MOBILE

MailUp lancia Jade, l’app per raccogliere contatti sull’iPad in occasione di fiere ed eventi

- # # # #

MailUp ha lanciato Jade, l’applicazione per iPad che permette di creare in pochi passaggi un modulo di iscrizione digitale per raccogliere contatti anche offline. I dati vengono salvati sull’iPad e, una volta che l’utente si connette a internet, inviati automaticamente all’account MailUp.

Pensata per ogni tipo di esercizio commerciale e di evento – fiere, conferenze e manifestazioni – Jade è l’app che consente di digitalizzare l’intero processo di raccolta dei contatti: dalla creazione di un modulo di iscrizione fino all’importazione dei dati nella piattaforma di invio. Operazioni, queste, fondamentali e preliminari a qualsiasi iniziativa di email marketing.

Jade permette diversi gradi di personalizzazione del modulo di iscrizione: l’utente ha la possibilità di inserire il logo della propria azienda, cambiare lo sfondo e modificare testi e campi. È inoltre possibile creare più moduli e collegare ciascuno a una differente lista MailUp, per una migliore segmentazione dei destinatari.

Disponibile per iOS 8.0+ e scaricabile gratuitamente su App Store, Jade può essere utilizzato se si dispone di un account MailUp, attivabile in prova gratuita per 30 giorni su www.mailup.it.

articoli correlati

MOBILE

Triennale Plus, la nuova guida su iPad della Triennale di Milano

- # # # # #

La Triennale di Milano presenta Triennale Plus, la guida su iPad per esplorare le mostre della Triennale e il Triennale Design Museum in modo nuovo e coinvolgente.
Triennale Plus dà la possibilità di approfondire gli argomenti e scoprire cosa si nasconde dietro la realizzazione di una grande mostra. Un modo inedito per scoprire la grande architettura, il design e l’arte. La guida accompagna il visitatore anche nella storia della Triennale.
Pensata per iPad Mini Retina la guida sfrutta la tecnologia iBeacon per mostrare al visitatore informazioni e approfondimenti al momento giusto direttamente sullo schermo del tablet. I beacon sono “localizzatori” in grado di segnalare la propria presenza a un device che si trovi nelle sue vicinanze.
Triennale Plus si basa sulla piattaforma Explora Museum sviluppata da Graffiti con il supporto di Trento RISE, partner strategico di ICT Labs network – European Institute of Technology (EIT) e centro per l’innovazione in Trentino.
Triennnale Plus è stata progettata per sfruttare al meglio la tecnologia del tablet e per essere accessibile anche a non udenti e ipovedenti. La guida su tablet, in italiano e inglese, è disponibile al noleggio al costo di 3 Euro.

La Triennale mette a disposizione anche una versione lite di Triennale Plus contenente solo le tracce audio dei percorsi, disponibile gratuitamente su App Store e Play Store per dispositivi iOs e Android. Inoltre, una volta terminata la visita, potrà ricevere digitalmente il «diario di visita», un resoconto online che raccoglie le attività e le preferenze espresse all’interno del museo. Questo racconto del «museo visto dagli occhi del visitatore» puòessere condiviso sui social network. L’esperienza museale continua così oltre la visita: uno spazio di socialità digitale tra visitatori e museo.

articoli correlati

MEDIA

Cairo Editore: dieci riviste su iPad con un numero in omaggio

- # # # # # # # # # # #

Bell’Italia, i monografici Bell’Italia, Bell’Europa, In Viaggio, Gardenia, Airone, Natural Style, For Men, Arte e Antiquariato sono le 10 testate di Cairo Editore disponibili su iPad con app e un numero di prova in omaggio.
Su Apple Store si possono scaricare gratuitamente le app che consentono di acquistare le riviste in formato elettronico, scegliendo un singolo numero, l’abbonamento o gli arretrati. L’utente potrà visualizzare immagini in Alta Definizione e un sommario interattivo per avere tutto a portata di clic e avrà così la possibilità di ingrandire a piacimento testi, foto e disegni.
Per ogni testata c’è la possibilità di acquistare una copia singola (gli arretrati sono disponibili a partire dai numeri dell’estate 2012), l’abbonamento mensile oppure l’abbonamento annuale.
Un’ulteriore novità Cairo Editore è la prima casa editrice a consentire il pagamento degli abbonamenti cartacei con Up mobile, l’applicazione di Banca Sella che permette di pagare le riviste del gruppo con un qualsiasi smartphone, iPhone e Android, attraverso l’uso di un codice datamatrix.

