hanno dimostrato una eccezionale capacità di adeguarsi ai cambiamenti delle richieste dei consumatori. Un’attitudine che si accompagna alla velocità con cui queste nuove strade vengono intraprese. Il fatto che il premio coinvolga sempre energie nuove è un fattore estremamente positivo, è il segno che non c’è staticità, ma viviamo una continua evoluzione”. La serata del 15 marzo ha incoronato quelle eccellenze che hanno saputo imporsi sul mercato puntando fortemente sull’innovazione.

“Eletto Prodotto dell’Anno – ha confermato Simonetta Flores – rappresenta un momento importante per il mondo delle aziende che anno dopo anno portano avanti piccole e grandi rivoluzioni per venire incontro alle esigenze dei consumatori. Si tratta di uno straordinario momento di incontro e condivisione. L’Alcatraz, che ormai da dieci anni ospita l’evento, è diventata un po’ la nostra casa. Anche quest’anno erano presenti oltre 500 invitati, con personalità dell’industria, della distribuzione, dei media e della comunicazione, ma anche del mondo accademico. Ormai la serata di Eletto Prodotto dell’Anno è diventata un appuntamento per il mondo dell’innovazione che serve proprio a celebrare chi quell’innovazione la fa ogni giorno col proprio lavoro. Una menzione speciale va a Debora Villa, attrice e comica, che è riuscita ad accogliere in maniera molto dinamica sul palco tutti i protagonisti della serata”.

Fra i trend emersi quest’anno quello del green e del bio che si ritrova in modo trasversale dal food ai detergenti per la pulizia della casa, fino alla cosmesi, ai prodotti per la cura del corpo e agli integratori alimentari. “Un’altra grande tendenza è la crescente fiducia nel Logo di Eletto Prodotto dell’anno”, ha affermato l’imprenditore. “L’awareness è salita all’87% e il 72% dei consumatori è più propenso a comprare un prodotto con il nostro logo. Le aziende hanno capito che si tratta di uno straodinario strumento di marketing”. Attese per la prossima edizione? “Penso e mi auguro che si confermi questo trend”, risponde Simonetta Flores. “La fiducia dei consumatori nei Prodotti ‘Eletti’ è addirittura dell’86%. Un dato molto importante. Per il prossimo anno abbiamo già iniziato a lavorare. L’obiettivo è quello di far crescere le categorie dei servizi e andare a premiare sempre di più quelle innovazioni ‘smart’ che ci semplificano la vita”.

(di Andrea Crocioni)

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Intesa Sanpaolo debutta come sponsor al Los Angeles Italia Film Festival 2018

- # # # # #

intesa sanpaolo

Intesa Sanpaolo partecipa per la prima volta al “Los Angeles Italia Film Festival 2018”, la manifestazione realizzata con MIBACT, ANICA e ICE, che inaugurata ieri a Los Angeles. Numerosi i film in proiezione la cui realizzazione ha beneficiato del supporto di Intesa Sanpaolo:

  • Hotel Gagarin; The Place (produttore Lotus Production)
  • Start Up; Brutti e Cattivi (produttore Casanova Multimedia)
  • Sono tornato (produttore Indiana Production)
  • Terapia di coppia per amanti (produttore Cinemaundici)
  • Il Premio (produttore Italian International Film)
  • Sirene (serie tv – produttore Cross Production)

La manifestazione si concluderà venerdì 2 marzo con la proiezione speciale del film All the money of the world di Ridley Scott realizzato da Sony, cui Intesa Sanpaolo ha offerto i servizi finanziari per la fase di realizzazione in Italia.

Supportando questa iniziativa in qualità di sponsor, il Gruppo Intesa Sanpaolo conferma la propria attenzione nei confronti dell’industria cinematografica al cui sviluppo ha contribuito erogando finanziamenti pari a 1 miliardo di euro in dieci anni e determinando la ripresa di un settore che ha manifestato una ritrovata vitalità per competere sul mercato internazionale. Ad oggi, infatti, il Gruppo Intesa Sanpaolo ha supportato più di 60 operatori, sostenendo la produzione di più di 300 opere audiovisive (oltre 150 opere cinematografiche, 150 fiction televisive, oltre 30 spot pubblicitari) (come The Young Pope, Gomorra, Romanzo Criminale, I Medici 2, Leisure Seeker, La Pazza Gioia, Capitale Umano) e la distribuzione sul mercato italiano di oltre 200 titoli esteri, tra cui numerosi blockbuster.

Con lo stesso spirito e impegno verso le arti e lo spettacolo Intesa Sanpaolo è intervenuta come associato in diverse iniziative cinematografiche, sostenendo direttamente la produzione dei film This Must Be The Place di Paolo Sorrentino (presentato al Festival di Cannes 2011), Il villaggio di Cartone di Ermanno Olmi (presentato al Festival di Venezia 2011), Il Paese delle spose infelici di Pippo Mezzapesa, Reality di Matteo Garrone (vincitore del Grand Prix al Festival di Cannes 2012), Immaturi – Il viaggio di Paolo Genovese, Io e te, film diretto da Bernardo Bertolucci (fuori concorso al Festival di Cannes 2012), Magnifica presenza di Ferzan Ozpetek e Baby Blues di Alina Marazzi.

Il supporto di Intesa Sanpaolo al mondo dello spettacolo è stato possibile anche grazie alla creazione all’interno della controllata Mediocredito Italiano, del Desk Media & Entertainment, la struttura specialistica dedicata al settore audiovisivo (cinema, serie TV, spot pubblicitari), culturale (musica, teatri, arte) e dell’intrattenimento in generale (concerti, grandi eventi) che sostiene i produttori e distributori indipendenti, editori di contenuti televisivi e operatori della filiera dell’industria nell’individuazione delle più corrette strategie di sviluppo del business, proponendo prodotti e soluzioni creditizie mirate e affiancando alla consueta valutazione creditizia una specifica e approfondita analisi degli aspetti finanziari, contrattuali, operativi e normativi.

articoli correlati