TECH & INNOVATION

intarget supporta lastminute.com nel programmatic adv e nella valorizzazione dei dati

- # # # # #

intarget

intarget punta sempre più sul martech e nel corso del 2018 ha supportato lastminute.com nello sviluppo della strategia Programmatic ADV e nella valorizzazione dei dati raccolti, grazie all’utilizzo di servizi di marketing technology.

 

Grazie alle otto certificazioni nel programma Google Marketing Platform Partners ottenute da Mountain View, intarget ha potuto offrire una gamma completa di servizi martech a lastminute.com con, in particolare, un focus sui tool di Google Analytics.

 

Il vantaggio nell’utilizzo di strumenti di martech su misura si riscontra nella riduzione dei costi di Adv per l’acquisizione di nuovi clienti online, a dimostrazione di come una pianificazione intelligente porti ad un prezzo più ragionevole e adeguato per ogni lead.

 

“Sviluppiamo campagne ADV per milioni di clienti in 40 Paesi ed eravamo alla ricerca di un partner che ci consentisse di dare un valore a ogni click che otteniamo per ottimizzare i nostri investimenti“, afferma Marco Corradino COO e Board member lastminute.com group. “Abbiamo scelto intarget per la sua forte tensione all’innovazione nelle tecnologie al servizio del marketing e la sua vocazione internazionale, il lavoro ed il team che intarget ha dedicato a lastminute ci ha permesso di migliorare le nostre performance nella lead generation”.

 

“Grazie all’elevata competenza nell’utilizzo delle API disponibili dalle piattaforme Google è stato possibile automatizzare ed ottimizzare diversi processi che ci hanno permesso di supportare lastminute.com nella gestione di oltre un milione di keywords per raggiungere clienti di quasi 10 lingue diverse”, afferma Antonio Procopio CTO di intarget (nella foto).

 

“In un mercato sempre più complesso diventa fondamentale la capacità di gestire e analizzare i dati, per garantire agli investitori pubblicitari la possibilità di essere competitivi. Per questo l’adozione di soluzioni di marketing automation sarà al centro delle strategie nel mercato ADV nel 2019. Grazie alle 8 certificazioni ottenute da Google e a un team internazionale che vede sedi all’estero, come a Lugano per l’area DACH e a Shanghai per la Cina, intarget è in prima linea in questo settore sia in Italia che all’estero”, conclude Nicola Tanzini, Founder e CEO di intarget.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Continua la collaborazione tra intarget e Leica: al via il progetto Certified by Leica

- # # # # # #

Intarget - leica

intarget aggiunge un tassello in più alla propria collaborazione con Leica: dopo aver supportato il celebre brand della fotografia nel costruire la propria community social, ha sviluppato il progetto Certified by Leica coniugando creativity, SEO e ADV.

La community social

Fin dal 2016, intarget ha sviluppato la content strategy per i canali Facebook, Twitter e Instagram di Leica con la volontà di promuovere il posizionamento del brand come leader cult nel settore della produzione di fotocamere professionali.

I canali hanno, così, visto negli ultimi anni una forte crescita sia in termini di follower sia di interazione: l’account Facebook, ha superato i 101.000 follower, l’account Instagram, nato a febbraio del 2015, ora conta oltre 30.000 follower, mentre Twitter supera i 16.000.

Il progetto Certified by Leica

Inoltre, nel corso del 2018 intarget ha supportato il brand tedesco nello sviluppo del progetto Certified by Leica realizzato per, e con, i migliori fotografi professionisti italiani che hanno deciso di utilizzare fotocamere e obiettivi professionali Leica o che stanno valutando di utilizzarli.

Lo scopo dell’azienda è quello di creare una vera e propria community per supportare i fotografi professionisti italiani nella propria attività e dar loro visibilità. In particolare, Certified by Leica ha come obiettivo quello di permettere loro di far parte di un network che li aiuti e li supporti nello sviluppare la propria attività, di essere presenti in una directory qualificata aperta sia al B2B sia al B2C e di poter sfruttare i canali e le piattaforme di comunicazione di Leica Camera Italia per aumentare la propria visibilità sul mercato.

Il progetto creativo

Il team Creative di intarget ha ideato e sviluppato anzitutto il front end di questo progetto: il nuovo sito web Certified by Leica, che svolge la funzione di directory e showcase dei fotografi che fanno parte del network.

