AZIENDE

FME Education, al via il protocollo d’intesa con il MIUR per l’innovazione della didattica

- # # # # # # #

MIUR con FME Education

Nello splendida cornice dell’Acquario Romano, in occasione dell’evento ‘Il Piano Scuola Digitale incontra il Paese’, FME Education ha ufficializzato il protocollo d’intesa con il MIUR (il Mistero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca) per la promozione dell’innovazione tecnologica nella didattica. Nata con l’obiettivo di essere un partner di insegnanti e genitori nei processi di apprendimento dei ragazzi, FME Education riceve quindi un ulteriore riconoscimento della propria mission di offrire alla scuola non solo gli strumenti, ma anche i contenuti per fruire delle nuove infrastrutture tecnologiche.

Nello specifico, attraverso il progetto educativo “Classi 2.0 con MyEdu School”, rivolto alle scuole primarie, la casa editrice si impegna a dotare gratuitamente le 10 scuole selezionate dal MIUR di una classe virtuale composta da tablet per permettere a docenti e studenti di fare lezione in modo innovativo. I tablet consentiranno anche di accedere ai contenuti dell’ambiente didattico digitale MyEdu School: lezioni, esercizi, giochi e verifiche organizzati in percorsi digitali che seguono il piano formativo delle classi primarie, oltre a un pannello di controllo che permette al docente di monitorare l’andamento di ogni studente e i suoi risultati. Come servizio integrativo, il progetto prevede inoltre l’assistenza ai docenti da parte di tutor specializzate nell’utilizzo della tecnologia per la didattica.

“Siamo orgogliosi di questo ulteriore riconoscimento sancito dalla nuova collaborazione con il MIUR, proprio in una fase storica di transizione verso un nuovo modo di fare scuola” afferma Massimo Fumagalli, Presidente di FME Education. “Come illustrato dalla Ministra Fedeli, i primi due anni del Piano Nazionale Scuola Digitale stanno iniziando a dare risultati concreti sia a livello di dotazione delle infrastrutture alle scuole che a livello di crescita delle competenze digitali degli studenti. L’accordo con il MIUR ha per noi una duplice valenza, in quanto se da un lato è un’attestazione del nostro impegno per una didattica partecipativa, dall’altro rappresenta anche un incoraggiamento a fare sempre di più per portare l’innovazione nel mondo della scuola e contribuire alla formazione delle nuove generazioni. Oggi il terreno è davvero pronto per sfruttare la leva della tecnologia, e come FME Education siamo pronti a contribuire a questa svolta”.

articoli correlati

AZIENDE

Google sigla una partnership con il MIUR per lo sviluppo delle competenze digitali

- # # # # # #

Google e MIUR

In occasione dell’evento “Il Piano Scuola Digitale incontra il Paese”, organizzato a Roma dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, Google annuncia un nuovo accordo con il MIUR per la diffusione di programmi innovativi all’interno della scuola italiana, volti a favorire un legame più stretto tra il sistema scolastico e il mondo del lavoro. Il protocollo d’intesa ha l’obiettivo di mettere a disposizione delle istituzioni scolastiche ed educative statali, a titolo gratuito, percorsi e materiali innovativi per l’avviamento alla programmazione nelle fasce più giovani e lo sviluppo di attività preparatorie all’alternanza scuola-lavoro, attraverso programmi di formazione già sviluppati da Google in Italia e a livello internazionale.
I progetti di Google previsti per gli inizi della fase operativa sono “Eccellenze in Digitale”, piattaforma online sulle competenze digitali per il mondo del lavoro, e “Computer Science First”, un percorso online di avviamento alla programmazione per le fasce più giovani. Entrambe le piattaforme sono gratuite.

Alternanza scuola-lavoro: “Eccellenze in Digitale”
Per valorizzare la sinergia tra il sistema educativo e il mondo dell’impresa, Google mette a disposizione del MIUR il corso gratuito online “Eccellenze in Digitale”, premiato nel 2016 dalla Commissione Europea con l’European Digital Skills Award. Gli studenti che devono intraprendere il percorso di alternanza scuola-lavoro avranno a disposizione strumenti concreti sull’utilizzo del web in ottica aziendale, così da favorire l’integrazione di strumenti digitali all’interno delle imprese.
“Eccellenze in Digitale” è una piattaforma online volta alla diffusione delle competenze digitali per il mondo del lavoro. La formazione su strumenti pratici e il racconto di casi di successo permettono di sviluppare strategie concrete per promuovere la propria attività online, avviando un dialogo di lungo termine sulle opportunità economiche della Rete. Il 67% degli imprenditori che hanno partecipato al programma ha dichiarato una crescita della propria attività; un’azienda su 10 ha subito assunto persone con maggiori competenze digitali, mentre una su 4 intende farlo entro 6 mesi dalla fine del progetto.

