TECH & INNOVATION

Hej! presenta il tool di conversational marketing Yeah! Voice

- # # # # # # #

Yeah! Voice

Dopo il recente arrivo in Italia di Alexa, l’assistente vocale di Amazon, Hej!, l’agenzia leader in Italia per le soluzioni legate a Intelligenza Artificiale, Chatbot e Conversational Marketing, annuncia il lancio di Yeah! Voice, il tool che permette ai brand di entrare nelle case delle persone grazie ai dispositivi Amazon Echo e Google Home.

Grazie a Yeah! Voice, la digital agency mette a disposizione dei brand un tool capace di integrarsi perfettamente alle skill dei dispositivi Amazon Echo e Google Home, ideati per connettere la casa alla rete attraverso soluzioni di domotica, rispondendo ai comandi vocali degli utenti ed ora evoluti come efficace strumento di marketing per le aziende. Grazie a queste piattaforme, i brand possono restare in contatto con i propri utenti, facendo leva su soluzioni che facilitano l’accesso alle informazioni, come notizie, risultati sportivi e meteo, oppure che accompagnano l’utente lungo tutta la customer journey, dal product discovery all’acquisto del prodotto.

Yeah! Voice, infatti, permette alle aziende di costruire una presenza all’interno dei dispositivi a comando vocale. Nuovi canali per i brand che possono essere utilizzati per diverse finalità: fornire agli utenti maggiori informazioni legate ai prodotti, prenotare un servizio o ricordare all’utente il rinnovo di un abbonamento, ad esempio, prendendo appuntamento direttamente tramite il sistema di Amazon Echo.

Forte della propria leadership nel far leva sulla conversazione e il linguaggio naturale come efficace soluzione di marketing, attraverso l’implementazione di Yeah! Voice, Hej! si propone come partner all’avanguardia per aiutare brand e aziende a entrare nel mondo voice sfruttando i benefici offerti da un’attività di conversational marketing a 360°.

“Yeah! Voice è la naturale evoluzione delle nostre soluzioni di Conversational Marketing che fino ad oggi hanno aiutato brand di diversi settori industriali, come per esempio Lexus per l’automotive, a presenziare in modo efficace i canali di comunicazione più utilizzati dagli utenti, ovvero le applicazioni di messaggistica come Facebook Messenger e WhatsApp. Ora si aggiunge un nuovo tassello che ci permetterà di aiutare le aziende a presidiare le nuove piattaforme e i dispositivi a comando vocale come Alexa e Google Home”, afferma Stefano Argiolas, Ceo e Co-Founder di Hej!.

“La voce è l’interfaccia del futuro e aspettavamo con impazienza il lancio di Amazon Echo in Italia che finalmente porterà l’interazione tra consumatori e brand a un livello completamente nuovo. Yeah! Voice eredita tutte le capacità di Yeah! e le milioni di interazioni conversazionali gestite fino ad oggi con gli utenti. La soluzione ci permetterà di affiancare i brand ed accompagnarli nella creazione di skill customizzate che abbiano obiettivi chiari e monitorabili”, conclude Paolo De Santis, Coo e Co-Founder di Hej!.

articoli correlati

AZIENDE

Hej! realizza il chatbot di Rita Ora per la campagna globale di Tezenis

- # # #

Rita Ora

Rita Ora è la protagonista della campagna della capsule collection di lingerie di Tezenis. In un seducente video che presenta la linea di underwear, l’artista ha interpretato se stessa eseguendo il suo singolo Your Song. La campagna promozionale sviluppata a sostegno della collezione, e terminata lo scorso 6 dicembre, ha di fatto aperto le porte ad una profonda integrazione con nuovi strumenti di comunicazione digitale che hanno permesso una maggiore interazione tra la star e il proprio pubblico. I fan di Rita Ora, infatti, hanno potuto parlare con la cantante grazie al chatbot su Facebook Messenger sviluppato da Hej!.

Il progetto è nato con respiro internazionale ed essendo legato ad un personaggio di nazionalità britannica, è stato possibile interagire esclusivamente in lingua inglese. Questo anche nel rispetto di quelli che sono i driver che guidano la filosofia di Hej!: chatbot in linea con lo stile di comunicazione del protagonista. Ma con Rita Ora si è andati oltre alla semplice chat: la cantante, infatti, ha utilizzato la piattaforma di conversazione per presentare la collezione attraverso alcuni suoi scatti. Gli utenti hanno potuto scegliere una delle foto e riceverla autografata e personalizzata con il proprio nome. A quel punto è stato possibile condividerla su Instragram con l’hashtag #ritaoraxtezenis.