articoli correlati

MEDIA

Nel bouquet di tg|adv anche Iphoneitalia.com, Ipaditalia.com e Slidetomac.com

- # # # # # # # #

Una nuova partnership arricchisce l’offerta della concessionaria tg|adv ha infatti annunciato l’accordo siglato con Spinblog per la rappresentanza su Iphoneitalia.com, Ipaditalia.com e Slidetomac.com. iPhoneitalia ha seguito in diretta live l’ultimo Keynote di Apple con la sponsorizzazione da parte di Peugeot.

iPhoneItalia.com è il blog leader in Italia nel settore dell’informazione su iPhone (iPhone 5, iPhone 4S, ma anche 4, 3GS, 3G e 2G) e sulle applicazioni di App Store. In continua espansione dal 2007 (anno di fondazione), iPhoneItalia rappresenta la risorsa (gratuita) di riferimento per l’utente iPhone con oltre 1,5 milioni di utenti unici e 7 milioni di pagine viste nel periodo medio (Fonte Google Analytics), con punte di oltre 300.000 visite nel momento dell’evento live.
Spinblog s.r.l., oltre ad iPhoneitalia è editore di iPaditalia e Slidetomac, anche loro recentemente entrati in concessione con tg|adv.

Alberto Gugliada Ceo di tg|adv dichiara “Siamo molto felici della partnership con Spinblog che entra a far parte del nostro network, i nostri investitori hanno a disposizione un’occasione imperdibile per raggiungere un target attivo e consapevole. Una fascia di mercato propensa all’acquisto e utile alla diffusione del messaggio veicolato da un brand o da un prodotto. Peugeot ancora una volta si è mostrata attenta alle nuove opportunità di mercato”.

 

articoli correlati

MOBILE

Hangar Travel Guide: le app per viaggiatori creativi di Hangar Design Group

- # # # # # # #

L’agenzia creativa internazionale Hangar Design Group lancia la nuova app Hangar Travel Guide, disponibile per iPhone e iPad dal 18 maggio 2013 su App Store. Un’app che si presenta  come strumento per viaggiare destinato a chi ama tecnologia e design, che permette di scoprire mete insolite e rotte alternative assieme ai luoghi cult che ogni città possiede.

 

Quattro le key-words di riferimento, Hotel, Food, Cool e Shop, rendono l’avventura del viaggio sicura e stimolante, e diventano i punti cardinali del mondo, assieme ad una ricerca emozionale, che parte dalla scelta del continente fino ad arrivare ad un esclusivo store nell’Upper East Side o ad uno sperduto chiosco lungo il fiume Huangpu a Shanghai.
Non solo perciò destinazioni di tendenza ma anche location curiose e ignote suggerite da architetti, fotografi, designer e da un parterre di “creativi” legati all’agenzia o conosciuti in qualche Hangar travel.

 

L’interfaccia grafica è stata studiata fino al minimo dettaglio e una sofisticata ricerca fotografica permettono una navigazione facile ed intuitiva in cui domina sovrano il concetto di interattività: la sezione “Our Friends”, oltre ad una panoramica delle personalità che hanno partecipato a questo progetto con le loro segnalazioni, offre a chiunque la possibilità di indicare nuove location e di diventare a pieno diritto un contributor, mentre “Favorites” oltre a creare una personale lista preferiti collega i nostri “like” ad una Top20 generale creata solo dagli utenti.
Una versione solo in lingua inglese per i globetrotter d’eccellenza testimonia l’internazionalità del progetto, e la duplice possibilità di utlizzare Hangar Travel Guide sia in modalità online, per usufruire di mappe e geolocalizzazione, sia offline, per un’immediata consultazione, rende questa app uno strumento ideale e d’interesse per il moderno viaggiatore digitale.

articoli correlati

MOBILE

Crowdfunding per Math Melodies, l’app che insegna la matematica ai bambini non vedenti

- # # # # # #

EveryWare Technologies, spin off dell’Università degli Studi di Milano, ha avviato una campagna di raccolta fondi online per finanziare lo sviluppo di Math Melodies, una app che insegna la matematica ai bambini non vedenti e ipovedenti della scuola primaria, più di 4.000 solo in Italia (dati Istat, Anno Scolastico 2011-2012).