La directory è fruibile con una ricerca sia per territorio, sia in funzione delle categorie in cui sono segmentati i fotografi: fashion, ritratto, corporate e advertising, ritratto e beauty, paesaggio e architettura, reportage, matrimonio, automotive, still life e food ed eventi e lifestyle.

Inoltre, intarget si è occupata di creare una campagna advertising indirizzata ai fotografi professionisti, il cui obiettivo era generare engagement e, al tempo stesso, dare la visibilità alla community e facilitare il loro personal branding.

Leica Camera Italia gestisce con intarget anche campagne search su Google AdWords per il lancio di nuovi prodotti e la promozione di quelli esistenti.

Leica Club Italia

La collaborazione ha incluso anche il lancio di Leica Club Italia , un hub digitale volto ad aggregare clienti e appassionati di fotografia firmato Leica, progetto per cui il team Creative di intarget ha curato l’ideazione creativa e lo sviluppo grafico.

Si tratta di un Club aperto a tutti gli appassionati ai mondi Leica, come i Member che non possiedono corpi macchina Leica, o come gli Owner con accesso esclusivo per i possessori di fotocamere digitali Leica.

I membri del Leica Club hanno un canale privilegiato sia in termini di informazione che di accesso a tutte queste iniziative, oltre alla possibilità di accedere a promozioni riservate.

articoli correlati

AGENZIE

intarget annuncia l’apertura di una nuova sede in Cina

- # # # #

intarget

intarget, digital company italiana con sedi a Pisa, Milano e Lugano, ha annunciato oggi un importante investimento strategico per lo sviluppo di attività di digital marketing in Asia: l’apertura di una nuova sede in Cina, a Shanghai. La presentazione è avvenuta oggi nel corso di IAB Forum in occasione dell’evento organizzato da intarget e intitolato Destinazione Cina. Il mercato, la cultura, le opportunità da non perdere, alla presenza di diverse istituzioni impegnate nel supporto all’export italiano in Cina.

La nuova sede cinese avvierà le proprie attività nel corso del mese di novembre e verrà guidata da Stefano Generali, professionista nel settore del marketing e della comunicazione, da diversi anni a Shanghai dove ha operato nel settore eCommerce Fashion ricoprendo il ruolo di Brand Marketing Manager.

Stefano Generali guiderà un gruppo di digital specialist madrelingua e una rete di partner locali per la creazione ad hoc per il mercato cinese di attività di Media Planning online, SEO/SEM, Web Analytics, Conversion Rate Optimization (CRO), Content marketing e consulenza strategica di web marketing.

“Il primo obiettivo della sede cinese di intarget è progettare, creare e implementare strategie specifiche create ad hoc sul territorio per i brand italiani e internazionali che intendono comunicare verso i consumatori cinesi”, afferma Stefano Generali, Managing Director di intarget China. “Nel medio periodo puntiamo, inoltre, a diventare un partner privilegiato per i brand cinesi per sviluppare strategie di digital marketing nel mercato Occidentale, grazie alla sinergia con le sedi di intarget di Pisa, di Milano e di Lugano, nelle quali opera un team di talenti internazionali”.

Il percorso di internazionalizzazione di intarget

Il mercato cinese offre diverse opportunità per le imprese italiane che, tuttavia, necessitano di partner adeguati sul territorio per sviluppare una comunicazione in linea con la cultura, le tradizioni e le pratiche di business locali. La nuova sede di Shanghai rappresenta una tappa rilevante lungo un percorso di internazionalizzazione che l’azienda sta proseguendo da diversi anni.

Nel 2012 è nata intarget Suisse, con sede a Lugano, in Svizzera, per servire al meglio i clienti dell’area D-A-CH (Germania, Austria, Svizzera), tra cui figurano diverse aziende internazionali dei settori fashion e travel. E nel corso degli anni intarget ha assunto nuovi talenti fino a raggiungere un 20% di dipendenti nati all’estero.

Attualmente sono 10 le lingue parlate fluentemente in azienda: francese, tedesco, inglese, serbo, russo, giapponese, cinese, portoghese, spagnolo e arabo. Il team è già attivo nei principali mercati esteri occidentali (Stati Uniti, Regno Unito, Germania e Francia), in Giappone, nel mondo arabo, e in Sud Corea per un totale di più di 60 Paesi.

