BRAND STRATEGY

CARE’s lancia l’edizione zero di un nuovo appuntamento dedicato alla grande ristorazione

- # # # #

CARE's lancia l'edizione zero di un nuovo appuntamento dedicato all'alta ristorazione

I protagonisti della ristorazione internazionale, con i più qualificati produttori di vino e gli esperti del settore dell’alimentazione si danno appuntamento in Alta Badia, Alto Adige, dal 17 al 20 gennaio 2016, per discutere e condividere una visione comune, etica e responsabile sul tema della cultura enogastronomica. CARE’s – the ethical chef days – è un progetto ideato e promosso da Norbert Niederkofler, chef stellato del Ristorante St Hubertus (Hotel Rosa Alpina di San Cassiano) e Paolo Ferretti, titolare dell’agenzia di comunicazione HMC di Bolzano, con il contributo di Giancarlo Morelli, chef stellato e patron del Pomiroeu, e si avvale della collaborazione di AUDI, in qualità di main partner e di Alta Badia, Colmar, Ferrari Trento, Lavazza, Monograno Felicetti, S. Pellegrino & Acqua Panna, Südtirol.
Quella di gennaio è la edizione zero di un progetto che intende non solo aggregare le più significative personalità della cultura enogastronomica e della ristorazione internazionale ma proporsi come e vento itinerante in sedi ogni volta diverse, ma sempre esemplari in termini di valorizzazione del territorio, rispetto e protezione dell’ambiente, creando occasioni di confronto e di sensibilizzazione anche a livello locale ma con un respiro fortemente internazionale. E’ previsto, inoltre, un d oppio appuntamento ogni anno, con una edizione successiva nel periodo estivo.
Con lo spettacolare scenario delle Dolomiti che farà da sfondo e le varie località dell’Alta Val Badia coinvolte, da sempre esempi virtuosi di utilizzo responsabile delle risorse naturali, il programma di questa prima edizione di CARE’s si svilupperà in 4 giornate di lavori. Da San Cassiano a Corvara, a La Villa, passando per i vari rifugi, tra tavole rotonde, Cooking Masterclasses e Chef Talk, i partecipanti porteranno la loro personale testimonianza di un mondo enogastronomico legato alla consapevole fruizione e valorizzazione del territorio.
La missione di CARE’s è di promuovere l ’attenzione alla natura, valorizzando le best practice in termini di focus sul territorio, sui prodotti locali e sulla stagionalità degli stessi, ma anche sui consumi responsabili, riciclo dei materiali e riutilizzo degli scarti alimentari. La formula scelta del confronto diretto fra i protagonisti del settore vuole essere occasione di condivisione e di arricchimento comune, partendo dai contributi personali dei partecipanti, ma punta sui contenuti più che sul prestigio indiscusso dei relatori. Vuole essere un modo di riportare sostanza e concretezza al centro dell’attenzione, nella consapevolezza che la cultura, a tutti i livelli, è contagiosa e può innescare meccanismi virtuosi tali da modificare comportamenti e qualità della vita.
Particolare attenzione sarà dedicata all’educazione delle nuove generazioni, con programmi dedicati ai bambini sul tema dell’alimentazione, il rispetto per l’ambiente e la sostenibilità. Rientra inquesto ambito anche l’istituzione del premio Young Ethical Talent Award, che verrà assegnato, per ogni edizione, alla figura selezionata – tra giovani chef, pasticceri, sommelier e personale di sala – dalla giuria composta dagli chef partecipanti alla manifestazione. Oltre al premio il vincitore potrà inoltre
lavorare per un mese in un rinomato ristorante arricchendosi dell’esperienza diretta. Gli chef partecipanti alla manifestazione sono selezionati su invito dell’organizzazione, che si pone l’obiettivo di garantire di volta in volta il coinvolgimento di circa trenta chef da tutto il mondo. Sono inoltre coinvolti produttori di vino biologico, e di prodotti vari alimentari, figure manageriali della ristorazione, somellier, rappresentanti dei media nazionali e internazionali e altre figure professionali coerenti con il tema della manifestazione.