L’iniziativa ha riscosso un grande successo tra il pubblico di appassionati della cantante: infatti dall’inizio della campagna, il 7 novembre scorso, si sono contati 5.000 autografi firmati agli utenti e oltre 220.000 conversazioni. Il successo della campagna è la dimostrazione delle infinite opportunità di branding che possono offrire i chatbot appositamente sviluppati con una specifica caratterizzazione in grado di delineare il profilo del personaggio e del brand.

“Siamo entusiasti di questo nuovo progetto sviluppato per la campagna di Rita Ora per Tezenis. I risultati esprimono un concetto che da sempre sosteniamo: l’uso dell’intelligenza artificiale per lo svilluppo di chatbot passa dallo studio profondo del linguaggio che si vuole usare per rappresentare il brand e, nello stesso tempo, per raggiungere il target di riferimento. Il chatbot creato per la campagna di Tezenis con Rita Ora mette in evidenza un nuovo grado di evoluzione nel processo di interazione con l’utente attraverso una comunicazione rilevante e veloce con l’obiettivo di creare una relazione con il Brand. Ci sono ancora tantissime opportunità da esplorare per poter sfruttare i bot e fare operazioni di branding ancora più articolate e complete”, hanno commentato i fondatori di Hej!, Stefano Argiolas e Paolo De Santis.

articoli correlati

TECH & INNOVATION

Hej! presenta Azzurra, il nuovo chatbot di Gruppo QC Terme spas and resorts

- # # # # # #

Hej! chatbot

 

Si chiama Azzurra il nuovo chatbot di QC Terme spas and resorts realizzato da Hej!, l’agenzia creativa specializzata nella creazione di chatbot per i brand (leggi qui l’articolo). Azzurra è un vero e proprio customer support di tutti i centri QC Terme ed è disponibile su tutte e sette le pagine Facebook e sulle nove property web per fornire assistenza agli utenti sia dei social sia della rete. Il chatbot Azzurra li supporta nelle domande più rilevanti e frequenti fatte dagli utenti: dalle tipologie di massaggi disponibili a orari e prezzi, o ancora informazioni sulla formule come l’aperiterme. Decine di migliaia di richieste da parte degli utenti in tutti i centri termali gestite attraverso un chatbot in grado di conversare in linguaggio naturale.

Azzurra utilizza infatti un linguaggio in linea con il tono di voce del brand e il chatbot di QC Terme sfrutta al massimo la potenza della conversazione per avviare una customer experience improntata al benessere sin dal primo contatto con gli utenti.

“Crediamo molto nelle potenzialità di Fb Messenger come canale di comunicazione con gli utenti non solo per gestire casistiche di customer support. Le innovazioni della piattaforma Messenger sono continue e i brand se ne stanno rendendo conto”, affermano i Fondatori di Hej!, Stefano Argiolas e Paolo De Santis (nella foto). “Azzurra utilizza un linguaggio naturale e il suo tono di voce è in linea con tutta la comunicazione di QC Terme spas and resorts. È stato sviluppato per fornire supporto agli utenti online e social e per ricevere le principali informazioni in tempo reale. È un servizio di customer care che accompagna gli utenti in tutte le fasi di contatto con QC Terme per rendere l’esperienza ancora più rilassante e per velocizzare il primo contatto in un unico “hub”. Azzurra parlerà più lingue per accompagnare i clienti stranieri in un viaggio nel benessere. L’integrazione con le lingue inglese e francese, inoltre, è il linea con le strategie di sviluppo internazionale del Gruppo”.

“Confidiamo nell’utilizzo dell’Intelligenza Artificiale per offrire un’immediatezza e una semplicità di interazione mai raggiunte prima. Crediamo che la cura e l’attenzione verso i nostri ospiti parta proprio dall’esperienza che vivono sui nostri siti web e con Azzurra in pochi secondi possiamo rispondere alla maggior parte delle richieste che ci vengono poste quotidianamente online”, dichiara Fabrizio Di Giorgio, Digital Marketing Specialist di QC Terme Spas and Resorts.

