BRAND STRATEGY

Intesa Sanpaolo e Mastercard lanciano la prima contactless biometrica in Italia

- # # #

biometrica

Intesa Sanpaolo e Mastercard hanno presentato oggi il primo progetto pilota di carta di pagamento contactless con tecnologia biometrica realizzato in Italia. Un test che coinvolge utenti nelle città di Torino, Milano e Roma per un periodo di 16 settimane.

La nuova carta biometrica consente di combinare i vantaggi della tecnologia con chip a quelli della biometria per verificare in modo comodo e sicuro l’identità del titolare. In questo caso la tecnologia biometrica utilizzata si basa sul riconoscimento delle impronte digitali, come già avviene per alcuni sistemi di pagamento con il cellulare.

La fase di test messa a punto da Intesa Sanpaolo e Mastercard consente inoltre di sperimentare per la prima volta in Europa l’utilizzo di una carta biometrica contemporaneamente dotata anche di tecnologia contactless, grazie alla quale è sufficiente avvicinare la carta al terminale POS per dare il via alla transazione. Il chip biometrico della carta funziona grazie all’energia del terminale POS. Velocità e facilità di utilizzo si sommano quindi a un sistema avanzato di identificazione del consumatore, aprendo la strada ai pagamenti del futuro.

I dati biometrici del titolare vengono rilevati in filiale tramite un’apposita apparecchiatura in grado di memorizzare e conservare in sicurezza l’impronta digitale sulla carta. Per pagare è poi sufficiente avvicinarla al terminale POS tenendo il pollice sul sensore della carta. Si attiverà in questo modo il processo di verifica dell’impronta, al termine del quale l’acquisto sarà autorizzato. Un sistema che accresce notevolmente il livello di sicurezza e di protezione da possibili frodi e furti di identità.

Le carte biometriche possono essere utilizzate in tutto il mondo e sono riconoscibili da qualsiasi terminale POS e ATM con certificazione EMV.

“Siamo entusiasti di presentare oggi insieme ad Intesa Sanpaolo questo progetto innovativo, il primo in Italia e in Europa, ha dichiarato Antonio Di Meo, Vice President Account Leader di Mastercard. “In Mastercard, in qualità di abilitatori di nuove tecnologie, lavoriamo costantemente con i nostri partner, per abilitare tecnologie all’avanguardia, come la biometria, perché possano migliorare la vita quotidiana dei consumatori, arricchendo la loro esperienza di pagamento e garantendo semplicità e sicurezza ad ogni transazione.”.

“Siamo fieri di aver compiuto il primo passo per introdurre in Italia una carta la cui tecnologia offre all’utilizzatore evidenti vantaggi concreti, in linea con la nostra scelta di anticipare e agevolare la diffusione di innovazioni davvero funzionali all’everyday banking delle persone. Il progetto pilota Intesa Sanpaolo-Mastercard, realizzato con il supporto di Mercury Payment System, si avvale altresì del contributo di Gemalto, operatore mondiale che ha fornito la tecnologia per la realizzazione delle nuove carte biometriche e gli strumenti necessari per la memorizzazione dell’impronta digitale sul chip”, ha concluso Cinzia Bruzzone, responsabile Retail di Intesa Sanpaolo.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Intesa Sanpaolo debutta come sponsor al Los Angeles Italia Film Festival 2018

- # # # # #

intesa sanpaolo

Intesa Sanpaolo partecipa per la prima volta al “Los Angeles Italia Film Festival 2018”, la manifestazione realizzata con MIBACT, ANICA e ICE, che inaugurata ieri a Los Angeles. Numerosi i film in proiezione la cui realizzazione ha beneficiato del supporto di Intesa Sanpaolo:

  • Hotel Gagarin; The Place (produttore Lotus Production)
  • Start Up; Brutti e Cattivi (produttore Casanova Multimedia)
  • Sono tornato (produttore Indiana Production)
  • Terapia di coppia per amanti (produttore Cinemaundici)
  • Il Premio (produttore Italian International Film)
  • Sirene (serie tv – produttore Cross Production)

La manifestazione si concluderà venerdì 2 marzo con la proiezione speciale del film All the money of the world di Ridley Scott realizzato da Sony, cui Intesa Sanpaolo ha offerto i servizi finanziari per la fase di realizzazione in Italia.

Supportando questa iniziativa in qualità di sponsor, il Gruppo Intesa Sanpaolo conferma la propria attenzione nei confronti dell’industria cinematografica al cui sviluppo ha contribuito erogando finanziamenti pari a 1 miliardo di euro in dieci anni e determinando la ripresa di un settore che ha manifestato una ritrovata vitalità per competere sul mercato internazionale. Ad oggi, infatti, il Gruppo Intesa Sanpaolo ha supportato più di 60 operatori, sostenendo la produzione di più di 300 opere audiovisive (oltre 150 opere cinematografiche, 150 fiction televisive, oltre 30 spot pubblicitari) (come The Young Pope, Gomorra, Romanzo Criminale, I Medici 2, Leisure Seeker, La Pazza Gioia, Capitale Umano) e la distribuzione sul mercato italiano di oltre 200 titoli esteri, tra cui numerosi blockbuster.

Con lo stesso spirito e impegno verso le arti e lo spettacolo Intesa Sanpaolo è intervenuta come associato in diverse iniziative cinematografiche, sostenendo direttamente la produzione dei film This Must Be The Place di Paolo Sorrentino (presentato al Festival di Cannes 2011), Il villaggio di Cartone di Ermanno Olmi (presentato al Festival di Venezia 2011), Il Paese delle spose infelici di Pippo Mezzapesa, Reality di Matteo Garrone (vincitore del Grand Prix al Festival di Cannes 2012), Immaturi – Il viaggio di Paolo Genovese, Io e te, film diretto da Bernardo Bertolucci (fuori concorso al Festival di Cannes 2012), Magnifica presenza di Ferzan Ozpetek e Baby Blues di Alina Marazzi.

Il supporto di Intesa Sanpaolo al mondo dello spettacolo è stato possibile anche grazie alla creazione all’interno della controllata Mediocredito Italiano, del Desk Media & Entertainment, la struttura specialistica dedicata al settore audiovisivo (cinema, serie TV, spot pubblicitari), culturale (musica, teatri, arte) e dell’intrattenimento in generale (concerti, grandi eventi) che sostiene i produttori e distributori indipendenti, editori di contenuti televisivi e operatori della filiera dell’industria nell’individuazione delle più corrette strategie di sviluppo del business, proponendo prodotti e soluzioni creditizie mirate e affiancando alla consueta valutazione creditizia una specifica e approfondita analisi degli aspetti finanziari, contrattuali, operativi e normativi.

articoli correlati