“Già da diversi anni supportiamo una parte della nostra clientela nella gestione del digital marketing nel mercato cinese: il Paese del Dragone sta diventando per i nostri clienti, in particolare nei settori Fashion e Luxury, il primo mercato per vendite. Per questo abbiamo deciso di investire in una presenza sul territorio con professionisti madre-lingua per sviluppare strategie, contenuti e campagne ancora più efficaci per il pubblico cinese”, conclude Nicola Tanzini, Founder e CEO di intarget (nella foto).

articoli correlati

BRAND STRATEGY

intarget allo IAB Forum all’insegna della crescita internazionale e del martech

- # # #

intarget

Internazionalizzazione e martech (marketing + technology) sono le due parole chiave che segnano la partecipazione di intarget alla XVI edizione di IAB Forum, dedicata a una società alle prese con una trasformazione sempre più guidata dalle tecnologie e dai dati.

La domanda da parte degli investitori pubblicitari di soluzioni di marketing automation in grado di certificare e dare valore ai dati delle visualizzazioni e di strategie adeguate ai diversi mercati internazionali sono alla base dello sviluppo strategico di intarget.

La digital company toscana ha, infatti, visto nel 2018 un consolidamento della dimensione globale dell’azienda, con il 75% del budget clienti di intarget gestito sui mercati internazionali, e si appresta entro la fine dell’anno a un nuovo investimento all’estero. intarget ha, infatti, avviato l’apertura di una nuova sede a Shanghai, dotata di un team di digital specialist madrelingua e di una rete di partner locali per supportare al meglio le aziende italiane e i brand internazionali verso il Sud Est Asiatico con lo sviluppo di contenuti e strategie realizzate appositamente per questo mercato.

“Già da diversi anni supportiamo una parte della nostra clientela nella gestione del digital marketing nel mercato cinese”, spiega Nicola Tanzini (nella foto), Founder e CEO di intarget. “Il Paese del Dragone sta diventando per i nostri clienti, in particolare nei settori Fashion e Luxury, il primo mercato per vendite. Per questo abbiamo deciso di investire in una presenza sul territorio con professionisti madre-lingua per sviluppare strategie, contenuti e campagne ancora più efficaci per il pubblico cinese”.

L’investimento verso la Cina si aggiunge a quello effettuato nel 2012 per la creazione di intarget Suisse, con sede a Lugano, in Svizzera, nata per supportare i clienti dell’area D-A-CH (Germania, Austria, Svizzera), tra cui figurano diverse aziende internazionali dei settori fashion e travel.

intarget ha inoltre creato nel corso degli anni un team sempre più internazionale nelle proprie sedi di Pisa e di Milano. Il 20% dei dipendenti è nato all’estero: Brasile, Cina, Colombia, Marocco, Russia e Serbia. Grazie a questo e alle competenze di tutto lo staff, sono 10 le lingue parlate fluentemente in azienda: francese, tedesco, inglese, serbo, russo, giapponese, cinese, portoghese, spagnolo e arabo.

Il team è già attivo nei principali mercati esteri occidentali (Stati Uniti, Regno Unito, Germania e Francia), in Giappone, nel mondo arabo, e in Sud Corea per un totale di più di 60 Paesi. Il potenziamento del team dedicato alle tecnologie di marketing automation ha permesso a intarget di attestarsi nel 2018 tra i Google Marketing Platform Partners di maggiore successo.

L’offerta tecnologica di intarget diventerà un fattore chiave per lo sviluppo dell’azienda anche nel 2019:
“Prevedo che la necessità per le imprese di gestire i propri dati tramite piattaforme di marketing automation per mantenere competitività – il cosiddetto martech – possa essere una tendenza sempre più decisiva nel 2019. La capacità di gestire e analizzare i dati diventerà sempre più rilevante per garantire agli investitori pubblicitari la possibilità di essere competitivi in un mercato sempre più complesso”, conclude Tanzini.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

intarget: successo per i progetti social di Leica Camera Italia e per Leica Club

- # # # #

andrea pacella, intarget., laica

intarget: annuncia oggi i risultati del progetto realizzato per Leica Camera Italia volto a supportare l’azienda nella gestione delle attività di social media marketing, community management e promozione media di eventi, corsi e workshop in Italia. La collaborazione ha incluso anche il lancio di Leica Club, un hub digitale volto ad aggregare clienti e appassionati di fotografia firmato Leica attraverso contenuti esclusivi, eventi, mostre e convenzioni, progetto curato per l’ideazione creativa e lo sviluppo grafico dal team Creative di intarget:.