Avviamento alla programmazione: “Computer Science First”
Al fine di diffondere un’adeguata formazione sul pensiero computazionale e sulle competenze digitali di base, Google metterà a disposizione del sistema scolastico e del MIUR il suo programma “Computer Science First”. Computer Science First è una piattaforma online gratuita che permette agli studenti tra i 9 e i 14 anni di avvicinarsi alla programmazione attraverso semplici attività didattiche. La piattaforma è pensata in modo da permettere agli insegnanti – anche privi di una preparazione specifica – di organizzare corsi formativi per favorire l’avvicinamento alla programmazione e alla risoluzione di problemi complessi, per sviluppare confidenza e curiosità verso l’uso dei computer e per dimostrare l’impatto positivo della programmazione nella vita di tutti i giorni e nel mondo del lavoro.
“La digitalizzazione può portare crescita e lavoro, ma l’Italia deve ancora cogliere il potenziale dell’economia di internet. Uno dei maggiori freni è la carenza di competenze digitali, per questo negli anni abbiamo rivolto una particolare attenzione a iniziative per la diffusione delle e-skills nel mondo dell’impresa e per i giovani in cerca di occupazione. Oggi siamo felici di annunciare questa nuova collaborazione con il MIUR, per dare il nostro contributo al Piano Nazionale Scuola Digitale. Vogliamo fornire a tutti i ragazzi la possibilità di avvicinarsi alla programmazione e agli strumenti del web, e crediamo che il digitale possa essere una chiave per costruire percorsi di alternanza scuola-lavoro proficui per gli studenti e per le imprese. Questi progetti sono solo l’inizio di un impegno comune” afferma Diego Ciulli, Public Policy Manager, Google

articoli correlati

MEDIA 4 GOOD

Etnocom firma “Pezzi mancanti” la campagna di Ciai per l’istruzione in Burkina Faso

- # # # #

etnocom

Al mondo, l’istruzione  non è sempre un diritto acquisito, specialmente se si nasce bambina. In Burkina Faso, ad esempio, 3 bambine su 10 non frequentano la scuola e in tutto il paese un terzo dei bambini in età scolare non ha accesso all’istruzione di base. Nelle zone rurali, dove mancano anche strutture scolastiche, queste percentuali sono ancora più elevate.

Con la campagna “Pezzi mancanti” – attiva con numero solidale 45503 dal 21 febbraio al 5 marzo – CIAI affronta una nuova sfida, quella educativa: per 3mila bambini tra i 6 e gli 11 anni saranno costruite 10 scuole nei villaggi rurali, offrendo così la possibilità di studiare e crescere nella libertà di pensiero.
La creatività è stata ideata da Etnocom e prevede la partecipazione come protagonista dello spot di Gioele Dix, da tempo amico e sostenitore del CIAI, e la voce femminile di Elisabetta Cucci, attrice e mamma adottiva CIAI, con musiche di Gian Luca Lai.

Emittenti radiofoniche e televisive, nazionali e locali, hanno aderito alla campagna offrendo spazi adv gratuiti. Lo spot con Gioele Dix sarà diffuso su La7 e La7d, sulle reti Mediaset, Discovery Channel, e attraverso il network di Grandi Stazioni e presso il Terminal 3 degli arrivi dell’aeroporto Fiumicino di Roma.

Inoltre, il team INC ha ottenuto spazi di visibilità con l’attività di placement su radio e TV nazionali e locali per la campagna con appelli alla raccolta fondi e testimonial ospiti in studio sulle principali trasmissioni tv Mediaset e La7.

Il team per la campagna Pezzi Mancanti del CIAI è formato da Paolo Mattei (project leader), Barbara Cimino e Francesca Riccardi.

 

Credits Etnocom
Direzione Creativa: Cristina Clausi Schettini
Art Director: Lucilla Lombardi
Copywriter: Elena Ruggeri
Direttore Clienti: Filippo Ielmini.

articoli correlati