Per supportare il processo di sviluppo internazionale del Gruppo – in programma ci sono le aperture di Chamonix e New York City – è prevista l’integrazione multilingua in inglese e in francese del chatbot.

articoli correlati

AZIENDE

Hej! lancia Yeah!, nuova soluzione di adv e CRM basato sui chatbot

- # # #

Hej! chatbot

Dopo la collaborazione con MSC Crociere e la nascita del primo chatbot in Italia dedicato al video outstream, Hej! continua a innovare il settore dell’advertising e lancia la nuova soluzione Yeah!. La nuova feature del gruppo consentirà infatti alle aziende di ottimizzare al meglio le proprie campagna advertising sfruttando l’innovazione portata dai chatbot.

Ogni campagna media, sia essa di branding o performance, utilizza come punto di atterraggio una landing page per comunicare e convertire gli utenti. Yeah! sfrutta la tecnologia chatbot per sostituire le classiche landing page con vere e proprie conversazioni su Facebook Messenger. Questa soluzione non solo rende l’engagement degli utenti decisamente maggiore, ma permette di segmentare la conversazione fino a renderla tailor made per l’utente finale. Yeah! si pone il duplice obiettivo di contribuire in maniera significativa all’ottimizzazione delle performance della campagna, e di creare un’audience segmentata da poter sfruttare per le campagne successive, senza bisogno di dover acquisire di nuovo l’utenza. Un’opportunità quindi di remarketing qualificata all’interno del canale FB Messenger da utilizzare per re-ingaggiare gli utenti in modo totalmente gratuito per creare audience e cluster definiti per campagne paid su Facebook.

“Yeah! è la soluzione per le campagne media che permette ai brand di acquisire gli utenti una sola volta per poterli poi ricontattare in qualsiasi momento in modo gratuito. Il brand avrà accesso alla piattaforma di Messenger Broadcasting, di proprietà di Hej!, che permette di creare, gratuitamente, campagne di Push Notification sulla propria audience con tassi di apertura e CTR rispettivamente più alti dell’85% e del 50%”, spiega Paolo De Santis, COO e co-fondatore di Hej!. Yeah! rende ogni click generato più efficiente che mai, aumentando il valore delle campagne che veicolano il traffico verso un’interazione in grado di spostare il cliente dalla semplice considerazione ad una vera e propria azione.

“Le landing page sono il mezzo con cui i Brand comunicano con gli utenti e molto spesso, oltre ad essere inefficaci, non riescono a trasmettere in modo completo il messaggio che i Brand vogliono trasferire. Se ogni Brand potesse parlare 5 minuti con ogni suo cliente, cosa gli direbbe? Il dialogo, attraverso il Chatbot, apre nuove opportunità di comunicazione che i Brand non possono più ignorare”, aggiunge Stefano Argiolas, CEO e co-fondatore di Hej!. Con oltre 2 miliardi di messaggi inviati tra aziende ed utenti, Facebook Messenger è un canale da presidiare ed è in questo contesto che Hej! inserisce la propria soluzione per gli advertiser che desiderano creare campagne che possano sfruttare la potenza della conversazione.

articoli correlati

AZIENDE

Un chatbot dedicato alle neo-mamme: la novità di Fissan curata da Hej!

- # # # # #

Chatbot Fissan e Hej!

Hej! firma il chatbot di Fissan, il nuovo assistente virtuale del Brand di Unilever. Disponibile al link diretto, il chatbot è in grado di instaurare una relazione costruttiva ed emozionale con i consumatori e le consumatrici, arricchendo l’experience tramite l’invio di contenuti multimediali: file audio, video, fotografie e schede. Sviluppato in collaborazione con il centro media Mindshare da Hej!, la nuova agenzia creativa italiana che sfrutta l’Intelligenza Artificiale per costruire chatbot per i Brand, l’assistente virtuale di Fissan ha un tono di voce in linea con l’impronta emozionale dell’azienda conosciuta da tutti i neo-genitori ed è un vero e proprio personaggio, caratterizzato da una individualità definita, in grado di rispecchiare i valori e le storie che Fissan trasmette attraverso i propri prodotti.