Il progetto è finalizzato allo sviluppo di un’applicazione per iPad che aiuterà i bambini della scuola primaria ad imparare la matematica. L’applicazione, che oggi è un prototipo, è destinata ai bambini non vedenti e ipovedenti: è l’audio a guidare il bambino nello svolgimento degli esercizi di aritmetica mentre scorre il suo dito sul tablet. “E’ veramente sorprendente il riscontro che abbiamo avuto nei test effettuati con i bambini non vedenti e ipovedenti delle elementari”, commenta Cristian Bernareggi, co-fondatore di Everyware Technologies, esperto del tema, con un Dottorato di ricerca in Informatica conseguito all’Università degli Studi di Milano e un’esperienza diretta da non vedente nell’apprendimento della matematica.  “Guidati dal riscontro sonoro, in modo molto intuitivo, i bambini sono riusciti a svolgere esercizi come le somme in colonna. Per i non vedenti, abituati soprattutto alle righe del Braille, la app si è rivelata uno strumento estremamente efficace anche per migliorare le proprie abilità visuo-spaziali oltre che quelle matematiche”.

La campagna di crowdfunding scade sabato 6 luglio e punta alla raccolta di 15.000€ per lo sviluppo della app per iPad. La campagna è a “finanziamento prestabilito”, nel caso non venisse raccolta l’intera somma il progetto non potrà essere realizzato. Le donazioni vengono effettuate con carta di credito, la cifra donata viene “bloccata” fino al termine della campagna e prelevata solo nel caso vengano raccolti almeno 15.000€. Le donazioni individuali vanno dai 10€ ai 300€, mentre le Associazioni, i club o le aziende possono donare fino a 5000€. Effettuando una donazione di 1000€ è possibile richiedere la traduzione della app in un’altra lingua. Una donazione di 2.500€ farà arricchire la app con degli esercizi in più mentre con una donazione di 5.000€ si diventa “gold sponsor” della app. Per contribuire al progetto e per saperne di più basta visitare il sito http://mathmelodies.everywaretechnologies.it/.

Math Melodies sarà pronta dopo quattro mesi dalla data del finanziamento, sarà gratuita, scaricabile dall’App Store e almeno bilingue, italiano e inglese. Math Melodies sarà sviluppata per essere coinvolgente anche per i bambini che non hanno disabilità visive. Così, i bambini normovedenti e quelli non vedenti e ipovedenti potranno imparare e divertirsi insieme anche con la matematica.

Math Melodies è patrocinato da ANS (Associazione Nazionale Subvedenti) e da Retina Italia Onlus.

articoli correlati

MOBILE

Con New! La fiaba della buona notte diventa una app e approda negli USA

- # # # # #

New! Srl, agenzia di comunicazione milanese, sbarca sul mercato americano con un’app per iPad dedicata ai bambini dai tre anni di età in su: Fairy Lyly, la storia di una bimba di dieci anni, Lyly, che possiede poteri magici e vive fantastiche avventure.
L’obiettivo di New! è infatti quello di offrire una grande opportunità per sperimentare una nuova modalità di lettura di favole illustrate e fumetti, da sempre potenti mezzi di supporto formativo per bambini e un piacere per gli adulti.
Punto di forza dell’app sono le bellissime illustrazioni animate, interamente realizzate a mano dai creativi di New!, e l’incantevole colonna sonora originale. Ogni elemento della storia è stato realizzato con passione, i personaggi regalano espressioni ricche di calore umano, la trama è divertente e coinvolgente, le animazioni lambiscono la narrazione. Si tratta quindi di una dynamic novel, ovvero di un racconto illustrato dinamico ma non interattivo, una scelta dettata dallo stile romantico del racconto che vuole permettere ai lettori di assaporare realmente l’atmosfera della fiaba, di volare tra le ‘pagine’ di questa app che potrebbe essere considerata un tradizionale libro magico illustrato.
Ho sempre investito nell’agenzia, per far crescere le persone che vi lavorano e per dare vita ai sogni che alimentano le nostre giornate”, spiega Stefano Ferranti, titolare di New!. “E Fairy Lyly è uno di questi sogni. L’investimento è stato importante per una realtà come la nostra, che per la prima volta entra nel mercato consumer con un prodotto proprio al 100%”.

Fairy Lyly è quindi solo il primo di una serie di progetti dedicati all’editoria animata, dalla fiaba della buona notte al racconto visuale-introspettivo (a breve disponibile). L’attitudine dell’agenzia, nell’approcciare il progetto, è quello di una start up, che supera le attuali difficoltà del mercato italiano e decide di creare dei prodotti inediti e promuoverli soprattutto oltreoceano: il mercato di riferimento, infatti è quello degli Stati Uniti. I bambini italiani non si devono comunque preoccupare, perché a breve Fairy Lyly sarà disponibile anche in lingua italiana.

articoli correlati