Il progetto per Leica Camera Italia, seguito da intarget: per tutto il 2016 e 2017, ha visto un particolare focus sulla content strategy per i canali Facebook, Twitter e Instagram con la volontà di promuovere il posizionamento del brand come leader cult nel settore della produzione di fotocamere professionali. La strategia, coordinata con le linee guida della capogruppo tedesca, ha previsto la produzione di contenuti fotografici di valore attraverso l’aggregazione di un gruppo di ambassador e influencer per stimolare e ingaggiare maggiormente gli utenti Leica all’interno della community.

Il progetto si è concluso con risultati ottimi: su Facebook nel 2017 l’engagement rate è cresciuto del 150% rispetto al 2016, le interazioni del 68% e le persone raggiunte giornalmente del 52%. Su Instagram i followers sono cresciuti del 71% e le interazioni dell’80%.

“Leica è un brand leggendario. Insieme ad intarget: stiamo lavorando al suo futuro. Grazie a loro stiamo già guardando oltre, rafforzando il brand e fidelizzando la community”, commenta Andrea Pacella (nella foto), marketing manager di Leica Camera Italia. “La community Leica Club rappresenta un tassello importante di questa collaborazione che, per il 2018, prevede anche il lancio del nostro nuovo canale YouTube con la produzione di una prima serie di cinquanta video dedicati alle nostre fotocamere”.

“La collaborazione con Leica Camera Italia ci inorgoglisce per i risultati ottenuti e nuove sfide per gli obiettivi di quest’anno”, aggiunge Raffaella Pierpaoli, head of social media di intarget:. “Lavorare a questi progetti ci ha permesso di ottenere maggiori competenze nella gestione dei canali social legati a specifiche attività culturali e artistiche come il Photolux Festival di Lucca, Street Photo Milano e la mostra “I grandi maestri. 100 anni di fotografia Leica” di Roma per i quali ci siamo occupati di gestire sia la comunicazione volta a promuovere la vendita dei biglietti sia la visibilità e la copertura social dell’evento in tempo reale”.

Leica Camera Italia gestisce con intarget: anche campagne search su Google AdWords per il lancio di nuovi prodotti e la promozione di quelli esistenti.

articoli correlati

AGENZIE

Mandarina Duck allarga la collaborazione con intarget: a creatività e social

- # # # #

mandarina duck intarget:

Mandarina Duck, azienda di moda italiana, specializzata in valigie, borse da viaggio e accessori, sceglie intarget: per il terzo anno consecutivo aggiungendo ai servizi di advertising e SEO anche quelli di creativity e social media strategy.

Un ventaglio di competenze, quelle curate dalla digital company intarget:, sempre più completo e strutturato lungo tutto il “customer journey” della marca che assicura al brand il raggiungimento di obiettivi ambiziosi di crescita.

Negli anni passati, intarget: si è occupata di gestire la migrazione della piattaforma web di Mandarina Duck insieme alla creazione del canale Google My Business indispensabile all’azienda per potenziare al massimo la propria presenza online, interagendo più facilmente con i propri clienti. Inoltre, intarget: ha supportato l’azienda in varie campagne advertising sulle principali piattaforme di digital marketing.

“La scelta di includere un team social media che possa interamente dedicarsi al nostro ecosistema social è stata fatta per due motivi: consolidare l’awareness del brand e incrementare l’engagement con la nostra community di utenti” afferma Costanza Diodato, head of marketing & communication di Mandarina Duck. “Oltre a questo abbiamo deciso di essere supportati da intarget: anche da un punto di vista creativo. Da quest’anno la nostra immagine online verrà curata ed affiancata dal team Creative di intarget:”.

“La Social Strategy è stata pensata per integrarsi pienamente con gli obiettivi digitali del Brand: ampliare l’audience e comunicare con un pubblico più giovane” commenta Raffaella Pierpaoli, head of social media di intarget: “Abbiamo studiato una nuova linea creativa, adottato una pianificazione editoriale pensata per il pubblico più giovane e modificato il mix tra contenuti organici e sponsorizzati nei piani editoriali con l’obiettivo di essere presenti nel modo più efficace possibile nel percorso di acquisto dei potenziali clienti di Mandarina Duck”.

Damiano Antonelli, head of creative di intarget: aggiunge: “Siamo molto contenti di dare il nostro contributo creativo al riposizionamento digital di Mandarina Duck. In questa collaborazione la creatività è posta al centro di ogni ragionamento e fa da perno a tutta la comunicazione sui canali social”.

