MEDIA

ELLE Italia come ELLE Francia: Hearst punta sulla periodicità settimanale e chiude Gioia!

- # # # #

ELLE - Hearst

Presente in Italia dal 1987, leader nel segmento dei mensili fashion per diffusione e numero di pagine pubblicitarie, ELLE entrerà, a partire dal prossimo novembre, nell’arena dei settimanali moda, il segmento più ricco di pubblicità per i periodici italiani, con l’obiettivo dichiarato di conquistarne la leadership.

Per raggiungere questo ambizioso traguardo, Hearst Italia costituisce la redazione stampa e digital più forte e numerosa del settore – 63 persone – con eccellenze nella moda, ma anche nella beauty e nell’attualità. Al gruppo originario di ELLE mensile, si aggiunge infatti tutta la redazione di Gioia! che, in occasione dell’uscita del primo numero di ELLE da settimanale – a inizio novembre – cesserà le pubblicazioni.

Maria Elena Viola (nella foto) assume quindi la carica di Direttore Responsabile ELLE, affiancata da Antonella Antonelli, Creative Director ELLE, che avrà il compito di guidare l’immagine e il posizionamento moda. Antonelli mantiene anche la carica di Fashion Vice President at Large di Hearst Italia.

Ai vertici della redazione di ELLE: Elena Mantaut è Vice Direttore Vicario Attualità; Benedetta Dell’Orto è Vice Direttore Vicario Moda, Alberto Zanoletti è Vice Direttore Moda, Claudia Valeriani e Michela Gattermayer sono vicedirettori centrali. Il progetto grafico di ELLE è affidato a Pilar Ibanez, Art Consultant del magazine.

La redazione di elle.it à guidata da Paola di Marcantonio, Digital Managing Editor con Barbara Digiglio, Deputy Digital Managing Editor.

“ELLE diventa settimanale perché siamo fortemente convinti che con qualità dei contenuti, coerenza di posizionamento fra print, digital e social e un brand internazionale così forte, si possano appassionare le lettrici, fornire un media efficace ai clienti pubblicitari e far crescere i fatturati. Cadenza e contenuti di un settimanale moda, e del suo sito, consentono più potenziale di crescita rispetto a un mensile”, dichiara Giacomo Moletto, CEO Hearst Italia e Western Europe. “Inoltre, lo storico successo dell’edizione francese conferma come ELLE sappia combinare il DNA del settimanale con un’immagine moda particolarmente qualitativa, potendo anche contare su collaboratori quali fotografi e modelle che abitualmente privilegiano le fashion bible mensili. In più, grazie al network internazionale, i nostri partner avranno l’opportunità di sviluppare progetti di comunicazione multimediale di respiro internazionale.”

“Siamo veramente contenti e fieri della decisione strategica di ELLE Italia. ELLE Italia è il primo magazine del network ad essere pubblicato su base settimanale, seguendo le orme della sorella maggiore ELLE Francia. Questo passaggio è la dimostrazione del valore del brand ELLE in un mercato, quello italiano, fondamentale per fashion e luxury”, afferma François Coruzzi, CEO ELLE International Media Licenses & CEO Lagardère Global Advertising”.

In linea con la visione della sua fondatrice Hélène Lazareff, “du sérieux dans la frivolité et de l’ironie dans le grave” – ironia nelle cose serie, serietà nelle cose frivole – ELLE è il femminile che considera la donna la vera energia della società e la protagonista del cambiamento. Il nuovo ELLE va in questa direzione, a rafforzare il senso di appartenenza a un mondo di valori condivisi da un network di 45 edizioni globali.

 

articoli correlati

BRAND STRATEGY

adidas Originals partner di Hearst Italia per il lancio di sette nuove collezioni

- # # # #

adidas originals

adidas Originals ha stretto una partnership speciale con  Cosmopolitan & AW Lab a partire da giugno 2018 fino a gennaio 2019, per un progetto di comunicazione interamente a cura del brand di Hearst Italia a supporto del lancio di sette collezioni adidas Originals.