articoli correlati

AGENZIE

hmc firma la comunicazione delle nuove barrette Loacker Fit

- # # # # # # #

Lʼagenzia di pubblicità hmc, dopo diversi progetti e campagne caratterizzati da una spiccata attenzione verso i temi dellʼecologia, della sostenibilità e del benessere, in affiancamento a marchi come ITAS Assicurazioni, Pompadour, Piscine Castiglione e Pastificio Felicetti e ad uno chef stellato del calibro di Norbert Niederkofler, si impegna ora nel lancio di una nuova linea di barrette funzionali 100% naturali, firmate Loacker. Dalla definizione del concept creativo al design del marchio della nuova linea, dallo sviluppo coordinato del sistema di packaging fino alla campagna di comunicazione multicanale, tutto è stato studiato e curato nei dettagli in vista di una comunicazione chiara, fresca, moderna e sinceramente naturale. La sinergia tra eccellenze altoatesine mostra ancora una volta tutta la sua carica innovativa a favore di un modo di pensare, vivere e produrre più sano ed equilibrato.
“Siamo molto orgogliosi” ha dichiarato Paolo Ferretti, titolare di hmc, “di affiancare in questo innovativo progetto un marchio come Loacker, simbolo della “qualità Alto Adige” nel mondo. Per noi rappresenta lʼoccasione per presidiare un campo di valori e comportamenti che ci sta particolarmente a cuore e che rappresenta il nucleo dellʼeccellenza della nostra produzione locale a livello globale. Dalla qualità dei prodotti che consumiamo dipende sempre più la qualità della nostra vita:
battere su questo messaggio è, oggi, uno dei grandi compiti della comunicazione. Con i nostri partner e le nostre aziende clienti, cerchiamo sempre di instaurare questo tipo di discorso incentrato sulla qualità, incrociando responsabilità etica e sensibilità ambientale, con ricadute importanti sulle scelte dei consumatori e sul tessuto socio-economico nel suo complesso. In questa direzione ci sono ancora grandissime possibilità di sviluppo, enormi potenzialità da esplorare, e qui la comunicazione creativa può davvero fare la differenza”.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

On air la nuova campagna Pompadour con protagonista Carolina Kostner; firma hmc

- # # # # #

Al via in questi giorni una nuova stagione di emozioni firmate Pompadour, con protagonista la star del pattinaggio artistico
mondiale Carolina Kostner. A firmare la campagna coordinati sui diversi canali (spot tv, stampa, in-store, web e social) cʼè ancora una volta lʼagenzia di comunicazione hmc, guidata da Paolo Ferretti, da anni accanto al marchio di infusi e tisane. A conferma del successo di questa alleanza tra eccellenze altoatesine (sia Pompadour che hmc hanno sede a Bolzano), i dati del mercato relativi allʼultimo anno parlano chiari: crescita del 12,6% nel settore infusi, con una quota di mercato del 65,2% (AC Nielsen, aprile 2015): il segno tangibile di una sinergia basata non solo su una comune tensione alla crescita, ma anche su una condivisione profonda dei valori di base, allʼincrocio tra responsabilità etica e sensibilità ambientale. Lo spot Infusi Pompadour in onda a partire dallʼ1 novembre sulle emittenti Rai, con al centro lʼelegantissima pattinata di Carolina Kostner, rappresenta la metafora perfetta di questa visione: impegno, passione e ricerca della massima qualità sono gli ingredienti fondamentali per raggiungere lʼeccellenza e consolidarla nel tempo. “Lavorare accanto ad un marchio come Pompadour – riflette Paolo Ferretti, titolare di hmc – ci consente sempre di incontrare un ottimo riscontro da parte del pubblico attraverso una comunicazione molto chiara e onesta, vicina al cuore del consumatore ma anche alla testa. Secondo la nostra visione e la nostra ventennale esperienza, la comunicazione è questo: semplicità, creatività, responsabilità e rispetto. Il nostro impegno è sempre quello di trovare il giusto mix tra questi ingredienti, tenendo conto degli obiettivi specifici e valorizzando il posizionamento distintivo di ciascun marchio”.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Nuovo spot tisane Pompadour, con Carolina Kostner. Firma l’agenzia hmc

- # # # # #

Pompadour, marchio leader nel settore infusi e tisane, torna in TV con la nuova campagna di comunicazione ideata, in occasione del suo 100° anniversario, dall’agenzia bolzanina hmc. Dopo lo spot dedicato agli infusi, trasmesso sulle reti Mediaset a partire dai primi di novembre, adesso è l’ora delle tisane. In onda a partire da gennaio sulle principali emittenti Rai e Mediaset, lo spot, nei formati 20″ e 7”, conferma come testimonial d’eccezione la campionessa mondiale di pattinaggio, l’altoatesina Carolina Kostner.

Girato nel suggestivo scenario dell’Alpe di Siusi dalla trentina Filmwork, lo spot vede nell’incontaminato paesaggio montano una sorta di coprotagonista che apre il racconto, incentrato sul binomio “passione e benessere”. L’atleta, impegnata nei suoi esercizi quotidiani, decide di regalarsi una pausa che si trasforma, grazie a un infuso o tisana Pompadour, in un momento speciale dedicato alla cura di sé. L’utilizzo del primissimo piano su alcuni ingredienti, la preparazione dell’infuso seguita passo dopo passo – a sottolineare una sorta di sospensione del tempo – preparano al claim finale pronunciato dalla testimonial: “Pompadour, il segreto del mio benessere”.