 

Crescere un bambino non è semplice ed è una sfida per le mamme e i papà: per questo che Fissan ha deciso di dedicare loro un bot che possa assisterli, attraverso preziosi consigli sulle problematiche più frequenti che incontreranno sul cammino della crescita. Ingaggia le mamme e i papà con contenuti accattivanti per rendere il processo di apprendimento un’esperienza piacevole e, allo stesso tempo, promuovere i prodotti del Brand. Sono dieci le macro-tematiche sulle quali è possibile interagire con il bot: Aspettare un bambino; Il bagnetto; Lavare i capelli; Le pelli più delicate; Il massaggio infantile; Il sederino dei bambini; Il dolce dormire; Piccoli disturbi; La crescita; Odori e profumi. L’assistente virtuale è disponibile sulla piattaforma Facebook Messenger, dove già oggi più di 2 miliardi di Messaggi mensili vengono scambiati tra persone e aziende. Risponde alle domande poste dalle mamme direttamente in linguaggio naturale, basta porre una domanda su uno dei temi affrontati così come si farebbe con un’amica o con la nonna. Il bot offre inoltre diverse funzioni per ricevere suggerimenti rapidi sui diversi temi trattati, facilitando l’utilizzo e migliorando l’experience dei genitori in cerca di consigli per la crescita dei propri figli. Per esempio, scegliendo il tema del Bagnetto, il bot propone tre delle tematiche più richieste su questo argomento: Frequenza; Temperatura dell’acqua, Bagno divertente, e così via per tutti gli altri temi. Inoltre, è possibile condividere con altre mamme e altri genitori le indicazioni ricevute.

 

Creato dal team di Hej!, il sistema di Fissan segmenta, targhettizza e ingaggia gli utenti che manifestano comportamenti e profili diversi, attraverso campagne e messaggi personalizzati. Per la promozione del nuovo chatbot di Fissan, sono previste campagne su diverse piattaforme in particolare Google e Facebook. “Proprio pochi giorni fa a F8, la conference mondiale di Facebook dove si presentano dati e innovazioni, è emerso che, con 1,2 miliardi di utenti mensili attivi, Messenger si posiziona come la piattaforma de-facto per permettere una comunicazione efficace tra Brand e consumatori. Aziende come Sephora, Absolut, Meetic e Tommy Hilfiger hanno visto crescere dal 30% al 300% l’engagement e i tassi di conversione, grazie all’utilizzo del bot su FB Messenger rispetto a campagne digital tradizionali. Fissan è una delle prime aziende in Italia ad affacciarsi in modo professionale a questa tecnologia e siamo felici di aver collaborato con Unilever alla realizzazione di questo progetto”, affermano i Fondatori di Hej!, Stefano Argiolas e Paolo De Santis. “Il bot utilizza un linguaggio naturale per conversare con gli utenti e fornire loro informazioni utili alla crescita dei loro bambini. Inoltre, il sistema di reportistica delle conversazioni del bot di Fissan migliora la customer experience degli utenti e, partendo da dati conversazionali dettagliati, aiuta il management a prendere decisioni importanti per il business, generando così maggiore soddisfazione nei clienti”, aggiungono i due Fondatori di Hej!.

articoli correlati

AZIENDE

I chatbot sono la nuova voce dei brand: la startup Hej! si affaccia sul mercato dell’AI

- # # # # #

Chatbot Hej!

Hej! è la nuova agenzia creativa italiana che sfrutta le tecnologie dell’Intelligenza Artificiale per costruire chatbot aziendali, fortemente caratterizzati da un tono di voce in linea con l’impronta emozionale di un brand. Fondata a gennaio di quest’anno da Stefano Argiolas e Paolo De Santis, l’agenzia aiuta le aziende a creare una relazione con gli utenti, dando loro per la prima volta un interlocutore con il quale dialogare con un linguaggio corretto, articolato e in grado di trasmettere il posizionamento del brand. I chatbot di Hej! danno vita a un contatto in grado di comprendere le esigenze degli utenti e di assisterli nel completamento di determinate azioni, come l’acquisto di un oggetto, la prenotazione di un volo, la risoluzione di problemi di varia natura. Per assistere al meglio i suoi clienti Hej! ha aperto due sedi a Milano e a Roma. E grazie all’investimento dei lead investor Andrea Febbraio e Claudio Rossi, la struttura è in fase di espansione del proprio team, con l’arrivo a breve di un direttore commerciale che la aiuterà a rafforzare il proprio posizionamento di unica agenzia creativa italiana specializzata nella creazione di chatbot per brand.