Quest’anno Mandarina Duck ha avviato un progetto esclusivo in collaborazione con The Blonde Salad, il celebre fashion blog di Chiara Ferragni, per promuovere la “capsule collection” Unicorn Trolley. intarget: ha supportato la pianificazione editoriale sui canali social del prodotto.

articoli correlati

AGENZIE

intarget: scelta da Bally per data analysis strategy

- # # # # #

Bally - intarget:

Bally, azienda svizzera che opera nel settore della moda con la produzione e vendita di scarpe, borse, capi di abbigliamento e accessori in tutto il mondo, ha scelto intarget: per sviluppare un ambizioso progetto di data strategy, analytics & intelligence per le proprie digital properties.

In seguito a una prima collaborazione nel 2017 dedicata all’analisi e alla revisione dei tracciamenti online, la società ha confermato l’incarico per il 2018 e ha affidato alla digital company anche l’implementazione e il settaggio della piattaforma Google Analytics 360.

“Contraddistinto da una metodologia data-driven, l’approccio di intarget: permette a clienti come Bally di migliorare e evolvere le proprie capacità di analisi al fine di conoscere il comportamento degli utenti, dalla fase di acquisizione degli stessi fino alla navigazione sulle digital properties dell’azienda”, afferma Andrea Marcante, head of data analysis di intarget:. “In questo modo, siamo in grado di sviluppare solide strategie di marketing in grado di coprire l’intero customer journey della marca e apportare un reale valore aggiunto al cliente”.

Il progetto con Bally, oltre alla valutazione dei tracciamenti, il loro mantenimento e il supporto continuo mediante attività di audit, prevede anche una continua ottimizzazione in relazione agli obiettivi e alle attività sul proprio eCommerce.

articoli correlati

AGENZIE

UNICEF conferma l’incarico a intarget: per le performance digital

- # # # #

intarget:

L’UNICEF (Fondo delle Nazioni Unite per l’Infanzia), che da sempre si premura di tutelare e promuovere i diritti di bambini e adolescenti in tutto il mondo, sceglie per il quinto anno consecutivo la competenza e il supporto di intarget: per migliorare le performance digital.

Con l’obiettivo di rafforzare la propria presenza online, migliorare l’utilizzo delle principali leve del digital marketing, incentivare la raccolta fondi e la sensibilizzazione sui diritti dell’infanzia attraverso il proprio sito web, UNICEF conferma l’incarico con un team di lavoro integrato: SEO, ADV e data analysis.

Le azioni previste per il 2018 vedranno intarget: a lavoro su più fronti; a partire dall’implementazione della SEO strategy, passando per le attività di data analysis, finalizzate a semplificare il tracciamento del comportamento dei visitatori sul proprio sito web, fino a un’intensa attività di online advertising volta a promuovere al meglio le numerose iniziative di UNICEF.

“Grazie al supporto di intarget: le performance delle nostre azioni digital sono migliorate notevolmente nel corso di questi cinque anni. Oggi siamo in grado di pianificare, gestire e monitorare al meglio i flussi di tutte le nostre attività online e ci proponiamo di ottenere risultati ancora migliori negli anni a venire”, afferma UNICEF.

“Siamo orgogliosi di lavorare al fianco di una realtà come UNICEF”, aggiunge Fabio Ardinghi, Head of SEO di intarget: (nella foto). “Ogni giorno, da cinque anni, mettiamo a loro disposizione il nostro know how e la nostra esperienza nel digital marketing. Il fatto che questo sia rivolto a favore di un impegno sociale così importante ci fa sentire inevitabilmente ancora più vicini ai valori promossi da UNICEF”.

articoli correlati

AGENZIE

intarget: cresce nel digital marketing e inserisce in organico la figura del marketing manager

- # # #

intarget:

intarget: continua la sua forte crescita nel settore del digital marketing e inserisce un nuovo manager con l’obiettivo di strutturare e ampliare le attività di marketing e comunicazione dell’agenzia. Luca Pieretti assume il ruolo di marketing manager.

“La nostra agenzia aspira a rimanere all’avanguardia nel mercato del digital marketing e rappresentare un punto di riferimento non solo in termini di servizi verso i nostri clienti ma anche di condivisione di conoscenze ed esperienze”, afferma Nicola Tanzini, Founder & CEO di intarget:. Attraverso l’inserimento in staff della figura del marketing manager ci proponiamo l’obiettivo di comunicare sempre meglio il valore distintivo della nostra filosofia di approccio al mondo digitale e consolidare il ruolo di “Thought-Leader” che stiamo costruendo sul mercato. L’esperienza di Luca nel settore del marketing e della comunicazione ci aiuterà ad affermare il carattere unico del nostro brand a tutto vantaggio sia dei clienti attuali sia futuri e, non meno importante, delle professionalità che ogni giorno lavorano con passione per la nostra agenzia”.