Il progetto ha preso il via con il lancio di Sambarose, la sneaker pensata per il pubblico femminile che riprende la classica silhouette delle scarpe Samba, sulla pagina web cosmopolitan.it e sui profili social di Cosmopolitan e prevede anche la realizzazione di due eventi dedicati alle lettrici con la partecipazione della redazione di Cosmopolitan e delle sue stylist per preziosi consigli di stile a tutte le ospiti.

L’interpretazione di Cosmopolitan è inoltre il fil rouge per la realizzazione di contenuti digital & social oltre che per l’organizzazione degli eventi nei negozi AW Lab in occasione dei lanci principali.

Il primo evento si è svolto con grande successo il 7 giugno a Milano, nel negozio AW LAB di Via Torino, il secondo si terrà il 21 giugno a Roma dalle ore 16.30 alle 21.00 presso il negozio AW Lab di Via del Corso 505/506.

articoli correlati

MEDIA

Hearst Italia lancia una struttura digitale indipendente per i brand del gruppo

- # # # #

Hearst

Si chiama Hearst Digital e promette di essere il fiore all’occhiello della digitalizzazione del mondo editoriale. Sono le premesse con cui Hearst sintetizza in un’unica struttura la propria esperienza nel digital content che ha portato il gruppo a costruire una leadership nell’offerta editoriale in rete.

Hearst Digital segue il modello già adottato negli Stati Uniti e raccoglie in una società indipendente tutte le strutture che realizzano contenuti digitali al fine di aumentare la velocità di evoluzione e adattamento ai mutamenti nella fruizione dei media della società contemporanea e rafforzare la capacità di attrarre e sviluppare talenti ed eccellenze nell’area del digital content.

La società, di cui Giacomo Moletto è Amministratore Delegato, è stata fondata nel 2014 a Chiasso (CH) per offrire produzioni digitali in formula white label per i clienti partner, italiani e internazionali, comprese le produzioni a supporto delle iniziative speciali di Hearst Italia, si è progressivamente rafforzata con una struttura analytics, seo e content ignition. Da inizio 2017 si arricchisce anche dei content team digitali dedicati a elle.it, marieclaire.it, cosmo.it , gioia.it e elledecor.it così da favorire la fertilizzazione delle competenze e dei talenti digitali in una struttura focalizzata al 100% sullo sviluppo del business. È guidata da Simona Zanette, Business Unit Digital Director, forte di una considerevole esperienza nello sviluppo digitale maturata in Alfemminile, IAB Italia e la docenza di Digital communication in IED.

I content team, ciascuno guidato da un digital content editor and coordinator, ricevono le linee guide editoriali dai direttori di testata e obiettivi e agenda digitale da Francesco Magnocavallo, Digital Editorial Director, già founder e direttore editoriale di Blogo.

Sempre nell’ambito delle attività digitali di Hearst, Luca Lanzoni fino a gennaio responsabile di elle.it è stato nominato Digital Fashion Director, ruolo che gli consentirà di interagire con tutti i siti del gruppo e di rispondere in modo sinergico a stimoli ed esigenze dei brand partner.

“È la naturale evoluzione di un gruppo editoriale votato da sempre alla produzione di contenuti di qualità, una filosofia che abbiamo applicato al digitale – spiega Biagio Stasi, CDO del gruppo (nella foto) – con massima attenzione ai contenuti e sensibilità, coerenza, e cura nella comunicazione pubblicitaria con l’offerta di prodotti che si integrano nella narrazione. L’aver concentrato in un’azienda indipendente tutte queste attività, in fortissima crescita, ci consente di aggiungere ulteriore attenzione e investimenti allo sviluppo del business. Oltre ad accrescere in modo sinergico le nostre competenze sulla realizzazione di contenuto multimediale, editoriale o pubblicitario che sia. Le proposizioni native sono ormai una parte indispensabile – ed è evidente che il contenuto (editoriale/branded o social, testo/foto o video) è una parte integrante dell’offerta per il lettore contemporaneo. Un prodotto privo di contenuto è ormai per alcune generazioni anacronistico, per altre addirittura inesistente”.

articoli correlati