Il contesto
I chatbot sono al centro dell’attenzione dallo scorso anno, quando Mark Zuckerberg fondatore di Facebook ha dato a sviluppatori e brand di tutto il mondo la possibilità di realizzare interfacce chatbot per interagire con i consumatori nella piattaforma di messaggistica FB Messenger, utilizzata da oltre 1 miliardo di persone ogni mese. Da allora sono stati creati oltre 40.000 chatbot: brand di ogni industry dal Fashion al Travel, dall’Automotive alle Telco stanno sperimentando con successo la tecnologia per intercettare in maniera innovativa e conversazionale gli utenti che, in media, spendono tra i 20 e i 40 minuti al giorno sulla piattaforma.

Innovazione
La novità di Hej! è insita nella possibilità di creare interazioni “one-to-one” grazie all’utilizzo dei più recenti algoritmi di intelligenza artificiale ed esporre la personalità del brand anche in funzione degli interessi dei consumatori. Partendo dal concetto che ogni brand ha una propria voce e una propria peculiare personalità distintiva, i fondatori di Hej! hanno deciso di far leva sulle potenzialità delle nuove tecnologie per creare assistenti virtuali capaci di instaurare un dialogo umano, caratterizzato da un tono di voce autentico e da una personalità unica, con l’obiettivo di creare connessioni ed esperienze con gli utenti e trasformarle in relazioni con i brand.
I chatbot di Hej! nascono da un eterogeneo team di esperti: non solo professionisti in Digital Media e Tecnologie innovative, ma, per sviluppare e creare veri e propri personaggi, sono stati coinvolti anche scrittori, storytellers e sceneggiatori. Un gruppo di lavoro che opera con l’obiettivo di aiutare i brand a prendere decisioni rilevanti per il business partendo da insight sulle preferenze, comportamenti e interessi degli utenti. Dalle conversazioni con i chatbot si possono estrapolare informazioni vitali per aiutare i brand a prendere decisioni rilevanti per il business partendo da insight su preferenze, comportamenti e interessi degli utenti. In questo contesto una piattaforma tecnologica avanzata e funzionale come quella sviluppata da Hej! – all’interno della quale è possibile integrare i sistemi di NLP e in generale di intelligenza artificiale più evoluti del mercato – è fondamentale per poter accedere a questi dati.

“Stiamo assistendo a quella che si prefigura come la quarta rivoluzione industriale” sottolinea Stefano Argiolas, Co-founder & CEO di Hej!. “C’è un enorme fermento per tutto quello che riguarda l’intelligenza artificiale e le sue molteplici applicazioni. La capacità di comprensione del linguaggio naturale apre scenari e possibilità fino a oggi impensabili e, a dimostrazione delle possibilità insite in queste tecnologie, per la prima volta assistiamo a una “corsa all’oro” da parte di tutte le Giant Tech Company. Si apre una nuova era, dove il linguaggio diventerà la nuova user interface e, per la prima volta, sarà la tecnologia a comprendere di cosa abbiamo bisogno”.

“La profonda conoscenza del mercato mobile maturata negli ultimi 5 anni con Chupamobile, marketplace worldwide per lo sviluppo di applicazioni e giochi mobile, e l’ereditata esperienza degli anni precedenti con Dlite, agenzia digital con la quale abbiamo supportato brand internazionali, sia in Italia sia in Medio Oriente, ci hanno spinto a lanciarci in questa nuova avventura” afferma Paolo De Santis, Co-founder di Hej! -. Abbiamo visto un “allineamento di pianeti” che non potevamo trascurare, dove pesanti trasformazioni del mercato mobile e, allo stesso tempo, l’esigenza sempre più pressante dei brand di entrare in relazione con i propri utenti, convergevano sulle app di messaggistica che sono già diventate il principale mezzo di comunicazione transgenerazionale. Nei chatbot abbiamo individuato il miglior mezzo per soddisfare le esigenze dei brand per aiutarli a intercettare i propri utenti nei loro flussi di comunicazione quotidiani”.

articoli correlati