Classe 1983, con una laurea in Marketing e Comunicazione d’Impresa, Luca entra a far parte del team intarget: in seguito a esperienze lavorative nelle aree di corporate marketing, product marketing e poi come responsabile dell’area marketing communications di Tagetik. La sua ultima esperienza lo ha visto responsabile del marketing e della comunicazione per una società del gruppo Hexagon.

“Entrare a far parte del team di intarget: è di certo una sfida impegnativa ma al tempo stesso molto stimolante”, commenta Luca Pieretti, Marketing Manager di intarget:. Ricoprire questo ruolo per una digital company affermata è altresì motivo di grande orgoglio e responsabilità. Lavorerò fin da subito a stretto contatto con il management aziendale, con cui condivido la forte impostazione strategica e la visione del business, e insieme andremo a consolidare la comunicazione di marketing con l’obiettivo di rafforzare il senso di identità sia con i nostri clienti sia con i nostri dipendenti”.

articoli correlati

AGENZIE

A intarget: la social media strategy di La Cimbali e Faema

- # # #

intarget: e il Gruppo Cimbali

Il Gruppo Cimbali consolida ed estende il rapporto già esistente con intarget: affidandogli per il 2018 anche la realizzazione della social media strategy dei brand La Cimbali e Faema. Oltre alla quotidiana gestione dei canali social del gruppo, intarget: avrà il compito di gestire attività di community management e la realizzazione di piani editoriali per ogni brand. Obiettivo primario dell’incarico è aumentare l’awareness dei due marchi e stimolare ulteriormente l’engagement della grande community distribuita su più media.

“Abbiamo scelto intarget: perché la costruzione di una strategia efficace per la gestione dei social media richiede competenze specifiche, capacità di visione e analisi che, grazie al suo approccio data driven, l’agenzia ci ha dimostrato di avere” dichiara Simona Colombo, group marketing and communication director. “Il livello delle analisi qualitative e quantitative ci hanno dato esempio della professionalità e della capacità di strutturare una strategia vincente, la stessa che ci ha consentito di apprendere fin da subito, informazioni preziose sulla nostra audience”.

Il primo passo verso la costruzione della strategia vincente è infatti già stato fatto con lo svolgimento di una profonda e dettagliata analisi degli obiettivi dell’azienda, dell’attuale posizionamento, del comportamento e delle aspettative dei pubblici ai quali i due brand si rivolgono e con i quali vogliono interagire attivamente. L’analisi del target è stata realizzata grazie alle skill di un team di analisti che ha utilizzato differenti tecnologie; partendo dalla piattaforma di ascolto Talkwalker, proseguendo con lo studio degli insight dei canali social gestiti fino ad un’analisi qualitativa semiotica delle social mention.

Con le competenze uniche del proprio team di professionisti e la padronanza delle tecnologie, sulle quali intarget: sta da anni investendo profondamente, è stato possibile restituire al Gruppo Cimbali una serie di informazioni preziose sulle loro audience ed edificare la base portante per sviluppare contenuti e strategie mirate ai micro-target.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Mandarina Duck rilancia nel digitale con intarget:

- # # #

MANDARINA DUCK

Mandarina Duck sceglie intarget: per rilanciare la propria marca sul piano digital: una collaborazione che consente all’agenzia di Digital Marketing di offrire la propria conoscenza a un brand icona della moda Made in Italy per amplificarne le potenzialità attraverso il web, nonché di consolidare la propria presenza come partner digitale di riferimento per il settore fashion.

Intarget:  ha studiato per Mandarina Duck una strategia che integra le attività di Search Engine Optimization, volte ad ottimizzare la piattaforma e-commerce sui motori di ricerca e a dare il massimo risalto alla qualità delle sue collezioni, ad un piano di Search e Social Advertising multilingua mirato ad aumentare l’awareness in rete e a veicolare traffico interessato e di qualità verso il sito www.mandarinaduck.com.

“Il focus principale del nostro lavoro è migliorare il posizionamento dello shop online del nostro cliente sui principali motori di ricerca e permettergli di generare lead di qualità per ottimizzare il proprio ROI”, spiega Nicola Tanzini, Presidente e CEO dell’agenzia intarget:, “Le nostre due realtà hanno iniziato insieme un percorso lungo ed importante che, attraverso un progetto innovativo e di ampio respiro, dovrà portare Mandarina Duck a esplorare cosa vuol dire essere una azienda data-driven nel senso più completo”.

