AGENZIE

INTERSOS nomina Tiziana Rocca come nuova ambassador dell’organizzazione

- # # # #

Annunciata lunedì 20 luglio la nomina di Tiziana Rocca ad ambassador di INTERSOS, che fa seguito al suo profondo impegno per aiutare i bambini di tutto il mondo ad avere una vita migliore.
Gli Ambassador rappresentano, infatti, figure di particolare rilievo per l’esposizione e il ruolo che sono chiamati a ricoprire sostenendo e promuovendo le iniziative di INTERSOS con l’obiettivo di accrescerne ulteriormente la capacità di intervento.
Kostas Moschochoritis, direttore generale di INTERSOS, ha così commentato: “Oggi Tiziana ha visitato il centro A28, una struttura che offre accoglienza a minori stranieri non accompagnati, offrendo un aiuto concreto a tanti ragazzi in transito da Roma senza mezzi dopo un lunghissimo viaggio tra mille difficoltà. Inizia una collaborazione da cui sono convinto potranno nascere molte idee e progetti comuni. Grazie a Tiziana per il suo interesse e il suo tempo, ma grazie soprattutto per aver scelto di sostenere concretamente Intersos, divenendo nostra Ambassador.”
Tiziana Rocca, infatti, è da tempo impegnata in ambito umanitario sia attraverso la sua società (Tiziana Rocca Comunicazione) specializzata dell’organizzazione di eventi con risvolto “benefico”, sia in prima persona. E’ infatti testimonial di numerose Onlus e organizzazioni benefiche. “Sono molto felice di ricevere il vostro badge” ha sottolineato Tiziana Rocca, “e di sentirmi parte delle vostre missioni. Come Ambassador mi impegnerò a promuovere e far conoscere i progetti di INTERSOS in tante situazioni di emergenza in Italia e nel mondo”.

articoli correlati

MEDIA 4 GOOD

Torna on air “La scelta di Amadi”, la campagna sociale contro l’uso dei bambini soldato prodotta da Filmmaster Productions

- # # # # #

In occasione della giornata internazionale contro l’uso dei bambini soldato, torna in onda la campagna sociale prodotta da Filmmaster Productions per combattere la piaga sociale sempre più crescente. Un’emergenza che oggi colpisce 23 paesi nel mondo e coinvolge oltre 250.000 bambini. Una produzione che racconta la storia di un bambino del Congo rapito dal suo villaggio e trasformato in un ragazzo soldato. Il suo nome è Amadi, che significa “uomo libero”.

Filmmaster Productions ha scelto di realizzare questo progetto girato ad Haiti autofinanziando completamente la produzione. “Abbiamo preso subito contatto con il Ciné Institute haitiano proponendogli il progetto dei bambini soldato. È subito nata una sintonia perfetta tra loro e Filmmaster: le location proposte sembravano create apposta per quello che volevamo realizzare. A questo punto, con l’umore alle stelle e l’entusiasmo di chi si sente coinvolto in qualcosa di importante e per una giusta causa, abbiamo intrapreso una difficile strada per la produzione del film”, commenta Fabrizio Razza.

articoli correlati