BRAND STRATEGY

Sfida per la miglior pizza con la Margherita Bontà d’Italia Schär. Firma Ogilvy

- # # #

Schär ogilvy

Venti pizze regionali, ideate utilizzando la pizza Margherita Bontà d’Italia Schär, si sfidano per eleggere la più buona d’Italia. Chi vincerà?

Nasce così GiroPizza d’Italia Schär, il concorso digital recentemente promosso dall’azienda in collaborazione con Ogilvy. Il progetto, partito il 9 luglio e promosso attraverso la pagina Facebook, prevede duelli settimanali tra le pizze regionali, con premio immediato,  e, in più, la possibilità per i partecipanti di caricando la propria versione di pizza regionale Schär sul sito giropizzaschaer.it, realizzato appositamente per l’iniziativa.

Un modo semplice, divertente e premiante per promuovere una deliziosa linea di pizze, naturalmente senza glutine, ed esplorarne le molteplici occasioni d’uso grazie alle tante ricette proposte per poterle gustare al meglio.
L’idea nasce nell’ambito di una più ampia collaborazione tra Schär e Ogilvy, a seguito di una gara per la gestione della comunicazione on e offline per valorizzare l’ampia gamma di prodotti Schär.

Credits
Chief Creative Officer: Paolo Iabichino, Giuseppe Mastromatteo
Senior Copywriter: Stefano Grisandi
Art Director: Nicolò Banfi
TV Producer: Lorena Padovan
Head of Content, Social & PR: Luca Defino
Senior Digital Strategist: Claudia Biccari
Community Manager: Marta Gennuso
Creative Strategist: Lavinia Aurelio
Content Creator: Joao Caneschi
Junior Content Creator: Edoardo Righini
Design Director: Marco Pelà
Account Director: Claudia Lucchini
Account Executive: Alessia Colliplino

articoli correlati

BRAND STRATEGY

APPiness: un progetto OgilvyOne e Scuola Politecnica di Design per brand utility di valore

- # # # #

Da anni il corso di advertising all’interno del master visual della Scuola Politecnica di Design è orientato a individuare nella relazione tra le persone e i brand le nuove opportunità di scambio, oltre l’esperienza del prodotto. E sempre più spesso i brand sono chiamati a occuparsi di un benessere a tutto tondo, dove la semplice funzione d’uso di prodotti e servizi venga accompagnata da un reale miglioramento della vita delle persone e del proprio quotidiano. APPiness, il progetto di OgilvyOne tenuto a battesimo lunedì 7 gennaio dal Direttore Creativo Paolo Iabichino, porta questa nuova visione nelle aule della Scuola Politecnica di Design.

Fino all’11 gennaio 25 studenti del Master in Visual Design esploreranno questo nuovo spazio di dialogo tra i consumatori e sei importanti marchi. APPiness conta inoltre sul supporto di Wired per la selezione dei progetti la cui missione è in sintonia con quella della rivista “cambiare in meglio il mondo”.

I giovani creativi di SPD supervisionati dai mentor dell’agenzia hanno a disposizione soli cinque giorni di lavoro per pensare e comunicare l’idea di una brand app che sappia migliorare la vita delle persone. Una promessa di felicità come maggiore utilità, usabilità, divertimento, accesso allargato che abbraccia tutti gli stili di vita e le categorie di consumo: viaggi, denaro, cibo, mobilità, moda e comunicazione. Gli studenti sono organizzati in gruppi di lavoro, ciascuno affiancato da creativi senior di OgilvyOne  tra cui Luca Comino, Andrea Guzzetti, Tommaso Minnetti ed Elisa Pazi di Ogilvy&Mather Advertising Roma. Le proposte sviluppate durante la settimana di workshop saranno poi condivise con le aziende che hanno sposato il progetto.

A febbraio una speciale giuria composta da Guerino Delfino (CEO e Chairman di Ogilvy & Mather Italy), Federico Ferrazza (Responsabile di wired.it) e Paolo Iabichino (Executive Creative Director OgilvyOne e OgilvyAction Italia) sceglierà il progetto più interessante. I componenti del team vincitore potranno aggiudicarsi opportunità di stage all’interno delle realtà che hanno sostenuto il progetto.

articoli correlati