Il miglioramento delle performance del canale e-commerce, settore di punta delle strategie aziendali del brand per l’importanza che riveste in termini di fatturato, sarà sostenuto inoltre da attività di Web Analytics e data analysis. Di particolare importanza sarà infatti l’attivazione dell’Enhanced Ecommerce, feature della piattaforma Google Analytics che permetterà di approfondire l’esperienza di acquisto vissuta dagli utenti e di ottenere un’immagine complessiva della loro navigazione, dall’homepage al carrello.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Lamborghini sceglie intarget per l’implementazione di Google Analytics

- # # #

intarget

Per supportare una corretta implementazione dell’account Google Analytics, Lamborghini si è affidata a intarget.

“La piattaforma Analytics non solo ci permette di misurare vendite e conversioni, ma ci offre anche dati aggiornati su come i visitatori utilizzano i nostri siti e da quale tipologia di dispositivo, come sono arrivati su di esso e che cosa possiamo fare per incentivarli a tornare”, osserva Roberto Ciacci, Digital Marketing Manager di Lamborghini. “In quest’ottica di utilizzo, l’esperienza e la consulenza del team di intarget: sono state fondamentali per la conoscenza e personalizzazione della piattaforma, permettendoci di trarre il massimo da questi nostri strumenti di analisi”.

Data la struttura articolata del network di Lamborghini, dovuta ai numerosi sottodomini associati, gli interventi dell’agenzia guidata da Nicola Tanzini hanno richiesto particolari attenzioni nella strutturazione di una strategia analitica in linea con gli obiettivi aziendali del brand.

Dopo un iniziale assessment sulla situazione digitale delle properties di Lamborghini, gli sforzi del team sono stati indirizzati verso il setting e la configurazione del sistema di tracciamento, e successivamente verso attività di reporting e data visualization, ovvero alla creazione di dashboard customizzate utili all’interpretazione visuale dei dati rilevati. Queste attività, unite a un training specifico, hanno consentito a Lamborghini di monitorare correttamente e in modo esaustivo le performance di tutti i vari siti web, permettendole di comprendere l’intera customer journey dei clienti online.

“Visti gli elevati volumi di traffico registrati dal sito www.lamborghini.com e dai suoi sottodomini e la necessità di elaborare insight funzionali all’attuazione delle strategie d’azienda, a Lamborghini occorreva una piattaforma di web analytics potente, efficace e in grado di analizzare con precisione il comportamento dei visitatori”, afferma Marco Cilia, Head of Analytics di intarget- “L’implementazione di Google Analytics ci ha permesso di analizzare il traffico e monitorare i principali KPI e, di conseguenza, supportare Lamborghini nell’ottimizzazione dei contenuti in base all’interesse dei visitatori, mettendo il brand nella condizione di offrire agli utenti una migliore esperienza online del marchio”.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

InTarget allo IAB Forum 2015 con un nuovo corso di Digital Marketing

- # # # # #

Screenshot dal sito di InTarget, che sarà presente all'edizione di quest'anno dello IAB Forum

InTarget annuncia la propria partecipazione all’edizione di quest’anno dello IAB Forum. Il gruppo, una delle principali realtà italiane nel campo del Digital Marketing, presenterà il proprio nuovo corso, che preannuncia importanti novità nell’avvio di un piano di internazionalizzazione, una nuova sede in Svizzera, il proprio riposizionamento e un nuovo brand.

InTarget sarà presente allo IAB Forum con uno stand nello spazio F6, vicino l’area bar centrale; il management del gruppo, Nicola Tanzini, Presidente, e Antonio Procopio, Country Manager InTarget Svizzera, saranno presenti il 1° dicembre alle ore 16.00.

articoli correlati

AZIENDE

Search Marketing e Digital Intelligence, Yves Rocher Italia sceglie InTarget Group