Scelta non casuale quella dell’atleta altoatesina, che riveste il ruolo di vera e propria “madrina” di tutte le azioni individuate da Marion Fischnaller, Responsabile Marketing di Pompadour, e sostenute dall’agenzia guidata da Paolo Ferretti. Allo spot nei suoi vari formati, infatti, si affianca ad una campagna stampa articolata in inserzioni, affissioni e allegati con sampling e a una nuova pianificazione internet. A coronare questa serie di attività multicanale, il concorso “100 anni Pompadour” che, sviluppato via web, con un sito ad hoc, (www.100annipompadour.it) e via cellulare, coinvolge ben 3 milioni di pack e mette in palio 594 premi totali.

Nella foto da sinistra: Paolo Ferretti, Carolina Kostner, Marion Fischnaller

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Riprende il viaggio il proximity marketing esperienziale di Itas, firmato HMC e Adverteam

- # # # # # #

Non c’è due senza tre. Così, dopo il grande successo dei roadshow in Alto Adige e Trentino, HMC e Adverteam danno il via al nuovo progetto di proximity marketing “Itas in tour”. Parole d’ordine: community engagement e group sharing. Obiettivo: brand awareness focalizzata sulla territorialità e sulla vicinanza alle persone. Il tutto attraverso attività di proximity a vari livelli e un focus sull’aspetto sociale della condivisione delle esperienze, del tempo e delle passioni. Il progetto, caratterizzato da una forte valenza esperienziale, è ideato e supervisionato dall’Unità Comunicazione e Mktg Operativo di Itas. HMC firma la creatività e il concept degli allestimenti; Adverteam la gestione della produzione e il coordinamento del progetto. Il risultato è un roadshow itinerante che dal 21 settembre porterà Itas Assicurazioni in 11 piazze del Veneto.

Con partenza a Marostica, la terza edizione di “Itas in tour” prevede momenti di aggregazione della popolazione locale: animazione per famiglie, attività sportive con la collaborazione di Uisp (Unione Italiana Sport Per tutti) e degustazione di prodotti tipici del Trentino (dove ha sede la Compagnia). Un mix di esperienze pensate per condividere tempo e interessi, dando concretezza ai valori tipici di una Mutua Assicurazione come Iitas: socialità, vicinanza e cooperazione, attraverso il coinvolgimento diretto della comunità. E per la prima volta l’evento è seguito live con la nuova pagina Facebook Itas in tour.

Credits

HMC

Daniela Perathoner (art), Marco Bassetti (copy), Maurizio Lepore (simplysocial.it, reparto digital di HMC, per la gestione della pagina Facebook ITAS in tour)

Adverteam

Alberto Damiani (supervisor), Allegra Calbi (producer)

articoli correlati

BRAND STRATEGY

ITAS in tour: il proximity marketing esperenziale di HMC e Adverteam

- # # # #

Un roadshow itinerante di quattro settimane – dal 10 maggio all’8 giugno – porterà ITAS Assicurazioni in 12 piazze del Trentino. È l’ITAS in tour ideato dall’Unità Comunicazione & Mktg-Operativo di ITAS Assicurazioni e arricchito dal progetto di proximity marketing esperienziale firmato da HMC e Adverteam. Varie attività di proximity faranno leva sull’aspetto sociale della condivisione delle esperienze, del tempo e delle passioni per aumentare la brand awareness, puntando sulla territorialità e sulla vicinanza alle persone. HMC, guidata da Paolo Ferretti, firma la creatività e il concept; Adverteam la gestione della produzione e il coordinamento del progetto. ITAS ne è il supervisore.

 

Partendo da Trento, dove ha sede la Compagnia, in occasione delle tappe di “ITAS in tour” – da Malè a Rovereto, da Riva del Garda a Predazzo – sono previsti momenti di aggregazione e coinvolgimento diretto della popolazione locale: animazione per bambini e famiglie, attività di avvicinamento allo sport attraverso il gioco con il CONI Provinciale e degustazione di prodotti tipici locali. Un mix di esperienze pensate per condividere il tempo, enfatizzando i valori tipici di una Mutua come ITAS, socialità e vicinanza, attraverso il coinvolgimento diretto della Comunità.

 

Credits
HMC:
Daniela Perathoner (art), Marco Bassetti (copy)
Adverteam:
Alberto Damiani (supervisor), Barbara Tajariol (senior account), Allegra Calbi (producer).

 

articoli correlati