- # # # #

Yves Rocher Italia, gruppo leader nel settore dei cosmetici e dei prodotti di bellezza naturali, punta sulla valorizzazione del proprio asset digital affidandosi all’expertise di InTarget Group. L’azienda ha infatti individuato nell’agenzia guidata da Nicola Tanzini il partner ideale per raggiungere l’obiettivo di aumentare la brand awarness di Yves Rocher e coinvolgere i consumatori attraverso i canali digital del marchio, nello specifico il sito web e il canale YouTube.
L’incarico vedrà il coinvolgimento di due Unit del Gruppo – InTarget.Net e InTarget Intelligence – che hanno elaborato per il cliente un piano di azione che integra le leve della SEO e della Web Analytics. Il piano prevede, in primo luogo, l’ottimizzazione dell’architettura informativa e dei contenuti, al fine di massimizzare la visibilità sul web delle digital properties di Yves Rocher Italia. Successivamente si procederà all’elaborazione di una content strategy volta a presidiare i principali ambiti semantici relativi all’industry del marchio con chiavi strategiche e di long tail.
«Grazie all’integrazione delle best practice di search intelligence e SEO copywriting con le attività di pianificazione e produzione editoriale – afferma Giorgio Volpe, Managing Director di InTarget.Net – sarà possibile sviluppare un parco contenuti perfettamente in linea con le esigenze formative manifestate dall’utenza nei motori di ricerca, consentendo al cliente di sfruttare la Search come driver di traffico altamente qualificato. Si tratta di un modello elaborato per l’editoria già applicato con successo anche ai nostri clienti del settore beauty».
L’andamento delle performance raggiunte grazie alla consulenza dell’agenzia sarà monitorato con le attività di Web Analytics. La Unit InTarget Intelligence si occuperà, infatti, del setting avanzato di Google Analytics e affiancherà il cliente in tutta la fase di analisi. Questo approccio data-driven consentirà di analizzare i dati relativi ai risultati ottenuti e individuare elementi utili all’affinamento della strategia in corso.
«Grazie alla collaborazione con l’agenzia riusciremo a ottimizzare il posizionamento del nostro asset sui motori di ricerca – afferma Marie Kerleo, Digital Manager Yves Rocher Italia – massimizzando l’acquisizione di nuove utenti e sviluppando al contempo una maggiore awarness del nostro brand sul canale digital».

articoli correlati

AGENZIE

InTarget Group si aggiudica ancora il Search Advertising di Europ Assistance Italia

- # # # # # #

InTarget Group ha vinto la gara per l’attribuzione dei servizi di Search Advertising di Europ Assistance Italia, assicurandosi così il rinnovo dell’incarico per il quarto anno consecutivo.

Un traguardo importante che ribadisce l’efficacia e l’innovatività delle strategie ideate dall’agenzia. Valori già riconosciuti dagli operatori di settore, che hanno assegnato all’agenzia guidata da Nicola Tanzini (nella foto) il primo premio della sezione Search allo IABMIXX 2013, grazie alla case history sulla metodologia del Programmatic Advertising applicata alle campagne gestite proprio per Europ Assistance.

L’obiettivo per il 2014 è incrementare il tasso di acquisition di europassistance.it, aumentando il numero di polizze e servizi venduti attraverso il sito web, potenziando la notorietà del brand e migliorando l’esperienza del navigatore anche grazie anche all’utilizzo di strumenti come il call center.

L’incarico prevede il coinvolgimento della unit InTarget Adv, per ottimizzare con il cliente le  attività di comunicazione promozionali, attraverso una strategia media strutturata, che vedrà l’impiego di Motori di Ricerca, siti verticali e generalisti.

Le attività di search advertising saranno gestite attraverso l’approccio programmatico, già applicato dall’agenzia sulle campagne 2013 di Europ Assistance. La metodologia consente di seguire il customer journey degli utenti durante le loro esperienze di navigazione fuori e dentro il sito, raccogliere le informazioni di contesto necessarie per comprendere i loro bisogni e le loro intenzioni e finalizzare il processo di conversione grazie ad attività di comunicazione promozionali personalizzate.

“Nel corso degli anni di lavoro a fianco del cliente abbiamo maturato una profonda conoscenza del mercato nel quale si trova a operare – commenta Tanzini – Questo ci permette di elaborare strategie che integrano le specifiche esigenze del settore di riferimento con le più recenti innovazioni tecnologiche. Il tutto con un costante orientamento alla performance”.

L’applicazione del Programmatic Advertising è infatti resa possibile e attuabile da tecnologie quali Real Time Bidding, Data Cross-Platform e Custom ReTargeting, sulle quali InTarget Group ha saputo investire con decisione.

“Siamo molto soddisfatti dei risultati ottenuti lo scorso anno grazie alla consulenza di InTarget Group – spiega Michele Petrilli, Responsabile e-Business di Europ Assistance Italia – e per tale motivo abbiamo deciso di rinnovare l’incarico all’agenzia nel 2014, prevedendo inoltre un maggiore investimento per le attività di Search advertising e retargeting”.

articoli correlati